Hai cercato:  immessi ultimi 15 giorni --- Titoli trovati: : 313
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 13  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
13Th floor elevators    Easter everywhere (stereo+mono)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1968  charly 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi, ampliata a doppio album con l' inserimento, oltre alla versione stereo, anche della versione mono (rarissima) dell' album, con copertina per l' occasione apribile, che contiene nel primo vinile la versione mono del disco (con la riproduzione della rarissima inner sleeve con i testi) e nel secondo quella stereo (sono molte le differenza tra le versioni di molti brani del disco in questo caso. Pubblicato in USA nel Giugno del 1968 dopo ''The Psychedelic Sound Of'' e prima di ''Live'', non entrato nelle classifiche USA e non pubblicato all'epoca in UK. Il secondo lp. Per molti anche superiore allo stratosferico debutto, sicuramente molto piu' psychedelico e spaziale e meno legato al garage, contiene alcuni dei classici della musica americana di tutti i tempi, ''slip inside the house'', ''earthquake'', ''levitation'', ''baby blue'', ''she lives in a time of her own'', ''dust'', ''i had to tell you''. Fu registrato a Kerville, nella campagmna texana, con i nuovi membri Danny Thomas e Dan Galindo, dopo l'abbandono di Walton e Leatherman, abbattuti dai continui guai con la polizia, gli arresti e i grossi problemi personali dovuti all'enorme uso di droghe di tuti i tipi, allucinogene in particolare, sara' l'ultimo vero lavoro della band, che dopo alcuni concerti, soprattutto in California, letteralmente ''perdera' '' sia Rocky Erickson che Tommy Hall. Rimane, ovviamente, uno dei testi fondamentali dell'underground mondiale ed un capolavoro assoluto che non puo' non figurare nella lista dei 20, ma forse anche 10, albums di rock acido piu' belli di tutti i tempi.
Euro
35,00
codice 2087035
scheda
Aa.vv. (punk new wave)    Radionome
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1982  blowpipe 
punk new wave
Versione in vinile da 180 grammi di colore verde (è stato pressato anche in 300 copie in vinile trasparente ed in 200 esemplari in vinile nero da 140 grammi). Ristampa del 2013 ad opera della Blowpipe, pressoché identica alla assai rara e ricercata prima tiratura. Originariamente pubblicata nel 1982 dalla VPRO in Olanda, la compilation che raccoglie registrazione di alcuni oscuri artisti underground europei, quasi tutti inediti all'epoca, e per la maggior parte rimasti tali anche in seguito. Artisti che si cimentanto con synth pop non commerciale, minimal synth, dark wave elettronica sperimentale, con risultati affascinanti e cinematici, come nel caso della lenta, oscura e sinistramente avvolgente "You see you" di Stephen Emmer, la fluttuante e quasi psichedelica "Werktitel 10" degli Smalts, l'ossessiva e percussiva "The heat", un minimal synth dal groove nervoso ed incalzante che sostiene linee di synth e tastiere cariche di angoscia e nevrosi ed un cantato che richiama un po' il Bowie di fine anni '70, opera di Van Kaye & Ignit; minimal synth dai toni cupi ed onirici che ritorna anche nella lunga "La peste" dei Cargo Cultus, mentre i Nine Circles optano per una brillante sintesi fra minimal synth dai ritmi più lenti e raffinato synth pop dai toni sottilmente inquieti, infine i Genetic Factor che con le sonorità quasi collagistiche di "Action spot" realizzano l'episodio più sperimentale. Un drappello di oscuri artisti da riscoprire per chi ama le creazioni più nascoste e meno commerciali della wave elettronica di inizio anni '80. Questa la scaletta: Stephen Emmer, "You see you"; Van Kaye & Ignit, "The heat", "Whirlwind", "Alice notley"; Nine Circles, "Twinkling stars", "What's there left"; Smalts, "Werktitel 10", "Werktitel 4"; Cargo Cultus, "La peste", "Stick at no scruples"; Genetic Factor, "Action spot".
Euro
23,00
codice 2087116
scheda
Abecedarians    eureka (2nd version)
lpm [edizione] seconda stampa  stereo  usa  1987  caroline 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
la seconda rara versione del 1987 su Caroline, copertina lucida, etichetta bianca con scritte nere e logo nero, argento e bianco, catalogo CAROL 1342, vinile ambrato se posto in controluce, del primo mini album degli Abecedarians, gia' uscito nel 1986 su etichetta Southwest Audio Reproductions con copertina diversa e con il brano "Beneath The City Of Ale Hedonistic Bohemians" sostituito qui dal brano "The Other Side Of The Fence". Pubblicato dopo il primo 12" su Factory "SMiling Monarchs" (1985) e prima dell' unico vero album "Resin" del 1988. Decisamente influenzati dal post punk inglese ma anche dalla scena ''trance'' di Los Angeles e dintorni, diedero vita ad una musica avvolta in un' atmosfera notturna ma piu' eterea e sognante rispetto alle tinte cupe di molto post punk inglese, caratterizzata da sonorita' ovattate e sognanti, paragonabili a certa "cold wave". Gli Abecedarians erano un gruppo originario della California, notevolmente influenzato, come i conterranei Kommunity Fk e Psi Com (futuri Jane's Addiction), dall'impeto post-punk anglosassone, soprattutto dalle sonorita' introspettive e decadenti tipiche delle realizzazioni dell'etichetta 4AD, e contemporaneamente ammaliato dalla scena trance di Los Angeles di quegli anni (Savage Republic, 17 Pygmies....). Pubblicarono una ridotta quantita' di materiale durante la loro attivita', nel corso della seconda meta' degli anni '80, fra cui il mini lp ''Eureka'' (1987) e l'album ''Resin'' (1988), ma le prime incisioni risalgono al periodo 1983-1985, durante il quale vide la luce anche il loro primo 12'' ''Smiling monarchs'' (1985, sulla inglese Factory).
Euro
28,00
codice 243663
scheda
AC/DC    Back in black
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  columbia 
rock 60-70
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1980, in vinile pesante, con copertina in rilievo e note e foto sull'inner sleeve non presenti sull'originale. Il loro ottavo album, uscito originariamente nel Luglio del 1980 su Atlantic, pubblicato dopo "Highway To Hell" e prima di "For Those About To Rock", giunto al numero 1 delle classifiche UK ed al numero 4 di quelle USA. Il primo disco senza Bon Scott, fulminato da una scossa elettrica del microfono nel Febbraio del 1980, rimpiazzato da Brian Johnson gia' con i Geordie, vendera' sedici milioni di copie negli USA soltanto, il nuovo cantante, potente come Bon Scott ma piu' bluesy e pieno di entusismo, sara' ben accolto sia dalla critica che dal pubblico. Questo lp uscito solo 5 mesi dopo la morte di Scott, ed a lui ovviamente dedicato, e' certamente da annoverarsi tra i grandi classici dell' hard rock del decennio, lo stile e' quello classico, chitarre violente e distorte, voce in primo piano, con brani che fanno tutt'ora parte del repertorio live del gruppo, ''back in black'', ''hell's bells'', ''shoot to thrill'', ''rock and roll ain't noise pollution'', ''you shook me all night long''. Il disco e' stato inserito dalla critica europea, durante il referendum del 1999, nella sezione ''hard and heavy'' nella top 5 degli albums di tutti i tempi insieme a Led Zeppelin 2, l'omonimo Van Halen, "Are you experienced" di Jimi Hendrix e "Paranoid" dei Black Sabbath.
Euro
23,00
codice 2086982
scheda
Ac/dc    Tasmanian devils (hobart city hall, 7th january 1977)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  parachute 
rock 60-70
doppio album in vinile 140 grammi, copertina apribile. Pubblicato nel 2019, contiene la registrazione (grezza ma senza nulla togliere alla potenza della band) dell' intero concerto effettuato dalla grande hard rock band australiana il 7 gennaio del 1977 all' Hobart City Hall, Tasmania, Australia, tra gli albums "Dirty Deeds Done Dirt Cheap" e "Let There Be Rock". Questa la lista dei brani: 1 Intro (Love Song)/Dirty Deeds Done Dirt Cheap 2 She's Got Balls 3 Problem Child 4 Live Wire 5 The Jack 6 Jailbreak 7 T.N.T. 8 Can I Sit Next To You, Girl? 9 High Voltage 10 Baby, Please Don't Go 11 Rocker
Euro
25,00
codice 2087070
scheda
Adam and the ants    Dirk wears white sox (1st address)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1979  do it 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
prima rara stampa inglese, copertina (con moderati segni di invecchiamento) con l' originario indirizzo "128b Camden Rd" sul retro, senza barcode, etichetta custom bianca e nera, completa di inner sleeve pesante con immagini e testi con sagomatura per fuoriuscita del disco, catalogo RIDE3. Il primo storico album, uscito nel novembre del 1979 in Gran Bretagna, giungendo al primo posto della classifica indipendente. Dopo un paio di singoli grezzi ma interessantissimi, e prima del grande successo di ''Kings Of The Wild Frontier'', gli Ants scrivono un capitolo importante della scena inglese che, dopo la spinta propulsiva del punk, cerca nuovi stimoli e strade, con questo album d'esordio tra i piu' originali dell'epoca, un piccolo capolavoro, in cui le innegabili influenze (Bowie ed i Roxy Music) sono il punto di partenza di una musica poliedrica ed intrigante, scarna ma imprevedibile, a tratti tagliente ma lontana dall'aggressivita' del punk rock e piu' affine alle nascenti sonorita' wave. Doverosamente da segnalare che nel lontano 1978 Adam and the Ants furono il primo gruppo punk inglese a esibirsi nel nostro paese, portando una ventata di novita' adrenalina. Adam Ant debutto' come musicista intorno alla meta' degli anni settanta. La sua scoperta si deve a Malcolm McLaren, che lo voleva a capo dei suoi Bow Wow Wow, ma che all'ultimo momento lo scarico' a favore della cantante Annabelle Lynn. Per reagire allo smacco il cantante formo' un gruppo proprio, gli Adam and the Ants, diventato uno dei nomi di riferimento della nuova scena punk anglosassone. Dopo il primo album, inciso per l'etichetta indipendente Do It, il gruppo viene acquisito dalla CBS, con la quale nell'ottanta pubblica lo storico Kings Of The Wild Frontier, che raggiunge subito il primo posto in classifica. Adam e i suoi Ants furono tra i primi a comprendere l'importanza dell'immagine e l'utilizzo del videoclip. I look da guerrieri, pirati e principi sfoggiati sulle copertine e nei filmati promozionali furono un vero e proprio propellente per la conquista del successo mondiale. Nel 1982 Adam scioglie il gruppo e prosegue come solista, con una carriera divisa tra la musica, il cinema e il teatro.
Euro
28,00
codice 243611
scheda
Air    moon safari
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1998  Virgin 
indie 90
vinile 180 grammi, Inner sleeve con testi, etichetta custom con cielo stellato e scritte bianche. Il primo influente album del duo francese capostipite dell' "easytronica", formato da Nicolas Godin (voce filtrata, basso, chitarre elettriche, synth, organo, percussioni) e Jean-Benoit Dunckel (organo, piano, synth, voce filtrata). Pubblicato dalla Virgin nel Gennaio del 1998, il disco debuttera' al quinto posto delle classifiche inglesi, grazie al clamore suscitato dalla stampa ed al singolo "Sexy Boy". Considerato un classico del genere "Chill Out", l'album propone un' elettronica downbeat sottoforma di irresistibili canzoni pop basate su bassi rotondi e pulsanti dalla groove soul funk, imperniate di atmosfere languide e fughe ambient in stile floydiano, grazie all'ausilio di tappeti di synth (moog, Korg MS20, vocoder, casiotone), campionamenti ed effetti dalle sonorita' retro' alla Jean Michel Jarre, con alcune incursioni in territori elettro pop anni '80 contaminate da influssi Kraftwerk, il tutto in avvolto in una seducente atmosfera flou vaporosa e melliflua, ormai divenuta il marchio di fabbrica del duo. Alla realizzazione del disco hanno contribuito Beth Hirsch, voce in "All I Need" e "You Make It Easy", Eric Regert (organo), Marlon (batteria), P. Woodcock (chitarra acustica, tuba), con arrangiamenti d'archi di David Whitaker.
Euro
22,00
codice 2087033
scheda
Algebra suicide    still life
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1986  dark entries 
punk new wave
Copertina senza codice a barre, con adesivo di presentazione sul cellophane. Pubblicata nel luglio 2019 dalla Dark Entries, dopo la precedente "Feminine squared" del 2013, che aveva contenuto pero' completamente diverso, questa raccolta compila sedici rari brani tratti dalla discografia del duo di Chicago, nove dei quali provenienti dal loro primo album (uscito solo su cassetta) "Big Skin" del 1986, mentre gli altri sono perlopiu' estrapolati da rare compilation uscite su vinile o cassetta tra il 1985 ed il 1988. Un' ulteriore ottima occasione per accostarsi alla interessante ed originale new wave minimale e sognante di questa cult band. Questa la scaletta: A1 After Charles A2 Seasonal Zombies A3 After Rilke A4 No War Bride A5 Tractor Pull A6 Horizon A7 Amusing One’s Self A8 Seven Song B1 Alphabet Song (fin qui i nove brani tratti da "Big Skin", album su cassetta del 1986), B2 Gist (dalla compilation uscita in Spagna nel 1985 "Pas De Deux") B3 Sinister (dall' album della band "The Secret Like Crazy" del 1987, su RRRecords) B4 Heat Wave (dallo stesso album "The Secret Like Crazy"), B5 Mantic Sway (dalla compilation su cassetta "Insane Music For Insane People Vol.7" del 1985), B6 Tales Of Brave Ulysses (dalla compilation "The Melting Pot" uscita su SST nel 1988) B7 Connoisseurs Of Lightning (dalla compilation su cassetta "The Long March" del 1985), B8 Brewing (dalla gia' citata "Insane Music For Insane People Vol.7"). Formatisi nel 1982 a Chicago, gli Algebra Suicide erano un duo composto dalla poetessa e cantante Lydia Tomkiw e dallo strumentista Don Hedeker; la fusione di musica e poesia realizzata dai due prendeva corpo con una musica asciutta ed ipnotica, senz'altro affine alle numerose quanto oscure manifestazioni del minimal synth europeo ed americano, ma in possesso di tratti peculiari, come un ruolo di una certa importanza dato alle chitarre (dai toni post punk) accanto alle tastiere, ai synth ed ai ritmi elettronici, un approccio loureediano al canto, disincantato e metropolitano (e' stata anche accostata a Laurie Anderson), ed affinita' con i grandi Young Marble Giants. Pubbblicarono una manciata di ep e di album fra il 1982 ed il 1994; dopo il loro scioglimento, Hedeker formo' i Polacholics nel 1998, mentre Tomkiw, trasferitasi a New York, pubblico' un album solista nel 1995, per poi concentrarsi sull'attivita' letteraria (e' scomparsa prematuramente nel 2007).
Euro
25,00
codice 3022609
scheda
Amboy dukes    amboy dukes
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  audio clarity 
rock 60-70
ristampa del 2019, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato in Usa nel gennaio del 1968 prima di ''Journey to the Center of the mind'', non entrato nelle classifiche Usa ne' in quelle Uk, il primo album del gruppo americano del Michigan guidato da Ted Nugent. Il debutto degli Amboy Dukes e' un capitolo assolutamente sottovalutato, l' opera agisce in un territorio di confine che si situa tra la psichedelia dei primi Blues Magoos, con riffs chitarristici che ricordano Hendrix e melodie tipicamente british pop, a questo si aggiungono elementi di sperimentazione e garage. Tra i brani, undici, sette originali scritti dal gruppo e quattro cover versions, straordinarie "Down on Philips Escalator", con i suoi echi e richiami al Syd Barrett dei primi Pink Floyd, "Baby Please Don't Go", "Psalms of Aftermath", l' hard rock tinto di psichedelia di "Colors", un brano che Nugent reinterpretera' in "Survival of the Fittest", la cover da Ashford/Simpson/Armstead "Let's Go Get Stoned", la versione di "I Feel Free" dei Cream. Un album importante e complesso, essenziale nella genesi del rock americano dei '60, definito dalla critica come ''i Velvet Underground che incontrano gli Small Faces tramite i Peanut Butter Conspiracy'', lavoro diversissimo dai successivi di Ted Nugent, e' certamente da inserirsi tra i masterpieces della psichedelia Americana di alta epoca. Il gruppo di Ted Nugent, dal Michigan, suonava, sul finire degli anni '60 e sopratutto nei primi due album, una musica a cavallo tra il garage punk e la psichedelia, in linea con altri gruppi della stessa area; i successivi dischi pubbblicati per la Polydor, indicati tra i precursori dell' heavy metal e dominati ormai dalla chitarra di Ted Nugent, costituirono il primo passo di avvicinamento ad un suono sempre piu' spettacolare e dai facili effetti, che bene imporra' commercialmente i suoi eccessi kitsch nella carriera solista di Nugent. Da ricordare anche lo strano disco inciso dal gruppo a nome Godfrey Daniel. Il bassista Greg Arama, entrato nel gruppo all' epoca del secondo album, sara' qualche anno dopo negli Ursa Major, mentre il chitarrista dei primi due albums Steve Farmer ricomparira' sul finire degli anni '90 grazie ad una estemporanea collaborazione con il gruppo neopsichedelico Babylonian Tiles.
Euro
16,00
codice 3022617
scheda
Antony and the johnsons    i am a bird now
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2005  secretly canadian 
indie 2000
inner sleeve, inserto, adesivo sul cellophane, copertina senza codice a barre, etichette bianche con scritte rosse su un lato, nere sull'altro. il secondo atteso album dell'artista inglese trapiantato a New York, il cui esordio, dopo anni di oscurita' e grazie alla riscoperta da parte di David Tibet dei Current 93, aveva fatto gridare al capolavoro. tra i suoi estimatori Lou Reed, che lo ha voluto in "the raven" e nei suoi concerti, e che compare, insieme ad altri ospiti, tra cui Devendra Banhart e Boy George, nelle registrazioni di questo lavoro. le canzoni dell'album ruotano intorno alla struggente voce di Antony, in certi casi accompagnata solo dal pianoforte, in altri, a questo, vi si aggiungono lievi arrangiamenti di archi e cori, una musica molto intima ed elegante, dagli accenti bluesy e spirituals, con influenze Tim Buckley.
Euro
25,00
codice 2087138
scheda
Appendix    money is not our currency (Ei raha oo mun valuuttaa lp + Huora ep
lp [edizione] nuovo  stereo  ger  1983  hohnie records 
punk new wave
copertina in cartoncino liscio senza barcode, etichetta in bianco e nero, questa raccolta approntata nel 2004 mette insieme per la prima volta, in un unico disco, i 20 brani dell' album "Ei raha oo mun valuuttaa" e dell' ep "Huora" della punk band finnica, usciti originariamente nel 1983 su Propaganda Records ed oggi assai rari. Tra gli esponenti principali di tutto l' hardcore del Nord Europa, mantenevano nella loro musica un approccio assai piu' legato al piu' puro punk rock di gran parte delle punk bands nordeuropee ed in particolare finniche, ovviamente con un piglio assai piu' spedito, una velocita' di stampo decisamente hardcore, se non in una manciata di brani, che assai esplicitamente si riallacciano a certo punk americano anche 77ino. Forti di un approccio sostanzialmente rock'n'roll ed una attenzione per l' aspetto melodico e compositivo che rende la loro musica immediatamente trascinante, furono certamente tra quanto di meglio la Finlandia abbia prodotto in ambito punk. Dopo l' album e l' ep qui contenuti, pubblicarono nel 1984 il secondo ed ultimo album "Topo of The Pops".
Euro
20,00
codice 3002565
scheda
Arctic monkeys    Black treacle
7" [edizione] nuovo  stereo  eu  2012  domino 
indie 2000
copertina con foro centrale sul retro. Ristampa del quarto singolo estratto da "suck it and see", sul retro l'inedita "You and I", accreditata a Richard Hawley e ai The Death Ramps (pseudonimo usato dagli Arctic Monkeys). Originariamente stampato in edizione limitata di 1500 copie, del brano "you and I", uno dei più hard-rock del gruppo, è stato realizzato anche un video promozionale.
