author Napoli centrale   Euro
33,00
title mattanza (ltd. orange vinyl, rsd 2022)  
support Lp edition new record          stereo  
year 1976 print eu label   sony   item id. 3028480

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
RISTAPA LIMITATA IN 600 COPIE, NUMERATE SUL RETRO, IN VINILE ARANCIONE, pesante 180 grammi, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2022, copertina apribile, pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato in Italia nel marzo del 1976 dopo "Napoli Centrale'' e prima di ''Qualcosa ca nun more'', non entrato nelle classifiche Italiane. Il secondo album. Registrato da Franco Del Prete, James Senese, Giuseppe Guarnera, Kelvin Bullen, Agostino Marangolo, Bruno Biriaco, registrato allo studio Chantalain di Roma, prodotto dai Napoli Centrale, musiche di James Senese, testi di Franco Del Prete. I Napoli Centrale si formano sulle ceneri degli Showmen, con un nucleo composto da James Senese e Franco Del Prete con il tastierista americano Mark Harris ed il bassista inglese Tony Walmsley; la loro musica e' un originalissimo mix di jazz-rock e musica popolare napoletana, abbastanza lontana dal rock progressivo degli Showmen, e caratterizzata dai testi cantati in lingua napoletana, che affrontano tematiche sociali e legate alla situazione politica del periodo. Dopo l'uscita dell primo LP, il bassista Tony Walmsley ed il tastierista Mark Harris lasciano il gruppo (il primo per unirsi ad una nuova versione del Rovescio della Medaglia), sostituiti da Ciro Ciscognetti gia' con Fabio Celi & gli Infermieri e dal giovanissimo Pino Daniele al basso; nel secondo album che esce nel 1976 suonano anche molti noti musicisti di studio, tra i quali i batteristi Bruno Biriaco (Perigeo) e Agostino Marangolo (Flea e Goblin), con una musica che pero' non si distacca molto dallo stile dell'esordio, mentre il terzo album del 1977 vede una groove piu' vicina al jazz. Alle registrazioni di "Qualcosa ca nun more" partecipo' anche il tastierista del secondo album, Pippo Guarnera, che nel 1976 aveva fatto parte del gruppo di Eugenio Finardi. Dopo lo scioglimento dei Napoli Centrale, James Senese comincio' una carriera solistica con i primi due album nel 1983-84, mentre sia lui che Del Prete hanno avuto successo anche come sessionmen. Una nuova formazione dei Napoli Centrale e' stata creata da James Senese alla fine degli anni '80, con Savio Riccardi (tastiere), Gigi De Rienzo (basso) e Agostino Marangolo (batteria); questa formazione ha prodotto due album, "Jesceallah" nel 1992, comprendente rifacimenti di brani dei primi dischi, e " 'Ngazzate nire" nel 1994. Un altro album e' seguito nel 2001, intitolato "Zitte! Sta venenn' 'o mammone". (note quasi interamente tratte dal bellissimo sito internet e libro "Italian Prog" di Augusto Croce.    
   
     
Other records by Napoli centrale