author Orton beth   Euro
30,00
title Central reservation (rsd 2022)  
support LP2 edition new record          stereo  
year 1999 print eu label   sony   item id. 2111084

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
Bella ristampa limitata in doppio vinile colorato rosso in occasione del record store day 2022, con bonus track. Il secondo album, uscito dopo "Trailer Park" e prima di "Daybreaker", considerato uno dei capolavori della cantautrice inglese di Norwich, non a caso ristampato in questa prestigiosa veste. Qui la Orton abbandona le sonorita' elettroniche che hanno caratterizzato il suo debutto "Trailer Park", ad eccezione di un paio di tracce prodotte da Ben Watt, in favore di una strumentazione organica, che conferisce al disco un suono essenziale e caldo che sta tra jazz, folk e blues, terreno ideale per la voce dalla raffinata timbrica soul, stilisticamente da molti associata a Nick Drake, Van Morrison o Sandy Denny, in brani vibranti, malinconici e appassionati. Esempio di come la tradizione cantautorale e folk abbia saputo fondersi con la musica elettronica nel trip hop, Beth Orton esordisce insieme a William Orbit nel duo Spill con la cover di "Don't Wanna Know About Evil" di John Martyn. La collaborazione con Orbit prosegue nel di lui album "strange cargo 3" del 1993, come co-autrice e cantante della traccia "Water From a Vine Leaf". Subito dopo appare sui primi singoli del gruppo Red Snapper ("Snapper" e "In Deep"). Nel '95 collabora con i Chemical Brothers di "Exit Planet Dust", figurando nell'ultima traccia del disco "Alive: Alone". Finalmente comincia a creare i suoi primi lavori come solista, considerati tra i piu bei dischi del decennio, nel 1996 dopo aver messo su una propria band con il contrabbasista Ali Friend, il chitarrista Ted Barnes, il tastierista Lee Spencer e il batterista Wildcat Will, producendo quattro lp fino ad ora, "Trailer Park" del 1996 prodotto da Andrew Weatherall, "Central Reservation" del 1999, "Daybreaker" del 2002, in collaborazione con Ryan Adam e i Chemical Brothers, ed infine "Comfort of Strangers" del 2006 prodotto da Jim O'Rourke.    
   
     
Other records by Orton beth