author Goblin   Euro
31,00
title Wampyr ost (ltd. 180 gr. red vinyl, rsd 2022)  
support Lp edition new record          stereo  
year 1977 print ita label   cinevox / ams   item id. 3514339

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
EDIZIONE LIMITATA IN VINILE DA 180 GRAMMI DI COLORE ROSSO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 23 APRILE 2022, copertina apribile, label color cachi con scritte nere, logo AMS nero in basso, logo Cinevox nero in alto e logo con diavolo accovacciato in rosso a sinistra, catalogo LPOST024. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2022 ad opera della Cinevox / AMS, la colonna sonora della versione italiana, intitolata "Wampyr", del film statunitense "Martin" (1977), horror a tema vampiresco diretto da George A. Romero; la versione italiana fu curata da Dario Argento ed editata da Piero Bozza, mentre per le musiche furono impiegati brani dei Goblin tratti dei loro albums "Roller" ed "Il fantastico viaggio del bagarozzo mark", ma in versioni differenti; questo lp contiene anche due pezzi utilizzati nel film ma mai pubblicati fino ad ora, "Strange terminal" e "Royal road", scritti da Aldo Salvi. Qui di seguito la scaletta completa. Side A: 1 Roller (Titoli di testa) 3:46 2 Le Cascate di Viridiana (Braddok) 1:51 3 Snip Snap (Consegne a domicilio) 0:57 4 Il risveglio del serpente (Martin & Christine) 1:18 5 Dr. Frankenstein (Attacco sul treno della notte) 5:52 6 Aquaman (Martin & Emily) Side B: 1 La danza (Album di famiglia) 2:33 2 Goblin (Seguendo la prossima vittima) 2:18 3 …e suono rock (Cancellando le tracce) 1:02 4 Wampyr Finale (Impalamento) 1:40 5 Notte (Titoli di coda) 1:39 6 Strange Terminal 3:35 (brano di Aldo Salvi) 7 Royal Road 3:16 (brano di Aldo Salvi). I Goblin ebbero le loro origini da un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi' come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca. Si ringrazia il sito italianprog.it per le note biografiche.    
   
     
Other records by Goblin