author Washington kamasi   Euro
21,00
title Harmony of difference  
support lpm edition new record          stereo  
year 2017 print eu label   young turks   item id. 2125146

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
Adesivo con nome autore e titolo applicato sul cellophane, copertina senza codice a barre, label nera con scritte bianche su di una facciata e bianca con scritte nere sull'altra, allegato libretto con artwork, catalogo YT171. Pubblicato nel settembre del 2017 dalla Young Turks, questo minialbum esce dopo l'ambizioso quarto album ''The epic'' (2015). Inciso in buona parte con una formazione a ottetto, con l'eccezione del lunghissimo brano ''Truth'' che con i suoi tredici minuti occupa l'intera seconda facciata, e nel quale Washington impiega una formazione allargata ad una sezione di archi ed a un coro di voci, ''Harmony of difference'' e' un affascinante lavoro di jazz melodico e dai richiami spirituali collegato ad alcune grandi lezioni del passato ma anche molto moderno; nel sopracitato brano ''Truth'' sono evidenti le influenze spirituali e melodiche del grande John Coltrane, alle quali sono integrate sonorita' quasi orchestrali in alcuni passaggi, oltre all'angelico coro di voci. Il nucleo della formazione e' qui composto da Kamasi Washington (sax tenore), Miles Mosely (contrabbasso), Ronald Bruner Jr. (batteria), Tony Austin (batteria, percussioni), Brandon Coleman (tastiere), Cameron Graves (pianoforte), Ryan Porter (trombone) e Dontae Winslow (tromba). Kamasi Washington è un sassofonista, compositore ed arrangiatore americano nato nel 1981. Comincia a suonare il sassofono all’età di tredici anni, diviene sassofono tenore nella Music Academy della Hamilton High School di Los Angeles. Dopo il diploma frequenta l’UCLA per studiare etnomusicologia, pubblicando nel frattempo (nel 2004) un album con gli Young Jazz Giants, composti da Washington al sax, Cameron Graves (piano), Stephen Bruner [aka Thundercat] (basso), Ronald Bruner Jr. (batteria), e suonando e registrando con diversi artisti (Snoop Dogg, Raphael Saadiq, Gerald Wilson, McCoy Tyner, George Duke e Pj Morton). Nel 2014 appare in diverse produzioni: “After the disco” dei Broken Bells, “Chameleon” di Harvey Mason, “Up” di Stanley Clarke, “You’re dead” di Flying lotus e nel 2015 partecipa a “To pimp a butterfly” di Kendrick Lamar. Nel 2015 con “The Epic”, pubblicato su Brainfeeder (etichetta di Flying lotus), riceve l’acclamazione da parte della critica specializzata. Dopo tre album autoprodotti, “Live at 5th Street Dick's” (2005), “The Proclamation” (2007) e “Light of the World” (2008), Kamasi Washington realizza, con maestria, un disco triplo, ''The epic volumes 1, 2 & 3'' (2015): diciassette brani che attraversano il jazz del presente e del passato per arrivare ad un possibile jazz del futuro.    
   
     
Other records by Washington kamasi