author Aa.vv. (jazz)   Euro
16,00
title Atlantic jazz: piano  
support LP2 edition original issue          stereo  
year 1950 print ger label   atlantic   item id. 330903

help
conditions   [vinyl]  Excellent  [cover]  Excellent   try to 'translate' with Google.

printer friendly
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, copertina lucida apribile con barcode, label argento e nera con scritte nere e logo Atlantic argentato in alto, logo GEMA/BIEM in riquadro a sinistra del foro centrale, catalogo 781707-1. Pubblicato nel 1986 dalla Atlantic negli USA ed in Europa, edito anche all'interno del cofanetto ''Atlantic jazz'' dello stesso anno, questo doppio album è un manifesto della musica jazz a guida pianistica prodotta dalla label dei fratelli Ertegun fra gli anni '50 e gli '80, compilando ventitre brani editi, tratti da album pubblicati dall'etichetta, di autori quali Erroll Garner, Thelonious Monk, Lennie Tristano, Ray Charles, John Lewis e Bill Evans, solo per citare una parte dei grandissimi strumentisti qui rappresentati. La Atlantic, nei suoi anni migliori, è stata una casa discografica attenta non solo alle migliori novità del rock e del soul, ma anche della musica jazz: questa propensione è celebrata negli anni '80 con le antologie della serie ''Atlantic jazz'', ciascuna delle quali compila brani editi afferenti ad un determinato filone della musica improvvisata di origine afroamericana. Questo volume è dedicato alle produzioni della Atlantic incentrate sul jazz pianistico, attraverso sessioni sia per solo pianoforte che per piccoli ensemble (molti dei quali in configurazioni a trio), ideali per esaltare lo strumento a tastiera più importante della musica jazz. Le incisioni qui compilate coprono un arco di tempo di oltre trent'anni, anche se la maggior parte è concentrata sugli anni '50 e '60, e questo, accanto alle tante grandissime personalità che affollano la scaletta, offre una panoramica molto vasta sul panorama del jazz pianistico, un microcosmo davvero ricco di sfumature, di creatività e di diversità. Questa la scaletta: Erroll Garner, ''The way you loolk tonight'' (da ''The greatest garner'', 1956); Mary Lou Williams, ''In the purple grotto" (da ''Ladies of jazz'', 1957); Lennie Tristano, ''Line up" (da ''Lennie Tristano'', 1955); Phineas Newborn, ''Celia'' (da ''Here is phineas'', 1956); Ray Charles, ''Sweet sixteen bars'' (da ''The great ray charles'', 1957); Thelonious Monk with the Jazz Messengers, ''In walked bud'' (da ''Art Blakey's jazz messengers with Thelonious Monk'', 1958); John Lewis, ''Delaunay's dilemma'' (da ''Improvised meditations and excursions'', 1959); Billy Taylor, ''One for fun'' (da ''One for fun'', 1959); Roland Hanna, ''A night in tunisia'' (da ''Easy to love'', 1960); McCoy Tyner, ''Lazy bird'' (da ''Chick Corea, Herbie Hancock, Keith Jarrett, McCoy Tyner'', 1976); Bill Evans, ''Nirvana'' (da ''Nirvana'', 1964); Randy Weston, ''Blues for five reasons'' (da ''Randy! (Bap!! Beep Boo-Bee Bap Beep-M-Boo Bee Bap!)'', 1966); Dwike Mitchell, ''Young soul'' (da ''After this message'', 1966); Joe Zawinul, ''My one and only love'' (da ''Money in my pocket'', 1966); Junior Mance, ''Sweet georgia brown'' (da ''I believe to my soul'', 1968); Herbie Hancock, ''Einbahnstrasse'' (da ''Uptown conversation'', 1970, album accreditato a Ron Carter); Ray Bryant, ''Blues 2'' (da ''Alone at montreux'', 1972); Keith Jarrett, ''Pardon my rags'' (da ''El juicio'', 1975); Dave Brubeck, ''Koto song'' (da ''We're all together again for the first time'', 1973); Don Pullen, ''Last year's lies and tomorrow's promises'' (da ''Tomorrow's promises'', 1977); Ahmad Jamal, ''Acorn'' (da ''Rossiter road'', 1986).    
   
     
Other records by Aa.vv. (jazz)