author Moon express   Euro
30,00
title Prophetic spirit + bonus 7" (rsd 2019)  
support Lp edition new record          stereo  
year 1969 print usa label   modern harmonic   item id. 3512039

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 13 APRILE 2019, Copertina ruvida apribile con sagomatura rettagolare sul fronte (all'interno della quale appare una foto a colori), e con artwork a colori anche nella tasca interna, senza codice a barre, con allegato un bonus 7" contenente due cover dei Beatles (''Can't buy me love'' e ''Tell me what you see'', label in due tonalità di marrone con foro centrale piccolo, catalogo MH-117, custodito in una coperina generica della Modern Harmonic con sagomatura centrale e chiusura a linguetta); label del 33 giri in due tonalità di marrone con scritte bianche e logo Modern Harmonic bianco in alto, catalogo MH-8029. Pubblicato dalla Modern Harmonic nel 2019, a circa cinquant'anni dalla sua incisione, finalmente viene alla luce l'album registrato intorno al 1969 e mai pubblicato finora, da questo misconosciuto gruppo basato in California alla fine degli anni '60. I Moon Express furono formati da Paul Arnold, la mente dell'interessantissimo progetto psichedelico sperimentale ed orientaleggiante ID, autori nel 1967 del leggendario album ''The inner sounds of '67'', quando il talentuoso musicista americano incontrò, nel corso dello stesso anno, la cantante yemenita Tsvia Abarbanel, formatasi nella tradizione musicale del paese arabico e stabilitasi in Israele, ma all'epoca studentessa dell'Università di Los Angeles in California. Insieme lavorarono per due anni al progetto di questo album, a partire dalla fine del 1967, impiegando vari strumenti a percussione, fra cui quelli tradizionali mediorientali come il darbuka, suonato dalla Abarbanel, ed uno inventato dallo stesso Arnold, il transceleste, strumento basato su campanelli. Le ritmiche ipnotiche dal sapore ancestrale delle percussioni e le sonorità mistiche delle campane dominano la musica di ''Pophetic spirit'', accanto a strumenti indiani come sitar e tablas ed a parti vocali narrative maschili, ma soprattutto al canto ammaliante della Abarbanel, che si ispira alla tradizione musicale del proprio paese, calandola in un visionario contesto classicamente sixties. L'album è un mirabile esempio dei voli pindarici e dell'entusiasmo degli incontri transculturali che ebbero luogo nella musica più creativa dei dinamicissimi anni '60, che rimase all'epoca inedito a causa di un terribile incidente stradale di cui rimase vittima Arnold poco dopo la fine delle incisioni, investito da un'automobile e reso invalido dalle gravi ferite. La Abarbanel tornò poi in Israele, dove incise ancora musica interessante; i Moon Express erano apparsi nel bizzarro speciale televisivo musicale ''33 1 / 3 revolutions per monkee'', spettacolo ispirato dalla psichedelia e dalle teorie evoluzioniste darwiniane di cui erano protagonisti i Monkees.    
   
     
Other records by Moon express