author Bowie David   Euro
650,00
title david bowie (Philips, 1969)  
support Lp edition original issue          stereo  
year 1969 print uk label   philips   item id. 236941

help
conditions   [vinyl]  excellent  [cover]  Very good   try to 'translate' with Google.

printer friendly
prima incredibilmente rara stampa inglese, copertina apribile (con qualche segno di invecchiamento ed una piccola abrasione di circa 4 x 3 cm. in alto a destra), etichetta nera con logo e scritte argento, catalogo SBL7912, trail off sul lato 1 ''852146 1Y // 2 * 11 4'', trail off sul lato 2 ''852146 2Y // 2 * 11 4''. Pubblicato originariamente in Inghilterra su Philips nel novembre del '69 con titolo ''David Bowie", ed in America con titolo "Man of words man of music'' su Mercury, con copertina con sfondo diverso, dopo il primo ''David Bowie'' su Deram (del 1967) e prima di "The man who sold the world'' , non entrato in classifica in Uk ne' in Usa, il secondo album, ripubblicato nel '72 in una nuova veste, con copertina ulteriormente cambiata e titolo "Space Oddity", dal titolo del brano dell' abum che, pubblicato su singolo, si posiziono' al quinto posto delle classifiche inglesi; tuttavia l' album non aveva altri '' hits '' da offrire, l'atmosfera e' lontana dal gusto del grande pubblico, il mood e' ancora a cavallo tra il folk e l'ultima psychedelia. il cuore dell'opera e' da ricercarsi in "Cygnet Committee," un brano che commemora la morte del sogno dei ''60, il nichilismo delle parole ha visto, diversi anni dopo, sia i Sex Pistols ("the guns of love") che i Damned fare riferimento a questo brano. il resto dell'album, a parte forse "Unwashed and Slightly Dazed" e' assai diverso, "Janine" ed "An Occasional Dream" sono ballate in puro stile '60 , mentre almeno due sono le tracce in cui si puo' ascoltare il suono che Bowie riproporra' negli anni successivi, "Wild Eyed Boy from Freecloud" (una versione diversa del lato b di space oddity) che rimarra' nella sua scaletta live fino al 1973, e "Memory of a Free Festival" che pubblicato come singolo in una nuova versione, un anno dopo, nel gennaio del 1970, diverra' la prima collaborazione con il chitarrista Mick Ronson. Man of Words/Man of Music rappresenta un altro scalino nella prima fase della carriera di Bowie, un periodo confuso, in cui l'artista lentamente mette a fuoco e sperimenta quell' insieme di stili e pulsioni che si saldera' in un suono unico ed originalissimo di li a poco.    
   
     
Other records by Bowie David