author Shellac   Euro
36,00
title terraform  
support lp edition new record          stereo  
year 1998 print usa label   touch & go   item id. 2113223

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
copertina apribile in cartone pesante con parti lucide, inner sleeve, vinile 180 g, coupon mp3. etichetta bianca ed argento con scritte nere, contenuto in una busta di plastica trasparente con adesivo relativo all' album, il secondo album (senza contare "The Futurist", realizzato privatamente per gli amici) della band del geniale Steve Albini, nato a Pasadena, California, ma basato a Chicago, tra i personaggi piu' influenti della scena americana alternative noise degli anni '80, alla guida prima dei pionieristici Big Black e quindi dei Rapeman, oltre che produttore di innumerevoli bands. Registrato nell' arco di 5 anni di lavoro, "Terraform" rivela il desiderio del progetto messo in piedi da Albini con Todd Trainer (gia' con Rifle Sport, Breaking Circus e Brick Layer Cake) e Bob Wetson dei Volcano Suns, dopo il celebratissimo "At Action Park", di cercare nuove strade espressive, pur fedele ad un percorso artistico che rimane logica ma non scontata prosecuzione del discorso gia' intrapreso con Big Black e Rapeman; Albini qui smussa in parte gli spigoli della propria musica, che assume sovente tinte particolarmente oscure, come nella lunghissima (12 minuti) e quasi gotica "Didn't We Deserve A Look At You" che apre il disco. La violenza tipica delle "creature" di Albini e' piu' che mai implosiva, opprimente, e carica come sempre di tensione un disco che va considerato forse non tra i massimi capolavori di Albini stesso, ma una tappa certo importante e comunque affascinate della sua lunga storia artistica, che presto approdera' al successivo "1000 Hurts".    
   
     
Other records by Shellac