Hai cercato:  immessi ultimi 30 giorni --- Titoli trovati: : 943
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 38  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
13th floor elevators    easter everywhere
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  international artists / private 
rock 60-70
Ristampa private press, copertina lucida senza barcode pressoche' identica alla prima molto rara tiratura. Pubblicato in USA nel Giugno del 1968 dopo ''The Psychedelic Sound Of'' e prima di ''Live'', non entrato nelle classifiche USA e non pubblicato all'epoca in UK. Il secondo lp. Per molti anche superiore allo stratosferico debutto, sicuramente molto piu' psychedelico e spaziale e meno legato al garage, contiene alcuni dei classici della musica americana di tutti i tempi, ''slip inside the house'', ''earthquake'', ''levitation'', ''baby blue'', ''she lives in a time of her own'', ''dust'', ''i had to tell you''. Fu registrato a Kerville, nella campagmna texana, con i nuovi membri Danny Thomas e Dan Galindo, dopo l'abbandono di Walton e Leatherman, abbattuti dai continui guai con la polizia, gli arresti e i grossi problemi personali dovuti all'enorme uso di droghe di tuti i tipi, allucinogene in particolare, sara' l'ultimo vero lavoro della band, che dopo alcuni concerti, soprattutto in California, letteralmente ''perdera' '' sia Rocky Erickson che Tommy Hall. Rimane, ovviamente, uno dei testi fondamentali dell'underground mondiale ed un capolavoro assoluto che non puo' non figurare nella lista dei 20, ma forse anche 10, albums di rock acido piu' belli di tutti i tempi.
Euro
16,00
codice 3023102
scheda
63 Monroe    n.f.g.
lpm [edizione] originale  stereo  can  1981  nardem 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
l' originale molto rara stampa canadese, copertina (con moderati segni di invecchiamento) cartonata, senza barcode, etichetta rosa con scritte nere, catalogo 005. Pubblicato nel 1981, il primo storico minialbum (con sette brani) della punk rock band canadese dell' Ontario, gia' da tempo attiva con l' originaria denominazione No Fucking Good (a cui si riferisce il titolo del disco, "N.F.G."), cambiata a causa della difficolta' a suonare dal vivo, a causa della turbolenta atmosfera dei loro live shows, sovente sfociata in disordini. Ben prima dell' album su cassetta ''Reign of terror'' del 1983 e del primo lp "Stinkin out the joint" del 1985, il gruppo canadese si cimenta con un punk rock stradaiolo grezzo e sferragliante, dalle indubbie influenze Ramonesiane, ma anche echi del potente glam/proto punk dei New York Dolls, a cui resteranno fedeli negli anni. Tra i brani, una cover di "Teenage Kicks" degli irlandesi Undertones, "Hijack Victim", registrata dal vivo, un piccolo anthem, il teen punk di "After" e la piu' oscura e cattiva "Giv'em Up".
Euro
70,00
codice 244371
scheda
808 State    Gorgeus (ltd)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1993  music on vinyl 
indie 90
edizione limitata in doppio vinile viola da 180 grammi di 750 copie, ampliata con 7 bonus tracks. Il quarto album uscito il primo febbraio 1993 su ZTT, uscito dopo Ex:El del 1991, disco che vede un maggior numero di ospiti vocali. Gli 808 State sono stati tra i principali esponenti della elettronica europea degli anni '90; nascono a Manchester alla fine degli anni '80 con formazione a tre composta da Gerald Simpson, Graham Massey e Martin Price, divenendo il primo gruppo techno inglese al quale tutti si ispireranno, compreso Aphex Twin. Vantano collaborazioni con Bjork, David Bowie, MC Tunes, Soundgarden.
Euro
18,00
codice 2089045
scheda
Aa.vv. (animals, herman's hermits...)    Mickie most presents british go-go
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1964  mgm 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima stampa USA in stereo, copertina cartonata (con foratura promozionale in basso a sinistra e con un timbro, probabilmente radiofonico, sul retro), label nera con scritte bianche lungo il bordo in basso ed argento altrove, logo MGM a colori con leone in alto, catalogo SE-4306. Pubblicata nel 1965 dalla MGM negli USA, questa antologia compila per il pubblico americano alcune chicche, uscite in gran parte solo su singolo (c'è anche un inedito), di gruppi della British Invasion prodotti dal vulcanico Mickie Most, in primis gli Herman's Hermits e gli Animals di Eric Burdon, due dei gruppi inglesi di maggior impatto sul pubblico rock degli Stati Uniti a metà anni '60. Accanto a questi due nomi altisonanti, ascoltiamo però anche brani di formazioni come i Symbols, dall'Essex, rinomati per le loro armonie vocali a quattro voci e ricordati soprattutto per la loro cover di "Best part of breaking up" delle Ronettes (1967); The Moquettes, gruppo mod di Reading che suonava beat e r'n'b bianco, autori nel 1964 di un unico singolo che non ebbe successo e poi naufragati nello stesso anno (entrambi i brani del 45 giri sono qui contenuti); ed infine The Cherokees, da Leeds, noti anche come Roy Starr & the Cherokees, e dalle cui ceneri nacquero poi i New York Public Library. Questa la scaletta completa: Herman's Hermits, "Wonderful world" (1965); The Symbols, "Don't go" (1966); The Cherokees, "I will never turn my back on you" (1965); The Animals, "Bring it on home to me" (1965); The Moquettes, "You came along" (1964); The Animals, "The house of the rising sun" (1964); The Moquettes, "Right string baby, but the wrong yo-yo" (1964); Herman's Hermits, "Mrs. Brown, you've got a lovely daughter" (1965); The Cherokees, "Rejected" (inedito); The Symbols, "You are my girl" (1965).
Euro
30,00
codice 331753
scheda
Aa.vv. (ghostface killah, rza, masta killa...)    Wu-tang: of mics and men
LPM [edizione] nuovo  stereo  usa  2019  mass appeal 
hip-hop
Vinile giallo, allegato adesivo del Wu-Tang Clan, label grigia scura, nera e marrone, catalogo MSAP0081LP. Pubblicato nel 2019 dalla Mass Appeal, questo mini album contiene brani della colonna sonora del documentario "Wu-Tang: of mics and men", trasmesso nello stesso anno, che racconta la storia del seminale collettivo hip hop Wu-Tang Clan. Il disco contiene sette tracce: nuovi brani di autori ormai consacrati come RZA, Ghostface Killah, Raekwon, Cappadonna e Masta Killa. Questa la scaletta: Ghostface killah, RZA (prod. By DJ Scratch), "On that sht again"; Ghostface Killah, Raekwon, Harley (prod. By Core), "Seen a lot of things"; Nas (prod. By RZA), "Project kids (skit)"; RZA (prod. By RZA), "Do the same as my brother do"; Cheo Hodari Coker (prod.by RZA), "Yo, is you cheo? (skit)"; RZA, Cappadonna, Masta Killa (prod. By Vitalsignzent), "Of mics and men"; GZA, Masta Killa (prod. By RZA), "One rhyme (skit)". Uno dei più influenti gruppi rap di tutti i tempi, con rappers provenienti dalla west-cost, ma basati a Staten Island, New York, come RZA, Method Man, Raekwon, Ghostface Killah, Inspectah Deck, U-God, Masta Killa e Ol' Dirty Bastard. Un super gruppo nato come progetto di unione tra nove artisti per consolidare le proprie carriere solistiche. Riescono ad esaltare equilibratamente le caratteristiche di ognuno dei suoi membri rendendo i propri dischi eclettici lavori che passano da scuri arrangiamenti minimalisti (RZA sopratutto, vedi il suo lavoro solista per la colonna sonora di ''Ghost dog'') a samples di pop-music e soul, liriche ora violente ora cariche di umorismo, che fanno frequente riferimento alle arti marziali pur senza farsi intrappolare in cliché su di esse.
Euro
20,00
codice 3512516
scheda
Aa.vv. (hip hop)    Original hip hop classics presented by sugar hill
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  bmg 
hip-hop
doppio album, inner sleeves con artwork a colori e logo Sugar Hill, label blu con logo Sugar Hill a colori in alto. Pubblicata nell'ottobre del 2017 dalla BMG, questa bella antologia compila sedici classici brani tratti dal catalogo della Sugar Hill ed usciti originariamente fra il 1979 ed il 1984, quando questa storica etichetta contribui' a far uscire lo hip hop dallo underground ed a proiettarlo verso un pubblico piu' vasto che negli anni successivi sarebbe diventato planetario: le prime star del rap, come il mitico Grandmaster Flash, emersero dalla scuderia della Sugar Hill in quegli anni, insieme a Melle Mel, The Furious Five, The Treacherous Three, The Sugar Hill Gang e The Sequence, cosi' come fu quella label a pubblicare pezzi rivoluzionari quali ''Rapper's delight'', ''The message'', ''White lines (don't do it)'' e ''The adventures of grandmaster flash on the wheels of steel'', tutti qui inclusi. Un pezzo di storia dello hip hop. Questa la scaletta: The Sugarhill Gang, "Rappers' delight'' (1979); Grandmaster Flash & The Furious Five, ''The message'' (1982); Funky Four + One, ''That's the joint'' (1980); Grandmaster Flash & The Furious Five, ''It's nasty (genius of love)'' (1982); Grandmaster Flash & Melle Mel, ''White lines (don't do it)'' (1983); The Sugarhill Gang, ''Apache (jump on it)'' (1981); The Furious Five, ''Step off'' (1984); The Sugarhill Gang, ''8th wonder'' (1980); Positive Force, ''We got the funk'' (1979); The Sugarhill Gang, ''Hot hot summer day'' (1981); Treacherous Three, ''Yes we can-can'' (1984); Crash Crew, ''Scratching'' (1984); Grandmaster Flash, ''The adventures of grandmaster flash on the wheels of steel'' (1981); The Sequence, ''Funk you up'' (1980); West Street Mob, ''Break dance electric boogie'' (1983); The Sugarhill Gang, ''Passion play'' (1980).
Euro
29,00
codice 2088834
scheda
Aa.vv. (punk new wave)    Matita emostatica
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1981  spittle 
punk new wave
Ristampa del 2019 ad opera della Spittle, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicata nel 1981 dalla Materiali Sonori in Italia, la leggendaria raccolta manifesto della scena musicale underground di Milano dei primi anni '80, che compila brani all'epoca tutti inediti (buona parte degli artisti rappresentati non pubblicò alcunché oltre all'apparizione su questo disco). Prodotta da Al Aprile, e con l'artwork creato da Roberto Masotti, fotografo e designer con una lunga storia di collaborazioni grafiche e fotografiche con la label tedesca ECM (e qui anche autore di un brano musicale), "Matita emostatica" è un disco che propone artisti in gran parte oscuri e destinati ad un ristrettissimo culto, ed alcuni dei quali attivi anche come agitatori culturali, fotografi, giornalisti e produttori. Fra sperimentazione avanguardista, new wave non commerciale, minimal synth, accenni rumoristi. Questa la scaletta: Angelo Viaggi, "Cameaux tunisiens"; Baker Street Band, "Talkin' bout you"; Al Aprile & the Electric Art, "Frattonove under the sky"; Alphaville, "Calcolate la data della vostra prossima passione / Jang jing / Missione a giava / Djeddah / Jingle jungle / Apocalypse funk / Mitchum / What wouldn't you do? / Guarda quella faccia"; Le Jour Prochain, "Susan"; Rocky Schiavone & the Gangsters, "Nessuno mi può giudicare"; OFF-SET, "240 seconds"; Monofonic Orchestra, "Lucy's first appointment – musical piece"; The Stumblers, "Last clean shirt"; Roberto Masotti, "Automatic guitar (una breve versione)".
Euro
16,00
codice 3512534
scheda
Aa.vv. (punk new wave)    Tenax 30th anniversary
LP2 [edizione] originale  stereo  ita  1978  smilax 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa, doppio album, copertina apribile in tre pannelli, senza tasche per i vinili, lucida all'esterno ed all'interno e con artwork da entrambi i lati, con un piccolo refuso, in questa prima tiratura, nella scaletta dei brani sul retro (sia il terzo che il quarto brano della seconda facciata sono indicati come brano numero 3), label bianca con scritte nere, logo Smilax Publishing rosso e nero in alto, catalogo V18001. Pubblicato nel febbraio del 2019 dalla Smilax, questo doppio album è un manifesto storico dell'indirizzo artistico seguito nel corso degli anni '80 dal Tenax, una delle più importanti sale da concerto e discoteche di Firenze, all'epoca capitale musicale italiana del post punk. Attraverso quattordici brani editi di gruppi italiani ed internazionali, i compilatori Alex Neri e Maurizio Carlo Moretti ripercorrono quel vivace periodo, durante il quale il Tenax era un punto di riferimento per la nuova musica, ospitando i concerti di gruppi di primaria importanza in ambito dark, synthpop e post punk, fa cui Psychedelic Furs, Spandau Ballet, Talk Talk, Tears for Fears, The Cult, Tuxedomoon, Sister of Mercy, Human League, DAF, Frankie Goes to Hollywood, Litfiba, Neon, Alexander Robotnick e Magazzini Criminali. Sulla prima facciata di entrambi i vinili vengono presentati contributi dei gruppi italiani, provenienti da ambiti come la new wave e la italodisco, mentre sulla seconda viene proposta una sintesi stilistica della musica internazionale che il Tenax offriva nel corso degli anni '80, fra EBM, dark e synthpunk. Questa la scaletta: Litfiba, ''Yassassin'' (1984); Neon, ''Lobotomy'' (1981); Frigidaire Tango, ''Recall'' (1983); Gerry & The Holograms, ''Gerry & the holograms'' (1979); Sister Of Mercy, ''Body electric'' (1984); Dark Day, ''No, nothing, never'' (1980); Crash Course In Science, ''Flying turns'' (1981); Gaznevada, ''I.C. Love affair (italian version)'' (1983); Alexander Robotnick, ''Dance boy dance'' (1984); My Mine, ''Hypnotic tango (original 7'' version)'' (1983); Chris & Cosey, ''Dancing ghost'' (1984); Fad Gadget, ''Lady shave'' (1981); The Neon Judgement, ''The fashion party'' (1981); The Normal, ''Warm leatherette'' (1978).
Euro
25,00
codice 244404
scheda
Aa.vv. (reggae)    Love is all i bring – reggae hits and rarities by the queens of trojan
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  trojan 
reggae
Vinile doppio pesante, copertina apribile, label bianca e marrone chiara con scritte nere e logo Trojan in alto, catalogo TJDLP576. Pubblicata nell'ottobre del 2019 dalla Trojan, questa splendida antologia compila hits e rarità tratte da dischi degli anni '70 e '80 di grandissime interpreti della musica reggae legate alla storica etichetta londinese, fondamentale in quei decenni per la diffusione della musica originata dalla cultura giamaicana. La raccolta vuole evidenziare l'opera ed i talenti del reggae al femminile, spesso passato in secondo piano rispetto ai protagonisti maschili di questo genere, e fornisce una interessante panoramica sul ricco mondo delle cantanti reggae. Questa la scaletta: Uptown Top Ranking – Althea & Donna; Hurt So Good - Susan Cadogan; Girlie Girlie – Sophia George; I Shall Sing - Judy Mowatt; Steppin' Out Of Babylon – Marcia Griffiths; Lovin You - Janet Kay & The Kaylets; I'm Still In Love With You – Marcia Aitken; Angel Of The Morning - Joya Landis; Perfidia - Phyllis Dillon; Spell – Sylvia Tella; Barb Wire - Nora Dean; Honey Hush – Mille Small; Love Was All I Had – Phyllis Dillon; Back Wey – Faye Bennett; Good Woman - Lorna Bennett; Come With Me – Sonya Spence; Sensi For Sale – Sandra Robinson; Downtown Thing – Althea; Give You And Get – Marcia Griffiths; I Let You Go – Dawn Penn; Dynamic – Paula Clarke; If - Susan Cadogan; My Willow Tree – Hortense Ellis; Back In My Arms Again – Doreen Shaeffer.
Euro
29,00
codice 3512510
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    Brown acid: the ninth trip - heavy rock from the underground comedown (vol.9)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1969  ridingeasy 
rock 60-70
Versione in vinile celeste, etichetta custom. Pubblicato nell' ottobre 2019, questo e' il nono volume della serie di compilation ''Brown acid'' edite dalla label californiana Ridingeasy, con lo scopo di riportare all'attenzione del pubblico una serie di rari brani e di misconosciuti gruppi dell' underground post psichedelico e hard rock perlopiu' americano fra la fine degli anni '60 e quella degli anni '70. Brani tratti da rarissimi singoli, spesso autoprodotti e venduti per lo piu' in poche centinaia di esemplari. Svanito il sogno psichedelico e pacifista a fine decennio, con l'avvento delle droghe pesanti, la tragedia di Altamont ed il persistere dell'atroce conflitto vietnamita, il rock si fece piu' duro e tormentato, sostituendo le melodie folk rock e le visionarie invenzioni psichedeliche con la potenza e l'aggressivita' dell' hard rock e del protopunk, che influenzarono a loro volta una generazione di musicisti destinati a restare misconosciuti o ricordati solo a livello locale, ma capaci comunque di dare poche prove di selvaggia creativita' all'insegna di una crudezza figlia del garage di poco precedente e dei seminali primi lavori dei Blue Cheer e precorritrice del punk, almeno nello spirito, che fruttarono dirompenti, sporchi e cattivi hard rockers stradaioli; questa la scaletta di questo volume: SIDE 1: 1. White Lightning - Under Screaming Double Eagle (brano del 1969 rimasto all' epoca inedito, uscito gia' in una raccolta postuma del 1995 dedicata a questa band di Minneapolis, Minnesota, nata per iniziativa degli ex-Litter "Zippy" Caplan e Woody Woodrich). 2. Peacepipe - The Sun Won't Shine Forever (dall' unico singolo, del 1969, della formazione di Los Angeles, California) 3. Magi - Win Or Lose (dall' unico album "Win Or Lose" pubblicato nel 1975 dalla band di Kalamazoo, Michigan) 4. Fiberglass Vegetables - Pain (dall' unico singolo realizzato nel 1970 da questa band poi nota con il nome di Flood, con cui realizzarono l' album "The RIse Of Flood" sempre nel 1970, riprendendo questo stesso brano) 5. Erik - Rebel Woman (dal secondo dei due singoli, uscito nel 1973; da Owensboro, Kentucky) SIDE 2: 1. Stonewall - Outer Spaced (dall' unico album del 1976 "Stonewall", da New York City) 2. Zukus (aka ICE) - Running High (dall' unico singolo del 1972, Indianapolis, Indiana) 3. Space Rock - Going Down The Road (dall' unico singolo, del 1975, di questa band di musicisti macedoni basati a Detroit, Michigan) 4. Buckshot - Barstar (dall' unico singolo del 1976, da Houston, Texas) 5. 29.9 - Paradiddle Blues (da Pittsburgh, Pennsylvania, un inedito risalente al 1969).
Euro
23,00
codice 3023021
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    Curt boettcher and friends – looking for the sun
Lp [edizione] nuovo  mono  usa  1966  high moon 
rock 60-70
Copertina senza codice a barre, libretto di sedici pagine con rare foto, un lungo saggio e note informative su ciascun brano compilato, label rossa con scritte bianche e nere, con la riproduzione dello storico logo "360 sound" della Columbia in basso, logo High Moon Records bianco a sinistra, logo Columbia bianco in alto, catalogo HMRLP07. Pubblicata nell'ottobre del 2019 dalla High Moon, questa antologia compila ben diciotto brani, tutti in mono tranne due in stereo, originariamente usciti in gran parte su singoli nella seconda metà degli anni '60 ed incisi sotto l'egida del geniale produttore e compositore americano Curt Boettcher (1944-1987), una delle più brillanti menti dietro al fenomeno del sunshine pop e del popsike della seconda metà di quel decennio. Tutti i brani sono tratti dai master originali, e due di essi sono inediti. Boettcher aiutò gli artisti a plasmare alcune delle più squisite pagine del pop degli anni '60, non sempre premiate dal successo, da "Begin" dei Millennium ad "Along comes mary" degli Association, fino alla psichedelia dei Sagittarius di "My world fell down". Questa raccolta è incentrata sul periodo immediatamente successivo alla artisticamente felice collaborazione con gli Association, durante il quale Boettcher collaborò con gruppi e solisti collocati su diversi versanti del vasto panorama pop, dai girl groups (The Bootiques) al pop psichedelico con qualche risvolto garagistico (gli Action Unlimited con la loro ipnotizzante ballata acida "My heart cries out"), dal baroque pop al folk rock. Questa la scaletta: Cindy Malone, "You were near me" (inedito); Ray Whitley, "Take back your mind"; Summer's Children, "Milk and honey"; The Bootiques, "Did you get your fun"; Keith Colley, "Enamorado", "Shame, shame"; Jonathan Moore, "I didn't ever know"; Eddie Hodges, "Shadows and reflexions"; Action Unlimited, "My heart cries out", "Thinking to myself"; Ray Whitley, "Here today, gone tomorrow", "Lorraine" (inedito); Sandy, "The best thing", "All I really have is a memory"; The Bootiques, "Mr. Man of the world"; Gordon Alexander, "Looking for the sun", "Windy wednesday"; Sagittarius, "Another time".
Euro
30,00
codice 3512515
scheda
Aa.vv. (soul)    New york soul '68 (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1968  history of soul 
soul funky disco
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 13 APRILE 2019, copertina flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, label porpora, rossa e bianca con scritte nere, catalogo HS18. Pubblicata nell'aprile del 2019 dalla History Of Soul, questa raccolta compila sedici brani editi, originariamente usciti per lo più su singolo nel 1968 (e molti dei quali mai ristampati finora), opera di gruppi e di solisti della scena soul newyorchese dell'epoca. Un soul raffinato ed urbano, influenzato dalla seminale scena motowniana di Detroit ma derivativo, e con alcune interessanti tracce del nascente funk. Fra gli artisti rappresentati, Judy White, figlia del celebre bluesman Josh White, la grande Big Maybelle, aperta ad influssi del soul sudista, Pat Lundy, che più tardi, a metà anni '70, sarebbe passata alla disco music. Questa la scaletta: Side ONE: 1. (I've Given) All My Love (Patti Austin); 2. Mr Rainmaker (Pat Lundy); 3. I'm Just Gonna Be Missing You (Rene Bailey); 4. Take My Heart And Soul (Ortheia Barnes); 5. I Can't Wait Any Longer (Big Maybelle); 6. Sit Down And Cry (Jean Wells); 7. Twice As Much For My Baby (Little Charles); 8. You Got 'Em Beat (Soul Sisters); Side TWO: 1. My New Found Joy (Jimmy Richards); 2. Open Up Your Heart (Mamselles); 3. People Sure Act Funny (Titus Turner); 4. Check Yourself (Debbie Taylor); 5. Young Boy Blues (Little Buster); 6. Guilty (Of Love In The 1st Degree) (Little Jimmie Ballard); 7. Girls Can't Do What The Guys Do (Judy White); 8. I Can't Help Loving You (Jimmy Breedlove).
Euro
25,00
codice 2089231
scheda
Aa.vv. (soundtrack)    Criminale vol. 1: paura
Lp+cd [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  penny 
soundtracks
vinile da 140 grammi, copertina lucida, fascetta esterna con note e supporto per la versione in cd dell'album, qui inclusa, catalogo PNY4506. Pubblicato per la prima volta nel febbraio del 2013 dalla Penny, questo e' il primo volume di una serie di raccolte che ripescano brani tratti dal vasto catalogo della storica label italiana Flipper Music e delle sue sottoetichette: la Flipper Music pubblica dalla fine degli anni '70 rari dischi afferenti principalmente all'ambito delle colonne sonore televisive. La serie ''Criminale'' ripropone estratti dal quel vasto catalogo con particolare attenzione agli anni '70, facendo riemergere oscuri pezzi musicali (fra post psichedelia, funk rock, tastiere da horror) che riportano alla luce il lato piu' bizzarro di quel decennio, carico di tensioni ma anche di sviluppi culturali nel nostro paese. Questa la scaletta: Side A: 1. GIORGIO E FRANCO BRACARDI - Il Pozzo E Il Pendolo N.5 2. ALESSANDRO ALESSANDRONI - Corruzione Al Vertice 3. AMEDEO TOMMASI - Effetto Di Tensione 4. GIORGIO E FRANCO BRACARDI - La Morte Rossa 5. PEYMONT - Tensione Beta 6. UGO BUSONI, PAOLO FERRARA & MASSIMO DI CICCO - Topazio 7. ALESSANDRO ALESSANDRONI & GIULIANO SORGINI - Rastrellamento 8. GERARDO IACOUCCI – Zombie 9. GIORGIO E FRANCO BRACARDI - I Bevitori Di Sangue. Side B: 1. PEYMONT - Tensione Gamma 2. LAMARTINE - Angoscia Universale 3. DANIELA CASA - Pericolo 4. UGO BUSONI, PAOLO FERRARA & MASSIMO DI CICCO – Rullio 5. JOEL V.D.B. 6. DANIELA CASA - Occultismo 7. FABIO FRIZZI – Fear 8. SANDRO BRUGNOLINI – Narvalo 9. PEYMONT - Tensione Delta.
Euro
12,00
codice 3023263
scheda
Aa.vv. (soundtrack)    Criminale vol. 2: ossessione
lp+cd [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  penny 
soundtracks
Vinile da 140 grammi, copertina lucida, fascetta esterna con note e supporto per la versione in cd dell'album, qui inclusa, catalogo PNY4507. Pubblicato nel 2013 dalla Penny, questo e' il secondo volume di una serie di raccolte che ripescano brani tratti dal vasto catalogo della storica label italiana Flipper Music e delle sue sottoetichette: la Flipper Music pubblica dalla fine degli anni '70 rari dischi afferenti principalmente all'ambito delle colonne sonore televisive, scovando anche, in questo volume, due brani altrimenti inediti. La serie ''Criminale'' ripropone estratti dal quel vasto catalogo con particolare attenzione agli anni '70, facendo riemergere oscuri pezzi musicali (fra post psichedelia, funk rock, tastiere da horror) che riportano alla luce il lato piu' bizzarro di quel decennio, carico di tensioni ma anche di sviluppi culturali nel nostro paese. Questa la scaletta: Side A: 1. GERARDO IACOUCCI - From Tokyo To Las Vegas 2. REMIGIO DUCROS - Ritmica (Previously Unreleased) 3. ROBERTO CONRADO – Hills 4. SANDRO BRUGNOLINI - Psichefreélico (ballad) 5. UGO BUSONI, PAOLO FERRARA & MASSIMO DI CICCO – Motocross 6. ENZO SCOPPA - Contatto 7. ALESSANDRO ALESSANDRONI – Hovercraft 8. PAOLO FERRARA – Marker 9. ALESSANDRO ALESSANDRONI E I CANTORI MODERNI - Una Storia. Side B: 1. ALESSANDRO ALESSANDRONI & GIULIANO SORGINI - Perquisizione 2. GERARDO IACOUCCI - Ossessione Notturna 3. DANIELA CASA - Black Sabbath (Previously Unreleased) 4. UMBERTO SANTUCCI - Violenza In Beat 5. GERARDO IACOUCCI - Città Del Capo 6. PAOLO FERRARA - Percussion Blues 7. GERARDO IACOUCCI - Riccione 8. PIERO MONTANARI & ROBERTO CONRADO – Properly 9. ALESSANDRO ALESSANDRONI E I CANTORI MODERNI - Nella Balera.
Euro
12,00
codice 3023264
scheda
Aa.vv. (soundtrack)    Criminale vol. 3: colpo gobbo
Lp+cd [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  penny 
soundtracks
Vinile da 140 grammi, copertina lucida, fascetta esterna con note e supporto per la versione in cd dell'album, qui inclusa, catalogo PNY4510LPC. Pubblicato nel 2015 dalla Penny, questo e' il terzo volume di una serie di raccolte che ripescano brani tratti dal vasto catalogo della storica label italiana Flipper Music e delle sue sottoetichette: la Flipper Music pubblica dalla fine degli anni '70 rari dischi afferenti principalmente all'ambito delle colonne sonore televisive. La serie ''Criminale'' ripropone estratti dal quel vasto catalogo con particolare attenzione agli anni '70, facendo riemergere oscuri pezzi musicali (fra post psichedelia, funk rock, tastiere da horror) che riportano alla luce il lato piu' bizzarro di quel decennio, carico di tensioni ma anche di sviluppi culturali nel nostro paese. Questa la scaletta: A1. Gerardo Iacoucci/Mario Vinciguerra - Tangenziale Sud A2. Vittorio Impiglia - Riviera Di Ponente A3. Mario Molino/Elvio Monti - First Sound A4. Bruno Battisti D'Amario - Piper Blues A5. Franco Tamponi - Rotatory Motion A6. Gerardo Iacoucci - Sabbie D'Oro A7. Amedeo Tommasi – Capricorno A8. Antonio Riccardo Luciani - Round And Round B1. Amedeo Tommasi - Noi Giovani B2. Alessandro Alessandroni - North Wind B3. Leopoldo Perez-Bonsignore/Mario Pagano – Beatnik B4. Giovanni Ferroni - Chitarre Hippies B5. Enzo Scoppa - Hot Pants (previously unreleased) B6. Leopoldo Perez-Bonsignore – Carosello B7. Stelio Subelli – Quadrante B8. Fernando Marucci/Paolo Ferrara/Massimo Di Cicco - Foresta Indiana.
Euro
12,00
codice 3023265
scheda
Aa.vv. (soundtrack)    Criminale vol. 4, violenza!
Lp+cd [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  penny 
soundtracks
Vinile da 140 grammi, copertina lucida, fascetta esterna con note e supporto per la versione in cd dell'album, qui inclusa, catalogo PNY4511LPC. Pubblicato nel 2015 dalla Penny, questo e' il quarto volume di una serie di raccolte che ripescano brani tratti dal vasto catalogo della storica label italiana Flipper Music e delle sue sottoetichette: la Flipper Music pubblica dalla fine degli anni '70 rari dischi afferenti principalmente all'ambito delle colonne sonore televisive. La serie ''Criminale'' ripropone estratti dal quel vasto catalogo con particolare attenzione agli anni '70, facendo riemergere oscuri pezzi musicali (fra post psichedelia, funk rock, tastiere da horror) che riportano alla luce il lato piu' bizzarro di quel decennio, carico di tensioni ma anche di sviluppi culturali nel nostro paese. Questa la scaletta, che in questo caso include anche QUATTRO BRANI INEDITI: A1 Daniela Casa "Contestation" (Previously Unreleased), A2 Remigio Ducros "Baterasso" (Previously Unreleased), A3 Piero Montanari "Lupin", Paolo Ferrara, Massimo Di Cicco "Metal", Stelvio Cipriani "Danger Flight Slow", F. Tamponi, Stefano Torossi, Sandro Brugnolini, Marcello Catalano "Fuorilegge", Gerardo Iacoucci "Violenza", Stellio Subelli "Diatomea", Joel V.D.B. "Hertz Blues", B1 Nino Rapicavoli "Dispersione", B2 Enzo Scoppa "Raggio Zero" (Previously Unreleased), B3 Remigio Ducros "Canottaggio", B4 Massimo Catalano, Remigio Ducros "Lunedi Ore 7.45", B5 Daniela Casa "N' 1 Chitarra (Previously Unreleased)", Paolo Ferrara "Afrotheme", B7 Stelvio Cipriani "Alligator Terror", B8 Piero Montanari "Saigon Night", B9 Alessandro Alessandroni "Tea Room".
Euro
12,00
codice 3023271
scheda
Ac/dc    gone shootin' (Live nashville 1978 fm broadcast)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  lively youth 
rock 60-70
Edizione limitata in 500 copie, come indicato sul retrocopertina, senza barcode. Realizzato nel 2019, questo album private press contiene registrazioni dal vivo (gia' in passato contenute in altri albums non ufficiali) effettuate durante lo show del gruppo dato alla Atlantic Record Bar Convention di Nashville l'8 agosto del 1978, poco dopo l'ingresso in formazione del nuovo bassista Cliff Williams e durante il tour di promozione dell'album ''Powerage''. Il concerto fu trasmesso alla radio WKDF-FM, ed il gruppo era in grande forma, nella configurazione con Bon Scott alla voce, Angus e Malcolm Young alle chitarre, Williams al basso e Phil Rudd alla batteria. Questa la scaletta: ''Live wire'', ''Problem child'', ''Sin city'', ''Gone Shootin''', ''Whole lotta rosie'', ''Rocker''. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
16,00
codice 3023255
scheda
AC/DC    High voltage
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  columbia 
rock 60-70
Ristampa in vinile pesante, pressoche' identica alla prima tiratura del 1976, nella sua versione pubblicata per il mercato non australiano, con brani diversi rispetto alla versione australiana, in vinile pesante, corredata di inner sleeve ricca di foto e note assenti nella stampa originaria, Pubblicato nel Maggio del 1976 dopo ''TNT'' e prima di "Dirty Deeds Done Dirt Cheap'', non entrato nelle classifiche UK ne' in quelle USA. Il terzo album. Con lo stesso titolo del primo album del Gennaio 1975, ma con contenuto parzalmente diverso, fu registrato agli Albert Studios a Sydney, Australia, e masterizzato a Londra, e pubblicato in USA ed UK dalla atlantic, che li mise sotto contratto nel 1976, dopo lo straordinario successo in patria dei primi due albums, entrambi disco di platino, a differenza della edizione australiana del 1975 del primo disco, con lo stesso titolo di questo, ma uscito su Albert, contiene brani tratti dal primo album ''high voltage'' e dal secondo ''tnt'', ecco la scalett: it's a long way to the top, rock'n'roll singer, she's got the jack, live wire, t.n.t., can i sit next to you girl, little lover, she's got balls, high voltage. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
25,00
codice 2088768
scheda
Ac/Dc    highway to hell (australian version)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  albert / private 
rock 60-70
Ristampa private press in vinile rosso, pressoche' identica alla prima rara tiratura del 1979, con copertina lucida senza barcode, della versione australiana del sesto album, con copertina diversa rispetto a quella pubblicata in Europa ed in America. Uscito nell'agosto del 1979 dopo ''If you want blood you got it'', e prima di ''Back In Black'', giunto al numero 8 delle classifiche UK ed al 17 di quelle UK. Il primo album di grande successo, specie negli stati uniti, dove entrano in classifica per la prima volta, e' un lavoro carico e dirompente che riesce a sposare perfettamente gli elementi hard rock classici dell'inizio del decennio con le tensioni della n.w.o.b.h.m. di li' a venire, qui prendono forma i riferimenti satanici che si svilupperanno nei futuri albums e l'inserimento del nuovo bassista Cliff Williams dona una maggiore affidabilita' alla ritmica. Infine, da non dimenticare che e' anche l'ultimo lavoro che vede la formazione originaria, con alla voce Bon Scott, che morira' nel febbraio del 1980. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
16,00
codice 3023062
scheda
Ac/dc    if you want blood you've got it
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  columbia 
rock 60-70
ristampa pressocche' identica alla prima tiratura su Atlantic, corredata di inner sleeve. Pubblicato nel 1978 dopo "Power Age" e prima di "Highway to Hell", giunto al numero 13 delle classifiche UK e non entrato in quelle USA. Il sesto album. Il loro primo live, registrato dal vivo durante il tour mondiale del 1978, e' un' eccellente testimonianza del primo periodo della band, alla vigilia del grande successo americano che arrivera' nel 1979, contiene i seguenti brani: Riff raff, Hell ain't a bad place to be, Bad boy boogie, The jack, Problem child, Whole lotta rose, Rock and roll damnation, High voltage, Let there be rock, Rocker. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
25,00
codice 2088945
scheda
Ac/dc    let there be rock (australian version)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  albert / private 
rock 60-70
ristampa private press in vinile rosso, copertina lucida senza barcode che rispecchia quella della versione australiana del disco, completamente diversa da quella uscita negli altri paesi, ma e' qui non apribile, a differenza di quella, con "Crabsody in Blue" come secondo brano del lato 2, come nella versione Inglese ed europea del disco, e non "Problem Child", presente invece nella versione americana. Pubblicato nell' ottobre del 1977 dopo "Dirty deeds done dirt cheap" e prima di "Powerage", giunto al numero 17 delle classifiche inglesi e non entrato in quelle Usa. Il quarto album in assoluto ma il secondo nella discografia europea. Certamente il loro lavoro piu' energetico e potente fino a quel momento, e' questo un episodio chiave della loro vicenda, sara' infatti il disco che portera' l' hard rock alle sue estreme conseguenze con un suono di chitarra durissimo e partiture vocali aggressive e metalliche, pur mantenendo ancora forti connotati blues, caratteristica questa che andra' scomparendo con gli anni del successo planetario. bon scott e' naturalmente al centro della scena e la sua pirotecnica energia, sommata alla sua classe innata, rende il lavoro dei fratelli Young alla chitarra memorabile, anche le composizioni sono ora piu' dinamiche e meglio costruite, al punto da includere almeno quattro classici 'Let There Be Rock', 'Problem Child', 'Whole Lotta Rosie' e 'Bad Boy Boogie'. un album fondamentale nell'evoluzione del rock pesante e vero anello di congiunzione tra il primo periodo hard ed il secondo, piu' vicino al metal. Formatisi a Sidney in Australia, gli AC/DC sono uno dei piu' popolari ed influenti gruppi della storia del rock duro. Artefici di un brutale hard rock guidato dagli assalti chitarristici dei fratelli Angus e Malcolm Young, che abbina potenza e divertimento con un'attitudine selvaggia tipica di molto rock australiano, gli AC/DC esordiscono su lp in Australia con ''High voltage'' e ''T.N.T.'' nel 1975, poi compilati in parte nell'album d'esordio internazionale, anch'esso intitolato ''High voltage'' (1976). Seguono lp storici come ''Dirty deeds done dirty cheap'' (1976), ''Let there be rock'' (1977) e ''Highway to hell'' (1979), che fanno entrare il gruppo nella leggenda. La loro popolarita' resta ovviamente alta nei due decenni successivi, anche grazie agli infiammati live show del gruppo, guidati dall'istrionico Angus Young.
Euro
15,00
codice 3023064
scheda
Ac/dc    live from the atlantic studios
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  Atlantic / private 
rock 60-70
Ristampa private press, copertina lucida senza codice a barre, etichetta nera con scritte e logo bianchi. "Live From the Atlantic Studios" e' un eccezionale album live degli AC/DC pubblicato originariamente sul box "Bonfire" e registrato live presso gli Atlantic Recording Studios di New York, il 7 Decembre 1977 (notevolissima la qualita' di registrazione), tra gli albums "Let There Be Rock" e "Powerage", poi remixato da George Young. Il disco vide la luce come lp separato solo come Radio Station Promo nel 1978, e venne stampato in CD nel 1986. Il concerto degli AC/DC da cui l'album e' tratto fu il primo di una serie di eventi organizzati a scopo promozionale dalla Atlantic Records. Contiene i seguenti brani: "Live Wire", "Problem Child", "High Voltage", "Hell Ain't a Bad Place to Be", "Dog Eat Dog", "The Jack", "Whole Lotta Rosie", "Rocker".
Euro
16,00
codice 3023103
scheda
Accept    Balls to the wall (ltd. silver-metal vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1983  music on vinyl 
heavy metal
ristampa del 2019 in vinile 180 grammi per audiofili, EDIZIONE LIMITATA IN 3000 COPIE NUMERATE, IN VINILE argento metallizzato, copertina lucida pressoche' identica a quella della prima tiratura, corredata di booklet di 4 pagine con foto e testi. Pubblicato nel dicembre del 1983 dalla RCA in Germania e dalla Portrait nel Regno Unito, dove non entrò in classifica, uscito negli USA solo nel 1984, ed ivi giunto al 74esimo posto in classifica, il quinto album in studio, successivo a ''Restless and wild'' (1982) e precedente ''Metal heart'' (1985). Il metal anthemico e da stadio degli Accept era forse al culmine, con un sound chitarristico denso, potente ed aggressivo il quale, insieme al timbro vocale ed allo stile graffiante di Udo Dirkschneider, suggerisce affinità con i grandi AC/DC di epoca Bon Scott; solo una parte dei brani presenta ritmiche tirate e martellanti, mentre molti episodi, a partire dall'anthemica title track (in cui il gruppo intona anche un curioso canto funebre o liturgico a un certo punto), sono più vicini al mid tempo. Gli Accept sono una band heavy metal tedesca nativa della città di Solingen, fondata negli anni '70 dal cantante e leader Udo Dirkschneider, dotato di una immensa estensione vocale; il gruppo ha avuto un importante ruolo nella nascita dell'heavy metal, dello speed metal e del power metal. Dopo i primi esordi nei locali della propria città e numerosi cambi di formazione che portarono il gruppo gradualmente ad avere una propria identità compositiva, gli Accept furono contattati da un etichetta discografica che assicurò loro un contratto e la partecipazione al leggendario festival tedesco Rock am Rhein. Pochi mesi dopo l'apparizione al festival, i giovani Accept riuscirono a mettere insieme un buon numero di tracce per l'uscita del primo omonimo lp (1979), che lasciava intravedere le potenzialità del gruppo, basate sull'incredibile capacità di Udo Dirkschneider e su di una base musicale aggressiva e brutale, inedita per quegli anni. Gli Accept sono considerati leggende della scena heavy metal dei primi anni '80, definiti dalla critica americana come la più grande metal band tedesca dopo gli Scorpions. Finita la parabola artistica degli Accept, Udo Dirkschneider ha continuato una propria carriera solista costellata di grandi successi nell'ambiente heavy ed è considerato figura carismatica anche fuori della terra teutonica.
Euro
25,00
codice 3023319
scheda
Action    The ultimate action (17 tracks)
Lp [edizione] nuovo  mono  eu  1965  private 
rock 60-70
Ristampa private press in vinile colorato, copertina fotografica, lucida senza codice a barre, anche qui con le note di Paul Weller sul retro ma graficamente completamente diversa da quella della prima tiratura originariamente uscita nel 1980, pubblicata dalla Demon Records, e con diciassette brani invece dei quattordici originari; la imperdibile raccolta che contiene tutti e cinque i singoli pubblicati dal gruppo inglese fra il 1965 ed il 1967, oltre a pezzi rimasti all'epoca inediti, che secondo alcune speculazioni avrebbero dovuto far parte di un album mai pubblicato dalla band. Prodotti da niente meno che George Martin, gli Action mostrano il loro accattivante incrocio fra soul e r'n'b e pop britannico, mescolando l'energia ed il ritmo afroamericani con il senso della melodia e le leggere malinconie di Albione; fra i brani inclusi, non manca ovviamente ''I'll keep on holding on'', un classico del pop inglese degli anni '60. Sul retro e' presente un breve articolo di Paul Weller sul gruppo, risalente al 1980. Questa la scaletta dei brani di questa versione, con i singoli seguiti dall'anno di uscita: ''I'll keep on holding on'' (1966), ''Harlem shuffle'', ''Never ever'' (1967), ''Twenty fourth hour'' (1967), ''Since I lost my baby'' (1966), ''In my lonely room'' (1965), ''Hey sha-lo-ney'' (1966), ''Wasn't it you?'', ''Come on, come with me'', ''Just once in my life'', ''Shadows and reflections'' (1967), ''Something has hit me'' (1967), ''The place'', ''The cissy'', ''Baby you'ce got it'' (1966), ''I loce you (yeah)'', ''Land of thousand dances'' (1965). Apprezzata formazione britannica fra soul/r'n'b e pop inglese, legata alla sottocultura mod, gli Action si formarono nel 1963 a Londra, inizialmente come The Boys. La formazione era composta, oltre che dal talentoso cantante Reggie King, considerato da molti come uno dei migliori cantanti soul bianchi, da Pete Watson e da tre futuri Mighty Baby. Il gruppo pubblico' in vita solo cinque singoli, prodotti da George Martin, il prestigioso collaboratore dei Beales: fra questi 45 giri, spicca la splendida ''I'll keep on holding on'', un classico degli anni '60 inglesi. Il chitarrista solista Martin Stone sostitui' Watson nel 1966, mentre l'anno dopo il tastierista Ian Whiteman si uni' al gruppo, mentre Reggie King se ne ando' per avviare la carriera solista; gli Action si trasformarono quindi nei Mighty Baby nel 1969.
Euro
16,00
codice 3023066
scheda
Adam and the ants    dog eat dog / physical (you're so)
7" [edizione] originale  stereo  uk  1980  cbs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
singolo in formato 7", l' originale stampa inglese, nella versione con "plastic label", copertina flipback sul retro e con sagomatura per l' estrazione del disco, etichetta marrone con scritte e logo in nero in leggero rilievo, foro al centro piccolo, catalogo SCBS9039. Pubblicato nel settembre del 1980, giunto al quarto posto delle classifiche inglesi, il secondo singolo uscito come anticipazione del secondo album "Kings of the Wild Frontier". Contiene, sul lato A, uno dei brani dell' album, perfettamente esemplificativo del nuovo corso della band, e sul lato B una nuova versione di "Physical", da tampo nel repertorio del gruppo e piu' volte registrata (una versione del brano antecedente a questa era stata da poco pubblicata come b-side di un singolo dalla Do It dopo la risoluzione del rapporto con il gruppo): qui il brano e' molto piu' lento e "mantrico", ma mantiene l' abrasivita' punk del primo corso artistico degli Ants. L' "Ant Music" della seconda incarnazione della storica band attiva dal 1977 fu un fenomeno forse effimero, ma ricco di tentativi di imitazione, ed il suo post punk tribale (nella band suonavano due batteristi) dai connotati fondamentalmente pop, personalissimo, risulta godibilissimo a tutt'oggi. All' epoca, il successo del gruppo fu non poco aiutato dal fatto che gli Ants furono tra i primi a comprendere fino in fondo l'importanza dell'immagine e l'utilizzo del videoclip. I look da guerrieri, pirati e principi sfoggiati sulle copertine e nei filmati promozionali furono un vero e proprio propellente per la conquista di un successo di scala mondiale. Dopo il successivo "Prince Charming" nel 1982 Adam scioglie il gruppo e prosegue come solista, con una carriera divisa tra la musica, il cinema e il teatro.
Euro
8,00
codice 244317
scheda

Page: 1 of 38

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 38  ---»
Pag.: oggetti: