Hai cercato:  immessi ultimi 30 giorni --- Titoli trovati: : 726
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
13Th floor elevators Easter everywhere (stereo+mono, ltd. Clear Cream w/Red Blob)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1968  charly 
rock 60-70
ristampa del 2022 in vinile 180 grammi, EDZIONE LIMITATA IN VINILE COLORATO (crema trasparente all' esterno con parte centrale rossa), versione, come gia' una prima realizzata dalla stessa Charly nel 2013, ampliata a doppio album con l' inserimento, oltre alla versione stereo, anche della versione mono (rarissima) dell' album, con copertina per l' occasione apribile, che contiene nel primo vinile la versione mono del disco (con la riproduzione della rarissima inner sleeve con i testi) e nel secondo quella stereo (sono molte le differenza tra le versioni di molti brani del disco in questo caso. Pubblicato in USA nel Giugno del 1968 dopo ''The Psychedelic Sound Of'' e prima di ''Live'', il secondo lp. Per molti anche superiore allo stratosferico debutto, meno legato alle radici garage del gruppo e forse ancora piu' psichedelico e spaziale e meno legato al garage, contiene alcuni dei classici della psichedelia americana, come ''Slip inside the house'', ''Earthquake'', ''Levitation'', ''Baby blue'', ''She lives in a time of her own'', ''Dust'', ''I had to tell you'', ed anche una bellissima cover di "Baby Blue" di Bob Dylan. Fu registrato a Kerville, nella campagna texana, con i nuovi membri Danny Thomas e Dan Galindo, dopo l' abbandono di Walton e Leatherman, abbattuti dai continui guai con la polizia, gli arresti e i grossi problemi personali dovuti all'enorme uso di droghe di tuti i tipi, allucinogene in particolare. Sara' l'ultimo vero lavoro della band, che dopo alcuni concerti, soprattutto in California, letteralmente ''perdera' '' sia Rocky Erickson che Tommy Hall. Rimane, ovviamente, uno dei testi fondamentali dell'underground mondiale ed un capolavoro assoluto che non puo' non figurare nella lista dei 20, ma forse anche 10, albums di rock acido piu' belli di tutti i tempi.
Euro
55,00
codice 2129397
scheda
2Pac (tupac shakur) All eyez on me
LP4 [edizione] nuovo  stereo  eu  1996  death row 
hip-hop
Vinile quadruplo, copertina apribile con logo ''parental adivsory explicit content'' in basso a destra sul fronte. Ristampa del 2017 ad opera della Death Row, rimasterizzata digitalmente e pressoche' identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel febbraio del 1996 dalla Death Row / Interscope, giunto al 32esimo posto in classifica in Gran Bretagna ed alla prima posizione nella billboard 200 americana, il quarto album del rapper americano, e l'ultimo ad uscire prima della sua morte. Successivo a ''Me against the world'' (1995) e precedente ''The don killuminati: the 7 day theory'' (11/1996), ''All eyez on me'' fu il primo prodotto del nuovo sodalizio stretto fra 2Pac e la Death Row di Suge Knight. E' un disco piu' duro e cattivo, in cui il rapper abbraccia e celebra, forse anche ''romanticamente'', la vita del gangsta, e rimane per la critica l'opera magna di Shakur, il quale si avvale qui della produzione di Johnny J e Dat Nigga Daz, con contributi di star quali Dr. Dre (''California love'') e Snoop Dogg (''2 of amerikaz most wanted''). Un classico del gangsta rap. Uno dei piu' celebri e discussi rappers del genere gangsta, la cui fama forse si ancor piu' allargata dopo la prematura morte, Tupac Amaru Shakur (1971-1996, noto anche come 2Pac) nacque a New York in una famiglia fortemente legata al movimento delle Pantere Nere, ma si trasferi' nella tarda adolescenza in California, dove comincio' a farsi strada nel mondo dello hip hop. Dopo aver collaborato con i Digital Underground, Shakur si affermo' prepotentemente con il suo acclamato album d'esordio, ''2pacalypse now'' (1991), avviando contemporaneamente anche una promettente carriera cinematografica, che lo avrebbe visto recitare in alcuni film nella prima meta' degli anni '90. La sua immagine di rapper fuorilegge ed i suoi testi duri, incentrati sulla violenza della vita di strada nei ghetti afroamericani, erano uno dei piu' spettacolari ritratti della figura del gangsta rapper. La sua reputazione fu cementata dal terzo e dal quarto album, ''Me against the world'' (1995) e ''All eyez on me'' (1996), entrambi giunti in vetta alle classifiche americane, ma la sua giovane vita fu stroncata in una sparatoria a Las Vegas nel 1996, al culmine di un periodo di tensione all'interno della inquieta scena gangsta, che lo aveva visto scontrarsi pubblicamente con il rapper rivale The Notorious B.I.G.
Euro
70,00
codice 2129659
scheda
31St of february (butch trucks) 31St of february (ltd. 180 gr. black friday rsd 2018)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1968  craft / vanguard 
rock 60-70
Edizione limitata a 2000 copie, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL BLACK FRIDAY del 23 novembre 2018, vinile da 180 grammi, copertina cartonata senza codice a barre. Ristampa del 2018 ad opera della Craft / Vanguard, tratta dai nastri stereofonici originali per opera di Kevin Gray, realizzata in occasione del 50esimo anniversario dell'originaria pubblicazione, e pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1968 dalla Vanguard, l'unico eponimo album dei 31st Of February, trio della Florida composto da Scott Boyer (chitarra, voce), David Brown (basso) e Butch Trucks (batteria); attivi per alcuni anni nella seconda metà dei Sixties, realizzarono con questo lp un lavoro dal sound tipico degli Stati Uniti di quel periodo, un intreccio fra folk rock con elementi pop e psichedelici, sonorità elettroacustiche melodiche, spesso e volentieri bucoliche e sognanti, cantato melodico, in alcuni brani un po' "stonato" (come nella acida ed ipnotica cover di "Codine"). Gran parte dei brani furono composti da Boyer e Brown, con una manciata di covers quali "The greener isle" di Jackie DeShannon, "Sandcastles" di Dan Penn / Spooner Oldham / Chips Moman, e la sopracitata "Codine". Dopo l'esperienza dei 31st Of February, i tre membri proseguirono con nuove avventure musicali: Trucks entrò negli Allman Brothers, Boyer fu con i Cowboy, e Brown divenne un turnista, lavorando fra gli altri con Boz Scaggs; tutti e tre poi suonarono come gruppo di supporto nell'album "Duane & Gregg Allman" dei fratelli Allman, uscito nel 1972.
Euro
23,00
codice 3515951
scheda
Aa.vv. (punk italiano) rock 80 (ltd. clear)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  cramps / sony 
punk new wave
Ristampa del 2022, edizione limitata in vinile trasparente, pesante 180 grammi, copertina pressoche' identica a quella della originaria tiratura, completa di inner sleeve con testi. Uscito nel 1980, questo e' un vero manifesto della scena punk e post punk italiana dell' epoca, ritratta attraverso sette bands e tredici brani, perlopiu' pubblicati dalla stessa Cramps Records su rari singoli, sunto infatti di una collana di 7" intitolata "Rock 80" come questa raccolta. Si inizia con gli SKIANTOS di "Fagioli", uscita su singolo nel '79 e rimasta inedita su album, forse non uno dei vertici assoluti del gruppo demenziale bolognese, ma comunque divertentissima; i WINDOPEN, sempre da Bologna e sempre legati al filone demenziale, sono presenti con i due brani del loro unico 7", l' anthem "Sei In Banana Dura" e "La Testa"; i TAKE FOUR DOSES di Stefano Pistolini (poi apprezzato critico musicale) propongono due brani atipici, tra post punk e melodia (la due facciate del loro unico singolo)", "Vita Di Strada", affascinate e suggestiva, davvero molto riuscita, e "La Notte Che Inventarono Gli Eroi"; piu' propriamente punk i notevoli KAOS ROCK, di Bologna, giudati da Muciaccia, boyfriend di Joe Squillo, con i due brani del primo singolo, l' anthem irresistibile "Basta, Basta" e la piu' graffiante "La Rapina" (poi per loro un altro singolo ed un album); gli X RATED furono tra le migliori punk band italiane di quegli anni, provenivano da Milano ed i due brani "Blockhead Dance" e "Routine", sebbene solo indicativi del potenziale del gruppo che si esprimeva appieno dal vivo, dimostrano una caratura musicale ed artistica indubbiamente notevole (si tratta dei due brani del purtroppo unico singolo del gruppo); imperdibili i due brani delle KANDEGGINA GANG di Jo Squillo, "Sono Cattiva" ed "Orrore", usciti su singolo anch'essi, testimonianza tra le piu' notevoli del punk demenziale italiano, grezzo punk con accenni vagamente pop, fortemente caratterizzato dalla voce stridula di Jo Squillo e da testi a meta' tra ribellione e demenzialita'; si chiude con i DIRTY ACTIONS, genovesi e punk non certo da un punto di vista strettamente musicli, con i due brani del loro singolo "Rosa Shocking" e "Figli Del Demonio (Dirty Actions S-Ha)", comunque atipici ed interessanti.
Euro
22,00
codice 2129214
scheda
Aa.vv. (reggae) Do the moonwalk
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  trojan / bmg 
reggae
Catalogo TBL1039. Pubblicata nel 2019 dalla Trojan / BMG, questa antologia pesca dal catalogo della grande etichetta inglese dodici brani di fine anni '60 e dintorni, ispirati dalle imprese lunari degli astronauti dell'epoca, sbarcati sul nostro satellite nel luglio del 1969, di cui proprio nel 2019 cadeva il cinquantesimo anniversario. La musica reggae è senza dubbio permeabile ed aperta all'ispirazione di eventi, mode e movimenti internazionali (si pensi ad esempio al cinema delle arti marziali od allo spaghetti western, i cui riferimenti fanno non di rado capolino nei brani della musica giamaicana di fine anni '60 e primi '70), come documentano i titoli di queste canzoni rocksteady e proto-reggae, interpretate da nomi come Derrick Morgan, Ansel Collins, Symarip e Kingstonians, fra gli altri, proprio a celebrazione dello sbarco sulla luna, ovviamente in salsa reggae. Questa la scaletta: Derrick Morgan, "Moon Hop"; Karl Bryan, "Moon Shot"; Nicky Thomas, "Doing The Moonwalk"; Earl Bailey, "Moon Rock"; The Kingstonians, "Come We Go Moonwalk"; Sonny Bins, "Boss A Moon"; Derrick Morgan, "Man Pon Moon"; Ansel Collins, "Moon Dust"; King Horror, "Creature From The Moon"; Winston Wright, "Moon Invader"; The Hippy Boys, "Apollo 11"; Symarip, "Skinhead Moonstomp".
Euro
19,00
codice 3515921
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Brown acid: the eighteen trip - vol. 18 (blue)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1969  riding easy 
rock 60-70
EDIZIONE IN VINILE BLU. Pubblicato nell' aprile 2024, questo e' il diciottesimo volume della serie di compilation ''Brown acid - Heavy Rock From the Underground Comedown'' edite dalla label californiana Ridingeasy, con lo scopo di riportare all'attenzione del pubblico una serie di rari brani e di misconosciuti gruppi dell' underground post psichedelico e hard rock perlopiu' americano fra la fine degli anni '60 e quella degli anni '70. Brani tratti da rarissimi singoli, spesso autoprodotti e venduti per lo piu' in poche centinaia di esemplari. Svanito il sogno psichedelico e pacifista a fine decennio, con l'avvento delle droghe pesanti, la tragedia di Altamont ed il persistere dell'atroce conflitto vietnamita, il rock si fece piu' duro e tormentato, sostituendo le melodie folk rock e le visionarie invenzioni psichedeliche con la potenza e l'aggressivita' dell' hard rock e del protopunk, che influenzarono a loro volta una generazione di musicisti destinati a restare misconosciuti o ricordati solo a livello locale, ma capaci comunque di dare poche prove di selvaggia creativita' all'insegna di una crudezza figlia del garage di poco precedente e dei seminali primi lavori dei Blue Cheer e precorritrice del punk, almeno nello spirito, che fruttarono dirompenti, sporchi e cattivi hard rockers stradaioli; questa la scaletta di questo diciottesimo volume: Backjack "Bridge Waters Dynamite" (1974, S.Louis, Missouri), Smokin' Buku Band "Hot Love" (1980, Hollywood, California), Atlantis "Moby Shark" (1975, Baltimore, Maryland), Tommy Stuart & The Rubberband "Peeking Through Your Window" (1970, Tuscaloosa, Alabama), Chicago Triangle "Ripped Off" (1977, Chicago, Illinois), Parchment Farm "Songs Of The Dead" (1971, Union, Missouri), Glory (Damnation Of Adam Blessing) "Nightmare" (1973, Cleveland, Ohio), Dalquist "Farewell To The Dreamer" (1980, Waco, Texas), Pawnbrokers "Realize" (1968, Fargo, North Dakota), Brothers Of The Ghetto "Rockin' Chair" (1975, Chicago, Illinois).
Euro
29,00
codice 3034861
scheda
Aa.vv. (soul, r'n'b) Brunswick northern soul
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  demon / brunswick 
soul funky disco
Vinile nero da 140 grammi, catalogo DEMREC811. Pubblicata nel 2021 dalla Demon, questa antologia compila dodici brani tratti altrettanti singoli editi dalla storica label americana Brunswick fra il 1966 ed il 1973 (tranne uno uscito su Constellation, quello di Gene Chandler), opera di cantanti afroamericani, con particolare attenzione alla scena soul di Chicago, che negli anni '60 era uno dei punti di forza della Brunswick, grazie a successi di artisti come Jackie Wilson ed i Chi-Lites; accanto a queste figure di spicco, la Brunswick sviluppò un catalogo che annovera molti artisti rimasti allo status di culto, in particolare nel circuito del Northern soul britannico, come Adam's Apples, Marvin Smith e Leroy Taylor, autori di singoli oggi divenuti rarissimi di costosissima reperibilità, e qui finalmente compilati insieme. Questa la scaletta: Jackie Wilson, "The Who Who Song" (1967); Adam's Apples, "Don't Take It Out On This World" (1967); Leroy Taylor, "Oh Linda" (1967); Marvin Smith, "Have More Time" (1966); Billy Butler, "I'll Bet You" (1967); The Artistics, "The Chase Is On" (1967); Gene Chandler, "Bet You Never Thought" (1966); Jackie Ross, "Keep Your Chin Up" (1967); Channel 3, "Sweetest Thing" (1973); The Visitors, "I'm In Danger" (1968); Tony Drake, "Suddenly" (1970); Jackie Wilson, "Because Of You" (1973).
Euro
19,00
codice 3515920
scheda
Aa.vv. (soul, r'n'b) You can't sit down - cameo parkway dance crazes 1958-1964 (yellow vinyl rsd 2021)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  cameo-parkway / bmg 
soul funky disco
Vinile doppio a 45 giri di colore giallo, edizione REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 17 LUGLIO 2021, inner sleeve con foto degli artisti, note e riproduzioni delle etichette dei singoli originari, label verde e gialla sul primo vinile, blu e rossa sul secondo, logo Cameo Parkway in alto, catalogo 718 779-1. Pubblicata in vinile nel luglio del 2021 dalla Cameo Parkway / BMG, inizialmente uscita solo in cd nel 2020, questa antologia compila ventidue brani, rimasterizzati dai master originali tratti dagli archivi della Cameo Parkway, originariamente pubblicati fra il 1958 ed il 1964 su singolo dalla storica etichetta di Philadelphia Cameo-Parkway (nelle sue due distinte emanazioni Cameo e Parkway). La compilation documenta alcune delle più scatenate e ballabili musiche prodotte dal primissimo soul e dallo r'n'b a cavallo fra la fine degli anni' 50 ed i primi '60, e si apre e si chiude proverbialmente con due canzoni di Chubby Checker, il "re del twist": "The twist" e "Twistin' U.S.A.". Questa la scaletta: Chubby Checker, "The Twist"; The Orlons, "The Wah-Watusi"; The Dovells, "Bristol Stomp"; Dee Dee Sharp, "Mashed Potato Time"; The Dovells, "You Can't Sit Down"; Bobby Rydell, "The Third House (In From The Right)"; Dee Dee Sharp, "Do The Bird"; Chubby Checker / Dee Dee Sharp, "Slow Twistin'"; The Orlons, "Shimmy Shimmy"; Candy and the Kisses, "The 81"; The Marlins, "(Everybody Do) The Swim Pt. 1"; Don Covay, "The Popeye Waddle"; The Dovells, "Do The New Continental"; The Dardanelles featuring Little Bo, "Baby, Do The Froog"; The Applejacks, "Rocka-Conga"; Chubby Checker, "The Hucklebuck"; Tony Young and the Hippies, "The Mash"; The Applejacks, "Mexican Hat Rock"; Bobby Rydell, "The Cha-Cha-Cha"; The Turbans, "When You Dance"; The Taffys, "Everybody South Street"; Chubby Checker, "Twistin' U.S.A.".
Euro
26,00
codice 3515919
scheda
Aa.vv. (texas punk rock) deep in the throat of texas
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1978  existencial vacuum 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
L' originale stampa, nella versione in vinile nero, realizzata in 1800 copie, copertina senza barcode, completa di inner sleeve con note, di inserto ripiegato con note e foto, e di inserto che rileva alcune imprecisioni nella scaletta indicata, etichetta argento e rossa, catalogo EV14, "The Stars at Night..." e "... Are Big and Bright" incisi sul trail off delle rispettive facciate. La bellissima raccolta uscita nel 1997 per la americana Existencial Vacuum foto e note, inserto con catalogo della label e correzione sulla track list del retrocopertina, etichetta arancio ed argento, vinile nero, con tutti i 15 brani di 6 rarissimi e ricercatissimi singoli di 6 diverse punk bands del "Lone Star State", splendida testimonianza di una delle scene piu' fertili e personali di tutto il punk rock americano. Imperdibile. Si inizia con i tre brani del primo e migliore dei due 7" dei NEXT (presenti anche nella raccolta "Live at Raul's"), originari di San Antonio ma basati ad Austin, il favoloso "Make It Quick" ep, realizzato nel '79, con il teen punk di "Mr. Wonderful", la magnifica "Monotony" e l' abrasiva "Cheap Rewards"; a seguire troviamo i due brani del primo storico singolo del 1979 dei grandi REALLY RED di Houston, la punk band texana piu' nota ed importante, "Crowd Control" e "Corporate Settings" sono favolosamente acerbe, imprevedibili schegge impazzite di una scena che li vedra' protagonisti negli anni a venire; i DOT VAETH di Dallas realizzarono un unico singolo, tra le prime testimonianze della scena punk texana, nel 1978: "White collar worker" ed "Armed robbery" sono incredibilmente grezze e low-fi, cio' nondimeno splendide testimonianze, con il loro approccio viscerale, a base di magnifici riffs chitarristici ed un' attitudine vocale davero "cool" (nel gruppo James Flory che suono' anche con Nervebreakers e Barry Kooda Combo); cambiando facciata troviamo gli AK 47 di Houston, con i due brani dell' unico singolo del 1980 "The badge means you suck" e "Kiss my machine", attitudine splendidamente punk rock e ferocia quasi hardcore; i due brani dell' unico singolo, del 1979) degli UNCALLED 4 di Waco, una cover stravolta di "Cotton fields" di Leadbelly e l' originale "Grind her up", rielaborano con un' attitudine inequivocabilmente punk, visceralmente primitiva, le radici piu' profonde del r'n'roll, le stesse che anche i Cramps non hanno mai smesso di omaggiare; infine i VAST MAJORITY di Houston con i tre brani dell' unico 7"ep del 1980: "I wanna be a number", che presenta forti assonanze con il punk minimale e grezzissimo degli Urinals, e l' art punk di "God's groin" e "Throwdown".
Euro
36,00
codice 261233
scheda
Ac/dc broadcast in nashville - august 8th, 1978 (clear vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  outsider 
rock 60-70
Edizione limitata, in vinile chiaro. Realizzato nel 2022, questo album private press contiene l' intera registrazione (gia' in passato contenuta in altri albums non ufficiali) del concerto del gruppo dato all' Atlantic Record Bar Convention di Nashville l'8 agosto del 1978, poco dopo l'ingresso in formazione del nuovo bassista Cliff Williams e durante il tour di promozione dell'album ''Powerage''. Il concerto fu trasmesso alla radio WKDF-FM, ed il gruppo era in grande forma, nella configurazione con Bon Scott alla voce, Angus e Malcolm Young alle chitarre, Williams al basso e Phil Rudd alla batteria. Questa la scaletta: ''Live wire'', ''Problem child'', ''Sin city'', ''Gone Shootin''', ''Whole lotta rosie'', ''Rocker''. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
24,00
codice 2129207
scheda
Acetone York blvd. (reissue 2lp)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2000  vapor 
indie 90
Ristampa del 2023 espansa a doppio album e rimasterizzata agli Rca Studios e Abbey Road Studios. copertina apribile. il quinto ed ultimo album della band californiana, sospesi tra psychedelia, post grunge,acustiche,remoti panorami desertici ed introspettivi. tra i migliori esempi del suono tipico di bands quali verve, codeine, spiritualized, yo la tengo. Passati quasi inosservati nella affollata scena rock dei primi anni '90, gli Acetone hanno avuto il merito di trasportare nel mondo indie rock dell'epoca le influenze di due dei miti del sud della California, i Beach Boys e Gram Parsons, con echi dei Velvet Underground. La band si forma nel 1992 a Los Angeles, su impulso del chitarrista Mark Lightcap, del bassista Richie Lee e del batterista Steve Hadley. Dopo aver cercato invano un cantante, la band decide di adottare la soluzione interna e registra il primo demo; firmano per la Vernon Yard, sussidiaria della Virgin Records ed etichetta dei Low e dei Verve, e nel 1993 pubblicano il debutto "Cindy", un mix di aggressiva neo-psichedelia con armonie pastorali e reminiscenze dai Velvet Underground del terzo album. Segue un tour con i Verve e si assicurano l'attenzione della stampa Inglese; nel 1995 il gruppo affronta una nuova direzione artistica e accoglie nella propria musica forti suggestioni roots rock e country, che si rivelano nel mini album "I Guess I Would", che include cover dei Flying Burrito Brothers con "Juanita" e di Kris Kristofferson con "Border Lord". Non e' certo un approccio alla moda per quei tempi, e la difficile proposta del trio passa ancora una volta sotto silenzio; esce allora un secondo album, "If You Only Knew", sorta di via di mezzo tra il primo ed il secondo periodo, ma nel 1997 la Vernon Yard non rinnova loro il contratto. Firmano quindi per la piccola Vapor Records, che realizza il terzo album intitolato semplicemente "Acetone" (ottobre 1997). Finalmente la critica si accorge di loro e le recensioni sono questa volta entusiastiche, anche il pubblico sembra interessarsi alla loro musica, ma proprio alla vigilia del successo il 23 luglio del 2001, Lee muore suicida e questo pone fine bruscamente alla carriera di uno dei piu' interessanti ed innovativi gruppi ad emergere dalla scena del decennio.
Euro
49,00
codice 2129390
scheda
Acid mammoth Caravan (ltd quad)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  heavy psych sounds 
indie 2000
Ristampa di 150 copie su vinile quad nero/verde neon con nuova copertina.Note della label: il terzo album degli Acid Mammoth è stato concepito, registrato e prodotto durante uno stato di blocco totale dovuto al Covid-19, quindi riflette molto lo stato d'animo del duo durante questi tempi bui. È un viaggio pesante, sublime e nero come la pece nel vasto sconosciuto. Come tutti i loro lavori precedenti, "Caravan" è stato registrato, mixato e masterizzato con Dionysis Dimitrakos del Descent Studio di Atene, mentre la batteria è stata registrata all'Ignite Studio. L'artwork è stato realizzato ancora una volta da Branca Studio. È un album da strega per orecchie da strega, un'opera pesante che emerge direttamente dall'abisso più profondo. Ancora una volta il duo padre e figlio alle chitarre offre all'ascoltatore un'orda di riff schiaccianti e confusi di Iommi mentre il basso gigantesco abbatte tutto sul suo cammino con i suoi zoccoli acidi. I suoi tamburi risuonano ritmi ultraterreni di straziante rovina mentre la sua voce ipnotizzante ti stregherà con le loro parole di dolore. Più pesante e diversificato del suo predecessore, "Caravan" è qui per abbatterti con le sue zanne acide Quartetto di Atene, Grecia, La band è stata formata nel 2015 da Chris Babalis Jr. (voce e chitarra) e Dimosthenis Varikos (basso), buoni amici fin dal liceo, con un profondo amore per i Sabbath e altra musica pesante. A loro si unirono presto il loro ottimo amico Marios Louvaris (batteria) e Chris Babalis Sr. (chitarre), il padre di Jr. Il primo album è del 2017.
Euro
24,00
codice 2129376
scheda
Acid mammoth Supersonic megafauna collision
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  heavy psych sounds 
indie 2000
copertina apribile. Note a cura della label ""Supersonic Megafauna Collision" è una celebrazione empia di tutto ciò che è pesante, e man mano che l'album avanza continua a diventare sempre più doomi! È un album malvagio ed esplosivo, con il 666% di fuzz! Preparati a essere travolto da una tempesta di riff di chitarra pachidermici, bassi lanosi, batteria esplosiva e voci da strega! " Quartetto di Atene, Grecia, La band è stata formata nel 2015 da Chris Babalis Jr. (voce e chitarra) e Dimosthenis Varikos (basso), buoni amici fin dal liceo, con un profondo amore per i Sabbath e altra musica pesante. A loro si unirono presto il loro ottimo amico Marios Louvaris (batteria) e Chris Babalis Sr. (chitarre), il padre di Jr. Il primo album è del 2017.
Euro
20,00
codice 2129377
scheda
Acid mammoth Under acid hoof (reissue ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  heavy psych sounds 
indie 2000
ristampa di 150 copie in edizione limitata in vinile rosso/oro, copertina apribile con nuovo artwork e due brani extra. Il secondo album, note della label : L'album è una continuazione diretta dell'omonimo album di debutto della band, ma più oscuro, più pesante e più confuso. Cinque tracce di doom, ognuna delle quali offre qualcosa di unico all'opera. Diventa sempre più pesante man mano che ti addentri più a fondo nell'album. Il duo padre e figlio alle chitarre offre all'ascoltatore un'orda di riff in stile Iommi con melodie fuzzy accompagnate da riff doomy, supportati da linee di basso malvagie e batteria pesante. La voce pulita e morbida si aggiunge al mix e i discorsi occasionali di stregoneria e mammut possono portare a un'esperienza sublime e pesante. Quartetto di Atene, Grecia, La band è stata formata nel 2015 da Chris Babalis Jr. (voce e chitarra) e Dimosthenis Varikos (basso), buoni amici fin dal liceo, con un profondo amore per i Sabbath e altra musica pesante. A loro si unirono presto il loro ottimo amico Marios Louvaris (batteria) e Chris Babalis Sr. (chitarre), il padre di Jr. Il primo album è del 2017.
Euro
29,00
codice 2129378
scheda
Acid rooster Acid rooster (ltd repress)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  cardinal fuzz 
indie 2000
ristampa limitata di 300 copie in vinile blu con grafica virata blu-rosa, poster. Provenienti da Lipsia, in Germania, gli Acid Rooster pubblicano un grande album di debutto di rock psichedelico strumentale. Il full-length omonimo del trio è consigliato ai fan di tra cui Motorpsycho, Agitation Free, Hawkwind, Neu! et.
Euro
30,00
codice 2129182
scheda
Action Rolled gold - lost recordings 1967/1968 (gold vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1967  guerssen 
rock 60-70
Ristampa del 2023, IN VINILE DORATO, copertina con parti dorate in rilievo sul fronte e senza codice a barre, pressoche' identica a quella della precedente edizione del 2018 sempre su Guerssen, grande adesivo di presentazione sul cellophane, inserto apribile con rare foto e note dettagliate a cura di Jason Barnard (Shindig!). Si tratta sostanzialmente di una nuova versione della interessante raccolta ''Rolled gold'' gia' pubblicata nel 1997 dalla Dig The Fuzz, ed a sua volta riedizione dell'album uscito nel 1995 sulla stessa label con il titolo di ''Brain (the lost recordings 1967/1968)''. Si tratta di una piacevole riscoperta della fase di transizione che dagli Action porto' ai Mighty Baby: gli Action incisero questi brani demo fra il 1967 ed il 1968 con l'obiettivo di ottenere un contratto per un album, purtroppo senza successo; i brani rimasero inediti per anni, venendo gradualmente pubblicati a partire dagli anni '80. Cio' che abbiamo e' una bella fotografia del passaggio fra la fase mod ad una piu' sfaccettata e complessa, fra pop barocco, psichedelia e freakbeat (l'ottima ''Brain''). Splendide armonie vocali squisitamente britanniche, atmosfere sottilmente autunnali, delicate melodie (come nell'elettroacustica ''Things you cannot see'') ma anche chitarre acide e distorte (si ascolti ad esempio la splendida ''Strange roads''). Questa la scaletta: ''Come around'', ''Something to say'', ''Love is all'', ''Icarus'', ''Strange roads'', ''Things you cannot see'', ''Brain'', ''Look at the view'', ''Climbing up the wall'', ''Really doesn't matter'', ''I'm a stranger'', ''Little boy'', ''Follow me'', ''In my dream''. Apprezzata formazione britannica fra soul/r'n'b e pop inglese, legata alla sottocultura mod, gli Action si formarono nel 1963 a Londra, inizialmente come The Boys. La formazione era composta, oltre che dal talentoso cantante Reggie King, considerato da molti come uno dei migliori cantanti soul bianchi, da Pete Watson e da tre futuri Mighty Baby. Il gruppo pubblico' in vita solo cinque singoli, prodotti da George Martin, il prestigioso collaboratore dei Beales: fra questi 45 giri, spicca la splendida ''I'll keep on holding on'', un classico degli anni '60 inglesi. Il chitarrista solista Martin Stone sostitui' Watson nel 1966, mentre l'anno dopo il tastierista Ian Whiteman si uni' al gruppo, mentre Reggie King se ne ando' per avviare la carriera solista; gli Action si trasformarono quindi nei Mighty Baby nel 1969.
Euro
29,00
codice 3034754
scheda
Adamson barry Back to the cat (ltd. clear)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2008  mute 
punk new wave
Ristampa del 2022, edzione limitata in vinile trasparente, corredata di codice per il download digitale, copertina con parti lucide presso la costola sul fronte e sul retro, pressoche' identica alla prima tiratura, e corredata di inner sleeve. Pubblicato nel marzo del 2008 dalla Central Control, ''Back to the cat'' e' l'ottavo album (escludendo la colona sonora di ''Delusion'', 1991) di Barry Adamson, uscito dopo ''Stranger on the sofa'' (2006) e prima di "I Will Set You Free" (2012). Il musicista inglese ritorna con un lavoro dalle forti tinte anni '70, ma che si mostra assai eclettico, svariando fra funk, soul, cabaret e pop dalle tinte noir che ricorda le colonne sonore da spy story degli anni '60, il tutto guidato dal suo sensuale e decadente canto da crooner ed immerso in un'atmosfera cinematica che ben adatterebbe il lavoro ad una colonna sonora. Veterano della scena musicale britannica, attivo in ambito post punk con i Magazine e poi con i Bad Seeds di Nick Cave, l'inglese Barry Adamson lascia questi ultimi nel 1987 e si dedica alla carriera solista, ispirato da compositori di colonne sonore come Ennio Morricone e John Barry, esordendo su lp con l'apprezzato ''Moss side story'' (1989), in cui emerge il suo approccio eclettico che fonde sonorita' post punk, funk, e colonne sonore da film di spionaggio. Nel decennio successivo realizza in effetti varie colonne sonore, oltre a pubblicare lavori solisti in cui l'atmosfera cinematica e' comunque un elemento costante.
Euro
21,00
codice 3034839
scheda
Afghan whigs Congregation (loser ed.)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  sub pop 
punk new wave
Ristampa del 2017, rimasterizzata dai nastri originali, in doppio vinile rosso trasparente, pesante 180 grammi, che gira a 45 giri, coupon per download, copertina apribile. Lp pubblicato in Germania dalla Sub Pop nel gennaio 92, dopo "Up in it" (90) e prima "Gentlemen" (93), il terzo album della band americana; opera che attenua e smussa le sonorita' piu' impeuotuose a favore di una scrittura stilisticamente varia, con arrangiamenti piu' ricercati e che e' da considerarsi come il punto d'unione, ideale ponte fra l'aggressione sonora dei primi lavori e Il soul bianco di quelli seguenti. Un grunge psichedelico magnetico, romantico e decadente, molto ispirato e profondo, che tratta spesso di temi come il rapporto, idilliaco e perverso, fra i sessi o di peccatori incalliti senza possibilita' di redenzione. Gli Afghan Whigs furono fondati nel 1986 a Denver, Colorado, da Greg Dulli (voce, chitarra), Rick McCollum (chitarra), John Curley (basso) e Steve Earle (batteria). Accostati al coevo movimento grunge, con il quale senza dubbio avevano dei tratti in comune, ma fortemente contaminati dal soul e dal funk degli anni '70, gli Afghan Whigs erano autori di una musica cupa, contraddistinta dalle liriche amare di Greg Dulli e dal contrasto delle influenze soul con il suono spesso duro delle chitarre e con l'attitudine pessimistica espressa da molti dei loro brani.
Euro
38,00
codice 3034828
scheda
Aiazzi antonio (litfiba, beau geste) linea gialla (signed!)
lp [edizione] originale  stereo  ita  2017  Contempo 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
COPIA AUTOGRAFATA DALL' AUTORE, l' originale stampa, nella versione in vinile nero, edizione limitata, copertina "die cut" con aperture sagomate sul fronte, inner sleeve, etichetta nera con scritte e logo gialli, catalogo C01019LP. Pubblicato nel novembre del 2017, il primo album solista dell' ex Litfiba e Beau Geste, che sara' seguito nel 2021 da "Mephisto Ballad", coaccreditato a Gianni Maroccolo. Dopo la militanza nei Litfiba, e le molte colonne sonore per cinema e teatro composte come membro dei Beau Geste, Aiazzi da' inizio alla sua discografia solista con un lavoro in cui si incontrano elettronica da ascolto e musica concreta, suoni di musica e suoni e rumori dell'ambiente contemporaneo in cui viviamo, che si integrano qui in una suadente sintesi: affascinanti sono le melodie minimaliste di ''Tramvia'', in cui note elettroniche e note di piano di incontrano sparse sopra un tessuto ritmico incalzante e regolare che sembra evocare il movimento sulle rotaie, fino a che le melodie non si fanno piu' avanti ricamando un'elettronica psichedelica e contemporanea; altrove la musica si fa piu' intimista e distesa, evocando a tratti un senso di isolamento ma anche un approccio contemplativo sulla vita quotidiana di tanti luoghi di Firenze, che Aiazzi ha catturato con uno smartphone, dal passo dei musici del calcio storico al chiacchierare dei turisti, e che fornisce il terreno su cui il musicista ha costruito l'edificio sonoro di ''Linea gialla'', in cui suoni e rumori del mondo in cui viviamo si insinuano nella musica che ascoltiamo, e dall'esterno verso il nostro interiore, per quanto isolato o protetto esso sia reso dai ritmi e dai condizionamenti del vivere contemporaneo.
Euro
25,00
codice 261278
scheda
Air Premiers symptomes (reissue)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1997  parlophone 
indie 90
Ristampa in vinile 180 grammi, inner sleeve. Originariamente pubblicata nel 1997 dalla Source sotto forma di mini lp con cinque brani, poi ristampata nel 1999 dalla stessa etichetta in questa versione con sette brani, la raccolta dedicata ai primi singoli del duo elettronico francese, usciti originariamente fra il 1995 ed il 1997, testimonianze di una elettronica da ascolto rarefatta ed atmosferica, languida e sensuale, con richiami a certo rock degli anni '70 (da Gainsbourg ai Pink Floyd) ed all'elettro rock minimale tedesco, filtrati attraverso la moderna elettronica. Questa la scaletta: ''Modular mix'' (11/95, dal singolo ''Modulor mix''), ''Casanova 70'' (7/96, dal singolo ''Casanova 70''), ''Les professionnels'' (7/96, dal singolo ''Casanova 70''), ''J'ai dormi sous l'eau'' (7/97, dal singolo ''Le soleil est pres de moi''), ''Le soleil est pres de moi'' (7/97, dal singolo ''Le soleil est pres de moi''), ''Californie'' (2/98, dal flexi ''Sexy boy''), ''Brakes on'' (12/97, dal singolo di Alex Gopher ''Gordini mix''). Gli Air, influente duo francese capostipite dell'easytronica, si formano nel 1995 a Parigi grazie a Nicolas Godin (voce filtrata, basso, chitarre elettriche, synth, organo, percussioni) e Jean-Benoit Dunckel (organo, piano, synth, voce filtrata). Tra il '96 e il '97 pubblicano una serie di singoli per la l'etichetta inglese Mo' Wax e per quella francese Source, raccolti poi in "Premiers Symptomes" del 1999, nel '98 firmano per la Virgin e pubblicano quello che e' divenuto un classico della fine del secolo, l'album "Moon Safari", in cui definiscono il loro stile, elettronica downbeat sotto forma di canzoni pop, basando le composizioni su bassi rotondi e pulsanti dalla groove soul-funk, imperniate di atmosfere languide e fughe ambient in stile floydiano, grazie all'inserimento di tappeti di synth (moog, Korg MS20, vocoder, casiotone), utilizzando inoltre campionamenti ed effetti dalle sonorita' retro' alla Jean Michel Jarre. Ma le influenze dei due francesi includono anche sonorita' electro pop anni '80, contaminate da influssi Kraftwerk, avvolte da una seducente atmosfera flou vaporosa e melliflua, ormai divenuta il marchio di fabbrica del duo.
Euro
25,00
codice 2129533
scheda
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  dpqb 
rock 60-70
doppio album, realizzato nel 2019, copertina apribile. Contiene preziose registrazioni effettuate dai due grandi chitarristi in un occasionale incontro in studio il 27 agosto del 1970, presso i Criteria Studios di Miami, Florida. Occasione informale e musica informale, semplicemente jams blues improvvisate, suonate in un' atmosfera rilassata ma densa, a cementare l' amicizia e l' intesa musicale tra i due, testimoniata dalla partecipazione di Duane alle registrazioni dell' album "Layla And Other Assorted Love Songs" dei Derek & the Dominos di Clapton; a quegli stessi giorni di registrazioni risalgono queste jams, sostanzialmente attribuibili ai Derek & the Dominos con Duane Allman. Un documento davvero prezioso.
Euro
26,00
codice 2129556
scheda
Alternative tv The image has cracked (+2 tracks, ltd. color vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  radiation reissues 
punk new wave
ristampa del 2024, edizione limitata in vinile colorato, copertina senza barcode pressoche' identica a quella della prima rara tiratura, ma con l' inserimento di due tracce in piu' ("Love Lies Limp" e "Life", originariamente pubblicate su singolo nel novembre 1978). Pubblicato nel maggio del 1978 dalla Deptford Fun City in Gran Bretagna, non uscito negli USA, ''The Image has cracked'' e' il primo album degli Alternative TV, precedente ''Vibing up the senile man'' (1978). Un disco fondamentale, che costitui' un punto fermo del punk rock inglese, pur superandone decisamente i confini, solitamente angusti, in piu' di un episodio anticipatore della wave a venire ("Still Life" e "Viva la Rock'n'Roll" su tutti); eppure sono qui' contenuti due autentici inni del punk di sempre: "Action Time Vision" e "How Much Longer", quest' ultima presente grazie all' inclusione in coda al disco dei 3 magnifici brani dello storico 7"EP d' esordio (gli altri due sono "Love Lies Limp" e "You Bastard"). Imprescindibile. Mark Perry e' figura principe animatrice del punk anglosassone autore della prima, piu' influente e anche piu' venduta fanzines, la storica Sniffin' Glue, scritta, impaginata, stampata e distribuita artigianalmente a partire dall'estate del 1976 (grazie anche all'aiuto della Rough Trade e di altre strutture indipendenti) dal giovane e disoccupato londinese Mark Perry. A differenza della conformista stampa musicale ufficiale, dalle pagine della sua rivista Perry incensava o maltrattava senza peli sulla lingua i gruppi punk del momento, che aveva modo di seguire e studiare da vicino, promuovendo fra grezzi collages e montaggi neo-dadaisti efficaci slogan del tipo "eccovi tre accordi, ora formate un gruppo musicale", o incitando i lettori a fondare le loro fanzines (appello che in molti non si fecero ripetere due volte). Nel punk ogni scioccante "rivolta nello stile" si e' bruciata e consumata con enorme rapidita', dopo poco piu' di un anno Perry fondava egli stesso un gruppo rock, gli Alternative TV, il cui singolo di esordio era allegato all'ultimo numero di Sniffin' Glue. Le realizzazioni degli Alternative TV sono tra le piu' atipiche, se non seminali e fondamentali , di tutto il movimento punk e post-punk anglosassone.
Euro
22,00
codice 2129183
scheda
Alternative tv vibing up the senile man (part one)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  spittle 
punk new wave
Ristampa del 2021, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato nel marzo 1979 dalla Deptford Fun City in Gran Bretagna, questo e' il secondo album degli Alternative TV, successivo a ''The image has cracked'' (1978) e precedente ''Strange kicks'' (1981). Un disco gia' lontanissimo dal punk rock degli esordi, che approfondisce l' aspetto piu' sperimentale ed ostico della musica della band, con brani prossimi alle sperimentazioni industriali dei Throbbing Gristle, non a caso ne sara' significativa testimonianza la partecipazione di Genesis P.Orridge. Un disco difficile ed ostico, che non ammette ascolti distratti e superficiali che sicuramente non potra' deludere anche gli amanti della musica di ricerca e sperimentale. Mark Perry e' figura principe animatrice del punk anglosassone autore della prima, piu' influente e anche piu' venduta fanzines, la storica Sniffin' Glue, scritta, impaginata, stampata e distribuita artigianalmente a partire dall'estate del 1976 (grazie anche all'aiuto della Rough Trade e di altre strutture indipendenti) dal giovane e disoccupato londinese Mark Perry. A differenza della conformista stampa musicale ufficiale, dalle pagine della sua rivista Perry incensava o maltrattava senza peli sulla lingua i gruppi punk del momento, che aveva modo di seguire e studiare da vicino, promuovendo fra grezzi collages e montaggi neo-dadaisti efficaci slogan del tipo "eccovi tre accordi, ora formate un gruppo musicale", o incitando i lettori a fondare le loro fanzines (appello che in molti non si fecero ripetere due volte). Nel punk ogni scioccante "rivolta nello stile" si e' bruciata e consumata con enorme rapidita', dopo poco piu' di un anno Perry fondava egli stesso un gruppo rock, gli Alternative TV, il cui singolo di esordio era allegato all'ultimo numero di Sniffin' Glue. Le realizzazioni degli Alternative TV sono tra le piu' atipiche, se non seminali e fondamentali , di tutto il movimento punk e post-punk anglosassone.
Euro
21,00
codice 2129208
scheda
Amen dunes Death jokes (loser edition)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  sub pop 
indie 2000
edizione limitata in vinile colorato "coke bottle clear", doppio inciso su tre lati. copertina apribile, inner sleeve. In questo nuovo capitolo (il sesto della discografia) a sei anni da "freedom" , McMahon ricalca il suo "pop" catartico ed avant-garde, psichedelico ed "inquietante", con brani che si dipanano su loops creati da samples contorti e lisergici (alcuni tratti da type o negative e coil). note complete a seguire. Amen Dunes e' il progetto individuale di Damon McMahon, iniziato nel 2006 a New York, prima del suo trasferimento in Cina, a Pechino, dove ha vissuto per qualche anno; successivamente, con il ritorno negli States, pubblica il primo lavoro dal titolo "Dia" nel 2009 su Locust Music, da uno sgangherato lo fi fra garage, lo fi e pop, cui seguono l'Ep "Murder dull mind" e il secondo full lenght, "Through donkey jaw" nel 2011. La sua musica e' un lo-fi psichedelico cupo, caratterizzato da improvvisazioni e da registrazioni in diretta, con miscelazioni di sonorita' acustiche ed elettriche.
Euro
38,00
codice 2129445
scheda
Amyl and the sniffers U should not be doing that
7" [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  rough trade 
indie 2000
copertina lucida, sul retro il brano "facts". Due brani che anticipano l'uscita del nuovo album, la graffiante "u should not be doing that" che sembra prendere spunto dal groove di "miss you" dei Rolling stones aggiungendo la carica "casinista" della band, bellissimo il video che accompagna il brano. Gli Amyl and the Sniffers, nati nel 2016, sono un gruppo punk rock australiano di stanza a Melbourne, formato dalla vocalist Amy Taylor, dal batterista Bryce Wilson, dal chitarrista Dec Martens e dal bassista Gus Romer. Hanno all'attivo due EP - "Giddy Up" (2016) e "Big Attraction" (2017) - e un album omonimo pubblicato nel 2019. Nel 2021 esce il loro secondo acclamato album "comfort to me".
Euro
15,00
codice 2129259
scheda

Page: 1 of 30


Pag.: oggetti: