Hai cercato:  Ultimi arrivi (lista aggiornata ogni giovedi' sera) --- Titoli trovati: : 441
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 18  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
5th dimension    reflections
lp [edizione] originale  stereo  usa  1971  bell 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good soul funky disco
Prima stampa americana, copertina (con qualche segno di invecchiamento) cartonata, etichetta argento con scritte e logo neri, catalogo BELL6065, dell' album pubblicato dalla Bell nell' ottobre 1971, e giunto al numero 112 delle classifiche americane. Pubblicato dopo il sesto album "Love's Lines, Angles and Rhymes", ''Reflections'' e' una raccolta di brani risalenti al periodo dei primi albums (1967/69), quello in cui la band incideva per la Soul City, con undici brani, tra cui coinvolgenti interpretazioni di ''California soul'' e ''Carpet man'', oltre alla sorprendente cover soul/west coast di ''Sunshine of your love'' dei Cream e di ''Ticket to ride'' dei Beatles. Questa la scaletta dei brani: ''California soul'' (singolo tratto dall' album "Stoned Soul Picnic" del 1968), ''Let it be me'' (dall' album "The Age of Aquarius" del 1969), ''Sunshine of your love'' (dall' album "The Age of Aquarius" del 1969), ''Poor side of town'' (dall' album "Up, Up and Away" del 1967), ''Ticket to ride'' (dall' album "The Magic Garden" del 1967), ''Blowin' away'' (singolo tratto da album "The Age of Aquarius"), ''Workin' on a groovy thing'' (singolo tratto da "The Age of Aquarius"), ''Carpet man'' (singolo tratto da "The Magic Garden"), ''Those were the days'' (da "The Age of Aquarius"), ''It'll never be the same again'' (da "Stoned Soul Picnic"), ''California my way'' (da "Up, Up and Away"). I Fifth Dimension si formano a Los Angeles nel 1965, con il nome di Versatiles; l'anno successivo il gruppo viene notato da John Rivers che li mette sotto contratto con la sua etichetta Soul City, a patto che cambino nome e look: nascono quindi i 5th Dimension, gruppo vocale fra pop intrigante e soul composto da tre uomini e due donne. Il gruppo si avvale del talento compositivo di Jimmy Webb ed in seguito di Laura Nyro, che pennellano composizioni portate nelle zone alte delle classifiche dai 5th Dimension nella seconda meta' degli anni '60. La collaborazione con il gruppo sara' quindi un trampolino di lancio anche per Webb e la Nyro. Il loro singolo "Aquarius/Let the sunshine in" fu inserito fra le musiche utilizzate per le rappresentazioni del celeberrimo "Hair".
Euro
18,00
codice 247984
scheda
A.a. williams    Forever blue (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  bella union 
indie 2000
edizione limitata in vinile argento, adesivo su cellophane, copertina apribile. Il disco di debutto della cantante Alex Williams, che qui suona anche chitarra, piano e violoncello. Disco dalle tinte scure e sperimentali con la voce di A.A. Williams che si stratifica su basi tra post rock e new wave con richiami ai Birthday party.
Euro
31,00
codice 2098734
scheda
Aa.vv. (david bowie, mick ronson, queen, ian hunter...)    Beside bowie: the mick ronson story – the soundtrack (yellow vinyl)
LP2 [edizione] seconda stampa  stereo  eu  2018  universal music 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, e con adesivo di presentazione sul cellophane, ma con una piccola ammaccatura nell' angolo in alto a sinistra, seconda stampa del giugno 2019, in VINILE GIALLO, doppio album in vinile 180 grammi, copertina apribile, inner sleeve con artwork a colori, label custom nera, rossa e gialla, catalogo 00600753826324. Pubblicata nel 2018 dalla Universal Music Group, la colonna sonora del film documentario ''Beside Bowie: the Mick Ronson story'' (2017), diretto da Jon Brewer, che racconta la storia di Mick Ronson. Grande chitarrista inglese, elemento fondamentale nella musica di gran parte delle incisioni di David Bowie nella prima meta' dei '70, oltre che al lavoro con innumerevoli altri musicisti e gruppi (restando in tema, i Mott The Hoople), Mick Ronson (1946-1993) inizia la sua carriera musicale a Hull nei primi anni '60 con i Marines e poi nei King Bee (non la band di Bowie); piu' tardi e' a Londra con i Voice prima e con i Rats dopo. Finalmente nel 1969 si unisce agli Hype, la backin
Euro
28,00
codice 245822
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1995  mca 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Copia ancora incellophanata, prima stampa USA, copertina ruvida fronte retro con barcode 008811117917, grande inserto apribile in tre con artwork e note, label custom bianca, marrone e cachi chiaro, catalogo MCA-11179. Pubblicata nel 1995 dalla MCA negli USA, questa antologia compila un set di brani fra i più rappresentativi dell' indie rock dei primi anni '90, ad opera di gruppi che avevano inciso presso lo studio di registrazione Fort Apache di Boston. La scaletta è decisamente impressionante, nonostante si tratti quasi interamente di brani già editi su singoli ed album (tuttavia il brano "Murdering stone" degli Walkabouts, già apparso sul loro album "New west motel" del 1993, è qui in una versione leggermente più breve), e contiene pezzi come "The freed pig" dei Sebadoh, un vero inno del low fi, il dirompente punk blues di "Off one side" dal primo album dei Come di Thalia Zedek, la dolente e riflessiva "Crutch" dei Buffalo Tom, tratta da quello che quasi certamente è il loro capolavoro, il terzo album "Let me come over", l'eccellente "Sulk" del moderno cantautore Billy Bragg, i Radiohead con "Anyone can play guitar", considerato uno dei migliori brani dell'album "Pablo honey", ed i Treat Her Right, gruppo in cui militava Mark Sandman prima dei Morphine, con lo splendido blues spettrale e postmoderno "I think she likes me". Un'antologia che può essere un ottimo punto di partenza per chi si volesse addentrare una prima volta nel ricco panorama del rock indipendente dei primi anni '90. Questa la scaletta: Cold Water Flat, "Magnetic north pole" (dall'album "Cold water flat", 1995); Dinosaur Jr, "Not you again" (dall'ep "Whatever's cool with me", 1991); Belly, "Star (full band version)" (B-side del singlo "Feed the tree", 1993); Lemonheads, "Stove" (dall'album "Lovey", 1990); The Walkabouts, "Murdering stone" (versione inedita); Buffalo Tom, "Crutch" (dall'album "Let me come over", 1992); Throwing Muses, "Run letter" (dall'album "House tornado", 1988); Sebadoh, "The freed pig" (dall'album "III", 1991); Radiohead, "Anyone can play guitar" (dall'album "Pablo honey", 1993); Juliana Hatfield, "Here comes the pain" (dall'ep "I see you", 1992); Billy Bragg, "Sulk" (dal 7"ep "Accident Waiting To Happen (Red Star Version)", 1992); Treat Her Right, "I think she likes me" (dall'album "Treat her right", 1986); Come, "Off to one side" (dall'album "Eleven: eleven", 1992).
Euro
18,00
codice 332937
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    Brown acid: the eleventh trip - vol. 11
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1969  ridingeasy 
rock 60-70
Versione in vinile nero, Pubblicato nel novembre 2020, questo e' l' undicesimo volume della serie di compilation ''Brown acid - Heavy Rock From the Underground Comedown'' edite dalla label californiana Ridingeasy, con lo scopo di riportare all'attenzione del pubblico una serie di rari brani e di misconosciuti gruppi dell' underground post psichedelico e hard rock perlopiu' americano fra la fine degli anni '60 e quella degli anni '70. Brani tratti da rarissimi singoli, spesso autoprodotti e venduti per lo piu' in poche centinaia di esemplari. Svanito il sogno psichedelico e pacifista a fine decennio, con l'avvento delle droghe pesanti, la tragedia di Altamont ed il persistere dell'atroce conflitto vietnamita, il rock si fece piu' duro e tormentato, sostituendo le melodie folk rock e le visionarie invenzioni psichedeliche con la potenza e l'aggressivita' dell' hard rock e del protopunk, che influenzarono a loro volta una generazione di musicisti destinati a restare misconosciuti o ricordati solo a livello locale, ma capaci comunque di dare poche prove di selvaggia creativita' all'insegna di una crudezza figlia del garage di poco precedente e dei seminali primi lavori dei Blue Cheer e precorritrice del punk, almeno nello spirito, che fruttarono dirompenti, sporchi e cattivi hard rockers stradaioli; questa la scaletta di questo undicesimo volume: A1 Adam Wind "Something Else" (da Tacome, Washington, 1969), A2 Grump "I'll Give You Love" (Boston, Massachussetts, 1969), A3 Bagshot Row "Turtle Wax Blues" (Stevens Point, Winsconsin, 1973), A4 Larry Lynn "Diamond Lady" (Milwaukee, Winsconsin, 1970), A5 Renaissance Fair "In Wyrd" (Sault Ste. Marie, Michigan, 1968), B1 Zendik "Mom's Apple Pie Boy" (Chicago, Illinois, 1970), B2 Daybreak "Just Can't Stay" (San Mateo, California, 1970), B3 West Minist'r "I Want You" (Fort Dodge, Iowa, 1975), B4 Debb Johnson "Dancin In The Ruin" (Saint Louis Park, Minnesota, 1969), B5 Crazy Jerry "Every Girl Gets One" (New Yor City, New York, 1973).
Euro
23,00
codice 2098824
scheda
Aksak maboul    Figures
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  crammed discs 
punk new wave
doppio album, copertina apribile con barcode 876623008132, libretto di sedici pagine formato 25x25 centimetri, con artwork, testi e crediti, inner sleeve di colore diverso per ciascun vinile, label custom, catalogo CRAM300DLP. Pubblicato nel maggio del 2020 dalla Crammed Discs, il terzo album a nome esclusivamente della storica band, uscito a circa quarant'anni di distanza dal secondo "Un peu de l'ame des bandits'' (1980), e due anni dopo il secondo disco co-accreditato a Veronique Vincent ed Aksak Maboul, "16 visions of ex-futur" (2016). Doppio album composto da ventidue tracce, "Figures" è frutto della creatività di Marc Hollander e Veronique Vincent, ancora una volta ricchissimo di ispirazioni differenti e di riferimenti a più stili, dal minimalismo al jazz, dalla classica contemporanea allo art pop più raffinato, metabolizzati ed integrati in un tutto coerente, con l'impiego di strumenti elettrici ed acustici, di elettronica, improvvisazione e programmazione, collage sonori ed oggetti "trovati" impiegati come strumento; una sintesi che ancora una volta mostra evidenti affinità con l'estetica di Frank Zappa, ma senza il sarcasmo e l'ironia esplicita del genio americano. Gli enigmatici e fini testi di Veronique sono sostenuti dalle partiture strumentali di Marc autore di quasi tutte le musiche, registrate nello studio del gruppo; fra gli ospiti citiamo Fred Frith, Steven Brown (già con i Tuxedomoon) e membri degli Aquaserge. Gli Aksak Maboul, leggendaria formazione indipendente messa in piedi negli anni '70 da Marc Hollander (fondatore della label Crammed Discs) e da Vincent Kenis (membro anche degli Honeymoon Killers), furono autori di due interessanti album ed associati spesso al movimento Rock In Opposition. Il primo ''Onze danses pour combattre la migraine'' (1977), presenta un set di tracce di breve e brevissima durata (tranne un paio di eccezioni), frutto di un'opera iconoclasta di decostruzione sonora e di interazione fra molteplici influenze che vanno dal jazz elettrico al minimalismo, dal rock alle manipolazioni elettroniche, ma anche suggestioni di lounge music e cabaret europeo filtrate elettronicamente; un album acclamato dalla critica specializzata di ieri e di oggi come un'opera visionaria e pionieristica, senz'altro un ascolto impegnativo e non per tutti, lontano da qualsivoglia canone della music rock, e semmai vicino nello spirito al Frank Zappa di dieci anni prima. Il secondo ''Un peu de l'ame des bandits'' (1980), inciso con una formazione che includeva i britannici Fred Frith e Chris Cutler, e' considerato anche piu' sperimentale dell'esordio, ma ancora posseduto dal suo spirito giocoso, e fu acclamato dalla critica come uno dei vertici artistici del RIO (Rock In Opposition). Gli Aksak Maboul si riattivano nel secondo decennio del XXI secolo, attorno a Marc Hollander ed a Veronique Vincent, e pubblicano nuovi dischi, alcuni dei quali co-accreditati alla Vincent con gli Aksak Maboul, ed finalmente un terzo lp a nome solo del gruppo, "Figures", che esce nel 2020.
Euro
32,00
codice 3025593
scheda
Allen terry    lubbock (on everything)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  1978  paradise of bachelors 
rock 60-70
bella ristampa del 2016, doppio album con copertina cartonata apribile senza barcode, pressoche' identica alla prima rara tiratura su Fate, e corredata di inner sleeves e di booklet esclusivo di 28 pagine. Uscito nel 1978 per la Fate Records fondata dallo stesso Terry Allen, il secondo album, dopo "Juarez" (1975) e prima di "Smokin' The Dummy" (accreditato a Terry Allen & The Panhandle Mystery Band ed uscito nel 1980). Forse il capolavoro di questo straordinario musicista nato a Wichita, Kansas, ma cresciuto a Lubbock, vicino al confine con il Messico. E' stato, nonostante due soli album incisi nei primi due decenni di attivita', uno dei piu' validi esponenti della cosiddetta "border music": musica di confine, Tex-Mex, ma aperta a tutte le influenze piu' svariate della tradizione americana, soprattutto in questo secondo, clebratissimo e bellissimo album, magnifica raccolta di canzoni in cui aldila' dell' approccio "filologico" e' evidente il segni di una fortissima personalita' artistica. Artista impegnato su piu' fronti, e' anche apprezzatissimo pittore e scultore.
Euro
38,00
codice 2098735
scheda
Allman brothers band    allman brothers band (1969 mix and 1973 mix)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  mercury / universal 
rock 60-70
ristampa del 2016, ampliata a doppio album (in vinile 180 grammi per audiofili) con il primo lp che vede la rimasterizzazione dai masters analogici originali del 1969 ed il secondo lp che contiene la rimasterizzazione del mix realizzato nel 1973 dello stesso album (rintracciabile originariamente nel doppio "Beginnings" che includeva anche il secondo album), copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Usa su Atco. Pubblicato in USA nel novembre del 1969 prima di ''Idlewind South'', non entrato nelle classifiche Usa ne' in quelle Uk. Il primo album. Uscito nel periodo in cui il successo era ancora lontano e per questo, insieme al secondo, particolarmente raro, con la sua miscela di blues, rock, jazz e gospel, rappresenta uno dei classici del southern rock di tutti i tempi. contiene le magnifiche '' whipping post'', '' dreams'', '' don't want you no more'', '' it's not my cross to bear'', ''black hearted woman'', '' trouble no more''. considerato dalla critica odierna come il miglior debutto di tutto il blues elettrico americano, mischia in un sound mai prima ascoltato hard rock, psychedelia, soul e blues elettrico, tutti centrifugati e trasportati in una ambientazione Southern che aprira' un filone tra i maggiori della musica usa degli anni ''70. a cominciare dalla unica cover presente, quella di Muddy Waters "Trouble No More." non c'e' un brano in questo lavoro che non sia piu' che riuscito.
Euro
33,00
codice 2098845
scheda
Amen corner    round amen corner
Lp [edizione] originale  mono  uk  1968  deram 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima davvero rara stampa inglese in mono, copertina laminata sul fronte, etichetta bianca e marrone con scritte anche in basso lungo la circonferenza, catalogo DML1021. Pubblicato in Uk nel maggio del 1968 prima di ''National Welsh Coast..''. Il primo album. Contiene i brani ''Gin house blues'' e ''Bend me shape me'', notevoli hits nell' estate londinese del 1968. Formati in Inghilterra a Cardiff , la loro musica era un mix tra beat e psichedelia con elementi soul e black; la formazione prevedeva, tra le prime bands dell' underground inglese, una sezione fiati che rendeva il loro sound riconoscibilissimo ed originale, questo, insieme alla splendida e particolare voce di Andy Fearweather-Low, poi con Mott the Hoople e Strawbs, fara' si che i tre albums del gruppo siano considerati ancora oggi dei pilastri dell' english sound degli anni '60 alla stregua del primo Brian Auger. Sottovalutatissimi fuori dal Regno Unito, dove invece hanno sempre goduto di grande considerazione e lungi dall' essere un gruppo commerciale, meritano di essere ricordati anche per le celeberrime loro esibizioni con i Pink Floyd di Syd Barrett e con Jimi Hendrix ed i Nice. Si divideranno allo scioglimento in due tronconi che andranno a formare i Fairweather ed i Judas Jump.
Euro
80,00
codice 236564
scheda
America    america (no ''A Horse With No Name'' on cover)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1972  Warner Bros 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima assolutamente rara stampa americana, copertina cartonata (con giusto assai lievi segni di invecchiamento) SENZA l' indicazione stampata ''A Horse With No Name'', con "0598" sulla costola (relativo al prezzo di listino del disco), etichetta verde con logo ''WB'' multicolore in alto, catalogo BS2576. Pubblicato in Usa nel gennaio del 1972 prima di ''Homecoming'', giunto al numero 1 delle clasifiche Usa ed al numero 3 di quelle Uk. Il primo album, uno dei classici assoluti del folk-pop ed una collezione eccezionale di brani splendidi che sara' di enorme nfluenza su artisti del calibro degli Eagles e Dan Fogelberg. Costruito sulle coordinate di Crosby, Stills & Nash specialmente nelle armonie vocali, e nell'uso degli strumenti acustici negli arrangiamenti, prevede un suono intricatissimo e assai piu' compesso di quello dei loro illustri ispiratori; il disco include diversi momenti strumentali nei quali la grande perizia e creativita' del gruppo e' facilmente individuabile, con testi che sono al tempo oscuri ma carichi di riflessioni sul quotidiano, tutto il disco risente di una sorta di '' aura '' data dall' ispirazione e che lo stile, che di fatto reinventa il suono west coast donandogli quella anima pop e luminosa che lo rendera' celeberrimo nella seconda meta' del decennio, dopo i fasti della psychedelia degli anni ''60. tra i brani presenti molti quelli celeberrimi, da "A Horse with No Name" a "I Need You" o "Sandman", ma anche le meno note "Three Roses", "Rainy Day", "Clarice" sono splendide. Un grande album, purtroppo molto sottovalutato, e degnissimo di riscoperta.
Euro
60,00
codice 242018
scheda
American music club    Engine
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1987  frontier/grifter 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
prima rara stampa americana, copertina (con lievi segni di invecchiamento e microhole promozionale in basso a destra) con barcode, label grigia con scritte bianche e loghi Grifter in alto e Frontier in basso su di una facciata, bianca senza scritte con grande logo Grifter in bianco, grigio e nero sull'altra, indirizzo della Grifter sulla stessa label "350 Bryant St", vinile in colore ambra se posto in controluce, catalogo FLP1023. Pubblicato nell'ottobre del 1987 dalla Zippo in Gran Bretagna e dalla Frontier/Grifter negli USA, non entrato in classifica sulle due sponde dell'Atlantico, ''Engine'' e' il secondo album degli AMC, uscito dopo ''The restless stranger'' (1986) e prima di ''California'' (1988). Tra i dischi della band californiana, questo e' forse il massimo capolavoro, davvero imperdibile: si pensava, all'epoca, ad un "colpo di coda" del "paisley underground" ma, come nel caso dei Thin White Rope, il tempo assegnera' agli American Music Club un ruolo di ben piu' grande rilievo. L'eclettismo e l'apprezzato songwriting del primo lp ricevono qui un maggior plauso critico, con Eitzel che canta i suoi malinconici versi su ballate delicate e soffuse come su robusti rock chitarristici; tra i capolavori del disco, la memorabile "Outside this bar". Mark Eitzel, gia' punk con Cowboys e Naked Skinnies, autentico personaggio di culto, puo' essere effettivamente considerato uno dei piu' grandi songwriter della sua epoca, influentissimo sulla musica dei '90 ed oltre, con le sue canzoni impregnate di struggente lirismo, ora delicate ed intimiste ora capaci di farsi acidamente chitarristiche, con rimandi alla psichedelia westcoastiana piu' acida. Eitzel formo' gli American Music Club nel 1983 a Burbank in California; il gruppo, pur restando in linea di massima relegato a fenomeno di culto, ottenne fra la meta' degli anni '80 e quella del decennio successivo un notevole riscontro di critica, grazie ad uno stile eclettico ma al tempo stesso particolare, in cui si fondevano rock, folk, country e punk in un'atmosfera suadente ma anche oscura, che per molti prelude allo slowcore.
Euro
24,00
codice 242014
scheda
Antena    Camino del sol
lpm [edizione] nuovo  stereo  usa  1982  numero group 
punk new wave
ristampa del 2019, con veste grafica completamente rinnovata, copertina senza barcode, del mini album ''Camino del sol'' (1982), con cinque brani, originariamente pubblicato nel 1982 dalla etichetta belga Disques Du Crepuscule, disco di culto della band francese autrice di un originale intreccio fra new wave, dream pop e bossa nova. Formatesi nel 1980, le Antena furono uno dei gruppi piu' originali della new wave francese, grazie ad una visione musicale che metteva insieme la bossa nova brasiliana, il nascente dream pop, il modernismo della new wave. Composte da Isabelle Powaga, Sylvain Fasy e Pascale Moiroud, entrarono nella scuderia della Les Disques Du Crepuscule, che pubblico' nel 1982 il loro primo ed unico mini album ''Camino del sol''; seguirono un'altra manciata di singoli ed ep, prima di un prematuro scioglimento a cui segui' l'avvio della carriera solista di Isabelle Powaga sotto lo pseudonimo di Isabelle Antena,
Euro
25,00
codice 2083203
scheda
Arcade fire    funeral
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2004  rough trade/merge 
indie 2000
Copertina ruvida apribile con fregio argentato in rilievo, piccolo inserto apribile con foto e testi, etichette custom beige e blu. Pubblicato dalla Merge nel Settembre del 2004. L'album di debutto del gruppo di Montreal, Canada, guidato dalla coppia Win Butler-Regine Chassagne, uscito prima di "Neon Bible", disco segnato dalla concomitanza, per alcuni membri della band, di diversi lutti familiari, portera' il gruppo ad ottenere un ampio consenso di critica e pubblico e a condividere le scene con personaggi del calibro di David Bowie, U2. La musica degli Arcade Fire e' un indie-rock con influenze post punk, intenso ed autunnale, contraddistinto da un pathos pervaso di romanticismo e da un suono pieno ed energico, con pianoforte e chitarre distorte in evidenza. Riferimenti a Interpol, Cure, Pixies, Broken Social Scene, Strokes.
Euro
25,00
codice 2098736
scheda
Area    are(a)zione (red vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1975  sony 
rock 60-70
Ristampa del 2020, realizzata in occasione del 45esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, IN VINILE ROSSO, copertina apribile pressoche' identica alla prima tiratura del 1975, e corredata di inner sleeve fotografica. Uscito dopo "Crac" (1974) e prima di "Maledetti" (1976), originariamente pubblicato dalla Cramps in Italia, qui nella ristampa della Get Back, questo e' il quarto album dello storico gruppo di rock alternativo italiano (dalla formazione internazionale), il primo dal vivo. L'album presenta l'originale ed eclettica proposta degli Area, con inserimenti elettronici ed orientaleggianti che si mescolano con rock progressivo e jazz accompagnando il canto evocativo ed innovativo di Demetrio Stratos. Gli Area si formano a Milano nel 1971 con membri dei Califfi, Ribelli e trascorsi jazz; prendono il mome da Allen Ginsberg. Dopo alcuni concerti come spalla ai gruppi inglesi in tour in Italia, pubblicano una serie di album unici nella storia della penisola, con fortissime connotazioni politiche e brani fra sperimentazione e jazz rock, con la sorprendente voce di Stratos in grande rilievo ed alla ricerca di nuove forme di espressione vocale; divengono in breve il principale gruppo italiano alternativo e pubblicano sei album in studio e due dal vivo.
Euro
25,00
codice 2098905
scheda
Audience    house on the hill
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1971  Charisma 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa inglese, completa della rara inner sleeve con testi, copertina apribile pressata da "E.J.Day Group" come indicato all' interno, etichetta rosa con scritta ''Manufactured and distributed by B&C Records'' in basso, trail off matrix "...A-1U" e "...B-1U". Pubblicato in Inghilterra nel giugno del 1971 dopo ''Friends, friends, friends'' e prima di ''Lunch'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il terzo album. Considerato il loro capolavoro, presenta un originalissimo mix di progressive, hard rock, blues, caratterizzato dal flauto di Keith Gemmel e dalla voce trascinante di Howarth Werth, non dissimile almeno nello spirito dalle pagine che scriveranno negli stessi anni i Family. Gli Audience si formano a Londra nel 1969 su impulso di Howard Werth, Keith Gemmell, Trevor Williams e Tony Connor. Il primo album esce per la Polydor nello stesso 1969, ma passera' del tutto inosservato, sara' solo con il successivo contratto per la Charisma e con la produzione di Gus Dudgeon che con l' uscita di ''Friend's Friend's Friend'' (1970) e di questo ''House on the Hill'' (1971), la band sviluppera' il suo personalissimo suono e trovera' posto tra le maggiori realta' dell' underground dell' art rock inglese; nel 1972 saranno invitati a suonare come supporto dei Faces in un lungo tour americano, ma proprio alla vigilia di quello che sembrava essere il momento decisivo per la propria arrermazione, Gemmel lascio' la band per unirsi agli Stackridge, e nonostante il gruppo avesse reclutato il nuovo sassofonista Patrick Neubergh ed il tastierista Nick Judd, la nuova alchimia non funziono', e gli Audience si sciolsero poco dopo. Il solo Werth rimarra' nel music show ad alti livelli, e nel 1975 con la sua nuova band, i Moonbeams, realizzera' un nuovo lp, dal titolo "King Brilliant". Nonostante i critici abbiano sempre tenuto il gruppo sul palmo di mano, ed il supporto di un accanitissimo seguito di fedele pubblico, il gruppo non riusci' mai ad imporsi a livello commerciale; gli Audience rimangono comunque come una delle bands di maggiore spicco prodotte dall' Inghilterra negli anni '70.
Euro
110,00
codice 236562
scheda
Bators steve (dead boys)    l.a. confidential
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1980  bomp! 
punk new wave
Ristampa con copertina pressoche' identica a quella della prima tiratura. Uscito per la prima volta nel 2004, questo album e' dedicato al compianto ex Rocket from the Tombs, Frankenstein, Dead Boys, Wanderers e Lords of the New Church, autore anche all' indomani dello scioglimento dei Dead Boys di alcuni misconosciuti dischi solisti (due singoli e l' album "Disconnected") tra il '79 e l' 80, che ne testimoniano tutto l' amore per il garage americano dei '60 ed il power pop. I 4 brani dei due singoli che anticiparono l' album di cui sopra, e che non vi furono inclusi ("It's Cold Outside", The Last Year", "Not That Way Anymore" e la particolarmente riuscita "Circumstantial Evidence") tornano con questo disco alla luce, insieme con altri 7 episodi sparsi in ormai introvabili uscite postume od assolutamente inediti: "I'll Be Alright", appartenente alle stesse sessions del secondo singolo e non certo inferiore ai due brani che furono poi scelti; "L.A. L.A." (una "Louie Louie" rivisitata, eseguita nel 1980 sul palco con Jimmy Pursey, le Runaways e Kim Fowley); "Morrison Rant" (dal vivo sempre nel 1980 con Brian James); ed una serie di brani registrati nel 1987, tra garage e contaminazioni hard, tra cui due brani usciti su 12" (una bella versione di "Have Love, Will Travel" e "Story in Your Eyes"), oltre alle inedite "Crack Boom Bam" e "Misery Loves Company". Bellissime le foto sul retrocopertina, con una giovanissima Susan Sarandon abbracciata a Stiv.
Euro
19,00
codice 2098794
scheda
Battiato franco    l'era del cinghiale bianco (40th anniversary)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  universal 
cantautori
ristampa del 2019, rimasterizzata, realizzata in occasione del 40esimo anniversario dall' uscita originaria, copertina per l' occasione apribile e con grafica parzialmente rinnovata (in particolare, e' visibile sul fronte il volto dell' artista, assente nella originaria copertina. Pubblicato in Italia dalla Emi nel settembre del 1979 dopo ''L' Egitto Prima Delle Sabbie'' e prima di ''Patriots''. Prodotto da Angelo Carrara. Registrato con Giusto Pio, Roberto Colombo, Antonio Ballista, Alberto Radius, Julius Farmer, Tullio De Piscopo, Danilo Lorenzini, Michele Fedrigotti. Contiene i seguenti brani- L'era del cinghiale bianco, Magic shop, Strade dell'est, Luna indiana, Il re del mondo, Pasqua etiope, Stranizza d'amuri. Lavoro che evidenzia una svolta radicale rispetto alla sperimentazione del passato, fu un album inaspettato, che vide un allontanamento repentino dal periodo ultrasperimentale ed un riavvicinamento alle radici pop-olari del primissimo periodo milanese; ma e' un album straordinario, dove per la prima volta si possono ascoltare le alchimie sonore a base di misticismo, citazionismo, influenze che giungono indifferentemente da oriente ed occidente, testi colti e autoironici in un caleidoscopio originalissimo e geniale, che segnera' una nuova era non solo per il cinghiale bianco, ma anche per la musica Italiana che finalmente evadera' dal bipolarismo Cantautoriale- Melodico che la aveva contraddistinta negli ultimi 10 e piu' anni. Tra i brani, molti rimarranno dei suoi classici negli anni a venire, come "L' era del cinghiale bianco", "Strade dell' Est", le emozionanti "Il Re Del Mondo" e "Stranizza d' Amuri".
Euro
27,00
codice 2098839
scheda
Battiato franco    la convenzione / paranoia (purple vinyl)
7" [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  bmg 
cantautori
singolo in formato 7", ristampa limitata di 1000 copie numerate a mano sul retrocopertina, in vnile viola, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita su Bla Bla. Pubblicato nel 1972, lo stesso anno dell' album d'esordio "Fetus", questo singolo presenta due brani decisamente a se stanti nella discografia dell' artista siciliano, e molto interessanti: la potente "La Convenzione" (qui, delle due pubblicate, nella versione di 3'15") e l' intrigante "Paranoia", ovvero quanto di piu' vicino al rock progressivo Battiato abbia prodotto (perlomeno a proprio nome, escludento le varie collaborazioni del periodo), lontano delle asperita' sperimentali dell' album d' esordio "Fetus", uscito nello stesso 1972, ma con impresso comunque forte il segno della sua personalita' artistica.
Euro
19,00
codice 2098865
scheda
Beach boys    shut down vol.2
Lp [edizione] originale  mono  uk  1964  Capitol 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa inglese in mono, copertina laminata sul fronte, flipback su tre lati sul retro, pressata da "Garrod & Lofthouse", etichetta nera con fascia arcobaleno lungo la circonferenza con "Sold in The Uk Subject To Resale Price..." a sinistra, catalogo T2027. La versione di "Fun Fun Fun" e' piu' breve ed ha un diverso missaggio rispetto all' edizione mono. Il brano "Pom, Pom Play Girl" e' co-scritto da Gary Usher e Brian Wilson. Prodotto da Brian Wilson e primo di tre albums in studio pubblicati dallo storico gruppo americano nel 1964, il secondo volume della serie ''Shut Down", questa volta dedicato soltanto ai Beach Boys, pubblicato in Usa nel marzo del 1964 dopo ''Little deuce coupe'' e prima di ''All summer long'', giunto al numero 13 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk dove fu pubblicato nel luglio del 1964. Il quinto album, il primo senza piu' David Marks alla chitarra ritmica, lavoro molto discontinuo, che comprende alcuni dei brani piu' belli mai incisi dal gruppo ma anche altri in cui prevale lo spirito piu' conservativo e dove meno si osa. Il lato positivo e' rappresentato dalla straordinarie "Fun, Fun, Fun" e "Don't Worry Baby" una delle produzioni piu' avanzate del 1964, "The Warmth of the Sun" e' invece una delle piu' belle ballate mai registrate, "Why Do Fools Fall in Love" una cover perfetta (da Frankie Lymon & the Teenagers), tra le piu' riuscite del primo periodo; poi ci sono i brani di matrice ''hot rod tunes'', ispirati ale corse in macchina notturne, alcuni di questi episodi solo strumentali altre con le voci, oltre alla cover di "Louie Louie.", bella ma non al livello dei capolavori citati sopra.
Euro
60,00
codice 236584
scheda
Beatles    Magical mystery tour
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1967  emi / capitol 
rock 60-70
ristampa del 2012 rimasterizzata, in vinile 180 grammi, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in America su Capitol nel 1967 ed in Inghilterra su Parlophone nel 1976, con l' originario libretto di 24 pagine. Pubblicato in USA nel dicembre del 1967 dopo ''Sgt Pepper's Lonely Heart Club Band'' e prima di ''Yellow Submarine'', giunto al numero 1 delle classifiche USA e non uscito in UK (dove venne pubblicato come doppio E.P. a 45 giri nel Dicembre del 1967 giungendo al numero 1 delle classifiche). Uno dei piu' leggendari artefatti della stagione floreale ed una delle ultime testimonianze degli anni psichedelici del gruppo, fu la colonna sonora del film tv, girato in preda alle piu' potenti droghe allucinogene in circolazione dai Beatles per la TV inglese B.B.C. che lo mise in onda il 26 dicembre del 1967. Non fu pubblicato sotto forma di lp in Inghilterra, dove invece usci' contemporaneamente, sempre nel dicembre del 1967, la versione a doppio EP (ma mancante dei brani, solo qui inclusi, che erano usciti in uk su singolo nel '67, ovvero "Strawberry Fields Forever"/"Penny Lane", 2/67, "All You Need is Love"/ "Baby You' re a Rich Man" 7/67 ed "Hello Goodbye"/"I am the Walrus" 11/67), le restanti tracce, contenute sono le stesse dell'ep inglese, ''magical mistery tour'', ''your mother should know'', ''i am the walrus'', ''the fool on the hill'', ''flying'', ''blue jay way''.
Euro
43,00
codice 2098832
scheda
Beatles    paperback writer / rain (+picture sleeve!)
7" [edizione] originale  mono  usa  1966  capitol 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
Singolo in formato 7", PRIMISSIMA molto rara stampa americana, IN GLORIOSO MONO, COMPLETA DELL' ESCLUSIVA PICTURE SLEEVE (non si tratta di una contraffazione, qui' le foto dei Fab 4 sono nitide ed il logo della Capitol leggibile per intero), con giusto lievi segni di invecchiamento, con apertura per il disco in alto, nella versione cosiddetta "East Coast Sleeve", senza sagomatura rotondeggiante su uno dei lati della copertina in alto per l' estrazione del disco, etichetta gialla e arancio a spirale anch' essa nella primissima versione SENZA "A Subsidiary of Capitol" lungo la circonferenza in basso, catalogo 5651. Uscito in America il 30 maggio del 1966, ovvero prima che in Inghilterra, giunto al primo posto delle classifiche sia inglesi che americane: sia "Paperback Writer" che "Rain" rimasero inizialmente inedite su album, e se in Inghilterra "Paperback Writer" comparira' in questa versione mono nel dicembre del 1966 nella raccolta "A Collection of Beatles Oldies", rimarra' altrimenti inedita in versione mono in America, dove il brano comparira' su album solo nella raccolta "Hey Jude" del febbraio del 1970, pubblicata ovviamente solo in stereo, ma soprattutto quella qui' contenuta e' l' unica versione mono di "Rain", giacche' il brano comparira' su album per la prima volta nella gia' citata raccolta "Hey Jude", e neppure in Inghilterra ne fu pubblicata un' altra versione in mono. Inutile invece dilungarsi sulla bellezza dei brani di questo meraviglioso singolo.
Euro
70,00
codice 247981
scheda
Bianchi maurizio (m.b.) / dissecting table    Annihilation (aka zetsumetsu)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2017  steinklang 
punk new wave
Edizione limitata a 70 copie (altre 30 copie sono numerate ed hanno un bonus 7''), copertina senza codice a barre, label custom con parti multicolore ed artwork diverso su ciascuna facciata, catalogo SK109. Pubblicato nell'aprile del 2017 dalla Steinklang, questo album e' il secondo frutto della collaborazione fra Maurizio Bianchi e Dissecting Table, progetto elettronico sperimentale giapponese animato da Ichiro Tsuji, attivo con questa sigla dagli anni '80; insieme i due avevano gia' realizzato l'album ''Ankoku busshitsu'', pubblicato nel 2014 sempre dalla Steinklang. ''Annihilation'', conosciuto anche con il titolo giapponese ''Zetsumetsu'', presenta due lunghe tracce omonime incise nell'inverno fra il 2015 ed il 2016 alla Opera House ed allo Studio UPD. I due sperimentatori danno luogo a catastrofiche e claustrofobiche litanie di stridente e puro rumorismo. Il musicista e compositore lombardo Maurizio Bianchi e' uno dei piu' misteriosi ed al tempo stesso prolifici sperimentatori nell'ambito del noise e della musica industrial dalla fine degli anni '70. I suoi lavori trovano ispirazione nelle sperimentazioni di musica contreta che sin da inizio secolo anno rappresentato la frangia piu' estremista della ricerca musicale intenta a scandalizzare e raggiungere le sfaccettature piu' sfumate e nascoste della psiche umana. Il progetto MB e' contemporaneo e vicino alle sperimentazioni dei Whitehouse, Throbbing Gristle e Nocturnal Emission, ma con eguali analogie a Kluster o Tangerine Dream, ed oggi gode di una fama mondiale, mentre i suoi lavori sono tra le opere maggiormente ricercate dai collezionisti di musica concreta, sperimentale e di ricerca.
Euro
17,00
codice 3021503
scheda
Bitch    be my slave
Lp [edizione] originale  stereo  GER  1983  noise 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa tedesca, copertina senza barcode, corredata di inner sleeve con testi, etichetta nera con scritte e logo bianchi, catalogo N001. Uscito nel 1983 su Metal Blade/Enigma in America, dopo l' ep d'esordio "Damnation Alley" del 1982 e prima del secondo album "The Bitch is Back" del 1987, il primo album della heavy metal band americana di Los Angeles nata nel 1980 e guidata dalla procace cantante Betsy Bitch. Gruppo ricordato da molti soprattutto per il look e le esibizioni dal vivo di ispirazione bondage, e per essere stato per anni, dopo questo purimo album, al centro di polemiche relative appunto alle tematiche sessuali e sadomasochiste connesse appunto alla loro musica, erano una eccellente band, come l' album in questione, che rimarra' il loro capolavoro, dimostra inequivocabilmente, aggressivo e sferragliante, che ad elementi metal aggiunge influenze hard-glam e persino punk, con un suono potente, un chitarrismo serrato e mai tentato da virtuosismi narcisistici, e la voce molto bella della cantante, aggressiva viscerale, e piu' hard-punk che metal.
Euro
23,00
codice 242077
scheda
Black flag    everything went black
lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  1981  sst 
punk new wave
copertina in cartoncino liscio, etichette grigie con scritte e logo neri, ristampa pressocche' identica alla prima tiratura del doppio album uscito nel 1983 che raccoglie registrazioni inedite (in larghissima parte effettuate in studio) della seminale punk band di Hermosa Beach, California., effettuate tra il gennaio del 1978 (4 brani dalle stesse sessions dello storico "Nervous Breakdown", con Keith Morris alla voce, presto nei Circle Jerks che renderanno immortale la qui presente "I Don't Care") ed il maggio del 1981, tutte prima dell' arrivo alla voce di Henry Rollins (dopo Morris, si alternarono al microfono Johnny "Bob" Goldsein, Ron "Chavo Pederast" Reyes e Dez Cadena. In piu', la curiosissima quarta facciata propone presunti o reali "commercials" registrati dalla band per promuovere alla radio i propri dischi o concerti (?!?!?). Da aggiungere senza esitazione alla discografia della band. Ecco la lista completa dei brani: 1. Gimmie Gimmie Gimmie - (version 1) 2. I Don't Care 3. White Minority 4. No Values 5. Revenge 6. Depression 7. Clocked In 8. Police Story 9. Wasted 10. Gimmie Gimmie Gimmie - (version 2) 11. Depression (version 2) 12. Police Story (version 2) 13. Clocked In (version 2) 14. My Rules 15. Jealous Again 16. Police Story 17. Damaged I 18. Louie Louie 19. No More 20. Room 13 21. Depression (version 3) 22. Damaged II 23. Padded Cell 24. Gimmie Gimmie Gimmie - (version 3) 25. Crass Commercialism (radio ads).
Euro
29,00
codice 2065727
scheda
Black grape (happy mondays)    Stupid stupid stupid
Lp [edizione] originale  stereo  Uk  1997  radioactive 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale rara stampa inglese, copertina lucida, etichetta nera con scritte bianche, catalogo RAR 11716. Pubblicato in Gran Bretagna nel novembre 1997, dopo "It's great when you're straight" (95), giunto alla posizione n.11 delle classifiche inglesi, il secondo ed ultimo album della band formata dai due ex Happy Mondays Shaun Ryder e Bez. Tra Hip hop e indie dance con venature house, rock, funk e soul, con atmosfere da party con umore surreale: organo hammond, fiati soul stile Menphis e melodie in falsetto, che ondeggiano su effetti, sintetizzatori e batterie con rullante raddoppiato. Contiene "Lonely", cover del pezzo del 1972 di Frederick Night, "I've been lonely for so long". Band formata nel 93 da Shaun Ryder e Bez, rispettivamente cantante e primo batterista degli Happy Mondays; fautori di una musica da collocarsi fra brit pop e alternative dance, esordiscono nel 95 con "It's great when you're straight", che giunge al n.1 delle classifiche inglesi, con ben 3 singoli, "Reverend black grape", "In the name of the father" e "Kelly's heroes", nella top 20. Il successivo "Stupid stupis stupid" non incontra il successo del suo precedessore e la band, fra problemi di droghe e finanziari si scioglie nel 1998.
Euro
32,00
codice 600578
scheda

Page: 1 of 18

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 18  ---»
Pag.: oggetti: