author Steeleye span   Euro
100,00
title Please to see the king  
support Lp edition original issue          stereo  
year 1971 print uk label   b&C   item id. 110485

help
conditions   [vinyl]  excellent  [cover]  excellent   try to 'translate' with Google.

printer friendly
prima davvero rara stampa inglese, copertina ruvida e "textured" in rilievo, con effetto paglia ("hessian sleeve") stampata da "E.J.Day Group" (come indicato sul raro inserto con le note, qui presente), etichetta "Small B&C", nera e verde liscia con scritte argento e riquadro logo che non tocca il groove centrale, trail off matrix "...A2U" e "...B1U". Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1971 dopo ''Hark ! The Village Wait'' e prima di ''Below The Salt'', giunto al numero 45 delle classifiche UK e punbblicato in Usa soltanto nel 1976. Il secondo album. Registrato con Martin Carthy e Peter Knight, senza i coniugi Woods, e' lavoro tra i piu' poetici, evocativi , raffinati ed immaginifici mai registrati nell'ambito dell'intero decennio Britannico, presenta la voce di maddy prior che fornisce la sua migliore performance in assoluto, l'atmosfera dell'album e' densa ed oscura, acquatica, con le chitarre elettriche di martin carthy e tim hart che creano tappeti sonori degni dei boschi della terra di mezzo, inglese.assolutamente fedele alla tradizione ma allo stesso tempo assolutamente innovativo, meno contaminato dal jazz e blues rispetto ai pentangle, meno legato alla musica americana dei fairport, e' perfetto e rimane insuperato capolavoro del folk rock inglese. Uno dei gruppi fondamentali del folk rock inglese, gli Steeleye Span si formarono nel 1969 su impulso di Ashley Hutchings, appena uscito dai Fairport Convention, Tim Hart e Maddy Prior, e la coppia Terry e Gay Woods. I loro primi due album, ''Hark! The village wait'' (1970) e ''Please to see the king'' (1971), sono a parere di chi scrive due assoluti capolavori del folk rock britannico, pur nelle loro relative differenze (sorretto da ritmiche rock il primo, piu' rarefatto e lento il secondo, che segno' per altro l'ingresso in formazione del grande Martin Carthy e di Peter Knight); verranno seguiti da altri eccellenti lavori quali ''Ten man mop'' (1971) e 'Below the salt'' (1972). Si sciolsero verso la fine degli anni '70, dopo un buon numero di album e vari avvicendamenti nella formazione.    
   
     
Other records by Steeleye span