author Spirogyra   Euro
25,00
title Bells, boots and shambles (gatefold, ltd. phosphorescent green)  
support Lp edition new record          stereo  
year 1973 print eu label   klimt   item id. 2116511

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
Ristampa del 2022, edizione limitata di 500 copie in vinile verde fosforescente, copertina senza barcode pressoche' identica su fronte e sul retro alla prima rarissima tiratura uscita in Inghilterra nel 1973 su Polydor, ma per l' occasione apribile. Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1973 dopo '' Old boot wine'', il terzo album. Generalmente considerato come uno dei capolavori assoluti del Folk Elettrico Inglese, l'ultimo capitolo sdella saga degli Spirogyra vede la band portare a magistrale compimento la loro fase musicale tra folk elettrico e progressive, la cantante Barbara Gaskin e' in eccezionale spolvero, coadiuvata straordinariamente dal co leader Martin Cockerham. L'opera mostra punti di contatto con la piu' acida Incredible String Band , ma con una approccio piu' duro anche se altrettanto esoterico nelle atmosfere e negli intendimenti, accanto a tali catratteristiche emergono e si consolidano solidi richiami al tipico English Sound malinconico ed evocativo, leggendaria, tra i brani, la mini suite "In the Western World." Certamante uno dei lavori piu' misteriosi ricercati e, per la sua rarita', ammantati di alone mitico di tutta l' epopea della musica inglese. Il gruppo inizia come quintetto con Dave Mattacks nel 1970, presto pero' la formazione diviene un quartetto. I loro brani, basati sulla voce di Barbara Gaskin e sugli arrangiamenti geniali di Julian Cusack, sono generalmente considerati tra i piu' belli ed evocativi mai composti, con atmosfere di grande smarrimento e tristezza esistenziale. I loro primi tre lavori, usciti fra il 1971 ed il 1973, sono assolutamente consigliati a chi sia interessato al genere folk progressive.    
   
     
Other records by Spirogyra