Autore Sex pistols   Euro
50,00
Titolo Flogging a dead horse  
supporto Lp edizione originale          stereo  
anno 1980 stampa uk etichetta   virgin   codice 261289

aiuto
condizioni   [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent  

versione per stampa
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA, la prima rara stampa inglese, copertina lucida fronte retro senza codice a barre, etichette verdi e rosse come nella seconda stampa ma con l'originario catalogo V2142, presto cambiato, nella versione con "scalino" a circa 1,8 cm dal bordo esterno, durata dei brani sull' etichetta indicata tra parentesi, e con trail off che presenta il simbolo della lira su entrambi i lati e la scritta "Mack" sul primo lato. Il famoso disco postumo uscito nel febbraio del 1980 in Gran Bretagna (e li' giunto al 23esimo posto in classifica), non pubblicato negli USA, contenente 14 brani in gran parte rimasti fuori dall' epocale "Never Mind the Bollocks", pubblicati su rari 45 giri, dal primo singolo ''Anarcky in uk"/"I wanna be me'' del novembre 1976 all'ultimo ''The great rockn'roll swindle" del ottobre 1979, passando per tutti gli altri pubblicati. Ecco per intero la lista dei brani: Anarchy in the UK / I wanna be me / God save the Queen / Did you no wrong / Pretty vacant / Holidays in the sun / No fun / My way / Something else / Silly thing / C'mon everybody / Stepping stone / Great rock 'n' roll swindle / No one is innocent. Una sorta di bignami della storia del punk rock inglese. Un sunto, il migliore possibile, della storia brevissima ma straordinariamente intensa che ha cambiato il corso del rock. I Sex Pistols sono, insieme ai Clash, gli alfieri del punk britannico e una delle band piu' influenti della storia del rock. Parte del nucleo originale della formazione si puo' rintracciare nello sconosciuto gruppo degli Swankers, formato nel 1974 dal cantante Steve Jones, dal batterista Paul Cook, dal bassista Glen Matlock, tutti e tre futuri Pistols e dal chitarrista Wally Nightingale. Matlock e' commesso nel negozio londinese di abbigliamento "anti-moda" Sex, di proprieta' di Malcom McLaren; personaggio dalla molteplice e sfuggente personalita' ritenuto da una parte della critica specializzata un ciarlatano e altri lo esaltano quale "puro genio postmoderno". McLaren proviene dall'esperienza di management della formazione americana glam-punk New York Dolls; alla ricerca di un gruppo londinese dotato di un forte impatto scenico-musicale, in grado di traghettare in Europa il suono punk di Ramones e compagni, il manager suggerisce a Jones, Cook e Matlock di integrare l'abbandono di Nightingale con il giovanissimo Johnny Rotten, freguentatore del suo negozio, cosi', nel 1975, Jones passa alla chitarra e Rotten completamente a digiuno di qualunque tecnica vocale, al canto. La prima esibizione dei Sex Pistols, avvenuta nel novembre dello stesso anno al St. Martin's College Of Art di Londra, viene interrotta dopo pochi minuti causa l'esagerato rumore prodotto. Anche i successivi concerti del gruppo sono tutt'altro che tranquilli: il provocatorio comportamento di Rotten sul palco e il suono-rumore prodotto dalla band scatenano risse furibonde tra il pubblico presente. All'inizio della carriera, i Pistols sono ignorati dall'industria discografica, ma l'eco dei loro dirompenti concerti arriva ai direttori artistici della Emi, con la quale la band firma, nel novembre 1976, il primo contratto discografico. Nel frattempo, il loro seguito nell'ambiente punk-underground londinese si fa sempre maggiore. Alla fine del 1976 viene pubblicato il primo singolo "Anarchy in U.K.", la canzone ha l'effetto di una bomba sulle giovani generazioni, il suo sound grezzo, violento, e la voce ruvida, quasi sgradevole di Rotten sono talmente distanti dal suono pop in voga in quegli anni da diventare preda di tutti i giovani a caccia di forti emozioni e di inni anticonvenzionali. Ma gli atteggiamenti sempre piu' provocatori del cantante e la totale ingovernabilita' della formazione determinano la rottura, nel 1977, del contratto con la casa discografica. Con l'arrivo del bassista Sid Vicious, al posto del dimissionato Glen Matlock, la formazione assume la sua definitiva fisionomia. Il 1977 e' un anno intenso: nel giro di pochi mesi i Sex Pistols firmano un contratto con la casa discografica A&M, pubblicano l'altro clamoroso successo "God Save The Queen" che sara' anche causa di rottura con l'etichetta e automatico passaggio alla Virgin Records. Il singolo "God Save The Queen" viene prontamente ristampato e, nonostante il boicottaggio dei mezzi d'informazione, scala in pochi giorni le classifiche britanniche. Ancora pesanti apprezzamenti sull'establishment inglese e scatenati happening fanno si' che la band venga interdetta dall'esibirsi in qualunque locale del Regno Unito. Anticipato dal nuovo singolo "Pretty Vacant" viene pubblicato il primo attesissimo album Never Mind The Bollocks... Here's The Sex Pistols (ottobre 1977). Il disco e' il manifesto del punk britannico, riferimento principale per una miriade di formazioni nate e cresciute sotto l'ombra del genere iconoclasta per eccellenza.    
   
     
altri titoli di Sex pistols    

Cerca titoli di Sex pistols nel nostro catalogo


Ascolta il titolo (Flogging a dead horse ) su Youtube Music o Spotify


Cerca Sex pistols su


Bandcamp

Youtube

Google

Vimeo

Wikipedia

Allmusic 

Musicbrainz (discografia)

Metacritic                               Rate your music

 

Pitchfork                               

N.M.E.                                    Uncut

 

Onda Rock

SentireAscoltare                  

Rumore (via google)

 

Se hai una webzine e vuoi comparire qui gratuitamente scrivici una mail