Hai cercato:  Nuove uscite --- Titoli trovati: : 287
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 12  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
A.a. williams    Forever blue (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  bella union 
indie 2000
edizione limitata in vinile argento, adesivo su cellophane, copertina apribile. Il disco di debutto della cantante Alex Williams, che qui suona anche chitarra, piano e violoncello. Disco dalle tinte scure e sperimentali con la voce di A.A. Williams che si stratifica su basi tra post rock e new wave con richiami ai Birthday party.
Euro
31,00
codice 2095288
scheda
Ac/dc    pwr up (red)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  columbia 
rock 60-70
Edizione in VINILE ROSSO, adesivo di presentazione del disco sul cellophane, copertina apribile, inner sleeve con foto e crediti, etichetta custom. Pubblicato nel novembre 2020, a distanza di sei anni dal precedente "Rock or Bust" (2014), il sedicesimo album in studio (seguendo la discografia internazionale del gruppo, in quella australiana e' il diciassettesimo). Descrizione completa a seguire. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
31,00
codice 2096478
scheda
Ac/dc    pwr up (yellow vinyl)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  columbia 
rock 60-70
Edizione in VINILE GIALLO, adesivo di presentazione del disco sul cellophane, copertina apribile (con barcode adesivo 194398166612 sul cellophane, sul retro), inner sleeve con foto e crediti, etichetta custom. Pubblicato nel novembre 2020, a distanza di sei anni dal precedente "Rock or Bust" (2014), il sedicesimo album in studio (seguendo la discografia internazionale del gruppo, in quella australiana e' il diciassettesimo). Descrizione completa a seguire. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
31,00
codice 2096477
scheda
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  strut 
jazz
Vinile doppio, copertina apribile, label grigio/celeste con scritte nere, logo Strut a sinistra, catalogo STRUT214LP. Pubblicato nell'agosto del 2020 dalla Strut, il settimo album dei Pyramids, successivo ad ''An angel fell'' (2018) e come quello co-accreditato al leader Idris Ackamoor. Ancora una volta inciso ai Quatermass Studios di Londra e prodotto da Malcolm Catto degli Heliocentrics, ''Shaman!'' è stato inciso con una formazione rinnovata che però include anche un membro originale della formazione dei Pyramids degli anni '70, Margaux Simmons (flauto), oltre a Bobby Cobb (chitarra), Sandra Poindexter (violino), Ruben Ramos (basso), Gioele Pagliaccia (batteria) e Jack Yglesias (percussioni). E' un album dai temi più introspettivi e meno politici rispetto ad "An angel fell": qui Ackamoor si concentra su argomenti come la mortalità, la famiglia, la spiritualità, l'amore e la perdita. Il disco è costituito da nove lunghi brani, nei quali lo afro-funk più dilatato si fonde con il jazz dalle spinte spirituali, caratterizzato da ritmiche complesse ed eleganti, belle armonie vocali, elementi caratteristici di molta musica africana tradizionale e moderna, assoli di sassofono da parte di Ackamoor più morbidi rispetto al precedente lp, cullanti melodie di violino elettrificato e di flauto. Gruppo afroamericano dedito ad un incrocio fra il free jazz e la musica percussiva africana, i Pyramids prendono forma in Europa su impulso di alcuni musicisti originari dello Ohio nel 1971; del gruppo fa parte il sassofonista Idris Ackamoor (alias Bruce Baker), autore di gran parte delle loro composizioni. Tornati in patria intorno al 1973, i Pyramids incidono e pubblicano in quello stesso anno il loro primo album ''Lalibela'', disco caratterizzato da una furiosa vena creativa che lo avvicina al free piu' esuberante. L'anno successivo pubblicano ''King of kings'', dai toni piu' spirituali e con i legami africani ancor piu' in evidenza, quindi tornano nel 1976 con ''Birth/Speed/Merging''. Si sciolsero nel 1977, per poi riformarsi circa trent'anni dopo, e pubblicare due nuovi lp: nel 2011 ''Otherworldly'', e nel 2016 ''We be all africans'', quest'ultimo a nome Idris Ackamoor & the Pyramids.
Euro
35,00
codice 3513064
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  akuphone 
indie 2000
Edizione limitata, copertina senza codice a barre, inner sleeve con artwork, label marrone con scritte gialle e logo Akuphone giallo a sinistra, catalogo AKULP1023. Pubblicato nel febbraio del 2020 dalla Akuphone, il primo album vinilico degli Ak'chamel, che arriva dopo una lunga serie di cassette uscite fra il 2013 ed il 2017. Questa misteriosa formazione underground americana è nota per le sonorità low fi delle loro pubblicazioni su musicassetta, e per una musica che intreccia elementi psichedelici, sperimentazione ed influenze di diverse culture latine ed asiatiche, calate in un contesto eccentrico ed onirico. Questo "Totemist" è il loro primo lavoro inciso in uno studio con qualità sonora professionale, che si riflette nelle sonorità più pulite e meno pesanti rispetto al passato. Contenente suoni e rumori registrati in diversi luoghi del pianeta (il traffico di Calcutta, India, l'oceano delle Hawaii, il cimitero di Terlingua, una città mineraria fantasma nel Texas occidentale, al confine col Messico), l'album offre una moderna iterazione psichedelica, delicata e fluttuante, ricca di riferimenti esotici e misteriosi che si vanno ad inserire in uno stile "folkedelico" elettroacustico, dalle sfumature sciamaniche in alcuni episodi, molto ipnotizzanti e circolari.
Euro
27,00
codice 3513030
scheda
Albini Steve, Alison Chesley, Tim Midyett, Gaelynn Lea    Music from the film Girl on the third floor
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2020  touch & go 
Doppio album, copertina apribile senza barcode, adesivo di presentazione sul cellophane. Pubblicata nel giugno 2020, la colonna sonora del film di Travis Stevens "Girl on the third floor", del 2019. Registrato dall' ex Big Black e Rapemen Steve Albini alla chitarra, leader degli Shellac, musicista e produttore tra i piu' importanti della scena alternative sin dagli anni '80, con l' ex Poi Dog Pondering Alison Chesley (cello and electronics), l' ex Silkworm ed attualmente nei Mint Mile Tim Midyett e l' ex Murder Of Crows oltre che solista Gaelynn Lea alla voce nel lungo brano che occupa per intero la seconda facciata del disco, "Irish", un lavoro affascinante, oscuro ed atmosferico, un nuovo affascinante capitolo artistico per Steve Albini, che si tratti solo di una parentesi, o dell' inizio di un interesse per il mondo delle colonne sonore.
Euro
38,00
codice 3024451
scheda
Alfio antico    trema la terra
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  al-kemi / warner bros 
cantautori
Corredato si inner sleeve. Pubblicato nel 2020 dalla Al-Kemi, il sesto album, successivo ad "Antico" (2016). Prodotto dal cantautore catanese Cesare Basile, che vi suona anche diversi strumenti elettrici ed acustici, l'album fu inciso con la collaborazione fra gli altri di Puccio Castrogiovanni dei Lautari (chitarra battente, ciaramella, marranzano, zampogna, cori) e di Alice Ferrara degli Ipercussonici (cori), Gino Mattia (vari strumenti elettronici, organo Hammond, chitarra acustica), Mattia Antico (chitarre, sintetizzatore, glockenspiel, e-bow, harmonium, etc.), Rossella Alessandrini (urlo) e Salvo Noto (campana). "Trema la terra" è un'opera che fonde potentemente le tradizioni folk della Sicilia e dell'Italia meridionale con sonorità e soluzioni moderne e vicine talora all'avanguardia, espresse con effetti e strumenti elettronici, che si integrano con i numerosi strumenti acustici tipici del folk. Ne emerge un affascinante ibridazione fra canto popolare in dialetto e sperimentazione elettronica non accademica, che in alcuni episodi presenta affinità con certe espressioni musicali di Battiato. Canzoni riflessive, talora immerse in atmosfere ombrose ed introspettive ("Nun n'aiu sonnu"), ma anche dolci canti d'amore per la vita ("Me figghiu"). Nato a Lentini nel 1956, il siciliano Alfio Antico è da tempo considerato il più importante suonatore della tammorra in Italia ed a livello internazionale: l' antico tamburo a cornice le cui origini si perdono nel tempo, e parte integrante di molta musica folk della Sicilia e dell'Italia meridionale. Antico lavorò come pastore, conciatore di pelli ed artigiano, cresciuto a contatto con la cultura e la musica popolare e tradizionale della propria terra; scoperto da Eugenio Bennato, Antico suonò in molti dei dischi dei Musicanova, lo storico gruppo di Bennato e Carlo D'Angiò, importanti esponenti della nuova musica folk dell'Italia del Sud a cavallo fra gli anni '70 e '80. Nel tempo, Antico ha collaborato anche con Lucio Dalla, Fabrizio De André e Beppe Parra, oltre che con importanti artisti di teatro quali Giorgio Albertazzi e Roberto De Simone. Autore anche di dischi solisti a partire dall'inizio del XXI secolo (cominciando con "Anima 'nginusa" del 2000, uscito a nome Alfio Antico Quartetto), Antico elabora una musica viva e moderna che prende le mosse da tradizioni ancestrali ma che non disdegna di integrare sonorità elettriche e stilemi contemporanei.
Euro
28,00
codice 3023999
scheda
Algiers    There is no year (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  matador 
indie 2000
edizione limitata in vinile "cloudy" trasparente, adesivo su cellophane, inner sleeve. "There is no year" (2020), registrato a New York dagli amici di infanzia Franklin James Fisher, Ryan Mahan e Lee Tesche, originari di Atlanta, e dal batterista Matt Tong, è stato prodotto da Randall Dunn: disco dal forte impatto espressivo unendo - ancora una volta - black music e post punk. Algiers, trio (e poi quartetto) americano formatosi nel 2007. La formazione ad oggi è composta da: Franklin James Fisher (voce, chitarra, piano, Rhodes, Wurlitzer, percussioni, violoncello, batteria, sampling), Ryan Mahan (basso, tastiere, Wurlitzer, programming, percussioni, backing vocals), Lee Tesche (chitarra, pianoforte preparato, chitarra preparata, Prophet-5, programming, backing vocals), Matt Tong (batteria dal 2015 ad oggi). La proposta musicale della band è originale e particolare, si propone di fondere insieme industrial, post punk, (punk)blues, gospel. Il primo album del gruppo, dal titolo omonimo, "Algiers", esce nel 2015 ed è apprezzato dalla critica specializzata che considera il quartetto di Atlanta una bella novità del panorama musicale contemporaneo. "The Underside of Power" (2017), lavoro che ripropone con efficacia la formula sonora e cifra stilistica del disco precedente : ancora una volta gli Algiers fanno girare insieme in una girandola (di suoni) impazzita ritmi industrial e vibrazioni gospel, blues. Nel 2020 arriva "There is no year", ennesima convincente prova discografica del gruppo.
Euro
29,00
codice 2094550
scheda
All them witches    Nothing as the ideal
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2020  new west 
indie 2000
adesivo su cellophane. copertina apribile ruvida. Il sesto album della psych-band di Nashville, adesso un trio dopo la dipartita del tastierista, vede un buono amalgama di stili che passano dallo stoner a scure ballate blues desertiche. note a seguire. All Them Witches - Charles Michael Parks, Jr (basso), Robby Staebler (batteria), Ben McLeod, Allan Van Cleave (Fender Rhodes, organo) – sono un quartetto (adesso trio) di Nashville in bilico tra psichedelia e blues rock. Hanno all’attivo quattro dischi, “Our Mother Electricity” (2012), “Lightning at the Door” (2013), “Dying Surfer Meets His Maker” (2015) e “Sleeping Through the War” (2017).
Euro
31,00
codice 2094975
scheda
All them witches    Nothing as the ideal (ltd indie)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2020  new west 
indie 2000
edizione limitata in vinile colorato trasparente, in esclusiva per i negozi indipendenti. adesivo su cellophane. copertina apribile ruvida. Il sesto album della psych-band di Nashville, adesso un trio dopo la dipartita del tastierista, vede un buono amalgama di stili che passano dallo stoner a scure ballate blues desertiche. note a seguire. All Them Witches - Charles Michael Parks, Jr (basso), Robby Staebler (batteria), Ben McLeod, Allan Van Cleave (Fender Rhodes, organo) – sono un quartetto (adesso trio) di Nashville in bilico tra psichedelia e blues rock. Hanno all’attivo quattro dischi, “Our Mother Electricity” (2012), “Lightning at the Door” (2013), “Dying Surfer Meets His Maker” (2015) e “Sleeping Through the War” (2017).
Euro
33,00
codice 2094974
scheda
Allen terry    Just like moby dick
LP2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2020  paradise of bachelors 
rock 60-70
Vinile doppio inciso su tre facciate e con la quarta facciata scolpita, allegato codice per il download digitale dell'album, copertina cartonata apribile senza codice a barre e con testi sulla parte interna, label custom a colori con artwork diverso su ciascuna delle prime tre facciate, e di dimensioni ridotte sulla quarta facciata, quella scolpita, catalogo POB-055. Pubblicato nel gennaio del 2020 dalla Paradise of Bachelors, accreditato a Terry Allen con la Panhandle Mystery Band, "Just like moby dick" esce a circa sette anni di distanza dal precedente nuovo album del cantautore, "Bottom of the world" (2013). Co-prodotto insieme a Charlie Sexton (già collaboratore di nomi come Bob Dylan e David Bowie), e composto con l'ausilio di Joe Ely e Dave Alvin, questo lavoro è stato presentato dalla Paradise Of Bachelors come il successore spirituale di "Lubbock (on everything)" (1978), il secondo album di Allen, e forse il suo capolavoro. Una raccolta di storie in musica sospese fra realismo e fantastico, ironiche ed amare, talora tragicomiche, fra Houdini in crisi esistenziale, feroci pirati, le guerre in Afghanistan ed Iraq, case mobili in fiamme e vampiri che infestano un circo... il tutto espresso con un toccante, misurato e dolente folk rock dai risvolti country. Straordinario musicista nato a Wichita, Kansas, ma cresciuto a Lubbock, vicino al confine con il Messico, Terry Allen è stato, nonostante due soli album incisi nei primi due decenni di attività, uno dei più validi esponenti della cosiddetta "border music": musica di confine, Tex-Mex, ma aperta a tutte le influenze più svariate della tradizione americana; nella sua musica, al di là dell'approccio "filologico", è evidente il segno di una fortissima personalità artistica. Artista impegnato su più fronti, è anche apprezzatissimo scultore. Il suo lp di debutto, ''Juarez'', uscì nel 1975.
Euro
41,00
codice 2096165
scheda
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  world circuit 
soul funky disco
edizione in vinile 180 grammi, fascetta con presentazione del disco ripiegata attorno alla costola, inner sleeve. Pubblicato nel marzo del 2020, il notevolissimo album frutto della collaborazione tra due figure fondamentali nella storia della musica africana, Tony Allen, tra i creatori dell' Afro-Beat essendo stato imprescindibile batterista di Fela Kuti Africa 70 and Egypt 80, oltre che autore di una starordinaria discografia solista, e Hugh Masekela, forse il piu' importante jazzista africano, purtroppo morto nel gennaio del 2018. L' album contiene le registrazioni effettuate nel 2010 ma non ultimate di un album che i due, legati da amicizia e stima di antica data, avevano a lungo progettato, ma che vede la luce solo ora, ultimato efficacemente con l' aggiunta di nuove incisioni, sotto la supervisione di Allen e del produttore Nick Gold. Il disco, diviso tra brani strumentali ed altri cantati, e' esattamente quello che ci si aspetterebbe, un incontro a meta' strada tra jazz ed afro-beat, fresco e vitale, pulsante di ottime vibrazioni e degno della storia di questi due mastodontici personaggi. Esponente di spicco della musica nigeriana, Tony Allen e' stato per molti anni, in qualita' di batterista degli Africa 70 di Fela Kuti, uno dei maggiori contributori allo sviluppo dello afrobeat, stile musicale in cui le influenze soul e funk provenienti dagli USA si fusero con le melodie ed i complessi ritmi della musica africana, prendendo piede principalmente nella Nigeria degli anni '70 e poi affermandosi a livello internazionale. Allen e' un musicista eclettico, che ha sperimentato le sue concezioni con stili etnici diversi come con il dub e lo hip hop. Il suo primo album come leader, "Jealousy", usci' nel 1975 e segno' l'inizio di una carriera solista che prosegue oltre l'inizio del nuovo secolo. E' dello stesso anno il secondo "Progress", cui seguono "No accomodation for Lagos" (79), "No discrimination" (79), "Ariya" (98), "Black voices", "Homecooking" (02), "Every season" (02), "Lagos no shaking" (06) e "Secret agent" (09). Celebre musicista sudafricano, Hugh Masekela impara presto a suonare la tromba (la prima gliela regala un prete, lo stesso che gli regala anche la seconda, ma questa gli arriva indirettamente da Louis Armstrong). Dal bebop e dallo swing degli inizi passa attraverso l'orchestra del musical africano King Kong e poi nei Jazz Epistles con Dollar Brand (Abdullah Ibrahim), la prima formazione nera di jazz a registrare un lp in Sud Africa. Inoltre nel 1960 studia a Londra e poi va a New York, dove nel 1962 esce il suo primo disco, "Trumpet Africa". Poi, con il produttore Stewart Levine, arriva uno dei suoi singoli di successo, quella "Grazing in the grass" che nel 1968 sara' prima nella classifica americana per due settimane sopra "Jumping Jack Flash" dei Rolling Stones. Negli anni '70 Masekela si indirizza verso una musica piu' africaneggiante e incontra Fela Kuti e l'afrobeat; entra quinfi negli Hedzolleh Sound; in seguito conoscera' Miriam Makeba ed infine si dara' nettamente a dure canzoni di protesta.
Euro
30,00
codice 2095871
scheda
Allman betts band    bless your heart (coke bottle clear vinyl)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  bmg 
indie 2000
Doppio album, in vinile 180 grammi di colore chiaro, copertina apribile, label custom. Pubblicato nell' agosto del 2020 dalla BMG, dopo "Down To The River" del 2019, il secondo album della band formata dai figli di Gregg Allman e Dickey Betts, membri storici degli Allman Brothers. La Allman Betts Band è stata formata nel 2018 per celebrare il cinquantesimo anniversario della fondazione della storica band con cui ha forti legami, la Allman Brothers Band: il progetto nasce infatti per la volontà di Devon Allman (chitarra, voce), figlio di Gregg, e di Duane Betts (chitarra, voce), figlio di Dickey, due membri cardine della storica band di Southern rock inizialmente guidata dal compianto Duane Allman (scomparso in un incidente nel 1971). Accompagnati da Berry Oakley Jr. (basso, anche lui figlio di un altro membro storico degli Allman Brothers, Berry Oakley), Johnny Stachela (chitarra, voce), John Ginty (tastiere), R. Scott Bryan (percussioni, voce) e John Lum (batteria), gli Allman Betts Band non si limitano a suonare solo pezzi della storica formazione dei loro genitori, ma i due leader compongono anche nuovo materiale ed e' naturale arrivare, nel 2019, all' incisione di un album, "Down To The River", a cui segue nel 2020 questo secondo lavoro, sempre all' insegna dell' orgoglio per le radici musicali dei due, con una band che suona una musica lirica e potente al tempo stesso, con spazio a bei voli strumentali chitarristici, intrisa di blues, soul, country ma muscolare e decisamente rock, rimanendo insomma fedeli alla "tradizione" del Southern rock di cui i loro padri erano stati i principali artefici.
Euro
32,00
codice 3024910
scheda
Almond marc    chaos and a dancing star
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  bmg 
punk new wave
Edizione regolare in vinile nero, copertina apribile. Pubblicato nel gennaio del 2020 dalla BMG, a distanza di oltre due anni dal precedente lavoro in studio "Shadows and Reflections", il ventitreesimo album solista in studio dell' artista inglese ex Soft Cell e Marc & the Mambas. Ospite nel brano "Lord of Misrule" Ian Anderson dei Jethro Tull con il suo flauto, ma va menzionata anche la presenza di Neal X, ex chitarrista dei Sigue Sigue Sputnik, e qui suona in più di metà dei brani; produttore e co-autore dei brani è Chris Braide, con il quale Almond aveva collaborato nell'apprezzato album del 2015, "The velvet trail". Una propensione per ballate e midtempo drammatici e decadenti, con una vena rock che pulsa sotto la superficie, è evidente in pezzi come "Black sunrise"; risaltano lenti episodi come la misteriosa "Giallo" (con elementi nelle melodie che richiamano le colonne sonore di film gialli e thriller di molti decenni addietro) o "Hollywood fever", storia di ambizioni, luci splendenti e rovine esistenziali; bellissima "The crow's eyes have turned blue", episodio classicamente almondiano, dolente ed amara ballata pianistica che esprime il lato più malinconico e struggente del cabaret con grande eleganza. "Figthing a war" è uno degli episodi più vivaci, sostenuta da un groove elettronico in mid tempo e ballabile, ma la maggior parte delle canzoni si mantiene su toni cullanti e ritmi rilassati, altro esempio ne è l'avvolgente "Cherry tree", nella quale la critica ha ravvisato non a torto una vena bowieana. Ben amalgamata e gradevole è anche la miscela sonora fatta di pianoforte, strumenti elettrici ed elettronici e, talora, arrangiamenti di archi molto composti e suadenti.
Euro
28,00
codice 3023957
scheda
Alva noto    Xerrox vol.4
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  raster noton 
indie 2000
doppio vinile, copertina apribile, etichette custom. “Xerrox Vol.4” (2020) è il quarto volume del progetto “Xerrox” di Alva Noto. Utilizzando il processo di copia come base, la serie Xerrox lavora sulla manipolazione di dati per creare riproduzioni infinite. La procedura prevede la continua creazione copie di altre copie, il suono diventa sempre più alterato e difficilmente può essere riconducibile al materiale sorgente. Alva Noto è uno dei progetti musicali dell'artista audiovisivo tedesco Carsten Nicolai, cresciuto nella Germania dell'Est e poi trasferitosi a Berlino, dopo aver studiato architettura e design di paesaggi, appassionandosi al tema del rapporto fra suono e spazio. Nicolai fonda quindi un'etichetta discografica, la Noton.Archiv Fuer Ton Und Nichtton (che alla fine degli anni '90 diventerà Raster-Noton in seguito ad una fusione), e nella seconda metà degli anni '90 comincia a pubblicare lavori dietro le sigle Noto e Signal, progetti a cui si sovrappongono nel decennio successivo Alva Noto ed Aleph-1. Nel corso degli anni ha sperimentato con varie concezioni sonore elettroniche, dalla musica collage al glitch, dalla techno al dubstep.
Euro
29,00
codice 2094545
scheda
Apartments    in and out of the light
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  riley / talitres 
punk new wave
Copertina apribile, adesivo di presentazione sul cellophane, codice per download digitale dell' album. Pubblicato dalla francese Talitres nel settembre del 2020, a cinque anni di distanza da "No Song No Spell No Madrigal" (2015), l' ottavo album. Il gruppo di Peter Milton Walsh (la cui voce ricorda a tratti molto quella di Mike Scott dei Waterboys), coadiuvato solo in parte dagli stessi musicisti del lavoro precedente (tra di essi la voce di Natasha Penot) ritorna con una nuova raccolta di delicati brani autunnali e malinconici, eseguiti con grande sensibilita' ed arrangiati con eleganza, facendo anche uso di archi, tromba e piano, oltre che con la usuale strumentazione rock, espressione matura del lato piu' fragile e delicato della multiforme scena rock australiana emersa negli anni '80. Attivi sin dal lontano 1978, formati a Brisbane da Peter Milton Wlash, gli australiani Apartments pubblicarono il loro primo 7ep nel '79 per la Able label degli amici Go-Betweens (di cui Walsh fu anche per un breve periodo un componente), poi scomparvero dalle scene per lunghi anni, con Walsh autore di un singolo nel 1980 con gli Out of Nowhere, e quindi, dopo una parentesi statunitense, nei Laughing Clowns di Ed Kuepper (suona il basso nell' album "Law Of Nature"). La band torna pero' attiva e nel 1984, tra gli altri con l'ex Fun Things Graeme Beavis alla chitarra, incide un singolo, prima del trasferimento a Londra di Walsh che diede vita all' ennesima line up del gruppo, riuscendo finalmente ad incidere il suo primo album, "The Evening Visits...", autentico disco di culto registrato con la partecipazione di personaggi come Ben Watt (Everything But The Girl), Clare Kenny (ex Orange Juice) e Graham Lee (Triffids). Peter Walsh vi si rivela autore di grande caratura e personalita', in un filone del tutto particolare (dalle parti di certo David J solista, di un magnifico perdente come Nikki Sudden), quello di un cantautorato tormentato e crepuscolare, dove un lirismo intenso ma sempre ripiegato su se stesso da' vita ad episodi di grande fascino, elettroacustici ed autunnali, come sara' anche negli anni a venire per i troppo pochi lavori incisi di tanto in tanto, sempre lontano dalla luce dei riflettori.
Euro
25,00
codice 3025088
scheda
Apple fiona    Fetch the bolt cutters (ltd bronze)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  sony 
indie 90
edizione limitata in doppio vinile bronzo 180 grammi, booklet con testi, coupon per download. “Fetch the Bolt Cutters” (2020), pubblicato a otto anni di distanza da “'The Idler Wheel...”, è il ritorno discografico di Fiona Apple: l’album, considerato dalla critica specializzata una delle produzioni più belle del 2020, ci consegna l’artista in stato di grazia. Tra blues, country, rock, jazz. Fiona Apple è una cantautrice americana, esordisce nel 1996 con l’album “Tidal”. È stata otto volte candidata ai Grammy Award e vincitrice di un Grammy Award alla migliore interpretazione vocale rock femminile per il brano '”Criminal” I suoi album hanno raggiunto i primi cinque posti della classifica statunitense in quattro decenni consecutivi.
Euro
40,00
codice 2094525
scheda
Apple fiona    Fetch the bolt cutters (ltd pearl)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  sony 
indie 90
edizione limitata in doppio vinile opaco perla, 180 grammi, booklet con testi, coupon per download. “Fetch the Bolt Cutters” (2020), pubblicato a otto anni di distanza da “'The Idler Wheel...”, è il ritorno discografico di Fiona Apple: l’album, considerato dalla critica specializzata una delle produzioni più belle del 2020, ci consegna l’artista in stato di grazia. Tra blues, country, rock, jazz. Fiona Apple è una cantautrice americana, esordisce nel 1996 con l’album “Tidal”. È stata otto volte candidata ai Grammy Award e vincitrice di un Grammy Award alla migliore interpretazione vocale rock femminile per il brano '”Criminal” I suoi album hanno raggiunto i primi cinque posti della classifica statunitense in quattro decenni consecutivi.
Euro
34,00
codice 2094417
scheda
Apple fiona    Fetch the bolt cutters (ltd pearl)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  sony 
indie 90
edizione limitata in doppio vinile opaco perla, 180 grammi, booklet con testi, coupon per download. “Fetch the Bolt Cutters” (2020), pubblicato a otto anni di distanza da “'The Idler Wheel...”, è il ritorno discografico di Fiona Apple: l’album, considerato dalla critica specializzata una delle produzioni più belle del 2020, ci consegna l’artista in stato di grazia. Tra blues, country, rock, jazz. Fiona Apple è una cantautrice americana, esordisce nel 1996 con l’album “Tidal”. È stata otto volte candidata ai Grammy Award e vincitrice di un Grammy Award alla migliore interpretazione vocale rock femminile per il brano '”Criminal” I suoi album hanno raggiunto i primi cinque posti della classifica statunitense in quattro decenni consecutivi.
Euro
34,00
codice 2093951
scheda
Arab strap    The turning of our bones
7" [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  rock action 
indie 90
sul lato b il brano "the jumper", etichette custom. Ebbene sì due nuovi brani del mitico duo scozzese composto da Aidan Moffat e Malcolm Middleton a ben 15 anni dall'ultima uscita. Formati a Falkirk nel 1995 da Aidan Moffat e Malcolm Middleton, gli Arab Strap sono stati uno dei piu' importanti e talentuosi gruppi della vivace scena indie rock scozzese di fine secolo. Caratterizzati da ritmi lenti, sonorita' sparse e crepuscolari in cui impiegavano scarne melodie chitarristiche come strumenti elettronici, atmosfere decadenti e testi cantati / narrati con un forte accento scozzese che parlano in modo diretto di sessualita', tradimenti, droghe ed alcol, gli Arab Strap divennero ben presto beniamini della critica britannica, che acclamo' il primo album ''The week never starts round here'' (1996), uscito come quasi tutte le loro pubblicazioni successive sulla cult label di Glasgow Chemikal Underground. Dopo una breve sequenza di album, il gruppo si sciolse nel 2006; Moffat ha portato avanti fra i tardi anni '90 ed i primi anni 2000 anche un altro progetto, Lucky Pierre.
Euro
11,00
codice 2095948
scheda
Arbouretum    Let it all in (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2020  thrill jockey 
indie 2000
edizione limitata in vinile colorato, “Let it All in” (2020), decimo disco della band, è stato registrato ai Wrightway Studios insieme a Steve Wright. Scrittura sempre in bilico come sempre tra folk, psichedelia, americana. È rurale, cosmico, sperimentale quest’ultimo album degli Arbouretum. Un viaggio cosmic folk-rock. Gli Arbouretum si formano nel 2002 ad opera del musicista di Baltimora Dave Heumann, già collaboratore di Papa M, Will Oldham, Cass McCombs ed Anomoanon; Heumann raccoglie inizialmente attorno a sè alcuni musicisti fra cui Walker David Teret (già in Anomoanon), David Bergander (poi sostituito da Mitchell Feldstein, già nei Lungfish) e Rob Girardi. Il gruppo incide e pubblica nel 2004 il primo album "Long live the well-doer" e nel 2007 il seguito "Rites of uncovering". Succedono poi "Song for the pearl" (09) e "The gathering" nel 2011. Gli Arboretum propongono un indie rock dalle sonorità influenzate dal rock blues acido dei Grateful Dead dei primi anni '70 e dell'ultimo Hendrix, a cui si unisce un approccio emotivo che li ha fatti accostare a Will Oldham, mentre il canto ed i testi di Heumann hanno riferimenti letterari e ''proto religiosi'' come lui stesso ha detto. Altri riferimenti più recenti possono essere Black Mountain, Pink Mountaintops ed i Lungfish piu' quieti e meditativi.
Euro
30,00
codice 2094912
scheda
Arca    Kick i
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  xl 
indie 2000
copertina apribile con parti lucide. booklet, il quarto album per Alejandra Ghersi in arte ARCA, con apparizioni di ospiti quali Björk , Rosalía, Shygirl e SOPHIE. note a seguire. artista d'origini venezuelane, Alejandra Ghersi, conosciuto per le collaborazioni con Kanye West, Mykki Blanco e FKA Twigs. Elettronica d'avanguardia ottenuta processando e filtrando pianoforti, archi e quant'altro, con sofisticazioni sonore, ondulazioni, loops, reverberi, ritmiche continuamente sfaccettate e campionamenti vocali. Un mix di componenti classiche, dub step, IDM, techno e trance, che si rivela magnetico fin dal primo ascolto: un corpo sonoro a se' stante, plasmato da influenze multiple, che evidenziano il backgorund classico e l'abilita' nella manipolazione sonora attraverso sofware.
Euro
29,00
codice 2093574
scheda
Askew ed    2020 Seven songs
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  improved sequence 
rock 60-70
Vinile a 45 giri, copertina senza codice a barre, label bianca e nera con grande logo Improved Sequence, catalogo IMP006. Pubblicato nel settembre del 2020 dalla Improved Sequence, il nuovo album di Ed Askew, successivo a "Art and life" (2017). Frutto del lungo sviluppo di un personale metodo di incisione casalinga, che presenta sia caratteri sfumati che concisione, Ed Askew, impiegando armonica e sintetizzatori, con i quali replica anche sonorità pianistiche, ci consegna qui un set di sette lirici e malinconici quadretti di poesia metropolitana, che riflettono molto anche la situazione sociale ed esistenziale generata dalla pandemia di COVID-19: Askew canta di attese di tempi meno difficili, riconciliazioni con amori perduti, riflessioni sullo scorrere del tempo e sull'isolamento individuale che ha condizionato anche i musicisti ed il loro modo di suonare; Askew esprime i suoi testi con una voce quasi flebile, lenta, che sembra voler sottolineare il peso di ciascuna parola, e che in certi episodi assume un tono quasi confessionale; il suono pianistico, creato con il sintetizzatore Alesis, domina gran parte dell'opera, dando l'idea di un autore da solo con il suo pianoforte, occasionalmente dialogando con l'armonica, o supportato da bordoni elettronici che evocano malinconici arrangiamenti di archi. Questo oscuro cantautore, poeta e pittore americano è ricordato dal punto di vista musicale per il suo primo ed a lungo unico album ''Ask the unicorn'', uscito nel 1969 su ESP, disco ormai di culto, caratterizzato anche per l'uso del tiple, una chitarra di dimensioni ridotte particolarmente difficile da suonare; lo sforzo profuso nel suonare lo strumento aveva effetto anche sul canto di Askew, rendendo ulteriormente originale la sua musica. Dopo questo lavoro Askew realizzo' una rara cassetta, ''Imperfection'', nel 1984. Askew rimarrà a lungo senza pubblicare nuovo materiale, ma negli anni 2000 riprenderà ad incidere ed a far uscire interessanti dischi.
Euro
23,00
codice 3513143
scheda
Astatke mulatu + black jesus experience    To know without knowing
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  agogo 
world
Label custom, catalogo AR135VL. Pubblicato nel luglio del 2020 dalla Agogo, il secondo album in collaborazione fra il maestro etiope Mulatu Astatke ed i Black Jesus Experience, gruppo basato in Australia ed attivo dal primo decennio del XXI secolo, influenzato fortemente dal jazz etiope di cui Astatke è uno dei padri fondatori. La loro prima collaborazione a 33 giri "Cradle of humanity" aveva visto la luce nel 2016; con "To know without knowing" Astatke (vibrafono, piano elettrico Wurlitzer, congas) ed il gruppo, con un folto cast di strumentisti che include una sezione di ottoni e varie voci maschili e femminili, propongono sei lunghi brani dove largo spazio è lasciato alle parti strumentali, con bel flauto volentieri in evidenza insieme agli ottoni, una chitarra dal sound molto funk e sinuoso, eteree linee di vibrafono ed un groove ritmico che si muove fra funk e jazz con fluidità. Musicista importantissimo nell'ambito del jazz etiope, di cui è considerato uno dei fondatori, Mulatu Astatke ebbe la possibilità di formarsi musicalmente a Londra e negli Stati Uniti, studiando negli anni '60 presso quello che sarebbe poi diventato il Berklee College Of Music di Boston; successivamente è attivo a New York con il suo gruppo jazz Ethiopians, con il quale comincia a sviluppare la sua idea di ''ethio jazz'', incrociando jazz, musica latina ed etiope. Tornato in patria alla fine del decennio, inserisce elementi soul e funk nella sua musica e diventa uno dei musicisti più influenti dell'Etiopia. Viene ''riscoperto'' all'inizio del nuovo secolo in seguito all'inserimento di alcuni dei suoi brani nella colonna sonora del film ''Broken Flowers'' di Jim Jarmusch.
Euro
28,00
codice 3512994
scheda
Autechre    Plus
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  warp 
indie 90
doppio vinile, copertina ruvida, inner sleeves. A pochi giorni da "sign" un nuovo album per il duo elettronico inglese. "plus" è gemello della precedente uscita, già a partire dalla copertina, quasi un continuo con i suoni ed i vuoti di "sign" come a formare un solo disco. note a seguire. Duo di musicisti elettronici di Manchester, formato da Sean Booth e Rob Brown, gli Autechre sono, al pari di Aphex Twin e Boards Of Canada, fra i massimi esponenti della musica elettronica dagli anni '90 in poi, realizzando una techno complessa e cerebrale ma ricca di spunti anche sotto l'aspetto ritmico; il loro stile e' stato definito da alcuni "ambient-techno". Album come ''Incunabula'' (1993) e ''Tri-repetae'' (1995) sono considerati fra i loro principali.
Euro
30,00
codice 2096545
scheda

Page: 1 of 12

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 12  ---»
Pag.: oggetti: