author Gong   Euro
34,00
title I see you  
support lp2 edition new record          stereo  
year 2014 print ger label   madfish   item id. 2077555

help
  try to 'translate' with Google.

printer friendly
Ristampa del 2018 in vinile doppio da 180 grammi ed inciso su tre lati, con l' originaria COPERTINA APRIBILE (il disco e' stato ristampato nel 2019 dalla Kscope con copertina non apribile), custom label, catalogo SMALP1124. Pubblicato nel novembre del 2014 dalla Madfish, l'undicesimo album a nome Gong (senza considerare quindi le variazioni della sigla come Mother Gong o Pierre Moerlen's Gong), successivo a ''2032'' (2009). Guidati ancora una volta dall'ormai settantaseienne ma ancora vulcanico Daevid Allen, ed in compagnia di Gilli Smyth insieme a membri di vecchia e nuova data dell'universo Gong, i nostri offrono con ''I see you'' un rock bislacco e spiritualmente psichedelico, nel quale emergono ancora i tratti stralunati che pervadevano i loro vecchi e classici album degli anni '70, qui ammantati di sonorita' ammodernate e meno acide; non puo' mancare una splendida litania cosmica sussurrata dalla voce di Gilli che ci riporta ai Gong piu' eterei ed onirici, grazie al brano di chiusura ''Shakti Yoni & dingo virgin''. I Gong sono un uno dei gruppi storici della musica freak europea: fondati in Francia alla fine degli anni '60 dall'australiano Daevid Allen (uno dei fondatori dei Soft Machine), pubblicano il loro primo album ''Magick brother, mystic sister'' nel 1970 in Francia, seguito dalla colonna sonora ''Continental Circus'' e dal classico ''Camembert electrique'' nel 1971. Il gruppo realizza poi la sua celebre trilogia sull'immaginario pianeta Gong, composta dai tre album ''Flying teapot'' (1973), ''Angel's egg'' (1973) e ''You'' (1974); in questo periodo il chitarrista inglese Steve Hillage fa parte del gruppo, che viene successivamente scosso da radicali cambiamenti nell'organico, in particolare dall'abbandono della cantante Gilli Smyth (1974) e di Daevid Allen e Steve Hillage (1975). I Gong continuano comunque la loro attivita', sotto la guida di Pierre Moerlen, pubblicando ''Shamal'' nel 1976. Il gruppo ritorna ciclicamente in circolazione sotto vari nomi e con diverse formazioni nei decenni successivi, fra cui Mothergong, New York Gong e Gongmaison, esibendosi dal vivo e tenendo vivo il ricordo della storica formazione. La musica dei Gong, inizialmente vicina allo space rock ed allo acid rock, guidata da sax e chitarre elettriche ed immersa in atmosfere oniriche, si sposta progressivamente verso il jazz rock nel corso degli anni '70.    
   
     
Other records by Gong