author 17 Pygmies (savage republic)   Euro
30,00
title Captured on ice  
support Lp edition original issue          stereo  
year 1986 print fra label   lolita   item id. 320663

help
conditions   [vinyl]  Excellent  [cover]  Excellent   try to 'translate' with Google.

printer friendly
Prima rara stampa francese su Lolita, copertina laminata fronte retro senza barcode, label custom grigia con disegni di cartine geografiche sullo sfondo, scritte blu e scaletta dei brani solo su di una facciata, catalogo 5051, logo SACEM in riquadro a destra in basso. Pubblicato nel 1986 dopo il mini album d'esordio "Hatikva" (1983) ed il primo album "Jedda By The Sea" (1984), il secondo album dei 17 Pygmies, uno dei gruppi piu' celebrati della magnifica scena trance di Los Angeles, nati per iniziativa di due Savage Republic, Jackson Del Ray (alias Philip Drucker) e Robert Loveless, che si avvalgono in questo lavoro della collaborazione della brava Debbie Spinelli dei Food and Shelter. I 17 Pygmies si erono distinti attraverso il loro sound ricco delle suggestioni visionarie dei Savage Republic racchiuse in una dimensione piu' onirica e delicata con influenze mistiche ed orientaleggianti ancora piu' accentuate. In Captured In Ice, pubblicato dopo il mini Hatikva e l'album Jedda By The Sea, assistiamo ad una svolta nella ricerca musicale del gruppo, ora orientata verso sonorita' dedite ad un intelligente folk pop, sebbene sono presenti alcuni riferimenti al loro illustre passato che li eleggeva tra le leve della nuova psichedelia degli anni ottanta. Questi elementi vengono ora analizzati seguendo una linearita' lievemente malinconica che ci suggerisce una introspezione nata dalle trame sonore di un linguaggio innocente, di sensazioni vive, ma come sussurrate in una malinconia tenerissima. A questa pubblicazione seguirono due successivi album Welcome 1988 e Missyfish 1991 che non ottennero le stesse attenzioni e favori dalla critica specializzata.    
   
     
Other records by 17 Pygmies (savage republic)