author Anderson ian a.   Euro
30,00
title Royal york crescent (rsd 2022)  
support Lp edition new record          stereo  
year 1970 print eu label   bonfire records   item id. 2109862

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2022, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato nel 1970 dalla Village Thing in Gran Bretagna, il terzo notevole album solista, successivo a ''Book of changes'' (1970) e precedente ''A vulture is not a bird you can trust'' (1971). Inciso da Anderson (voce, chitarra), con la collaborazione di Ian Hunt (seconda chitarra, voce), John Turner (contrabbasso, pianoforte), Ian Turner (bongo) ed Andy Leggett (flauti), e' un album di ispirato folk blues acustico, che si apre con una rustica cover del vecchio classico blues ''No way to get along'' di Robert Wilkins, brano che fu coverizzato dai Rolling Stones di ''Beggars banquet'', che la rifecero con il titolo di ''Prodigal son''. ''Royal york crescent'' prosegue con un set di brani in bilico fra folk inglese ed americano e blues, dai toni molto rurali, ma contiene anche un lungo episodio, ''The maker / The man in the high castle / The last conjuring'', che assume connotati piu' eccentrici e slegati dalla tradizione, avvicinandosi piuttosto al folk progressivo. Artista che non va confuso con il quasi omonimo frontman dei Jethro Tull, Ian A. Anderson nacque nel 1947 nel Somerset; bravo chitarrista bottleneck e slide, comincio' a suonare folk e blues nel 1966 nei club della zona di Bristol, incidendo nel 1968 un ep condiviso con Al Jones ed Elliot Jackson, ed un album a meta' con il chitarrista e cantautore Mike Cooper, ''The inverted world'', nel quale i due musicisti si prendevano una facciata ciascuno. Poco dopo formo' un proprio gruppo di supporto, la Ian Anderson's Country Blues Band, che suono' con lui nel suo primo album ''Stereo death breakdown'' del 1969, quindi l'anno successivo pubblico' il secondo ''Book of changes'' ed il terzo ''Royal york crescent'', quest'ultimo uscito su The Village Thing, etichetta da lui fondata poco prima. Dopo altri due lp solisti, nel 1973 formo' gli Hot Vultures con la moglie Maggie Holland; Anderson lavora anche nel campo dell'editoria musicale ed e' stato il fondatore della rivista ''Southern rag'', piu' tardi ribattezzata ''Folk roots'', e divenuta col tempo una delle piu' importanti pubblicazioni musicali specializzate in Gran Bretagna.    
   
     
Other records by Anderson ian a.