Hai cercato:  immessi ultimi 30 giorni --- Titoli trovati: : 980
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 40  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
16 Horsepower    Low estate
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1997  music on vinyl 
indie 90
Ristampa a cura della Music on Vinyl, vinile 180 gr., copertina ruvida, pressoche' idientica all'originale, completa di inserto con foto in bianco e nero, del secondo album, realizzato originariamente nel 1997 dopo "Sackcloth 'n' ashes" (96), prima di "Secret South" (00). Premesso che contiene composizioni, gestate ancor prima dell'uscita del debutto full lenght, questa seconda prova, assembla musica tradizionale americana, come folk e blues, ma anche istanze piu' mittleuropee (si ascolti la fisarmonica di "For heaven's sake"), creando un impasto southern dalle tinte cupe, che talvolta sfiorano connotati perfino gotici e/o atmosfere western. Un disco prodotto da John Paris, che presenta svariate sfaccettature, oltre ad arrangiamenti che contemplano xilofoni, violini, banjo, oltre alla gia' citata fisarmonica, in rimandi e riferimenti fra Nick Cave, Leonard Cohen approcciati con uno spirito punk alla Gun Club (la scaletta li omaggia con "Fire spirit) e similitudini con Grant Lee Buffalo e Woven Hand. Formatisi a Denver in Colorado nel 1992 ad opera di David Eugene Edwards, i 16 Horsepower sono un originale gruppo fra indie rock, folk e pop gotico; guidati da Edwards, i cui testi sono fortemente improntati dalla rigida educazione religiosa ricevuta e ricchi di riferimenti biblici, mentre il suo canto istrionico e carico di tensione, sembra un punto d'incontro fra un predicatore e Nick Cave o Peter Murphy, i 16 Horsepower esordiscono con un singolo nel 1995 e pubblicano il loro primo apprezzato Lp "Sackloth 'n' ashes" nel 1997, seguito l'anno successivo dall'altrettanto considerato "Low estate". Il quinto Lp "Folklore" sposta il loro baricentro musicale verso il folk, sempre immerso in atmosfere notturne e gotiche. Nel 2005 la band si scioglie ed Edwards da' vita la progetto denominato Woven Hand.
Euro
28,00
codice 2102395
scheda
24-Carat black    Ghetto: misfortune's wealth
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1973  stax 
soul funky disco
Ristampa con copertina pressoche' identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1973 dalla Enterprise negli USA, l'unico album non postumo di questo gruppo afroamericano di Detroit, guidato dall'arrangiatore Dale Warren; un disco assurto da tempo allo status di culto, in particolare negli ambienti hip hop, ed i cui suoni sono stati campionati da artisti quali Heal, Young Disciples e Digable Planets. Warren lavorava con la Motown fra gli anni '60 ed i '70, e molti degli arrangiamenti di archi udibili nei dischi dei cantanti soul della celebre etichetta di Berry Gordy Jr sono opera sua. Warren strinse amicizia con il gruppo soul di Cincinnati The Ditalians, portandoli a cambiare nome in 24-Carat Black, e diventando il compositore e produttore del nuovo gruppo. Il risultato dei loro sforzi e' un album di funk molto atmosferico, dai ritmi spesso lenti e narcotici, e dalle sonorita' che sposano il soul orchestrale e melodico con profondi groove funk, dando luogo a pezzi ipnotici arricchiti da belle armonie vocali femminili (assai piu' funk che pop), come nella lunga ''Poverty's paradise'', magistrale esempio di convivenza fra approcci diversi alla musica afroamericana. Alcuni membri dei 24-Carat Black formarono poi i piu' prolifici Shotgun, gruppo funk detroitiano artefice di alcuni album fra la fine degli anni '70 e l'inizio del decennio successivo.
Euro
29,00
codice 2102870
scheda
99th Floor (sick rose)    electric ragoo
lp [edizione] originale  stereo  ita  1997  misty lane 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa italiana, copertina lucida senza barcode, etichetta in bianco e nero, catalogo ML040. Il secondo album, uscito nel 1997 dopo il primo "Teen Trash Vol.9" del 1993. In un momento di pausa rispetto all' attivita' con i Sick Rose, il cantante Luca Re si mette ancora una volta alla guida dei 99th Floor di Torino (dal titolo di un leggendario brano dei Moving Sidewalks) per tirare fuori il suo lato piu' genuinamente e selvaggiamente 60's garage, e questo eccellete disco suona davvero come l' ideale prosecuzione delle prime registrazioni degli stessi Sick Rose, puro travolgente 60's sound tra garage, beat, screziature psichedeliche, pop, ed una onnipresente tastierina Farfisa a far da perfetto contraltare alle graffianti chitarre. Molti eccellenti brani originali, una manciata di covers, tra cui "Flyte" dei Flowerz, "You" dei Basement Wall, "Albert Common is Dead" dei Blues Magoos.
Euro
26,00
codice 249435
scheda
Aa.vv. (africa)    Bulawayo blue yodel
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1948  olvido / mississippi 
world
Copertina cartonata senza codice a barre, corredata di splendido libretto di otto pagine formato lp con note storiche, foto e testi dei brani, label gialla e nera con scritte nere e titolo in giallo, catalogo OLV-006 / MRI-117. Pubblicata nel 2019 dalla Olvido / Mississippi, questa interessantissima antologia compila quattordici brani, tratti da vecchi 78 e 45 giri africani usciti fra il 1948 ed il 1959, di cantanti e musicisti provenienti da Zimbabwe, Sud Africa e Kenya, che esprimono una sorprendente sintesi fra musica folk dei propri paesi, blues e country acustico, avvalendosi persino di incredibili vocalizzi che ricordano lo yodel (si ascolti la lancinante "Wazibamba emarabini" di Josaya Hadebe). La raccolta presenta canti di trovatori omasiganda, ballate da brividi, originalissimi yodel, che evidenziano l'indubbio e potente legame fra la musica folk africana e quella afroamericana e nordamericana, non solo nella direzione che va dal vecchissimo continente al nuovo mondo, ma anche in quella inversa, più recente e contemporanea, come la musica country-western statunitense. Questa la scaletta: George Sibanda, "Gijim mfana"; Josaya Hadebe, "Wazibamba emarabini"; Sabelo Mathe, "Hambanini"; Sammy Ngaku, "Mbari ya ndia ruru"; George Sibanda, "Ekhaya"; Michael Majozi, "Sengihambile"; Petrus Mntambo, "Nangalena", "Yagegetheka"; Josaya Hadebe, "Gwabi gwabi intombi yami"; Sammy Ngaku, "Rosana"; Matthew Jeffries, "Iwe kusidio"; Petrus Mntambo, "Where you been, my lovie?"; Josaya Hadebe, "Bumnandi"; Clarkson Sithole, "Vabereki".
Euro
22,00
codice 3513664
scheda
Aa.vv. (blues)    atlantic blues: chicago
LP2 [edizione] originale  stereo  usa  1986  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
Doppio album, l' originale stampa americana, copertina apribile, con crediti di ogni pezzo sul retrocopertina e note esplicative all' interno, etichetta rossa e nera con "...75 Rockfeller Plaza..." in basso, catalogo 7 81697-1. Pubblicata nel 1986, questa raccolta di brani (molti dei quali di ardua reperibilita', ed alcuni dei quali eseguiti dal vivo) e' dedicata al blues di Chicago. A partire dagli anni '40, e almeno fino a tutti gli anni '60, la Atlantic fu un' etichetta fondamentale per la musica americana di matrice blues e R&B, genere per il quale aveva messo in piedi un formidabile staff di produttori, tecnici e talent scouts; l' intera storia della Atlantic e del suo Blues e' qui (e negli altri volumi che concludono la serie). Vi appaiono in ordine e con i seguenti pezzi e relative date di registrazione: A1 Johnny Jones - Chicago Blues (1953, con Elmore James alla chitarra), A2 Johnny Jones – Hoy Hoy (1953, con Elmore James alla chitarra), A3 T-Bone Walker– Play On Little Girl (1955, con Junior Wells all' armonica), A4 T-Bone Walker– T-Bone Blues Special (1955, con Junior Wells all' armonica), A5 Buddy Guy & Junior Wells– Poor Man's Plea (1970, con Eric Clapton alla chitarra), A6 Buddy Guy & Junior Wells– My Baby She Left Me (1970, con Eric Clapton alla chitarra), A7 Buddy Guy & Junior Wells– T-Bone Shuffle (1970, con Eric Clapton alla chitarra e Dr. John al piano), B1 Freddie King– I Wonder Why (1969), B2 Freddie King– Play It Cool (1968), B3 Freddie King– Woke Up This Morning (1969), B4 Otis Rush– Gambler's Blues (1969, con Duane Allman alla chitarra), B5 Otis Rush– Feel So Bad (1969, con Duane Allman alla chitarra), B6 Otis Rush– Reap What You Sow (1969, con Duane Allman alla chitarra), C1 Howlin' Wolf– Highway 49 (1972), C2 Muddy Waters– Honey Bee (1972), C3 Koko Taylor– Wang Dang Doodle (1972, ospite Willie Dixon alla voce), C4 Johnny Shines– Dust My Broom (1972), D1 Freddie King– Goin' Down (1972), D2 Luther Allison– Please Send Me Someone To Love (1972), D3 Luther Johnson – Walkin' The Dog (1982), D4 J.B. Hutto– I Feel So Good (1982).
Euro
26,00
codice 249259
scheda
Aa.vv. (blues)    atlantic blues: guitar
LP2 [edizione] originale  stereo  usa  1986  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
Doppio album, l' originale stampa americana, copertina apribile, con crediti di ogni pezzo sul retrocopertina e note esplicative all' interno, etichetta rossa e nera con "...75 Rockfeller Plaza..." in basso, catalogo 7 81695-1. Pubblicata nel 1986, questa raccolta di brani (molti dei quali di ardua reperibilita' ed in alcuni casi persino inediti, talora registrati dal vivo) e' dedicata alla chitarra blues e spazia dal country blues di Blind Willie McTell al moderno blues di Steve Ray Vaughan. A partire dagli anni '40, e almeno fino a tutti gli anni '60, la Atlantic fu un' etichetta fondamentale per la musica americana di matrice blues e R&B, genere per il quale aveva messo in piedi un formidabile staff di produttori, tecnici e talent scouts; l' intera storia della Atlantic e del suo Blues e' qui (e negli altri volumi che concludono la serie). Vi appaiono in ordine e con i seguenti pezzi e relative date di registrazione: Blind Willie McTell con "Broke down engine" ('49); Mississipi Fred McDowell con "Shake 'em on down" ('59); John Lee Hooker con "My baby don't love me" ('53) e "Guitar lovin' man" ('53); Stick McGhee con "Tall pretty woman" (inedito del '49, con il piu' famoso fratello Brownie McGhee alla chitarra); Texas Johnny Brown, suona il piano insieme a lui Amos Milburn, con "The blues rock" (del '49, uscito solo come singolo), "There goes the blues" (del '49, uscito solo come singolo) e "Bongo boogie" (inedito del '49); T-Bone Walker con "Two bones and a pick" ('57) e "Mean old world" ('56); Chuck Norris con "Let me know" (del '53, uscito solo come singolo); Guitar Slim con "It hurts to love someone" (del '57, uscito solo come singolo) e "Down through the years" (del '56, uscito solo come singolo); Cornell Dupree con "Okie dokie stomp" ('73) e "Blues nocturne" ('73); Big Joe Turner con "Tv mama" (del '53, con Elmore James alla chitarra); Al King con "Reconsider baby" (del '63, pezzo scritto da Lowell Fulson); Mickey Baker con "Midnight midnight" ('59); Ike & Tina Turner con "I smell trouble" ('71); B. B. King con "Why I sing the blues" ('72, registrata a Puerto Rico); Albert King con "Crosscut saw" ('66, con Booker T. alle tastiere) e "Born under a bad sign" ('67, sempre con Booker T.); John Hammond Jr. con "Shake for me" ('69, con Duane Allman alla chitarra); ed infine Stevie Ray Vaughan con "Flood down in Texas" ('82, registrata a Montreux in Svizzera). Se volete organizzare un "Blues Party" questo e' il disco che fa per voi !
Euro
26,00
codice 249258
scheda
Aa.vv. (blues)    atlantic blues: piano
LP2 [edizione] originale  stereo  usa  1986  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
Doppio album, l' originale stampa americana, copertina apribile, con crediti di ogni pezzo sul retrocopertina e note esplicative all' interno, etichetta rossa e nera con "...75 Rockfeller Plaza..." in basso, catalogo 7 81694-1. Pubblicata nel 1986, questa raccolta di brani (molti dei quali di ardua reperibilita', ed alcuni dei quali eseguiti dal vivo) e' dedicata ai pianisti blues. A partire dagli anni '40, e almeno fino a tutti gli anni '60, la Atlantic fu un' etichetta fondamentale per la musica americana di matrice blues e R&B, genere per il quale aveva messo in piedi un formidabile staff di produttori, tecnici e talent scouts; l' intera storia della Atlantic e del suo Blues e' qui (e negli altri volumi che concludono la serie). Vi appaiono in ordine e con i seguenti pezzi e relative date di registrazione: A1 Jimmy Yancey– Yancey Special (1951), A2 Little Brother Montgomery– Talkin' Boogie (1951), A3 Jimmy Yancey– Mornful Blues (1951) A4 Little Brother Montgomery– Farish Street Jive (1951), A5 Jimmy Yancey– Salute To Pinetop (1951), A6 Little Brother Montgomery– Vicksburg Blues - 1951, A7 Jimmy Yancey– Shave 'Em Dry (1951), B1 Jack Dupree – Frankie & Johnny (1958), B2 Jack Dupree – T.B. Blues (1958), B3 Jack Dupree – Strollin' (1958), B4 Professor Longhair– Ball The Wall (1943), B5 Professor Longhair– Tipitina (1953), B6 Vann "Piano Man" Walls – Blue Sender (1952), B7 Vann "Piano Man" Walls – After Midnight (1952), C1 Joe Turner – Roll "Em Pete (1956), C2 Jay McShann– Fore Day Rider (1977), C3 Joe Turner – Cherry Red (1956), C4 Jay McShann– My Chile (1977), C5 Meade Lux Lewis – Cow Cow Blues (1951), C6 Meade Lux Lewis – Albert's Blues (1951), C7 Meade Lux Lewis – Honky Tonk Train Blues (1951), D1 Ray Charles– Ray's Blues (1953), D2 Ray Charles– Low Society (1953), D3 Ray Charles– A Bit Of Soul (1955), D4 Floyd Dixon– Hey Bartender (1954), D5 Floyd Dixon– Floyd's Blues (1954), D6 Texas Johnny Brown– After Hours Blues (1949, con Amos Milburn al piano), D7 Doctor John – Junco Partner (1972), D8 Willie Mabon– I Don't Know (1976, con Mick Jagger all' armonica!).
Euro
26,00
codice 249261
scheda
Aa.vv. (blues)    atlantic blues: vocalists
LP2 [edizione] originale  stereo  usa  1986  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
Doppio album, l' originale stampa americana, copertina apribile, con crediti di ogni pezzo sul retrocopertina e note esplicative all' interno, etichetta rossa e nera con "...75 Rockfeller Plaza..." in basso, catalogo 7 81696-1. Pubblicata nel 1986, questa raccolta di brani (molti dei quali di ardua reperibilita', ed alcuni dei quali eseguiti dal vivo) e' dedicata ai cantanti ed alle cantanti blues. A partire dagli anni '40, e almeno fino a tutti gli anni '60, la Atlantic fu un' etichetta fondamentale per la musica americana di matrice blues e R&B, genere per il quale aveva messo in piedi un formidabile staff di produttori, tecnici e talent scouts; l' intera storia della Atlantic e del suo Blues e' qui (e negli altri volumi che concludono la serie). Vi appaiono in ordine e con i seguenti pezzi e relative date di registrazione: Sippie Wallace: You Got To Know How (1982), Sippie Wallace: Suitcase Blues (1982, con Bonnie Raitt alla slide guitar), Jimmy Witherspoon: Trouble In Mind (1956), Jimmy Witherspoon: In The Evenin' (1956), LaVern Baker: Gimme A Pigfoot (1958), Mama Yancey: Make Me A Pallet On The Floor (1951), Mama Yancey: How Long Blues (1951), Big Joe Turner: St. Louis Blues (1956), Big Joe Turner: Oke-She-Make-She-Bop (1953, con Elmore James alla chitarra), Lil Green: I've Got That Feelin' (1951), Lil Green: Every Time (1951), Wynonie Harris: Destination Love (1956), Wynonie Harris: Tell A Whale Of A Tale (1956), Ruth Brown: Rain Is A Bringdown (1949, com Amos Wilburn al piano), Ruth Brown: R.B. Blues (1950), Percy Mayfield: I Don't Want To Be President (1974, con Johnny Guitar Watson alla citarra), Percy Mayfield: Nothing Stays The Same Forever (1974, con Johnny Guitar Watson alla citarra), Ted Taylor: River's Invitation (1966), Esther Phillips: Just Like A Fish (1970), Otis Clay: Pouring Water On A Drowning Man (1970), Rufus Thomas: Did You Ever Love A Woman (1962, con i Booker T & the Mg's al completo), Titus Turner: Baby Girl Parts 1&2 (1964), Bobby Bland: Ain't That Lovin' You (1972, con Melvin Jackson al sax e Dr. John alla chitarra, tra gli altri), Johnny Copeland: It's My Own Tears That's Being Wasted (1968), Eldridge Holmes: Cheatin' Woman (1969, con Art Neville all' organo), Johnnie Taylor: I Had A Dream (1966), Aretha Franklin: Takin' Another Man's Place (1969), Z.Z. Hill: It's A Hang Up Baby (1969), Z.Z. Hill: Home Ain't Home At Suppertime (1969).
Euro
26,00
codice 249260
scheda
Aa.vv. (blues)    Harmonica blues (robert crumb artwork)
Lp [edizione] ristampa  mono  usa  1926  yazoo 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
Ristampa degli anni 2000, edizione limitata in vinile da 180 grammi, copertina lucida senza codice a barre, pressoche' identica alla prima rara tiratura, con il bellissimo artwork curato dal grande fumettista Robert Crumb, catalogo 1053. Originariamente pubblicata nel 1976 dalla Yazoo negli USA, la raccolta dedicata dalla label americana agli armonicisti blues degli anni '20 e '30. Un sentito tributo ad uno strumento fondamentale della musica blues, per quanto messo in secondo piano dalla chitarra, sia nella fase acustica che in quella elettrica, e qui imboccato da grandi armonicisti quali Freeman Stowers (sbalorditiva la sua incalzante ''Railroad blues''!) e De Ford Bailey. Questa la scaletta: A1 Freeman Stowers - Railroad Blues 1929 A2 State Street Boys - Crazy About You 1935 A3 Carver Boys - Wang Wang Harmonica Blues 1929 A4 Lee Brown - My Driving Wheel 1939 A5 Clarence Ashley & Gwen Foster - Bay Rum Blues 1933 A6 Robert Hill - I'm Going To Write And Tell Mother 1936 A7 Chuck Darling - Blowin' The Blues 1930 B1 Chuck Darling - Harmonica Rag 1930 B2 Jaybird Coleman - Man Trouble Blues 1930 B3 Jazz Gillum - I Want You By My Side 1936 B4 Alfred Lewis - Friday Moan Blues 1930 B5 Chicken Wilson & Skeeter Hinton - House Snake Blues 1928 B6 Bobbie Leecan & Robert Cooksey - Need More Blues 1926 B7 DeFord Bailey - Davidson County Blues 1928.
Euro
18,00
codice 249477
scheda
Aa.vv. (folk japan)    Sound storing machines – the first 78rpm records from japan 1903-1912 (ltd.)
Lp [edizione] nuovo  mono  usa  193  sublime frequencies 
world
Edizione limitata, copertina senza codice a barre, inserto con note a cura di Robert Millis, label nera con scritte bianche, logo Sublime Frequencies bianco in alto e particolare dello artwork di copertina in basso, catalogo SF115. Pubblicata nell'aprile del 2021 dalla Sublime Frequencies, questa antologia compila rari brani tratti da 78 giri d'epoca provenienti dal Giappone, ed incisi fra il 1903 ed il 1912, raccolti nel corso di vari viaggi nel Sol Levante da parte di Robert Millis, musicista americano co-fondatore dei Climax Golden Twins e poi coinvolto in altri progetti sperimentali (Indian Talking Machine, Victrola Favorites, Phi Ta Khon: Ghosts of Isan, This World is Unreal Like a Snake in a Rope). Si tratta di musica tradizionale nipponica: canzoni folk, registrazioni di teatro popolare e colto (rakugo e noh), brani strumentali suonati con strumenti locali, musica classica gagaku; reperti sopravvissuti ad un secolo di guerre e cataclismi, testimonianze di un'industria discografica, quella giapponese, allora ai suoi primi vagiti (le registrazioni effettuate nel 1912 da Fred Ginsberg furono le prime commerciali in Giappone). Questa la scaletta: Togi Suenaga, "Bairo"; Heikichi Toyosawa, "Senryou nobori"; Kamanosuke Azumaya, "Chikumagawa"; Sumako Of Shinbashi, "Kappore"; artista sconosciuto, "Hokai-Bushi oiwake-bushi"; Sakima Uehara, Kiyosuka Takahashi, Kado Fukushira, "Matzukaze"; Kosan Yanagiya, "Rakugo: Ukiy-buro"; Togi Suenaga, "Taishikichou"; Kachiguri Mimasuya, "Shiokumi kasatukashi"; Umewaka Manzaburo, Umewaka Rokurou of the Kanze Noh School, "Yokyoku (dal dramma noh "Kakitsubata"); Hanadou Nokiken, "Sanjusangen-Do kiyori"; Shimeju of Yoshiwara, "Neko ja"; Sumitayo Takemoto, "Horikawa sarumawashi"; Haruko Tayu Takemoto, "Sakaya no dan (da "Sankatsu hanchichi)"; Sinzaemon Toyozawa, "Joruri taiko-ki ju danme".
Euro
29,00
codice 3513665
scheda
Aa.vv. (mien folk music)    Mien (yao) – canon singing in china, vietnam, laos (ltd.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2021  sublime frequencies 
world
Edizione limitata, copertina senza codice a barre, inserto con foto, note e descrizioni dei brani a cura di Laurent Jeanneau (Kink Gong), catalogo SF117. Pubblicato nel maggio del 2021 dalla Sublime Frequencies, questo album è frutto di una pluriennale ricerca musicologica condotta da Laurent Jeanneau, che ha registrato e prodotto sul posto, fra il 2009 ed il 2013, una serie di performances vocali di canto contrappuntistico tradizionale delle popolazioni mien, note in Cina anche come yao, un'etnia che vive nelle zone collinari o montane fra Cina, Vietnam e Laos, composta da pochi milioni di individui; la loro cultura appartiene al gruppo etnolinguistico sino-tibetano hmong-mien. La melodia espressa con questi canti a più voci è stata accostata a quelle di musiche del Sud Est asiatico di aree come Giava e le altre isole della Sonda, ma presenta ovviamente un carattere peculiare e tipico; le voci ricamano litanie ipnotizzanti simili ora a lamenti, ora a canti festosi. Questi i brani inclusi: "Lan Pan Moon (Ay Jung Lan Pan Moon Khon Tang Di Tai)", "Kai Tian Pi Di (Open The Sky)", "Shan Ge (Mountain Song)", "Gap Choun - Dao Cham (Long Dress YAO)".
Euro
29,00
codice 3513666
scheda
Aa.vv. (punk new wave)    Rockgarage compilation vol. 1 2 3 4
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1983  spittle / materiali sonori 
punk new wave
Doppio album, realizzato nel giugno del 2020, coeprtina apribile, adesivo di presentazione sul cellophane, corredata di inner sleeves. L' imperdibile raccolta dei ventitre brani dei quattro volumi della "Rockgarage Compilation" usciti tra il gennaio del 1983 ed il 1984, realizzati dalla Materiali Sonori ed allegati alla seminale fanzine Rockgarage, testimonianze (sia i dischi che la fanzine) preziose della acerba ma anche ricca e variegata scena post punk italiana della prima meta' degli anni '80, con gruppi talora rimasti nell' oscurita' (ma spesso assolutamente di rilievo) ed in altri casi protagonisti di una importante storia artistica (come DIAFRAMMA, DETONAZIONE, FRIGIDAIRE TANGO...). I 13 brani dei primi tre volumi (altrettanti 7"ep) sono contenuti nel primo lp di questo doppio album, mentre il secondo lp riprende esattamente il continuto del quarto volume, un album contenente 10 brani. Questo nel dettaglio il contenuto: "ROCKGARAGE VOL. 1": sei brani altrimenti inediti di quattro bands dell'area veneta: i grandi veneti WOPS (di Murano) con i brani "Bloody Welfare" e "Politics" danno uno dei primi e migliori esempi di hardcore italiano d'ispirazione statunitense, abrasivo, secco e violento; i RUINS (attivi sin dal lontano 1978) con l' affascinante "I Don't Know", tra la migliore produzione della Italian Records ed una vena sperimentale ed ironica, esordiscono qui su vinile (la loro storia durera' ancora a lungo, con relativi apprezzati frutti discografici); al loro esordio sono anche i PLASTICOST (qui ancora con la primissima denominazione Plastic Host) con la bella ed atmosferica "Panorama"; per quanto riguarda i MODERN MODEL poco sappiamo se non che le brevissime e dadaiste "Ice Factory on Strike" e "(The) Days On" non potranno non piacere agli amanti della musica piu' folle ed anticonvenzionale. "ROCKGARAGE VOL. 2": contiene tre brani altrimenti inediti, la schizzatissima ''Dazed lite'' dei Frigidaire Tango, talentuosissimo e personale gruppo post punk dell'area vicentina che aveva esordito su album nel 1982 con ''The cock'' (nel 1983 pubblicarono anche un 12" e parteciparono alla raccolta "Body Section"), l'ombrosa ''East'', vicina ai Siouxise and the Banshees, dei Death In Venice, band di Mestre/Venezia che nello stesso 1983 pubblico' una cassetta autoprodotta (i due loro 12" arriveranno solo nel 1985 e nel 1986) e la delicata ed introspettiva litania chitarristica ''I am an open sea'' dei Changeling, gruppo veneziano che non pubblico' alcun disco (per loro solo un nastro autoprodotto, "Music From Changelin"). "ROCKGARAGE VOL. 3": contiene quattro brani altrimenti che mettono in evidenza altrettante band dello underground nostrano: i fiorentini Diaframma con una splendidamente post punk ''Illusione ottica'' dal vivo (versione inedita), gli interessanti padovani QFWFW con ''Desideravamo belve'' (versione incisa nell'agosto del 1983, prima di quella presente sulla cassetta ''2'', incisa nel novembre dello stesso anno), vicina al minimal synth dalle tinte scure, i Degada Saf da Castelfranco (Treviso) con ''Tri-banal'' (poi sull'album ''No inzro'' del 1984), anch'essa di ambito dark wave elettronica, e i Funkwagen da Merano con ''Ebdomero'' (inedita), stridente intreccio fra punk, funk e jazz. "ROCKGARAGE VOL. 4": un' istantanea davvero efficace di una scena stimolante sebbene acerba, che non ebbe modo di sviluppare le sue potenzialita' perche' presto travolta dai trend che porteranno ad un' impoverimento generale delle proposte, ed al successo delle bands piu' solide e "professionali", ma anche povere di idee....Forse i nomi delle bands presenti a molti diranno poco, ma e' quasi commovente ascoltare, insieme ai piu' noti DIAFRAMMA (con una versione inedita e bellissima della oscura "Altrove", subito prima della sostituzione di Nicola Vannini a cui subentro' Miro Sassolini e dell' inizio del secondo corso della band) i FRIGIDAIRE TANGO - "Take Over From Me" (oscura ed ossessiva), i grandissimi e geniali DETONAZIONE - "Grigia Miseria" e "I Programmi Agli Inferi", i GO-KARTS - "Windy Nights For The Heroes" (su di loro, magari, si puo' sorvolare...), i longevi PLASTICOST (qui ai loro esordi con la bella ed originale "Panorama"), i DEGADA SAF - "La Rhumba de Shang Sai" (una versione maccheronica ma suggestiva del techno pop inglese), i PYRAMIDIS - "Mouth Of Nilo", i CREPESUZETTE - "Killing Japanese" (suadente e piacevole), i bravissimi 2+2=5 (che con la liricissima "Oggi E' Un Bel Giorno" realizzano un vero piccolo capolavoro).
Euro
25,00
codice 2102776
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    Fuera de attracion - 60s psychedelic garage from el salvador
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1960  el tigre 
rock 60-70
Copertina senza codice a barre, inserto con foto e con note dettagliate in lingue spagnola ed inglese, catalogo TGR1001. Pubblicata nel 2021 dalla El Tigre, questa antologia esplora una delle ultime frontiere del garage beat e protopsichedelico degli anni '60, quella del piccolo paese centro americano di El Salvador: ebbene sì, il beat, il garage e l'onda lunga della stagione psichedelica giunsero anche qui, spingendo molti adolescenti che erano potuti venire a contatto con la musica delle bands della British invasion e con quelle americane (ascoltiamo infatti anche una acidissima e garagistica cove di "Break on through" dei Doors cantata in spagnolo, "Rompe el ritmo" dei Los Marquis, ed una sovraccarica di fuzz e dal cantato furioso di "Out of focus" dei Blue Cheer, "Fuera de atraccion" dei Los Vikings), formando un numero di gruppi di cui si è avuta poca notizia fuori di El Salvador per lungo tempo. A causa delle condizioni economiche non facili, molti giovani musicisti si costruivano da soli gli effetti di distorsione e fuzz per le loro chitarre, oltre a sperimentare con primitive tecniche di manipolazione di nastri ed effetti eco, supplendo alla scarsità di risorse con l'immaginazione e la creatività, e generando un sound spesso crudo e selvaggio, autenticamentre garagistico, oltre che generalmente ispanofono, che poco ha da invidiare alla musica compilata in antologie nordamericane come "Back from the grave". Questa la scaletta: SIDE 1: 1. Los Marquis - Rompe El Ritmo 2. Ricardo Alfonso Y Los Rebeldes - Una Cosa Nueva 3. San Miguel - Tienes Que Entrar En Onda 4. Los Kiriap's - El Viaje 5. Los Falcons - Afuera Es Noche 6. Los Viking's - Fuera De Atracción 7. La Nueva Generacion - La Fuerza Del Alma SIDE 2: 1. Los TNT – Love 2. Los Intocables - Qué Difícil Es 3. Los Junior's – Incomprensión 4. Los Beatnicks - Este Amor Es El Mejor 5. Los Black Cats – Sucederá 6. Los Saltos - Mi Amor Por Ti 7. San Miguel - Mientes O Sientes.
Euro
25,00
codice 3513639
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    psychedelic crown jewels vol.2
LP2 [edizione] originale  stereo  ita  1967  akarma 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
Doppio album in vinile 180 grammi, l' originale stampa, con copertina (con moderati segni di invecchiamento) apribile in tre parti, senza barcode, etichetta in bianco e nero da un lato e dall' altro multicolorata con logo Akarma, corredato di inserto con note, catalogo AK104/2. Pubblicato dalla Akarma nel 1999, il secondo volume della serie ''Psychedelic Crown Jewels'' contiene ben 29 brani (quattro in piu' rispetto alla versione in cd) ed e' basato, a differenza del primo che vedeva il focus su brani e gruppi assai conosciuti, su bands ed episodi estremamente oscuri e verammente underground, tutte le registrazioni sono state effettuate nella seconda meta' degli anni '60, e non sono mai state pubblicate prima su album. La selezione e' stata effettuata da Roger Maglio, con l'aiuto di Max Waller, Ray Ehmen, Mike Kusiak, ed e' basata su sonorita' vicine al fuzz, punk e garage piuttosto che alla Psichedelia vera e propria, tra i brani bellissime "When You Made Love to Me" dei Prime Mover di New York, questa si', vicina alla psichedelia, The Grapes of Wrath, the Hustlers, the Baroque Monthly, the Barons ed i piu' conosciuti Jelly Bean Bandits, i Substantial Evidence con la barocca e memore dei Left Banke "Death Angel". Un' opera magistrale che non lascera' insoddisfatto chi sia interessato al garage Americano dei '60. Ecco la lista dei 29 brani inclusi: Love Go Round - Counselors, Why - Joel Tessler, Strange Land, Strange People - Northbridge Company, Come Back to Me Baby (qui accreditata a gruppo sconosciuto, in realta' si tratta di un brano dell' inglese Edwick Rumbold), Urban Meadows - Rockin' RoadRunners, Over You - Mark V, Our Big Chance - Marauders, You Are Your Only Mystery - Baroque Monthly, Salesman - Jelly Bean Bandits, Things to Come - Menn, If You Try - Hustlers, It Won't Rain on Me - Sons Of Joseph, Talk to Me - Checkmates, People Say - Inc Rogues, Shadows of You - Illusions, When You Made Love to Me - Prime Mover, Have a Good Time on Me - Grapes of Wrath, Tired of Crying - Off Beats,Yes It's Too Bad - Gang Of Saints, Death Angel - Substantial Evidence, The Story of Rich Man - Phantoms, Drawbridge - Barons, The Third Eye - Joint Effort, Different Than Me - Kracker Barrell Komplex, Go Away - Rockin' RoadRunners, Bad News - Stix, Stonz, She's Gone Away - Individuals, Two Can Play - Jaguars, Five Steps to Hell - (accreditata a gruppo sconosciuto, si tratta in realta' dei Viceroys di Sunnyvale, California).
Euro
24,00
codice 249342
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    turds on a bum ride vol. 1
lp2 [edizione] originale  stereo  ita  1967  anthology 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
doppio album uscito nel 1991 e divenuto ormai raro, con copertina lucida senza codice a barre completa di inner sleeves con note, catalogo ANT1.22. Il primo volume dei tre (ma solo i primi due uscirono in vinil) della bella bella serie di raccolte, con ben 29 brani tratti perlopiu' da ultra rari 45 di psichedelia e garage americani o canadesi del periodo che va grossomodo dal 1966 al 1968 (ma talora si tratta di inediti tratti da altre rare raccolte), masterizzati direttamente dal vinile. Ecco la lista dei brani compresi: I Just Don't Know - MC5 / No Girl Gonna Cry - Music Machine / Boil The Kettle Mother - Id / Jingle Bells - Blues Magoos / Lazy Lady - Macabre / The Spider & The Fly - Von Ruden / Mr. You're A Better Man Than I - Sons Of Adam / Get Away From It All - Northwest Co. / A Trip So Wild - Ron-De-Vous / Hometown - Silk Winged Alliance / I'm Gonna Make You Mine - Shadows Of Knight / Tendency To Be Free - Rabbit Mackay / I Want To Be Free - The Sparkles / Poor Precious Dreams - The Jelly Bean Bandits / To Give Your Loving - The Happy Return / Complication - The Monks / Numbers - Terry Knight & The Pack / Looking At You - MC5 / Baby Show The World - Sons Of Adam / Dark Part Of My Mind, Part 1 - Capt. Groovy & His Bubblegum Army / Sock It My Way - Animated Egg / He's Coming Pt. 2 - Magic Swirling Ship / Falling - Orphan Egg / Love - The Novells / For A Moment - The Orient Express / Aries - Zodiac / Hanana - Lite Storm / Love Me Two Times-New York Public Library / Acid Test - The Purple Fox.
Euro
22,00
codice 249310
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    turds on a bum ride vol. 2
lp2 [edizione] originale  stereo  ita  1967  anthology 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
doppio album uscito nel 1991 e divenuto ormai raro, con copertina lucida senza codice a barre completa di inner sleeves con note, catalogo ANT2.22. Il secondo volume dei tre (ma solo i primi due uscirono in vinil) della bella bella serie di raccolte, con ben 26 brani tratti perlopiu' da ultra rari 45 di psichedelia e garage americani o canadesi del periodo che va grossomodo dal 1966 al 1968 (ma talora si tratta di inediti tratti da altre rare raccolte), masterizzati direttamente dal vinile. Questa la lista completa dei brani contenuti: Go Insane - The Doors / Mr. Madison Avenue - The Lollipop Shoppe / Don't Lose Your Mind - The Galaxies IV / First Grade Reader - Ohio Express / Iowa, A Girl's Name - The Baroques / Train To Bombay - The Orient Express / The Oud And The Fuzz - John Berberian / It's Wrong - Orphan Egg / Silver Wings - Hamilton Streetcar / Who Do You Love - The Blues Magoos / Hey Mr. President - The Electric Prunes / The Man Who Paints The Pictures - Fever Tree / Mojo Walkin' - The Electric Prunes / Animal Man - Kim Fowley / Up And Down - Mom's Boys / Vietnam - Bobby Jameson / Lonely Man - Max Frost and The Troopers / Poor Discarded Baby - The Koala / I'm In You - Mijal and White / West Grogan Dormitory Blues - Rabbit Mackay and The Somis Rythm Boyze / You And Me - The Crystal Rain / Changes Brought To Me - Neighb'rhood Childr'n / Good Trip Lollipop: An Antihystahimn - The Bermuda Jam / Judy - Von Ruden / Sgt. Ralf Yore U.S.M.C. - Sur Royal Da Count.
Euro
22,00
codice 249312
scheda
Aa.vv. (soundtrack)    Criminale vol. 3: colpo gobbo
Lp+cd [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  penny 
soundtracks
Vinile da 140 grammi, copertina lucida, fascetta esterna con note e supporto per la versione in cd dell'album, qui inclusa, catalogo PNY4510LPC. Pubblicato nel 2015 dalla Penny, questo e' il terzo volume di una serie di raccolte che ripescano brani tratti dal vasto catalogo della storica label italiana Flipper Music e delle sue sottoetichette: la Flipper Music pubblica dalla fine degli anni '70 rari dischi afferenti principalmente all'ambito delle colonne sonore televisive. La serie ''Criminale'' ripropone estratti dal quel vasto catalogo con particolare attenzione agli anni '70, facendo riemergere oscuri pezzi musicali (fra post psichedelia, funk rock, tastiere da horror) che riportano alla luce il lato piu' bizzarro di quel decennio, carico di tensioni ma anche di sviluppi culturali nel nostro paese. Questa la scaletta: A1. Gerardo Iacoucci/Mario Vinciguerra - Tangenziale Sud A2. Vittorio Impiglia - Riviera Di Ponente A3. Mario Molino/Elvio Monti - First Sound A4. Bruno Battisti D'Amario - Piper Blues A5. Franco Tamponi - Rotatory Motion A6. Gerardo Iacoucci - Sabbie D'Oro A7. Amedeo Tommasi – Capricorno A8. Antonio Riccardo Luciani - Round And Round B1. Amedeo Tommasi - Noi Giovani B2. Alessandro Alessandroni - North Wind B3. Leopoldo Perez-Bonsignore/Mario Pagano – Beatnik B4. Giovanni Ferroni - Chitarre Hippies B5. Enzo Scoppa - Hot Pants (previously unreleased) B6. Leopoldo Perez-Bonsignore – Carosello B7. Stelio Subelli – Quadrante B8. Fernando Marucci/Paolo Ferrara/Massimo Di Cicco - Foresta Indiana.
Euro
12,00
codice 2102647
scheda
Aa.vv. (soundtracks)    Mo'plen 3000
LP2 [edizione] originale  stereo  ita  1996  la douce 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good soundtracks
doppio album, l' originale rara stampa, realizzata in Italia, copertina (con moderati segni di invecchiamento) apribile semilucida con barcode 0136980712005, label custom fotografica, con barcode stampato sulla prima e sulla terza facciata, catalogo DOUCE807LP. Pubblicata nel 1997 in Italia da La Douce, sottoetichetta della Irma, questa frizzante antologia, come la sua predecessora "Mo'plen 2000" del 1996, è un piccolo manifesto dell'interazione fra la musica lounge ed il mondo delle colonne sonore italiane nella seconda metà degli anni '60 e negli anni '70: brani strumentali, nei quali a dire il vero il termine "lounge music" diventa un ampio ombrello che copre ibridazioni con beat, funk, influssi latino americani, jazz melodico, psichedelia ed easy listening. I brani provengono per lo più da colonne sonore o da dischi d'archivio (library music), e sono firmati da nomi di prim'ordine come Mirageman (al secolo Giovanni Fenati), la grande cantante Edda Dell'Orso (qui accreditata come Edda in un brano scritto da Ennio Morricone per il film "La stagione dei sensi", che chiude la scaletta), Luis Enriquez Bacalov (qui accreditato come Luis Enriquez), a lungo un acclamato autore di musiche per il cinema in Europa, come da sigle più oscure e di culto. Particolare rilievo in questa selezione hanno ricevuto sonorità e grooves riconducibili al funk Questa la scaletta: Theoworking Group, "Young amazzonia" (1978); I Componenti, "Zeppelin" (1970); Orchestra McKarl, "Misty" (1974); Giovanni Lamberti Orchestra, "Moquette" (1968); I Gres, "Tropical" (1972); Mirageman, "Intermission" (1972); Aratari, "Il ballo dell'elefante" (1972); Giovanni Fenati e la sua Orchestra, "Budapest" (1966); Luis Enriquez, "Lo scatenato" (1967); Mirageman, "Thunder" (1972); I Componenti, "Recital" (1970); Eddie Caruso & I Five, "Topsy" (1969); I Beats & L'Armonica di Franco De Gemini, "Ciao dal muretto di alassio" (1968); I Gres, "To ramsey" (1972); I Componenti, "Sugar boy" (1970); Edda, "Sospendi il tempo" (1969).
Euro
23,00
codice 333363
scheda
Ac/dc    Live
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  columbia 
rock 60-70
Ristampa rimasterizzata dai nastri originali, pressoche' identica alla prima tiratura ma con catalogo cambiato, vinile doppio pesante, copertina apribile con barcode, inner sleeve con note e numerose foto, label nera con scritte bianche e logo AC/DC rosso in alto, catalogo 5128361. Originariamente pubblicato nell'ottobre del 1992 dalla ATCO in Gran Bretagna, dove giunse al quinto posto in classifica, e negli USA, dove arrivo' alla quindicesima posizione, il secondo album dal vivo degli AC/DC, uscito fra gli album in studio ''The razor's edge'' (1990) e ''Ballbreaker'' (1995). L'album contiene registrazioni effettuate in vari concerti europei ed americani del lungo tour di ''The razor's edge'', che ebbe luogo fra il 1990 ed il 1991, e vede alla batteria il veterano Chris Slade, con cui il gruppo aveva inciso il sopracitato album in studio. Nonostante il passare degli anni, la band australiana e' qui ancora capace di sorprendere e di elettrizzare con il suo potentissimo hard rock senza fronzoli, che cattura ancora lo spirito dei migliori AC/DC, capaci di coinvolgere e sconvolgere attraverso una scaletta piena zeppa di classici del loro repertorio. Questa la scaletta: ''Thunderstruck'', ''Shoot to thrill'', ''Back in black'', ''Sin city'', ''Who made who'', ''Fire your guns'', ''Jailbreak'', ''The jack'', ''The razor's edge'', ''Dirty deeds done dirt cheap'', ''Hells bells'', ''Heatseeker'', ''That's the way I wanna rock 'n' roll'', ''High voltage'', ''You shook me all night long'', ''Whole lotta rosie'', ''Let there be rock'', ''Highway to hell'', ''T.N.T.'', ''For those about to rock (we salute you)''. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
30,00
codice 2102507
scheda
Adam and the ants    Kings of the wild frontier
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1980  Cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
prima stampa italiana, realizzata nel 1981, copertina (con qualche segno di invecchiamento) senza barcode, etichetta arancio e gialla a sfumare, catalogo CBS84549, data sul trail off "5-3-81". Il secondo album del gruppo londinese attivo sin dal '77 e guidato da Adam Ant; dopo il bellissimo "Dirk Wears White Socks" che, pubblicato dalla indipendente Do It, aveva chiuso nel migliore dei modi il primo periodo di attivita' della band, in equilibrio tra urgenza espressiva punk e pulsioni new wave, Adam Ant incise questo secondo album con una line up totalmente rinnovata (gli altri formarono gli effimeri Bow Wow Wow, nelle mani di Malcom McLaren). Il disco usci' nel novembre del 1980 per la CBS in Inghilterra e nel febbraio del 1981 negli Stati Uniti per la Epic, e delinea il sound che regalo', per qualche stagione, alla band di Adam Ant (qui con gli ex Models Marco Pirroni e Terry Lee Miall, tra gli altri) uno straordinario successo non solo in Inghilterra, dove questo disco giunse fino al primo posto della classifica, trascinato dai singoli "Kings of the Wild Frontier", "Dog Eat Dog" e "Antmusic" e da un look pittoresco e vincente ispirato agli indiani d' America. L' "Ant Music" della band fu un fenomeno forse effimero, ma ricco di tentativi di imitazione, ed il suo post punk tribale (nella band suonavano due batteristi) dai connotati fondamentalmente pop, personalissimo, risulta godibilissimo a tutt'oggi. All' epoca, il successo del gruppo fu non poco aiutato dal fatto che gli Ants furono tra i primi a comprendere fino in fondo l'importanza dell'immagine e l'utilizzo del videoclip. I look da guerrieri, pirati e principi sfoggiati sulle copertine e nei filmati promozionali furono un vero e proprio propellente per la conquista di un successo di scala mondiale. Dopo il successivo "Prince Charming" nel 1982 Adam scioglie il gruppo e prosegue come solista, con una carriera divisa tra la musica, il cinema e il teatro.
Euro
14,00
codice 249334
scheda
Adverts    Crossing the red sea (+singles/live
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1978  fire 
punk new wave
copertina apribile, inner sleeves con testi e note, vinile pesante, "custom labels", questo doppio album contiene tutti i brani del primo leggendario e magnifico album "Crossing the Red Sea With The Adverts", uscito nel febbraio del 1978 su etichetta Bright, tutti i brani dei primi quattro imprescindibili singoli usciti tra l' aprile del 1977 ed il gennaio del 1978 (su Stiff, su Anchor e su Bright) ed una facciata registrata dal vivo. Queste le note dell' album: Pubblicato nel febbraio del 1978 dalla Bright in Gran Bretagna, dove arrivo' al 38esimo posto in classifica, non uscito negli USA, ''Crossing the Red Sea'' e' l'album d'esordio degli Adverts, precedente ''Cast of thousands'' (1979). Prodotto da John Leckie, questo album e' considerato comprensibilmente uno dei piu' belli della storia del punk rock, e sebbene la sua influenza non sia stata paragonabile a quella degli esordi di Clash, Sex Pistols e Damned, almeno pari e' il suo valore strettamente musicale ed artistico; nessuno meglio di loro ha saputo sintetizzare le due fondamentali tendenze della scena punk inglese, quella piu' irruenta ed aggressiva e quella che, guardando all' esempio di certa "art music" degli anni '70 (i Roxy Music in primis), seppe anticipare molta della new wave a venire. Gli Adverts, grandissima punk band londinese, furono tra le voci senz'altro piu' interessanti ed originali del '77 inglese, con il loro punk rock feroce e melodico al tempo stesso, complesso ed articolato senz'altro piu' degli standard del tempo, straordinariamente personale e capace di produrre autentici "anthems" quali le leggendarie "One Chord Wonders", "Safety in Numbers" o "No Time to Be 21" (tutte gia' facciate A di storici singoli, il primo dei quali qui in versione diversa da quello che nell' aprile del '77 aveva rappresentato l' esordio del gruppo), o nuovi inni come l'indimenticabile "Bored Teenagers". Esordirono su lp con l'acclamato ''Crossing the red sea'' (1978); Un secondo album decisamente interessante ma discontinuo ed incerto ("Cast of Thousand") anticipo' poco piu' di un anno dopo la fine della band; di tutti, il cantante TV Smith fu negli anni a venire il piu' attivo, con i suoi TV Smith Explorers.
Euro
30,00
codice 2102401
scheda
Aerosmith    greatest hits ( Singles 1973-1980 )
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  columbia / sony 
rock 60-70
Ristampa con copertina pressoche' identica alla prima tiratura. Pubblicato in Usa nel novembre del 1980, giunto al numero 53 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk dove usci' nel gennaio del 1981. Questo "Greatest Hits" e' certamente uno dei piu' polari e venduti albums del suo genere, collezionando oltre 10 milioni di copie nei soli Stati Uniti e continuando a vendere ininterrottamente fino ed oltre il nuovo millennio, album antologico che raccoglie i brani piu' celebri del gruppo pubblicati perlopiu' su singolo, include il seguente materiale: Dream On ( Singolo 1/73), Same Old Song and Dance (Singolo 2/74), Sweet Emotion ( Singolo 5/75), Walk This Way ( Singolo 11/ 75), Last Child ( Singolo 8/76), Back in the Saddle ( Singolo 4/77) , Draw the Line (Singolo 12/77), Kings and Queens, Singolo 3/78) Come Together ( Live Bootleg 1/69) , Remember (Walking in the Sand) (2/80).
Euro
25,00
codice 2102628
scheda
Aesop rock    Float (20th ann.)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2000  mush 
hip-hop
ristampa per il ventennale in doppio vinile colorato, copertina con fondo giallo (altre edizioni con colori diversi), coupon per download. l'album di debutto Ian Bavitz (Aesop Rock), uno dei piu' talentuosi artisti hip-hop di New York, mai banale con arrangiamenti creativi e spesso eccentrici realizzati principalmente con dure linee di synths, e testi che spaziano da rime astratte ad argomenti inusuali quali mitologia e riferimenti storici, sino a toccare problematiche sociali. acclamato dalla critica americana come uno dei migliori poeti dell'underground rap.
Euro
31,00
codice 2102348
scheda
Agitation free    malesch
Lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1972  mig 
rock 60-70
ristampa con copertina esclusiva a busta singola, corredata di inner sleeve con foto e note, del rarissimo album originariamente uscito in Germania su Vertigo. Pubblicato in Germania nel giugno del 1972 prima di ''Second'', e' il primo leggendario album del gruppo, capolavoro senza tempo del cosmic sound teutonico, sicuramente uno dei cinque dischi piu' belli di sempre della musica tedesca, fu registrato da Lutz Ulbrich, Jorg Schwenke, Burghard Rausch, Uli Pop, Michael Hoenig, Michael Gunther e Peter Michael Hamel, presenta un mix di cosmic sound, musica orientale, psychedelia davvero senza termini di paragone, fu registrato parte in Germania e parte in Egitto, Libano, Giordania e grecia durante il tour che la band di Berlino (formata nel 1967) effettuo' nel 1972, il disco usci' in Germania nel giugno dello stesso anno, destando scalpore ma vendendo pochissimo, sara' purtroppo anche l' unico lavoro a vedere la partecipazione di Jorg Schwenke, che minato dall'eroina lascera' il gruppo nel marzo del 1973. Gli Agitation Free sono stati senza dubbio uno dei piu' importanti gruppi della musica cosmica tedesca ed in particolare della scena berlinese. Il loro primo leggendario album ''Malesch'' (1972) e' un capolavoro senza tempo del cosmic sound teutonico, sicuramente uno dei cinque dischi piu' belli di sempre della musica tedesca: fu registrato da Lutz Ulbrich, Jorg Schwenke, Burghard Rausch, Uli Pop, Michael Hoenig, Michael Gunther e Peter Michael Hamel, e presenta un mix di cosmic sound, musica orientale, psichedelia davvero senza termini di paragone. Il disco fu registrato parte in Germania e parte in Egitto, Libano, Giordania e grecia durante il tour che la band di Berlino (formata nel 1967) effettuo' nel 1972, e fu purtroppo anche l'unico lavoro a vedere la partecipazione di Jorg Schwenke, che lascio' il gruppo nel marzo del 1973. Il secondo lp ''2nd'' (1973) e' un disco assai diverso da "Malesch", e per molti non inferiore, con una musica piu' meditativa e sofisticata, con ampio uso di effetti, l'elettronica ed il jazz che fanno capolino, senza rinunciare ad efficaci esplosioni elettriche, che purtroppo pero' fu da preludio allo scioglimento del gruppo, verso la fine del 1974. Un terzo album, ''Last'' usci' postumo solo in Francia nel 1976, con materiale registrato nel 1973/74. Il gruppo si è poi riformato negli anni '90, pubblicando un nuovo album nel 1999.
Euro
29,00
codice 2102527
scheda
Ahmed mahmoud    Ere mela mela
Lp [edizione] nuovo  stereo  fra  1975  l'arome 
world
Copertina lucida a busta, label in tre tonalita' di giallo con bordo bianco e scritte nere. Ristampa del 2003 ad opera della Francese L'Arome dell'album originariamente uscito su Kaifa nel 1975. Accompagnato dalla Ibex Band, il celebrato cantante etiope propone in questo album, molto considerato, un incontro fra sonorita' che alternano jazz melodico, funk e musica popolare con uno stile canoro circolare ed ipnotico che si rifa' alla tradizione della propria terra. La voce potente ed instancabile di Ahmed guida in vortici in cui Africa e musica afro-americana si fondono, dando una personale interpretazione del pop africano che in quegli anni attraversava un periodo felice con musicisti come Fela Kuti ed Osibisa. Proveniente da Addis Abeba ed attivo dagli anni '60, il cantante etiope Mahmoud Ahmed e' molto popolare in patria ma meno celebre di altri e piu' giovani connazionali all'estero. Dopo aver suonato con la Imperial Body Guard Band fino al 1974, nel 1975 pubblica insieme alla Ibex Band quello che alcuni critici considerano il suo capolavoro ''Ere mela mela''. La sua musica fonde sonorita' jazz, pop e funk con la musica tradizionale etiope, dando vita a brani ipnotici su cui si staglia il suo canto potente e quasi mantrico.
Euro
24,00
codice 2102947
scheda

Page: 1 of 40

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 40  ---»
Pag.: oggetti: