Hai cercato:  Nuove uscite --- Titoli trovati: : 363
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 15  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
808 State    Four states (compilation)
LPBOX [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  ztt 
indie 90
4 vinili 180grammi, contenuti in copertina cartonata a box con apertura con linguetta sul retro. Compilation che ripercorre la carriera del gruppo, con sei brani mai apparsi su vinile. Gli 808 State sono stati tra i principali esponenti della elettronica europea degli anni '90; nascono a Manchester alla fine degli anni '80 con formazione a tre composta da Gerald Simpson, Graham Massey e Martin Price, divenendo il primo gruppo techno inglese al quale tutti si ispireranno, compreso Aphex Twin. Vantano collaborazioni con Bjork, David Bowie, MC Tunes, Soundgarden.
Euro
50,00
codice 2084473
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  hallow ground 
indie 2000
Vinile bianco, allegato codice per il download digitale dell'album, copertina senza codice a barre, catalogo HG1902. Pubblicato nel giugno del 2019 dalla Hallow Ground, "Harmistice" è il primo album in collaborazione fra Siavash Amini ed il duo 9T Antiope, entrambi artisti di origine iraniana. Amini, nato nel 1987 a Teheran, è autore di musica elettronica che spazia dall'ambient alla IDM, che adotta elementi di musica classica, dissonanze elettroniche e melodie chitarristiche dilatate ed atmosferiche; ha collaborato fra gli altri con l'artista "spoken word" Matt Finney in tre album. I 9T Antiope sono un duo, anch'esso iraniano ma attualmente basato a Parigi, composto da Sara Bigdeli Shamloo e Nima Aghiani, formato nel 2014; sono autori di musica elettronica sperimentale in cui si incontrano testi poetici e dissonanze elettroniche, interazioni fra queste e strumenti acustici. Inciso fra Parigi e Teheran, "Harmistice" è composto da soli quattro brani nei quali i testi, ispirati da un incubo di guerra, e la voce di Sara, il cui canto confina con la declamazione poetica e con la narrazione, sono sostenuti dalle stordenti sonorità elaborate da Aghiani ed Amini, nelle quale rabbrividenti dissonanze elettroniche convivono con spettrali droni di archi. Un'opera dai toni dolenti ed angosciosi, espressi con sonorità confinanti con l'astrattismo ed immersi in atmosfere oniriche.
Euro
28,00
codice 3512272
scheda
Aa. vv. (bonobo)    Fabric presents bonobo
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  fabric 
indie 2000
doppio vinile, copertina apribile. Compilation che inaugura la serie "Fabric presents", dello storico club londinese che propone la ricerca di riprodurre il mood delle sue serate da parte di artisti e djs che gravitano intorno al locale. Per questa prima uscita si affida a Bonobo che crea un mix di brani editi ed inediti di Bonobo, Poté, Durante, Dan Kye, Dark Sky & afriquoi, Olsen, Tsha, R. Lyle, Throwing snow, Dj Seinfeld, Nepa allstar, Ame, O'Flynn.
Euro
31,00
codice 2083669
scheda
Aa.vv. (black sabbath related)    Many faces of black sabbath
LP2 [edizione] nuovo  stereo  fra  2019  music brokers 
heavy metal
Edizione limitata a 1500 copie in doppio vinile da 180 grammi di colore marrone, copertina apribile con "made in france" sul retro in basso, label custom grigio/marrone con disegno di teschi sullo sfondo, scritte bianche e marroni, catalogo VYN038. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2019 ad opera dalla label argentina Music Brokers, che già aveva pubblicato l'opera in una versione cd nel 2014, nell'ambito della serie "The many faces of", questo doppio album compila sul primo vinile una serie di brani editi nei quali hanno suonato membri dei Black Sabbath, per lo più quelli "di passaggio" come Ian Gillan, Vinnie Appice e Cozy Powell e Geoff Nicholls, ma c'è anche un pezzo di Bobby Harrison (ex membro dei Procol Harum), "King of the night", in cui suona la chitarra Tony Iommi; sul secondo vinile invece ascoltiamo una selezione di cover di classici pezzi dei Black Sabbath, che hanno fatto la storia del metal, suonate da varie bands, che erano già apparsi nel cd multiplo del 2012 "No More Tears – A Millennium Tribute To Ozzy Osbourne 1971-2012". Questa la scaletta: LP 1: THE PLAYERS SIDE 1: 1. King Of The Night - Bobby Harrison Feat. Tony Iommi 2. I Believe In You (Fire In My Body) - Bedlam Ft. Cozy Powell 3. Finally The Finale - Ian Gillan 4. Flowers In The Rain - The Move Feat. Bev Bevan 5. Mainline Riders - Quartz (prod. By Tony Iommi) SIDE 2: 1. Paranoid - Vince Neil, George Lynch, Stu Hamm & Gregg Bissonnette 2. Highway To Madness - Quartz Feat. Geoff Nicholls 3. Freak Out Tonight - Chris Catena Ft. Glenn Hughes, Tony Franklin & Bruce Kulick 4. And The Cradle Will Rock - Vinny Appice, Marko Pukkila, Rowan Robertson & Andy Endberg 5. Over The Mountain - Brad Gillis, Mark Slaughter, Gary Moon, Eric Singer & Paul Taylor LP 2: THE SONGS SIDE 3: 1. War Pigs - Leaving Eden 2. After Forever - Fierce Atmospheres 3. Hole In The Sky – Kingshifter 4. Into The Void - High Voltage 5. Iron Man - Critical Solution SIDE 4: 1. Children Of The Grave - Bugsy Parker 2. Electric Funeral - In His Blood 3. Snowblind – Cornivus 4. Wicked World - Through The Stone 5. Under The Sun – Stalwart.
Euro
28,00
codice 3512658
scheda
Aa.vv. (british folk)    Vision & revision – the first 80 years of topic records
LP2 [edizione] nuovo  stereo  uk  2019  topic 
rock 60-70
Vinile doppio pesante, copertina ruvida apribile con parti in rilievo sul fronte, label bianca con scritte nere su di un vinile e nera con scritte bianche sull'altro, catalogo TXLP597. Pubblicata nel maggio del 2019 dalla Topic, questa raccolta commemora gli ottant'anni di attività di questa venerabile etichetta britannica, da decenni punto di riferimento della musica folk di Albione. ''Vision & revision'' offre venti nuove ed inedite interpretazioni di storici brani che in passato erano già stati pubblicati in dischi del catalogo Topic, qui reinterpretate dalla crema dell'attuale scena folk britannica: musicisti come Martin Carthy, Richard Thompson, Peggy Seeger Martin Simpson, Oysterband e Lisa Knapp offrono il loro contributo a questa opera. Questa la scaletta completa: Martin Simpson, ''Beaulampkin''; Peggy Seeger, ''Jack frost''; John Smith, ''She moves through the fair''; Josienne Clarke & Ben Walker, ''The bank of the sweet primroses''; Oysterband, ''Seven gypsies''; Nancy Kerr, ''Searching for lambs''; Sam Lee, ''The deserter''; Kitty MacFarlane, ''Go your way''; Lisa O'Neill, ''As I roved out''; Chris Wood, ''Fable of the wings''; The Oldham Tinkers, ''Dirty old town''; Rachel McShane & The Cartographers, ''Worker's song''; Richard Thompson, ''The light bob's lassie''; Olivia Chaney, ''Polly Vaughan''; Martin Carthy, ''Napoleon's dream''; Lisa Knapp, ''I wish my love was a cherry''; Sam Kelly & The Lost Boys, ''Shawnee town''; Emily Portman & Rob Harbron, ''The bay of biscay''; Eliza Carthy & Olivia Chaney, ''Nancy of yarmouth''; Lankum, ''The sea captain''.
Euro
32,00
codice 2086406
scheda
Aa.vv. (ghostface killah, rza, masta killa...)    Wu-tang: of mics and men
LPM [edizione] nuovo  stereo  usa  2019  mass appeal 
hip-hop
Vinile giallo, allegato adesivo del Wu-Tang Clan, label grigia scura, nera e marrone, catalogo MSAP0081LP. Pubblicato nel 2019 dalla Mass Appeal, questo mini album contiene brani della colonna sonora del documentario "Wu-Tang: of mics and men", trasmesso nello stesso anno, che racconta la storia del seminale collettivo hip hop Wu-Tang Clan. Il disco contiene sette tracce: nuovi brani di autori ormai consacrati come RZA, Ghostface Killah, Raekwon, Cappadonna e Masta Killa. Questa la scaletta: Ghostface killah, RZA (prod. By DJ Scratch), "On that sht again"; Ghostface Killah, Raekwon, Harley (prod. By Core), "Seen a lot of things"; Nas (prod. By RZA), "Project kids (skit)"; RZA (prod. By RZA), "Do the same as my brother do"; Cheo Hodari Coker (prod.by RZA), "Yo, is you cheo? (skit)"; RZA, Cappadonna, Masta Killa (prod. By Vitalsignzent), "Of mics and men"; GZA, Masta Killa (prod. By RZA), "One rhyme (skit)". Uno dei più influenti gruppi rap di tutti i tempi, con rappers provenienti dalla west-cost, ma basati a Staten Island, New York, come RZA, Method Man, Raekwon, Ghostface Killah, Inspectah Deck, U-God, Masta Killa e Ol' Dirty Bastard. Un super gruppo nato come progetto di unione tra nove artisti per consolidare le proprie carriere solistiche. Riescono ad esaltare equilibratamente le caratteristiche di ognuno dei suoi membri rendendo i propri dischi eclettici lavori che passano da scuri arrangiamenti minimalisti (RZA sopratutto, vedi il suo lavoro solista per la colonna sonora di ''Ghost dog'') a samples di pop-music e soul, liriche ora violente ora cariche di umorismo, che fanno frequente riferimento alle arti marziali pur senza farsi intrappolare in cliché su di esse.
Euro
20,00
codice 3512516
scheda
Aa.vv. (hip hop)    Rewind – epicentro romano 4
LP2 [edizione] nuovo  stereo  ita  2019  antibemusic 
hip-hop
Vinile doppio pesante, copertina apribile senza codice a barre, catalogo ANT127. Pubblicato nell'ottobre del 2019 dalla Antibemusic, ecco finalmente il quarto volume dell'ormai storica serie di mixtapes manifesto della scena hop hop romana, dopo il primo del 1998, il secondo del 2000 ed il terzo del 2006. Questo quarto volume, incentrato sugli anni '90, decennio cruciale per la crescita del rap italiano, è dedicato a Primo Brown, rapper scomparso nella notte fra il 31 dicembre 2015 ed il primo gennaio 2016, e contiene fra l'altro un suo brano inedito. Significativamente, "Rewind – epicentro romano 4" viene presentato insieme al libro "Crash kid – a hip hop legacy", dedicato all'importante figura del b-boying della scena romana, Crash Kid, anch'egli scomparso prematuramente. Questa la scaletta: Danno, "1996" (scratches Baro); William Pascal, "Meteoriti" (scratches DJ Dibba); Delgado, "Guardo chi ho di fronte"; Gast / Mistico, "Fuori classe" (scratches DJ Stile); Brusco, "Resti lontano"; Sace / Whiteboy, "Ciao"; Supremo 73 / Suarez, "Opposti" (scratches DJ Snifta); Chicoria, "Far west"; Il Turco, "Migliore"; Lucci / Hube, "Classe operaia"; Deal Pacino, "Lampeggianti nei vicoli"; Rak, "Primo terrorista"; Chef Ragoo, "Lazy summer day"; Amir, "Fino alla fine"; Diamante / Esa, "Slego duro"; Kento, "Ho sparato allo sceriffo" (scratches DJ Fuzzten).
Euro
29,00
codice 3512440
scheda
Aa.vv. (soundtracks)    Once upon a time in hollywood ost
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  columbia 
soundtracks
doppio album in vinile pesante, copertina apribile, poster apribile a colori, inner sleeve con artwork a colori, label rossa con scritte bianche e nere, logo Columbia bianco in alto, riproduzione dello storico logo "360 sound" in bianco in basso, catalogo 19075981971. Pubblicata nell'ottobre del 2019 dalla Columbia, la colonna sonora del film "Once upon a time in Hollywood", diretto da Quentin Tarantino. Come ci si poteva aspettare alla luce dell'importanza che il regista americano ha sempre dato alle sonorizzazioni dei propri film, questa colonna sonora è una impressionante sintesi di rock e pop angloamericano degli anni '60, frammischiato a riproduzioni di spot pubblicitari dell'epoca e di monologhi di DJs, che alimentano in modo esponenziale le atmosfere del film, ambientato per l'appunto nella Los Angeles del 1969; ascoltiamo celebri pezzi di Paul Revere and the Raiders, Neil Diamond, Deep Purple, Buffy Sainte-Marie e Simon & Garfunkel, ma anche brani di Jose Feliciano (che interpreta "California dreamin'") e dei Cantori Moderni di Alessandroni, ennesima testimonianza della passione di Tarantino per i grandi autori italiani di colonne sonore. Questa la scaletta completa: Roy Head & the Traits, "Treat her right"; The Bob Seeger System, "Ramblin' gamblin' man"; "Boss radio (feat. Humble Harve)"; Deep Purple, "Hush"; "Mug root beer advertisement"; The Village Callers, "Hector"; Buchanan Brothers, "Son of a lovin' man"; Chad & Jeremy, "Paxton quigley's had the course"; Tanya tanning butter advertisement"; Paul Rever & the Raiders, "Good thing", "Hungry"; The Box Tops, "Choo choo train"; Mitch Ryder and the Detroit Wheels, "Jenny take a ride"; Deep Purple, "Kentucky woman"; Buffy Sainte-Marie, "The circle game"; "Boss radio (feat. The real Don Steele)"; Simon & Garfunkel, "Mrs. Robinson"; "Numero uno advertisement"; Los Bravos, "Bring a little lovin'"; "Suddenly / Heaven sent advertisement "; "Vagabond high school reunion"; "Khj los angeles weather report"; "The illustrated man advertisement / Ready for action"; Dee Clark, "Hey little girl"; "Summer blonde advertisement"; Neil Diamond, "Brother love's traveling salvation show"; Robert Corff, "Don't chase me around"; Paul Revere & the Raiders (feat. Mark Lindsay), "Mr. Sun, mr. Moon"; Jose Feliciano, "California dreamin'"; I Cantori Moderni di Alessandroni, "Dinamite jim (english version)"; Vanilla Fudge, "You keep me hangin' on (Quentin Tarantino edit)"; Maurice Jarre, "Miss lily langtry (cue from The life and times of judge Roy Bean)"; "KHJ Batman promotion".
Euro
29,00
codice 2090196
scheda
Agnelli manuel (afterhours)    An evening with
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  island 
indie 90
titolo completo "An evening with Manuel Agnelli featuring Rodrigo D'Erasmo", edizione limitata delle registrazioni del concerto tenuto al Teatro del Verme di Milano il 14 e 15 aprile 2019. spettacolo che mostra il lato più intimo e confidenziale del frontman degli Afterhours. Accanto alle versioni rivisitate dei brani degli AFTERHOURS si alterneranno cover dense di significati per il suo percorso musicale e letture che hanno ispirato la sua poetica. 'An evening with Manuel Agnelli' è un'occasione per ritrovare o scoprire un lato artisticamente più intimo di uno dei personaggi più iconici della contemporaneità musicale del nostro Paese.
Euro
23,00
codice 2089586
scheda
Aldous harding    Designer
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  4ad 
indie 2000
adesivo su cellophane, inner sleeve, etichette custom. "Designer" (2019), prodotto ancora una volta da John Parish, è il lavoro della maturità della Harding : l'album, registrato e mixato tra i Rockfield Studios di Monmouth e il J&J Studio e il Playpen di Bristol, è visionario, sognante. Un piccolo gioiello folk. Hannah Harding, conosciuta professionalmente come Aldous Harding, è una cantautrice folk neozelandese. Proviene da una famiglia musicale: sua madre è la cantante folk Lorina Harding. Ha anche collaborato con molti musicisti tra cui Marlon Williams, John Parish, Mike Hadreas e Fenne Lily. Il suo secondo album "Party" 82017) è stato nominato per l'European Album of the Year Award. Il terzo album "Designer"è uscito nel 2019 per la 4AD. Attualmente la Harding vive a Cardiff, in Galles, dove vive con il socio e collaboratore Huw Evans (AKA H. Hawkline).
Euro
27,00
codice 2089691
scheda
Algiers    Ther is no year (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  matador 
indie 2000
edizione limitata in vinile "cloudy" trasparente, adesivo su cellophane, inner sleeve. Il terzo album del gruppo. note a seguire. La proposta musicale della band è originale e particolare, si propone di fondere insieme industrial, post punk, (punk)blues, gospel. Il primo album del gruppo, dal titolo omonimo, “Algiers”, esce nel 2015 ed è apprezzato dalla critica specializzata che considera il quartetto di Atlanta una bella novità del panorama musicale contemporaneo. “The Underside of Power” (2017), ripropone con efficacia la formula sonora e cifra stilistica del disco precedente : ancora una volta gli Algiers fanno girare insieme in una girandola (di suoni) impazzita ritmi industrial e vibrazioni gospel, blues.
Euro
29,00
codice 2090649
scheda
Allah-las    Lahs (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  mexican summer 
indie 2000
edizione limitata in vinile arancio, coupon per download, adesivo su cellophane.Dopo la breve (e ottima) parentesi da solista di Pedrum Siadatian a nome PAINT, tornano i californiani Allah-Las con "LAHS" (2019), quarto disco in studio della formazione di Los Angeles e prova della maturità della band, capace finalmente di scrivere e produrre canzoni completamente a fuoco, in bilico tra pop, psichedelia, surf rock, tropicalismo. Allah-Las, quartetto di Los Angeles, autore di un suono garage surf derivativo della West Coast, fra il jangle pisichedelico alla Byrds e il surf pop dei Beach Boys, vicino anche al Paesley Underground. Ha all'attivo quattro dischi in studio: l'omonimo "Allah-Las" (2012), "Worship the Sun" (2014), "Calico Review" (2016) e "LAHS" (2019).
Euro
27,00
codice 2089320
scheda
Altin gun    Gece
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  glitter beat 
indie 2000
vinile 180 grammi, coupon per download, etichette custom. Il secondo album dopo On del 2018. Gli Altin gun sono un gruppo di stanza ad Amsterdam formato dal bassista olandese Jasper Verhulst, che affascinato dalla musica pop-rock turca degli anni 70, che mischiava in maniera originalissima folk tradizionale con il rock psichedelico, ha messo su la band con musicisti provenienti dalla Turchia per un progetto che si immerge nella musica anatolica di artisti quali Baris Manço, Erkin Koray, Selda aggiornata ai nostri tempi con chitarre fuzz e ritmi tra danza del ventre e funky. Riferimenti a Goat, Baba Zula, Jacco Gardner.
Euro
24,00
codice 2090316
scheda
Ambarchi oren    Simian angel
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  editions mego 
indie 2000
inner sleeve. "Simian Angel" (2019), nuovo album di Oren Ambarchi in collaborazione con il percussionista brasiliano Cyro Baptista, è un'opera dal tocco moderno, antico e dalle mille sfaccettature : dal minimalismo elettro-acustico ad atmosfere ambient e classiche. Oren Ambarchi, nato a Sydney da una famiglia ebraica irachena, alla fine degli anni ottanta suona free jazz a Sydney, originariamente come batterista. Fa parte poi della noise band Phlegm con Robbie Avenaim, con cui co-organizza il What Is Music Festival. Il suo lavoro si concentra principalmente sull'esplorazione della chitarra, anche se suona anche la batteria e le percussioni in alcune delle sue performance live. Ambarchi ha collaborato con la drone metal band Sunn O)))). Si è esibito con Attila Csihar e Stephen O'Malley, l'altra metà dei Sunn O)))), sotto il nome Gravetemple. Ambarchi lavora anche in contesti di musica popolare ed è batterista per il gruppo Sun con il compositore/musicista Chris Townend. Ambarchi ha collaborato con il polistrumentista Paul Duncan. Ha realizzato una serie di registrazioni in duo con il polistrumentista Jim O'Rourke, la prima delle quali è l'acclamato 'Indeed' nel 2011. Nel 2017 ha lavorato con il compositore Alvin Lucier eseguendo nuove composizioni per chitarra elettrica.
Euro
27,00
codice 2087987
scheda
LP2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2019  smithsonian folkways 
classica cont.
Edizione limitata, vinile doppio pesante, copertina apribile, inserto, label nera con scritte bianche e logo Smithsonian Folkways bianco in basso, ma con scritte di indicazione della facciata di colore diverso su ciascuna delle quattro etichette, catalogo SFWLP40583. Pubblicato nel settembre del 2019 dalla Smithsonian Folkways, l'atteso album frutto della collaborazione fra Laurie Anderson (voce narrante, violino), il multistrumentista tibetano Tenzin Choegyal (canto, lingbu – flauto di bambù tibetano, dranyen – strumento a corde tibetano, campane tibetane, gong) e la figlia di Patti Smith, Jesse Paris Smith (pianoforte, campane di cristallo, gong), coadiuvati in queste sessioni da Rubin Kodheli (violoncello) e Shahzad Ismaily (percussioni). Opera ispirata al libro tibetano dei morti, "Songs from the bardo" ha avuto una lunga genesi, iniziata nel 2008 con la collaborazione fra Jesse Paris Smith e Tenzin Choegyal, i quali reclutarono poi Laurie Anderson, in particolare per la recitazione delle parti narrative. Alcuni anni dopo, queste musiche furono presentate dal vivo in una performance del 2015, e poi incise in studio nella versione che ascoltiamo in questo doppio lp. Siamo di fronte ad una magistrale sintesi fra letteratura, minimalismo, musica rituale tibetana, atmosfere ora di distesa e contemplativa spiritualità, ora percorse da un'ombrosa vena mistica alimentata da sonorità ispirate dalla musica sacra tibetana ed asiatica ed al tempo stesso dalla musica occidentale d'avanguardia. Attiva su più fronti artistici e già autrice di un singolo nel 1977, Laurie Anderson fu messa sotto contratto sul finire del 1981 dalla Warner Bros che ebbe la capacità di intuire che il brano che un singolo pubblicato in sordina nell'underground newyorchese nel settembre del 1981 nascondeva un potenziale commerciale inedito per la musica dell'artista: si trattava della celebre e splendida "O Superman", che ripubblicata dalla Warner Bros giunse incredibilmente al secondo posto delle classifiche inglesi; ma la Anderson iniziò la sua carriera già nei primi anni settanta con performance bizzarre, che rielaborano in modo originale le forme della musica minimale, nascono così progetti audaci come "Automotive" (concerto per automobili del 1972), "Duets on Ice" (messo in scena a New York nel 1974), "Songs and Stories for the Insomniac" (presentato all'Artist Space di New York e al Museum of Contemporary Art di Chicago nel 1975) e "The Hand Phone Table" (installazione sonora e visiva, realizzata presso il Projects Gallery di New York nel 1978). In quegli stessi anni, si avvicina ad alcuni musicisti d'avanguardia che si riveleranno poi decisivi per la sua maturazione artistica, da Philip Glass a Brian Eno, da John Cage a Lou Reed. Con il singolo "O Superman" e con l'album "Big Science" Laurie Anderson si impone alla ribalta internazionale conquistando critica e pubblico, merito del suo linguaggio universale, fatto di trovate spettacolari, come l'uso in scena di un violino digitale, e di una ricerca incessante sulla voce. La sua voce, infatti, si trasforma costantemente: filtrata dal vocoder, nascosta da mille effetti, inquietante, oppure semplice ed angelica, è il suo strumento musicale per eccellenza. Negli anni, Laurie Anderson realizza anche diversi video e film, compone colonne sonore per film di Wim Wenders, Jonathan Demme e per balletti tra cui ricordiamo quelli di Trisha Brown e Molissa Fenleyi, oltre a scrivere brani per la National Public Radio, la Bbc e l'Esposizione di Siviglia, nonché diversi pezzi da orchestra. Ma la sua carriera si può leggere anche come un percorso a ritroso: dall'uso della tecnologia alla riscoperta degli strumenti "tradizionali" come le percussioni che sono in particolare al centro delle sue più recenti ricerche.
Euro
45,00
codice 3512555
scheda
Apparat    Lp5
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  mute 
indie 2000
inserto, coupon per download, adesivo su cellophane. "LP5" (2019) : dieci brani dove emerge la vena malinconica e angosciante, caratteristica del sound di Apparat. Al disco ha collaborato il violoncellista Philipp Thimm (vincitore insieme allo stesso Apparat del premio Soundtrack Stars Award per la colonna sonora del film Capri Revolution) e la parte strumentale all’elettronica viene integrata con trombe, contrabassi e archi. Apparat, pseudonimo di Sascha Ring, è un musicista tedesco. Agli esordi inizia componendo musica techno con una forte componente clubbing, per poi sviluppare sempre di più sfumature ambient. Dalla Germania orientale a Berlino : nella capitale tedesca entra in conttatto con diverse personalitò tra cui T. Raumschmiere, con cui diventa comproprietario dell'etichetta di produzioni ShitKatapult Records per la quale sono finora uscite la maggior parte delle sue produzioni. Nel 2006 ha lavorato con Ellen Allien nell'album “Orchestra of Bubbles”. Nel 2007 ha formato una propria band, con Raz Ohara al piano e Jörg Waehner alla batteria, componendo così le musiche per l'album “Walls”. Nel 2009 assieme agli amici Modeselektor ha ripreso in mano il progetto Moderat, nato a Berlino nel 2002 con il primo EP "Auf Kosten der Gesundheit", ma mai mandato avanti fino al 2009 per incompressioni artistiche e di pianificazione dello stesso. Tutto ciò pubblicando un album dallo stesso titolo del progetto che ha riscosso un ottimo successo di critica; l'album è uscito su etichetta BPitch Control. Nell'aprile dello stesso anno ha ricevuto il premio Qwartz Dancefloor in occasione della quinta edizione dei Qwartz Electronic Music Awards. Nel 2014 realizza la colonna sonora dell'ultimo film di Mario Martone “Il giovane favoloso”. Nel 2019 pubblica "LP5".
Euro
30,00
codice 2086281
scheda
Avery teodross    After the rain: a night for coltrane
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2019  tompkins square 
jazz
Edizione limitata a 500 copie, vinile pesante, copertina apribile, label blu e bianca con logo Tompkins Square bianco su campo blu in alto, catalogo TSQ5630. Pubblicato nel maggio del 2019 dalla Tompkins Square, registrato dal vivo alla Sound Room di Oakland da Teodross Avery (sax tenore), Adam Shulman (pianoforte), Jeff Chambers (contrabbasso) e Darrell Green (batteria), ''After the rain'' è un tributo di Avery ad uno dei primi jazzisti che lo abbiano influenzato, il grande sassofonista John Coltrane. Quattro lunghi brani, dei quali due composizioni coltraniane (''Blues minor'', dall'album ''Africa/Brass'' del 1961, e ''Pursuance'', dal capolavoro ''A love supreme'' del 1965), gli altri due invece scritti da altri ma associati al repertorio di Trane (''Bakai'' ed ''Afro blue''). Avery suona con un raffinato approccio modale e post bop, con grande energia ed intensità emotiva, qualità espresse in modo impareggiable e caratterizzante da John Coltrane nelle proprie interpretazioni. ''After the rain'' è stato subito accolto con favore dalla stampa specializzata americana. Nato nel 1973 in California, Teodross Avery è uno dei giovani jazzisti emergenti degli anni '90: cresciuto ascoltando John Coltrane, Bobby Hutcherson, Freddie Hubbard ed Ahmad Jamal, diplomatosi al prestigioso Berklee College Of Music di Boston, emerge intorno a metà decennio suonando hard bop in album come ''My generation'' (1996), poi nel decennio successivo amplia il suo bagaglio espressivo aprendosi al linguaggio del post bop, ed a influenze soul, funk e hip hop.
Euro
23,00
codice 3512198
scheda
B boys    Dudu
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2019  captured tracks 
indie 2000
adesivo su cellophane, inserto. Il terzo album, uscito dopo "dada" del 2017 del trio di New York, interessante progetto di (post)punk, minimalista nella sua forma, che si va ad aggiungere alla recente e fiorente scena rock/(post)punk con riferimenti a gruppi quali Idles, Sleaford Mods, Protomartyr, Fontaines DC, Metz etc. note a seguire. ***clicca sul nome dell'autore per ascoltare brani da youtube****
Euro
25,00
codice 2087492
scheda
Baba zula    Derin derin
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  glitterbeat 
indie 90
vinile 180 grammi, coupon per download, adesivo su cellophane. "Derin Derin" (2019) è il ritorno discografico dei Baba Zulla, storica formazione psichedelica turca. A cinque anni di distanza dall'ultimo album in studio, "34 Oto Sanayi" (2014), il gruppo produce un disco dal forte impatto sonoro, capace di muoversi tra passato, presente e futuro unendo la tradizione folk turca con la sperimentazione psichedelica e dub. I Baba Zula sono un gruppo turco - per la precisione di Istanbul - attivo dal 1996 : nell'arco della carriera ventennale la band, guidata da Murat Ertel (voce, saz, chitarra, sitar, theremin), ha incrociato diverse strade sonore, dalla musica tradizionale folk turca al dub, dalla psichedelia alla musica per colonne sonor, dal kraut al reggae.
Euro
25,00
codice 2088065
scheda
Babii    Hiide
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  2019  death waltz 
indie 2000
fascetta laterale di presentazione (obi), vinile 180 grammi, copertina con parti lucide, inserto. Il debutto della cantante elettropop inglese, un disco di alternative pop non convenzionale con suoni elettronici. “Hiide” (2019), album di debutto della musicista inglese BABii, è un lavoro interessante in bilico tra art pop, electropop, glitch pop e synthpop, influenzato da Grimes, Purity Ring e FKA Twigs. BABii è un’artista electro pop di stanza a Margate (Inghilterra) con all’attivo un disco in studio, “Hiide” (2019) ***clicca sul nome dell'autore per ascoltare brani da youtube****
Euro
30,00
codice 2086945
scheda
Bad religion    age of unreason
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  epitaph 
punk new wave
Edizione in vinile nero, pesante 180 grammi, copertina scura e con artwork nel vano per contenere il disco, con parti lucide sul retro, corredata di inner sleeve semirigida con foto e note e di poster apribile (con testi da un lato), etichetta marrone scuro con scritte bianche e marrone chiaro. Pubblicato nel maggio del 2019 dalla Epitaph, a distanza di sei anni dal precedente "True North", il diciassettesimo album in studio per la storica punk rock band californiana. Terminata la collaborazione con il produttore Joe Barresi, qui sostituito da Carlos De La Garza, i Bad Religion incidono ''Age of reason'' con una formazione rinnovata, che include i nuovi membri Mike Dimkich (chitarra) e Jamie Miller (batteria), subentrati a Greg Hetson ed a Brooks Wackerman. I veterani Greg Graffin (voce) e Brett Gurewitz (chitarra), compongono un lavoro accolto positivamente dalla critica per la sintesi fra il loro tirato ed anthemico hardcore punk melodico, che sembra non voler invecchiare, e le forti prese di posizione sociopolitiche dei loro testi, incentrati sul clima politico e culturale occidentale di questi anni, sulle paure e le paranoie che lo percorrono. Questa band californiana che aveva esordito nel 1980 con uno storico ep; i Bad Religion furono tra le prime bands ad imprimere al punk americano quelle accelerazioni e quello scatto di ferocia (figlia dei Germs) che significarono la nascita dello hardcore. Caratterizzati da uno stile inconfondibile (ed imitatissimo), dalla capacità di inanellare un "anthem" dopo l' altro e da un impatto emotivo e fisico stordente, furono aiutati nella registrazione del loro primo album, il capolavoro ''How could hell be any worse?'' che usci' nell'aprile del 1982, dalla chitarra dell'amico Greg Hetson dei Circle Jerks; solo molti anni dopo, in seguito ad un inatteso e benvenuto ritorno sulle scene, suonando sostanzialmente la stessa musica dei loro primi dischi, ottennero i meritati sebbene tardivi riconoscimenti, con un successo ben di rado prima di allora raggiunto da una punk band americana.
Euro
28,00
codice 3022124
scheda
Bad religion    age of unreason (colored vinyl)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  epitaph 
punk new wave
Edizione limitata in vinile colorato, pesante 180 grammi, copertina scura e con artwork nel vano per contenere il disco, con parti lucide sul retro, corredata di inner sleeve semirigida con foto e note e di poster apribile (con testi da un lato), etichetta marrone scuro con scritte bianche e marrone chiaro. Pubblicato nel maggio del 2019 dalla Epitaph, a distanza di sei anni dal precedente "True North", il diciassettesimo album in studio per la storica punk rock band californiana. Terminata la collaborazione con il produttore Joe Barresi, qui sostituito da Carlos De La Garza, i Bad Religion incidono ''Age of reason'' con una formazione rinnovata, che include i nuovi membri Mike Dimkich (chitarra) e Jamie Miller (batteria), subentrati a Greg Hetson ed a Brooks Wackerman. I veterani Greg Graffin (voce) e Brett Gurewitz (chitarra), compongono un lavoro accolto positivamente dalla critica per la sintesi fra il loro tirato ed anthemico hardcore punk melodico, che sembra non voler invecchiare, e le forti prese di posizione sociopolitiche dei loro testi, incentrati sul clima politico e culturale occidentale di questi anni, sulle paure e le paranoie che lo percorrono. Questa band californiana che aveva esordito nel 1980 con uno storico ep; i Bad Religion furono tra le prime bands ad imprimere al punk americano quelle accelerazioni e quello scatto di ferocia (figlia dei Germs) che significarono la nascita dello hardcore. Caratterizzati da uno stile inconfondibile (ed imitatissimo), dalla capacità di inanellare un "anthem" dopo l' altro e da un impatto emotivo e fisico stordente, furono aiutati nella registrazione del loro primo album, il capolavoro ''How could hell be any worse?'' che usci' nell'aprile del 1982, dalla chitarra dell'amico Greg Hetson dei Circle Jerks; solo molti anni dopo, in seguito ad un inatteso e benvenuto ritorno sulle scene, suonando sostanzialmente la stessa musica dei loro primi dischi, ottennero i meritati sebbene tardivi riconoscimenti, con un successo ben di rado prima di allora raggiunto da una punk band americana.
Euro
29,00
codice 3022125
scheda
Baroness    Gold & grey
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2019  abraxan hymns 
indie 2000
doppio vinile, copertina apribile, adesivo su cellophane. "Gold & Grey" (2019), quinto disco della band americana, è il lavoro più multisfaccettato della formazione : tante sono le sfumature sonore che rivestono i brani. Dalle forti venature sludge metal e stoner, dal prog metal rock, dalla psicedelia all'art rock. I Baroness sono un gruppo musicale sludge/heavy metal statunitense formatosi nel 2003 a Savannah, Georgia, i membri sono cresciuti assieme a Lexington, Virginia. Hanno all'attivo cinque dischi : "Red Album" (2007), "Blue Record" (2009), "Yellow and Green" (2012), "Purple" (2015) e "Gold & Grey" (2019).
Euro
29,00
codice 2085975
scheda
Battiato franco    torneremo ancora
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  rca sony 
cantautori
Doppio album con copertina apribile ed adesivo sul cellophane. Pubblicato nell' ottobre del 2019, a distanza di cinque anni dal precedente lavoro in studio "Joe Patti's experimental group", questo album, registrato in studio con la Royal Philharmonic Orchestra di Londra, diretta da Carlo Guaitoli, durante le prove per il tour effettuato nell' estate del 2017, contiene nuove versioni di vecchi brani eseguiti (e perlopiu' anche composti) dall' artista catanese ed il brano inedito "Torneremo ancora", coscritto con Juri Camisasca. Questa la lista dei brani inclusi: Torneremo ancora (inedito) / Come un cammello in una grondaia / Le sacre sinfonie del tempo / Lode all'inviolato / L'animale / Tiepido aprile / Povera patria / Te lo leggo negli occhi / Perduto amor / Prospettiva Nevsky / La cura / I treni di Tozeur / E ti vengo a cercare / Le nostre anime / L'era del cinghiale bianco.
Euro
32,00
codice 2089878
scheda
Battiato franco    torneremo ancora
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  rca sony 
cantautori
Doppio album con copertina apribile ed adesivo sul cellophane. Pubblicato nell' ottobre del 2019, a distanza di cinque anni dal precedente lavoro in studio "Joe Patti's experimental group", questo album, registrato in studio con la Royal Philharmonic Orchestra di Londra, diretta da Carlo Guaitoli, durante le prove per il tour effettuato nell' estate del 2017, contiene nuove versioni di vecchi brani eseguiti (e perlopiu' anche composti) dall' artista catanese ed il brano inedito "Torneremo ancora", coscritto con Juri Camisasca. Questa la lista dei brani inclusi: Torneremo ancora (inedito) / Come un cammello in una grondaia / Le sacre sinfonie del tempo / Lode all'inviolato / L'animale / Tiepido aprile / Povera patria / Te lo leggo negli occhi / Perduto amor / Prospettiva Nevsky / La cura / I treni di Tozeur / E ti vengo a cercare / Le nostre anime / L'era del cinghiale bianco.
Euro
32,00
codice 3022898
scheda

Page: 1 of 15

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 15  ---»
Pag.: oggetti: