Hai cercato:  Nuove uscite --- Titoli trovati: : 392
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 16  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
********    The drink
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  weird world 
indie 2000
doppio vinile 180 grammi, etichette bianche scritte nere. "The Drink" (2018) è il debutto discografico di un duo misterioso, si fanno chiamare con una serie di asterischi ********, che stanno per l'acronimo Guinness, Generally. Underwhelmed. Incognito. Niceties. Not. Even. Slightly. Suggestive. Il loro debutto è un lavoro minimale ma ispirato : tra lo fi, minimal wave, ritmi sbilenchi, synth, drum machine la band crea uno scenario sonoro straniante e affascinante. ******** è il nome misterioso di un duo britannico, l'asterisco si riferisce a una parola il cui acronimo forma Guinness, Generally. Underwhelmed. Incognito. Niceties. Not. Even. Slightly. Suggestive. La formazione è composta da Ailie Ormston, artista di Glasgow e attiva nella ristorazione, e O, responsabile di un centro ricreativo a Edimburgo. Debuttano con l'album "The Drink" nel 2018.
Euro
29,00
codice 2076396
scheda
A place to bury strangers    Pinned (deluxe)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2018  dead oceans 
indie 2000
edizione limitata in doppio vinile colorato rosso opaco, copertina metallizzata, obi laterale, coupon per download, inserto. "Pinned" è il quinto disco degli A Place to Bury Strangers, a tre anni di distanza da "Transfixiation" (2015). Come in passato, la formazione continua a innalzare un muro fragoroso e rumoroso, tra effetti, distorsioni e amplificatori. Fedele alla linea, quella di un wall of sound sempre forte e possente. A Place to Bury Strangers : terzetto formatosi a New York ad opera di Oliver Ackermann (ex Skywave), costruttore di congegni di distorsione per chitarre e musicista. Attualmente la line up è attualmente composta da Oliver Ackermann (voce, chitarra e basso), dal neozelandese Dion Lunadon (basso, chitarra) e Lia Simone Braswell (batteria). Anche se in passato hanno fatto parte della band Jono Mofo (basso), Tim Gregorio (basso), Robi Gonzalez (batteria) e Jay Space (batteria). Il suono del gruppo si caratterizza soprattutto (ma non solo) per il rumoroso muro di chitarre, in perfetto stile shoegaze.
Euro
33,00
codice 2076660
scheda
A toys orchestra    Lub dub
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  ala bianca 
indie 2000
adesivo su cellophane, copertina apribile, inner sleeve. "Lub Dub" (2018) è il settimo album degli Gli …A Toys Orchestra, a quattro anni di distanza da "Butterfly Effect" (2014). La band è ritornata a lavorare in studio con Giacomo Fiorenza, che aveva seguito i primi passi della band (“Cuckoo Boohoo” e “Technicolor Dreams”). Il titolo - "Lub Dub"- è significativo : “lub” è il primo suono del ciclo cardiaco, “dub” è prodotto dal movimento di chiusura delle valvole aortica e polmonare. La band di Agropoli produce un disco che sa di passione e sudore : scrive una serie di canzoni che trovano la propria forza nelle mille sfumature del pop e del rock. Gli …A Toys Orchestra, band indie rock campana, si formano nel 1998. Dopo essere stati inclusi nella raccolta "Soniche Avventure" e aver vinto il concorso "Gruppo Soniche" del 2000 (Sony/Fridge), nel giugno 2001 danno alle stampe il loro primo disco in studio "Job" (Fridge rec). Nel 2003 partecipano e vincono MusicalBox di Urbino. Nell'autunno 2003 il gruppo passa dalla Fridge alla Urtovox Records, iniziando a registrare il nuovo album che viene pubblicato nell'Ottobre 2004 col titolo Cuckoo Boohoo e viene apprezzato da pubblico e critica. Il 19 marzo 2007 arriva un nuovo disco, "Technicolor Dream", prodotto insieme a Dustin O’Halloran (Devics). Il 23 novembre 2007 il P.I.M.I. (Premio Italiano Musica Indipendente) e la SIAE assegnano a “Technicolor Dreams” il premio della critica Miglior Disco dell'Anno con una targa consegnata in apertura al MEI di Faenza (Ra). Nel 2010 esce "Midnight Talks", seguito da "Midnight (R)evolution" (2011), "Butterfly Effect" (2014) e "Lub Dub" (2018).
Euro
22,00
codice 2079740
scheda
Aa.vv. (david bowie, mick ronson, et al.)    Beside bowie: the mick ronson story – the soundtrack
LP2 [edizione] nuovo  stereo  cze  2018  universal music 
rock 60-70
Vinile doppio da 180 grammi, allegato coupon per il download digitale dell'album, copertina apribile con ''made in the czech republic'' sul retro in basso, inner sleeve con artwork a colori, label custom nera con parte gialla, titolo in rosso e scritte bianche e gialle sul primo vinile, nera con parte rossa, titolo in giallo e scritte bianche e gialle sul secondo vinile, catalogo 00600753826324. Pubblicata nel 2018 dalla Universal Music Group, la colonna sonora del film documentario ''Beside Bowie: the Mick Ronson story'' (2017), diretto da Jon Brewer, che racconta la storia di Mick Ronson. Grande chitarrista inglese, elemento fondamentale nella musica di gran parte delle incisioni di David Bowie nella prima meta' dei '70, oltre che al lavoro con innumerevoli altri musicisti e gruppi (restando in tema, i Mott The Hoople), Mick Ronson (1946-1993) inizia la sua carriera musicale a Hull nei primi anni '60 con i Marines e poi nei King Bee (non la band di Bowie); piu' tardi e' a Londra con i Voice prima e con i Rats dopo. Finalmente nel 1969 si unisce agli Hype, la backing band di David Bowie, e con lui registra ''The man who sold the world'', poi ritorna a Hull e forma i Ronno, che firmano per la Vertigo, ma non incideranno mai perche' Bowie lo richiama per ''Hunky dory''. Ronson diviene quindi il chitarrista dei futuri ''Spiders from mars'' e suona con bowie fino al 1974, quando, sciolti gli Spiders, debutta da solista, con il 45 giri ''Love me tender'' e poi con il primo album ''Slaughter on the 10th avenue'', ben accolto sia dalla critica che dal pubblico inglesi. Questa colonna sonora contiene celebri brani ai quali Ronson ha dato importanti contributi, da quelli del brillante periodo glam di Bowie fino a Ian Hunter (Mott The Hoople) ed Elton John, senza trascurare pezzi solisti. L'album contiene anche un'inedita ''This is for you'' interpretata da Joe Elliott, cantante dei Def Leppard. Questa la scaletta: QUEEN, IAN HUNTER, DAVID BOWIE, MICK RONSON, JOE ELLIOTT & PHIL COLLEN, ''ALL THE YOUNG DUDES (LIVE)''; MICHAEL CHAPMAN, ''SOULFUL LADY''; ELTON JOHN, ''MADMAN ACROSS THE WATER''; DAVID BOWIE, ''MOONAGE DAYDREAM''; DAVID BOWIE, ''CRACKED ACTOR''; DAVID BOWIE, ''TIME''; IAN HUNTER, ''ONCE BITTEN, TWICE SHY''; MICK RONSON, ''I’D GIVE ANYTHING TO SEE YOU''; MICK RONSON, ''HARD LIFE''; MICK RONSON, ''MIDNIGHT LOVE''; MICK RONSON, ''LIKE A ROLLING STONE''; JOE ELLIOTT, ''THIS IS FOR YOU''; QUEEN, DAVID BOWIE, AND MICK RONSON, ''HEROES (LIVE)''; MIKE GARSON, ''TRIBUTE TO MICK RONSON''.
Euro
33,00
codice 3511318
scheda
Aa.vv. (folk laos)    Music of northern laos - provinces of luang namtha and phongsaly
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  akuphone 
world
Allegato coupon per il download digitale dell'album, copertina ruvida fronte retro, inserto con note, label nera con scritte bianche e marroni, catalogo AKULP1010. Pubblicato nel 2018 dalla Akuphone, questo e' uno dei due volumi musicali dedicati alla riscoperta delle tradizioni musicali delle importanti minoranze etniche del Laos, le quali compongono circa la meta' della popolazione, a fronte dell'etnia principale dei Lao, la cui cultura musicale e' piu' conosciuta all'estero. Questi due lp, ''Music of southern Laos'' e ''Music of northern Laos'', sono stati assemblati da Laurent Jeanneau da numerose registrazioni da lui effettuate in varie zone del Laos fra il 2006 ed il 2013, risultando in una vera opera di ricerca etnomusicale, che imprime su vinile le i canti e le musiche espressi dai musicisti locali. Questo ''Music of northern Laos'' ovviamente e' incentrato sulla zona settentrionale del paese, descritto da Jeanneau come un vero mosaico etnico che contiene esempi di molte delle categorie etno-linguistiche dell'Asia sud-orientale, dove vivono popolazioni Hmong. Akha, Khmu e Lantenes, ciascuna portatrice delle proprie tradizioni musicali. Questa la scaletta: ''White hmong queej'', ''Lantene (moon) women'', ''Khmu ou tot'', ''Khmu ou pi'', ''Akha chuluba'', ''Bit protect the forest'', ''Dark blue yao (moon) ceremony'', ''Akha new year song'', ''Khmu jiakoot''.
Euro
23,00
codice 3511480
scheda
Aa.vv. (folk laos)    Music of southern laos
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  akuphone 
world
Allegato coupon per il download digitale dell'album, copertina ruvida fronte retro, inserto con note, label nera con scritte bianche e marroni, catalogo AKULP1009. Pubblicato nel 2018 dalla Akuphone, questo e' uno dei due volumi musicali dedicati alla riscoperta delle tradizioni musicali delle importanti minoranze etniche del Laos, le quali compongono circa la meta' della popolazione, a fronte dell'etnia principale dei Lao, la cui cultura musicale e' piu' conosciuta all'estero. Questi due lp, ''Music of southern Laos'' e ''Music of northern Laos'', sono stati assemblati da Laurent Jeanneau da numerose registrazioni da lui effettuate in varie zone del Laos fra il 2006 ed il 2013, risultando in una vera opera di ricerca etnomusicale, che imprime su vinile le i canti e le musiche espressi dai musicisti locali. Questo ''Music of southern Laos'' ovviamente e' incentrato sulla zona meridionale del paese, dove molto importante e' lo stile canoro molam (o mor lam), molto praticato anche nella regione dello Isan in Tailandia, confinante appunto con il Laos ed abitata da minoranze etniche, il cui tema principale e' quello amoroso; musicalmente lo strumento piu' importante per questo stile, soprattutto nella sua versione acustica e piu' antica, e' il khene, strumento a fiato simile ad un organo a bocca, che assume caratteristiche diverse a seconda del gruppo etnico che lo impiega. Questa la scaletta: ''Brao lave gongs'', ''Ta oy courting song'', ''Triang pao kabang'', ''Nyaheun 'jeu phawn peng gawng ploung ken''', ''Katu song'', ''Lao lam saravan'', ''Oi duet'', ''Alak gongs'', ''Alak khene molam'', ''Pacoh song''.
Euro
23,00
codice 3511479
scheda
Aa.vv. (shirley collins, et al.)    Ballad of shirley collins ost
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  earth 
rock 60-70
Edizione limitata in vinile rosa, inserto esterno a protezione della costola con note di presentazione, label in bianco e nero, catalogo EARTHLP029. Pubblicata nel marzo del 2018 dalla Earth, questa e' la colonna sonora del documentario sulla vita della meravigliosa cantante folk inglese Shirley Collins, diretto da Rob Curry e Tim Plester ed uscito nel 2017 con il titolo di ''The ballad of Shirley Collins''. La colonna sonora contiene sia registrazioni rare o addirittura inedite effettuate della stessa Shirley, fra cui una ''Eight five spiritual'' registrata nel 1958 per la BBC e rimasta finora inedita, che brani vintage interpretati da altri artisti ed in tono con la ricerca musicale folk di Collins ed i contenuti del documentario: fra essi, troviamo Ishman Williams, Texas Gladden, Sid Hemphill, Lucius Smith e Ruby Vass, muscisti e cantanti folk, spiritual e blues provenienti da quel mondo esplorato a fine anni '50 da una giovane Shirley Collins insieme all'allora compagno e musicologo Alan Lomax, nel loro straordinario viaggio di riscoperta etnomusicologica del Sud degli Stati Uniti, raccontato fra l'altro nel bellissimo libro ''America over the water'' scritto da Shirley nel 2004 e pubblicato nel 2005. Questa la scaletta: Shirley Collins - "All I Ever Wanted", Shirley Collins - Calvary Hill, Ishman Williams & The Williams Singers - Got On My Travelling Shoes, Shirley Collins - ?“Do You Want Me To Start, Alan", Texas Gladden - I Never Will Marry, Sid Hemphill and Lucius Smith - Come on Boys, Let's go to the Ball, Horton Barker - A Rich Irish Lady, Ian Kearey - The Poor Drowned Sailor, Sidney Hemphill Carter – Pharoah, Shirley Collins - ?“I Used To Could Sing", Shirley Collins - Outtake?(London 1959), Shirley Collins - "Theres Never Been A Merry England", Andy Hemsley and Hastings Jack in the Green - Seeds of Love, N.J Brothers & The United Sacred Harp Musical Association – Calvary, Lucius Smith - Make Lulu Behave Herself, Ruby Vass - Single Girl, Married Girl, Shirley Collins - “I Can’t Really Forget Them", George Stoneman - Sally Anne, Michael J York & Ossian Brown - The Cloud House?/?Cyclobe -?Son Of Sons of Light / George Collins – Dolly, Dolly Collins - Missa Humana (excerpt), Shirley Collins - Wondrous Love.
Euro
23,00
codice 3510917
scheda
Acid mothers temple    Electric dream ecstasy
Lp [edizione] nuovo  stereo  bra  2018  essence music 
indie 90
edizione limitata a 200 copie in vinile nero pesante, copertina ruvida, etichette custom. Nuovo album per il longevo gruppo giapponese di Kawabata Makoto con i fedeli Hiroshi Higashi e Mitsuru Tabata, e con le new entries dei giovani Satoshima Nani alla batteria, Wolf al basso ed il vocalist Jyonson Tsu che hanno ri-energizzato il suono della band, qui alle prese con tre ottimi lunghi brani che spaziano da selvaggie cavalcate psichedeliche ad acustiche pastorali con complessi arrangiamenti. Collettivo musicale dall'organico in continuo mutamento, esordiscono su lp con un apprezzato album eponimo nel 1997, seguito negli anni successivi da un gran numero di pubblicazioni, spesso dalla durata di un doppio lp, fra cui citiamo ''La novia'' (2000), con contaminazioni di musica occitana, ''Univers zen ou de zero a zero'' (2002) e ''Pataphysical freak out MU!'' (originariamente uscito nel 1999, riedito su vinile nel 2002 ad opera della Eclipse). I loro lunghi brani alternano selvagge tempeste chitarristiche ispirate a Hendrix, Blue Cheer, Amon Duul e noise con brani semiacustici dal sapore acid folk e con lunghe suite cosmiche in stile Tangerine Dream; il tutto e' spesso contraddistinto da acustica low fi e bizzarri interventi vocali e di sintetizzatore.
Euro
29,00
codice 2078340
scheda
Acid mothers temple/lee van cleef    Psychedelic battles - volume five
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  vincebus eruptum 
indie 2000
edizione strettamente limitata in vinile giallo di 300 copie, copertina lucida, etichette custom. Split giocato su un'ipotetica battaglia psichedelica tra i giapponesi "acid mothers...", veterani della scena psych underground, qui con un brano "flying teapot", che viene "affrontata" con tre brani dai Lee Van Cleef, band italiana di Napoli, trio autore di una heavy psichedelia stoner di ottima fattura.
Euro
27,00
codice 2080638
scheda
Adolescents    cropduster
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  concrete jungle 
punk new wave
Edizione limitata, nella versione in vinile rosso e nero, pesante 180 grammi, copertina apribile, corredata di download card, etichetta nera con scritte rosse e bianche. Pubblicato nel luglio del 2018, a due anni di distanza dal precedente "Manifest density", il nono album in studio, ennesima solida prova del nuovo corso della storica harcore punk band californiana che aveva esordito con lo storico e straordinario album "Adolescents" nel 1981. La band di Orange Country vede qui ancora impegnati i membri fondatori Tony Reflex (alias Tony Montana, o Tommy Cadena) alla voce e Steve Soto al basso; insieme a loro troviamo qui, nella band gia' da qualche tempo, Dan Root e Mike Cambra (ex Death By Stereo), e Ian Taylor, entrato nel gruppo gia' nell' album precedente. Serrato e potente, animato da una verve inconfondibilmente ancora autenticamente punk, il disco non delude chi ha accolto con favore il nuovo corso della band, compatto ed a tratti travolgente, con nuovi 180 episodi di punk rock di matrice hardcore ovviamente piu' levigato di quello dei gloriosi trascorsi del gruppo, ma graffiante quanto basta. La copertina inoltre, realizzata da Mario Riviere, che prende sfacciatamente in giro quel buffone di presidente che gli Stati Uniti si ritrovano, ben predispone...
Euro
23,00
codice 3020656
scheda
Afterhours    Demo e rarità
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  universal 
indie 90
doppio vinile, inner sleeves (con semicerchio lungo il lato aperto), copertina apribile, etichette custom. Album che raccoglie demos e rarità dal 1986 ad oggi. La lista dei brani: Bianca (feat Carmen Consoli) Love On Saturday Night (1992) Da Cocaine Head Strategie (Demo 1994) Inside Marylin Three Times (1990) Da During Christine’s Sleep Male DI Miele (1° Demo 1996) Mio Fratello è Figlio Unico (vers. Alt. 1993) Something I Don’T Care About (inedito 1986) Pelle (live Acustico Usa) La Canzone Popolare (1994) La Canzone DI Marinella (2003) Springtime’S First Day (inedito 1986) Shadowplay (mix Alt. 1990) (Curtis-Morris-Hook-Sumner) 1.9.9.6. (1°demo 1996) Ballad For My Little Hyena (2006) Da Ballads For Little Hyenas Sparkle (2006) Da Ballads For Little Hyenas Fifteen Seconds (inedito 1986) Televisione (1997) Senza Titolo (inedito 1986) Adesso È Facile (demo 2009)
Euro
33,00
codice 2076164
scheda
Alice in chains    Rainier fog
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  bmg 
indie 90
doppio vinile 180 grammi, copertina sagomata (die-cut), coupon per download, inner sleeve. "Rainier Fog" (2018) è il ritorno discografico degli Alice in Chains, a quattro anni di distanza da ""The Devil Put Dinosaurs Here" (2013). Per la prima volta, dopo anni, la band registra il disco a Seattle, città dove tutto è iniziato. Nonostante di tempo se ne sia passato dagli anni novanta grunge, il gruppo - da anni senza il compianto Layne Staley - tiene vivo la propria anima sonora, continuando a produrre, come nel caso di Rainier Fog, dischi all'insegna di sonorità hard rock, caratterizzate da muri di chitarre che sanno però lasciare spazio anche a momenti melodici ed elettroacustici ("Maybe"). Alice in Chains : gruppo fondato a Seattle nel 1987 da Jerry Cantrell, Layne Staley, Sean Kinney e Mike Starr, gli Alice In Chains costituiscono un punto d'incontro fra il grunge, del quale mantengono le atmosfere malinconiche e le liriche depressive e cupe, e lo heavy metal (in particolare i Black Sabbath), da cui ereditano la potenza del suono ma anche l'approccio hard rock alle ballate, non infrequenti nel catalogo del gruppo. Il gruppo venne accostato al movimento grunge nei primi anni '90, forse anche per la propria provenienza da Seattle, e partecipò con un brano alla colonna sonora del film "Singles". Il mini lp "Dirt" (1992), considerato uno dei lavori più belli ed importanti degli Alice In Chains, e' un concept album sulla dipendenza dalla droga, dai ritmi lenti e dalle chitarre potenti e distorte in stile sabbathiano. Il chitarrista e cantante Layne Staley, autore di molti dei testi, morirà per overdose nel 2002. Nel 2005 si riuniscono per un concerto di beneficenza per vittime dello Tsunami che ha colpito il sud-est asiatico e nel 2009, con William DuVall alla voce, arriva il primo album post reunion, "Black Gives Way to Blue", seguito da "The Devil Put Dinosaurs Here" nel 2013 e "Rainier Fog" nel 2018.
Euro
29,00
codice 2080448
scheda
All them witches    Atw
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2018  new west 
indie 2000
adesivo su cellophane (adesivo anche su retro), copertina apribile, inner sleeve. In "ATW" (2018), prodotto da Dave Cobb, convivono felicemente le due anime della band di Nashville : quella psichedelia e da jam band ("Harvest Feast") e quella blues ("Fishbelly 86 Onions"). Il risultato (finale) è un album eterogeneo ma con una forte personalità. Gli All Them Witches, quartetto americano attivo dal 2012, sono autori di una proposta musicale che incrocia blues, stoner rock e psichedelia. Hanno all'attivo cinque dischi in studio : "Our Mother Electricity" (2012), "Lightning at the Door" (2013) e "Dying Surfer Meets His Maker" (2015), "Sleeping Through the War" (2017) e "ATW" (2018).
Euro
30,00
codice 2080902
scheda
Alt-j    Reduxer
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  infectious 
indie 2000
adesivo su cellophane, coupon per download. Album di reinterpretazioni dei brani di "relaxer" con la collaborazione di artisti quali GoldLink, Danny Brown, Kontra K, Lomepal, Rejjie Snow, Little Simz & Twin shadow featuring Pusha T.
Euro
27,00
codice 2079755
scheda
Alternative tv    Dark places (grey vinyl)
12" [edizione] nuovo  stereo  uk  2018  fourth dimension 
punk new wave
edizione limitata in vinile grigio (pressata in 500 copie, altre 100 sono state pressate in vinile nero), etichetta nera e bianca. Pubblicato nell' aprile del 2018, a distanza di tre anni dall' ultimo album "Opposing Forces", e dopo un paio di 7", questo 12" dello storico gruppo punk inglese di Mark Perry contiene quattro brani, altrimenti inediti: "The System", "Verlust", "Like A Tomb" (con ospite alla chitarra l' ex Subway Sect Vic Godard) ed "Her Dark Places", registrati da una versione dei sempre cangianti Alternative Tv che vede il solito Mark Perry accompagnato da Dave Morgan (Door + the Window, Loft, Weather Prophets, Primal Scream, Jazz Butcher, Sun Dial, e negli Alternative Tv sin dal 1990), Steve Carter (tra gli altri nei Sad Lovers And Giants, e gia' negli ATV in un singolo del 2004), e Clive Giblin (gia' in "Peep Show" degli ATV nel 1987, poi nei Sol Invictus), tutti gia' in "Opposing Forces". Ancora una volta, un' opera vitale e motivatissima; con brani graffianti e spigolosi che si riallacciano ai trascorsi piu' punk del gruppo ("The System" e "Her Dark Places"), ed altri piu' oscuri e sperimentali anch' essi non sorprendenti per chi conosca il percorso creativo del progetto di Perry, come "Verlust" e l' oscurissima "Like a Tomb". Un disco meritevole di attenzione, a prescindere da quella dovuta ad un personaggio, Mark Perry, tra i piu' importanti della prima scena punk inglese, e capace negli anni di mantenere intatta la sua credibilita', sempre lontano da ogni compromesso. Mark Perry e' figura principe animatrice del punk anglosassone autore della prima, piu' influente e anche piu' venduta fanzines, la storica Sniffin' Glue, scritta, impaginata, stampata e distribuita artigianalmente a partire dall'estate del 1976 (grazie anche all'aiuto della Rough Trade e di altre strutture indipendenti) dal giovane e disoccupato londinese Mark Perry. A differenza della conformista stampa musicale ufficiale, dalle pagine della sua rivista Perry incensava o maltrattava senza peli sulla lingua i gruppi punk del momento, che aveva modo di seguire e studiare da vicino, promuovendo fra grezzi collages e montaggi neo-dadaisti efficaci slogan del tipo "eccovi tre accordi, ora formate un gruppo musicale", o incitando i lettori a fondare le loro fanzines (appello che in molti non si fecero ripetere due volte). Nel punk ogni scioccante "rivolta nello stile" si e' bruciata e consumata con enorme rapidita', dopo poco piu' di un anno Perry fondava egli stesso un gruppo rock, gli Alternative TV, il cui singolo di esordio era allegato all'ultimo numero di Sniffin' Glue. Le realizzazioni degli Alternative TV sono tra le piu' atipiche, se non seminali e fondamentali , di tutto il movimento punk e post-punk anglosassone.
Euro
20,00
codice 3020368
scheda
Amen dunes    freedom (blue vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2018  sacred bones 
indie 2000
Edizione in vinile blu, limitata in 2000 copie, copertina senza codice a barre, adesivo di presentazione sul cellophane, booklet di otto pagine con testi ed inner sleeve, etichetta in bianco e nero. Pubblicato dalla Sacred Bones nel marzo del 2018, dopo "Love" (2014), il quinto album realizzato a nome Amen Dunes dal talentuoso Damon McMahon (anche autore di un album con il fratello Alexander McMahon a nome Inouk nel 2004 ed un lavoro a proprio nome nel 2006). Un disco solo apparentemente piu' immediato e solare rispetto al precedente (il capolavoro "Love", uno dei dischi piu' belli degli ultimi dieci anni), rivela dopo alcuni ascolti uno spessore straordinario, e molti brani splendidi. Descrizione a seguire.
Euro
27,00
codice 2080578
scheda
Ammar 808    Maghreb united
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  glitterbeat 
indie 2000
Vinile da 180 grammi, allegato codice per il download digitale dell'album, copertina apribile, label custom, catalogo GBLP060. Pubblicato nel giugno del 2018 dalla Glitterbeat, il primo album di Ammar 808, sigla dietro la quale si cela Sofyann Ben Youssef, mente anche del progetto tunisino Bargou 08, e collaboratore dei Kel Assouf, gruppo formato in Belgio dal chitarrista Aboubacar Harouna, tuareg originario del Niger. Sotto la sigla Ammar 808, Ben Youssef si avvale della leggendaria drum machine Rolan TR-808 per creare partiture che intrecciano tradizione folklorica maghrebina e futurismo sonoro, operando forse una reinvezione moderna ed elettronica della musica tradizionale del Nord Africa, grazie anche al contributo delle voci di Mehdi Nassouli (Marocco), Sofiane Saidi (Algeria) e Cheb Hassen Tej (Tunisia), e degli strumenti acustici folk suonati da Nassouli (il gumbri) e da Lassad Boughlami (gasba e zokra). Ne risulta una musica dalle ritmiche vorticose e ballabili, ma molto lontana dalla comune dance elettronica, e semmai configurazione di una trance folk-tronica, a cui si accompagnano i canti di derivazione nordafricana delle voci ospiti.
Euro
25,00
codice 3511402
scheda
lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2018  nonesuch 
punk new wave
Doppio album, adesivo di presentazione sul cellophane, copertina lucida, inserto-poster apribile in quattro parti, etichette custom, coupon con codice per il download digitale. Pubblicato nel febbraio del 2018, il nuovo album della grande artista americana, a distanza di tre anni dal precedente "Heart Of A Dog" (2015), qui accompagnata nientemeno che dal Kronos Quartet, altra istituzione dell' underground americano sin dagli anni '70. La composizione di buona parte di ''Landfall'' e' ispirata al disastro causato dal'uragano Sandy del 2012, che colpi' duramente anche la citta' di New York, ed apparentemente si sviluppa come un atto di riflessione e di ripresa dagli effetti distruttivi sulla vita individuale di un simile cataclisma naturale. Un lirismo spettrale viene espresso dalle delicate ma anche desolate melodie di archi del Kronos Quartet e delle tastiere della Anderson, che talora assumono tratti quasi mantrici ed orientaleggianti, mentre le narrazioni vocali di quest'ultima, in forma di ''spoken word'', si possono udire in alcuni episodi, lucide riflessioni e reazioni dello spirito di sopravvivenza in episodi come ''Everything is floating'', che descrive il suo ingresso nella cantina dove l'artista aveva raccolto nel corso di anni numerosi strumenti musicali e filmici, giornali e libri, il tutto ridotto a spazzatura dagli effetti dell'uragano. Musa dell'avanguardia americana, anticipatrice della multimedialita' nella musica pop, e' stata tra i primi artisti ad utilizzare l'elettronica nelle sue performances, anche per deformare la voce; e fra i primi a tenere "readings", cosi' come il suo compagno attuale Lou Reed; esponente della Performance Art, o come preferisce definirsi "una raccontatrice di storie", artista a tutto tondo, performer nata e autrice di suggestivi shows multimediali, Laurie Anderson ha trasformato la voce nel suo strumento musicale per eccellenza con esiti, a volte, stupefacenti. Troppo spesso si e' abusato dell'espressione "artista multimediale", ma se c'e' qualcuno che puo' fregiarsi realmente di questo titolo e' proprio Laurie Anderson. Nel corso della sua carriera ha svolto innumerevoli ruoli: artista visiva, compositrice, poeta, fotografa, compositrice, regista, maga dell'elettronica, corista, strumentista, riuscendo sempre a coniugare la sperimentazione sull'elettronica con un linguaggio accessibile al grande pubblico. Inizia la sua carriera nei primi anni settanta con performance bizzarre, che rielaborano in modo originale le forme della musica minimale, nascono cosi' progetti audaci come "Automotive" (concerto per automobili del 1972), "Duets on Ice" (messo in scena a New York nel 1974), "Songs and Stories for the Insomniac" (presentato all'Artist Space di New York e al Museum of Contemporary Art di Chicago nel 1975) e "The Hand Phone Table" (installazione sonora e visiva, realizzata presso il Projects Gallery di New York nel 1978). In quegli stessi anni, si avvicina ad alcuni musicisti d'avanguardia che si riveleranno poi decisivi per la sua maturazione artistica, da Philip Glass a Brian Eno, da John Cage a Lou Reed. Con il singolo "O Superman" e con l'album "Big Science" Laurie Anderson si impone alla ribalta internazionale conquistando critica e pubblico, merito del suo linguaggio universale, fatto di trovate spettacolari, come l'uso in scena di un violino digitale, e di una ricerca incessante sulla vocalita'. La sua voce, infatti, si trasforma costantemente: filtrata dal vocoder, nascosta da mille effetti, inquietante, oppure semplice ed angelica, e' il suo strumento musicale per eccellenza. Negli anni, Laurie Anderson realizza anche diversi video e film, compone colonne sonore per film di Wim Wenders, Jonathan Demme e per balletti tra cui ricordiamo quelli di Trisha Brown e Molissa Fenleyi, oltre a scrivere brani per la National Public Radio, la Bbc e l'Esposizione di Siviglia, nonche' diversi pezzi da orchestra. Ma la sua carriera si puo' leggere anche come un percorso a ritroso: dall'uso della tecnologia alla riscoperta degli strumenti "tradizionali" come le percussioni che sono in particolare al centro delle sue piu' recenti ricerche.
Euro
28,00
codice 3019686
scheda
Aphex twin    Collapse ep
12" [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  warp 
indie 90
coupon per download, adesivo su cellophane e adesivo su retro copertina. 4 brani inediti su vinile proposti da Richard D. James negli ibridi show live-audio-video-DJ proposti dal 2016. Irlandese di Limerick, inizia giovanissimo a comporre musica elettronica (a 14 anni) in solitudine, in Cornovaglia dove vive. La sua musica e' sempre stata caratterizzata da esperimenti a cavallo tra la sperimentazione 'noise' elettronica, la dance e l' ambient. I suoi singoli sono spesso accompagnati da video provocatori. Inizia ad incidere nel '91 dopo l'abbandono dell'amico Tom Middleton dell' iniziale progetto Aphex Twins; elimina il plurale ed incide il singolo "Analogue Bubblebath" (Mighty Force). Nel 1992 firma per l'etichetta belga R&S e pubblica il singolo "Digeridoo", un brano dalla ritmica esasperata che diventa un classico nei club dove si balla "hardcore techno". Poi esce il suo primo e celebre album "Selected Ambient Works 85-92". In seguito James dara' luogo a varii progetti con nomi diversi (AFX, Caustic Window, Poligon Window...) e, influenzato dal minimalismo e dalla "ambient music" incidera' nel '94 l'album dal titolo "Selected Ambient Works vol.2", che sara' di ispirazione per tutta l'elettronica isolazionista. Nel '95, dopo l'antologico "Classics" e l'eclettico "I Care Because You Do", si dedica alla raccolta di materiale registrato negli anni precedenti, destreggiandosi tra "industrial", "trip hop" e "pop"; inoltre e' da ricordare che Philip Glass remixera' il brano "Icct Hedral", contenuto nel singolo "Donkey Rhubarb. Nel '96 esce l'album "Richard D. James" che sperimenta inedite soluzioni ritmiche e pop, inglobando anche elementi tipici del classicismo e dell'avanguardia (Satie). Poi, tra il '97 ed il '99, soprattutto con l'ep "Come To Daddy" riscuote diversi consensi grazie anche al video del brano, opera di un giovane Chris Cunningham. Senza alcun dubbio uno dei musicisti piu' influenti della scena elettronica contemporanea.
Euro
18,00
codice 2079545
scheda
Arctic monkeys    Tranquility base hotel + casino (180 gr)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  domino 
indie 2000
vinile 180 grammi, coupon per download, adesivo su cellophane, copertina apribile. "Tranquility Base Hotel + Casino" (2018) è il settimo album in studio degli inglesi Arctic Monkeys, pubblicato a cinque anni di distanza da "AM" (2013). Il disco - registrato tra Los Angeles, Parigi e Londra - segna una svolta radicale nel sound del gruppo : Alex Turner, sempre più unica mente della band, porta un po' di atmosfere alla The Last Shadow of Puppets (suo side project) negli Arctic Monkeys, ne salta fuori un lavoro elegante, raffinato di lounge e art pop, che mette da parte le chitarre degli album precedenti. Arctic Monkeys : gruppo inglese di Sheffield attivo dal 2002 e cresciuto di popolaritaà grazie al passaparola in Internet, poi scritturati dalla Domino, gli Arctic Monkeys esplodono gia' con il primo singolo, "I bet you look good on the dancefloor", divenuto un successone, apparso su molte playlist. L'album ''Whatever people say I am, that's what I'm not'' (2006) ha raggiunto il primo posto delle classifiche inglesi, anche grazie all'espressivita' delle liriche, in cui si delineano personaggi e racconti di vita quotidiana di teenagers della working class, che gli estimatori del gruppo paragonano ai testi di Smiths, Felt, Specials e Streets. Molto del fascino degli Arctic Monkeys risiede nello stile risoluto del cantante Alex Turner, supportato adeguatamente da una strumentazione ridotta all'osso dalle sonorita' scarne e dinamiche. La musica del gruppo, un indie pop chitarristico/melodico, è pervasa da un'atmosfera immediata e fresca, come se fosse stata registrata in presa diretta e senza sovra incisioni. Riferimenti a Coral, Strokes.
Euro
29,00
codice 2076839
scheda
Arctic monkeys    Tranquility base hotel + casino (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  domino 
indie 2000
edizione limitata in vinile trasparente, booklet di 16 pagine, coupon per download, adesivo su cellophane, copertina apribile. "Tranquility Base Hotel + Casino" (2018) è il settimo album in studio degli inglesi Arctic Monkeys, pubblicato a cinque anni di distanza da "AM" (2013). Il disco - registrato tra Los Angeles, Parigi e Londra - segna una svolta radicale nel sound del gruppo : Alex Turner, sempre più unica mente della band, porta un po' di atmosfere alla The Last Shadow of Puppets (suo side project) negli Arctic Monkeys, ne salta fuori un lavoro elegante, raffinato di lounge e art pop, che mette da parte le chitarre degli album precedenti. Arctic Monkeys : gruppo inglese di Sheffield attivo dal 2002 e cresciuto di popolaritaà grazie al passaparola in Internet, poi scritturati dalla Domino, gli Arctic Monkeys esplodono gia' con il primo singolo, "I bet you look good on the dancefloor", divenuto un successone, apparso su molte playlist. L'album ''Whatever people say I am, that's what I'm not'' (2006) ha raggiunto il primo posto delle classifiche inglesi, anche grazie all'espressivita' delle liriche, in cui si delineano personaggi e racconti di vita quotidiana di teenagers della working class, che gli estimatori del gruppo paragonano ai testi di Smiths, Felt, Specials e Streets. Molto del fascino degli Arctic Monkeys risiede nello stile risoluto del cantante Alex Turner, supportato adeguatamente da una strumentazione ridotta all'osso dalle sonorita' scarne e dinamiche. La musica del gruppo, un indie pop chitarristico/melodico, è pervasa da un'atmosfera immediata e fresca, come se fosse stata registrata in presa diretta e senza sovra incisioni. Riferimenti a Coral, Strokes.
Euro
30,00
codice 2076950
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2018  new west 
indie 90
edizione limitata in vinile colorato splatter blue e rosso. adesivo su cellophane, inner sleeve. "Arthur Buck" è un album collaborativo tra Joseph Arthur e Peter Buck. I due musicisti sono amici di lunga data : Arthur ha aperto, in più occasioni, i concerti dei R.E.M. e Buck ha lavorato in passato a progetti di Arthur. L'idea, però, di fare un disco insieme nasce recentemente in Messico e diventa realtà con questo primo lavoro a nome "Arthur Buck" : nato da una jam session tra i due musicisti, raccoglie otto brani, scritti di getto e che suonano magnificamente classic rock. Joseph Arthur : artista non solo nel campo musicale, pittore (nel disco "Invisible parade & we made it", disco strumentale vi è allegato una raccolta dei suoi dipinti) e fondatore dell'etichetta discografica Lonely astronaut, nonche' leader dell'omonima band e recentemente proprietario di una galleria d'arte a New York. Peter Buck è il celebre chitarrista dei R.E.M. Dopo la fine della sua band madre, ha continuato suonare, pubblicando album da solista.
Euro
26,00
codice 2078407
scheda
Asteroid no. 4    Collide
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2018  13 O'Clock Records 
indie 90
vinile trasparente, poster, copertina apribile, etichetta nera scritte bianche. Il nono album registrato in occasione del ventennale della band di Philadelphia, Usa. Otto bei brani che mescolano paisley underground, movenze shoegaze e soffice psichedelia sixties con riferimenti a Jesus and mary chain, House of love, Church, Rain Parade, Stone roses.
Euro
23,00
codice 2079618
scheda
Autechre    Nts session (vol. 1-4)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  warp 
indie 90
raccolti da noi, e vendibili separatamente su prenotazione, i quattro volumi ognuno dei quali composto da 3 lp per un totale di 12 albums e 8 ore circa di musica. copertina ruvida, adesivo su cellophane, inner sleeves. "NTS sessions vol.1-4" (2018) raccoglie una serie di sessioni realizzate su commissione dagli Autechre per la stazione radio londinse NTS : in tutto 36 tracce di scenari elettronici minimali, robotici, cibernetici. Autechre : duo di musicisti elettronici di Manchester, formato da Sean Booth e Rob Brown, gli Autechre sono, al pari di Aphex Twin e Boards Of Canada, fra i massimi esponenti della musica elettronica dagli anni '90 in poi, realizzando una techno complessa e cerebrale ma ricca di spunti anche sotto l'aspetto ritmico; il loro stile è stato definito da alcuni "ambient-techno". Album come ''Incunabula'' (1993) e ''Tri-repetae'' (1995) sono considerati fra i loro principali.
Euro
160,00
codice 2079202
scheda
Avery daniel    Song for alpha
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  phantasy 
indie 2000
copertina apribile, doppio vinile 180 grammi, coupon per download, etichette custom. "Song for Alpha" (2018), secondo disco a nome Daniel Avery, esce a cinque anni dall'album di debutto "Drone Logic" (2013). Come accaduto nel lavoro precedente il dj e produttore britannico rompe le barriere di genere tra club music, IDM, techno, house, shoegaze andando ancora oltre gli steccati musicali : crea un'esperenzia sonora caratterizzata da beat ipnotici e cerebrali, atmosfere acide e lisergiche, loop sintetici, distorsioni . Daniel Avery, produttore e dj britannico classe 1986, si muove magistralmente tra acid e deep house, minimal e abstract techno creando musica con atmosfere clubbing ma che allo stesso tempo si prestano ad un ascolto in cuffia. Dj dall'età di diciotto anni, produttore e remixer, tra 2009 e 2011 usando lo pseudonimo Stopmakingme ha collaborato con Justin Robertson e prodotto remix per Little Boots, In Flagranti e tanti altri. Nel 2012 comincia il suo nome di battesimo - Daniel Avery, appunto - e nel 2013 pubblica il primo album a suo nome - "Drone Logic" - che insieme ai remix realizzati per Hercules & Love Affair, Metronomy, Death From Above 1979, Primal Scream, The Horrors e Django Django, gli stanno garantendo un ottimo successo di pubblico e di critica. Il secondo disco, a nome Avery, arriva nel 2018 : "Song for Alpha", pubblicato dalla Phantasy Sound, l’etichetta di Erol Alkan.
Euro
30,00
codice 2077181
scheda

Page: 1 of 16

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 16  ---»
Pag.: oggetti: