author Gong   Euro
43,00
title Rejoice! i'm dead! (2019 reissue)  
support lp2 edition new record          stereo  
year 2016 print ger label   kscope   item id. 2110813

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
Riedizione del 2019, doppio album in vinile 180 grammi, copertina non piu' apribile, KSCOPE1029. Pubblicato nel settembre del 2016 dalla Madfish, il dodicesimo album a nome Gong (senza considerare quindi le variazioni della sigla come Mother Gong o Pierre Moerlen's Gong; nel conteggio totale sarebbe il ventottesimo lp), successivo a ''I see you'' (2014). Il primo album inciso e pubblicato dal gruppo dopo la morte del fondatore Daevid Allen, sopraggiunta nel 2015, il disco e' stato inciso con la presenza come ospiti di due membri storici della famiglia come Steve Hillage e Didier Malherbe, mentre il nucleo dei Gong e' qui composto da Kavus Torabi (Cardiacs, Knifeworld), Dave Sturt (gia' con i Jade Warrior), Fabio Golfetti, Ian East (The Balkanatics) e Cheb Nettles. Attraverso un set di lunghi brani, il gruppo cerca di proseguire ispirandosi alla visione ed alla memoria di Daevid Allen, suonando un vibrante space rock che, pur non inventando niente di nuovo, mostra ancora vitalita' e visioni psichedeliche. I Gong sono un uno dei gruppi storici della musica freak europea: fondati in Francia alla fine degli anni '60 dall'australiano Daevid Allen (uno dei fondatori dei Soft Machine), pubblicano il loro primo album ''Magick brother, mystic sister'' nel 1970 in Francia, seguito dalla colonna sonora ''Continental Circus'' e dal classico ''Camembert electrique'' nel 1971. Il gruppo realizza poi la sua celebre trilogia sull'immaginario pianeta Gong, composta dai tre album ''Flying teapot'' (1973), ''Angel's egg'' (1973) e ''You'' (1974); in questo periodo il chitarrista inglese Steve Hillage fa parte del gruppo, che viene successivamente scosso da radicali cambiamenti nell'organico, in particolare dall'abbandono della cantante Gilli Smyth (1974) e di Daevid Allen e Steve Hillage (1975). I Gong continuano comunque la loro attivita', sotto la guida di Pierre Moerlen, pubblicando ''Shamal'' nel 1976. Il gruppo ritorna ciclicamente in circolazione sotto vari nomi e con diverse formazioni nei decenni successivi, fra cui Mothergong, New York Gong e Gongmaison, esibendosi dal vivo e tenendo vivo il ricordo della storica formazione. La musica dei Gong, inizialmente vicina allo space rock ed allo acid rock, guidata da sax e chitarre elettriche ed immersa in atmosfere oniriche, si sposta progressivamente verso il jazz rock nel corso degli anni '70.    
   
     
Other records by Gong