Hai cercato:  immessi ultimi 30 giorni --- Titoli trovati: : 1024
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 41  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
13Th floor elevators    Easter everywhere
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  international art. / private 
rock 60-70
Ristampa in vinile 180 grammi pressocche' identica alla prima rarissima tiratura, copertina senza barcode in cartoncino lucido. Pubblicato in USA nel Giugno del 1968 dopo ''The Psychedelic Sound Of'' e prima di ''Live'', non entrato nelle classifiche USA e non pubblicato all'epoca in UK. Il secondo lp. Per molti anche superiore allo stratosferico debutto, sicuramente molto piu' psychedelico e spaziale e meno legato al garage, contiene alcuni dei classici della musica americana di tutti i tempi, ''slip inside the house'', ''earthquake'', ''levitation'', ''baby blue'', ''she lives in a time of her own'', ''dust'', ''i had to tell you''. Fu registrato a Kerville, nella campagmna texana, con i nuovi membri Danny Thomas e Dan Galindo, dopo l'abbandono di Walton e Leatherman, abbattuti dai continui guai con la polizia, gli arresti e i grossi problemi personali dovuti all'enorme uso di droghe di tuti i tipi, allucinogene in particolare, sara' l'ultimo vero lavoro della band, che dopo alcuni concerti, soprattutto in California, letteralmente ''perdera' '' sia Rocky Erickson che Tommy Hall. Rimane, ovviamente, uno dei testi fondamentali dell'underground mondiale ed un capolavoro assoluto che non puo' non figurare nella lista dei 20, ma forse anche 10, albums di rock acido piu' belli di tutti i tempi.
Euro
19,00
codice 2084124
scheda
13Th floor elevators    live evolution lost live 18/2/67 (3 lp box)
box [edizione] nuovo  stereo  ger  1967  charly 
rock 60-70
box di tre lps (in vinile colorato) in cartone rigido, uscito nel giugno del 2014, prodotto e masterizzato da Sonic Boom (Spacemen 3), adesivo di presentazione sulla copertina, contiene un bellissimo booklet di 12 pagine (formato lp) con immagini a colori e note, un magnifico poster a colori apribile in sei parti che riproduce quello originale del concerto contenuto nei dischi, effettuato il 18 febbraio del 1967 al Music Theater di Houston, e tre lps, contenuti ciascuno in una rispettiva inner sleeve con ulteriori riproduzioni di foto, locandine, flyers, biglietti e quant' altro, in vinile di tre colori diversi (il primo verde con etichette verdi, il secondo blu con etichette gialle, il terzo rosso con etichetta bianca da un lato e con la sesta facciata senza etichetta e senza musica incisa, ma disegnata). Per la prima volta in vinile, l' intero leggendario concerto di cui sopra, straordinaria testimonianza, impreziosita da una piu' che buona qualita' di registrazione, con 18 brani, molti dei quali estesi in improvvisate jam sessions, di cui solo una manciata avevano visto ufficialmente la luce finora, e solo pochissimi in vinile (nel raro album "Fire in My Bones" uscito nel 1985 per la Texas Archive). Pochi mesi dopo l' uscita del primo a dir poco storico e seminale album "The Psychedelic Sound of 13th Floor Elevators" (novembre del 1966 la prima versione mono, gennaio 1967 la versione stereo e la seconda tiratura mono), la band texana inizia il concerto con un approccio che evidenzia l' estrazione garage punk e le influenze r'n'b della sua musica, ma procede con versioni dei suoi brani sempre piu' dilatate, psichedeliche, visionarie ed improvvisate, in un vero "viaggio al centro della psiche(delia)" davvero straordinario. Questa la lista dei brani: "I've got) Elevation", "Roller Coaster", "Fire Engine", "Reverberation (Doubt)", "Don't Fall Down", "Tired to hide", "Splash 1", "You're Gonna Miss Me", "Monkey island"; "Kingdom of Heaven", "She lives (in a time of her own)", "Intro", "Jam 1: Roll Over Blue Suede Blues Jam", "Jam 2: Backwards Evolution Jam", "Jam 3: Ed's Esoteric Jazz Jam", "Jam 4: (It's all over now) Baby Blue Jam", "Jam 4: She Lives Jam", "Jam 6: Hamburgers & Acid Jam".
Euro
82,00
codice 2084447
scheda
220 Volt    220 Volt
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1983  epic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent heavy metal
Prima stampa europea pressata in Olanda per il mercato scandinavo, copertina semilucida senza barcode, inner sleeve con crediti e sagomatura sul lato di apertura, label blu sfumata con scritte argento, nome gruppo stilizzato in argento sopra il foro centrale, logo Epic multicolore in alto, marchio NCB a destra (che denota la distribuzione nei paesi scandinavi), catalogo EPC25449. Pubblicato nel maggio del 1983 dalla Epic in Europa, uscito anche in Giappone, il primo eponimo album, precedente ''Power games'' (1984). Un brillante amalgama fra il metal più denso e potente, influenzato sia dalla NWOBHM che da gruppi classici come i Black Sabbath e lo Ozzy Osbourne solista, ed un approccio relativamente melodico nelle parti vocali ed in alcuni passaggi strumentali, ''220 volt'' è un apprezzato per quanto poco conosciuto esempio del metal scandinavo meno estremo, spinto da una genuina propulsione rock'n'roll. Formatisi nel 1979 ad Oresund ed attivi fino al 1990, quindi fra il 1990 ed il 1992 come Voltergeist, i 220 sono una storica metal band svedese. Inizialmente dediti ad un metal dalle marcate influenze britanniche, si sono più tardi spostati verso un più melodico hard rock. Il loro primo eponimo album esce nel 1983 e segna l'inizio di un periodo di crescita molto produttivo nel corso del decennio, durante il quale pubblicano quattro album; un quinto lp, ''Lethal illusion'', esce nel 1997 ma è composto da materiale inciso fra la fine degli anni '80 ed i primi '90. Il gruppo si riforma poi nel 2002, e nel 2014 pubblica un nuovo lp in studio, ''Walking in starlight''.
Euro
20,00
codice 330883
scheda
2Pac (tupac shakur)    Strictly 4 my n.i.g.g.a.z...
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1993  interscope 
hip-hop
Edizione commemorativa del venticinquesimo anniversario dell'originaria pubblicazione, vinile doppio pesante, copertina con piccolo logo ''parental advistory explicit content'' in basso a destra sul fronte. Ristampa del 2018 ad opera della Interscope, pressoche' identica alla rara prima tiratura ma con i brani distribuiti su quattro facciate invece che sulle originarie due. Originariamente pubblicato nel febbraio del 1993 dalla TNT / Interscope, giunto al 24esimo posto nella classifica billboard 200 americana e non entrato in classifica nel Regno Unito, il secondo album del rapper americano. Successivo a ''2Pacalypse now'' (1991) e precedente ''Me against the world'' (1995), il disco registra una ulteriore crescita del rapper verso la piena maturita' artistica; come c'era da aspettarsi, e' un disco duro e cattivo, che descrive la realta' della marginalita' e della vita di strada, ma che vive anche di contraddizioni, fra il lato piu' impegnato socialmente di Shakur e quello piu' festaiolo, fra quello piu' sensibile e riflessivo (''Keep ya head up'') e quello piu' guascone (''I get around''). Uno dei piu' celebri e discussi rappers del genere gangsta, la cui fama forse si ancor piu' allargata dopo la prematura morte, Tupac Amaru Shakur (1971-1996, noto anche come 2Pac) nacque a New York in una famiglia fortemente legata al movimento delle Pantere Nere, ma si trasferi' nella tarda adolescenza in California, dove comincio' a farsi strada nel mondo dello hip hop. Dopo aver collaborato con i Digital Underground, Shakur si affermo' prepotentemente con il suo acclamato album d'esordio, ''2pacalypse now'' (1991), avviando contemporaneamente anche una promettente carriera cinematografica, che lo avrebbe visto recitare in alcuni film nella prima meta' degli anni '90. La sua immagine di rapper fuorilegge ed i suoi testi duri, incentrati sulla violenza della vita di strada nei ghetti afroamericani, erano uno dei piu' spettacolari ritratti della figura del gangsta rapper. La sua reputazione fu cementata dal terzo e dal quarto album, ''Me against the world'' (1995) e ''All eyez on me'' (1996), entrambi giunti in vetta alle classifiche americane, ma la sua giovane vita fu stroncata in una sparatoria a Las Vegas nel 1996, al culmine di un periodo di tensione all'interno della inquieta scena gangsta, che lo aveva visto scontrarsi pubblicamente con il rapper rivale The Notorious B.I.G.
Euro
29,00
codice 2084572
scheda
40 Watt banana    Peeled
Lp [edizione] nuovo  stereo  spa  1971  pharaway sounds 
rock 60-70
Copertina flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, inserto con foto e note a cura del membro della band Kevin Clark, catalogo PHS061. Pubblicata nel 2019 dalla Pharaway Sounds, questa raccolta offre dieci brani, nove dei quali inediti (l'altro è la A-side del loro unico assai raro singolo del 1971 ''Nirvana), incisi fra la fine degli anni '60 ed i primi '70, da questa originalissima band, soprattutto per il panorama musicale neozelandese dell'epoca, formata nel 1968 da Kevin Clark e Dave Parsons. I 40 Watt Banana, autori di un solo singolo uscito nel 1971, l'incalzante ''Nirvana'', erano dediti ad una musica ibrida frutto dell'incrocio fra forti influenze indiane, africane e jazz, sotto l'influenza della psichedelia. Una musica in buona parte strumentale, suonata con sitar, sarod, tromba, tablas, chitarra elettrica, e manipolata con effetti psichedelici come l'eco; e pensare che il gruppo aveva iniziato suoando jazz nei ristoranti. Termini di paragone per la musica dei 40 Watt Banana possono essere gli americani Orient Express, oppure i lavori elettrici di John Berberian, ma qui è molto più forte la componente raga indiana, così come l'elemento psichedelico sembra assai più radicato nei musicisti, senza trascurare le affascinanti sfumature jazzate conferite dal lirismo della tromba. Kevin Clark sarebbe poi divenuto un rispettato musicista di ambito fusion e world. Questa la scaletta: ''Namaqua'', ''Nirvana'', ''Amanzi'', ''Kharmatic prelude'', ''Mrdangam musings'', ''Maharashna'', ''Kharmatic conversations'', ''Haryana'', ''Duddle-dup'', ''Namaqua reprise''.
Euro
25,00
codice 3512044
scheda
808 State    Four states (compilation)
Lp4 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  ztt 
indie 90
4 vinili 180grammi, contenuti in copertina cartonata a box con apertura con linguetta sul retro. Compilation che ripercorre la carriera del gruppo, con sei brani mai apparsi su vinile. Gli 808 State sono stati tra i principali esponenti della elettronica europea degli anni '90; nascono a Manchester alla fine degli anni '80 con formazione a tre composta da Gerald Simpson, Graham Massey e Martin Price, divenendo il primo gruppo techno inglese al quale tutti si ispireranno, compreso Aphex Twin. Vantano collaborazioni con Bjork, David Bowie, MC Tunes, Soundgarden.
Euro
50,00
codice 2084473
scheda
Aa.vv. (blues)    Rare and hot! 1923-1926 – female vocals with accompaniment
Lp [edizione] seconda stampa  mono  usa  1923  historical 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent blues rnr coun
Bella copia ancora incellophanata, con leggeri segni di usura sul vinile, che provocano qualche lieve rumore all'ascolto in alcuni punti, seconda stampa USA della seconda metà degli anni '60, con copertina con sfondo rosso e non più giallo, e con label cambiata, copertina cartonata, completa di tre inserti (uno con crediti e date delle incisioni, uno con lista delle pubblicazioni della Historical Records fino a questo disco, ed uno con note esplicative su alcune pubblicazioni di questa casa discografica), label color crema con scritte nere e logo Historical Recordings nero in alto, catalogo ASC-14. Pubblicato nel 1966 dalla Historical Records negli USA, questo album compila rarissime incisioni di musica blues e jazz vocale di metà anni '20, tutte cantate da voci femminili: Monette Moore, versatile cantante jazz e blues originaria di Kansas City, poco conosciuta ma protagonista di molte incisioni prima della guerra, Hazel Meyers, fortemente associata al vaudeville degli anni '20 e '30 (anche lei effettuò molte incisioni intorno a metò anni '20), Rosa Henderson, ricordata da Scott Yanow come una delle prime cantanti blues classiche (molto attiva in studio fra il 1923 ed il 1927, incise con grandi strumentisti come Fletcher Henderson, Coleman Hawkins e Fats Waller), Lilian Goodner e Viola McCoy. Si ascoltano in queste tracce strumentisti quali Louis Metcalf e Bubber Miley (cornettisti), Louis Hooper e Cliff Jackson (pianisti) ed il clarinettista Bob Fuller. La qualità sonora è tipica dei vecchi e gracchianti 78 giri prebellici, ma fa parte del fascino dei reperti musicali di quell'epoca. Questa la scaletta: Monette Moore accompagnata dai Choo Choo Jazzers, ''House rent blues'', ''Workhouse blues'', ''The bye bye blues'', ''Weeping willow blues'', ''Black sheep blues'', ''Undetakers blues''; Hazel Meyers accompagnata dai Choo Choo Jazzers, ''Lonesome for that man of mine''; Rosa Henderson accompagnata dai Choo Choo Jazzers, ''Strut yo' puddy'', ''Somebody's doing what you wouldn't do''; Lilian Goodner accompagnata dal Sawin' Trio, ''Four flushin' papa'', ''Gonna get somebody's daddy''; Viola McCoy accompagnata da un trio, ''Papa if you can't do better'', ''I'm savin' it all for you''; Hazel Meyers accompagnata dai Choo Choo Jazzers, ''You'll never have no luck by quitin' me''.
Euro
18,00
codice 330853
scheda
Aa.vv. (fluxus)    Fluxus anthology
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1962  song cycle 
classica cont.
Edizione limitata, versione in vinile nero non numerata, copertina apribile senza codice a barre. Ristampa del 2017 ad opera della Song Cycle, pressoche' identica alla assai rara prima tiratura. Originariamente pubblicata nel 1989 dalla Recorthings & Zona Archives in una tiratura di mille esemplari, la notevole raccolta curata da Maurizio Nannucci, che compila diciotto brani, molti dei quali all'epoca inediti, e l'altra meta' tratta da dischi di non facile reperibilita', ad opera di visionari artisti legati al radicale movimento Fluxus, animato dagli anni '60 dalla collaborazione fra artisti attivi in diversi campi, dalla danza alla poesia, dalla musica all'architettura. Musicisti di primissima importanza per l'avanguardia del Novecento, come John Cage e La Monte Young figurano in questo lp, scrigno di tesori musicali e di arte sonica. Questa la scaletta: SIDE 1: 1. Walter Marchetti - Per La Sete Dell'Orecchio (Excerpt) 2. Juan Hidalgo - Tamaran (Excerpt) 3. La Monte Young - Dream House (Excerpt) 4. Ben Vautier - Some Ideas For Fluxus 5. Wolf Vostell - Elektronischer Dècoll/age. Happening Raum 6. Milan Knizák - Broken Music Composition 7. Robert Filliou - Imitating The Sound Of The Birds 8. Alison Knowles - Natural Assemblage. Le Vrai Corbeau 9. Emmett Williams – Duet SIDE 2: 1. John Cage - Radio Music 2. Joseph Beuys - Sonne Stat Reagan 3. Yoko Ono - Toilette Piece 4. Dick Higgins B.B. - Finally Dreams About Life, B.B.s, You Play It 5. Philip Corner - Car Passing At Night, Country Road In Maine 6. Eric Andersen - Untactis Of Music 7. Robert Watts – Interview 8. Nam June Paik - My Jubilee Ist Unverhemmet 9. Ken Friedman - Orchestra Requiem Variations.
Euro
27,00
codice 3021799
scheda
Aa.vv. (folk medio oriente) / deben bhattacharya    Music on the desert road
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  fantome phonographique 
world
Edizione limitata a 500 copie, numerate sull'adesivo di presentazione apposto sul cellophane, copertina senza codice a barre, inserto di quattro pagine con note a cura di Deben Bhattacharya. Ristampa del 2018 ad opera della Fantome Phonographique, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1958 dalla Angel negli USA, questo album è un documento sonoro dei numerosi viaggi di ricerca musicologica effettuati nella seconda metà degli anni '50 dal produttore, etnomusicologo e documentarista indiano Deben Bhattacharya (1921 – 2001), autore di numerose opere musicali, filmiche e letterarie, molte delle quali in cooperazione con l'UNESCO. Stabilitosi a Londra in giovane età, lavorò come produttore radiofonico per la BBC; nel 1955 Bhattacharya fece un viaggio in India per registrare musicisti tradizionali locali, e la missione si allargò poi a numerosi altri paesi mediorientali, che fruttarono registrazioni etnomusicali in Turchia, Siria, Afghanistan, Iraq, Iran e Pakistan. Una parte di esse furono selezionate per questo album del 1958, che ci fa ripercorrere in musica un affascinante viaggio dal subcontinente indiano fino alle rive orientali del Mediterraneo. Questa la scaletta: ''Mevludu Nebevi'', ''Let us go to adana and make merry'' (Turchia); ''Rasd'', ''Bedouin dance music'' (Siria); ''Bedouin coffee grinding'' (Giordania); ''Kasam-e-meru'' (Iraq); ''Baba karam'', ''Rhythm of a train'', ''Humayun'' (Iran); ''Atan'' (Afghanistan); ''Neemakai'' (Pakistan); ''Zila'', ''Temple bells and drums'', ''Bhajan'' (India).
Euro
19,00
codice 3512031
scheda
Aa.vv. (fuzztones, droogs, cheepskates...)    Music maniac gimmick comp. vol. 1
LP2 [edizione] originale  stereo  ger  1989  music maniac 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima rara stampa, realizzata in Germania in edizione limitata, vinile doppio trasparente e senza etichette, pressato con un ''triple groove'' cioè con tre solchi paralleli su ogni facciata, copertina a busta con barcode e con adesivo informativo applicato sul fronte, custodita da una sovracopertina di plastica trasparente con artwork e sagomatura sul lato di apertura, completa dell'inserto in cartoncino lucido che ha un gioco di societa' su di un lato e discografie dei gruppi coinvolti sull'altro, catalogo MMLP023. Pubblicata nel 1989 dalla Music Maniac in Germania, la compilation contenente undici brani all'epoca inediti di gruppi che incidevano per la label: troviamo qui band di area garage e psichedelica, come i grandi Fuzztones, rappresentati con una lunghissima versione dal vivo di ''Ward 81'', i doorsiani Vietnam Veterans dalla Francia, i newyorchesi Cheepskates di Shane Faubert, uno dei migliori gruppi di sixties revival degli anni '80, ed ancora i losangelini Droogs, fra garage e paisley underground. Questa la scaletta: Fuzztones, ''Ward 81 (live in Olso)''; Vietnam Veterans, ''Wolf''; Cheepskates, ''Bite the bullet''; Miners of Muzo, ''The night of the miner''; Link Protrudi and the Jaymen, ''Black widow''; MarK ''Vet'' Enbatta, ''Winter''; Daisy Chain, ''Rebellion''; Droogs, ''San quentin''; Dizzy Satellites, ''Time has come''; Shane Faubert, ''Yesterday's leaves''; The Last Drive, ''Hell to pay''.
Euro
28,00
codice 330873
scheda
Aa.vv. (indie 2000)    Angkor pop!
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2019  lion productions 
indie 2000
Copertina senza codice a barre. Pubblicato nel 2019 dalla Lion Productions, questo album è uno dei più curiosi e forse inaspettati tributi a Iggy Pop ed alla sua esplosiva e travolgente influenza sul rock'n'roll: alcuni gruppi cambogiani (!) di diversa estrazione stilistica, dal rock psichedelico allo heavy metal, ma tutti accomunati dall'aver assorbito la lezione dell'Iguana, interpretano undici brani del repertorio del leggendario frontman di Muskegon, Michigan, sia solista che con gli Stooges. L'album è dedicato alla memoria di Kak Channty, cantante cambogiana scomparsa prematuramente nel 2018, non ancora quarantenne, membro dei Cambodian Space Project, gruppo internazionale basato in Cambogia, che fu la prima formazione a pubblicare un 45 giri nel paese asiatico dal lontano 1975 (fu il loro primo singolo, uscito nel 2010). Prodotto da Julien Pulson (membro della sopracitara band) e da Jason Shaw, ''Angkor pop!'' vuole anche celebrare la ricorrenza di importanti eventi musicali: il cinquantesimo anniversario della nascita degli Stooges ed il quarantesimo anniversario dell'uscita dei grandi album solisti di Iggy Pop con David Bowie (anche se in leggerissimo ritardo). Questa la scaletta: SIDE 1: 1. I'm Bored - Kampot Playboys 2. I Wanna Be Your Dog - Doch Chkae 3. Monster Men - Sou Sou Band 4. Wild One - Bokor Mountain Magic Band 5. Funtime - The Batbangers 6. T.V. Eye - Professor Kinski feat MC Lish & Miss Saravan SIDE 2: 1. The Passenger - The Cambodian Space Project 2. No Fun - The Schkoots 3. Gimme Danger - Nightmare A.D 4. Ann - Phnom Skor 5. Candy - The Oscar Bar Lunatics.
Euro
29,00
codice 3511997
scheda
Aa.vv. (jazz)    Atlantic jazz: bebop
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1952  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, copertina lucida fronte retro con barcode, label argento e nera con scritte nere e logo Atlantic argentato in alto, logo GEMA/BIEM in riquadro a sinistra del foro centrale, catalogo 781702-1. Pubblicato nel 1986 dalla Atlantic negli USA ed in Europa, edito anche all'interno del cofanetto ''Atlantic jazz'' dello stesso anno, questo album è un manifesto della musica jazz bebop prodotta dalla label dei fratelli Ertegun negli anni '50 e '60, compilando sette brani editi, tratti da album pubblicati dall'etichetta, di musicisti fondamentali come Dizzy Gillespie, Thelonious Monk, John Coltrane, Max Roach e Philly Joe Jones, fra gli altri. La Atlantic, nei suoi anni migliori, è stata una casa discografica attenta non solo alle migliori novità del rock e del soul, ma anche della musica jazz: questa propensione è celebrata negli anni '80 con le antologie della serie ''Atlantic jazz'', ciascuna delle quali compila brani editi afferenti ad un determinato filone della musica improvvisata di origine afroamericana. Questo volume è dedicato al bebop (o be bop), rivoluzionario movimento jazzistico che ebbe la sua genesi negli anni '40, che si contrapponeva alle correnti dominanti prima di esso, come lo swing ed il big band jazz, adottando formazioni di pochi membri, lanciandosi in lunghi ed arditi assoli, esprimendosi con un linguaggio musicale sempre più irregolare ed anticonvenzionale, che sfidava i canoni melodici e ritmici dell'epoca. Questa la scaletta: Dizzy Gillespie, ''Out love is here to stay'' (da ''Dizzy at home and abroad'', 1957); Thelonious Monk (con Art Blakey), ''Evidence'' (da ''Jazz Messengers with Thelonious Monk'', 1958); John Coltrane (con Milt Jackson), ''Bebop'' (da ''Bags & trane'', 1961); Sonny Stitt, ''Ko-ko'' (da ''Stitt plays bird'', 1964); Philly Joe Jones, ''Salt peanuts'' (da ''Philly Joe's beat'', 1960); Max Roach, ''Almost like me'' (da ''The Max Roach trio featuring the legendary Hasaan'', 1965); The Giants of Jazz (Gillespie, Blakey, Monk, et al.), ''Allen's alley'' (da ''The giants of jazz'', 1972).
Euro
15,00
codice 330843
scheda
Aa.vv. (jazz)    Atlantic jazz: fusion
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1969  Atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, copertina lucida fronte retro con barcode, label argento e nera con scritte nere e logo Atlantic argentato in alto, logo GEMA/BIEM in riquadro a sinistra del foro centrale, catalogo 781711-1. Pubblicato nel 1986 dalla Atlantic negli USA ed in Europa, edito anche all'interno del cofanetto ''Atlantic jazz'' dello stesso anno, questo album è un manifesto della musica jazz fusion prodotta dalla label dei fratelli Ertegun negli anni '70, compilando sei brani editi, tratti da album pubblicati dall'etichetta, di autori di altissimo livello come Miroslav Vitous, Les McCann, Billy Cobham, Larry Coryell, i tedeschi Passport di Klus Doldinger e Jean-Luc Ponty. La Atlantic, nei suoi anni migliori, è stata una casa discografica attenta non solo alle migliori novità del rock e del soul, ma anche della musica jazz: questa propensione è celebrata negli anni '80 con le antologie della serie ''Atlantic jazz'', ciascuna delle quali compila brani editi afferenti ad un determinato filone della musica improvvisata di origine afroamericana. Questo volume è dedicato alla fusion, il movimento che ebbe la sua genesi alla fine degli anni '60 e la sua massima fioritura nei '70, incontro di musica acustica ed elettrica (e perfino elettronica, grazie ai synth), di jazz di matrice bop e soul e di sonorità funk e rock, con risultati spesso originalissimi e di alto valore artistico, prima che la commercializzazione del movimento prendesse il sopravvento. Questa la scaletta: Miroslav Vitous, ''Freedom jazz dance'' (da ''Infinite search'', 1970); Les McCann, ''Beaux J. Pooboo" (da ''Invitation to openness'', 1972); Billy Cobham, ''Quadrant 4" (da ''Spectrum'', 1973); Larry Coryell, ''Beneath the earth'' (da ''Back together again'', 1977); Passport, ''Homunculus'' (da ''Cross-collateral'', 1975); Jean-Luc Ponty, ''Egocentric molecules'' (da ''Cosmic messenger'', 1978).
Euro
15,00
codice 330841
scheda
Aa.vv. (jazz)    Atlantic jazz: mainstream
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1955  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, copertina lucida fronte retro con barcode, label argento e nera con scritte nere e logo Atlantic argentato in alto, logo GEMA/BIEM in riquadro a sinistra del foro centrale, catalogo 781704-1. Pubblicato nel 1986 dalla Atlantic negli USA ed in Europa, edito anche all'interno del cofanetto ''Atlantic jazz'' dello stesso anno, questo album è un manifesto della musica jazz mainstream prodotta dalla label dei fratelli Ertegun negli anni '50 e '60, compilando dieci brani editi, tratti da album pubblicati dall'etichetta, di musicisti importanti come David ''Fathead'' Newman, Coleman Hawkins con Milt Jackson, il Modern Jazz Quartet, Stephane Grappelli, Duke Ellington e Woody Herman, fra gli altri. La Atlantic, nei suoi anni migliori, è stata una casa discografica attenta non solo alle migliori novità del rock e del soul, ma anche della musica jazz: questa propensione è celebrata negli anni '80 con le antologie della serie ''Atlantic jazz'', ciascuna delle quali compila brani editi afferenti ad un determinato filone della musica improvvisata di origine afroamericana. Questo volume è dedicato al jazz ''mainstream'' degli anni '50 e '60, un vasto cosmo di musicisti che, nonostante l'affermarsi del be bop prima, del post bop e del free jazz dopo, continuarono ad esprimersi con un linguaggio fortemente legato alla scuola pre-be bop, oppure a forme più melodiche ed accessibili rispetto alle avanguardie del jazz dell'epoca. Questa la scaletta: Tony Fruscella, ''I'll be seeing you'' (da ''Tony fruscella'', 1955); David ''Fathead'' Newman, ''Ain't misbehavin''' (da ''The genius afterhours'', 1961, album di Ray Charles); Coleman Hawkins (con Milt Jackson), ''Stuffy'' (da ''Bean bags'', 1959); The Modern Jazz Quartet, ''Django'' (da ''Pyramid'', 1960); Stephane Grappelli, ''Daphne'' (da ''Feeling + finesse = jazz'', 1962); Duke Ellington, ''Perdido'' (da ''The great paris concert'', 1973); Art Farmer (con Jim Hall), ''Embraceable you'' (da ''Interaction'', 1963); Woody Herman, ''Four brothers'' (da ''At the Monterey jazz festival'', 1960); Ira Sullivan, ''Everything happens to me'' (da ''Horizons'', 1967); The Clarke-Boland Big Band, ''Speedy reeds'' (da ''Handle with care'', 1963).
Euro
15,00
codice 330842
scheda
Aa.vv. (matia bazar, magazzini criminali, et al.)    Architettura sussurrante di alessandro mendini
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1983  lacerba 
musica italiana
Edizione limitata a 300 copie numerate sull'adesivo di presentazione applicato sul fronte, vinile trasparente da 180 grammi, copertina con parti in rilievo sul fronte e con sagomatura centrale sul retro, inner sleeve stampata. Ristampa del 2019 ad opera della Lacerba, pressoché identica alla rara prima stampa italiana. Originariamente pubblicato nel 1983 dalla Ariston in Italia, il progetto estetico musicale del celebre architetto e designer italiano Alessandro Mendini (1931-2019), uno dei più influenti della sua generazione, alla cui realizzazione parteciparono anche i Matia Bazar, ancora con Mauro Sabbione, i Magazzini Criminali, Maurizio, Marco Di Castri (già con il gruppo jazz rock / art rock Dedalus), Luca D. Mayer, il gruppo elettronico Alchimia ed il conduttore Daniele Vineis. Un incontro fra poesia (con alcuni testi composti anche dallo stesso Mendini), art pop, sperimentazione elettronica e vocale, concettualmente legato ad una concezione della musica calata nel contesto elemento costitutivo e ''decoro auditivo'', usando parole di Mendini, di stanze ed architetture, e quindi di componente sonora di esse. Un'opera fra pop ed avanguardia che riesce a non essere ostica o leziosa. Questi i brani presenti: LATO A A1. Matia Bazar - Casa Mia A2. Maurizio Marsico - Arredo Vestitivo (Scratch Version) A3. Alchimia - Non Lo So A4. Luca D. Mayer - Un Milione Di Domani (Taylor Negron’s Bad Jokes Disturbing Hannigan’s Wake) A5. Alessandro Mendini - Architettura Sussurrante (I) LATO B B1. Alessandro Mendini - Architettura Sussurrante (II) B2. Magazzini Criminali - Manifesto Degli Addio (Atlantide) B3. Marco Di castri, Daniele Vineis - Musica Per Ambienti Di Transito B4. Alessandro Mendini - Architettura Sussurrante (III).
Euro
36,00
codice 3512042
scheda
Aa.vv. (milano new wave)    milano after punk 1979-1984
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1979  spittle 
punk new wave
Con allegato cd (contenente cinque tracce aggiunte), e corredato di inner sleeve, questo album pubblicato nel gennaio del 2019, e sottotitolato "Rare and Unreleased Tracks from Milan's Underground New Wave Scene" include tredici brani registrati tra il 1979 ed il 1984 da altrettante formazioni attive nell' ambito della scena post punk milanese (non necessariamente originarie di Milano), brani di grande interesse storico e buon livello artistico, in parte altrimenti inediti. Ecco la lista completa dei brani: "Goin' On Jot" (registrato nel 1982 e gia' comparso su un paiod i pubblicazioni postume) del gruppo di Pavia AUS DECLINE, purtroppo non approdato al traguardo della pubblicazione discografica in proprio durante la sua esistenza, come certo avrebbe meritato (un loro brano apri' comunque la storica raccolta "First Relation" del 1983). OH OH ART "Cosmic Disease" (dalla compilation su cassetta del 1984 "Zero Zero"), DER BLAUE REITER "Drowning" (bella traccia di autunnale cold-wave gia' inclusa nell' album postumo "Epitaph 1980-1983" del 2016 del duo attivo fra il 1980 ed il 1981, dalle cui ceneri nacquero gli State Of Art; OTHER SIDE "An Impossible Dream (live)", traccia dal vivo inedita del grezzo e cupo gruppo noto ai possessori della raccolta "Milano New Wave 1980-1983" edita dalla Spittle nel 2008, band dalle cui ceneri nacquesro i Jeunesse D' Ivoire; CAST OF THOUSANDS "Hit My Mum" (gruppo attivo tra il 1984 ed il 1986, qui da una cassetta retrospettiva pubblicata nel 1986), 2+2=5 "Meeting Mc.L (dubmix)", versione inedita di uno dei brani dell' album "Into the Future" del 1984 da questa storica formazione attiva per tutti gli anni '80; MONOFONIC ORCHESTRA "Overground", traccia inedita di un' altro storico progetto; AFTER BUDAPEST "House You Never Lived" (brano inedito di questo gruppo comparso in una manciata di raccolte su cassetta e 7"ep); LA MAISON "You Night Head" (brano inedito di questo interessante progetto tra post punk, influenze no wave, Tuxedomoon e Residents, intestatario di un paio di pubblicazioni postume oltre che apparso su varie compilations postume); STATE OF ART "Sleeping Together (live Rehearsal Demo)", inedito del gruppo che ha avuto l' onore di essere presente nella storica raccolta "Gathered" uscita nel 1982, con sonorita' tra funk e new wave accostabili ai primi A Certain Ratio; NOBODY "Blitz (Pt.1)" (traccia inedita di questo progetto finora senza altre testimonianza discograiche); ACTOR'S STUDIO "Brave Runner" (inedito del gruppo finora noto solo per un brano incluso nel 2013 nella raccolta "Italia Synthetica 1981-1985"); JEUNESSE D' IVOIRE, "The Sea", inedito del gruppo sospeso tra minimal synth e cold wave, noto per la partecipazione alla storica raccolta "Body Section" uscita nel 1983.
Euro
23,00
codice 2084534
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1979  arista 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
seconda stampa italiana, copertina (con moderati segni di invecchiamento) senza barcode, diversa da quella della versione inglese del disco, label grigia che sfuma in azzurro in alto, logo Arista in alto, catalogo ARS39022, data sul trail off del primo lato "29-6-79" e sul quello del secondo lato "26-3-80". Pubblicata nel 1979 dalla Arista in Gran Bretagna, la colonna sonora del film britannico ''That summer!'' (1979), diretto da Harley Cokeliss. Particolarita' della colonna sonora di quel film e' di essere piena zeppa di brani storici della crema del punk e del post punk americano e britannico, con gran parte dei brani tratti da singoli, in alcuni casi inediti su album, e qualche inedito assoluto), con pezzi tra gli altri di Patti Smith, Ramones, Richard Hell, Mink DeVille, Undertones, Elvis Costello, Only Ones e Wreckless Eric, solo per citarne alcuni! Praticamente una raccolta introduttiva sul punk e sulla new wave. Questa la scaletta: Ian Dury and the Blockheads, ''Sex & drugs & rock & roll'' (singolo dell' agosto 1977, inserito nel 1978 nella seconda stampa dell' album "New Boots and Panties!!"); Mink DeVille, ''Spanish stroll'' (dall' album "Cabretta" del maggio 1977); Elvis Costello, ''(I don't want to go to) Chelsea'' (dall' album "This Year's Model" del marzo 1978); Boomtown Rats, ''She's so modern'' (dall' album "A Tonic For The Troops" del luglio 1978); Zones, ''New life'' (inedito del gruppo scozzese con Billy McIsaac e Russell Webb presto negli Skids), Only Ones, ''Another girl, another planet'' (singolo dell' aprile 1989, ed anche nel primo album "THe Only Ones"); Wreckless Eric, ''Whole wide world'' (singolo del 1977, inedito su album); Patti Smith Group, ''Because the night'' (dall' album "Easter" del 1978); Boomtown Rats, ''Kicks'' (dal primo album "The Boomtown Rats" del settembre 1977); Ramones, ''Rockaway beach'' (dall' album "Rocket To Russia" del 1977); Undertones, ''Teenage kicks'' (singolo del settembre 1978, ed anche nella seconda versione del primo album "The Undertones"); Eddie & The Hot Rods, ''Do anything you wanna do'' (singolo del 1977 tratto dall' album "Life On The Line"); Ian Dury and the Blockheads, ''What a waste'' (inedita); Nick Lowe, ''I love the sound of breaking glass'' (singolo del febbraio 1978, anche nell' album "Jesus of Cool"); Elvis Costello, ''Watching the detectives'' (singolo del novembre 1978); Richard Hell and the Voidoids, ''Blank generation'' (singolo del 1977 presente anche nel primo album "Blank Generation").
Euro
15,00
codice 242355
scheda
Aa.vv. (rhythm & blues)    Atlantic rhythm and Blues 1947-74 vol.2 (1952-1955)
lp2 [edizione] originale  stereo  ger  1985  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
prima stampa europea, pressata in Germania, copertina apribile lucida fronte retro ed all'interno con barcode sul retro, etichetta rossa e nera, catalogo 781294-1. Pubblicato nel 1985, questo doppio album e' il secondo di sette notevoli volumi della celebrata raccolta che ripercorre la storia del R&B attraverso la produzione della etichetta Atlantic, a dir poco fondamentale nella diffusione di quella musica in America ed in tutto il mondo. A partire dagli anni '40, attraverso i 50' ed i 60', la Atlantic fu una dele principali etichette americane, in particolare la label era specializzata in R&B, genere per il quale aveva messo in piedi un formidabile staff di produttori, tecnici e talent scouts, l' intera storia della Atlantic e del suo Rhythm & Blues e' qui (e negli altri sei volumi che concludono la serie) documentata dal 1947 al 1974. Ecco la lista del materiale incluso: Side One A1 The Diamonds "A Beggar For Your Kisses" A2 Ruth Brown "Mama He Treats Your Daughter Mean" A3 The Clovers "Good Lovin' " A4 Ruth Brown "Wild Wild Young Men" A5 Ray Charles "Mess Around" A6 Joe Turner "Honey Hush" A7 La Vern Baker "Soul On Fire" Side Two B1 Clyde Mcphatter & The Drifters "Money Honey" B2 The Clovers "Lovey Dovey" B3 Clyde Mcphatter & The Drifters "Such A Night" B4 Professor Longhair "Tipitina" B5 Clyde Mcphatter & The Drifters "White Christmas" B6 Clyde Mcphatter & The Drifters "Honey Love" B7 Clyde Mcphatter & The Drifters "Watcha Gonna Do" Side Three C1 Joe Turner "Shake, Rattle And Roll" C2 The Chords "Sh-Boom" C3 Tommy Ridgley "Jam Up" C4 La Vern Baker "Tomorrow Night" C5 La Vern Baker "Tweedlee Dee" C6 Ray Charles "I Got A Woman" C7 Ray Charles "Greenbacks" Side Four D1 The Cardinals "The Door Is Still Open" D2 Joe Turner "Flip Flop And Fly" D3 Ray Charles "A Fool For You" D4 Ray Charles "This Little Girl Of Mine" D5 La Vern Baker "Play It Fair" D6 The Drifters "Adorable" D7 The Robins "Smokey Joe'S Cafe".
Euro
25,00
codice 242513
scheda
Aa.vv. (rhythm & blues)    Atlantic rhythm and Blues 1947-74 vol.3 (1955-1958)
lp2 [edizione] originale  stereo  ger  1985  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
prima stampa europea, pressata in Germania, copertina apribile lucida fronte retro ed all'interno con barcode sul retro, etichetta rossa e nera, catalogo 781295-1. Pubblicato nel 1985, questo doppio album e' il secondo di sette notevoli volumi della celebrata raccolta che ripercorre la storia del R&B attraverso la produzione della etichetta Atlantic, a dir poco fondamentale nella diffusione di quella musica in America ed in tutto il mondo. A partire dagli anni '40, attraverso i 50' ed i 60', la Atlantic fu una dele principali etichette americane, in particolare la label era specializzata in R&B, genere per il quale aveva messo in piedi un formidabile staff di produttori, tecnici e talent scouts, l' intera storia della Atlantic e del suo Rhythm & Blues e' qui (e negli altri sei volumi che concludono la serie) documentata dal 1947 al 1974. Ecco la lista del materiale incluso: 1. Ruby Baby - The Drifters 2. In Paradise - The Cookies 3. The Chicken and The Hawk - Joe Turner 4. Devil Or Angel - The Clovers 5. Drown In My Own Tears - Ray Charles 6. Hallelujah, I Love Her So - Ray Charles 7. Jim Dandy - La Verne Baker 8. Down In Mexico - The Coasters 9. Corrine, Corrina - Joe Turner 10. Treasure Of Love - Clyde McPhatter 11. Love, Love, Love - The Clovers 12. It's Too Late - Chuck Willis 13. Lonely Avenue - Ray Charles 14. Since I Met You, Baby - Ivory Joe Hunter 15. Lucky Lips - Ruth Brown 16. Without Love (There Is Nothing) - Clyde Mc Phatter 17. Fools Fall In Love - Ivory Joe Hunter 18. Midnight Special Train - Joe Turner 19. Empty Arms - Ivory Joe Hunter 20. C. C. Rider - Chuck Willis 21. Searchin' - The Coasters 22. Young Blood - The Coasters 23. Mr. Lee - The Bobbettes 24. Betty and Dupree - Chuck Willis 25. What Am I Living For - Chuck Willis 26. Hang Up My Rock and Roll Shoes - Chuck Willis 27. Yakety Yak - The Coasters 28. A Lover's Question - Clyde Mc Phatter
Euro
25,00
codice 242514
scheda
Aa.vv. (rhythm & blues)    Instrumentals r&b style 1964
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1964  rhythm & blues 
blues rnr coun
Copertina flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, label nera con scritte bianche e rosse, logo Rhythm and Blues rosso, blu e bianco in alto, catalogo R&B37. Pubblicata nell'aprile del 2019 dalla Rhythm and Blues, questa raccolta compila sedici brani editi, originariamente pubblicati su singolo nel 1964 da varie etichette locali e nazionali negli Stati Uniti ed in qualche raro caso in Europa: tema unificante della compilation è la musica r'n'b strumentale dell'anno 1964, con brani di grandi strumentisti quali Clarence ''Gatemouth'' Brown (dalla Louisiana, particolarmente legato al violino ed al blues), Big Bill Doggett (pianista ed organista della Pennsylvania attivo dalla fine degli anni '30 ed ancora in pista, soprattutto con l'organo, nei primi '60) e Smokey Johnson, il più grande batterista di New Orleans nel dopoguerra, che collaborò anche con illustri colleghi quali Earl King, Dave Bartholomew e Fats Domino, oltre che con il produttore Barry Gordy che lo trattenne a Detroit in casa Motown per qualche mese. Questa la scaletta: Side ONE 1. Junior's Jerk - Little Daddy & The Bachelors; 2. Watcha Wanna Do (Pt. 2) - Johnny Talbot; 3. The Cricket - Clarence 'Gatemouth' Brown; 4. Soulful Chant - David Rockingham Trio; 5. Kicker - Big Bill Doggett; 6. Chittlins - Gus Jenkins; 7. I've Been Thinking (Pt.2) - The Nite Riders; 8. Sizzlin' - Johnny Hartsman; Side TWO 1. It Ain't My Fault (Pt.1) - Smokey Johnson; 2. It Ain't My Fault (Pt.2) - Smokey Johnson; 3. Fire Fly - Travis Wammack; 4. Cozy Lounge Blues - Kid Thomas; 5. Sherry's Party - Ray Johnson; 6. Walkin' - Charlie Lucas Combo; 7. Creepin' - The Jay-Hawks; 8. The Last Minute - The Mixtures.
Euro
24,00
codice 3512030
scheda
Aa.vv. (rhythm & blues)    New orleans soul '68 (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1968  history of soul 
blues rnr coun
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 13 APRILE 2019, copertina flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, label porpora, rossa e bianca con scritte nere, catalogo HS17. Pubblicata nell'aprile del 2019 dalla History Of Soul, questa raccolta compila sedici brani editi, originariamente usciti per lo più su singolo nel 1968, opera di gruppi e di solisti della scena soul di New Orleans dell'epoca. Il collasso del gruppo Dover di Cosimo Matassa, polo di attrazione e canale vitale per molte delle piccole etichette di New Orleans grazie alle sue strutture di pressaggio, distribuzione e vendita, avvenne all'inizio del 1968 e mise in crisi per alcuni anni la scena musicale locale; tuttavia, la mole di musica soul di qualità registrata fino a poco prima del nefasto evento trovò sbocco in una serie di rari singoli destinati a divenire oggetto di culto, alcuni dei quali sono qui compilati. Fra questi, un pezzo da novanta locale come Eddie Bo, musicista, cantante e produttore dalla musa eclettica che si dedicò anche al soul, Guitar Ray, cantante e chitarrista qui con una grande ballata, ''True love of a man'', Barbara George, che giovanissima aveva avuto una grande hit con ''I know'' nel 1961 (qui però ascoltiamo ''Satisfied with your love'', percorsa da una vena motwoniana). Questa la scaletta: Side ONE 1. Satisfied With Your Love (Barbara George); 2. The Sweetest I Knew (Clemmon Smith); 3. Horse with a Freeze Pt. 1 (Roy Ward); 4. Like I Like It (Prince Royals); 5. Do The Sissy (Charley Simmons & Royal Imperials); 6. Can't Stay Away (Fabuletts); 7. True Love Of A Man (Guitar Ray); Side TWO 1. Got To Keep Hanging On (Vicki Labatt); 2. She Really Did Surprise Me (Willie Tee); 3. Suffering (Sonny Jones); 4. Action Time (Charley Wynn); 5. Funky Soul Train (Robert Parker); 6. If I Had To Do It Over (Eddie Bo); 7. One Little Word (Marilyn Barbarin).
Euro
24,00
codice 3512029
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    woodstock (rsd 2019) mono!
lp3 [edizione] nuovo  stereo  usa  1970  cotillon / rhino 
rock 60-70
triplo album, EDIZIONE LIMITATA IN 8500 COPIE, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2019; ristampa che riprende LA RICERCATISSIMA VERSIONE PROMOZIONALE IN MONO (!!!), copertina apribile in tre parti, pressoche' identica alla prima rara tiratura, due adesivi di presentazione sul cellophane. Pubblicato nel 1970 in America su Cotillion, prima del doppio "Woodstock 2" uscito nel 1971, la testimonianza imprescindibile dell' evento live piu' famoso di tutti i tempi, durante tre straordinari giorni di concerto nell' agosto del 1969, di fronte a 500.000 persone. Intitolato ufficialmente "Woodstock, Music From the Original Soundtrack And More", fu acquistato da milioni di persone e divenne, immediatamente dopo la sua uscita, il testamento della stagione migliore degli anni '60 americana, che puo' essere compresa tra il 1967 del ''Monterey pop festival'' ed il 1969 di questo ''Woodstock'' . Registrato live di fronte a una folla realmente sconfinata, vi si possono ascoltare alcune vere ''perle'', rimaste nella storia della musica rock, quali la seconda performance in assoluto di Crosby, Stills & Nash, e l' introduzione di Neil Young come quarto membro del gruppo; Joan Baez, che e' nel suo momento piu' politicizzato e di fronte ad una audience molto piu' giovane di quelle a cui era solita, suona quella che e' forse la sua piu' bella versione del brano di Gram Parsons "Drugstore Truck Driving Man"; i Canned Heat sono presenti in una delle ultime performances con la formazione originale, Joe Cocker con la versione definitiva di ''With a little help from my friends'', i Jefferson Airplane anche loro in uno degli ultimi sussulti prima della fine del gruppo, e Jimi Hendrix in una delle sue piu' celeberrime apparizioni suona l'inno americano in una distrortissima versione che introduce ''Purple haze''. Una pietra miliare della musica rock e la fedele registrazione della fine di un epoca. Ecco la lista completa del materiale incluso nel triplo album: John Sebastian- I had a dream, Canned Heat- Going up the country, Richie Havens-Freedom, Country Joe And The Fish- Rock and soul music, Arlo Guthrie- Comin' to los angeles, Sha na na- At the hop, County Joe And The Fish- I feel like i'm fixin' to die rag, Joan Baez- Drug Store Truck Drivin' Man, Joan Baez- Joe hill, Crosby Stills & Nash- Suite judy blue eyes, Crosby Stills Nash & Young- Sea of madness, Crosby Stills Nash & Young- Wooden ships, Who- We are not gonna take it, Joe Cocker- With a little help from my friends, Santana- Soul sacrifice, Ten years after- I'm going home, Jefferson airplane- Volunteers, Sly And The Family Stone- Medley: dance to the music - Music Lover - I want to take you higher, John B. Sebastian - Rainbows All Over Your Blues, Butterfield Blues Band- Love march, Jimi Hendrix- Star spangled banner, Purple haze & instrumental solo.
Euro
52,00
codice 2084581
scheda
Aa.vv. (soul / funky)    birth of funk - low down and dirty
lp [edizione] nuovo  mono  uk  1963  history of soul 
soul funky disco
copertina lucida sul fronte, flipback su due lati sul retro. Pubblicato nel luglio del 2015, questo bellissimo album contiene quindici brani, provenienti perlopiu' da rari singoli pubblicati grossomodo tra il 1959 ed il 1963, davvero alle radici di un suono che, dal r&b e dal soul caratterizzati da una componente ritmica piu' accentuata, arrivava fino alle radici di quello che sara' definito come funk (il cui anno di nascita viene generalmente individuato nel 1965). Un disco di particolare interesse storico, quindi, e ricco di brani oscuri davvero meritevoli di riscoperta. Ecco la lista dei brani contenuti: A1 Yvonne Fair "Say Yeah Yeah", A2 Eddie Bo "Check Mr. Popeye", A3 Spider Johnson "The Popeye", A4 Al Robinson "I'm Leaving You Today", A5 Porgy & The Polka Dots "Say Yeah", A6 Huey "Piano" Smith "Talk To Me Baby", A7 Earl King "Trick Bag" B1 Shirley Raymond "What A Wedding Day" B2 Wilson Pickett "Robert's Monkey Beat", B3 The Turquinettes "Tell Me The Truth" B4 Vernon Harrell "Slick Chick", B5 James Brown "I've Got Money" B6 Bill Doggett "Hold It", B7 Billy Stewart "Fat Boy", B8 Roy Montrell "Mudd".
Euro
24,00
codice 2084215
scheda
Aa.vv. (soul / funky)    westbound super breaks. Essential Funk, Soul And Jazz Samples And Breakbeats
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  westbound 
soul funky disco
Doppio album pubblicato nel settembre del 2018, copertina ricca di note sul retro; contiene diciannove brani attinti dal ricco catalogo della seminale etichetta Westbound di Detroit (ma anche la sottoetichetta Eastbound) che fu tra le principali artefici e promotrici della musica americana soul e funk sin dalla fine degli anni '60, fino ad arrivare alla disco di fine anni '70. La scelta dei brani ricade sulla produzione che va dal 1968 al 1977, con molti brani di difficile reperibilita', provenienti spesso da singoli inediti su album, e ricade in questo "Westbound Super Breaks" su episodi spesso non sempre molto noti agli appassionati, ma in realta' parecchio utilizzati sin dagli anni '80 nei samples cosi' fondamentali alla musica hip-hop e non soltanto. Questa la lista dei brani: SIDE 1: 1. Junie - Suzie Thundertussy (singolo del 1976), 2. Funkadelic - You & Your Folks, Me & My Folks (singolo dl 1970, poi nell' album "Maggot Brain" del 1971), 3. The Detroit Emeralds - You're Gettin' A Little Too Smart (singolo del 1973, anche nell' album "I'm In Love With You"); 4. King Errisson - Back From The Dead (dall' album "The Magic Man" del 1976, 5. Pleasure Web - Music Man (Part 2) (singolo del 1973), SIDE 2: 1. Magictones - Good Old Music (singolo del 1969), 2. Funkadelic - I'll Bet You (singolo del 1969, poi nell' album "Funkadelic" del 1970), 3. Junie - Tight Rope (Single Mix) (singolo del 1973), 4. Caesar Frazier - Funk It Down (dall' album "75" del 1975), 5. Fuzzy Haskins - The Fuz & Da Boog (dall' album "A Whole Nother Thang" del 1976 del cantante dei Parliament / Funkadelic), SIDE 3: 1. Ohio Players - Funky Worm (dall' album "PLeasure" del 1972), 2. Spanky Wilson - Kissing My Love (brano inedito riesumato per la prima volta in una raccolta nel 1993), 3. The Detroit Emeralds - Baby Let Me Take You (In My Arms) (dall' album "You Want It, You Got It" del 1972), 4. Unique Blend - Does He Treat You Better (singolo del 1974), 5. Fantastic Four - Mixed Up Moods & Attitudes (dall' album "Got To Have Your Love" del 1977), SIDE 4: 1. Funkadelic - I Wanna Know If It's Good To You (singolo del 1970, anche nell' album "Free Your Mind And Your Ass Will Follow"), 2. The Counts - Pack Of Lies (dall' album "What's Up Front That-Counts" del 1971), 3. Fantastic Four - Disco Pool Blues (dall' album "Got To Have Your Love" del 1977), 4. Denise Lasalle - Heartbreaker Of The Year (singolo del 1970).
Euro
29,00
codice 3021761
scheda
Aa.vv. (soul)    New york soul '68 (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1968  history of soul 
soul funky disco
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 13 APRILE 2019, copertina flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, label porpora, rossa e bianca con scritte nere, catalogo HS18. Pubblicata nell'aprile del 2019 dalla History Of Soul, questa raccolta compila sedici brani editi, originariamente usciti per lo più su singolo nel 1968 (e molti dei quali mai ristampati finora), opera di gruppi e di solisti della scena soul newyorchese dell'epoca. Un soul raffinato ed urbano, influenzato dalla seminale scena motowniana di Detroit ma derivativo, e con alcune interessanti tracce del nascente funk. Fra gli artisti rappresentati, Judy White, figlia del celebre bluesman Josh White, la grande Big Maybelle, aperta ad influssi del soul sudista, Pat Lundy, che più tardi, a metà anni '70, sarebbe passata alla disco music. Questa la scaletta: Side ONE: 1. (I've Given) All My Love (Patti Austin); 2. Mr Rainmaker (Pat Lundy); 3. I'm Just Gonna Be Missing You (Rene Bailey); 4. Take My Heart And Soul (Ortheia Barnes); 5. I Can't Wait Any Longer (Big Maybelle); 6. Sit Down And Cry (Jean Wells); 7. Twice As Much For My Baby (Little Charles); 8. You Got 'Em Beat (Soul Sisters); Side TWO: 1. My New Found Joy (Jimmy Richards); 2. Open Up Your Heart (Mamselles); 3. People Sure Act Funny (Titus Turner); 4. Check Yourself (Debbie Taylor); 5. Young Boy Blues (Little Buster); 6. Guilty (Of Love In The 1st Degree) (Little Jimmie Ballard); 7. Girls Can't Do What The Guys Do (Judy White); 8. I Can't Help Loving You (Jimmy Breedlove).
Euro
24,00
codice 3512027
scheda

Page: 1 of 41

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 41  ---»
Pag.: oggetti: