author Bang   Euro
29,00
title Death of a country (1st lost album - ltd. yellow)  
support Lp edition new record          stereo  
year 1971 print uk label   Rise above   item id. 3026963

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
Edizione limitata in 300 copie, in vinile giallo pesante 180 grammi, copertina apribile, inserto con testi e foto, label gialla con logo Bang su di una facciata, fotografica in bianco e nero sull'altra, catalogo RARLP015, adesivo di presentazione del disco sul cellophane. Pubblicato nel 2011 dalla Rise Above, ma inciso nel 1971 dal gruppo americano e rimasto a lungo inedito finora inedito (inediti resteranno tutti i brani, giacche' gia' il lavoro successivo, il primo album ufficiale "Bang", li vedra' alle prese con materiale del tutto nuovo), perche' respinto all'epoca dalla loro etichetta, la Capitol, che lo considero' troppo underground e non abbastanza commerciale. Il disco e' una grezza e viscerale testimonianza del loro magmatico e potente hard rock, vicino ai primi lavori dei Black Sabbath ma con un sound piu' legato ad uno sporco hard rock con echi blues ed acid rock in alcuni episodi, e con qualche reminiscenza dei Blue Cheer; il gruppo mostra qui anche toni di rock psichedelico oscuro che verranno in parte stemperati nei dischi successivi. Tra i brani l' iniziale title track, lunga oltre 10 minuti. Questo trio della Florida era composto da Frank Ferrara (basso, voce), Frank Glicken (chitarra, cori) e Tony D'Iorio (batteria, poi sostituito); la classica formazione power trio metteva in risalto il loro monolitico e potentissimo hard rock, che non di rado si avvicinava ai Black Sabbath. Il loro primo album ''Bang'' riusci' anche a farsi strada nelle classifiche USA, arrivando alla 164esima posizione, nonostante (o grazie a?) un suono ''sporco e cattivo''. Fu seguito da altri due lp, ''Mother'' (1972) e ''Music'' (1973).    
   
     
Other records by Bang