Rock Bottom records
Via de' Giraldi 16r
Firenze tel. 055245220
www.rockbottom.it
autore Warwick dionne   Euro
14,00
titolo Only love can break a heart  
supporto Lp edizione originale          stereo  
anno 1968 stampa usa etichetta   musicor   codice 323776

condizioni   [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good  

Bella copia con molto leggeri segni di invecchiamento sulla copertina, label verde sfumata, con logo Musicor Records bianco ed azzurro in un ovale in alto, scritte bianche lungo il bordo in basso e nere al centro, catalogo MUS2501. Pubblicata nel 1977 dalla Musicor negli USA, dove giunse al 188esimo posto in classifica, questa raccolta si distinse fra le tante per aver compilato brani relativamente poco noti e rari del catalogo della cantante su Scepter (1962-1971), fra cui la title track, scritta da Burt Bacharach e Hal David (fu un successo nel 1962 per Gene Pitney), una cover di ''Monday, monday'' dei Mamas & Papas e lo standard ''They say it's wonderful'' di Irving Berlin. Uno spaccato dei primi anni di carriera discografica della cantante pop e soul, che mette in evidenza performance rimaste per lo piu' nell'ombra. Questa la scaletta: ''Only love can break a heart'' (singolo, 1977), ''I got love'' (da ''Very dionne'', 1970), ''They say it's wnderful'', ''You're my world'' (da ''In the valley of the dolls'', 1968), ''If I ruled the world'', ''Let it be me'', ''Monday, monday'', ''Didn't we'' (da ''I'll never fall in love again'', 1970), ''For all we know'', ''Who gets the guy'' (singolo, 1971). Una delle piu 'celebrate cantanti afroamericane della seconda meta' del '900, Dionne Warwick e' un'interprete di difficile collocazione stilistica, che e' difficile racchiudere nel jazz vocale come nel soul o nello r'n'b; nata in una famiglia molto legata alla musica gospel, e' considerata piuttosto una raffinata cantante pop, che vive un primo periodo di grazia negli anni '60, quando collabora assiduamente con Burt Bacharach e Hal David, che compongono per lei e la producono. Il sodalizio con i due si interrompe verso il 1972, e gli esiti commerciali della carriera della cantante ne risentono durante gli anni successivi, sebbene continui a sfornare album che ottengono ancora buoni riscontri nelle classifiche di musica afroamericana. Il suo stile pero' continua a maturare e gli anni '80 la vedono tornare in alto nell'ambito del cosiddetto ''adult pop''.    
   
     
   
stampa