Autore Mclean don   Euro
13,00
Titolo Playin' favorites  
supporto Lp edizione seconda stampa          stereo  
anno 1973 stampa ita etichetta   united artists   codice 332216

aiuto
condizioni   [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent  

versione per stampa
Copia con lievi segni di invecchiamento sul vinile, seconda stampa italiana della prima metà degli anni '70, con copertina cambiata e non più laminata, e con logo "the rainbow collection" in basso a destra, flipback su due lati sul retro, inner sleeve in cartoncino con foto, testi e flipback su due lati da una parte, label marrone con scritte nere, logo United Artists nero e marrone in alto a sinistra, catalogo UAS29528, data sul trail off 13/12/73, timbro SIAE del primo tipo, con diametro di circa 13/13,5 mm., piu' piccolo dei successivi, in uso dal 1970 al '75. Pubblicato nel 1973 dalla United Artists nel Regno Unito, dove giunse al 42esimo posto in classifica, e negli USA, dove non entrò in classifica, il quarto album, successivo a "Don mclean" (1972) e precedente "Homeless brother" (1974). Ormai lontani i fasti di "American pie", per lo meno dal punto di vista del successo commerciale, McLean propone con questo "Playin' favorites" un set di personali interpretazioni di classici brani blues, vecchio rock'n'roll e country incise con un cast di strumentisti di prim'ordine come il tastierista Chuck Leavell (Allman Brothers), il bassista Tony Levin ed il batterista Rick Marotta. McLean interpreta questi venerabili brani con un approccio intimista e cantautorale spesso slegato dal folk e dal blues più tradizionalmente intesi, calandoli nelle pensose atmosfere della musica d'autore degli anni '70, americana e non, ma anche prefigurando una forma di proto-roots rock in qualche episodio. Nato a New Rochelle, Don McLean iniziò a suonare nel '64 nei circuiti folk di New York, acquisendo presto una notevole fama e riuscendo ad esibirsi nell' arco di un mese in cinquanta località lungo il fiume Hudson, cosa che gli valse il titolo di "Hudson River Troubadour" e l' attenzione di Pete Seeger, che lo volle con sé per una serie di concerti sullo stesso fiume a bordo del battello Clearwater, allo scopo di sensibilizzare l' opinione pubblica sul problema dell' inquinamento. Cantautore folk dalla notevole sensibilità musicale e poetica, romantico e nostalgico ma misurato e mai banale, solo nel '70 riuscì a pubblicare il suo primo album, "Tapestry", per la piccola Mediarts e la produzione di Jerry Corbitt degli Youngbloods. Il buon riscontro della critica gli valse un contratto con la United Artists, onorato con lo strepitoso successo del primo singolo pubblicato per la nuova etichetta: "American Pie", dedicato a Buddy Holly, giunse come l' omonimo album al numero 1 delle classifiche americane e fu favorevolmente accolto anche all' estero, così come l' altro singolo "Vincent", ispirato alla figura di Vincent Van Gogh. Mai più Mc Lean sfiorò quello stesso successo, allontanandosi dalla ribalta delle scene musicali e diradando sempre più la sua produzione musicale, peraltro ottima almeno fino al doppio dal vivo "Solo", del '76.    
   
     
altri titoli di Mclean don    

Cerca titoli di Mclean don nel nostro catalogo


Ascolta il titolo (Playin' favorites ) su Youtube Music o Spotify


Cerca Mclean don su


Bandcamp

Youtube

Google

Vimeo

Wikipedia

Allmusic 

Musicbrainz (discografia)

Metacritic                               Rate your music

 

Pitchfork                               

N.M.E.                                    Uncut

 

Onda Rock

SentireAscoltare                  

Rumore (via google)

 

Se hai una webzine e vuoi comparire qui gratuitamente scrivici una mail