Hai cercato:  immessi ultimi 30 giorni --- Titoli trovati: : 846
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 34  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
10 cc    live and let live
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1977  mercury 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima stampa inglese, doppio album con copertina apribile e laminata fronte retro, pressata da "Howards Printers (Slough) Ltd.", etichetta blu ed argento, catalogo 6641 698 sulla copertina, 9199 265 e 9199 266 sui rispettivi vinili, nella versione in cui l' etichetta riporta anche (a destra sotto l' indicazione del lato) l' indicazione del catalogo 6641 698. Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1977 dopo ''Deceptive bands'' e prima di ''Bloody tourists'', giunto al numero 14 delle classifiche Uk ed al 146 di quelle americane, il sesto album, e primo live, della band inglese. Registrato dal vivo all' Odeon Theatre di Londra tra il 18 ed il 20 giugno 1977 ed all' Apollo Theatre di Manchester tra il 16 ed il 17 luglio 1977, contiene in 15 brani un resoconto live completo della classica tradizione pop del gruppo inglese di Graham Gouldmann. Ecco la lista del materiale incluso: "The second sitting for the last supper", "You've got a cold", "Honeymoon with b troop", "Art for art's sake", "People in love", "Wall street shuffle", "Ship don't dissapear in the night (do they)", "I'm mandy fly me", "Marriage boureau rendevouz", "Good morning judge", "Feel the benefit", "The thinghs we do for love", "Waterfall", "I'm not in love", "Modern man blues". Formati a Stockport, nei pressi di Manchester, nei primi anni '70, sospesi tra Beatles, Zappa, citazioni rock'n'roll, ironia e falsetti alla Beach boys, il tutto suonato magistralmente e con classe sopraffina, i 10 CC sono stati un gruppo nella classica tradizione pop inglese. Fra i fondatori troviamo Graham Gouldman, gia' autore di un album come Graham Gouldman Thing nel '69 e compositore di "For your love" ed "Heart full of soul" degli Yardbirds; insieme a lui c'erano Kevin Godley, Eric Stewart (sin dal 1964 con Wayne Fontana And The Mindbenders) e Lol Creme, intestatari come Hotlegs di un album nel 1971, e quindi insieme a Gouldman gia' nello stesso 1971 nell' album "Space Hymns" dei Ramases. Ebbero notevole successo in patria durante gli anni '70, e sono ricordati anche per l' invenzione del ''Gizmotron'', un effetto per chitarra elettrica da loro creato.
Euro
25,00
codice 109882
scheda
10 cc    live and let live
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1977  mercury 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima stampa inglese, doppio album con copertina (con moderati segni di invecchiamento) apribile e laminata fronte retro, pressata da "Howards Printers (Slough) Ltd.", etichetta blu ed argento, catalogo 6641 698 sulla copertina, 9199 265 e 9199 266 sui rispettivi vinili, nella versione in cui l' etichetta non riporta anche (a destra sotto l' indicazione del lato) l' indicazione del catalogo 6641 698. Pubblicato in Inghilterra nell' ottobre del 1977 dopo ''Deceptive bands'' e prima di ''Bloody tourists'', giunto al numero 14 delle classifiche Uk ed al 146 di quelle americane, il sesto album, e primo live, della band inglese. Registrato dal vivo all' Odeon Theatre di Londra tra il 18 ed il 20 giugno 1977 ed all' Apollo Theatre di Manchester tra il 16 ed il 17 luglio 1977, contiene in 15 brani un resoconto live completo della classica tradizione pop del gruppo inglese di Graham Gouldmann. Ecco la lista del materiale incluso: "The second sitting for the last supper", "You've got a cold", "Honeymoon with b troop", "Art for art's sake", "People in love", "Wall street shuffle", "Ship don't dissapear in the night (do they)", "I'm mandy fly me", "Marriage boureau rendevouz", "Good morning judge", "Feel the benefit", "The thinghs we do for love", "Waterfall", "I'm not in love", "Modern man blues". Formati a Stockport, nei pressi di Manchester, nei primi anni '70, sospesi tra Beatles, Zappa, citazioni rock'n'roll, ironia e falsetti alla Beach boys, il tutto suonato magistralmente e con classe sopraffina, i 10 CC sono stati un gruppo nella classica tradizione pop inglese. Fra i fondatori troviamo Graham Gouldman, gia' autore di un album come Graham Gouldman Thing nel '69 e compositore di "For your love" ed "Heart full of soul" degli Yardbirds; insieme a lui c'erano Kevin Godley, Eric Stewart (sin dal 1964 con Wayne Fontana And The Mindbenders) e Lol Creme, intestatari come Hotlegs di un album nel 1971, e quindi insieme a Gouldman gia' nello stesso 1971 nell' album "Space Hymns" dei Ramases. Ebbero notevole successo in patria durante gli anni '70, e sono ricordati anche per l' invenzione del ''Gizmotron'', un effetto per chitarra elettrica da loro creato.
Euro
18,00
codice 43499
scheda
13Th floor elevators    psychedelic sounds of (mono+stereo)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1966  charly 
rock 60-70
Ristampa del 2013 in vinile 180 grammi, con masterizzazione ottenuta dai masters originali, ampliata a doppio album, con l' inclusione sia della versione mono che di quella stereo dell' album, copertina apribile (a differenza della originaria tiratura su International Artists); dopo l' inclusione nel box "Music of the Spheers" del 2012, realizzato in edizione ovviamente limitata in occasione del Record Store Day dell' aprile 2012, viene pubblicato anche individualmente in questa veste doppia "mono / stereo" il primo album "The Psychedelic Sounds of 13th Floor Elevators". Pubblicato dalla International Artists negli Stati Uniti nel novembre del 1966, "The psychedelic sounds of" e' il primo storico album del gruppo texano di Rocky Erickson. Uscito prima di "Easter everywhere" (1967), e' considerato quasi unanimemente uno dei massimi capolavori della psichedelia americana. La voce selvaggia ed eccezionalmente ispirata di Rocky Erickson si staglia su classici brani come il tellurico inno garage psych "You're gonna miss me" (da lui composta quando ancora militava negli Spades), gli incubi lisergici di "Rollercoaster" e "Kingdom of heaven" ed i tiratissimi garage di "Fire engine" e "Tried to hide", ma Rocky da' prova anche del suo lato piu' lirico e delicato nella trasognata ballata "Splash 1" e nella litania misticheggiante "Don't fall down". La bizzarra anfora elettrificata di Tommy Hall conferisce un tono straniante ed ipnotico ai brani ed il gruppo, alimentato da un massiccio uso di sostanze allucinogene, realizza uno stupefacente caleidoscopio sonoro che oscilla fra il sogno e l'incubo, fra fisicita' quasi tribale e misticismo. Nati dalla fusione di due gruppi di Austin, Texas, tra cui gli Spades di Rocky Erickson che avevano gia' in repertorio quella "You' re gonna miss me" che restera' negli anni il loro cavallo di battaglia, gli Elevators non possono che essere considerati, per il peso artistico dei loro primi due albums e l' influenza esercitata attraverso gli anni su tante generazioni di musicisti, il gruppo fondamentale della psichedelia americana. Caratterizzati dalle chitarre acidissime di Sutherland ed Erickson (peraltro cantante dalla visceralita' non comune), dal suono inconfondibile della "electric jug" di Hall e da una serie di composizioni perfettamente indicative dello stato di perenne allucinazione psichedelica in cui vivevano, come ben testimoniano anche i testi delle canzoni, i 13th Floor Elevators arrivarono pero' presto a subire gravemente il peso di quegli eccessi: Hall ed Erickson rivelavano irrimediabili turbe psichiche, e quest' ultimo, dopo un ricovero in ospedale con relativa fuga, fu rinchiuso per anni in un manicomio criminale; Sutherland fu invece arrestato per droga (com' era gia' successo al gruppo al completo gia' nel '66).
Euro
38,00
codice 2090181
scheda
2Pac (tupac shakur)    All eyez on me
LP4 [edizione] nuovo  stereo  eu  1996  death row 
hip-hop
Vinile quadruplo, copertina apribile con logo ''parental adivsory explicit content'' in basso a destra sul fronte. Ristampa del 2017 ad opera della Death Row, rimasterizzata digitalmente e pressoche' identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel febbraio del 1996 dalla Death Row / Interscope, giunto al 32esimo posto in classifica in Gran Bretagna ed alla prima posizione nella billboard 200 americana, il quarto album del rapper americano, e l'ultimo ad uscire prima della sua morte. Successivo a ''Me against the world'' (1995) e precedente ''The don killuminati: the 7 day theory'' (11/1996), ''All eyez on me'' fu il primo prodotto del nuovo sodalizio stretto fra 2Pac e la Death Row di Suge Knight. E' un disco piu' duro e cattivo, in cui il rapper abbraccia e celebra, forse anche ''romanticamente'', la vita del gangsta, e rimane per la critica l'opera magna di Shakur, il quale si avvale qui della produzione di Johnny J e Dat Nigga Daz, con contributi di star quali Dr. Dre (''California love'') e Snoop Dogg (''2 of amerikaz most wanted''). Un classico del gangsta rap. Uno dei piu' celebri e discussi rappers del genere gangsta, la cui fama forse si ancor piu' allargata dopo la prematura morte, Tupac Amaru Shakur (1971-1996, noto anche come 2Pac) nacque a New York in una famiglia fortemente legata al movimento delle Pantere Nere, ma si trasferi' nella tarda adolescenza in California, dove comincio' a farsi strada nel mondo dello hip hop. Dopo aver collaborato con i Digital Underground, Shakur si affermo' prepotentemente con il suo acclamato album d'esordio, ''2pacalypse now'' (1991), avviando contemporaneamente anche una promettente carriera cinematografica, che lo avrebbe visto recitare in alcuni film nella prima meta' degli anni '90. La sua immagine di rapper fuorilegge ed i suoi testi duri, incentrati sulla violenza della vita di strada nei ghetti afroamericani, erano uno dei piu' spettacolari ritratti della figura del gangsta rapper. La sua reputazione fu cementata dal terzo e dal quarto album, ''Me against the world'' (1995) e ''All eyez on me'' (1996), entrambi giunti in vetta alle classifiche americane, ma la sua giovane vita fu stroncata in una sparatoria a Las Vegas nel 1996, al culmine di un periodo di tensione all'interno della inquieta scena gangsta, che lo aveva visto scontrarsi pubblicamente con il rapper rivale The Notorious B.I.G.
Euro
31,00
codice 2090485
scheda
45 Grave    a devil's possessions (red vinyl)
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1980  cleopatra 
punk new wave
Ristamap limitata in 300 copie in vinile rosso (come indicato sul retro), pressoche' identica alla prima tiratura, della raccolta postuma uscita nel 2008, sottotitolata "Demos and live 1980-1983". Una interessante testimonianza relativa al primissimo periodo di attivita' della grande "gothic punk" band di Los Angeles con Don Bolles ex-Germs, Paul Cutler ex Consumers (e poi Dream Syndacate), Paul Roessler ex Screamers e la seducente Dinah Cancer alla voce. Attivi dall' 80, furono i primi ad unire le atmosfere gotiche tipiche di certa dark wave inglese al punk americano, con risultati davvero straordinari. Proprio nel 1980 esordirono partecipando alla storica raccolta "Darker Skratcher", nel 1981 pubblicarono il primo singolo in proprio "Black Cross/Wax", nel 1983 l' ep "Phantoms" e lo storico album "Sleep In Safety", prima di altri dischi anche successivi al primo scioglimento del gruppo, che avvenne nel 1985. Questi 45 Grave, sono quelli piu' intensi e genuinamente "maledetti", lontani ancora da atteggiamenti forse un po' troppo estetizzanti che avrebbero poi assunto, pur senza giustificare di essere confusi con molti "poseur" prestati al gotico per cavalcarne l' onda. Questi i brani inclusi: 1. Introduction / 2. Procession / 3. Violent World / 4. Aku Aku / 5 Party Time / 6 Surf Bat / 7. Wax / 8. Fucked By The Devil / 9. Sleep In Safety / 14. Black Cross.
Euro
28,00
codice 2090380
scheda
Aa. vv. (morricone, bacalov)    Django unchained
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2012  universal republic 
soundtracks
copertina apribile, completa di inner sleeves e di 2 inserti, etichette custom rosse e nere con scritte bianche, doppio Lp pubblicato dalla Universal Republic nel dicembre 2012, colonna sonora dell'omonimo film di Quentin Tarantino (comprese 7 dialoghi estratti dalla pellicola): "Winged" dialogo di James Russo - "Django theme song" Luis Bacalov/Rocky Roberts - "The braying mule" Ennio Morricone - "In the case of Djando, after you....." dialogo fra Jamie Foxx e Christoph Waltz - "Main theme song (Lo chiamavano King)" Luis Bacalov/Edda Dell'Orso - "Freedom" Anthony Hamilton & Elanya Boynton - "Five thousand-dollar nigga's and gummy-mouths bitches" dialogo di Don Johnson e Christoph Waltz - "la corsa" Luis Bacalov - "Sneaky Schultz and teh demise of sharp" dialogo di Dan Straud - "I got a name" Jim Croce - "I giorni dell'ira" Ritz Ortolani - "100 black coffins" Rick Ross - "Nicaragua" Jerry Goldsmith - "Hildi's hot box" dialogo fra Leonardo DiCaprio, Christoph Waltz e Samuel L. Jackson - "Sister Sara's theme" Ennio Morricone - "Ancora qui" Elisa Toffoli - "Unchained (the payback/Untouchable)" James Brown and 2Pac - "What did that to you" John Legend - "Yoo old to die young" Brother Ledge - "Stephen the poker player" dialogo fra Jamie Foxx e Samuel L. JAckson - "Un monumento" Ennio Morricone - "Six shots two guns" dialogo fra Jamie Foxx e Samuel L. Jackson - "Trinity: titoli" Annibale e i Cantori Moderni.
Euro
28,00
codice 2090450
scheda
Aa.vv. (black sabbath related)    Many faces of black sabbath
LP2 [edizione] nuovo  stereo  fra  2019  music brokers 
heavy metal
Edizione limitata a 1500 copie in doppio vinile da 180 grammi di colore marrone, copertina apribile con "made in france" sul retro in basso, label custom grigio/marrone con disegno di teschi sullo sfondo, scritte bianche e marroni, catalogo VYN038. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2019 ad opera dalla label argentina Music Brokers, che già aveva pubblicato l'opera in una versione cd nel 2014, nell'ambito della serie "The many faces of", questo doppio album compila sul primo vinile una serie di brani editi nei quali hanno suonato membri dei Black Sabbath, per lo più quelli "di passaggio" come Ian Gillan, Vinnie Appice e Cozy Powell e Geoff Nicholls, ma c'è anche un pezzo di Bobby Harrison (ex membro dei Procol Harum), "King of the night", in cui suona la chitarra Tony Iommi; sul secondo vinile invece ascoltiamo una selezione di cover di classici pezzi dei Black Sabbath, che hanno fatto la storia del metal, suonate da varie bands, che erano già apparsi nel cd multiplo del 2012 "No More Tears – A Millennium Tribute To Ozzy Osbourne 1971-2012". Questa la scaletta: LP 1: THE PLAYERS SIDE 1: 1. King Of The Night - Bobby Harrison Feat. Tony Iommi 2. I Believe In You (Fire In My Body) - Bedlam Ft. Cozy Powell 3. Finally The Finale - Ian Gillan 4. Flowers In The Rain - The Move Feat. Bev Bevan 5. Mainline Riders - Quartz (prod. By Tony Iommi) SIDE 2: 1. Paranoid - Vince Neil, George Lynch, Stu Hamm & Gregg Bissonnette 2. Highway To Madness - Quartz Feat. Geoff Nicholls 3. Freak Out Tonight - Chris Catena Ft. Glenn Hughes, Tony Franklin & Bruce Kulick 4. And The Cradle Will Rock - Vinny Appice, Marko Pukkila, Rowan Robertson & Andy Endberg 5. Over The Mountain - Brad Gillis, Mark Slaughter, Gary Moon, Eric Singer & Paul Taylor LP 2: THE SONGS SIDE 3: 1. War Pigs - Leaving Eden 2. After Forever - Fierce Atmospheres 3. Hole In The Sky – Kingshifter 4. Into The Void - High Voltage 5. Iron Man - Critical Solution SIDE 4: 1. Children Of The Grave - Bugsy Parker 2. Electric Funeral - In His Blood 3. Snowblind – Cornivus 4. Wicked World - Through The Stone 5. Under The Sun – Stalwart.
Euro
28,00
codice 3512658
scheda
Aa.vv. (electronica)    Warp 10 + 3 remixes (numbered box)
LPBOX [edizione] originale  stereo  uk  1999  warp 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Rara prima stampa vinilica, pressata solo nel Regno Unito in edizione limitata e numerata sul retro del box in basso a destra (questo esemplare il numero 0002001), cofanetto con dischi estraibili di lato, con barcode 5021603069114, e con adesivo di presentazione sul fronte, contenente quattro lp, ciascuno custodito in copertina di cartoncino con artwork, label custom bianca e viola con scritte bianche, catalogo WARPLP69. Pubblicato nell'ottobre del 1999 dalla Warp, questo è il terzo capitolo della serie di raccolte realizzate in quell'anno dall'importante label britannica per celebrare i suoi primi dieci anni di attività. "Warp 10 + 3 remixes" contiene in tutto ventisette tracce (una in più in questa versione vinilica rispetto alle ventisei della versione cd, grazie alla presenza di "Sandsings" di Mira Calix remixata dai To Rococo Rot): si tratta di remix, tutti esclusivi di questa raccolta tranne uno ("Tied up (electric mainline mix)" dei LFO, già edito all'epoca), di brani di molti fra i più importanti protagonisti della scena indie rock, elettrorock ed elettronica anglosassone degli anni '90, operati da artisti diversi (ad esempio gli Stereolab remixano "Kid for today" dei Boards Of Canada, o Jim O'Rourke remixa "Characi" degli Autechre), formando un variopinto affresco della musica più creativa del decennio. Questa la scaletta (con gli autori dei remix fra parentesi): LFO / Aphex Twin, "Simon from sidney / Untitled (Saw2 CD1 TRK7)" (Pram); DJ Mink, "Hey hey! Can u relate?" (Luke Vibert); Boards Of Canada, "Kid for today" (Stereolab); Seefeel, "When face was face" (Isan); Autechre, "Vletrmx" (Plaid); Aphex Twin, "Untitled (saw 2 CD1 track 1)" (Four Tet); LFO, "Nurture" (Surgeon); Sweet Exorcist, "Testone" (Winston and Ross); Nightmares On Wax, "Sal batardes" (Autechre); Nightmares On Wax, "Playtime" (John McEntire); Broadcast, "Hammer without a master" (Underdog); Autechre, "EP7 / Envane" (Bogdan Raczynski); Link, "Arcadian" (Mogwai); Boards Of Canada, "An eagle in your mind" (Push Button Objects); The Sabres Of Paradise, "Wilmot" (Red Snapper); Two Lone Swordsmen, "Spine bubbles" (Ellis Island Sound); Mike Ink, "Polka trax 3" (Wechsel Garland); LFO, "Freeze" (Labradford); Squarepusher, "Big loada" (Oval); Broadcast, "Booklovers" (Andy Votel); Aphex Twin, "Come to daddy" (Richard Devine); Seefeel, "Air eyes" (Mira Calix); Mira Calix, "Sandsings" (To Rococo Rot); Sweet Exorcist, "Mad jack" (Jimi Tenor); Tricky Disco, "Tricky disco" (Plone); Autechre, "Characi" (Jim O'Rourke); LFO, "Tied up" (Spritualized).
Euro
45,00
codice 331886
scheda
Aa.vv. (jazz)    Definitive jazz scene vol. 1
Lp [edizione] originale  mono  usa  1962  impulse! 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Good jazz
prima stampa americana in mono, copia con qualche segno di invecchiamento sul vinile e sulla copertina, copertina cartonata apribile, laminata all'esterno (con nastro adesivo trasparente lungo il bordo superiore del pannello posteriore), etichetta "orange black rim", arancio con fascia esterna nera, nella prima versione con “A PRODUCT OF ABC-PARAMOUNT RECORDS, INC.” in basso, catalogo A-99. Originariamente pubblicato nel 1964 dalla Impulse negli USA, il primo di tre volumi di una serie di raccolte che compilano brani rari ed inediti di alcuni giganti del jazz americano; si tratta di una raccolta stilisticamente molto eterogenea, ma indubbiamente popolata da nomi di altissimo livello. In questo primo volume troviamo i seguenti brani: Duke Ellington, ''Solitude'' (inciso il 18/8/62 da Duke Ellington, Ray Nance, Coleman Hawkins, Aaron Bell e Sam Woodward); Count Basie, ''Trey of hearts'' (inciso il 22/3/62 da Count Basie, Thad Jones, Frank Wess, Eric Dixon, Freddie Green, Ed Jones e Sonny Payne); Ben Webster, ''Single petal of a rose'' (inciso il 11/3/64 da Ben Webster, Hank Jones, Richard Davis ed Osie Johnson); Terry Gibbs, ''Tippie'' (inciso il 16/1/64 da Terry Gibbs, Kenny Burrell, Sam Jones e Louis Hayes); Shirley Scott, ''Lisa and pam'' (inciso il 22/8/63 da Shirley Scott, Earl May e Jimmie Cobb); John Coltrane, ''Big nick'' (inciso il 11/4/62 da John Coltrane, McCoy Tyner, Jimm Garrison ed Elvin Jones); Shelly Manne, ''Avalon'' (inciso il 5/2/62 da Shelly Manne, Coleman Hawkins, Hank Jones e George Duvivier); Charlie Mingus, ''Freedom'' (inciso il 20/9/63 da Charles Mingus, Eddie Preston, Richard Williams, Britt Woodman, Don Butterfield, Jerome Richardson, Dick Hafer, Booker Ervin, Eric Dolphy, Jaki Byard e Walter Perkins); Clark Terry, ''Hammer-head waltz'' (inciso il 13/3/64 da Clark Terry, Phil Woods, Ben Webster, Roger Kellaway, Mit Hinton e Walter Perkins); McCoy Tyner, ''Flapstick blues'' (inciso il 4/6/63 da McCoy Tyner, Jimmy Garrison ed Albert Heath).
Euro
16,00
codice 244709
scheda
Aa.vv. (musica medievale)    Troubadours
Lp [edizione] ristampa  stereo  fra  1980  harmonia mundi 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent classica cont.
Ristampa dei primi anni '80, con copertina e titolo cambiati, dell' album originariamente uscito sempre su Harmonia Mundi nel 1964 con titolo "Cantilènes Et Chansons De Troubadours"; copertina apribile laminata all'esterno, con linguetta ripiegabile sul lato di apertura a protezione della fessura per il disco, senza barcode, label grigio/nera con scritte e logo argento, catalogo HM566. Questo album contiene registrazioni effettuate da Jose-Luis Ochoa (voce baritono) sulla prima facciata, da Louis-Jacques Rondeleux (voce baritono), Roger Lepauw (viella) e Serge Depannemaker (tamburello) sulla seconda facciata, di cantigas e di canzoni dei trovatori presso la corte del Re di Castiglia e di Leon Alphonso X il Saggio, che regnò nella seconda metà del XIII secolo. La cantiga è una poesia messa in musica da un giullare, un menestrello o un trovatore stesso, e cantata senza accompagnamento strumentale, come appunto quelle che sono raccolte sulla prima facciata di questo album, che offre uno splendido documento storico musicale di ricerca sul Medioevo e sull'arte dei trovatori d'Occidente ed in particolare della penisola iberica, le cui atmosfere sembrano rifiorire in queste affascinanti interpretazioni novecentesche. Qui di seguito la scaletta. Dix cantigas d'Alphonse X le Sage: "Prologue: porque trobar", "139. Maravillosos et piadosos", "383. Offondo do mar tan chào faz", "320. Santa maria", "244. Grande reif' e que mal venna", "118. Fazer pode d'outri vivelos seus fillos", "Cantiga de mayo: benvennas mayo!", "11. Nembressete madre de deus", "226. Asi pod' a virgen", "340. Virgen, madre gloriosa"; Chansons de troubadours: "Selh que no vol auzir cansos" (Raimon de Miraval), "Jhesu crist, filh de diu viu" (Guirat Riquer), "Quan vei la laudeta mover" (Bernart de Ventadorn), "En cantan m'aven a membrar" (Folquet de Marselha), "L'autrier jost' una sebissa" (Marcabru), "Fort chausa aujatz, que tot lo major dan" (Gaucelm Faidit), "Pois tornatz sui en proensa" (Peire Vidal), "Lancan li jorn" (Jaufre Rudel), "Bella domna cara" (Guilhem Augier Novella), "Mout m'enoja s'o auzes dire" (Lo monge de montaudon).
Euro
18,00
codice 331894
scheda
Aa.vv. (punk new wave)    Firenze sogna! itinerari musicali 1976 – 1983
LP2 [edizione] nuovo  stereo  ita  1976  spittle 
punk new wave
Vinile doppio, copertina apribile, catalogo SPITTLE98. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2019 ad opera della Spittle, la raccolta manifesto della scena musicale fiorentina a cavallo fra gli anni '70 e '80, curata da Giampiero Bigazzi, Bruno Casini ed Ernesto De Pascale, originariamente pubblicata solo in cd nel 1993 dalla Materiali Sonori. Attraverso diciannove brani (sette dei quali all'epoca inediti, alcuni altri usciti solo su singolo) e quattro interviste, "Firenze sogna!" illustra una panoramica sulla vivacissima scena rock fiorita a Firenze negli anni d'oro della new wave, durante i quali la città toscana fu senza dubbio uno dei punti di riferimento per tutto il paese, ospitando concerti di molti gruppi internazionali di primo livello in ambito new wave, e soprattutto generando un novero folto e diversificato di giovani gruppi locali, dai Diaframma ed i Litifba ai Neon ed Alexander Robotnick, dai Magazzini Criminali agli Zeit: dal post punk spigoloso e poetico alle derive elettroniche della new wave e del dark, fino a sperimentazioni fra jazz, avanguardia e ripresa del patrimonio etnico mediterraneo, la città fu base di giovani artisti di grande vitalità in quegli anni. Questa la scaletta: Sensation's Fix, "Music is painting in the air" (dall'album "Flying tapes", 1978); Insieme, "Picchia e ripicchia" (inedito); Bella Band, "Mattutina" (inedito); Intervista ad Antonio Aiazzi; Litfiba, "Anniversary" (inedito); Diaframma, "Illusione ottica" (singolo, 1982); Intervista a Federico Fiumani; Café Caracas, "Tintarella di luna" (singolo, 1980); Alcool, "Situation" (singolo, 1981); Mugnion's Rock, "Deborah" (inedito); Mr. Blues, "Caledonia" (inedito); Intervista a Ernesto De Pascale; Lightshine, "Let's get four funky steps" (inedito); Naif Orchestra, "Fratelli italiani" (inedito); Rinf, "Was besonders" (dal 12" "Rinf", 1982); Alexander Robotnick, "Problèmes d'amour" (versione più breve del brano apparso sul suo primo mini lp "Ce n'est q'un debùt", 1984); Neon, "Information of death" (singolo, 1980); Intervista a Maurizio Dami; Avida, "La bustina" (B-side del singolo "A fumme mariuà", 1982); Collettivo Victor Jara, "Pazzum pazzia" (dall'album "Non vi mettete a piangere", 1979); Neem, "L'italia che vola" (dall'album "Come eravamo brutti da piccini", 1980); Magazzini Criminali, "Tijuana, frontiera a nord-est" (dall'album "Notti senza fine", 1983); Zeit, "Una danza infinita" (dall'album "Il cerchio degli antichi colori", 1981).
Euro
25,00
codice 2090359
scheda
Aa.vv. (punk new wave)    Nouances
12"ep [edizione] nuovo  stereo  ita  1984  spittle / dagored 
punk new wave
Edizione limitata a 300 copie, copertina ripiegata in due attorno al disco, piccolo inserto cartolina con note di Daniele Ciullini scritte nel 2016, grande inserto apribile con foto e note, label custom in bianco e nero, catalogo SPITTLE66LP / RED501. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2016 ad opera della Spittle / Dagored, la rara e leggendaria pubblicazione ''Nouances'', originariamente edita nel 1984 sotto forma di musicassetta e fanzine allegata, in una tiratura di soli 500 esemplari. ''Nouances'' fu curata dal musicista, fotografo e mail artist fiorentino Daniele Ciullini, uno dei partecipanti al collettivo sperimentale Trax (attivo anche come label che pubblico' alcune cassette e dischi), una rete internazionale di centinaia di artisti che produceva e disseminava creazioni di diversa estrazione artistica (musica, fumetti, t-shirt, xerografie ed altro ancora). Troviamo qui una serie di saggi a cui si accompagna il contenuto musicale, cinque brani all'epoca inediti: gli inglesi The Tempest con ''Abc'', groove punk funk immersa in atmosfere dark, gli italiani Minox di Marco Monfardini e Mirco Magnani con ''Purgatoryio'', lento e raffinato synth pop dalle tinte notturne e dalle sfumature jazzate, i fiorentini Rinf con ''Tropical nacht / Spass mus sein (live at tenax)'', ibrido fra dark wave, elettronica e groove funk, i belgi Twilight Ritual con ''I never called you a dream'', lento ed avvolgente minimal synth, e lo stesso Daniele Ciullini con ''Silences'', oscuro episodio fra minimalismo ed incubi industriali.
Euro
18,00
codice 3023533
scheda
Aa.vv. (punk new wave)    Red hot blue (tribue to cole porter)
Lp2 [edizione] originale  stereo  ita  1990  chrysalis 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good punk new wave
l' originale stampa italiana, copertina (con diversi segni di invecchiamento) apribile, etichette custom. Pubblicato nel 1990, il notevole doppio album tributo dedicato al grande compositore Cole Porter, nato nel 1891 e morto nel 1964, grande protagonista della canzone a del musical americano per alcuni decenni, giunto a grande fama e per questo costretto a nascondere la propria omosessualita' giungendo persino ad un matrimonio di facciata. A scopo benefico, per finanziare la lotta all' AIDS, gli rendono qui omaggio in brani registrati per l' occasione molti dei protagonisti della scena musicale del periodo. Le perle del disco sono la versione straordinaria di NENEH CHERRY di "I've Got Under My Skin", assolutamente personalizzata e di certo punto piu' alto toccato dalla carriera solista dell' ex Rip RIG & Panic; una meravigliosa KRISTY MACCOLL IN COPPIA CON I POGUES (la delicatissima "Miss Otis Regrets" che sfocia in una indiavolata ma toccante "Just One of those Things"); il Talking Heads DAVID BYRNE piu' in forma che mai con "Don't Fence Me In"; uno spiritatissimo TOM WAITS ("It's All Right With Me") ed i sorprendenti FINE YOUNG CANNIBALS di "Love For Sale", arrangiata con gusto e misura, molto jazzata, e con una interpretazione vocale notevolissima. Da applausi anche una SINHEAD O'CONNOR che si cala perfettamente nella parte della cantante d'altri tempi, in virtu' di una voce sempre straordinaria; la versione di "Night and Day" degli U2, con un Bono Vox ispiratissimo; una grintosissima "Well Did You" che presenta l' inedita coppia DEBBIE HARRY & IGGY POP; il sempre ottimo SALIF KEITA ("Begin The Beguin"); ANNIE LENNOX in una scarna ed intensa "Everytime we Say Goodbye"; LES NEGRESSES VERTES che aggiungono aromi di provincia francese all' omaggio alla capitale d' oltralpe "I Love Paris"; i JUNGLE BROTHERS con la loro versione rap di "I Got a Kick". E poi ancora Neville Brothers ("In The Still Of The Night"), KD Lang ("So In Love"), Thompson Twins ("Who Wants To Be A Millionaire"), Erasure ("Too Darn Hot"), Lisa Stansfield ("Down In The Depths"), Jimmy Sommerville ("From This Moment On"), Jody Matley ("After You Who") e gli Aztec Camera ("Do I Love You").
Euro
12,00
codice 244837
scheda
Aa.vv. (reggae)    Love is all i bring – reggae hits and rarities by the queens of trojan
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  trojan 
reggae
doppio album in vinile pesante, copertina apribile, label bianca e marrone chiara con scritte nere e logo Trojan in alto, catalogo TJDLP576. Pubblicata nell'ottobre del 2019 dalla Trojan, questa splendida antologia compila hits e rarità tratte da dischi degli anni '70 e '80 di grandissime interpreti della musica reggae legate alla storica etichetta londinese, fondamentale in quei decenni per la diffusione della musica originata dalla cultura giamaicana. La raccolta vuole evidenziare l'opera ed i talenti del reggae al femminile, spesso passato in secondo piano rispetto ai protagonisti maschili di questo genere, e fornisce una interessante panoramica sul ricco mondo delle cantanti reggae. Questa la scaletta: Uptown Top Ranking – Althea & Donna; Hurt So Good - Susan Cadogan; Girlie Girlie – Sophia George; I Shall Sing - Judy Mowatt; Steppin' Out Of Babylon – Marcia Griffiths; Lovin You - Janet Kay & The Kaylets; I'm Still In Love With You – Marcia Aitken; Angel Of The Morning - Joya Landis; Perfidia - Phyllis Dillon; Spell – Sylvia Tella; Barb Wire - Nora Dean; Honey Hush – Mille Small; Love Was All I Had – Phyllis Dillon; Back Wey – Faye Bennett; Good Woman - Lorna Bennett; Come With Me – Sonya Spence; Sensi For Sale – Sandra Robinson; Downtown Thing – Althea; Give You And Get – Marcia Griffiths; I Let You Go – Dawn Penn; Dynamic – Paula Clarke; If - Susan Cadogan; My Willow Tree – Hortense Ellis; Back In My Arms Again – Doreen Shaeffer.
Euro
29,00
codice 3023441
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    Famous charisma label vol. 1
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  ita  1969  fontana 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
Seconda stampa italiana della seconda metà degli anni '70 su Fontana e con catalogo cambiato, coeprtina con qualche segno di invecchiamento, label blu ed argento, catalogo 9286 867, data sul trail off 14/11/1974, timbro SIAE (poco visibile) del secondo tipo, in uso tra il '75 ed il '78/'79, con marchio Siae che ne occupa ancora l' intero cerchio centrale. Pubblicata nel 1974 dalla Charisma in Italia (nel Regno Unito uscì, nello stesso anno, la compilation "One more chance", che però ha un contenuto in gran parte diverso da questa antologia), questa splendida raccolta compila una serie di storici brani, alcuni dei quali molto rari e quasi tutti usciti solo su singolo, tratti dal catalogo della importante casa discografica britannica dedita in particolare al miglior rock progressivo: ascoltiamo pezzi come "Theme one" e "W" dei Van Der Graaf Generator, "Scotch mist" dei Lindisfarne, "Happy the man" e "Twilight alehouse" dei Genesis, all'epoca inediti su album, ed altre pregiate canzoni di grandi gruppi come Audience, String Driven Thing e Rare Bird. Questa la scaletta: Van Der Graaf Generator, "Theme one" (singolo inedito su album, 1972), "W" (B-side di "Theme one", 1972, inedito su album); Capability Brown, "Wake up little sister" (singolo inedito su album, 1972), "Windfall" (B-side di "Wake up little sister", 1972, inedito su album); String Driven Thing, "It's a game" (singolo inedito su album, 1973), "Are you a rock and roller" (B-side di "It's a game", 1973, inedito su album); Audience, "Indian Summer" (singolo inedito su album, 1971); Genesis, "Happy the man" (singolo inedito su album, 1972), "Twilight alehouse" (da un 7" flexi, 1973, inedito su album), "Watcher of the skies" (versione su singolo del 1973, diversa da quella sull'album "Foxtrot"); Rare Bird, "Symphaty" (dall'album "Rare bird", 1969, poi uscito anche su singolo); Lindisfarne, "Lady Eleonor" (dall'album "Nicely out of tune", 1970), "Scotch Mist" (B-side del 7" "Meet me on the corner", 1972, inedito su album), "No time to loose" (B-side del 7" "Meet me on the corner", 1972, inedito su album).
Euro
15,00
codice 331900
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    No nukes
LP3 [edizione] originale  stereo  ger  1979  asylum 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima stampa europea, pressata in Germania, triplo album con copertina (con lievi segni di invecchiamento) apribile liscia, senza barcode, completa di inner sleeves fotografiche e libretto a colori di 16 pagine, etichetta con scritta Asylum in alto nel cielo. Pubblicato nel novembre del 1979. Registrato live al Madison Square Garden nel settembre del 1979, per raccogliere fondi in aiuto dell' associazione contro l' utilizzo dell'energia nucleare, contiene i seguenti brani live, tutti inediti su altri albums in queste versioni: Dependin' on You Doobie Brothers , Runaway Bonnie Raitt, Angel from Montgomery Bonnie Raitt, Plutonium Is Forever John Hall , Power Doobie Brothers, John Hall, James Taylor, The Times They Are A-Changin' James Taylor, Carly Simon, Graham Nash , Cathedral Graham Nash , The Crow on the Cradle Jackson Browne & Graham Nash , Before the Deluge Jackson Browne, Lotta Love Nicolette Larson & Doobie Brothers, Little Sister Ry Cooder, A Woman Sweet Honey In The Rock, We Almost Lost Detroit Gil Scott-Heron, Get Together Young, Jesse Colin, You Can't Change That Raydio, Once You Get Started Chaka Khan, Captain Jim's Drunken Dream James Taylor, Honey Don't Leave L.A. James Taylor , Mockingbird James Taylor, Carly Simon, Heart of the Night Poco, Cry to Me Petty, Tom & The Heartbreakers, Stay : Jackson Browne, Springsteen, Bruce & the E Street band, Devil With a Blue Dress Medley Springsteen, Bruce & The E Street band, You Don't Have to Cry Crosby, Stills & Nash, Long Time Gone Crosby, Stills & Nash, Teach Your Children Crosby, Stills & Nash , Takin' It to the Streets Doobie Brothers & James Taylor.
Euro
23,00
codice 244749
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    Tasty bubblegum flavor – 12 rare u.s. bubblegum pop jewels 1968 – 1971
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1968  naughty rhythm 
rock 60-70
Copertina senza codice a barre, catalogo NRR002LP. Pubblicata nel 2019 dalla Naughty Rhythm, questa antologia compila dodici storici brani, significativi esempi del bubblegum pop emerso, in particolare sulla scena americana, fra la fine degli anni '60 e l'inizio dei '70, con un sound pop solare, melodico ed adolescenziale, mirato ad un pubblico di giovanissimi, architettato da alcuni produttori che si avvalevano principalmente di turnisti in studio, le cui registrazioni venivano poi pubblicate sotto il nome di un gruppo, in realtà inesistente al di fuori delle estemporanee incisioni; non a caso la maggior parte dei gruppi della musica bubblegum, che animò la scena pop americana grosso modo fra il 1968 ed il 1972, ebbero una sola hit prima di scomparire dai radar, ed il fenomeno fu prima di tutto e soprattutto legato ai sngoli, e non agli lp. In ogni caso il bubblegum ebbe un successo anche notevole in quegli anni (vedi in questa raccolta gli Yummies, e la sua influenza si sarebbe poi fatta sentire su generazioni successive di musicisti pop e rock: ad esempio un cantante spesso impiegato nella registrazione di singoli bubblegum, Joey Levine, sarebbe stato una fonte di ispirazione per il futuro frontman dei Ramones, Joey Ramone. Questa antologia non contiene le hits più famose del genere, bensì si concentra su brani bubblegum più rari e misconosciuti. Questa la scaletta. SIDE 1: 1. Professor Morrison's Lollipop - Oo-Poo-Pah Susie 2. Johnny Cymbal - Save All Your Lovin' (Hold It For Me) 3. Gideon - Oh! Sweet Love 4. Zebra - Bring Me To My Knees 5. Bleus - Milk & Honey 6. Hungry Tiger – Fee-Fi-Fo-Fum SIDE 2: 1. The Yummies - Patty Cake 2. American Machine – Snowball 3. Joey Levine - Come On My Baby 4. Kasnat & Katz Fighter Squadron - Pickin' Up Sticks 5. Jamie & The Sweetcorn - I'm Gonna Love You 6. Jordan Parker Revue - Ginger Bread Man.
Euro
20,00
codice 3512673
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    woodstock (blue and pink vinyl)
lp3 [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  cotillon / rhino 
rock 60-70
triplo album, ristampa del luglio 2019, edizione limitata con i vinili blu e rosa, copertina apribile in tre parti, pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato nel 1970 in America su Cotillion, prima del doppio "Woodstock 2" uscito nel 1971, la testimonianza imprescindibile dell' evento live piu' famoso di tutti i tempi, durante tre straordinari giorni di concerto nell' agosto del 1969, di fronte a 500.000 persone. Intitolato ufficialmente "Woodstock, Music From the Original Soundtrack And More", fu acquistato da milioni di persone e divenne, immediatamente dopo la sua uscita, il testamento della stagione migliore degli anni '60 americana, che puo' essere compresa tra il 1967 del ''Monterey pop festival'' ed il 1969 di questo ''Woodstock'' . Registrato live di fronte a una folla realmente sconfinata, vi si possono ascoltare alcune vere ''perle'', rimaste nella storia della musica rock, quali la seconda performance in assoluto di Crosby, Stills & Nash, e l' introduzione di Neil Young come quarto membro del gruppo; Joan Baez, che e' nel suo momento piu' politicizzato e di fronte ad una audience molto piu' giovane di quelle a cui era solita, suona quella che e' forse la sua piu' bella versione del brano di Gram Parsons "Drugstore Truck Driving Man"; i Canned Heat sono presenti in una delle ultime performances con la formazione originale, Joe Cocker con la versione definitiva di ''With a little help from my friends'', i Jefferson Airplane anche loro in uno degli ultimi sussulti prima della fine del gruppo, e Jimi Hendrix in una delle sue piu' celeberrime apparizioni suona l'inno americano in una distrortissima versione che introduce ''Purple haze''. Una pietra miliare della musica rock e la fedele registrazione della fine di un epoca. Ecco la lista completa del materiale incluso nel triplo album: John Sebastian- I had a dream, Canned Heat- Going up the country, Richie Havens-Freedom, Country Joe And The Fish- Rock and soul music, Arlo Guthrie- Comin' to los angeles, Sha na na- At the hop, County Joe And The Fish- I feel like i'm fixin' to die rag, Joan Baez- Drug Store Truck Drivin' Man, Joan Baez- Joe hill, Crosby Stills & Nash- Suite judy blue eyes, Crosby Stills Nash & Young- Sea of madness, Crosby Stills Nash & Young- Wooden ships, Who- We are not gonna take it, Joe Cocker- With a little help from my friends, Santana- Soul sacrifice, Ten years after- I'm going home, Jefferson airplane- Volunteers, Sly And The Family Stone- Medley: dance to the music - Music Lover - I want to take you higher, John B. Sebastian - Rainbows All Over Your Blues, Butterfield Blues Band- Love march, Jimi Hendrix- Star spangled banner, Purple haze & instrumental solo.
Euro
65,00
codice 3023430
scheda
Aa.vv. (soundtracks)    Once upon a time in hollywood ost
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  columbia 
soundtracks
doppio album in vinile pesante, copertina apribile, poster apribile a colori, inner sleeve con artwork a colori, label rossa con scritte bianche e nere, logo Columbia bianco in alto, riproduzione dello storico logo "360 sound" in bianco in basso, catalogo 19075981971. Pubblicata nell'ottobre del 2019 dalla Columbia, la colonna sonora del film "Once upon a time in Hollywood", diretto da Quentin Tarantino. Come ci si poteva aspettare alla luce dell'importanza che il regista americano ha sempre dato alle sonorizzazioni dei propri film, questa colonna sonora è una impressionante sintesi di rock e pop angloamericano degli anni '60, frammischiato a riproduzioni di spot pubblicitari dell'epoca e di monologhi di DJs, che alimentano in modo esponenziale le atmosfere del film, ambientato per l'appunto nella Los Angeles del 1969; ascoltiamo celebri pezzi di Paul Revere and the Raiders, Neil Diamond, Deep Purple, Buffy Sainte-Marie e Simon & Garfunkel, ma anche brani di Jose Feliciano (che interpreta "California dreamin'") e dei Cantori Moderni di Alessandroni, ennesima testimonianza della passione di Tarantino per i grandi autori italiani di colonne sonore. Questa la scaletta completa: Roy Head & the Traits, "Treat her right"; The Bob Seeger System, "Ramblin' gamblin' man"; "Boss radio (feat. Humble Harve)"; Deep Purple, "Hush"; "Mug root beer advertisement"; The Village Callers, "Hector"; Buchanan Brothers, "Son of a lovin' man"; Chad & Jeremy, "Paxton quigley's had the course"; Tanya tanning butter advertisement"; Paul Rever & the Raiders, "Good thing", "Hungry"; The Box Tops, "Choo choo train"; Mitch Ryder and the Detroit Wheels, "Jenny take a ride"; Deep Purple, "Kentucky woman"; Buffy Sainte-Marie, "The circle game"; "Boss radio (feat. The real Don Steele)"; Simon & Garfunkel, "Mrs. Robinson"; "Numero uno advertisement"; Los Bravos, "Bring a little lovin'"; "Suddenly / Heaven sent advertisement "; "Vagabond high school reunion"; "Khj los angeles weather report"; "The illustrated man advertisement / Ready for action"; Dee Clark, "Hey little girl"; "Summer blonde advertisement"; Neil Diamond, "Brother love's traveling salvation show"; Robert Corff, "Don't chase me around"; Paul Revere & the Raiders (feat. Mark Lindsay), "Mr. Sun, mr. Moon"; Jose Feliciano, "California dreamin'"; I Cantori Moderni di Alessandroni, "Dinamite jim (english version)"; Vanilla Fudge, "You keep me hangin' on (Quentin Tarantino edit)"; Maurice Jarre, "Miss lily langtry (cue from The life and times of judge Roy Bean)"; "KHJ Batman promotion".
Euro
29,00
codice 2090196
scheda
Affinity    affinity (+2 tracks) gatefold sleeve
Lp [edizione] ristampa  stereo  ita  1970  akarma 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
ristampa del 2000, in vinile 180 grammi e con copertina apribile, cartonata e senza barcode (ristampato dalla stessa Akarma successivamente con copertina non apribile e con barcode), pressoche' identica alla prima rarissima tiratura uscita in Uk su Vertigo; contiene due brani in piu' rispetto alla prima rarissima tiratura: ''Eli's coming'' (singolo del 1970, cover di Laura Nyro), ''United States of mind'' (1970, singolo). Pubblicato dalla Vertigo in Inghilterra e dalla Paramount in America, questo e' l'unico album del gruppo inglese, uno dei lavori piu' considerati nell'ambito dell'underground inglese dell'epoca. Gli affinity propongono qui un amalgama di rock progressivo con echi di Canterbury, pop ed r'n'b, influenze di Brian Auger; l'album alterna lunghi episodi dominati da assoli di tastiere con brani meno estesi guidati dal canto di Linda Hoyle, paragonato a quello di Grace Slick ma molto meno ruvido ed aggressivo, nonche' piu' compassato e ''britannico''. Autori di un solo album eponimo e di un singolo nel 1970, gli inglesi Affinity suonavano un rock progressivo con forti influenze jazz e soul, accostato a Brian Auger e Julie Driscoll ma anche ai Jefferson Airplane per la voce potente ed ispisrata di Linda Hoyle. Dopo lo scioglimento del gruppo, il tastierista Lynton Naiff suono' nei Toe Fat e nei Killing Floor ed il batterista Grant Serpall fini' nei Sailor, mentre la cantante Linda Hoyle incise un album solista nel 1971, ''Pieces of me''.
Euro
28,00
codice 244746
scheda
Against me!    White crosses
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2010  music on vinyl 
indie 2000
ristampa pressochè identica all'originale in vinile pesante. Il quinto album della punk rock band, un disco che amplia il proprio suono con elementi indie/alternative e folk.Il singolo "I Was a Teenage Anarchist" è uno dei maggiori successi commerciali del gruppo. Punk rock basata in Florida, attiva dal 1997 per merito del cantante/chitarrista Laura Jane Grace; attraverso 5 albums si sono fatti amare dai fans ed apprezzare dalla critica, soprattutto in Usa gia' con le prime realizzazioni. I primi lavori, soprattutto il debutto, "Against me! Is reinventing Axl Rose" del 2002 ed il successivo "Agaist me! As the eternal cowboy", sono caratterizzati da una spontaneita' sonica e selvaggia, successivamente scemata per un punk/hardcore melodico, muscolare e piu' attento al mainstream.
Euro
25,00
codice 2090419
scheda
Agitation free    live '74 (at the cliffs of river rhine)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1974  mig 
rock 60-70
ristampa del 2019, con titolo e copertina cambiati, e con una traccia aggiunta per l' occasione ("BIg Fuzz", registrata a Moers il 16 febbraio del 1972), dell' album originariamente uscito con titolo "At The Cliffs of River RHine" nel 1998 in cd e nel 2005 in vinile (per la Amber SOundroom). Registrato live subito dopo l'uscita di "Second", vede all' opera la line up con GustI Lutjens (chitarra), Lutz 'Luul' Ulbrich (chitarra), Michael 'Farne' Gunther (basso), Michael Hoenig (tastiera), Burghard Rausch (batteria), e contiene per la maggior parte brani tratti da quell' album; tutte le versioni sono molto diverse da quelle in studio e la qualita' dell'incisione e' davvero buona. "Laila" (con titolo indicato non a caso diversamente dal brano presente su "Second"), diviene un omaggio funebre a Duane Allman (che aveva suonato nel brano "Layla" con Derek & Dominoes) e cita ora un brano degli Allman Bros dal titolo 'In Memory of Elizabeth Reed'. Un album assai interesssante e che illustra un'altra faccia della band, distante da "Malesh" cosi' come da "Second". contiene i seguenti brani, Through the moods (13:28), First communication (8:56), Dialogue & random (0:57), Laila (10:03), In the silence of the morning sunrise (4:41). Gli Agitation Free sono stati senza dubbio uno dei più importanti gruppi della musica cosmica tedesca ed in particolare della scena berlinese. Il loro primo leggendario album ''Malesch'' (1972) è un capolavoro senza tempo del cosmic sound teutonico, sicuramente uno dei cinque dischi più belli di sempre della musica tedesca: fu registrato da Lutz Ulbrich, Jorg Schwenke, Burghard Rausch, Uli Pop, Michael Hoenig, Michael Gunther e Peter Michael Hamel, e presenta un mix di cosmic sound, musica orientale e psichedelia davvero senza termini di paragone. Il disco fu registrato parte in Germania e parte in Egitto, Libano, Giordania e Grecia durante il tour che la band di Berlino (formata nel 1967) effettuò nel 1972, e fu purtroppo anche l'unico lavoro a vedere la partecipazione di Jorg Schwenke, che lasciò il gruppo nel marzo del 1973. Il secondo lp ''2nd'' (1973) è un disco assai diverso da "Malesch", e per molti non inferiore, con una musica più meditativa e sofisticata, con ampio uso di effetti, l'elettronica ed il jazz che fanno capolino, senza rinunciare ad efficaci esplosioni elettriche, che purtroppo però fu da preludio allo scioglimento del gruppo, verso la fine del 1974. Un terzo album, ''Last'' uscì postumo solo in Francia nel 1976, con materiale registrato nel 1973/74. Il gruppo si è poi riformato negli anni '90, pubblicando un nuovo album nel 1999.
Euro
26,00
codice 2090107
scheda
Agitation free    Second (2nd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1973  mig 
rock 60-70
Ristampa con copertina a busta singola, con inner sleeve con foto, del secondo megararo album uscito origianariamente in Germania su Vertigo nel 1973, dopo il primo epocale "Malesch" (1972) e prima del live "Last" (uscito solo in Francia nel '76). Registrato tra il 15 ed il 21 luglio del 1973 dopo l' abbandono di Jorg Schwenke per problemi di droghe pesanti e con l' aggiunta di un secondo batterista, Dietmar Burmeister, gia' in "Seven Up" degli Ash Ra Tempel, "Second" e' un lavoro meno influenzato rispetto al primo album da suggestioni multietniche e molto piu' simile a quello che i Pink Floyd stavano facendo in Inghilterra. Si tratta quindi di un disco assai diverso da "Malesch", e per molti non inferiore, con una musica piu' meditativa e sofisticata, con ampio uso di effetti, l' elettronica ed il jazz che fanno capolino, senza rinunciare ad efficaci esplosioni elettriche. Uno dei masterpiece della ricca scena tedesca della prima meta' dei '70, che purtroppo pero' fu da preludio allo scioglimento del gruppo.
Euro
27,00
codice 2090573
scheda
Alabama shakes    Sound & colour
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2015  rough trade 
indie 2000
copertina apribile completa di coupon per il download digitale ed inner sleeves, adesivo sul cellophane, etichette nere con scritte bianche, vinile 180 grammi, doppio Lp 'etched' (inciso solo su 3 lati) pubblicato dalla Rough Trade nell'aprile 2015, dopo il debutto dell'aprile 2012, "Boys & girls", il secondo album per la band americana. Guidati dalla potente voce della cantante Brittany Howard, il gruppo esprime sempre un soul accattivante, miscela di southern e rhythm blues sulla scia del successo dell'esordio; "Sound & color" amplia le coordinate di riferimento, aprendo a sonorita' meno fedeli alle radici: il frequente uso del falsetto da parte della Howard porta alla mente Prince, mentre si sente l'alchimia sonora del lavoro del produttore, Blake Mills, con suoni dettagliati, intricati, molto piu' curati rispetto alle sonorita' grezze dell'esordio. Un rock contaminato dalla musica black, con cui questa giovane band si evolve con uno stile piu' moderno. Band americana, proveniente da Athens, in Alabama, formata quando la cantante/chitarrista Brittany Howard e il bassista Zach Cockrell erano ancora all'high school. Dopo l'Ep eponimo, uscito nel 2011 e il tour di spalla ai Drive-By Truckers, la band ha guadagnato visibilita' e una serie di positivi consensi anche da artisti de calibro di Robert Plant, David Byrne, Jack White, Adele etc; il debutto full lenght,"Boys & girls", della primavera 2012, successo di critica e di vendite, esprime un sound che si fonda nella tradizione soul (Aretha Franklyn e Otis Redding) con elementi southern rock, ed ulteriori rimandi cha spaziano da Janis Joplin a Billie Holiday, da Kings of Leon a Duke & the King, dai Black Crowes ai Black Keys.
Euro
31,00
codice 2090238
scheda
Algiers    Ther is no year (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  matador 
indie 2000
edizione limitata in vinile "cloudy" trasparente, adesivo su cellophane, inner sleeve. Il terzo album del gruppo. note a seguire. La proposta musicale della band è originale e particolare, si propone di fondere insieme industrial, post punk, (punk)blues, gospel. Il primo album del gruppo, dal titolo omonimo, “Algiers”, esce nel 2015 ed è apprezzato dalla critica specializzata che considera il quartetto di Atlanta una bella novità del panorama musicale contemporaneo. “The Underside of Power” (2017), ripropone con efficacia la formula sonora e cifra stilistica del disco precedente : ancora una volta gli Algiers fanno girare insieme in una girandola (di suoni) impazzita ritmi industrial e vibrazioni gospel, blues.
Euro
29,00
codice 2090649
scheda

Page: 1 of 34

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 34  ---»
Pag.: oggetti: