author Lynch david   Euro
32,00
title Big dream  
support lp2+7 edition new record          stereo  
year 2013 print eu label   sunday best   item id. 2081978

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
Vinili pesanti, copertina apribile corredata da bonus track, "I'm waiting here" (insieme a Lykke Li), contenuta in un 7" 'single sided' , da coupon per il download digitale e da inserto di 12 pagine, adesivo di presentazione sul cellophane, etichette nere con scritte bianche e rosse, doppio Lp pubblicato dalla Sunday Best Recordings nel luglio 2013, dopo "Crazy clown time", il secondo album solista, l'ottavo se si considerano le colonne sonore composte insieme a Angelo Badalamenti. Come il precedente, anche questo "The big dream" e' stato prodotto dal fedele Dean Hurley: 11 tracce, compresa la cover di Bob Dylan, "The ballad of Hollis Brown", piu' la traccia bonus, "I'm waiting here", insieme alla cantante svedese Lykke Li, tutte caratterizzate da un blues che sposa freddi elementi elettronici, da un andamento che a tratti ricorda i Massive Attack e dalla voce distaccata di Lynch, che racconta, sempre al limite fra sussurro e melodia, storie, stati d'animo e sentimenti. David Lynch e' un regista, sceneggiatore, produttore cinematografico, scrittore, pittore e musicista, che durante la sua carriera ha sviluppato un proprio e peculiare stile visivo, riconoscibile per la componente surreale, angosciosa e onirica, con colonne sonore molto suggestive, spesso curate da Angelo Badalamenti. Con "Crazy clown time" arriva il debutto musicale vero e proprio, anche se prima aveva realizzato "Erasehead" nel 1982 con Alan R. Splet, "Soundtracks from Twin Peaks" (89), "Industrial Symphony n.1 - The dream of the broken hearted" (90), con Nick Cave, "Lux Vivens" (98), "Blue Bob" con John Neff, "The air is on the fire" (07), "Dark night of the soul" (10), scritto da Danger Mouse e Sparklehorse. Nell'ottobre 2011 esce il suo primo album solista, "Crazy clown time", con un suono che miscela rock ed elettronica, attuato in un modo scarno, con tocchi trip hop, trance e blues, ma soprattutto intriso di quell'universo enigmatico che ha sempre contraddistinto le sue pellicole; atmosfericamente, quindi, molto evocativo, tenebroso, spettrale e molto mentale, oltre che notturno e noir.    
   
     
Other records by Lynch david