Hai cercato:  rsd --- Titoli trovati: : 383
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 16  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
13Th floor elevators    you're gonna miss me (rsd 2016)
10" [edizione] nuovo  stereo  eu  1967  charly / snapper 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 16 APRILE 2016, picture disc in formato 10", contenuto in una busta plastificata esterna con adesivo di presentazione ed inserto in cartoncino. Contiene "You're Gonna Miss Me" e "Tried To Hide", due tra i capolavori della garage psych band texana di Roky Erickson, nelle versioni originariamente incluse in un rarissimo ep uscito nel 1967 in Francia.
Euro
20,00
codice 2088718
scheda
Aa.vv. (80s uk indie pop)    Scared to get happy – a story of indie pop 1980-1989 (rsd 2017)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  cherry red 
punk new wave
USCITA PER IL RECORD STORE DAY DEL 2017, edizione limitata, vinile doppio pesante, copertina apribile, inner sleeve con note sui brani ed i gruppi inclusi nella raccolta, label custom con particolari dello artwork di copertina, scritte nere e grigie, logo Cherry Red Records bianco e nero in alto a destra, catalogo BREDD702. Pubblicata nell'aprile del 2017 dalla Cherry Red, questa raccolta e' una versione vinilica sintetizzata della monumentale antologia ''Scared to get happy – a story of indie pop 1980-1989'', originariamente pubblicata nel 2013 dalla stessa label sotto forma di cofanetto contenente cinque cd. ''Scared to get happy'' e' stata la prima raccolta approfondita dedita a documentare lo sviluppo della musica pop indipendente britannica degli anni '80, partendo dalle radici post punk, attraverso l'eta' dell'oro dei gruppi scozzesi e della scena ''C86'', fino all'emersione dei nuovi movimenti ''Madchester'' e shoegazer di fine decennio. Un'epoca ricca di talento ed anche di gruppi rimasti relativament
Euro
18,00
codice 3800770
scheda
Aa.vv. (area)    1979 il concerto (omaggio a Demetrio Stratos) rsd 2019
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  cramps / sony / rca 
rock 60-70
Doppio album, EDIZIONE LIMITATA IN VINILE ROSSO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2019 ED IN CONCOMITANZA CON IL 40ESIMO ANNIVERSARIO DALLA PUBBLICAZIONE ORIGINARIA; ristampa con copertina apribile pressoche' identica a quella della originaria tiratura su Cramps, ormai rara. Pubblicato sul finire del 1979, questo doppio album contiene una ricca sintesi del concerto in memoria di Demetrio Stratos, tenutosi all' Arena Civica di Milano il 14 giugno del 1979, il giorno dopo la morte del grande artista, sebbene fosse originariamente organizzato per raccogliere fondi a favore delle costose cure che Stratos stava seguendo. Assistettero all' evento 60.000 persone, , e ne fu tratto questo doppio album. Straordinariamente ricco l' elenco dei partecipanti; questa la lista dei brani: A1 Kaos Rock – Basta Basta A2 Area – Danz(A)nello A3 Francesco Guccini – Per Un Amico A4 Eugenio Finardi – Hold On A5 Roberto Ciotti – Shake It B1 Venegoni & Co. – Coesione B2 Angelo Branduardi – Il Funerale B3 Carnascialia – Europa Minor B4 Adriano Bassi Italo Lo Vetere – Nero Sul Bianco C1 Antonello Venditti – Bomba O Non Bomba C2 Skiantos – Ehi Sbarbo ; Ehi Buba Loris ; Come Faccio A Farmi Fare C3 Gaetano Liguori Tullio De Piscopo – Tarantella Del Vibrione D1 Giancarlo Cardini – Novelletta D2 Giancarlo Cardini – «Cardini» Solfeggio Parlante Per Voce Sola D3 Roberto Vecchioni – Figlia D4 Banco Del Mutuo Soccorso – E Mi Viene Da Pensare D5 Area (6) – L'Internazionale
Euro
33,00
codice 2087307
scheda
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1969  sierra 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, NUMERATA DA UN ADESIVO POSTO SUL RETROCOPERTINA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL BLACK FRIDAY RECORD STORE DAY DEL NOVEMBRE 2017, ristampa "half-speed masterd", in vinile 180 grammi per audiofili, ottenuta dai master tapes analogici originali. Pubblicato nel 1969 dalla etichetta Together, questo quarto volume delle ''Archive Series'' (dedicati ai Byrds, agli Hillmen ed al nuovo blues di Chicago gli altri tre, ma il terzo uscira' di fatto succcessivamente, nel 1971), vede l' inclusione di dieci brani completamente inediti della fondamentale scena di Los Angeles della meta' degli anni '60, che aveva compiuto il percorso dal folk al folk rock ed alla psichedelia, un humus fertilissimo, celebrato anch attraverso la presentazione, sul retro, di otto dei principali dee jays della leggendaria KFWB 98, la radio piu' popolare di Los Angeles del periodo. La prima facciata vede sette brani prodotti dal grande Jim Dickson, tra il 1964 ed il 1966, tra cui due episodi registrati nel 1964 della prima incarnazione dei Byrds, prima che il gruppo firmasse per la Columbia, la acustica e molto beatlesiana "The Only Girl" ed una versione di "You Movin" (questa si', gia' molto classicamente byrdsiana sebbene certo acerba) diversa da quella inserita nell' album della stessa Together, due brani solisti del grande Dino Valenti, qui ovviamente senza i Quicksilver Messenger Service, con l' originale blues di "Life Is Like That" e la trascinante cover di "Black Betty", che anticipa il folk rock, incisa quando ancora la verione elettrica di "Mr. Tambourine Man" dei Byrds non era ancora stata registrata. A seguire due tracce inedite di David Crosby: le belle versioni di "Willie Gene" di Hoyt Axton e "Come Back Baby" di Ray Charles, ed i Dillards che propongono "Each Season Changes You" e "Don't You Cry", presumibilmente registrate nei primi mesi del 1966 (una versione diversa di "Don't You Cry" sara' publicata dai Dillards nel 1968 nell' album "Wheatstraw Suite"). La seconda facciata vede invece due soli lunghi brani originali dei Canned Heat, ''You Know I Love You'' e la notevolissima ''First Time Around'', vera perla del disco, con i duoi oltre dieci, iresistibili, minuti, in cui sembra di sentire i Creedence Clearwater Revival, con diversi anni di anticipo.
Euro
30,00
codice 3020925
scheda
Aa.vv. (country)    Country classic 45s (rsd 2017)
7"BOX [edizione] nuovo  stereo  eu  1956  demon 
blues rnr coun
REALIZZATO IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 22 APRILE 2017, cofanetto con dischi estraibili da apertura laterale, contenente dieci singoli 7", ciascuno dei quali custodito in una inner sleeve a colori con loghi della rispettiva casa discografica originaria, label diverse, ciascuna riferita alla casa discografica che originariamente pubblicò il rispettivo singolo, catalogo CLASSIC45005. Pubblicato nel 2017 dalla Demon, questo cofanetto contiene venti dei più belli ed importanti brani della storia della musica country, originariamente pubblicati fra i tardi anni '50 ed i primi anni '80, in gran parte su singolo (quasi tutti come A-sides), da artisti di livello assoluto quali Johnny Cash, Dolly Parton, Kris Kristofferson, Willie Nelson e Charlie Rich: pezzi come ''I walk the line'', ''Big river'', ''Stand by your man'', ''Jolene'', ''On the road again'' e ''Help me make it through the night'' hanno marchiato a fuoco la storia dela musica country americana della seconda metà del '900, e sono qui tutti compilati. Questa la scaletta completa: Johnny Cash, ''I walk the line'', ''Big river''; Dolly Parton, ''Jolene'', ''I will always love you''; Tammy Wynette, ''Stand by your man'', '''Til I can make it on my own''; Kris Kristofferson, ''Help me make it through the night'', ''Me and bobby mcgee''; George Jones, ''He stopped loving her today'', ''The grand tour''; Jim Reeves, ''He'll have to go'', ''Distant drums''; Charlie Rich, ''The most beautiful girl'', ''Behind closed doors''; Marty Robbins, ''Big iron'', ''Devil woman''; Willie Nelson, ''On the road again'', ''Always on my mind''; Bobby Bare, ''The gambler'', ''500 miles away from home''.
Euro
30,00
codice 3512164
scheda
Aa.vv. (japan 60's garage)    big lizard sgtomp! (rsd 2016)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  bamboo 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA in 1500 copie, NUMERATA A MANO SUL RETRO, IN VINILE 180 GRAMMI COLORATO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 16 APRILE 2016. La ristampa, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita su Planet X nel 1990, della raccolta (sostanzialmente il seguito dell' altra raccolta "Monster A Go-go", e per questo sottotitolata "Volume Two") che testimonia, attraverso undici brani registrati da oscure bands giapponesi tra il 1966 ed il 1969, la scena nipponica della seconda meta' degli anni '60 nata sulla spinta dell' influenza dei gruppi inglesi del periodo, Beatles in testa, e denominata Group Sounds movement. Di questa scena musicale e' qui testimoniato il lato piu' selvaggio, tra surf-rock, garage-beat e psichedelia. Questa la lista dei brani: Side 1: 1. The Golden Cups - Got My Mojo Working 2. The Beavers - Over Under Sideways Down 3. The Mops - Haiku 4. The Spiders - Johnny B. Goode 5. The Carnabeats - I Love Every Day Sandy 6. D'Swooners - Purple Haze SIDE 2: 1. The Jaguars - Tobacco Road 2. The Golden Cups - Hey Joe 3. The Jaguars - I'm So Glad 4. The Golden Cups - Hiwa-Mata Noboru 5. The Spiders - Boom Boom
Euro
21,00
codice 3018148
scheda
Aa.vv. (japan 60's garage)    big lizard stomp! (rsd 2016)
LP [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  bamboo 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA in 1500 copie, NUMERATA A MANO SUL RETRO, IN VINILE 180 GRAMMI COLORATO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 16 APRILE 2016. La ristampa, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita su Planet X nel 1990, della raccolta (sostanzialmente il seguito dell' altra raccolta "Monster A Go-go", e per questo sottotitolata "Volume Two") che testimonia, attraverso undici brani registrati da oscure bands giapponesi tra il 1966 ed il 1969, la scena nipponica della seconda meta' degli anni '60 nata sulla spinta dell' influenza dei gruppi inglesi del periodo, Beatles in testa, e denominata Group Sounds movement. Di questa scena musicale e' qui testimoniato il lato piu' selvaggio, tra surf-rock, garage-beat e psichedelia. Questa la lista dei brani: Side 1: 1. The Golden Cups - Got My Mojo Working 2. The Beavers - Over Under Sideways Down 3. The Mops - Haiku 4. The Spiders - Johnny B. Goode 5. The Carnabeats - I Love Every Day Sandy 6. D'Swooners - Purple Haze SIDE 2: 1. The Jaguars - Tobacco Road 2. The Golden Cups - Hey Joe 3. The Jaguars - I'm So Glad 4. The Golden Cups - Hiwa-Mata Noboru 5. The Spiders - Boom Boom
Euro
21,00
codice 3016102
scheda
Aa.vv. (japan 60's garage)    slitherama (rsd 2016)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  bamboo 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA in 1500 copie, NUMERATA A MANO SUL RETRO, IN VINILE 180 GRAMMI COLORATO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 16 APRILE 2016. La ristampa, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita su Planet X nel 1990, della raccolta (sostanzialmente il seguito delle altre raccolte "Monster A Go-go" e "Big Lizard Stomp!", e per questo sottotitolata "Volume Three") che testimonia, attraverso undici brani registrati da oscure bands giapponesi tra il 1966 ed il 1969, la scena nipponica della seconda meta' degli anni '60 nata sulla spinta dell' influenza dei gruppi inglesi del periodo, Beatles in testa, e denominata Group Sounds movement. Di questa scena musicale e' qui testimoniato il lato piu' selvaggio, tra surf-rock, garage-beat e psichedelia. Questa la lista dei brani: SIDE 1: 1. Outcast - Everything's Alright 2. The Spiders - Inside Looking Out 3. The Mops - Yo Sa Bi Da 4. The Savage - Gimme Some Lovin' 5. The Jaguars - Blue Feeling 6. The Sharp Hawks - What I'd Say SIDE 2: 1. The Sharp Five - Comin' Home Baby 2. The Spiders - Boom! Boom! Boom! 3. The Voltage - Knock On Wood 4. The Golden Cups - Zen Blues (Live) 5. The Spiders - Thinking Of You Baby
Euro
26,00
codice 3016103
scheda
Aa.vv. (joni mitchell tribute)    Joni 75 – a birthday celebration (black friday rsd 2019)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  decca 
rock 60-70
Edizione limitata REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL BLACK FRIDAY del 29 novembre 2019, vinile doppio pesante, copertina apribile, inner sleeve con artwork, catalogo 00602577453731. Pubblicato inizialmente solo in cd nel marzo del 2019 dalla Decca, e poi nell'ottobre successivo in vinile dalla stessa etichetta, questo album contiene le registrazioni del concerto tributato a Joni Mitchell per il suo 75esimo compleanno, da un cast composto da alcune delle più grandi stars del rock e del country rock nordamericano. Il concerto si tenne al Music Center di Los Angeles il 7 novembre del 2018; presero parte all'evento interpreti come Emmylou Harris, James Taylor, Chaka Khan, i Los Lobos, Graham Nash e Brandi Carlile, cantando le splendide canzoni del repertorio della grande cantautrice canadese. Questa la scaletta: 1. “Dreamland” –Performed by Los Lobos with La Marisoul, Xochi Flores & Cesar Castro 2. “Help Me” –Performed by Chaka Khan 3. “Amelia” –Performed by Diana Krall 4. “All I Want” –Performed by Rufus Wainwright 5. “Coyote” –Performed by Glen Hansard 6. “River” –Performed by James Taylor 7. “Both Sides Now” –Performed by Seal 8. “Our House” –Performed by Graham Nash 9. “A Case Of You” –Performed by Kris Kristofferson & Brandi Carlile 10. “Down to You” –Performed by Brandi Carlile 11. “Blue” –Performed by Rufus Wainwright 12. “Court And Spark” –Performed by Norah Jones 13. “Nothing Can Be Done” –Performed by Los Loboswith La Marisoul, Xochi Flores &Cesar Castro 14. “The Magdalene Laundries” –Performed by Emmylou Harris 15. “Woodstock” –Performed by James Taylor 16. “Big Yellow Taxi” –Performed by La Marisoul, James Taylor, Chaka Khan, and Brandi Carlile.
Euro
31,00
codice 3512569
scheda
Aa.vv. (pagans, styrenes, defnics...)    cleveland confidential (orange vinyl - rsd 2020)
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1982  superior viaduct 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA, IN VINILE ARANCIONE, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' AGOSTO 2020, copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita nel 1982 su Termal Records. Prosecuzione ideale di un 7"ep pubblicato dalla stessa Termal nel 1980 (con cui non ha in comune alcun brano, sebbene alcune formazioni fossero gia' li' presenti) si tratta di un imperdibile e storico documento sulla splendida scena punk e post punk di Cleveland, Ohio, gia' ricca e straordinariamente fertile gia' nella meta' degli anni '70, e poi capace di produrre per diversi anni alcune delle cose piu' interessanti delle scena underground americana. La scaletta, messa insieme dal grande Mike Hudson dei Pagans, contiene sia brani di stampo proto-punk o punk-rock, sia preziose ed oscure testimonianze di formazioni (spesso effimere) dedite a sperimentazioni tra art-punk ed oscuro post-punk, e ci sono anche gli immensi Pagans e gli storici Styrenes, nati a meta' anni '70 dalle ceneri dei seminali Mirrors. Questa la lista completa dei brani, tutti all' epoca inediti, e tutti, o quasi tutti, di grande valore, assolutamente da ascoltare: Womanhaters - Cry 816 (con Mike Hudson dei Pagans alla voce) / Severe - Her Name Was Jane (brano poi coverizzato dai Pagans!) / Menthol Wars - Even Lower Manhattan (ancora con Mike Hudson) / Defnics - Suicide Trip / Dark - I Can Wait / Styrenes - Jaguar Ride (cover degli altrettanto seminali Electric Eels) / Invisibles - In New York / Lab Rats - Cover Song End Of Side One (si tratta della cover di "Venus" degli Shocking Blue) / Keith Matic - I Really Want To Stay (Lost In Rome) (si tratta di Larry Lewis degli Offbeats) / Jazz Destroyers - Love Meant To Die (si tratta di Dave E, ex-Electric Eels) / Offbeats - I'm Confused / Pagans - Boy Can I Dance Good / Red Decade - Scars Of Lust / John Lovsin - Key Of E / Easter Monkeys - Cheap Heroin.
Euro
22,00
codice 3024553
scheda
Aa.vv. (punk new wave)    C86 (rsd 2016)
lp2 [edizione] ristampa  stereo  eu  1986  cherry red 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
EDIZIONE LIMITATA, E GIA' FUORI CATALOGO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2016, copia ancora incellophanata, ristampa, con copertina apribile ed i brani distribuiti su due vinili invece che su uno solo (al contrario della rara prima tiratura), inner sleeves con foto e ricche note storiche, label bianca con scritte nere e logo Cherry Red bianco e nero in basso, catalogo BREDD686. La fondamentale raccolta che, originariamente pubblicata nell'estate del 1986 dalla rivista NME su musicassetta e venduta solo per posta e ad una serie di cinque concerti dati al London Institute of Contemporary Art, poi stampata anche su vinile dalla Rough Trade verso la fine dello stesso anno, dette un contributo importantissimo nel far emergere una nuova generazione di musicisti pop e rock indipendenti in Gran Bretagna. Giovani band che all'epoca si muovevano nel circuito indipendente, ed il cui sound in gran parte era ormai passato oltre ai generi che avevano fatto epoca nella prima meta' degli anni '80 britannici come il dark o i filoni del punk post-settantasettino; un buon numero di questi gruppi suonava un pop chitarristico dalle sonorita' ''jangly'' e dalle atmosfere relativamente solari che si distanziava decisamente dai generi poco sopra citati, ma alcune di queste nuove band avevano un approccio anche piu' abrasivo. In ogni caso, alcune di esse erano destinate a diventare popolari o quantomeno importanti nel panorama musicale degli anni successivi, portando con se' una ventata di freschezza che avrebbe spianato la strada a futuri movimenti pop inglesi: troviamo qui gruppi come Pastels, Primal Scream, Wedding Present, Bogshed, Mighty Lemon Drops e McCarthy (da cui sarebbero poi nati gli Stereolab), solo per citare alcuni dei nomi piu' illustri. Questa la scaletta: Primal Scream, ''Velocity girl''; Mighty Lemon Drops, ''Happy head''; Soup Dragons, ''Pleasantly surprised''; Wolfhounds, ''Feeling so strange again''; Bodines, ''Therese''; Mighty Mighty, ''Law''; Stump, ''Buffalo''; Bogshed, ''Run to the temple''; A Witness, ''Sharpened sticks''; The Pastels, ''Breaking lines''; Age of Chance, ''From now own, this will be your god''; Shop Assistants, ''It's up to you''; Close Lobsters, ''Firestation Towers''; Miaow, ''Sport most royal''; Half Man Half Biscuit, ''I hate nerys hughes (from the heart)''; The Servants, ''Transparent''; MacKenzies, ''Big jim (there's no pubs in heaven)''; Big Flame, ''My way''; We've got a Fuzzbox and We're gonna Usa It, ''Console me''; McCarthy, ''Celestial city''; The Shrubs, ''Bullfighter's bones''; Wedding Present, ''This boy can wait (a bit longer!)''.
Euro
38,00
codice 327366
scheda
Aa.vv. (punk new wave)    Electroconvulsive therapy vol. 4 (rsd 2018)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1981  medical records 
punk new wave
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 21 APRILE 2018, edizione limitata in vinile da 180 grammi, copertina senza codice a barre, catalogo MR-077. Pubblicato nell'aprile del 2018 dalla Medical Records, quarto volume della serie "Electronvulsive therapy" della label americana. L'album compila dieci brani tratti da rare pubblicazioni del catalogo della Survival, piccola etichetta indipendente inglese ricordata per la promozione delle prime realizzazioni di dance elettronica in Gran Bretagna, ancora legate in molti casi alla new wave sintetica. Si tratta in particolare di una attenta selezione dei più rari ed apprezzati brani tratti dai primi singoli del catalogo Survival, e di quelli più "dance oriented". Ascoltiamo qui entrambi i brani del singolo "Space tension" degli Analysis, gruppo in cui militavano Martin Lloyd (Oppenheimer Analysys) e David Rome (Drinking Electricity), e quelli del 7" "Shock waves" dei Limit, il giocoso pop elettronico minimale di Richard Bone ("Digital days"), la circolarità minimal synth e le sfumature di sensibilità new romantic declinata elettronicamente dei 13 At Midnight ("Other passangers"), la classica dance pop-tronica di Eddie & Sunshine ("Somewhere else in Europe"). Questa la scaletta completa: Analysis, "Connections" (dal 7" "Surface tension", 1981); The Limit, "Shock waves" (dal 7" "Shock waves", 1981); Richard Bone, "Digital days" (singolo uscito su Rumble nel 1981, poi compilato dalla Survival nel multi-7" "6 singles from survival..." del 1982); 13 At Midnight, "Other passangers" (dal 12" "Climb down", 1982); Eddie & Sunshine, "Somewhere else in europe" (B-side del 7" "All I see is you", 1983); Analysis, "Surface tension" (dal 7" "Surface tension", 1981); The Limit, "OK go" (dal 7" "Shock waves", 1981); 13 At Midnight, "On the beach" (dal 12" "Climb down", 1982); The Limit, "Do it" (dal 7" "Take it", 1981); Richard Bone, "Quantum hop" (dal 12" "The beat is elite", 1982).
Euro
14,00
codice 2087489
scheda
Aa.vv. (rhythm & blues)    New orleans soul '68 (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1968  history of soul 
blues rnr coun
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 13 APRILE 2019, copertina flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, label porpora, rossa e bianca con scritte nere, catalogo HS17. Pubblicata nell'aprile del 2019 dalla History Of Soul, questa raccolta compila sedici brani editi, originariamente usciti per lo più su singolo nel 1968, opera di gruppi e di solisti della scena soul di New Orleans dell'epoca. Il collasso del gruppo Dover di Cosimo Matassa, polo di attrazione e canale vitale per molte delle piccole etichette di New Orleans grazie alle sue strutture di pressaggio, distribuzione e vendita, avvenne all'inizio del 1968 e mise in crisi per alcuni anni la scena musicale locale; tuttavia, la mole di musica soul di qualità registrata fino a poco prima del nefasto evento trovò sbocco in una serie di rari singoli destinati a divenire oggetto di culto, alcuni dei quali sono qui compilati. Fra questi, un pezzo da novanta locale come Eddie Bo, musicista, cantante e produttore dalla musa eclettica che si dedicò anche al soul, Guitar Ray, cantante e chitarrista qui con una grande ballata, ''True love of a man'', Barbara George, che giovanissima aveva avuto una grande hit con ''I know'' nel 1961 (qui però ascoltiamo ''Satisfied with your love'', percorsa da una vena motwoniana). Questa la scaletta: Side ONE 1. Satisfied With Your Love (Barbara George); 2. The Sweetest I Knew (Clemmon Smith); 3. Horse with a Freeze Pt. 1 (Roy Ward); 4. Like I Like It (Prince Royals); 5. Do The Sissy (Charley Simmons & Royal Imperials); 6. Can't Stay Away (Fabuletts); 7. True Love Of A Man (Guitar Ray); Side TWO 1. Got To Keep Hanging On (Vicki Labatt); 2. She Really Did Surprise Me (Willie Tee); 3. Suffering (Sonny Jones); 4. Action Time (Charley Wynn); 5. Funky Soul Train (Robert Parker); 6. If I Had To Do It Over (Eddie Bo); 7. One Little Word (Marilyn Barbarin).
Euro
24,00
codice 3512029
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    Come to the sunshine: soft pop nuggets from the wea vaults (rsd 2017)
lp2 [edizione] nuovo  mono  eu  1967  rhino 
rock 60-70
USCITA PER IL RECORD STORE DAY del 2017, edizione limitata a 5500 copie in doppio vinile di colore arancione semitrasparente con striature piu' scure, busta di plastica trasparente con chiusura adesiva, copertina sagomata sul fronte, con vinili estraibili dall'alto, inner sleeve in cartoncuno con artwork e note sui brani inclusi, label bianca e azzurra con artwork diverso fra la prima e la seconda facciata, scritte bianche ed azzurre, catalogo 081227941055. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2017 ad opera della Rhino, la bella raccolta, originariamente pubblicata nel 2004 solo in cd dalla stessa etichetta, che compila ventiquattro rari e deliziosi brani di pop dei tardi anni '60 (1967-1969), tratti da album e singoli della WEA e di etichette ora sue sussidiarie. Sebbene questa raccolta si ricolleghi in qualche modo alla celebrata serie ''Nuggets'' (come si evince anche dal logo presente sul fronte copertina), ''Come to the sunshine'' non tratta di garage punk bensi' di delicata musica pop o pop psichedelica, caratterizzata da armonie vocali deliziose e zuccherine e da atmosfere solari e delicate, che avrebbe potuto scalare le classifiche dell'epoca, ma che in questi casi non riscosse successo. Troviamo nomi non solo oscuri, ma anche protagonisti illustri del sixties pop come gli Everly Brothers, i Monkees e gli Association. Questa la scaletta: SIDE A: 01 Come To The Sunshine (Harpers Bizarre) 02 Candy Apple, Cotton Candy (Pat Shannon) 03 A Whole Lot of Rainbows (The Salt) 04 Love-In (The Morning Glories) 05 Our Dream (The Munx) SIDE B: 01 Take My Hand (Lee Mallory) 02 Come On In (The Association) 03 Just What I've Been Looking For (The Vogues) 04 Silver and Sunshine (How Wonderful Is Our Love) (Single Version) (The Looking Glass) 05 Happiness Is (Single Version) (Anita Kerr) 06 If You Know What I Mean (Single Version) (The Gas Company) SIDE 2A: 01 Wounded (Single Version) (The Cookies) 02 Hung Up On Love (Single Version) (The Other Voices) 03 For All That I Am (Single Version) (The Tokens) 04 Summer Days, Summer Nights (Sinlge Version ) (The Street Corner Society) 05 Discrepency (Single Version) (The Bonniwell Music Machine) 06 Scorpio Red (Sigle Version) (The Holy Mackerel SIDE 2B: 01 Beverly Hills (Single Version) (Uncle Sound) 02 Tell Someone That you Love Them (Dino, Desi and Billy) 03 Time To Love (Single Version) (The Addrisi Brothers) 04 Someday Man (The Monkees) 05 Trip To Loveland (Single Version) (The Coronados) 06 No One Was There (Requiem) (Single Version) (The Gates of Eden).
Euro
34,00
codice 3509977
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    Diggin' for gold volume 2 (rsd 2018)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1965  rubble 
rock 60-70
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 21 APRILE 2018, edizione limitata a 1500 copie numerate sul retro copertina in basso, in vinile da 180 grammi di colore dorato, completa di inserto e di libretto a colori con note e foto. Ristampa del 2018 ad opera della Rubble, della compilation originariamente pubblicata nel 1994 dalla Smorgasbord, secondo volume della serie "Diggin' for gold". Una raccolta di rari e misconsociuti 45 giri di gruppi degli anni '60 provenienti da Europa ed Australia, in salsa garage punk, con gruppi come gli anglosassoni Undertakers, autori di un devastante garage freakbeat con "(I fell in love) For the very first time", gli eccellenti olandesi Rolling Beats con un ottimo mod sound in "Don't ask me why", gli islandesi Thor's Hammer, da non confondere con l'omonima band progressive underground danese, autori invece di un graffiante e potente garage carico di fuzz sostenuto da una batteria decisamente aggressiva per i tempi, gli australiani Marksmen, vicini ai primi Pretty Things con il loro sound r'n'b graffiante e garagizzato, gli olandesi Inn-Sect, a loro volta autori di un tagliente garage inacidito da organo protopsichedelico e chitarra molto carica di fuzz. Davvero una bella raccolta, con tante piccole gemme da riscoprire. Questa la scaletta completa: SIDE 1: 1. The Undertakers - (I Fell In Love) For The Very First Time (1965) 2. Nameless – Life (1967) 3. The Moods - 'Cause Of You (1966) 4. Sound LTD Set - Sunside World (1967) 5. Group $Oall - Will You Teach Me How To Love (registrato nel 1967, edito nel 1997) 6. Toreros – Come (1966) 7. Thor's Hammer - My Life (1966) 8. Dat En Wat - Dead Man Blues (1966) SIDE 2: 1. Thursday's Child - I Want You Back 2. The Marksmen – Moonshine (1966) 3. The Beatnicks - Can't Be Sad About It (1966) 4. The Inn-Sect - Let Me Tell You About The Things I Need (1967) 5. Thor's Hammer - Better Days (1966) 6. Dat En Wat - I Can Live Without You (1966) 7. The Rolling Beats - Don't Ask Me Why (1966) 8. The Unforgettable Amnesiacs - Leave Me Alone.
Euro
16,00
codice 3512401
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    Psyche' france 1960-70 volume 3 (rsd 2017)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1967  parlophone / warner music france 
rock 60-70
REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 22 APRILE 2017, label custom a colori, questa raccolta e' il terzo volume di compilations dedicate alla musica pop underground e non della Francia anni '60 e '70. Questo terzo volume contiene dodici brani, che coprono un vasto spettro stilistico, dalla eccellente sintesti fra folk rock e progressive dei Komintern (''Elle etait belle'') alla sperimentazione elettronica di Igor Wakhevitch, dalle tendenze cantautorali di Philippe Farre' a quelle glam rock dei Papillon (che suonano una versione francofona di ''Starman'' di David Bowie). Questa la scaletta: SIDE 1: 1. Les Masters - Mon Chameau (1967) 2. Komintern - Elle Etait Belle (1971) 3. Rado Testen – Wendy (1971) 4. Triangle – Bungalow (1973) 5. Guy Skornik - La Route (1971) 6. Jean-Pierre Castelain - La Petite Auto (1975) 7. Jacques Filh - La Petite Différence (1968) SIDE 2: 1. Papillon - L'Air Que Je Chante (1974) 2. Michel Zacha - La Dame Nue (1972) 3. Philippe Farré - Les Aiguilles Du Temps (1977) 4. Patrick Roche – Crépuscule (1974) 5. Igor Wakhévitch - Rituel De Guerre Des Esprits De La Terre (1977).
Euro
22,00
codice 3511734
scheda
Aa.vv. (shirley collins tribute)    Shirley inspired... (rsd 2015)
lp3 [edizione] nuovo  stereo  eu  2015  earth 
rock 60-70
Edizione limitata (in 1000 copie) uscita in occasione del Record Store Day del 2015, vinile triplo, copertina apribile in tre, inserto esterno con note e scaletta posto a protezione della costola, piccolo inserto cartolina con codice per il download dell'album da internet, label custom in bianco e nero, catalogo EARTHLP003. Pubblicata nell'aprile del 2015 dalla Earth, la splendida compilation tributata alla grandissima cantante folk inglese Shirley Collins. Musicisti assai diversi fra loro offrono in totale trentaquattro brani, molti tradizionali, legati al vasto repertorio sviluppato da Shirley nel corso della sua lunghissima carriera. Partecipano al progetto nomi come Lee Ranaldo, Meg Baird, Alasdair Roberts, Josephine Foster, Ulver e Graham Coxon. Questa la scaletta: Bitchin Bonnie Billy Bajas, ''Pretty saro''; Trembling Bells, ''Richie's story''; Stewart Lee & Stuart Estell, ''Polly on the shore''; Johnny Flynn, ''Rambleaway''; Lee Ranaldo, ''The plains of waterloo''; Alasdair Roberts & David mcGuinness, ''A blacksmith courted me''; Graham Coxon, ''Cruel mother''; Meg Baird, ''Locks and bolts''; Angel Olsen, ''The blacksmith''; Ela Stiles, ''The murder of maria marten''; Stuart Estell, ''Just as the tide was flowing''; Bonnie Dobson and the Lords of Thyme, ''Hares on the mountain''; Rachael Dadd, ''Polly vaughan''; Josephine Foster, ''Love is pleasing''; The Owl Service and Laura Cannell, ''Edi beo''; Jackie Oates, ''Banks of the bann''; Crying Lion, ''Shepherd's arise''; Ned Oldham, ''The blacksmith''; Ulver, ''Poor murdered woman''; Sally Timms with the Mini Mekons, ''Go from my window''; C Joynes, ''It was pleasant and delightful''; Sharron Kraus, ''Gilderoy (Heart's delight)''; Joe Murphy, ''Adieu to all judges and juries''; Slate Islands, ''Proud maisrie''; Sophie Williams, ''Charlie''; Rozi Plain, ''Long years ago''; Paul Smith, ''Geordie''; Olivia Chaney, ''Oxford girl''; Orlando and Tom Furse, ''My false true love''; Barbarossa, ''Dearest dear''; Belbury Poly, ''Cambridgeshire may carol''; Eric Chenaux, ''Just as the tide was flowing''; Tunng and Farao, ''Never again''; Findlay Brown, ''Sweet england''.
Euro
49,00
codice 2061648
scheda
Aa.vv. (simpletones, crowd, rik l rik)    Beach blvd (coloured vinyl expanded 2lp - rsd 2020)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  radiation 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA, DOPPIO ALBUM CON UN VINILE GIALLO E L' ALTRO TURCHESE, IN 700 COPIE NUMERATE A MANO SULL' ADESIVO POSTO SUL CELLOPHANE, ristampa espansa a doppio lp, con un intero lp bonus, copertina per l' occasione apribile, pressoche' identica sul fronte a quella della prima rara tiratura su Posh Boy nella versione con copertina regolare (le primissime 500 copie avevano una copertina disegnata a mano). L' album aggiunto per l' occasione contiene sedici brani di F-Word, Simpletones, Crowd e Klan (tutte band della scuderia Posh Boy), e per l' esattezza "Shut Down", "Out There" e "Government Official" dal primo 7"ep degli F-Word, realizzato nel 1978, "Do The Nihl" e "In The Haze" dall' unico album degli stessi "F-Word, "Like It Or Not Live", uscito sempre nel 1978, "I Like Drugs", da un singolo dei Simpletones pubblicato nel 1979, "Tv Love" dei Simpletones, dal primo volume delle raccolte "Rodney on the Roq", uscito nel 1980, le inedite "Dead Meat (Killer Smog)"; Rock'n'roll Star", "Disco Ape" e "Nasty Nazi" dei Simpletones, "Right Time" dal primo volume di "Rodney on the Roq", 1980, "Desmond And Kathy" e "Melody Hill" dall' album dei Crowd "A World Apart", 1981, "Pushin' Too Hard" (cover dai Seeds) e "Cover Girls" dall' unico singolo dei Klan (nati dalle ceneri dei Simpletones), pubblicato nel 1980. Ecco invece le note relative all' album nella sua forma originaria: La splendida e storica raccolta uscita nel 1979, una delle testimonianze fondamentali di tutto il punk rock californiano, ed in particolare della all' epoca nascente scena "beach punk" dell' Orange County, cratterizzata da una forte impronta melodica non priva di influenze 60's ed ovviamente Ramones, unitamente ad una velocita' di esecuzione talora prossima all' hardcore. Contine 15 brani imperdibili, ovvero cinque a testa altrimenti irreperibili su album (ne' in molti casi su singolo) per gli irresistibilmente melodici SIMPLETONES, legati ad altre formazioni storiche come Negative Trend, Klan, Chiefs e Stepmothers ("Kristy Q" / "I have a date" / "Tiger Beat Twist" / "Don't bother me" / "California", quest' ultima nello stesso anno facciata A del loro unico singolo), i folli CROWD (la magnifica "Modern Machine" / "New Crew" / l' inno "Suzy is a Surf Rocker" / l' irresistibile "Living in Madrid" / "Trix are for the Kids"), autori un anno dopo dell' album "A World Apart" e vicini per certi aspetti ai migliori Dickies, ed infine l' ex F-Word RIK L RIK, in cinque brani registrati in realta' con i Negative Trend, durante la sua permanenza in quella grande band, tra cui nuove magnifiche versioni di tre brani del loro unico ep ("Black and red" / "Meathouse" / "I got power" / "Mercenaries" / "Atomic Lawn"), ovvero Iggy & the Stooges in cella di isolamento e sotto sedativo, pura violenza repressa ed autodistruttiva; due di questi brani furono pubblicati su singolo dalla stessa Posh Boy nel 1980, poi dopo un secondo singolo a proprio nome nel 1982 Rik L Rik purtroppo scomparve dalle scene, dopo qualche tempo un album inedito registrato all' inizio degli anni '80 ne rinverdi' la leggenda. Ricomparira' negli anni '90, e sara' con Slaves (autori di un lp nel 1990) ed Electric Frankenstein alla fine del decennio. Morira' purtroppo di cancro il 30 giugno 1990.
Euro
26,00
codice 3024649
scheda
Aa.vv. (soul, r'n'b)    Other side of sun volume 3 (rsd 2016)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1960  org music 
soul funky disco
Edizione limitata a 4000 copie, realizzata in occasione del Record Store Day del 2016, catalogo ORGM-2061. Pubblicata nell'aprile del 2016 dalla Org Music, questa bella raccolta compila brani tratti dal catalogo della storica label Sun Records di Memphis, passata alla storia per aver lanciato artisti rock'n'roll e rockabilly come Elvis Presley, Johnny Cash e Sam Perkins; l'etichetta di Sam Phillips operava pero' anche con altri generi musicali, seppure senza ottenere il successo tributato ai nomi sopracitati, e questa raccolta documenta appunto questo lato meno conosciuto del lavoro della label, che promuoveva anche artisti afroamericani di blues, soul, funk e r'n'b, come documentato sui solchi di ''The other side of sun volume 3'' da pezzi di artisti quali Alvin Robinson (qui con una souleggiante ''I'm just a down home girl'' che fu presto coverizzata anche dai Rolling Stones) e Betty Lavette, figura di culto del Northern soul, ma anche piccole gemme oscure come il funk dislocato e psichedelico di ''Moon maiden'' dei Twiggs (1969). Questa la scaletta: Alvin Robinson, ''I'm just a down home girl''; Betty Lavette, ''Let me down easy''; Johnny Adams, ''Reconsider me''; Mickey Murray, ''Mama's got the wagon''; Doris Allen, ''A shell of a woman''; Peggy Scott & Jo Jo Benson, ''Lover's holiday''; Soul Suspects, ''Handle it''; The Rugbys, ''You, I''; Randy & the Radiants, ''My way of thinking''; The Tikis, ''Little miss lovelight''; Twiggs, ''Moon maiden''; Sam Dees, ''Lonely for you baby''; Evie Sands, ''I can't let go''; U.S. Apple Corps, ''Don't do me nothing''.
Euro
13,00
codice 2091273
scheda
Aa.vv. (soul)    New york soul '68 (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1968  history of soul 
soul funky disco
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 13 APRILE 2019, copertina flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, label porpora, rossa e bianca con scritte nere, catalogo HS18. Pubblicata nell'aprile del 2019 dalla History Of Soul, questa raccolta compila sedici brani editi, originariamente usciti per lo più su singolo nel 1968 (e molti dei quali mai ristampati finora), opera di gruppi e di solisti della scena soul newyorchese dell'epoca. Un soul raffinato ed urbano, influenzato dalla seminale scena motowniana di Detroit ma derivativo, e con alcune interessanti tracce del nascente funk. Fra gli artisti rappresentati, Judy White, figlia del celebre bluesman Josh White, la grande Big Maybelle, aperta ad influssi del soul sudista, Pat Lundy, che più tardi, a metà anni '70, sarebbe passata alla disco music. Questa la scaletta: Side ONE: 1. (I've Given) All My Love (Patti Austin); 2. Mr Rainmaker (Pat Lundy); 3. I'm Just Gonna Be Missing You (Rene Bailey); 4. Take My Heart And Soul (Ortheia Barnes); 5. I Can't Wait Any Longer (Big Maybelle); 6. Sit Down And Cry (Jean Wells); 7. Twice As Much For My Baby (Little Charles); 8. You Got 'Em Beat (Soul Sisters); Side TWO: 1. My New Found Joy (Jimmy Richards); 2. Open Up Your Heart (Mamselles); 3. People Sure Act Funny (Titus Turner); 4. Check Yourself (Debbie Taylor); 5. Young Boy Blues (Little Buster); 6. Guilty (Of Love In The 1st Degree) (Little Jimmie Ballard); 7. Girls Can't Do What The Guys Do (Judy White); 8. I Can't Help Loving You (Jimmy Breedlove).
Euro
25,00
codice 2089231
scheda
Aa.vv. (soul)    Texas soul '68 (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1968  history of soul 
soul funky disco
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 13 APRILE 2019, copertina flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, label porpora, rossa e bianca con scritte nere, catalogo HS16. Pubblicata nell'aprile del 2019 dalla History Of Soul, questa raccolta compila sedici brani editi, originariamente usciti per lo più su singolo nel 1968, opera di gruppi e di solisti della scena soul texana dell'epoca. Il Texas è uno stato famoso per aver prodotto grande musica blues acustica ed elettrica, ma negli anni '60 la fioritura del soul si fece spazio anche nello Stato della stella solitaria, in particolare a Houston e sotto l'egida del potente produttore locale e proprietario di club Don Robey; uno dei massimi protagonisti della scena texana fu senz'altro Bobby ''Blue'' Bland, di cui qui ascoltiamo ''A piece of gold'', pubblicato dalla Duke, una delle label gestite da Robey, mentre un altro grande della zona, O V Wright, incise ''I want everyone to know'' per la Back Beat, sempre di Robey. Notevole anche l'energico e sanguigno soul di Minnie Epperson, ''Grab your clothes (and get on out)''. Questa la scaletta: SIDE 1: 1. Grab Your Clothes (And Get On Out) - Minnie Epperson 2. Today's Man - Mark Putney 3. Cold Cold World - Tommy Jackson 4. Where Have You Been - Buddy Lamp 5. A Piece Of Gold - Bobby "Blue" Bland 6. Say Ya'll - Carl Stewart 7. Gotta Pack My Bag - Ernie K-Doe 8. I Want Everyone To Know - O.V. Wright SIDE 2: 1. Why Don't They Leave Us Alone - Little Carl Carlton 2. Do What You Want To - James Lynn Marsh 3. Something's Got A Hold On Me - Jeanette Williams 4. (Treat Me) Like I Was Your Only Child - Oscar Perry 5. Hello Mr Blues - Frankie Lee 6. Got You On My Mind - Joe Hinton 7. Down With It - Joe Medwick 8. It's Your Woman - Shirley Butler.
Euro
24,00
codice 3512028
scheda
Aa.vv. (soundtrack)    American dreamer ost (+ poster) rsd 2018
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1971  cinewax 
soundtracks
EDIZIONE LIMITATA IN 1000 COPIE, IN VINILE ROSSO E CORREDATA DEL POSTER APRIBILE ORIGINARIO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 21 APRILE 2018, copertina cartonata apribile, pressoche' identica a quella della prima rara tiratura. Pubblicata nel 1971 dalla Mediarts negli USA, la colonna sonora di uno dei piu' misconosciuti film legati alla controcultura degli anni '60 e '70 americani. Diretto da Lawrence Schiller e L.M. Kit Carson, ''The american dreamer'' e' una sorta di documentario su Dennis Hopper, all'epoca figura di regista ed attore iconico della controcultura americana, gia' regista e co-protagonista dell'epocale film ''Easy rider'' (1969), ma anche sul periodo di cambiamento attraversato dagli Stati Uniti fra la fine dei '60 ed i primi '70, sui contrasti fra le visioni e le idee degli allora giovani hippies e quelle dello establishment del paese nordamericano, per lo meno dal punto di vista di Hopper. Le musiche furono composte ed incise da diversi e talentuosi autori, fra cui l'ex Byrds Gene Clark, qui con due brani inediti, e John Buck Wilkin, stimatissimo chitarrista e session man di musica country e rock, particolarmente legato in quegli anni allo outlaw country; e proprio un ispirato ed intenso country folk acustico e' lo stile utilizzato per questa colonna sonora, in gran parte basata solo su chitarre acustiche e su voci solitarie o corali. Questa la scaletta: Gene Clark, "American dreamer''; Hello People, ''Pass me by''; John Manning, ''Whole song''; Gene Clark, ''Outlaw song''; Chris Sikelianos, ''Easy rider, 1970''; John Buck Wilkin, ''The screaming metaphysical blues''; John Manning, ''Hard road to new mexico''; John Buck Wilkin, ''Look at me, mama'', ''Sun, moon, and stars''; Abbey Road Singers, ''Other side of this life''.
Euro
34,00
codice 2076889
scheda
Ac/dc    ballbreaker (rsd 2014)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1995  columbia 
rock 60-70
USCITA LIMITATA REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2014, vinile da 180 grammi. Ristampa pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel settembre del 1995 dalla EastWest, giunto al sesto posto in classifica nel Regno Unito ed alla quarta posizione negli USA, il 12esimo album in studio, successivo a "The razors edge" (1990) e precedente "Stiff upper lift" (2000). Prodotto da Rick Rubin e Mike Fraser, "Ballbreaker" segna il ritorno in formazione del batterista Phil Rudd, membro storico del gruppo fra il 1975 ed il 1983, evento questo che contribuisce con ogni probabilità a ravvivare il sound classico degli AC/DC dei tardi anni '70, complice anche la produzione di Rubin. E' un album di solido hard rock'n'roll nella tradizione della grande band australiana, che qui non apporta innovazioni ma continua sulla sua strada con sicurezza, senza picchi e senza cadute, sostenuta dal groove energico e propulsivo di Rudd. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei più popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarità resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
27,00
codice 2043976
scheda
Adam and the ants    Dirk wears white sox (rsd 2014)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1979  blueblack hussar 
punk new wave
Splendida ristampa rimasterizzata in vinile bianco, EDIZIONE LIMITATA USCITA PER IL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2014, copertina pressocche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Inghilterra su Do It, ma corredata di POSTER, CARTOLINA, ADESIVI E BOOKLET, oltre che dell' inner sleeve originaria. Il primo storico album uscito nel novembre del 1979 in Gran Bretagna, giungendo al primo posto della classifica indipendente. Dopo un paio di singoli grezzi ma interessantissimi, e prima del grande successo di ''Kings Of The Wild Frontier'', gli Ants scrivono un capitolo importante della scena inglese che, dopo la spinta propulsiva del punk, cerca nuovi stimoli e strade, con questo album d'esordio tra i piu' originali dell'epoca, un piccolo capolavoro, in cui le innegabili influenze (Bowie ed i Roxy Music) sono il punto di partenza di una musica poliedrica ed intrigante, scarna ma imprevedibile, a tratti tagliente ma lontana dall'aggressivita' del punk rock e piu' affine alle nascenti sonorita' wave. Doverosamente da segnalare che nel lontano 1978 Adam and the Ants furono il primo gruppo punk inglese a esibirsi nel nostro paese, portando una ventata di novita' adrenalina. Adam Ant debutto' come musicista intorno alla meta' degli anni settanta. La sua scoperta si deve a Malcolm McLaren, che lo voleva a capo dei suoi Bow Wow Wow, ma che all'ultimo momento lo scarico' a favore della cantante Annabelle Lynn. Per reagire allo smacco il cantante formo' un gruppo proprio, gli Adam and the Ants, diventato uno dei nomi di riferimento della nuova scena punk anglosassone. Dopo il primo album, inciso per l'etichetta indipendente Do It, il gruppo viene acquisito dalla CBS, con la quale nell'ottanta pubblica lo storico Kings Of The Wild Frontier, che raggiunge subito il primo posto in classifica. Adam e i suoi Ants furono tra i primi a comprendere l'importanza dell'immagine e l'utilizzo del videoclip. I look da guerrieri, pirati e principi sfoggiati sulle copertine e nei filmati promozionali furono un vero e proprio propellente per la conquista del successo mondiale. Nel 1982 Adam scioglie il gruppo e prosegue come solista, con una carriera divisa tra la musica, il cinema e il teatro.
Euro
35,00
codice 2086820
scheda
Agent orange    living in darkness (purple vinyl + 5 tracks - rsd 2020)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1981  radiation 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA IN 800 COPIE, NUMERATE A MANO SULL' ADESIVO POSTO SULLA BUSTA ESTERNA, IN VINILE PORPORA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' AGOSTO 2020, ristampa con copertina senza barcode pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita su Posh Boy in America nel 1981, corredata di inserto con testi, e soprattutto arricchita della presenza di cinque tracce aggiunte ("America" e "Bored of You" sono tratte dal primo leggendario 7"ep "Agent Orange" del 1980, "Pipeline" e' il retro del singolo "Everything Turns Grey" del 1981 e "Mr. Moto" e "Breakdown" sono tratte dal 12" "Bitchin' Summer" del 1982). Il primo storico album (ben cinque anni prima del secondo "This Is The Voice" del 1986) del gruppo californiano di Orange County, gia' autore del leggendario 7" ep "Bloodstains", autoprodotto nel 1980, e del singolo "Everything turns Grey" nel 1981 gia' su posh Boy. Tra i maggiori esponenti del codiddetto "beach punk", una scena nata alla fine dei '70, a cavallo tra il primo punk rock e il nascente hardcore, non riuscirono mai ad eguagliare la feroce bellezza del favoloso primo ep, ma realizzarono con questo "Living In Darkness" comunque un eccellente ed originalissimo album, tra i migliori che l' etichetta Posh Boy abbia realizzato, esempio splendido di un "punk evoluto", capace di mettere insieme punk rock, occasionali accelerazioni hardcore, contaminazioni surf (significativa la presenza di una bella cover punkizzata della grande "Miserlou" di Dick Dale) e addirittura elementi vicini a certo contemporaneo goth-punk californiano. Lo impreziosisce la presenza di "Bloodstains", mitico brano gia' facciata A di uno dei singoli piu' belli del punk rock americano, qui in una nuova sempre micidiale versione.
Euro
28,00
codice 3024641
scheda

Page: 1 of 16

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 16  ---»
Pag.: oggetti: