author Astronauts (uk post punk)   Euro
22,00
title It's all done by mirrors  
support Lp edition new record          stereo  
year 1983 print eu label   la vida es un mus   item id. 2102871

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
copertina senza codice a barre, inserto formato 11'' con testi. Ristampa del 2017 ad opera de La Vida Es Un Mus, la prima in assoluto in vinile e pressoche' identica alla assai rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1983 dalla All The Madmen in Gran Bretagna, il secondo album, successivo a ''Peter pan hits the suburbs'' (1981) e precedente ''Soon'' (1986). Uno dei lavori piu' apprezzati degli Astronauts, ''It's all done by mirrors'' mostra una notevole maturazione sia dal punto di vista musicale che dei tesi rispetto all'esordio, mentre il gruppo mantiene un approccio stilistico difficile da classificare e lontano dalle maggiori correnti new wave dell'epoca, con un ibrido fra influenze folk elettroacustiche ed asciutte sonorita' del primo guitar pop anni '80 e post punk; pochi i termini di paragone, tranne forse le Raincoats in alcuni episodi. Il leggendario sassofonista Lol Coxhill, gia' attivo nella scena rock inglese piu' creativa nei primi anni '70, suona in tre brani. Questi Astronauts sono stati un interessantissimo gruppo inglese di Welwyn Garden City guidato da Mark "Astronaut" Wilkins atttivo sin dal '77; pubblicarono i loro primi 7'' fra il 1979 ed il 1980. Il sound del gruppo cambio' sensibilmente nel corso della sua storia, passando da brani dalla forte impronta art rock ad ad episodi influenzati dall' irruenza punk, da canzoni vicine al post punk ad altre che mostrano qualche screziatura jazz, il tutto spesso condito con elementi obliquamente pop che rendono il tutto ancora piu' intrigante, ed un lirismo particolarissimo. Furono artefici di quattro album e vari singoli/ep nel corso degli anni '80, cominciando con alcuni 7'' nel 1979, rimanendo attiva e brillantemente produttiva anche durante gli anni '90. Un gruppo davvero da scoprire.    
   
     
Other records by Astronauts (uk post punk)