author Sondheim Alan / All 7-70   Euro
120,00
title t'other little tune  
support lp edition original issue          stereo  
year 1969 print usa label   esp   item id. 209052

help
conditions   [vinyl]  Excellent  [cover]  Excellent   try to 'translate' with Google.

printer friendly
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA, prima rara stampa americana, copertina cartonata, etichetta "custom" in bianco e nero, indirizzo sul retrocopertina "ESP-Disk, 156 5th Ave...", catalogo ESP-DISK1082; realizzato dalla etichetta di culto newyorkese ESP, accreditato ad Allen Sondheim sulla costola del disco, al progetto ALL 7-70 sul retro della copertina, semplicemente denominato ALL sul fronte della stessa, "T'other little tune" e' l' atto finale di una particolarissima trilogia iniziata dal multistrumentista Alan Sondheim nel '67 con l' album "The Songs - Ritual All 7-70" su Riverboat e proseguita con "Ritual All 7-70" un anno dopo su ESP. In questo lavoro registrato in una performance dal vivo a Providence nel 1968, Sondheim ed i suoi collaboratori June Sondheim, Gregert Johnson, Joel Zabor, Paul Philips e John Emigh producono l' ennesimo intrigante esempio di una musica sperimentale in cui si incontrano jazz, elettronica e musica tradizionale: le composizioni sono astratte e gli strumenti sparsi, mentre al centro dell'opera sta il principio dell'improvvisazione. L'ensemble fa largo uso di strumenti elettronici, in particolare il moog 901 oltre a tremolo, riverbero e piano preparato, che si integrano con i vari strumenti a fiato ed ottoni (flauti, sassofono, tromba); in alcuni momenti sembra si ascoltare il free jazz piu' astratto, in ogni caso lo spirito dell'opera e' decisamente impregnato dagli anni '60 per la volonta' di trovare nuove forme espressive slegandosi da regole e purismo. L'americano Alan Sondheim e' noto principalmente per la sua attivita' di poeta, pubblicista e regista; egli si e' anche dedicato fin dagli anni '60 alla musica, pubblicando sporadicamente i suoi lavori nel corso dei decenni; negli anni '60 la sua musica e' basata sull'improvvisazione e sulla mescolanza di jazz, stili tradizionali non occidentali ed elettronica. multistrumentista Alan Sondeim e del gruppo aperto qui' denominato Ritual All 7-70 (cambiavano spesso identita' e nome). Nato a Wilkes-Barre, Pennsylvania, diede vita a questo progetto a Providence, Rhode Island, pubblicando tre albums a base di improvvisazione free con strumentazione elettronica ed uso di voci trattate, tra jazz, psichedelia, contemporanea. Dopo una parentesi con i post-industrial Damaged Life negli anni '80, tornera' ad incidere nuovi lavori a proprio nome e varie collaborazioni negli anni 2000.    
   
     
Other records by Sondheim Alan / All 7-70