author Ramleh   Euro
120,00
title A return to slavery/slaughter at random  
support Lp edition original issue          stereo  
year 1983 print uk label   broken flag   item id. 316963

help
conditions   [vinyl]  Excellent  [cover]  Excellent   try to 'translate' with Google.

printer friendly
Prima molto rara stampa inglese, copertina senza barcode e con il retro capovolto, completa di inserto catalogo della Broken Flag, label bianca con scritte nere su di una facciata, bianca con scritte nere ed immagine di due occhi al centro sull'altra, catalogo BFV2. Uscito su Broken Flag nel 1983, il primo album vinilico, successivo alla seconda cassetta ''31-5-62-82'' (1982) e precedente la terza ''Live at morden tower'' (1983). Accreditato a Ramleh/Libertarian Recordings (quest'ultimo e' lo pseudonimo di Phlip Best, membro dei Ramleh), questo lp e' un'opera ascrivibile all' industrial piu' estremo e distruttivo, al pari dei Whitehouse, con una non-musica lancinante e torturata, una sorta di grido viscerale. Storica formazione dello industrial piu' radicale, gli inglesi di Croydon Ramleh sono attivi discograficamente dai primi anni '80, periodo in cui sfornano una serie di cassette a qualche sporadico vinile di rumorismo lancinante e provocatorio. Guidati da Gary Mundi, hanno avuto fra le loro fila anche Philip Best (collaboratore anche degli Whitehouse) e Stuart Dennison. Il progetto e' stato in attivita' negli successivi, con alcuni periodi di pausa, fino al 1997, ma una nuova uscita, ''Valediction'', e' emersa a nome Ramleh nel 2009.    
   
     
Other records by Ramleh