Euro
9,00
codice 2087134
scheda
Arctic monkeys    flourescent adolescent
7'' [edizione] nuovo  stereo  eu  2007  domino 
indie 2000
ristampa del 7" con 2 brani, copertina con scritte in rilievo, inner sagomata con foro centrale su uno dei lati, etichette custom, bianca con disegno in nero su uno dei lati, nera con scritte blu sull'altro. Singolo in versione 7"" tratto da "Favourite Worst Nightmare", contiene, oltre alla title track "Flourescent Adolescent", il brano inedito "The Bakery". "Favourite Worst Nightmare" e' il secondo album del gruppo inglese di Sheffield. Uno dei nomi piu' affermati d'Inghilterra, passato dall'anonimato alla popolarita' grazie al passaparola nell'universo dei blog di internet, poi scritturato dalla Domino, esploso gia' con il primo singolo, "i bet you look good on the dancefloor", divenuto un successone, apparso su molte playlist. L'album di debutto "Whatever People Say I Am, That's What I'm Not", ha raggiunto il primo posto delle classifiche inglesi, anche grazie all'espressivita' delle liriche, in cui si delineano personaggi e racconti di vita quotidiana di teenager della working class, che i loro estimatori paragonano ai testi di Smiths, Felt, Specials e Streets. La musica del gruppo, un'energico indie pop chitarristico/melodico con influssi ska, e' pervasa da un'atmosfera immediata e fresca, come se fosse stata registrata in presa diretta e senza sovraincisioni. Molto del fascino degli Arctic Monkey risiede anche nello stile risoluto del cantante Alex Turner, supportato adeguatamente da una strumentazione ridotta all'osso dalle sonorita' scarne e dinamiche. Riferimenti a White Stripes, Coral, Strokes.
Euro
9,00
codice 2086978
scheda
Arctic monkeys    The hellcat spangled shalalala
7" [edizione] nuovo  stereo  eu  2011  domino 
indie 2000
copertina con foro centrale sul retro, ristampa del 2019 del raro singolo uscito originariamente nel 2011 come secondo estratto dell'album "suck it and see", sul retro "little illusion machine" accreditata a Miles Kane & the death ramps (quest'ultimo pseudomino della band). Molte delle copie del singolo andarono perdute in un incendio del magazzino della PIAS a seguito dei disordini scoppiati a Londra nell'agosto del 2011 e le poche rimanenti copie furono vendute esclusivamente sul sito della band.
Euro
9,00
codice 2087133
scheda
Arctic monkeys    whatever people say I am
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2006  domino 
indie 2000
titolo completo "whatever people say I am, that's what I'm not". Vinile pesante, inner, adesivo sulla copertina con il nome del gruppo, etichetta custom fotografica in b/n su uno dei lati, nera con scritte bianche sull'altro. giovane gruppo inglese di Sheffield cresciuto di popolarita' grazie al passaparola nell'universo dei blog di internet, poi scritturato dalla Domino, esploso gia' con il primo singolo, "i bet you look good on the dancefloor", divenuto un successone, apparso su molte playlist. qui al loro lp di debutto che ha raggiunto il primo posto delle classifiche inglesi, anche grazie all'espressivita' delle liriche, in cui si delineano personaggi e racconti di vita quotidiana di teenager della working class, che i loro estimatori paragonano ai testi di Smiths, Felt, Specials e Streets. molto del fascino del gruppo risiede nello stile risoluto del cantante Alex Turner, supportato adeguatamente da una strumentazione ridotta all'osso dalle sonorita' scarne e dinamiche. la musica del gruppo, un'energico indie pop chitarristico/melodico con influssi ska, e' pervasa da un'atmosfera immediata e fresca, come se fosse stata registrata in presa diretta e senza sovraincisioni. riferimenti a White Stripes, Coral, Strokes.
Euro
27,00
codice 2087040
scheda
Area    1978, gli dei se ne vanno...
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  Atlantic 
rock 60-70
Vinile 180 gr., copertina apribile, rimasterizzato dai nastri originali in occasione del 40esimo anniversario dall'uscita. Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1978. Originariamente pubblicato in Italia dalla Ascolto, ''1978'' e' il sesto album degli Area, uscito dopo ''Maledetti'' (1976) e prima del live ''Event '76'' (1979). Si tratta dell'ultimo album inciso con Demetrio Stratos, scomparso prematuramente nel 1979 per una grave malattia; il gruppo prosegue sul doppio binario del rock progressivo e del jazz rock influenzato dal free. Gli Area si formano a Milano nel 1971 con membri dei Califfi, Ribelli e trascorsi jazz; prendono il mome da Allen Ginsberg. Dopo alcuni concerti come spalla ai gruppi inglesi in tour in Italia, pubblicano una serie di album unici nella storia della penisola, con fortissime connotazioni politiche e brani fra sperimentazione e jazz rock, con la sorprendente voce di Stratos in grande rilievo ed alla ricerca di nuove forme di espressione vocale; divengono in breve il principale gruppo italiano alternativo e pubblicano sei album in studio e due dal vivo.
Euro
29,00
codice 2086983
scheda
Attack    final daze (180 gr)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1967  dol 
rock 60-70
ristampa del 2019, in vinile 180 grammi, copertina non apribile, ed un brano in piu' rispetto all' edizione originaria realizzata dalla Get Back nel 2001 (versione unplugged di "Magic In the Air", contenuta pero' in quell' edizione in un singolo allegato all' lp). I leggendari brani (sedici in tutto) registrati tra il 1967 ed il 1968, durante le sessions finali di studio degli Attack, tra i principali e piu' leggendari esponenti del freak beat della ioriginale Swingin' London scene, nel momento di pasaggio dal pop psichedelico freak beat degli Attack ad un rock piu' duro e preprogressive. Questa la track list completa: A1 Magic In The Air A2 Mr Pinnodmy's Dilemma A3 Freedom For You A4 Strange House A5 Feel Like Flying A6 Too Old A7 Go Your Way A8 You Know He Did B1 Now The Sun Shines B2 Sleep Like A Child B3 Roll On B4 My Letters B5 Earth Tremor B6 Spaced Out B7 The Rock Door B8 Magic In The Air (Unplugged). Conosciuti inizialmente come The Soul System la band firma un contratto con la Decca alla fine del 1966, ed a questo punto assumono il nome di Attack. Cambiamo molte volte formazione prima di stabilizzarsi con l'ingresso di Richard Shirman e Gerry Henderson, nel 1967 pubblicano il loro primo 45 Try it/We Don't Know, rilettura di un brano degli Standells con uno stile vicino al R'N'B punk, seguito dal secondo singolo, ' Hi Ho Silver Lining/Anymore than i do' sempre nel 1967, il lato b sara' scelto da John Peel per una delle sue sigle a Radio London mentre il lato a, che vede lo stesso brano pubblicato nello stesso periodo da Jeff Beck, sara' fonte di duri attacchi da parte del chitarrista degli Yardbirds che creera' tensione intorno al gruppo. A questo punto il chitarrista Davey O'List lascia la band per unirsi ai Nice, seguito da Alan Whitehead che entra nei Marmalade. La band non si scoraggia e sempre nel 1967 pubblica un altro 45, Created By Clive/ Colour Of My Mind'', purtroppo pero' il singolo esce lo stesso giorno dell'altra versione del brano, quella dei Syn, pubblicata per la Deram, e questo impedisce ancora una volta che il gruppo abbia il risalto che merita, nel 1968 esce un altro singolo, Neville Thumbcatch/ Lady Orange Peel che naturalmente passa del tutto inosservato al di la' dei soliti addetti ai lavori, Nonostante l'insuccesso pressoche' totale del materiale fino ad allora pubblicato il quartetto inizia apreparare l' album d'esordio, intitolato provvisoriamente ''Roman Gods Of War'', la celebre rivista Record Mirror anteprima rivela che il disco uscitra' il 15 marzo del 1968, ma purtroppo dell'album non vi sara' traccia; scoraggiati da questa ultima beffa il gruppo vedra' l'abbandono di Brian Davidson che entrera' anch'egli nei Nice. Il chitarrista John Du Cann sara' presto nei Five Day Week Straw People autori di un album nel 1968, poi negli Andromeda autori di un album nel 1970 e quindi negli Atomic Rooster.
Euro
21,00
codice 2086953
scheda
Attrition    Smiling, at the hypogonder club
lp [edizione] originale  stereo  uk  1985  third mind 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Good punk new wave
l' originale, rara prima stampa inglese, copia con diversi segni di invecchiamento, copertina in cartoncino lucido senza barcode, inner sleeve con foto e testi, etichetta in bianco e nero, catalogo TMLP13. Pubblicato nel 1985 dalla Third Mind, questo e' il secondo lp degli Attrition, uscito dopo ''The attrition of reason'' (1984) e prima di ''At the fifthiet gate'' (1988). Il gruppo inglese opera in questo lp una sensibile svolta sonora rispetto alle atmosfere arcane ed alle sonorita' rarefatte del precedente ''The Attrition of Reason'', approfondendo il legame, gia' sperimentato in parte, tra elettronica e post punk, almeno in gran parte dei brani, ed anticipando una tendenza che sara' molto "frequentata" negli anni a venire; sebbene non manchino episodi atmosferici fra dark e ambient, buona parte dell'album presenta percussioni piu' in evidenza e ritmi piu' elevati, mentre le sonorita' sono piu' elettriche, vista anche l'assenza del flauto e lo stemperarsi dei toni quasi rituali delle voci femminili nello lp precedente, che qui si fanno piu' sensuali e pop. Gruppo inglese originario di Coventry, fondato nel 1980 da Martin Bowes e Julia Waller, gli Attrition sono considerati pionieri della scena dark elettronica anglosassone: il loro mondo e' formato da ideologie punk e sperimentazioni elettroniche visionarie; emergono come parte della prima scena dark industriale insieme ai contemporanei Test Department, Coil, In The Nursery e Legendary Pink Dots con i quali intraprenderanno un tour europeo. Il primo lp ''Attrition of reason'' (1984), uscito dopo alcune pubblicazioni su cassetta, rimane uno dei loro maggiori successi, le sonorit… estreme dei loro demo-esordi vengono abbandonate lasciando fluire una affascinante ed accattivante sperimentazione elettronica che nel corso delle successive realizzazioni lascera' progressivamente il posto ad un approccio molto pi— accessibile.
Euro
10,00
codice 243672
scheda
Attrition    Take five
lpm [edizione] originale  stereo  ita  1987  supporti fonografici 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good punk new wave
prima stampa pubblicata in esclusiva per la italiana Supporti Fonografici, copertina (con diversi segni di invecchiamento) senza barcode con testi sul retro, label bianca con scritte nere, catalogo SF018. Pubblicato nel 1987 dalla italiana Supporti Fonografici, questo mini lp usci' dopo il secondo album ''Smiling, at the hypogonder club'' (1985) e prima del terzo ''At the fifthiet gate'' (1988). Il gruppo inglese propone qui cinque brani piuttosto diversificati, passando dal post punk dalle tinte dark di ''Take five'' e ''This final push'', alle sonorita' rarefatte ed autunnali di ''For Julie'', attraverso sbarazzini ammiccamenti pop in ''Shotgun''. Gruppo inglese originario di Coventry, fondato nel 1980 da Martin Bowes e Julia Waller, gli Attrition sono considerati pionieri della scena dark elettronica anglosassone: il loro mondo Š formato da ideologie punk e sperimentazioni elettroniche visionarie; emergono come parte della prima scena dark industriale insieme ai contemporanei Test Department, Coil, In The Nursery e Legendary Pink Dots con i quali intraprenderanno un tour europeo. Il primo lp ''Attrition of reason'' (1984), uscito dopo alcune pubblicazioni su cassetta, rimane uno dei loro maggiori successi, le sonorita' estreme dei loro demo-esordi vengono abbandonate lasciando fluire una affascinante ed accattivante sperimentazione elettronica che nel corso delle successive realizzazioni lascera' progressivamente il posto ad un approccio molto piu' accessibile.
Euro
12,00
codice 243673
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1967  london calling 
rock 60-70
Edizione limitata di 1000 copie, numerate a mano sul retro, in vinile 180 grammi colorato, e corredata di inserto. Pubblicato nel 2019, questo album contiene registrazioni dal vivo o durante sessions televisive tra l' ottobre del 1967 e l' agosto del 1968 da Julie Driscoll, Brian Auger & the Trinity, all' epoca della pubblicazione degli albums "Open", "Jools and Brian" e "Definitely What", fra rock proto-progressivo, soul e jazz. Questa la lista dei brani e l' occasione di registrazione. A1 Red Beans & Rice (ORTF Tv STudio, Paris, France, 1967), A2 Why Am I Treated So Bad? (ORTF Tv STudio, Paris, France, 1967), A3 Save Me (ORTF Tv STudio, Paris, France, 1967), A4 Season Of The Witch (Speakeasy Club, London, October 1967), A5 Save Me (ORTF Tv STudio, Paris, France, 1968), A6 Tramp (ORTF Tv STudio, Paris, France, 1968), B1 Red Beans & Rice (Palais Des Festival, Cannes, France, January 1968), B2 Don't Let Me Be Misunderstood (Palais Des Festival, Cannes, France, January 1968) B3 Save Me (Palais Des Festival, Cannes, France, January 1968), B4 Tramp (Trident Club, Paris, France, march 1968), B5 Season Of The Witch (Granada Tv Studio, London, England, March 1968), B6 A Kind Of Love In (Granada Tv Studio, London, England, August 1968). Nato in India nel 1939, l'inglese Brian Auger cresce a Londra e non ancora ventenne suona il pianoforte nei club della città, formando poi il suo trio nel 1962, facendosi notare come una giovane stella del jazz londinese solo due anni dopo. Già nel 1964 opta per la musica elettrica, adottando poco dopo l'organo Hammond, strumento al quale legherà gran parte della sua carriera e di cui diventerà uno dei più grandi maestri. Steampacket, Trinity e Brian Auger's Oblivion Express sono gruppi con i quali Auger è fra i protagonisti della swingin' London negli anni '60 e poi del jazz rock inglese nel decennio successivo, diventando un'icona dell'epoca insieme alla grande cantante Julie Driscoll, con la quale spesso collabora nei gruppi sopra citati.
Euro
27,00
codice 3022605
scheda
Ayers roy    coffy (soundtrack)
lp [edizione] nuovo  stereo  USA  1973  polydor 
soul funky disco
ristampa limitata in vinile 180 grammi, copertina senza barcode pressoche' identica alla prima tiratura del 1973, della bellissima colonna sonora dell' omonimo film di Jack Hill con Pam Grier, tra i massimi capolavori della blaxploitation e tra i migliori dischi della nutrita discografia del vibrafonista di colore nato a Los Angeles, California, considerato tra i padri dell' acid jazz. Musicista tra i piu' richiesti della scena jazz weastcoastiana durante gli anni '60, Ayers aveva gia' pubblicato ben cinque albums solisti tra il '63 ed il '69, collaborando nel frattempo con artisti di spicco quali Jack Wilson, Gerald Wilson, Herbie Mann, Ron Carter ed Herbie Hancock; nel 1971 "He's Coming", suo primo lavoro realizzato con gli Ubiquity, inauguro' un duraturo rapporto con la Polydor, e soprattutto una nuova fase artistica per Ayers, in uno stile che pur memore della matrice jazz che aveva caratterizzato fino a quel momento il percorso dell' artista, ne faceva prezioso strumento di arricchimento di un approccio funky soul fino a quel momento del tutto inedito al vibrafonista, con un risultato che, benche' snobbato all' epoca dalla critica che vide la svolta muiscale repentina come un tradimento alle radici jazz di Ayers, e pressocche' ignorato dal pubblico, pone quel disco e forse ancora di piu' questo "Coffy", pubblicato due anni dopo dopo l' interlocutorio "Ubiquity", come opere di grande interesse per l' evoluzione della musica funk della prima meta' degli anni '70, non a caso enormemente rivalutate a distanza di anni. Lo stile poliedrico di Ayers, che negli anni a venire si confermera' abile trasformista dotato comunque di una sua spiccata sensibilita' e personalita', trova proprio nella colonna sonora la sua dimensione ideale, libero di alternare o metterere insieme, in brani ora cantati ora strumentali, l' antico legame con le sue radici jazz, un funky muscolare ed incisivo come solo alcuni episodi di "He's Coming" avevano saputo proporre, ed un approccio di matrice soul che proprio il ricco patrimonio di influenze diverse rende straordinariamente efficace. Alla voce solista in "Coffy Sauna" una giovanissima Denise "Dee Dee" Bridgewater. Forse il massimo capolavoro di una carriera che proseguira' a lungo, sempre interessante perlomeno fino alla fine degli anni '80.
Euro
20,00
codice 2087071
scheda
Baby huey    Living legend (180 gr.)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  music on vinyl 
soul funky disco
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Usa su Curtom. Incluso nella ormai famosa lista del libro "1000 Recordings To Hear Before You Die" di Tom Moon. Uno dei dischi piu' leggendari nella storia della musica funky, l' unico del corpulento e straordinario cantante di colore nato con il nome di James Thomas Ramsey a Richmond, Indiana, ma basato a Chicago, dove fondo' i Babysitters nel 1965, autori di tre singoli prima che il grande Curtis Mayfield li mettesse sotto contratto per la sua etichetta Curtom, che pero' fece in tempo a pubblicare un solo singolo del gruppo, una composizione di Mayfield stesso, "Mighty Mighty" (che qui apre la seconda facciata), prima che Baby Huey fosse trovato morto, probabilmente a causa di un attacco cardiaco, a poche settimane da Jimi Hendrix e Janis Joplin, il 28 ottobre del 1970, a soli 26 anni. Aveva pero' fatto in tempo a registrare con la sua band, e naturalmente la produzione di Mayfield, questo splendido disco, che usci' nel 1971, con lo stesso titolo che per amara ironia il produttore aveva voluto fin dall' inizio delle registrazioni "Living Legend". Un grandissimo incontro tra rock, soul e musica funky, suonato da una band di impressionante solidita' e naturalmente marchiato a fuoco da una voce straordinaria, figlia di quelle di Otis Redding e del miglior James Brown, ma anche capace di variare i toni con una duttilita' ancora maggiore, ora morbidamente soul ora incredibilmente trascinante (memorabile la sua performance nella lunga e bellissima versione di "A Change is Gonna Come" di Sam Cooke). Un vero disco di culto, forse sconosciuto ai piu' ma assolutamente leggendario per altri. Il gruppo, dopo la morte del suo leader, ebbe per qualche tempo alla voce, cambiato il nome in Goliath, la presto celebre Chaka Khan, prima di scomparire dalle scene.
Euro
26,00
codice 2087042
scheda
Banco del mutuo soccorso    io sono nato libero
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  sony / rca 
rock 60-70
ristampa del 2016 in vinile pesante, copertina apribile "regolare" (quella della molto rara tiratura originale era sagomata). Pubblicato in Italia dopo ''Darwin'' e prima di ''Banco'' nel novembre del 1973. Il terzo album. Considerato il capolavoro del gruppo romano, entrato come d'altronde i precedenti 2 nella top 10 italica, contiene i brani ''Canto nomade per un prigioniero politico'', la memorabile elettroacustica ''Non mi rompete'', ''La citta' sottile''. Sara' l'ultimo lavoro con Marcello Todaro ed e' questo uno degli album manifesto dell' intero progressive italiano; musicalmente l'opera presenta brani complessi con lunghe partiture strumentali e la voce di Francesco Di Giacomo (r.i.p.) che declama testi sperimentali e carichi di pathos.
Euro
25,00
codice 2087043
scheda
Beatles    Help (eco - bag, white)
bag [edizione] nuovo      190  rock off 
rock 60-70
"Eco-bag" in polypropylene, realizzata su licenza ufficiale, per contenere dischi formato lp, con effetto telato, con sfondo biancoe con il nome del gruppo e le sagome dei Beatles (nella stessa famosa posa della copertina dell' album "Help") in nero, con manici e soffietto (capienza circa 20 lps).
Euro
5,00
codice 3022599
scheda
Beatles    rock'n'roll music
lp2 [edizione] originale  stereo  ita  1976  emi / parlophone 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima stampa italiana, doppio album con copertina apribile e laminata fronte retro ed all'interno , etichetta azzurra con bollicine, trail off con data "25-5-76", timbro Siae del secondo tipo, in uso tra il 1975 ed il 1978/79, con marchio Siae che ne occupa ancora l' intero cerchio centrale, catalogo 3C154-06137/38. Pubblicato in Inghilterra nel giugno del 1976 e giunto al numero 11 delle classifiche Uk ed al numero 2 di quelle Usa; si tratta della celebre raccolta (uscita presto anche in due volumi separati) che contiene i brani piu' potenti, veloci e propriamente rock incisi dai Beatles, scelti tra quelli incisi nell'intera carriera del gruppo dal 1963 al 1970, alcuni di essi usciti solo su singolo. Ecco la scaletta - twist and shout, i saw her standing there, you can't do that, i wanna be your man, i call your name, boys, long tall sally, rock'n'roll music, slow down, kansas city, money, bad boy, matchbox, roll over beethoven, dizy miss lizzy, any time at all, drive my car, everybody's trying to be my baby, the night before, i'm down, revolution, back in the ussr, taxman, got to get into my life, hey buldog, birthday, get back.
Euro
32,00
codice 243624
scheda

Page: 1 of 13

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 13  ---»
Pag.: oggetti: