author 68 comeback   Euro
14,00
title a bridge too fuckin' far  
support lp2 edition new record          stereo  
year 1998 print usa label   S.F.T.R.I.   item id. 2090822

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
ristampa, copertina apribile, etichette custom. secondo e piu' ambizioso album , doppio, della cult band americana basata a Memphis e nata nel 1992 per iniziativa di Jeffrey Evans, chitarrista degli oscuri e purtroppo dimenticati Gibson Bros (gruppo dell' Ohio tra i primi ad operare un recupero delle sonorita' piu' grezze e sotterranee del rock'n'roll e del blues). Registrato come sempre nella piu' attenta noncuranza delle problematiche relative alle tecniche di registrazione, il disco e' dedicato alla memoria del chitarrista Jack Taylor, con Evans nei Gibson Bros prima e nei 68 Comeback dopo, fino alla prematura scomparsa. Vi si omaggia in realta' anche e soprattutto la memoria di tanti piu' o meno oscuri eroi della blues e del rock'n'roll del passato, in una coinvolgente sequenza di brani originali della bands e covers di personaggi come Chuck Berry, Jack Scott, Fats Domino, Carl Perkins, Johnny Cash, Slim Harpo, Lowell Fulsom, Roy Orbison e molti altri meno noti. La band (autrice oltre che di tre albums anche di una sterminata quantita' di singoli) sfodera un suono incredibilmente sporco e grezzo, ma davvero viscerale, con una fedelta' solo sostanziale ai modelli originari che non impedisce di tirar fuori un torrido approccio decisamente garage, anche grazie all' aiuto, qui, di Jack e Greg degli Oblivians e di Walter Daniels dei Jack O' Fire. Un anno dopo "Love Always Wins" sara' l' ultimo album a nome 68 Comeback, ma presto Jeffrey Evans si rifara' vivo con un album a nome proprio.    
   
     
Other records by 68 comeback