Hai cercato:  Ultimi arrivi (lista aggiornata ogni giovedi' sera) --- Titoli trovati: : 393
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 16  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
13th floor elevators    Psychedelic sounds of
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  international artist 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi, copertina senza barcode pressoche' identica a quella della prima molto rara tiratura. Pubblicato dalla International Artists negli Stati Uniti nel novembre del 1966, "The psychedelic sounds of" e' il primo storico album del gruppo texano di Rocky Erickson. Uscito prima di "Easter everywhere" (1967), e' considerato quasi unanimemente uno dei massimi capolavori della psichedelia americana. La voce selvaggia ed eccezionalmente ispirata di Rocky Erickson si staglia su classici brani come il tellurico inno garage psych "You're gonna miss me" (da lui composta quando ancora militava negli Spades), gli incubi lisergici di "Rollercoaster" e "Kingdom of heaven" ed i tiratissimi garage di "Fire engine" e "Tried to hide", ma Rocky da' prova anche del suo lato piu' lirico e delicato nella trasognata ballata "Splash 1" e nella litania misticheggiante "Don't fall down". La bizzarra anfora elettrificata di Tommy Hall conferisce un tono straniante ed ipnotico ai brani ed il gruppo, alimentato da un massiccio uso di sostanze allucinogene, realizza uno stupefacente caleidoscopio sonoro che oscilla fra il sogno e l'incubo, fra fisicita' quasi tribale e misticismo. Nati dalla fusione di due gruppi di Austin, Texas, tra cui gli Spades di Rocky Erickson che avevano gia' in repertorio quella "You' re gonna miss me" che restera' negli anni il loro cavallo di battaglia, gli Elevators non possono che essere considerati, per il peso artistico dei loro primi due albums e l' influenza esercitata attraverso gli anni su tante generazioni di musicisti, il gruppo fondamentale della psichedelia americana. Caratterizzati dalle chitarre acidissime di Sutherland ed Erickson (peraltro cantante dalla visceralita' non comune), dal suono inconfondibile della "electric jug" di Hall e da una serie di composizioni perfettamente indicative dello stato di perenne allucinazione psichedelica in cui vivevano, come ben testimoniano anche i testi delle canzoni, i 13th Floor Elevators arrivarono pero' presto a subire gravemente il peso di quegli eccessi: Hall ed Erickson rivelavano irrimediabili turbe psichiche, e quest' ultimo, dopo un ricovero in ospedale con relativa fuga, fu rinchiuso per anni in un manicomio criminale; Sutherland fu invece arrestato per droga (com' era gia' successo al gruppo al completo gia' nel '66).
Euro
23,00
codice 2093191
scheda
23 skidoo    language
12" [edizione] originale  stereo  uk  1984  illuminated 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa inglese, copertina senza barcode, etichetta custom fotografica in bianco e nero, catalogo ILL 3812, groove messages "graeme sound clinic" e "and all fighters". Il singolo che anticipo' l'uscita del secondo album "Urban Gamelan" dei 23 Skidoo. Pubblicato nel Maggio del 1984 dalla Illuminated Records e giunto al sesto posto delle classifiche indipendenti inglesi, "Language", con due versioni inedite del brano omonimo, presente nell' album di cui sopra in versione dub, delinea il nuovo corso intrapreso dai 23 Skidoo, che abbandonate le sperimentazioni affine alla scena industrial degli esordi qui sono autori di una splendida alchimia capace di unire sonorita' tribali a quelle funk, dance e world indubbiamente armata di una originalita' che difficilmente puo' essere riscontrata in altri gruppi anche se allo stesso tempo potra' non essere completamente riconosciuta dagli amanti del primissimo periodo della band. I 23 Skidoo sono da considerarsi uno dei piu' interessanti gruppi del "primo periodo" del movimento industriale anglosassone. Il progetto 23 Skidoo, che prende nome dal libro Book Of Lies di Aleister Crowley, nasce a Londra nel 1979 da Fritz Haaman, J.C.M. (Johnny Turnbull) e A. Lim (Alex Turnbull), ricordiamo inoltre che la formazione si avvarra' della collaborazione di un giovanissimo David Tibet, proveniente dalla collaborazione con gli Psychic TV e futuro Current 93, tra le menti piu' fervide dello scenario apocalittico anglosassone. Le introspettive e dilatate sperimentazioni dei 23 Skidoo trovano risoluzione in etniche percussioni ed in un uso di strumenti africani ed indiani accompagnati da loop ottenuti da manipolazioni di tape, la loro fruttuosa ricerca stilistica e' riuscita ad imporli tra le formazioni piu' importanti e fondamentali dei primi anni ottanta, durante l'evoluzione del loro percorso artistico partendo dalle prime fondamentali sperimentazioni si avvicineranno gradualmente ad un suono piu' commerciale accostabile alle realizzazioni funk wave degli A Certain Ratio.
Euro
18,00
codice 245744
scheda
3 angry poles (luc van acker)    motorcycle maniac + 2
12" [edizione] originale  stereo  bel  1986  play it again sam 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good punk new wave
L'originale stampa europea, realizzata dalla belga Play It Again Sam (in Usa il disco usci' su Wax Trax! Records con copertina completamente diversa), copertina (con diversi segni di invecchiamento) senza barcode, etichetta bianca con scritte nere, catalogo BIAS 34, groove messages "foon mastering" su entrambi i lati, dell' unico reperto discografico (un 12" con tre brani) della formazione 3 Angry Poles, creatura di Luc Van Hacker (solista e partecipe a molti progetti tra i quali Shriekback e Revolting Cocks), Didier Moens (alias Dee-Jee, anche collaboratore dei La Muerte) e Jean-Marc Lederman, tra i personaggi piu' importanti dell' elettronica belga, gia' con i punk Streets, i Digital Dance, a Londra con Fad Gadget, Matt Johnson, Gene Loves Jezebel ed i suoi Kid Montana, quindi, successivamente, con i Weathermen e collaboratore dei Front 242. Contiene tre brani: l' elettronica "Motorcycle Maniac", paragonabile a certe realizzazioni degli Skinny Puppy, l'affascinante oscura ed elettrica "It's All Over", indubbiamente l'episodio piu' riuscito del 12", brano caratterizzato da suadenti e melanconiche sonorita' dark-wave, ed infine la lenta, elettrica e lacerata "S.A.M.". con sonorita' oscure riflesso del maestro Nick Cave, caratterizzata da suoni minimali della sezione ritmica, inserimenti di chitarra e liriche seppur deviate legate alla piu' genuina scena classic rock degli anni settanta.
Euro
10,00
codice 234684
scheda
Aa.vv. (chesterfield kings...)    Battle of the garages (vol.1)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1981  voxx 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
copia ancora incellophanata, la prima rara stampa americana, con copertina senza barcode in cartoncino non lucido (a differenza della seconda tiratura), etichetta blu con scritte argento, scritte sul trail off dei rispettivi lati "Sky Saxon Lives" (ahinoi, non e' piu' cosi') e "Moulty Forever", catalogo VXS200.006. Pubblicata nel 1981 dalla Voxx di Greg Shaw, "filiale" dedicata alla riscoperta delle sonorita' 60's della gloriosa Bomp!, il primo storico capitolo di quella che diverra' una vera e propria "serie", che costituira' il bignami ideale per tutti gli appassionati di neopsichedelia e garage degli anni '80. Siamo all' alba degli anni '80, ed dopo l' esplosione del punk rock e la new wave in tutte le sue piu' diverse accezioni, il rock americano si avvia ad una rivitalizzante riscoperta degli anni '60, dal garage punk alla psichedelia, che si estendera' nello spazio di una manciata di anni a centinaia di bands, e che certo power pop aveva in parte anticipato (una etichetta tra tutte, proprio la Bomp! di Greg Shaw). In questa prima di tante "Battle of The arages", alcune bands storiche di quello che si puo' considerare un vero e proprio movimento, per solito qui al loro esordio, ed altre che ne furono delle meteore, non per questo meno degne di menzione, insieme ad una manciata di gruppi diffcilmente inquadrabili in questo prospetto, ma che pure rientrano in qualche modo in un contesto di riscoperta delle melodie e delle sonorita' 60's. Ecco la lista completa dei brani: United States Of Existence - Return To The Psychedelic (tra fuzz psichedelia e Farfisa sound) / Vertebrats - Left In The Dark (splendidamente garage) / Stepmothers - Let Her Dance (tra punk rock e freschissime melodie 60's power pop) / Pete Holly & The Looks - Look Out Below (grezzissima ma imperdibile, tra punk rock e 60's garage) / Eddy Best - Things I Should've Said (delizioso power pop) / Brad Long - Tell Me (inevitabile omaggiare in questo contesto anche i Rolling Stones...) / Deniz Tek - RPM (favoloso brano solista del chitarrista dei Radio Birdman, tornato all' epoca nella natia Detroit, non distante dalla musica dei Birdman) / Dark Side - In The Dark (tra psichedelia e garage) / Embarrassment - Pushin' Too Hard (cover punkizzata del grande inno dei Seeds) / Wombats - The Reason Why (tra garage e power pop) / Crawdaddys - You're Gonna Need My Love Someday (unna delle prime registrazioni della grande band tra garage e r'n'b di Ron Silva e Mike Stax) Unclaimed - Run From Home (gia' nel loro primo 7"ep, splendido plagio di “You're Never Alone” dei Five Canadians) / Chesterfield Kings - Are You Gonna Be There (At The Love-In) (cover quasi pari all' originale di un brano degli Chocolate Watchband) / Slickee Boys - Glendora / Going All The Way (la storica band di Washington attiva dall '76, tra 60's garage, rock'n'roll e punk rock, con "Going all the way" ripresa dagli Squires) / Billy Synth & The Turn-Ups - I Dig Your Mind (demente punk rock in chiave garage) / Plasticland - Office Skills (breve ma intenso trip psichedelico distortissimo ed oscuro per una band che avrebbe presto dimostrato tutto il suo potenziale).
Euro
32,00
codice 245738
scheda
Aa.vv. (dmz/real kids...    Live at the rat vol. 1 + vol. 2
lp2 [edizione] originale  stereo  ita  1976  energy 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa italiana dei due volumi, usciti in Italia nel 1978 contemporaneamente ma separatamente (a differenza dell' originaria edizione americana che li metteva insieme in un unico doppio album); copertina di entrambi con scritta ''fabbricato e stampato a milano, 1978...'' sul retro in basso, corredata di inner sleeve con foto e crediti, etichetta di entrambi rosa con bordo azzurro e logo Energy multicolore in alto, catalogo ENR57001 nel primo e ENR57002 nel secondo, data sul trail off del primo disco e della prima facciata del secondo "5/6/78" e nella seconda facciata del secondo "8/6/78", timbro Siae in entrambi del secondo tipo, in uso tra il '75 ed il '78/79, con marchio SIAE che ne occupa ancora l' intero cerchio centrale. Registrato dal vivo tra il 27, 28 e 29 Settembre del '76 in risposta al forse piu' noto ma decisamente inferiore "Live at GBGB's" newyorkese, ritrae magnificamente la neonata e pionieristica scena punk rock bostoniana, con 19 brani inediti del tutto o almeno in queste magnifiche versioni "on stage" di: WILLIE ALEXANDER con la sua BOOM BOOM BAND (la vecchia gloria del garage rock di Boston, gia' pure nei Velvet Underground, qui con l' intro "At the Rat", la trascinante "Pup Tune" e la bellissima e storica "Keruac", gia' facciata A del suo primo singolo del '75); THIRD RAIL (tra garage ed hard glam dai toni decadenti, con "Rodney Rush", che fu anche facciata A del loro primo di 2 singoli, e "Bad Ass Bruce"); i grandi REAL KIDS, qui al loro esordio (il magnifico garage punk di "Who Needs You" e "Better Be Good", favolosamente grezze e trascinanti); gli immensi DMZ di Mono Mann (poi alla guida dei Lyres), anche loro all' esordio (un anno dopo uno storico 7"ep, poi un album controverso prima dello scioglimento) con le incredibili "Boy From Nowhere" e "Ball Me Out"; i THUNDERTRAIN con il rock'n'roll stradaiolo vicino ai New York Dolls di "I'm so excited", facciata A del loro primo di due singoli, e della piu' dura "I've Got To Rock", vicina ai Blue Cheer, poi autori di un album di culto nel '77; i misconosciuti SUSAN (autori di un album nel '79), con l' ottima e trascinante "I Don't Want to Know Your Name" e "Right Away"; i SASS con la rock'n'rollistica "Rockin' in the USA"; gli ottimi MARC THOR con la bellissima "Circling L.A." (autori poi di due singoli); i BOIZE di Rick Corraccio (presto nei DMZ), con "I Want Sex" e "Easy To Fall In Love", tra garage e rock'n'roll; gli INFLIKTORS (UN SINGOLO SOLTANTO PER LORO 3 ANNI DOPO) con "Da Da DAli" e "Norkis of The North", articolate ed affascinanti. Un manifesto storico e straordinario di una scena troppo spesso sottovalutata, tra punk rock stradaiolo di matrice New York Dolls e garage punk figlio dei 60's.
Euro
32,00
codice 234732
scheda
Aa.vv. (hardcore punk)    For want of...
7"2 [edizione] originale  stereo  ger  1995  x-mist 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
ep in formato 7" (doppio), l' originale stampa, realizzata dalla tedesca X-Mist, doppio 7", copertina rigida in cartoncino grezzo, con chiusura ad incastro sul retro in alto, con artwork applicato tramite adesivo sul fronte, presente altro adesivo con annotazioni sul disco apposto sul retro a mò di sigillo (aperto in questo esemplare), inserto apribile in tre con note ed artwork, label bianca con foro centrale largo scritte nere e bianche, catalogo XM-050. Pubblicata nel 1995 dalla X-Mist in Germania, questa compilation su doppio 7" presenta sette brani di sei gruppi di area hardcore / emo provenienti dal Nord America, dal Regno Unito e dalla Germania. Ascoltiamo i Christie Front Drive, da Denver, Colorado, con un emo non particolarmente aggressivo, fatto di scatti e ripartenze, con echi degli ultimi Husker Du (l'inedita "After the parade"), gli inferociti Inhumanity, gruppo classificato da taluni come "emo violence" hardcore, provenienti da Columbia, Carolina del Sud ("The in's and out's of a waste of flesh", poi sul loro primo album "The nutty anti-christ" del 1996), i britannici di Leeds Baby Harp Seal, fra emo e post-hardcore ("New no truth", poi inserita nel loro primo eponimo album del 1996), i californiani dell'area di Berkeley Torches To Rome, hardcore con un brani eponimo (presente anche sul loro demo tape del 1995, e poi inserito nel loro primo album, anch'esso eponimo, uscito nel 1999, ma inciso nel 1995), i tedeschi Solar Bomb Kit, da Landau (con l'inedito "Wicked I shift"), ancora gli Inhumanity (con l'inedita "Rocket park"), infine i tedeschi Kurt, con la abrasiva, viscerale, rumorista e furiosa "Franklin (kleiner landbesitzer)" (inedita).
Euro
8,00
codice 332262
scheda
Aa.vv. (hardcore punk)    Hell on earth vol. 2
7" [edizione] originale  stereo  fra  1996  spock productions 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
ep in formato 7", l' originale stampa, realizzata dalla francese Spock Productions, copertina a poster ripiegata in sei parti attorno al disco (con i pannelli di dimensioni diverse), senza barcode, label bianca e nera con foro centrale piccolo, catalogo SPOCK44. Il secondo volume della serie di 7" compilations "Hell on earth" curata dalla Spock Productions di Grenoble, Francia, uscito nel 1996, dopo il primo del 1995. Ascoltiamo otto brani di altrettanti gruppi di area hardcore punk non sempre ortodosso, provenienti dalle Americhe e da diversi paesi europei, fra cui l'Italia (i fiorentini Erasermen). Si inizia con i russi DBT, che propongono l'ossessiva ed inedita "Vasia is getting high" (con un assolo di chitarra dal curioso sentore orientale), poi i canadesi Corpusse con "Zeal" (poi sull'album "Precious memento" del 1999), con un approccio meno dirompente e più "art punk", con tanto di sax elettrificato, quindi si ritorna ad uno hardcore più tirato e tipico con i brasiliani Slack Nipples ("Autonomia", dalla loro cassetta "Já Estava Assim Quando Eu Cheguei, Caras!" Del 1995) e con i francesi D Maisons (la tiratissima e gridata "L'argent et la glorie", inedita), i metallici e grindcoreschi teutonici Morsgatt ("Moederneuker", inedita), i californiani Chances Are, puro concentrato di rabbia nell'incattivita "Who cares" (inedita), gli italiani Erasermen con una "Dental tragedy" al vetriolo (inedita), ed infine gli americani Friday Dies, dallo Wisconsin, con "Protect your temple" (dal loro album "And then there was blood" del 1995), in cui lo hardcore è rallentato ed addensato in magma quasi metal.
Euro
10,00
codice 332261
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    Pebbles vol. 1
Lp [edizione] nuovo  stereo  aus  1979  bdf 
rock 60-70
il primo fantastico volume della piu' celebre serie di raccolte di oscuri 45 di garage punk psych bands de '60, originariamente pubblicato nel '79. In questo volume come al solito una serie di 15 brani di altrettante bands americane, perlopiu' introvabili altrimenti, registrati tra il 1965 ed il 1967: i grandissimi LITTER del Minnesota con l' immortale "Action woman", dal loro primo album "Distortions"; i PREACHERS di Los Angeles con una versione di "Who do you love"; i texani FLOYD DAKIL COMBO con "Dance Franny Dance"; gli OUTCASTS di San Antonio, ancora Texas, con la bellissima "I'm in Pittsburgh (And it's raining)" dal loro secondo singolo, insieme selvaggia e deliziosamente garage beat; la splendida "Goig All the Way" dall' unico singolo degli SQUIRES del Connecticut; i losangelini GRAINS OF SAND con la travolgente "Going away baby" dal loro secondo singolo; la misconosciuta ma bellissima "You Treat Me Bad" dal primo singolo degli JU-JU's del Michigan; i leggendari canadesi di Montreal HAUNTED con il loro inno "1-2-5"; gli oscuri SOUP GREENS di Rochester, New York, con la facciata A del loro unico singolo del 1965 "Like a rolling stone", cover trasfigurata in una riuscitissima chiave garage del famoso classico di Dylan; una grandissima versione di "Psychotic Reaction" dall' unico singolo dei POSITIVELY 13 O'CLOCK, nient' altro che i texani Mouse & the Traps sotto mentite spoglie, con un Dj locale alla voce; la protopsichedelia di "The Trip", dal secondo singolo del 1965 (incredibile a sentirla!) del bizarro KIM FOWLEY, da Los Angeles; la ELASTIK BAND con la incredibile "Spazz", dal loro secondo singolo, pazzesco punk psichedelico suonato con una cattiveria degna dei gruppi del 1977 (!!!); gli SPLIT ENDS di Tampa, Florida, con la ruvida "Rich with nothin' ", dal loro unico singolo; i grandissimi SHADOWS OF KNIGHT di Chicago con il curioso commercial "Potato chip", originariamente su un 5" pubblicitario di cartone; i WILDE KNIGHTS, originari di Seattle ma basati a Los Angeles, con la facciata A del loro primo singolo del 1965 "Beaver patrol". Attenzione: la versione qui' presente proviene da una copia del loro primo album evidentemente non in perfette condizioni, e salta in un punto; come spigato sulle note del retrocopertina, non si tratta di un difetto del vinile di questa raccolta), inoltre, il brano dei Wig "Crackin' Up" NON e' presente, contrariamente a quanto indicato. Copertina lucida senza codice a barre, etichetta celeste con scritte nere.
Euro
20,00
codice 2078117
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    Venezuela 70
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1970  soul jazz 
rock 60-70
Vinile doppio pesante, allegato codice per il download dell'album da internet, copertina apribile, label custom, catalogo SJRLP335. Pubblicata nel 2016 dalla Soul Jazz, questa raccolta e' la prima a compilare oscure e rare gemme della scena rock piu' creativa del Venezuela degli anni '70: se negli anni '60 i gruppi rock e pop del paese sudamericani erano ancora fortemente legati ai modelli nordamericani e britannici, nel corso del decennio successivo, come mostra questa raccolta, gli artisti venzuelani riuscirono ad elaborare una musica piu' matura e personale, che integrava il pop ed il rock con elementi di funk, jazz e folk latinoamericano, risultando in opere visionarie come ''La ofrenda de Vytas'' di Vytas Brenner (1973), qui giustamente rappresentata dal primo brano in scaletta, ''Araguaney''. Molti dei musicisti compilati in questa ''Venezuela 70'', tutt'oggi ancora sconosciuti all'esterno del loro paese, hanno elaborato in quegli anni una musica che e' stata accostata al piu' celebre movimento Tropicalia brasiliano, non dal punto di vista strettamente stilistico, ma per il comune approccio rivolto sia all'interno della propria cultura che all'esterno, verso i fermenti musicali che percorrevano il pianeta in quel periodo, il quale genero' opere originalissime e vitali. Questa la scaletta: 01. Vytas Brenner – Araguaney 02. Pablo Schneider - Amor En Llamas 03. Un Dos Tres Y Fuera - Machu Picchu 04. Miguel Angel Fuster - Polvo Lunar 05. Angel Rada – Basheeba 06. Fernando Yvosky - Barcos De Papel 07. Un Dos Tres Y Fuera - Son De Tambor Y San Juan 08. Vytas Brenner – Bang-Going-Gone 09. Aldemaro Romero Y Su Onda Nueva – Irene 10. Miguel Angel Fuster - Dame De Comer 11. Un Dos Tres Y Fuera - San Juan, Tambor Y Fuera 12. Ofrenda Vytas Brenner - Caracas Para Locos 13. Grupo C.I.M. - Joropo No. 1 14. Angel Rada - Panico A Las 5am 15. Apocalipsis - Ayudame A Encontrar Mi Camino 16. Miguel Angel Fuster - La Quema De Judas.
Euro
31,00
codice 3509000
scheda
Aa.vv. (rock turchia)    Uzelli elektro saz
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  uzelli 
rock 60-70
Copertina apribile, inner sleeve stampata, label custom a colori, catalogo 1324-3. Pubblicata nel 2020 dalla Uzelli, questa antologia, curata da Esma Ertel e Murat Ertel (BaBa ZuLa), compila tredici brani tratti dagli archivi della Uzelli Records, storica etichetta turca fondata a Francoforte, Germania Occidentale, nel 1971, e divenuta uno dei punti di riferimento musicali della comunità turca sia in Europa occidentale che in patria, nonché punto di incontro fra la tradizione musicale anatolica e mediorientale e la nuova musica popolare occidentale: i brani qui raccolti, incisi fra il 1976 ed il 1984 e collegati fra loro dall'impiego del saz elettrificato e dall'incrocio frequente fra folk del paese d'origine e sonorità elettriche rock, pop e funk, esemplificano questo approccio ibrido e transculturale. Questa la scaletta: 01. Akbaba Ikilisi - Darildim Darildim 02. Misket - Kina Gecesi Ensemble 03. Mehtap Tuna - Gonul Dagi 04. Sari Zeki – Topal 05. Handan Yazgan - Karanfilli Yar 06. Mehmet Karakoc - Yine Gonlum Sende 07. Sultan Sumbul – Mercanlar 08. Gulcan Opel - Yaz Dostum 09. Mehtap Tuna - Nar Tanesi 10. Sari Zeki - Dom Dom Kursunu 11. Handan Yazgan - Mavilim Hangi Ellidir 12. Kina Gecesi Ensemble - Sari Yildiz 13. Asik Emrah - 20. Asrin Bozuk Duzeni.
Euro
29,00
codice 3512946
scheda
Abc    Beauty stab
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  Hol  1983  Mercury 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
copia ancora incellophanata, seconda stampa europea, pressata in Olanda, copertina senza barcode ma con indicazione "also available on compact disc" sul retro, completa di inner sleeve con testi e foto, etichetta blu e bianca, catalogo 814661-1. Pubblicato nel novembre del 1983 dalla Neutron in Gran Bretagna, dove giunse al dodicesimo posto in classifica, ''Beauty stab'' e' il secondo album degli ABC, uscito dopo ''Lexicon of love'' (1982) e prima di ''How to be a... zillionaire!'' (1985). Il gruppo inglese realizzo' con questo lavoro un sound piu' robusto e chitarristico rispetto alle uscite precedenti, amalgamando la sua new wave melodica e lo spirito new romantic con gli echi glam dei Roxy Music e con influenze del Bowie berlinese; il suono piu' pieno e la sezioen ritmica piu' potente nascondono gli influssi synth pop del passato, mentre i testi sono spesso incentrati su osservazioni e critiche sociali riguardanti la Gran Bretagna dell'epoca. Formatisi nel 1981 a Sheffield dalle ceneri dei Vice Versa (autori di un paio di storici 7"), gli inglesi ABC attraversarono il loro periodo di maggior poplarita' nei primi anni '80; autori di una new wave melodica ed accattivante, che incorporava elementi synth pop, dance e funk, accostati da alcuni al filone dei new romantics e guidati dall'istrionico frontman Martin Fry, che ricorda un po' il Brian Ferry dei primi Roxy Music, esordirono su lp con ''Lexicon of love'' (1982), dopo alcuni singoli, che li porto' al primo posto in classifica in patria. Il secondo lp ''Beauty stab'' (1983), dal suono piu' duro e con maggior risalto alle chitarre rispetto alle tastiere, non bisso' il successo dell'esordio; le uscite successive ottennero discreti piazzamenti ma il culmine del successo della band era ormai trascorso. Gli ABC vennerp messi a riposo all'inizio degli anni '90, quindi Fry ritorno' con una formazione rinnovata nel 1997, proponendo l'album ''Skyscraping'' con buon successo in patria, forse grazie anche ad un breve ritorno del filone dei new romantics in quel periodo in Gran Bretagna.
Euro
18,00
codice 240558
scheda
Abc    Beauty stab
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  Hol  1983  Mercury 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
seconda stampa europea, pressata in Olanda, copertina (con piccola abrasione in alto a sinistra dovuta probabilmente alla asportazione di una etichetta adesiva) senza barcode ma con indicazione "also available on compact disc" sul retro, completa con testi e foto, etichetta blu e bianca; Pubblicato nel novembre del 1983 dalla Neutron in Gran Bretagna, dove giunse al dodicesimo posto in classifica, ''Beauty stab'' e' il secondo album degli ABC, uscito dopo ''Lexicon of love'' (1982) e prima di ''How to be a... zillionaire!'' (1985). Il gruppo inglese realizzo' con questo lavoro un sound piu' robusto e chitarristico rispetto alle uscite precedenti, amalgamando la sua new wave melodica e lo spirito new romantic con gli echi glam dei Roxy Music e con influenze del Bowie berlinese; il suono piu' pieno e la sezioen ritmica piu' potente nascondono gli influssi synth pop del passato, mentre i testi sono spesso incentrati su osservazioni e critiche sociali riguardanti la Gran Bretagna dell'epoca. Formatisi nel 1981 a Sheffield dalle ceneri dei Vice Versa (autori di un paio di storici 7"), gli inglesi ABC attraversarono il loro periodo di maggior poplarita' nei primi anni '80; autori di una new wave melodica ed accattivante, che incorporava elementi synth pop, dance e funk, accostati da alcuni al filone dei new romantics e guidati dall'istrionico frontman Martin Fry, che ricorda un po' il Brian Ferry dei primi Roxy Music, esordirono su lp con ''Lexicon of love'' (1982), dopo alcuni singoli, che li porto' al primo posto in classifica in patria. Il secondo lp ''Beauty stab'' (1983), dal suono piu' duro e con maggior risalto alle chitarre rispetto alle tastiere, non bisso' il successo dell'esordio; le uscite successive ottennero discreti piazzamenti ma il culmine del successo della band era ormai trascorso. Gli ABC vennerp messi a riposo all'inizio degli anni '90, quindi Fry ritorno' con una formazione rinnovata nel 1997, proponendo l'album ''Skyscraping'' con buon successo in patria, forse grazie anche ad un breve ritorno del filone dei new romantics in quel periodo in Gran Bretagna.
Euro
14,00
codice 234760
scheda
Adderley cannonball    somethin' else (+1 track)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  waxtime 
jazz
Ristampa in vinile 180 grammi, rimasterizzata con sistema "DMM" (Direct Metal Mastering), copertina pressoche' identica sul fronte a quella della originaria rara tiratura, con note supplementari sul retro, versione arricchita della presenza di una traccia aggiunta, "Allison's Uncle", proveniente dalle stesse sessions dell' album. Il celebre album pubblicato dalla Blue Note nel 1958, inciso nel Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, il 9 marzo del 1958 con formazione a cinque composta da Cannonball Adderley (sax alto), Miles Davis (tromba), Hank Jones (pianoforte), Sam Jones (contrabbasso) e Art Blakey (batteria). Julian "Cannonbal" Adderley, uno dei massimi interpreti del sassofono alto, si uni' al gruppo di Miles Davis verso la fine del 1957, dando il suo prezioso contributo a dischi storici come "Milestones" (1958) e "Kind of Blue" (1959), e vedendo ricambiato il contributo in questo album, considerato uno dei massimi capolavori di Adderley, realizzato con una formazione a dir poco stellare, in cui l'eleganza della tromba di Davis e del pianoforte di Jones si integrano magistralmente con il soave sax di Cannoball. La scaletta comprende cinque brani, "Autumn leaves", "Love for sale", "Somethin' else", "One for daddy-o" e "Dancing in the dark".
Euro
18,00
codice 3024232
scheda
African music machine    black water gold
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1972  soul power 
soul funky disco
ristampa pressocche' identica alla prima rara tiratura, copertina apribile, senza codice a barre, etichetta verde con scritte e logo neri, pubblicato per la prima volta nel 2001 questo disco finalmente da' la possibilita di ascoltare le incisioni del gruppo di colore della Louisiana basato a New Orleans, tutti gli otto brani contenuti nei loro unici quattro singoli pubblicati tra il 1972 ed il 1973 e da molti anni rarissimi e costosi, preda dei piu' accaniti collezionisti di funk music. Guidato dal bassista Louis Villory, che scrive o coscrive tutti gli otto brani presenti sul disco, il gruppo era quello che spesso l' etichetta Paula ed alcuni artisti locali utilizzavano per le loro incisioni, lo stesso che contribui' alla riuscita di un piccolo capolavoro come l' album "Free" di Fontella Bass, nel 1972; proprio in quel periodo decisero di uscire allo scoperto con una propria ragione sociale, che raggruppava otto elementi, ed ebbero la possibilita' di incidere una manciata di singoli per l' etichetta Soul Power di Bobby Patterson, produttore e cantante che gia' si era avvalso dei loro servigi, mentre purtroppo un progettato album non vide mai la luce. La trascinante "Black Water Gold" (primo singolo e piccolo hit regionale), il funky soul di "Mr.Brown", "A Girl in France" (curiosa con le sue influenze esotiche), "The Dapp" (sarebbe stata perfetta per un film di blaxpoitation), la divertente "Never Name a Baby (Before It's Born)", la potente "Tropical", la rilassata e vagamente lounge "Making Nassau Fruit Drink" e la interessante "Camel Time", arricchita da una brillante chitarra psichedelica, episodi in gran parte strumentali, rivelano un gruppo di grande qualita' strumentale, dove la sezione ritmica (arricchita dalla presenza di un percussionista) non ha nulla da invidiare a quella dei piu' importanti gruppi funky di quegli anni, i fiati (sax, tromba e qua' e la un flauto) funzionano a meraviglia, cosi' come la chitarra, sovente con il pedale sul "wah wah", ed i frequenti interventi dell' organo. Spinto dall' interesse crescente dei collezionisti, Villery ha recentemente riformato il gruppo, realizzando un riuscito album con una formazione rinnovata.
Euro
19,00
codice 2093192
scheda
Aldous harding    Designer
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  4ad 
indie 2000
adesivo su cellophane, inner sleeve, etichette custom. "Designer" (2019), prodotto ancora una volta da John Parish, è il lavoro della maturità della Harding : l'album, registrato e mixato tra i Rockfield Studios di Monmouth e il J&J Studio e il Playpen di Bristol, è visionario, sognante. Un piccolo gioiello folk. Hannah Harding, conosciuta professionalmente come Aldous Harding, è una cantautrice folk neozelandese. Proviene da una famiglia musicale: sua madre è la cantante folk Lorina Harding. Ha anche collaborato con molti musicisti tra cui Marlon Williams, John Parish, Mike Hadreas e Fenne Lily. Il suo secondo album "Party" 82017) è stato nominato per l'European Album of the Year Award. Il terzo album "Designer"è uscito nel 2019 per la 4AD. Attualmente la Harding vive a Cardiff, in Galles, dove vive con il socio e collaboratore Huw Evans (AKA H. Hawkline).
Euro
27,00
codice 2089691
scheda
Aldous harding    Party
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2017  4ad 
indie 2000
adesivo su cellophane. Il secondo album, registrato con John Parish. Hannah Harding, conosciuta professionalmente come Aldous Harding, è una cantautrice folk neozelandese. Proviene da una famiglia musicale: sua madre è la cantante folk Lorina Harding. Ha anche collaborato con molti musicisti tra cui Marlon Williams, John Parish, Mike Hadreas e Fenne Lily. Il suo secondo album "Party" 82017) è stato nominato per l'European Album of the Year Award. Il terzo album "Designer"è uscito nel 2019 per la 4AD. Attualmente la Harding vive a Cardiff, in Galles, dove vive con il socio e collaboratore Huw Evans (AKA H. Hawkline).
Euro
27,00
codice 2093314
scheda
Alice in chains    Dirt
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  music on vinyl 
indie 90
ristampa rimasterizzata, in vinile 180 grammi per audiofili, corredata di inner sleeve. Pubblicato nell'ottobre del 1992 dalla Columbia e giunto al sesto posto della classifica di Billboard, "Dirt" e' il secondo album del gruppo fondato a Seattle nel 1987 da Jerry Cantrell, Layne Staley, Sean Kinney e Mike Starr, uscito dopo l'ep "Sap" (1991) e prima dell'ep "Jar of flies" (1994). L'esperienza degli Alice In Chains costituisce un punto d'incontro fra il grunge, del quale mantiene le atmosfere malinconiche e le liriche depressive e cupe, e lo heavy metal (in particolare i Black Sabbath), da cui eredita la potenza del suono ma anche l'approccio hard rock alle ballate, non infrequenti nel catalogo del gruppo. Il gruppo venne accostato al movimento grunge nei primi anni '90, forse anche per la propria provenienza da Seattle, e partecipo' con un brano alla colonna sonora del film "Singles". "Dirt", considerato uno dei lavori piu' belli ed importanti degli Alice In Chains, e' un concept album sulla dipendenza dalla droga, dai ritmi lenti e dalle chitarre potenti e distorte in stile sabbathiano, con una atmosfera cupa e malata, in cui struggenti ballate come "Down in a hole" si alternano a potenti tour de force come "God smack" e "Would?". L'influenza del grunge e' chiara, ma il gruppo mantiene un approccio sonoro affine anche al metal; a tratti il disco mostra somiglianze con i Pearl Jam e, in misura minore, con "Eleven: eleven" dei Come. Il chitarrista e cantante Layne Staley, autore di molti dei testi, morira' per overdose nel 2002.
Euro
25,00
codice 2093158
scheda
Alt-j    An awesome wave
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2012  infectious 
indie 2000
Copertina apribile senza codice a barre, inner sleeve con foto a colori e lista brani, adesivo sul cellophane, etichetta multicolorata sul lato A, bianca con scritte circolari nere e grigie sul B, Lp pubblicato dalla Infectiuos nel giugno 2012, dopo l'Ep "Matilda/Fizzpleausure", debutto full lenght per il quartetto di Leeds, nato nel 2007 sui banchi dell'universita', prima con i monikers Daljit Dhaliwal e The Film, poi mutato in Alt-J, coinciso con il trasferimento a Cambridge. Le coordinate sonore si collocano fra sperimentazione e attitudine pop, in una miscela seducente e fresca, fra trip hop classico alla Portished o Tricky e folk tradizionale, vicino a ballate celtiche, con riferimenti ai Four Tet, Maccabees e Wild Beats. La critica specializzata ha etichettato il loro suono come 'folk step', un ibrido fra folk tradizionale, elettronica ed indie, con la voce narrante del cantante eccentrica e vagamente soul.
Euro
23,00
codice 2093274
scheda
Altro    Altro
7" [edizione] originale  stereo  ita  1999  altro 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Singolo in formato 7", l' originale stampa, autoprodotta, copertina semirigida apribile, con superficie "texture", con vinile estraibile dal lato interno e senza barcode, completa dell'inserto di otto pagine spillate con artwork e testi, dell'inserto apribile di quattro pagine con lunghe note, dell'inserto formato cartolina in cartoncino "texture", ed infine del più piccolo inserto, sempre in cartoncino "texture", con il logo del gruppo, label neutra bianca con foro centrale largo, catalogo A1701 inciso sul trail off. Pubblicato nel 1999 in forma autoprodotta, questo 7" fu il disco d'esordio degli Altro, formazione hardcore punk / emo pesarese attiva dal 1993, composta da Alessandro Baronciani (attivo anche come illustratore e come fumettista indipendente), Gianni Pagnini e Simone Sideri. Il gruppo suona qui quattro brani, "Quando mai", "Scusa per me", "Ultima" ed un brano non accreditato alla fine della prima facciata, in cui l'aggressività dello hardcore punk è stemperata in un approccio vicino al post punk ombroso, come dalla aggressiva fragilità dell'emo, mentre il grezzo sound sembra rifarsi anche all'estetica low fi. Pubblicheranno poi gli album "Candore" (2001), "Prodotto" (2004) ed "Aspetto" (2007).
Euro
10,00
codice 332260
scheda
Alva noto    Xerrox vol.4
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  raster noton 
indie 2000
doppio vinile, copertina apribile, etichette custom. Il quarto volume della serie "xerrox", note a seguire. Alva Noto è uno dei progetti musicali dell'artista audiovisivo tedesco Carsten Nicolai, cresciuto nella Germania dell'Est e poi trasferitosi a Berlino, dopo aver studiato architettura e design di paesaggi, appassionandosi al tema del rapporto fra suono e spazio. Nicolai fonda quindi un'etichetta discografica, la Noton.Archiv Fuer Ton Und Nichtton (che alla fine degli anni '90 diventera' Raster-Noton in seguito ad una fusione), e nella seconda metà degli anni '90 comincia a pubblicare lavori dietro le sigle Noto e Signal, progetti a cui si sovrappongono nel decennio successivo Alva Noto ed Aleph-1. Nel corso degli anni ha sperimentato con varie concezioni sonore elettroniche, dalla musica collage al glitch, dalla techno al dubstep.
Euro
29,00
codice 2093315
scheda
American music club    San francisco
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1994  reprise 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
La rara prima stampa americana, corredata di inserto con testi, copertina con barcode 09362-45721-14, etichetta gialla e verde chiara con piccola porzione blu, scritte nere e logo Reprise bianco e nero in alto, catalogo 1-45721 sull' etichetta e 9-45721-1 sulla costola. Pubblicato nel settembre del 1994 dalla Virgin in Gran Bretagna, dove giunse a 72° posto in classifica, e dalla Reprise negli USA, il settimo come sempre bellissimo album del gruppo californiano successore di "Mercury" ed ultimo album della band prima di una lunga pausa durante la quale Eitzel si dedichera' soprattutto alla carriera solista. ''San Francisco'' e' caratterizzato per le sue canzoni ancora impregnate di struggente lirismo, intimiste e malinconiche, ma ormai lontane se non in qualche raro brano dalla ostica spigolosita' di molti episodi del passato; una delle piu' belle realta' del rock degli ultimi decenni. Mark Eitzel, gia' punk con Cowboys e Naked Skinnies, autentico personaggio di culto, puo' essere effettivamente considerato uno dei piu' grandi songwriter della sua epoca, influentissimo sulla musica dei '90 ed oltre. Eitzel formo' gli American Music Club nel 1983 a Burbank in California; il gruppo, pur restando in linea di massima relegato a fenomeno di culto, ottenne fra la meta' degli anni '80 e quella del decennio successivo un notevole riscontro di critica, grazie ad uno stile eclettico ma al tempo stesso particolare, in cui si fondevano rock, folk, country e punk in un'atmosfera suadente ma anche oscura, che per molti prelude allo slowcore.
Euro
30,00
codice 245740
scheda
Anderson jon (yes) / vangelis    the friends of mr. cairo
lp [edizione] originale  stereo  usa  1981  polydor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima stampa americana, copertina lucida senza barcode, completa di inner sleeve con testi e foto, etichetta rossa con logo nero e bianco. Pubblicato nel 1981 dalla Polydor, dopo ''Short stories'' (1980) e prima di ''Private collection'' (1983), giunto al 64esimo posto in classifica negli USA, il secondo dei quattro album frutto della collaborazione tra il cantante degli Yes Jon Anderson ed il musicista greco Vangelis, ex Aphrodite's Child. Nei dischi pubblicati a nome Jon & Vangelis (i due, amici sin dai primi anni '70, avevano gia' collaborato piu' volte insieme in quel decennio, e addirittura Vangelis fu sul punto di entrare negli Yes per sostituire Rick Wakeman), il tastierista greco componeva come sempre musica strumentale, ed Anderson interveniva sovraincidendo alle parti strumentali le sue parti vocali, spesso improvvisando le parole; improvvisazioni su cui poi i due intervenivano con aggiustamenti successivi facendone delle vere canzoni. Questo secondo lp e' un melange di pop elettronico e progressive dominato da synth e tastiere, con la inconfondibile voce di Anderson sostenuta dalle spaziali partiture strumentali di Vangelis, tanto epiche quanto accessibili.
Euro
18,00
codice 41781
scheda
Arcadia (duran duran)    so red the roses
lp [edizione] originale  stereo  ita  1985  emi 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
la prima stampa italiana, copertina (con qualche segno di invecchiamento) con barcode, inserto testi, inner sleeve, etichetta "custom"nera e oro, nella versione con data sul trail off di entrambi i lati "15-11-85". Uscito nel dicembre del 1985, giunto al 30esimo posto delle classifiche inglesi ed al 23esimo di quelle americane, l' unico album del progetto nato per iniziativa dei Duran Duran Simon Le Bon, Nick Rhodes e Roger Taylor, mentre gli altri due Andy e John Taylor si concedevano a loro volta un diversivo rispetto al gruppo madre con i Power Station. Non particolarmente fortunato nelle vendite, l' album non si discosta molto dai lavori dei Duran Duran, ma e' caratterizzato da un raffinato approccio, meno smaccatamente pop, che rimanda molto esplicitamente ai Roxy Music, influenza ovviamente fondamentale anche per i Duran Duran. Ne vennero tratti i singoli "Election Day", "Goodbye is Forever", "The Promise" e "The Flame". Arcadia fu il progetto dei tre Duran Duran rimasti fuori dall' altro gruppo nato dalla momentanea crisi della celeberrima band new romantic, ovvero i Power Station. Gli Arcadia vennero cosi' formati nel 1985 da Simon Le Bon, Nick Rhodes e Roger Taylor, e realizzarono un unico album, ''So red the rose'' (1985), che entro nella top 30 sia in Gran Bretagna che negli USA; il progetto termino' quando Le Bon, Taylor e Rhodes rimisero in piedi i Duran Duran per incidere l'album ''Notorius'' (1986).
Euro
12,00
codice 240587
scheda
Arrested development    3 Years, 5 months and 2 days...
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  music on vinyl 
hip-hop
Ristampa a cura della Music on Vinyl, vinile 180 gr., copertina lucida pressoche' identica all'originale, completa di inserto con testi, del primo album della band, realizzato originariamente nel marzo 1992 dalla Chrysalis, prima di "Unplugged" (93), giunto alla posizione n.1 dell'Heatseekers top album ed alla n.3 delle charts Uk, nonche' votato miglior album di quell'anno dal Village Voice Pazz & Jop. Con un titolo che richiama il tempo impiegato per avere un contratto discografico, questo debutto del combo georgiano, mette in evidenza il peculiare hip hop degli Arrested Development, in grooves che assemblano percussioni africaneggianti, blues rurale, funk ed R&B melodico, attraverso campionamenti di pezzi di artisti del calibro di Minnie Riperton, Earth and Fire, Prince, Sly and the Family Stone, su cui si innescano le rime. I testi lasciano da parte rabbia ed odio, per abbracciare messaggi positivi, come la compassione fraterna, l'unita' dei neri d'America, lotta all'uguaglianza, tributi ai senzatetto. L'attitudine di questo disco, ampiamente amato dai fans fin dai primi giorni dall'uscita, abbraccia una sorta di sfera spirituale, quasi un 'peace and love', non comune per il rap di quel momento storico, assestato sulla rabbia e/o protesta, o sul gansta. L'album che ha permesso loro di vincere il Grammy per il miglior gruppo emergente e che dato l'imput per una nuova estetica di rap, che sara' poi propria di Goodie Mob e Nappy Roots. Gruppo Hip hop di Atlanta, Georgia, fautori di un rap alternativo, anche con contenuti spirituali in contrasto con il gansta, imperante in quel momento, alla cui guida c'è il sessantenne Baba Oje. Hanno pubblicato fino ad oggi 8 albums, raggiungendo un discreto successo, che è iniziato con il film di Spike Lee, "Malcom X".
Euro
25,00
codice 2060695
scheda
Art ensemble of chicago    a jackson in your house
Lp [edizione] nuovo  stereo  fra  1969  byg 
jazz
Il primo storico album, in una bellissima ristampa in vinile 180 grammi, copertina apribile lucida, del progetto ritenuto da molti il piu' importante ed influente nell' ambito dell' "avant-garde jazz" degli anni '70 ed '80. Registrato a Parigi da Roscoe Mitchell, Lester Bowie, Malachi Favors (questi tre gia' insieme nel Roscoe Mitchell Sextet) e Joseph Jarman (che si era aggiunto ai tre nell' album solista di Bowie "2"), e' un' opera di sintesi mirabile, capace di mettere insieme jazz (dalla sua preistoria al free jazz di Coleman), sperimentazione ed orgogliosi riferimenti alla musica africana. Un capitolo importante nella storia del jazz.
Euro
22,00
codice 2093193
scheda

Page: 1 of 16

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 16  ---»
Pag.: oggetti: