Autore Cure   Euro
36,00
Titolo the top (ltd. picture disc - rsd 2024)  
supporto lp edizione nuovo          stereo  
anno 1984 stampa eu etichetta   fiction / polydor / universal   codice 3034343

aiuto
 

versione per stampa
EDIZIONE LIMITATA, IN PICTURE DISC, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2024, oltre che in occasione del 40esimo anniversario dall' uscita originaria, copertina con parte sagomata "die-cut" sul fronte. Il quinto album del fondamentale gruppo inglese, uscito nell'aprile del 1984 (a due anni esatti dal precedente album "Pornography") su Fiction in Gran Bretagna e giunto al decimo posto della classifica inglese, non entrato in quella USA, dove venne pubblicato dalla A&M. Conclusa con "Pornography" la trilogia "dark", questo disco è il sunto di quanto la band aveva fatto sino ad allora e contiene molto di quello che verrà. La title track, soffusa ed essenziale, ricorda "17 seconds", "Wailing wall" è oscura e torbida come spesso "Faith", "Shake dog shake" sembra un'outtake di "Pornography", "Give me it" avrebbe avuto una replica nei momenti più duri di "Kiss me..."; gli altri brani, tra cui l' ammiccante ma splendida "The caterpillar" anticipano "The head on the door". Disco bellissimo, sebbene forse privo dello slancio "artistico" dei lavori precedenti. I Cure si formano nel 1976 a Crawley nel Sussex, inzialmente come Easy Cure, per opera di Robert Smith, Lawrence Tolhurst e Michael Dempsey, che produrranno un unico e raro singolo estraneo alle sonorità future che caratterizzeranno il gruppo nel volgere di pochi anni. L'esordio ufficiale della formazione come Cure risale al 1978 per la Small Wonder con il singolo Killing an Arab. Le potenzialità del gruppo e il carisma di Robert Smith sono evidenti ed il gruppo incontra immediatamente i favori della critica e del pubblico. Il loro primo album è essenzialmente un album post-punk anche se il brano Three Imaginary Boys lasciava presagire la loro carica intimista. I successivi tre album, oltre a vedere l'entrata di Simon Gallup, sono e rimangono le più belle realizzazioni della formazione, una triologia affascinante che sarà capace di caratterizzare gli anni ottanta e conquisterà intere generazioni. Dopo questa le poetiche di Robert Smith abbracceranno sonorità pop-psichedeliche mantenendo una venatura decadente, uno strano ma irresistibile ibrido che crea un rapporto di amore-odio con i vecchi fan, ma che comunque riesce ad accattivarsi sia le simpatie dei locali alternativi, sia le classifiche internazionali, e sarà questo il maggior pregio della seconda fase evolutiva dei Cure dovuto alla poesia ed al carisma egocentrico ed affascinante di Robert Smith agitatore di sogni e soavi incubi di intere generazioni.    
   
     
altri titoli di Cure    

Cerca titoli di Cure nel nostro catalogo


Ascolta il titolo (the top ) su Youtube Music o Spotify


Cerca Cure su


Bandcamp

Youtube

Google

Vimeo

Wikipedia

Allmusic 

Musicbrainz (discografia)

Metacritic                               Rate your music

 

Pitchfork                               

N.M.E.                                    Uncut

 

Onda Rock

SentireAscoltare                  

Rumore (via google)

 

Se hai una webzine e vuoi comparire qui gratuitamente scrivici una mail