Hai cercato:  immessi ultimi 15 giorni --- Titoli trovati: : 527
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 22  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
13Th floor elevators    live evolution lost live 18/2/67 (3 lp box)
box [edizione] nuovo  stereo  ger  1967  charly 
rock 60-70
box di tre lps (in vinile colorato) in cartone rigido, uscito nel giugno del 2014, prodotto e masterizzato da Sonic Boom (Spacemen 3), adesivo di presentazione sulla copertina, contiene un bellissimo booklet di 12 pagine (formato lp) con immagini a colori e note, un magnifico poster a colori apribile in sei parti che riproduce quello originale del concerto contenuto nei dischi, effettuato il 18 febbraio del 1967 al Music Theater di Houston, e tre lps, contenuti ciascuno in una rispettiva inner sleeve con ulteriori riproduzioni di foto, locandine, flyers, biglietti e quant' altro, in vinile di tre colori diversi (il primo verde con etichette verdi, il secondo blu con etichette gialle, il terzo rosso con etichetta bianca da un lato e con la sesta facciata senza etichetta e senza musica incisa, ma disegnata). Per la prima volta in vinile, l' intero leggendario concerto di cui sopra, straordinaria testimonianza, impreziosita da una piu' che buona qualita' di registrazione, con 18 brani, molti dei quali estesi in improvvisate jam sessions, di cui solo una manciata avevano visto ufficialmente la luce finora, e solo pochissimi in vinile (nel raro album "Fire in My Bones" uscito nel 1985 per la Texas Archive). Pochi mesi dopo l' uscita del primo a dir poco storico e seminale album "The Psychedelic Sound of 13th Floor Elevators" (novembre del 1966 la prima versione mono, gennaio 1967 la versione stereo e la seconda tiratura mono), la band texana inizia il concerto con un approccio che evidenzia l' estrazione garage punk e le influenze r'n'b della sua musica, ma procede con versioni dei suoi brani sempre piu' dilatate, psichedeliche, visionarie ed improvvisate, in un vero "viaggio al centro della psiche(delia)" davvero straordinario. Questa la lista dei brani: "I've got) Elevation", "Roller Coaster", "Fire Engine", "Reverberation (Doubt)", "Don't Fall Down", "Tired to hide", "Splash 1", "You're Gonna Miss Me", "Monkey island"; "Kingdom of Heaven", "She lives (in a time of her own)", "Intro", "Jam 1: Roll Over Blue Suede Blues Jam", "Jam 2: Backwards Evolution Jam", "Jam 3: Ed's Esoteric Jazz Jam", "Jam 4: (It's all over now) Baby Blue Jam", "Jam 4: She Lives Jam", "Jam 6: Hamburgers & Acid Jam".
Euro
82,00
codice 2084447
scheda
2Pac (tupac shakur)    Strictly 4 my n.i.g.g.a.z...
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1993  interscope 
hip-hop
Edizione commemorativa del venticinquesimo anniversario dell'originaria pubblicazione, vinile doppio pesante, copertina con piccolo logo ''parental advistory explicit content'' in basso a destra sul fronte. Ristampa del 2018 ad opera della Interscope, pressoche' identica alla rara prima tiratura ma con i brani distribuiti su quattro facciate invece che sulle originarie due. Originariamente pubblicato nel febbraio del 1993 dalla TNT / Interscope, giunto al 24esimo posto nella classifica billboard 200 americana e non entrato in classifica nel Regno Unito, il secondo album del rapper americano. Successivo a ''2Pacalypse now'' (1991) e precedente ''Me against the world'' (1995), il disco registra una ulteriore crescita del rapper verso la piena maturita' artistica; come c'era da aspettarsi, e' un disco duro e cattivo, che descrive la realta' della marginalita' e della vita di strada, ma che vive anche di contraddizioni, fra il lato piu' impegnato socialmente di Shakur e quello piu' festaiolo, fra quello piu' sensibile e riflessivo (''Keep ya head up'') e quello piu' guascone (''I get around''). Uno dei piu' celebri e discussi rappers del genere gangsta, la cui fama forse si ancor piu' allargata dopo la prematura morte, Tupac Amaru Shakur (1971-1996, noto anche come 2Pac) nacque a New York in una famiglia fortemente legata al movimento delle Pantere Nere, ma si trasferi' nella tarda adolescenza in California, dove comincio' a farsi strada nel mondo dello hip hop. Dopo aver collaborato con i Digital Underground, Shakur si affermo' prepotentemente con il suo acclamato album d'esordio, ''2pacalypse now'' (1991), avviando contemporaneamente anche una promettente carriera cinematografica, che lo avrebbe visto recitare in alcuni film nella prima meta' degli anni '90. La sua immagine di rapper fuorilegge ed i suoi testi duri, incentrati sulla violenza della vita di strada nei ghetti afroamericani, erano uno dei piu' spettacolari ritratti della figura del gangsta rapper. La sua reputazione fu cementata dal terzo e dal quarto album, ''Me against the world'' (1995) e ''All eyez on me'' (1996), entrambi giunti in vetta alle classifiche americane, ma la sua giovane vita fu stroncata in una sparatoria a Las Vegas nel 1996, al culmine di un periodo di tensione all'interno della inquieta scena gangsta, che lo aveva visto scontrarsi pubblicamente con il rapper rivale The Notorious B.I.G.
Euro
29,00
codice 2084572
scheda
40 Watt banana    Peeled
Lp [edizione] nuovo  stereo  spa  1971  pharaway sounds 
rock 60-70
Copertina flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, inserto con foto e note a cura del membro della band Kevin Clark, catalogo PHS061. Pubblicata nel 2019 dalla Pharaway Sounds, questa raccolta offre dieci brani, nove dei quali inediti (l'altro è la A-side del loro unico assai raro singolo del 1971 ''Nirvana), incisi fra la fine degli anni '60 ed i primi '70, da questa originalissima band, soprattutto per il panorama musicale neozelandese dell'epoca, formata nel 1968 da Kevin Clark e Dave Parsons. I 40 Watt Banana, autori di un solo singolo uscito nel 1971, l'incalzante ''Nirvana'', erano dediti ad una musica ibrida frutto dell'incrocio fra forti influenze indiane, africane e jazz, sotto l'influenza della psichedelia. Una musica in buona parte strumentale, suonata con sitar, sarod, tromba, tablas, chitarra elettrica, e manipolata con effetti psichedelici come l'eco; e pensare che il gruppo aveva iniziato suoando jazz nei ristoranti. Termini di paragone per la musica dei 40 Watt Banana possono essere gli americani Orient Express, oppure i lavori elettrici di John Berberian, ma qui è molto più forte la componente raga indiana, così come l'elemento psichedelico sembra assai più radicato nei musicisti, senza trascurare le affascinanti sfumature jazzate conferite dal lirismo della tromba. Kevin Clark sarebbe poi divenuto un rispettato musicista di ambito fusion e world. Questa la scaletta: ''Namaqua'', ''Nirvana'', ''Amanzi'', ''Kharmatic prelude'', ''Mrdangam musings'', ''Maharashna'', ''Kharmatic conversations'', ''Haryana'', ''Duddle-dup'', ''Namaqua reprise''.
Euro
25,00
codice 3512044
scheda
808 State    Four states (compilation)
Lp4 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  ztt 
indie 90
4 vinili 180grammi, contenuti in copertina cartonata a box con apertura con linguetta sul retro. Compilation che ripercorre la carriera del gruppo, con sei brani mai apparsi su vinile. Gli 808 State sono stati tra i principali esponenti della elettronica europea degli anni '90; nascono a Manchester alla fine degli anni '80 con formazione a tre composta da Gerald Simpson, Graham Massey e Martin Price, divenendo il primo gruppo techno inglese al quale tutti si ispireranno, compreso Aphex Twin. Vantano collaborazioni con Bjork, David Bowie, MC Tunes, Soundgarden.
Euro
50,00
codice 2084473
scheda
Aa.vv. (folk medio oriente) / deben bhattacharya    Music on the desert road
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  fantome phonographique 
world
Edizione limitata a 500 copie, numerate sull'adesivo di presentazione apposto sul cellophane, copertina senza codice a barre, inserto di quattro pagine con note a cura di Deben Bhattacharya. Ristampa del 2018 ad opera della Fantome Phonographique, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1958 dalla Angel negli USA, questo album è un documento sonoro dei numerosi viaggi di ricerca musicologica effettuati nella seconda metà degli anni '50 dal produttore, etnomusicologo e documentarista indiano Deben Bhattacharya (1921 – 2001), autore di numerose opere musicali, filmiche e letterarie, molte delle quali in cooperazione con l'UNESCO. Stabilitosi a Londra in giovane età, lavorò come produttore radiofonico per la BBC; nel 1955 Bhattacharya fece un viaggio in India per registrare musicisti tradizionali locali, e la missione si allargò poi a numerosi altri paesi mediorientali, che fruttarono registrazioni etnomusicali in Turchia, Siria, Afghanistan, Iraq, Iran e Pakistan. Una parte di esse furono selezionate per questo album del 1958, che ci fa ripercorrere in musica un affascinante viaggio dal subcontinente indiano fino alle rive orientali del Mediterraneo. Questa la scaletta: ''Mevludu Nebevi'', ''Let us go to adana and make merry'' (Turchia); ''Rasd'', ''Bedouin dance music'' (Siria); ''Bedouin coffee grinding'' (Giordania); ''Kasam-e-meru'' (Iraq); ''Baba karam'', ''Rhythm of a train'', ''Humayun'' (Iran); ''Atan'' (Afghanistan); ''Neemakai'' (Pakistan); ''Zila'', ''Temple bells and drums'', ''Bhajan'' (India).
Euro
19,00
codice 3512031
scheda
Aa.vv. (matia bazar, magazzini criminali, et al.)    Architettura sussurrante di alessandro mendini
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1983  lacerba 
musica italiana
Edizione limitata a 300 copie numerate sull'adesivo di presentazione applicato sul fronte, vinile trasparente da 180 grammi, copertina con parti in rilievo sul fronte e con sagomatura centrale sul retro, inner sleeve stampata. Ristampa del 2019 ad opera della Lacerba, pressoché identica alla rara prima stampa italiana. Originariamente pubblicato nel 1983 dalla Ariston in Italia, il progetto estetico musicale del celebre architetto e designer italiano Alessandro Mendini (1931-2019), uno dei più influenti della sua generazione, alla cui realizzazione parteciparono anche i Matia Bazar, ancora con Mauro Sabbione, i Magazzini Criminali, Maurizio, Marco Di Castri (già con il gruppo jazz rock / art rock Dedalus), Luca D. Mayer, il gruppo elettronico Alchimia ed il conduttore Daniele Vineis. Un incontro fra poesia (con alcuni testi composti anche dallo stesso Mendini), art pop, sperimentazione elettronica e vocale, concettualmente legato ad una concezione della musica calata nel contesto elemento costitutivo e ''decoro auditivo'', usando parole di Mendini, di stanze ed architetture, e quindi di componente sonora di esse. Un'opera fra pop ed avanguardia che riesce a non essere ostica o leziosa. Questi i brani presenti: LATO A A1. Matia Bazar - Casa Mia A2. Maurizio Marsico - Arredo Vestitivo (Scratch Version) A3. Alchimia - Non Lo So A4. Luca D. Mayer - Un Milione Di Domani (Taylor Negron’s Bad Jokes Disturbing Hannigan’s Wake) A5. Alessandro Mendini - Architettura Sussurrante (I) LATO B B1. Alessandro Mendini - Architettura Sussurrante (II) B2. Magazzini Criminali - Manifesto Degli Addio (Atlantide) B3. Marco Di castri, Daniele Vineis - Musica Per Ambienti Di Transito B4. Alessandro Mendini - Architettura Sussurrante (III).
Euro
36,00
codice 3512042
scheda
Aa.vv. (milano new wave)    milano after punk 1979-1984
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1979  spittle 
punk new wave
Con allegato cd (contenente cinque tracce aggiunte), e corredato di inner sleeve, questo album pubblicato nel gennaio del 2019, e sottotitolato "Rare and Unreleased Tracks from Milan's Underground New Wave Scene" include tredici brani registrati tra il 1979 ed il 1984 da altrettante formazioni attive nell' ambito della scena post punk milanese (non necessariamente originarie di Milano), brani di grande interesse storico e buon livello artistico, in parte altrimenti inediti. Ecco la lista completa dei brani: "Goin' On Jot" (registrato nel 1982 e gia' comparso su un paiod i pubblicazioni postume) del gruppo di Pavia AUS DECLINE, purtroppo non approdato al traguardo della pubblicazione discografica in proprio durante la sua esistenza, come certo avrebbe meritato (un loro brano apri' comunque la storica raccolta "First Relation" del 1983). OH OH ART "Cosmic Disease" (dalla compilation su cassetta del 1984 "Zero Zero"), DER BLAUE REITER "Drowning" (bella traccia di autunnale cold-wave gia' inclusa nell' album postumo "Epitaph 1980-1983" del 2016 del duo attivo fra il 1980 ed il 1981, dalle cui ceneri nacquero gli State Of Art; OTHER SIDE "An Impossible Dream (live)", traccia dal vivo inedita del grezzo e cupo gruppo noto ai possessori della raccolta "Milano New Wave 1980-1983" edita dalla Spittle nel 2008, band dalle cui ceneri nacquesro i Jeunesse D' Ivoire; CAST OF THOUSANDS "Hit My Mum" (gruppo attivo tra il 1984 ed il 1986, qui da una cassetta retrospettiva pubblicata nel 1986), 2+2=5 "Meeting Mc.L (dubmix)", versione inedita di uno dei brani dell' album "Into the Future" del 1984 da questa storica formazione attiva per tutti gli anni '80; MONOFONIC ORCHESTRA "Overground", traccia inedita di un' altro storico progetto; AFTER BUDAPEST "House You Never Lived" (brano inedito di questo gruppo comparso in una manciata di raccolte su cassetta e 7"ep); LA MAISON "You Night Head" (brano inedito di questo interessante progetto tra post punk, influenze no wave, Tuxedomoon e Residents, intestatario di un paio di pubblicazioni postume oltre che apparso su varie compilations postume); STATE OF ART "Sleeping Together (live Rehearsal Demo)", inedito del gruppo che ha avuto l' onore di essere presente nella storica raccolta "Gathered" uscita nel 1982, con sonorita' tra funk e new wave accostabili ai primi A Certain Ratio; NOBODY "Blitz (Pt.1)" (traccia inedita di questo progetto finora senza altre testimonianza discograiche); ACTOR'S STUDIO "Brave Runner" (inedito del gruppo finora noto solo per un brano incluso nel 2013 nella raccolta "Italia Synthetica 1981-1985"); JEUNESSE D' IVOIRE, "The Sea", inedito del gruppo sospeso tra minimal synth e cold wave, noto per la partecipazione alla storica raccolta "Body Section" uscita nel 1983.
Euro
23,00
codice 2084534
scheda
Aa.vv. (rhythm & blues)    Atlantic rhythm and Blues 1947-74 vol.2 (1952-1955)
lp2 [edizione] originale  stereo  ger  1985  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
prima stampa europea, pressata in Germania, copertina apribile lucida fronte retro ed all'interno con barcode sul retro, etichetta rossa e nera, catalogo 781294-1. Pubblicato nel 1985, questo doppio album e' il secondo di sette notevoli volumi della celebrata raccolta che ripercorre la storia del R&B attraverso la produzione della etichetta Atlantic, a dir poco fondamentale nella diffusione di quella musica in America ed in tutto il mondo. A partire dagli anni '40, attraverso i 50' ed i 60', la Atlantic fu una dele principali etichette americane, in particolare la label era specializzata in R&B, genere per il quale aveva messo in piedi un formidabile staff di produttori, tecnici e talent scouts, l' intera storia della Atlantic e del suo Rhythm & Blues e' qui (e negli altri sei volumi che concludono la serie) documentata dal 1947 al 1974. Ecco la lista del materiale incluso: Side One A1 The Diamonds "A Beggar For Your Kisses" A2 Ruth Brown "Mama He Treats Your Daughter Mean" A3 The Clovers "Good Lovin' " A4 Ruth Brown "Wild Wild Young Men" A5 Ray Charles "Mess Around" A6 Joe Turner "Honey Hush" A7 La Vern Baker "Soul On Fire" Side Two B1 Clyde Mcphatter & The Drifters "Money Honey" B2 The Clovers "Lovey Dovey" B3 Clyde Mcphatter & The Drifters "Such A Night" B4 Professor Longhair "Tipitina" B5 Clyde Mcphatter & The Drifters "White Christmas" B6 Clyde Mcphatter & The Drifters "Honey Love" B7 Clyde Mcphatter & The Drifters "Watcha Gonna Do" Side Three C1 Joe Turner "Shake, Rattle And Roll" C2 The Chords "Sh-Boom" C3 Tommy Ridgley "Jam Up" C4 La Vern Baker "Tomorrow Night" C5 La Vern Baker "Tweedlee Dee" C6 Ray Charles "I Got A Woman" C7 Ray Charles "Greenbacks" Side Four D1 The Cardinals "The Door Is Still Open" D2 Joe Turner "Flip Flop And Fly" D3 Ray Charles "A Fool For You" D4 Ray Charles "This Little Girl Of Mine" D5 La Vern Baker "Play It Fair" D6 The Drifters "Adorable" D7 The Robins "Smokey Joe'S Cafe".
Euro
25,00
codice 242513
scheda
Aa.vv. (rhythm & blues)    Atlantic rhythm and Blues 1947-74 vol.3 (1955-1958)
lp2 [edizione] originale  stereo  ger  1985  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
prima stampa europea, pressata in Germania, copertina apribile lucida fronte retro ed all'interno con barcode sul retro, etichetta rossa e nera, catalogo 781295-1. Pubblicato nel 1985, questo doppio album e' il secondo di sette notevoli volumi della celebrata raccolta che ripercorre la storia del R&B attraverso la produzione della etichetta Atlantic, a dir poco fondamentale nella diffusione di quella musica in America ed in tutto il mondo. A partire dagli anni '40, attraverso i 50' ed i 60', la Atlantic fu una dele principali etichette americane, in particolare la label era specializzata in R&B, genere per il quale aveva messo in piedi un formidabile staff di produttori, tecnici e talent scouts, l' intera storia della Atlantic e del suo Rhythm & Blues e' qui (e negli altri sei volumi che concludono la serie) documentata dal 1947 al 1974. Ecco la lista del materiale incluso: 1. Ruby Baby - The Drifters 2. In Paradise - The Cookies 3. The Chicken and The Hawk - Joe Turner 4. Devil Or Angel - The Clovers 5. Drown In My Own Tears - Ray Charles 6. Hallelujah, I Love Her So - Ray Charles 7. Jim Dandy - La Verne Baker 8. Down In Mexico - The Coasters 9. Corrine, Corrina - Joe Turner 10. Treasure Of Love - Clyde McPhatter 11. Love, Love, Love - The Clovers 12. It's Too Late - Chuck Willis 13. Lonely Avenue - Ray Charles 14. Since I Met You, Baby - Ivory Joe Hunter 15. Lucky Lips - Ruth Brown 16. Without Love (There Is Nothing) - Clyde Mc Phatter 17. Fools Fall In Love - Ivory Joe Hunter 18. Midnight Special Train - Joe Turner 19. Empty Arms - Ivory Joe Hunter 20. C. C. Rider - Chuck Willis 21. Searchin' - The Coasters 22. Young Blood - The Coasters 23. Mr. Lee - The Bobbettes 24. Betty and Dupree - Chuck Willis 25. What Am I Living For - Chuck Willis 26. Hang Up My Rock and Roll Shoes - Chuck Willis 27. Yakety Yak - The Coasters 28. A Lover's Question - Clyde Mc Phatter
Euro
25,00
codice 242514
scheda
Aa.vv. (rhythm & blues)    Instrumentals r&b style 1964
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1964  rhythm & blues 
blues rnr coun
Copertina flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, label nera con scritte bianche e rosse, logo Rhythm and Blues rosso, blu e bianco in alto, catalogo R&B37. Pubblicata nell'aprile del 2019 dalla Rhythm and Blues, questa raccolta compila sedici brani editi, originariamente pubblicati su singolo nel 1964 da varie etichette locali e nazionali negli Stati Uniti ed in qualche raro caso in Europa: tema unificante della compilation è la musica r'n'b strumentale dell'anno 1964, con brani di grandi strumentisti quali Clarence ''Gatemouth'' Brown (dalla Louisiana, particolarmente legato al violino ed al blues), Big Bill Doggett (pianista ed organista della Pennsylvania attivo dalla fine degli anni '30 ed ancora in pista, soprattutto con l'organo, nei primi '60) e Smokey Johnson, il più grande batterista di New Orleans nel dopoguerra, che collaborò anche con illustri colleghi quali Earl King, Dave Bartholomew e Fats Domino, oltre che con il produttore Barry Gordy che lo trattenne a Detroit in casa Motown per qualche mese. Questa la scaletta: Side ONE 1. Junior's Jerk - Little Daddy & The Bachelors; 2. Watcha Wanna Do (Pt. 2) - Johnny Talbot; 3. The Cricket - Clarence 'Gatemouth' Brown; 4. Soulful Chant - David Rockingham Trio; 5. Kicker - Big Bill Doggett; 6. Chittlins - Gus Jenkins; 7. I've Been Thinking (Pt.2) - The Nite Riders; 8. Sizzlin' - Johnny Hartsman; Side TWO 1. It Ain't My Fault (Pt.1) - Smokey Johnson; 2. It Ain't My Fault (Pt.2) - Smokey Johnson; 3. Fire Fly - Travis Wammack; 4. Cozy Lounge Blues - Kid Thomas; 5. Sherry's Party - Ray Johnson; 6. Walkin' - Charlie Lucas Combo; 7. Creepin' - The Jay-Hawks; 8. The Last Minute - The Mixtures.
Euro
24,00
codice 3512030
scheda
Aa.vv. (rhythm & blues)    New orleans soul '68 (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1968  history of soul 
blues rnr coun
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 13 APRILE 2019, copertina flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, label porpora, rossa e bianca con scritte nere, catalogo HS17. Pubblicata nell'aprile del 2019 dalla History Of Soul, questa raccolta compila sedici brani editi, originariamente usciti per lo più su singolo nel 1968, opera di gruppi e di solisti della scena soul di New Orleans dell'epoca. Il collasso del gruppo Dover di Cosimo Matassa, polo di attrazione e canale vitale per molte delle piccole etichette di New Orleans grazie alle sue strutture di pressaggio, distribuzione e vendita, avvenne all'inizio del 1968 e mise in crisi per alcuni anni la scena musicale locale; tuttavia, la mole di musica soul di qualità registrata fino a poco prima del nefasto evento trovò sbocco in una serie di rari singoli destinati a divenire oggetto di culto, alcuni dei quali sono qui compilati. Fra questi, un pezzo da novanta locale come Eddie Bo, musicista, cantante e produttore dalla musa eclettica che si dedicò anche al soul, Guitar Ray, cantante e chitarrista qui con una grande ballata, ''True love of a man'', Barbara George, che giovanissima aveva avuto una grande hit con ''I know'' nel 1961 (qui però ascoltiamo ''Satisfied with your love'', percorsa da una vena motwoniana). Questa la scaletta: Side ONE 1. Satisfied With Your Love (Barbara George); 2. The Sweetest I Knew (Clemmon Smith); 3. Horse with a Freeze Pt. 1 (Roy Ward); 4. Like I Like It (Prince Royals); 5. Do The Sissy (Charley Simmons & Royal Imperials); 6. Can't Stay Away (Fabuletts); 7. True Love Of A Man (Guitar Ray); Side TWO 1. Got To Keep Hanging On (Vicki Labatt); 2. She Really Did Surprise Me (Willie Tee); 3. Suffering (Sonny Jones); 4. Action Time (Charley Wynn); 5. Funky Soul Train (Robert Parker); 6. If I Had To Do It Over (Eddie Bo); 7. One Little Word (Marilyn Barbarin).
Euro
24,00
codice 3512029
scheda
Aa.vv. (rock 60-70)    woodstock (rsd 2019) mono!
lp3 [edizione] nuovo  stereo  usa  1970  cotillon / rhino 
rock 60-70
triplo album, EDIZIONE LIMITATA IN 8500 COPIE, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2019; ristampa che riprende LA RICERCATISSIMA VERSIONE PROMOZIONALE IN MONO (!!!), copertina apribile in tre parti, pressoche' identica alla prima rara tiratura, due adesivi di presentazione sul cellophane. Pubblicato nel 1970 in America su Cotillion, prima del doppio "Woodstock 2" uscito nel 1971, la testimonianza imprescindibile dell' evento live piu' famoso di tutti i tempi, durante tre straordinari giorni di concerto nell' agosto del 1969, di fronte a 500.000 persone. Intitolato ufficialmente "Woodstock, Music From the Original Soundtrack And More", fu acquistato da milioni di persone e divenne, immediatamente dopo la sua uscita, il testamento della stagione migliore degli anni '60 americana, che puo' essere compresa tra il 1967 del ''Monterey pop festival'' ed il 1969 di questo ''Woodstock'' . Registrato live di fronte a una folla realmente sconfinata, vi si possono ascoltare alcune vere ''perle'', rimaste nella storia della musica rock, quali la seconda performance in assoluto di Crosby, Stills & Nash, e l' introduzione di Neil Young come quarto membro del gruppo; Joan Baez, che e' nel suo momento piu' politicizzato e di fronte ad una audience molto piu' giovane di quelle a cui era solita, suona quella che e' forse la sua piu' bella versione del brano di Gram Parsons "Drugstore Truck Driving Man"; i Canned Heat sono presenti in una delle ultime performances con la formazione originale, Joe Cocker con la versione definitiva di ''With a little help from my friends'', i Jefferson Airplane anche loro in uno degli ultimi sussulti prima della fine del gruppo, e Jimi Hendrix in una delle sue piu' celeberrime apparizioni suona l'inno americano in una distrortissima versione che introduce ''Purple haze''. Una pietra miliare della musica rock e la fedele registrazione della fine di un epoca. Ecco la lista completa del materiale incluso nel triplo album: John Sebastian- I had a dream, Canned Heat- Going up the country, Richie Havens-Freedom, Country Joe And The Fish- Rock and soul music, Arlo Guthrie- Comin' to los angeles, Sha na na- At the hop, County Joe And The Fish- I feel like i'm fixin' to die rag, Joan Baez- Drug Store Truck Drivin' Man, Joan Baez- Joe hill, Crosby Stills & Nash- Suite judy blue eyes, Crosby Stills Nash & Young- Sea of madness, Crosby Stills Nash & Young- Wooden ships, Who- We are not gonna take it, Joe Cocker- With a little help from my friends, Santana- Soul sacrifice, Ten years after- I'm going home, Jefferson airplane- Volunteers, Sly And The Family Stone- Medley: dance to the music - Music Lover - I want to take you higher, John B. Sebastian - Rainbows All Over Your Blues, Butterfield Blues Band- Love march, Jimi Hendrix- Star spangled banner, Purple haze & instrumental solo.
Euro
52,00
codice 2084581
scheda
Aa.vv. (soul)    New york soul '68 (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1968  history of soul 
soul funky disco
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 13 APRILE 2019, copertina flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, label porpora, rossa e bianca con scritte nere, catalogo HS18. Pubblicata nell'aprile del 2019 dalla History Of Soul, questa raccolta compila sedici brani editi, originariamente usciti per lo più su singolo nel 1968 (e molti dei quali mai ristampati finora), opera di gruppi e di solisti della scena soul newyorchese dell'epoca. Un soul raffinato ed urbano, influenzato dalla seminale scena motowniana di Detroit ma derivativo, e con alcune interessanti tracce del nascente funk. Fra gli artisti rappresentati, Judy White, figlia del celebre bluesman Josh White, la grande Big Maybelle, aperta ad influssi del soul sudista, Pat Lundy, che più tardi, a metà anni '70, sarebbe passata alla disco music. Questa la scaletta: Side ONE: 1. (I've Given) All My Love (Patti Austin); 2. Mr Rainmaker (Pat Lundy); 3. I'm Just Gonna Be Missing You (Rene Bailey); 4. Take My Heart And Soul (Ortheia Barnes); 5. I Can't Wait Any Longer (Big Maybelle); 6. Sit Down And Cry (Jean Wells); 7. Twice As Much For My Baby (Little Charles); 8. You Got 'Em Beat (Soul Sisters); Side TWO: 1. My New Found Joy (Jimmy Richards); 2. Open Up Your Heart (Mamselles); 3. People Sure Act Funny (Titus Turner); 4. Check Yourself (Debbie Taylor); 5. Young Boy Blues (Little Buster); 6. Guilty (Of Love In The 1st Degree) (Little Jimmie Ballard); 7. Girls Can't Do What The Guys Do (Judy White); 8. I Can't Help Loving You (Jimmy Breedlove).
Euro
24,00
codice 3512027
scheda
Aa.vv. (soul)    Texas soul '68 (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1968  history of soul 
soul funky disco
Pubblicazione realizzata per il RECORD STORE DAY DEL 13 APRILE 2019, copertina flipback su due lati sul retro e senza codice a barre, label porpora, rossa e bianca con scritte nere, catalogo HS16. Pubblicata nell'aprile del 2019 dalla History Of Soul, questa raccolta compila sedici brani editi, originariamente usciti per lo più su singolo nel 1968, opera di gruppi e di solisti della scena soul texana dell'epoca. Il Texas è uno stato famoso per aver prodotto grande musica blues acustica ed elettrica, ma negli anni '60 la fioritura del soul si fece spazio anche nello Stato della stella solitaria, in particolare a Houston e sotto l'egida del potente produttore locale e proprietario di club Don Robey; uno dei massimi protagonisti della scena texana fu senz'altro Bobby ''Blue'' Bland, di cui qui ascoltiamo ''A piece of gold'', pubblicato dalla Duke, una delle label gestite da Robey, mentre un altro grande della zona, O V Wright, incise ''I want everyone to know'' per la Back Beat, sempre di Robey. Notevole anche l'energico e sanguigno soul di Minnie Epperson, ''Grab your clothes (and get on out)''. Questa la scaletta: SIDE 1: 1. Grab Your Clothes (And Get On Out) - Minnie Epperson 2. Today's Man - Mark Putney 3. Cold Cold World - Tommy Jackson 4. Where Have You Been - Buddy Lamp 5. A Piece Of Gold - Bobby "Blue" Bland 6. Say Ya'll - Carl Stewart 7. Gotta Pack My Bag - Ernie K-Doe 8. I Want Everyone To Know - O.V. Wright SIDE 2: 1. Why Don't They Leave Us Alone - Little Carl Carlton 2. Do What You Want To - James Lynn Marsh 3. Something's Got A Hold On Me - Jeanette Williams 4. (Treat Me) Like I Was Your Only Child - Oscar Perry 5. Hello Mr Blues - Frankie Lee 6. Got You On My Mind - Joe Hinton 7. Down With It - Joe Medwick 8. It's Your Woman - Shirley Butler.
Euro
24,00
codice 3512028
scheda
Abba    Waterloo
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1974  back to black/polar 
rock 60-70
Accreditato a nome ''Abba (Bjorn, Benny, Anna & Frida)'', ristampa rimasterizzata in vinile 180 grammi, corredata di coupon per scaricare l' album in formato mp3. Pubblicato nel 1974 prima di ''Abba'', giunto al numero 145 delle classifiche Usa (dove usci' ad Agosto) ed al numero 28 di quelle Uk (dove usci' nel maggio dello stesso anno). Il primo album pubblicato anche in America; con un brano nella top ten americana, la title track, e "Honey, Honey," un altro singolo di discreto successo, apri' loro le strade per il successo planetario. E' un lavoro atipico nella loro discografia, per prima cosa i due uomini nel gruppo cantano piu' del solito, inoltre la musica spazia dal reggae al folk-rock, e persino all' hard rock, pur mantenendo le sue essenziali prerogative pop. Tra i brani, piu' vicina al reggae ed alla musica caraibica "Sitting in the Palmtree", mentre "King Kong Song" presenta un feeling tra glam ed hard rock con distorsioni chitarristiche a cura di Janne Schaffer. Ovviamente vi sono gia' presenti tutti gli ingredienti che faranno si' che il loro sound divenga popolarissimo in tutto il mondo, le melodie pop, gli intrecci vocali, vedi "Hasta Manana," che ricorda la migliore Mary Hopkin, o "Dance (While the Music Still Goes On)", archetipo del fututo suono Euro-disco. Lavoro assolutamente riuscitissimo e per certi versi persino rivoluzionario, venne definito dalla critica americana all'epoca della sua uscita come ''una via di mezzo tra i Four Seasons di "Dawn" ed i Beach Boys di "Don't Worry Baby". Non un complimento da poco.
Euro
21,00
codice 2084537
scheda
Acid mothers temple & the melting paraiso u.f.o.    Invisible eye and phantom cathedral (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  EU  2019  bam balam 
indie 90
edizione limitata in vinile trasparente per RECORD STORE DAY 2019. Un lungo brano "invisible eyes and phantom cathedral" diviso in due parti, sui due lati del disco, una suite nel classico stile della longeva band nipponica con feeling Can/Gong.
Euro
27,00
codice 2084412
scheda
Adam and the ants    Dirk wears white sox (rsd 2014)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1979  blueblack hussar 
punk new wave
Splendida ristampa rimasterizzata in vinile bianco, EDIZIONE LIMITATA USCITA PER IL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2014, copertina pressocche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Inghilterra su Do It, ma corredata di POSTER, CARTOLINA, ADESIVI E BOOKLET, oltre che dell' inner sleeve originaria. Il primo storico album uscito nel novembre del 1979 in Gran Bretagna, giungendo al primo posto della classifica indipendente. Dopo un paio di singoli grezzi ma interessantissimi, e prima del grande successo di ''Kings Of The Wild Frontier'', gli Ants scrivono un capitolo importante della scena inglese che, dopo la spinta propulsiva del punk, cerca nuovi stimoli e strade, con questo album d'esordio tra i piu' originali dell'epoca, un piccolo capolavoro, in cui le innegabili influenze (Bowie ed i Roxy Music) sono il punto di partenza di una musica poliedrica ed intrigante, scarna ma imprevedibile, a tratti tagliente ma lontana dall'aggressivita' del punk rock e piu' affine alle nascenti sonorita' wave. Doverosamente da segnalare che nel lontano 1978 Adam and the Ants furono il primo gruppo punk inglese a esibirsi nel nostro paese, portando una ventata di novita' adrenalina. Adam Ant debutto' come musicista intorno alla meta' degli anni settanta. La sua scoperta si deve a Malcolm McLaren, che lo voleva a capo dei suoi Bow Wow Wow, ma che all'ultimo momento lo scarico' a favore della cantante Annabelle Lynn. Per reagire allo smacco il cantante formo' un gruppo proprio, gli Adam and the Ants, diventato uno dei nomi di riferimento della nuova scena punk anglosassone. Dopo il primo album, inciso per l'etichetta indipendente Do It, il gruppo viene acquisito dalla CBS, con la quale nell'ottanta pubblica lo storico Kings Of The Wild Frontier, che raggiunge subito il primo posto in classifica. Adam e i suoi Ants furono tra i primi a comprendere l'importanza dell'immagine e l'utilizzo del videoclip. I look da guerrieri, pirati e principi sfoggiati sulle copertine e nei filmati promozionali furono un vero e proprio propellente per la conquista del successo mondiale. Nel 1982 Adam scioglie il gruppo e prosegue come solista, con una carriera divisa tra la musica, il cinema e il teatro.
Euro
35,00
codice 2084538
scheda
Adams woodrow    This is the blues vol. 4
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1952  be! sharp 
blues rnr coun
Copertina a busta senza codice a barre, label nera con scritte marroni, catalogo BE!6092. Pubblicata nel 2015 dalla BE! Sharp, questa raccolta compila i sei brani dei soli tre singoli pubblicati da Adams, insieme a dieci inediti incisi nelle stesse sessioni del 1952, 1955 e 1961, oltre ad alcuni registrati piu' tardi, nel 1967, con il ricercatore musicale David Evans, ultima sessione conosciuta del bluesman. La musica di Woodrow Wilson Adams e' un interessante esempio di blues elettroacustico del delta che alle radici rurali del Sud abbina influenze del blues elettrico di Chicago che negli anni '50 stava prendendo il sopravvento; le sue scarne e grezze registrazioni sono anche una significativa testimonianza del blues suonato da musicisti non professionali. I primi due dei suoi tre soli singoli, ''Pretty baby blues'' (1952) e ''Wine headed woman'' (1955), sono esaltanti blues stompeggianti e primitivi, ma al tempo stesso elettrici, sospesi fra John Lee Hooker e e campagne del Sud degli States; il primo di essi in particolare, farebbe la gioia di tutti i fans di gruppi come i detroitiani Gories. Il terzo ed ultimo singolo, ''Something on my mind'', aveva un sound piu' vicino a quello urbano del blues del Nord e dello r'n'b, mantenendo comunque un ruvido spirito rurale. Adams (1917-1988) imparo' a suonare l'armonica e la chitarra da bambino, ma fece la sua prima sessione di incisione a trentacinque anni; per guadagnarsi da vivere guidava i trattori nei campi del Mississippi; nessuno dei suoi pochi singoli ebbe alcun successo, cosi' egli continuo' principalmente a lavorare i campi, attivita' che stava svolgendo ancora nel 1967 quando il ricercatore David Evans lo trovo', facendogli fare una ulteriore sessione di incisioni. Questa la scaletta: ''Pretty baby blues'' (24/5/52, uscito su singolo), ''She's done come and gone'' (24/5/52, b-side del precedente brano), ''If you don't want me'' (24/5/52, inedito), ''The last time'' (24/5/52, inedito), ''The train is coming'' (24/5/52, inedito), ''Train time'' (24/5/52, inedito), ''Wine headed woman'' (1955, uscito su singolo), ''Baby you just don't know'' (1955, b-side del precedente brano), ''Something on my mind'' (1961, uscito su singolo), ''Sad and blue'' (1961, b-side del precedente brano), ''Seventh son'' (1961, inedito), ''Everything I do is wrong'' (1961, inedito), ''Don't you know I love you'' (28-29/8/67, inedito), ''I love you o yes I do'' (28-29/8/67, inedito), ''How long'' (28-29/8/67, inedito), ''Pny blues'' (28-29/8/67, inedito).
Euro
17,00
codice 2084495
scheda
Agitation free    Fragments (colored vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1974  mig 
rock 60-70
Edizione limitata in 500 copie in vinile colorato (come da indicazioni sul retrocopertina), inner sleeve in carta con foto e note biografiche, catalogo MIG01083LP. Originariamente pubblicato in cd nel 1995 dalla Musique Intemporelle, questo album contiene quattro lunghi brani fino ad allora inediti, registrati dal vivo il 14 novembre del 1974 a Berlino, poco prima dello scioglimento della band (eccezion fatta per la piu' breve ''Mediterranean flight'', incisa in studio nel luglio del 1974). Il gruppo suona in questi lunghi brani un suggestivo ed ipnotico space rock, in gran parte strumentale e guidato da chitarre ed organo, ed in cui convivono sonorita' pinkfloydiane, jazz rock e la trascinante musica cosmica del loro primo album ''Malesch''. Questi i brani presenti: ''Someone's secret'', ''Mediterranean flight'', ''Mickey's laugh'', ''We are men''. Gli Agitation Free sono stati senza dubbio uno dei piu' importanti gruppi della musica cosmica tedesca ed in particolare della scena berlinese. Il loro primo leggendario album ''Malesch'' (1972) e' un capolavoro senza tempo del cosmic sound teutonico, sicuramente uno dei cinque dischi piu' belli di sempre della musica tedesca: fu registrato da Lutz Ulbrich, Jorg Schwenke, Burghard Rausch, Uli Pop, Michael Hoenig, Michael Gunther e Peter Michael Hamel, e presenta un mix di cosmic sound, musica orientale, psichedelia davvero senza termini di paragone. Il disco fu registrato parte in Germania e parte in Egitto, Libano, Giordania e Grecia durante il tour che la band di Berlino (formata nel 1967) effettuo' nel 1972, e fu purtroppo anche l'unico lavoro a vedere la partecipazione di Jorg Schwenke, che lascio' il gruppo nel marzo del 1973. Il secondo lp ''2nd'' (1973) e' un disco assai diverso da "Malesch", e per molti non inferiore, con una musica piu' meditativa e sofisticata, con ampio uso di effetti, l'elettronica ed il jazz che fanno capolino, senza rinunciare ad efficaci esplosioni elettriche, che purtroppo pero' fu da preludio allo scioglimento del gruppo, verso la fine del 1974. Un terzo album, ''Last'' usci' postumo solo in Francia nel 1976, con materiale registrato nel 1973/74.
Euro
29,00
codice 2084421
scheda
Agitation free    malesch
Lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1972  mig 
rock 60-70
ristampa con copertina esclusiva a busta singola, corredata di inner sleeve con foto e note, del rarissimo album originariamente uscito in Germania su Vertigo. Pubblicato in Germania nel giugno del 1972 prima di ''Second'', e' il primo leggendario album del gruppo, capolavoro senza tempo del cosmic sound teutonico, sicuramente uno dei cinque dischi piu' belli di sempre della musica tedesca, fu registrato da Lutz Ulbrich, Jorg Schwenke, Burghard Rausch, Uli Pop, Michael Hoenig, Michael Gunther e Peter Michael Hamel, presenta un mix di cosmic sound, musica orientale, psychedelia davvero senza termini di paragone, fu registrato parte in Germania e parte in Egitto, Libano, Giordania e grecia durante il tour che la band di Berlino (formata nel 1967) effettuo' nel 1972, il disco usci' in Germania nel giugno dello stesso anno, destando scalpore ma vendendo pochissimo, sara' purtroppo anche l' unico lavoro a vedere la partecipazione di Jorg Schwenke, che minato dall'eroina lascera' il gruppo nel marzo del 1973. Gli Agitation Free sono stati senza dubbio uno dei piu' importanti gruppi della musica cosmica tedesca ed in particolare della scena berlinese. Il loro primo leggendario album ''Malesch'' (1972) e' un capolavoro senza tempo del cosmic sound teutonico, sicuramente uno dei cinque dischi piu' belli di sempre della musica tedesca: fu registrato da Lutz Ulbrich, Jorg Schwenke, Burghard Rausch, Uli Pop, Michael Hoenig, Michael Gunther e Peter Michael Hamel, e presenta un mix di cosmic sound, musica orientale, psichedelia davvero senza termini di paragone. Il disco fu registrato parte in Germania e parte in Egitto, Libano, Giordania e grecia durante il tour che la band di Berlino (formata nel 1967) effettuo' nel 1972, e fu purtroppo anche l'unico lavoro a vedere la partecipazione di Jorg Schwenke, che lascio' il gruppo nel marzo del 1973. Il secondo lp ''2nd'' (1973) e' un disco assai diverso da "Malesch", e per molti non inferiore, con una musica piu' meditativa e sofisticata, con ampio uso di effetti, l'elettronica ed il jazz che fanno capolino, senza rinunciare ad efficaci esplosioni elettriche, che purtroppo pero' fu da preludio allo scioglimento del gruppo, verso la fine del 1974. Un terzo album, ''Last'' usci' postumo solo in Francia nel 1976, con materiale registrato nel 1973/74.
Euro
27,00
codice 2084488
scheda
Air    Surfin on a rocket (rsd 2019)
12" [edizione] nuovo  stereo  eu  2004  parlophone 
indie 90
edizione limitata uscita IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY 2019 in PICTURE DISC. Contiene oltre alla versione uscita sul terzo album "talkie walkie", tre remixes. Gli Air, influente duo francese capostipite dell'easytronica, si formano nel 1995 a Parigi grazie a Nicolas Godin (voce filtrata, basso, chitarre elettriche, synth, organo, percussioni) e Jean-Benoit Dunckel (organo, piano, synth, voce filtrata). Tra il '96 e il '97 pubblicano una serie di singoli per la l'etichetta inglese Mo' Wax e per quella francese Source, raccolti poi in "Premiers Symptomes" del 1999, nel '98 firmano per la Virgin e pubblicano quello che e' divenuto un classico della fine del secolo, l'album "Moon Safari", in cui definiscono il loro stile, elettronica downbeat, sottoforma di canzoni pop, basando le composizioni su bassi rotondi e pulsanti dalla groove soul-funk, imperniate di atmosfere languide e fughe ambient in stile floydiano, grazie all'inserimento di tappeti di synth (moog, Korg MS20, vocoder, casiotone), utilizzando inoltre campionamenti ed effetti dalle sonorita' retro' alla Jean Michel Jarre. Ma le influenze dei due francesi includono anche sonorita' electro pop anni '80, contaminate da influssi Kraftwerk, avvolte da una seducente atmosfera flou vaporosa e melliflua, ormai divenuta il marchio di fabbrica del duo.
Euro
25,00
codice 2084477
scheda
All them witches    Atw
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2018  new west 
indie 2000
adesivo su cellophane (adesivo anche su retro), copertina apribile, inner sleeve. In "ATW" (2018), prodotto da Dave Cobb, convivono felicemente le due anime della band di Nashville : quella psichedelia e da jam band ("Harvest Feast") e quella blues ("Fishbelly 86 Onions"). Il risultato (finale) è un album eterogeneo ma con una forte personalità. Gli All Them Witches, quartetto americano attivo dal 2012, sono autori di una proposta musicale che incrocia blues, stoner rock e psichedelia. Hanno all'attivo cinque dischi in studio : "Our Mother Electricity" (2012), "Lightning at the Door" (2013) e "Dying Surfer Meets His Maker" (2015), "Sleeping Through the War" (2017) e "ATW" (2018).
Euro
30,00
codice 2084585
scheda
Allah-las    Allah-las
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2012  v2 benelux 
indie 2000
e di inner sleeve, etichetta custom colorata, Lp pubblicato dalla V2 Benelux alla fine del novembre 2012, debutto per il quartetto di Los Angeles, gruppo nato, come parecchi altri, nei magazzini di un negozio di dischi, dove 3/4 della band hanno lavorato, (all'Amoeba sul Sunset Blvd); la band, con questo esordio, si fa autrice di un suono garage surf derivativo della West Coast, fra il jangle pisichedelico alla Byrds e il surf pop dei Beach Boys, vicino anche al Paesley Underground, con rimandi recenti ai Fresh and Onlys. Prodotto da Nick Waterhouse, ripropone un atmosfera quasi si trattasse di un soul indolente dagli andamenti ciondolanti, con un attitudine malinconica che ricorda anche certe cose degli Animals, i Love e i Chocolate Watchband.
Euro
24,00
codice 2084651
scheda
Amon duul ii    Lemmingmania (expanded 2lp)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  ger  1975  spv 
rock 60-70
ristampa del 2018 ampliata a doppio album, con l' inclusione di quattro tracce in piu' ("Pig Man", "Mozambique", "Manana" e "Ladies Mimikry", tutte tratte dall' album "Vive La Trance", a "Monzambique" nella versione apparsa su singolo, piu' breve di quella dell' album), copertina per l' occasione apribile, e corredata di inner sleeves. Pubblicato dalla United Artists in Germania nel luglio del 1975 non entrato nelle classifiche UK ne' in quelle USA, questo album e' una raccolta che compila brani tratti dai primi singoli (alcuni dei quali inediti su album) e dai primi fondamentali lp del gruppo tedesco, qui nel suo periodo piu' creativo e psichedelico, basti ascoltare la acidissima ''Archangel's thunderbird'', l'epica ''Soap shop rock'' e la complessa ''Green bubbe raincoated man''. Questa la scaletta: ''Archangel's thunderbird'' (dall'album ''Yeti'', 1970), ''Light'' (singolo inedito su album, 1971), ''Between the eyes'' (b-side del singolo ''Rattlesnakeplumcake'', inedito su album, 1970), ''Green bubble raincoated man'' (dall'album ''Wolf city'', 1972), ''Tables are turned'' (dall'album ''Carnival in babylon'', 1972), ''Rattlesnakeplumcake'' (singolo inedito su album, 1970), ''All the years round'' (dall'album ''Carnival in babylon'', 1972), ''Jail-house frog'' (dall'album ''Wolf city'', 1972), ''Soap shop rock'' (dall'album ''Yeti'', 1970, qui in versione editata uscita su singolo), ''Lemmingmania'' (b-side del singolo ''Light'', inedito su album, 1971).
Euro
38,00
codice 2084390
scheda
Amon duul II    Live in London
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  spv 
rock 60-70
Ristampa del 2018, copertina esclusiva, corredata di esclusiva inner sleeve. Pubblicato nel giugno del 1973 (in Italia sul finire del 1974) dopo '' Vive la Trance'' e prima di ''Lemmingmania'' , non entrato nelle classifiche uk ne' in quelle tedesche. Il settimo album. Registrato da Peter Leopold, John Weinzierl, Lothar Maid, Chris Karrer, Falk U Rogner, Renate Knaup-Krotenschwanz, D. Secundus Fichelscher, dopo il ritorno in formazione di Peter Leopold che rende il gruppo un settetto, durante il tour Inglese svoltosi tra il dicembre del 1972 ed il gennaio del 1973 sara' l'ultimo Lp con Lothar Meid e con Daniel Fischelscher , la musica e' ora caotica, opprimente durissima ed aggressiva, tra i brani, quasi tutti appartenenti al repertorio del 1972-1973, ( Wolf city, Vive la Trance ) tutti in versioni totalmente diverse da quelle conosciute, due interessantissimi nuovi brani che poi saranno ripresi in versione assi piu' edulcorata nel successivo 'Lemmingmania''. ecco la lista dei brani presenti- Archangel Thunderbird, Eye Shaking King, Soap Shop Rock, Improvisation, Syntelman's March of The Roaring Seventies ( 4 movimenti ) , Race From Here To Your Ears ( tre movimenti ). Leggendario gruppo acid rock tedesco, gli Amon Duul II emersero dalla scena di Monaco di Baviera nel 1968, dopo una scissione avvenuta nella comune artistica Amon Duul (da cui nacque anche un altro gruppo, chiamato semplicemente Amon Duul). Essi incarnano il lato piu' hippie e rock della sfaccettata galassia musicale tedesca di fine anni '60 e degli anni '70, con un sound psichedelico ed hard rock ma al tempo stesso mitteleuropeo e non privo di spunti cosmici ed elettronici tipici del ''krautrock'' piu' propriamente detto. La scena di Monaco aveva fra i suoi alfieri piu' importanti, oltre agli Amon Duul II, gruppi come i Popol Vuh e gli Embryo, ed era aperta quindi ad influenze variegate, che andavano dal free jazz alla musica etnica.
Euro
31,00
codice 2084391
scheda

Page: 1 of 22

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 22  ---»
Pag.: oggetti: