Hai cercato:  immessi ultimi 15 giorni --- Titoli trovati: : 393
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 16  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
24-Carat black    Ghetto: misfortune's wealth
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1973  stax 
soul funky disco
Ristampa con copertina pressoche' identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1973 dalla Enterprise negli USA, l'unico album non postumo di questo gruppo afroamericano di Detroit, guidato dall'arrangiatore Dale Warren; un disco assurto da tempo allo status di culto, in particolare negli ambienti hip hop, ed i cui suoni sono stati campionati da artisti quali Heal, Young Disciples e Digable Planets. Warren lavorava con la Motown fra gli anni '60 ed i '70, e molti degli arrangiamenti di archi udibili nei dischi dei cantanti soul della celebre etichetta di Berry Gordy Jr sono opera sua. Warren strinse amicizia con il gruppo soul di Cincinnati The Ditalians, portandoli a cambiare nome in 24-Carat Black, e diventando il compositore e produttore del nuovo gruppo. Il risultato dei loro sforzi e' un album di funk molto atmosferico, dai ritmi spesso lenti e narcotici, e dalle sonorita' che sposano il soul orchestrale e melodico con profondi groove funk, dando luogo a pezzi ipnotici arricchiti da belle armonie vocali femminili (assai piu' funk che pop), come nella lunga ''Poverty's paradise'', magistrale esempio di convivenza fra approcci diversi alla musica afroamericana. Alcuni membri dei 24-Carat Black formarono poi i piu' prolifici Shotgun, gruppo funk detroitiano artefice di alcuni album fra la fine degli anni '70 e l'inizio del decennio successivo.
Euro
29,00
codice 3025996
scheda
Aa.vv. (punk new wave)    Bippp / french synth-wave 78-85
lp [edizione] nuovo  stereo  fra  1978  born bad 
punk new wave
RIstampa pressoche' identica alla prima tiratura, completa di inner sleeve e libretto formato compact disc con foto, notizie e discografie dei gruppi inseriti in questa magnifica raccolta testimonianza del movimento synth wave che caratterizzo' fortemente l'innovativa nuova onda sonica transalpina nei primi anni ottanta. Grande pubblicazione ad opera della Born Bad nell'anno 2006, un disco indubbiamente consigliato per tutti coloro che amano le sonorita' new wave ricche di vibranti melodie nate da synth analogici. Tredici gruppi che testimoniano una scena attivissima in Francia oggi oggetto di una attenta rivalutazione da parte dei collezionisti piu' accaniti alla ricerca degli introvabili singoli accreditati ai movimenti minimal synth e minimal wave. A Trois Dans Les Wc, Act, Les Visiteurs Du Soir, Vox Dei, Comix, TGV "partie I", Ckc, Mary Moor, Deux "game and performance", Ruth "polaroid-roman-photo", Vitor Hublot, Visible, Casino Music sono i magnifici interpreti di queste rare testimonianze altrimenti di difficilissima reperibilita' per cui la raccolta impiegherebbe molto tempo e denaro visto la fortissima rivalutazione della scena transalpina. I gruppi misconosciuti ai piu' sono specchio della fervida attivita' artistica che pervase la Francia nei primissimi anni ottanta, sonorita' elettroniche forti delle lezioni impartite dai maestri Kraftwerk, ma qui riviste in chiave wave in bilico tra pop ed introspettive oscurita' e ricche di geniale originalita'.
Euro
19,00
codice 3025974
scheda
AC/DC    Back in black
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  columbia 
rock 60-70
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1980, in vinile pesante, con copertina in rilievo e note e foto sull'inner sleeve non presenti sull'originale. Il loro ottavo album, uscito originariamente nel Luglio del 1980 su Atlantic, pubblicato dopo "Highway To Hell" e prima di "For Those About To Rock", giunto al numero 1 delle classifiche UK ed al numero 4 di quelle USA. Il primo disco senza Bon Scott, fulminato da una scossa elettrica del microfono nel Febbraio del 1980, rimpiazzato da Brian Johnson gia' con i Geordie, vendera' sedici milioni di copie negli USA soltanto, il nuovo cantante, potente come Bon Scott ma piu' bluesy e pieno di entusismo, sara' ben accolto sia dalla critica che dal pubblico. Questo lp uscito solo 5 mesi dopo la morte di Scott, ed a lui ovviamente dedicato, e' certamente da annoverarsi tra i grandi classici dell' hard rock del decennio, lo stile e' quello classico, chitarre violente e distorte, voce in primo piano, con brani che fanno tutt'ora parte del repertorio live del gruppo, ''back in black'', ''hell's bells'', ''shoot to thrill'', ''rock and roll ain't noise pollution'', ''you shook me all night long''. Il disco e' stato inserito dalla critica europea, durante il referendum del 1999, nella sezione ''hard and heavy'' nella top 5 degli albums di tutti i tempi insieme a Led Zeppelin 2, l'omonimo Van Halen, "Are you experienced" di Jimi Hendrix e "Paranoid" dei Black Sabbath.
Euro
27,00
codice 2100363
scheda
Ac/dc    melbourne 1974 (and the best of the tv shows 76-78) white/red splatter
lp2 [edizione] originale  stereo  eu  1974  parachute 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
edizione limitata in bianco e rosso con effetto splatter; doppio album realizzato dalla Parachute nel 2017, copertina apribile. Contiene cinque brani registrati durante il Festival Hall di Melbourne, nella notte del 31 dicembre 1974, trasmessi all' epoca anche radiofonicamente, ed alcuni brani registrati durante apparizioni nella TV australiana tra il 1976 ed il 1978, oltre ad alcuni stralci di intervista. Questo il dettaglio del materiale incluso: A 1 She's Got Balls (Live At The Festival Hall, Melbourne 1974) A 2 Soul Stripper (Live At The Festival Hall, Melbourne 1974) A 3 Show Business (Live at the Festival Hall, Melbourne 1974) A 4 Can I Sit Next to You, Girl (Live at the Festival Hall, Melbourne 1974) B 5 Baby Please Don't Go (Live at the Festival Hall, Melbourne 1974) B 6 Baby Please Don't Go (Live Tv Appearances 1976 - 1978) B 7 TNT (Live Tv Appearances 1976 - 1978) C 8 Let There Be Rock (Live Tv Appearances 1976 - 1978) C 9 Live Wire (Live Tv Appearances 1976 - 1978) C 10 Problem Child (Live Tv Appearances 1976 - 1978) C 11 Sin City (Live Tv Appearances 1976 - 1978) D 12 Bad Boy Boogie (Live Tv Appearances 1976 - 1978) D 13 AC/DC London Interview 1976 & 1977 (Live)
Euro
26,00
codice 248423
scheda
Ac/dc    Tasmanian devils (hobart city hall, 7th january 1977)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  parachute 
rock 60-70
doppio album in vinile 140 grammi, copertina apribile. Pubblicato nel 2019, contiene la registrazione (grezza ma senza nulla togliere alla potenza della band) dell' intero concerto effettuato dalla grande hard rock band australiana il 7 gennaio del 1977 all' Hobart City Hall, Tasmania, Australia, tra gli albums "Dirty Deeds Done Dirt Cheap" e "Let There Be Rock". Questa la lista dei brani: 1 Intro (Love Song)/Dirty Deeds Done Dirt Cheap 2 She's Got Balls 3 Problem Child 4 Live Wire 5 The Jack 6 Jailbreak 7 T.N.T. 8 Can I Sit Next To You, Girl? 9 High Voltage 10 Baby, Please Don't Go 11 Rocker
Euro
25,00
codice 2100371
scheda
Acqua fragile    acqua fragile
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  sony / rca 
rock 60-70
ristampa del 2016, copertina apribile "regolare" (era apribile a poster quella della originaria molto rara tiratura su Numero1). Pubblicato nel 1973, il primo album, uscito prima del successivo (ed ultimo) "Mass Media Stars". Dal bellissimo libro e sito internet ItalianProg di Augusto Croce: Quintetto di Parma, formato nel 1971 dalle ceneri degli Immortali, un gruppo che comprendeva il cantante Bernardo Lanzetti, tornato in Italia dopo aver vissuto negli USA, il chitarrista Gino Campanini ed il batterista Piero Canavera. A loro si aggiunsero il tastierista Maurizio Mori ed il bassista Franz Dondi (che aveva suonato con I Moschettieri, uno dei tanti giovani gruppi che suonarono di spalla ai Rolling Stones durante il loro tour italiano, ma che realizzarono un unico 45 giri nel 1967, Quando il tempo dell'amore). In uno degli ultimi concerti con il vecchio nome, i cinque vennero notati dalla Premiata Forneria Marconi, che li introdusse al loro manager Franco Mamone. Con il nuovo nome Acqua Fragile e la spinta professionale di Mamone, il gruppo riusci' a suonare di spalla ad importanti gruppi stranieri come Soft Machine, Alexis Korner & Snape, Tempest, Curved Air, Audience, Uriah Heep, e soprattutto i Gentle Giant. Il loro primo album usci' nel 1973 sull'etichetta indipendente Numero Uno, ed e' stato uno dei pochi album di prog italiano cantati interamente in inglese. Un buon album, con qualche influenza West Coast nelle parti a piu' voci, su una base musicale ispirata dal rock progressivo inglese, in particolare da gruppi come Genesis e Gentle Giant. L'LP comprende sette lunghi brani, con buone parti strumentali e la caratteristica voce roca di Lanzetti, che ha qualche somiglianza con il vibrato di Roger Chapman dei Family. La scelta di cantare in inglese probabilmente non aiuto' il gruppo ad ottenere una grande popolarita' in Italia, e l'album non venne realizzato all'estero come forse si sperava. Il secondo album, Mass media stars, usci' nel 1974 e stavolta venne anche stampato negli USA grazie ai testi in inglese. Non molto diverso dal primo ma con una produzione leggermente piu' curata, conteneva sei brani. Alla fine del 1974, dopo lo scioglimento dei Trip il loro tastierista Joe Vescovi sostituì Maurizio Mori negli Acqua Fragile. La sua presenza, durata pochi mesi, è documentata nel CD bootleg Live in Emilia. Ma il colpo definitivo alla stabilita' del gruppo lo diede l'abbandono di Bernardo Lanzetti che si unì alla PFM, sostituito per breve tempo da Roby Facini, che era stato in precedenza con I Top 4 e i Dik Dik. Gli Acqua Fragile si sciolsero nel 1975. Dopo l'esperienza con la PFM, Lanzetti intraprese una carriera solista di buon livello. Negli anni 2000 ha collaborato e poi suonato stabilmente con i Mangala Vallis. Il bassista Franz Dondi e il batterista Pier Emilio Canavera hanno suonato con i Rocky's Filj, e poi in un gruppo ispirato dai Beatles, gli Shout!, che hanno realizzato due CD negli anni '90. Dondi ha recentemente formato gli Acqua Fragile Project, con una nuova formazione in cui è l'unico membro originario, e con un repertorio formato dalle vecchie composizioni del gruppo.
Euro
18,00
codice 2100357
scheda
Adderley cannonball    somethin' else (+1 track - colored vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  waxtime in color 
jazz
ristampa in edizione limitata in vinile colorato, rimasterizzata con sistema DMM (Direct MEtal Mastering), copertina pressoche' identica sul fronte a quella della prima rara tiratura, con note supplementari sul retro e con una traccia aggiunta, "Allison's Uncle", proveniente dalle stesse sessions dell' album. Il celebre album pubblicato dalla Blue Note nel 1958, inciso nel Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, il 9 marzo del 1958 con formazione a cinque composta da Cannonball Adderley (sax alto), Miles Davis (tromba), Hank Jones (pianoforte), Sam Jones (contrabbasso) e Art Blakey (batteria). Julian "Cannonbal" Adderley, uno dei massimi interpreti del sassofono alto, si uni' al gruppo di Miles Davis verso la fine del 1957, dando il suo prezioso contributo a dischi storici come "Milestones" (1958) e "Kind of Blue" (1959), e vedendo ricambiato il contributo in questo album, considerato uno dei massimi capolavori di Adderley, realizzato con una formazione a dir poco stellare, in cui l'eleganza della tromba di Davis e del pianoforte di Jones si integrano magistralmente con il soave sax di Cannoball. La scaletta comprende cinque brani, "Autumn leaves", "Love for sale", "Somethin' else", "One for daddy-o" e "Dancing in the dark".
Euro
22,00
codice 3025916
scheda
Aerosmith    greatest hits ( Singles 1973-1980 )
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  columbia / sony 
rock 60-70
Ristampa con copertina pressoche' identica alla prima tiratura. Pubblicato in Usa nel novembre del 1980, giunto al numero 53 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk dove usci' nel gennaio del 1981. Questo "Greatest Hits" e' certamente uno dei piu' polari e venduti albums del suo genere, collezionando oltre 10 milioni di copie nei soli Stati Uniti e continuando a vendere ininterrottamente fino ed oltre il nuovo millennio, album antologico che raccoglie i brani piu' celebri del gruppo pubblicati perlopiu' su singolo, include il seguente materiale: Dream On ( Singolo 1/73), Same Old Song and Dance (Singolo 2/74), Sweet Emotion ( Singolo 5/75), Walk This Way ( Singolo 11/ 75), Last Child ( Singolo 8/76), Back in the Saddle ( Singolo 4/77) , Draw the Line (Singolo 12/77), Kings and Queens, Singolo 3/78) Come Together ( Live Bootleg 1/69) , Remember (Walking in the Sand) (2/80).
Euro
25,00
codice 3025923
scheda
Aiazzi / maroccolo (litfiba)    mephisto ballad
lp [edizione] nuovo  stereo  ita  2021  Contempo 
punk new wave
copertina senza barcode, busta plastificata esterna con adesivo di presentazione, inner sleeve ed inserto fotografici, etichetta nera con logo e scritte bianche. Pubblicato nel febbraio del 2021, questo album vede nuovamente all' opera insieme i due membri fondatori dei Litfiba Antonio Aiazzi e Gianni Maroccolo (rispettivamente tastierista e bassista della band fiorentina). L' album parte dalla rievocazione della Mephistofesta, svoltasi nel carnevale del 1982 a Firenze, in cui Bruno Casini e i Litfiba crearono una estemporanea performance tra musica e teatro, e non a caso e' aperto da una lunghissima ed atmosferica versione di oltre 16 minuti di "EFS Quarantaquattro", tra i brani eseguiti in quell' occasione e inclusa nello stesso anno nel primo ep dei Litfiba, procedendo poi con nuove scarne e dilatate composizioni create dai due musicisti, con il piano di Aiazzi molto in evidenza, atmofere dark e decadenti, alcuni versi scritti e recitati da Giancarlo Cauteruccio, regista con cui i Litfiba collaborarono ai tempi dell' insonorizzazione dello spettacolo "Eneide", ed ispirati al Faust di Goethe. Tra i possibili punti di riferimento, certo Philip Glass ed i Tuxedomoon piu' rarefatti. Dopo la militanza nei Litfiba, e le molte colonne sonore per cinema e teatro composte come membro dei Beau Geste, Aiazzi ha dato inizio con "Linea Gialla" del 2017 alla sua discografia solista con un lavoro in cui si incontrano elettronica da ascolto e musica concreta, suoni di musica e suoni e rumori dell'ambiente contemporaneo in cui viviamo, che si integrano in una suadente sintesi. Gianni Maroccolo è un bassista e produttore italiano, cofondatore e membro storico dei Litfiba, poi collaboratore degli ultimi CCCP e cofondatore dei CSI, solo per citare alcuni dei principali progetti che lo hanno visto coinvolto; importantissimo è anche il suo contributo alla scena musicale come produttore, e intensa negli anni 2000 l' attivita' solista.
Euro
27,00
codice 2100199
scheda
Alabama shakes    Sound & colour
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2015  ato 
indie 2000
Copertina apribile completa di coupon per il download digitale ed inner sleeves, adesivo sul cellophane, etichette nere con scritte bianche, vinile 180 grammi, doppio Lp 'etched' (inciso solo su 3 lati) . Pubblicato nell'aprile 2015, dopo il debutto dell'aprile 2012, "Boys & girls", il secondo album per la band americana. Guidati dalla potente voce della cantante Brittany Howard, il gruppo esprime sempre un soul accattivante, miscela di southern e rhythm blues sulla scia del successo dell'esordio; "Sound & color" amplia le coordinate di riferimento, aprendo a sonorita' meno fedeli alle radici: il frequente uso del falsetto da parte della Howard porta alla mente Prince, mentre si sente l'alchimia sonora del lavoro del produttore, Blake Mills, con suoni dettagliati, intricati, molto piu' curati rispetto alle sonorita' grezze dell'esordio. Un rock contaminato dalla musica black, con cui questa giovane band si evolve con uno stile piu' moderno. Band americana, proveniente da Athens, in Alabama, formata quando la cantante/chitarrista Brittany Howard e il bassista Zach Cockrell erano ancora all'high school. Dopo l'Ep eponimo, uscito nel 2011 e il tour di spalla ai Drive-By Truckers, la band ha guadagnato visibilita' e una serie di positivi consensi anche da artisti de calibro di Robert Plant, David Byrne, Jack White, Adele etc; il debutto full lenght,"Boys & girls", della primavera 2012, successo di critica e di vendite, esprime un sound che si fonda nella tradizione soul (Aretha Franklyn e Otis Redding) con elementi southern rock, ed ulteriori rimandi cha spaziano da Janis Joplin a Billie Holiday, da Kings of Leon a Duke & the King, dai Black Crowes ai Black Keys.
Euro
37,00
codice 2100312
scheda
Alessandroni alessandro / francesco de masi    Lesbo (180 gr. + bonus tracks)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  vinyl magic 
soundtracks
Ristampa del 2020, in vinile da 180 grammi, con copertina apribile esclusiva e ben sedici bonus tracks finora inedite su vinile, per un totale di ventiquattro brani (già pubblicati nella versione cd del 2010 su Beat Records) rispetto agli otto originariamente inseriti nel molto raro album uscito su CAM nel 1969, nel quale erano inseriti sulla prima facciata, mentre sulla seconda trovarono spazio altre nove tracce tratte dalla colonna sonora di un altro film, "L'amore questo sconosciuto", anch'esso del 1969. "Lesbo" è un oscuro ed insolito film erotico italiano diretto da Eduardo Mulargia, regista legato al western ed alle commedie sentimentali; le musiche furono composte da due talentuosi autori come Francesco De Masi ed Alessandro Alessandroni, i quali elaborarono una ricca sonorizzazione che spaziava, all'interno di atmosfere mediterranee, dolcemente cullanti ed elegantemente sensuali, fra avvolgenti episodi orchestrali di archi e fiati, brani più sbarazzini di jazz lounge e qualche pezzo dai forti richiami al folk greco. Questa la scaletta: Side A: 1.Qualsiasi cosa 2.L'isola dell'amore 3.Lesbo - Seq. 3 4.A mezza luce 5.Sesso in controluce 6.Lesbo - Seq. 8 7.Lesbo - Seq. 10 8.Lesbo - Seq. 11 9.Lesbo - Seq. 12 10.Lesbo - Seq. 13 11.Crepuscolo sul mare Side B: 12.Lesbo - Seq. 17 13.Lesbo - Seq. 19 14.Drammatica rinuncia 15.Sirtaki di Lesbo 16.Lesbo - Seq. 23 17.Lesbo - Seq. 24 18.Con te per sempre 19.Lesbo - Seq. 29 20.Lesbo - Seq. 30 21.Lesbo - Seq. 34 22.Lesbo - Seq. 35 23.Lesbo - Seq. 36 24.L'isola dell'amore. Il compositore romano Francesco De Masi (1930-2005) e' stato uno dei piu' importanti autori di colonne sonore per il filone cinematografico dello spaghetti western, capace di elaborare un proprio stile personale che non fosse derivativo da quello di mostri sacri come Ennio Morricone. Alessandro Alessandroni (1925-2017) è un dotato cantante e soprattutto fischiatore, oltreché chitarrista, che ha lavorato insieme ai suoi Cantori Moderni in numerose colonne sonore, fra le quali quelle degli spaghetti western di Sergio Leone musicati da Ennio Morricone, in cui si ricordano gli indimenticabili motivi da lui fischiettati. Alessandroni, insieme al suo gruppo vocale i Cantori Moderni, ha anche cantato in album di vari musicisti, al di là delle colonne sonore, fra cui ''Non al denaro, non all'amore né al cielo'' di Fabrizio De André, ed è ormai conosciuto e stimato a livello internazionale.
Euro
30,00
codice 3026008
scheda
Allman brothers band    Eat a peach (180 g)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  mercury / universal 
rock 60-70
doppio album in vinile 180 grammi, ristampa del 2016, rimasterizzata, copertina apribile pressoche' identica alla prima tiratura, corredata di inserto come la stampa originale. Il doppio album pubblicato dalla Capricorn in Usa nel febbraio del 1972 dopo ''At fillmore east'' e prima di ''Brothers and sisters'', giunto al numero 4 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk. il quarto album, il terzo in studio (sebbene in parte registrato dal vivo). Il doppio album pubblicato dalla Capricorn in Usa nel febbraio del 1972 dopo ''At fillmore east'' e prima di ''Brothers and sisters'', giunto al numero 4 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk. Il quarto album, il terzo in studio (sebbene in parte registrato dal vivo). Pubblicato come tributo per la morte di Duane Allman, avvenuta in un incidente motociclistico il 29 Ottobre 1971, include brani registrati al Fillmore East non inclusi nel live di un anno prima e nuovi pezzi registrati in studio, tre con ancora Duane in formazione. Il lavoro si apre ponendo l'accento sul materiale piu' sognante, con episodi tersi e malinconici quali "Melissa", in diretto contrasto con i monumentali brani live che dominano le registrazioni in concerto; il suono del gruppo giunge all'apice nelle riletture di "One Way Out" e "Trouble No More", che ridefiniscono l'intero blues-rock americano, mentre l'immane talento di Duane puo' essere percepito in "Mountain Jam", una jam session della durata di oltre 20 minuti. Il materiale coglie la band nel suo momento piu' magico e creativo, con le acustiche di "Little Martha" che chiudono il disco a mo' di tributo al chitarrista scomparso. Un album che documenta inequivocabilmente l'enorme importanza della musica dei frateli Allman e l'influenza incommensurabile che questa avra' sulla musica americana del futuro.
Euro
33,00
codice 3025965
scheda
Alphataurus    alphataurus
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1973  ams 
rock 60-70
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura pubblicata in Italia nel 1973 su Magma, vinile pesante, copertina lucida apribile in tre, etichetta grigia custom. Gli Alphataurus furono uno dei migliori gruppi progressive Italiani degli anni '70, il loro stile e' simile agli Emerson, Lake and Palmer, Van der Graaf Generator o King Crimson del periodo 1969-1971, ma con una groove tipicamente mediterranea, musicalmente il disco vede partiture tra musica da camera, Jazz, Heavy progressive, la voce del cantante, Michele Bovaro, si puo' paragonare a quella di David Byron degli Uriah Heep per lo stile e la potenza, senza le caratterizzazioni heavy metal dell'Inglese. Dei 5 brani dell'album tre sono lunghi oltre 9 minuti, tra di esse spicca '"eccato d'orgoglio'', di oltre 11 minuti. Il gruppo fu vittima della poca visibilita' e dell'assenza di promozione e si sciolse durante le registrazioni del secondo album nel 1974, poi pubblicato postumo nel 1993 in CD con il titolo ''Dentro l'uragano''.
Euro
27,00
codice 2100313
scheda
American music club    United kingdom
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1989  demon 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
prima stampa realizzata in esclusiva dall' etichetta Inglese Demon, copertina lucida fronte retro con barcode, label in grigio e bianco a puntini con bordo rosso, scritte nere e e logo Demon in bianco e rosso in alto, catalogo FIEND151. Pubblicato nell'ottobre del 1989 dalla Demon in Gran Bretagna, non uscito negli USA, ''United Kingdom'' e' il quarto album degli AMC, uscito dopo ''California'' (1988) e prima di ''Everclear'' (1991). ''United Kingdom'', che contiene tre brani registrati dal vivo, vede il gruppo di Mark Eitzel instradarsi verso un percorso musicale piu' rarefatto ed atmosferico rispetto agli esordi: il lato piu' potente e rock della loro musica viene qui messo da parte, a vantaggio di quello piu' introspettivo ed avvolgente, attraverso brani soffusi e cinematici, ma anche sparse ballate acustiche e semi-acustiche, senza rinunciare al proverbiale eclettismo di marca AMC. Squarci lisergici si fanno addirittura strada fra i solchi nel brano di apertura ''Here they roll down''. Mark Eitzel, gia' punk con Cowboys e Naked Skinnies, autentico personaggio di culto, puo' essere effettivamente considerato uno dei piu' grandi songwriter della sua epoca, influentissimo sulla musica dei '90 ed oltre, con le sue canzoni impregnate di struggente lirismo, ora delicate ed intimiste ora capaci di farsi acidamente chitarristiche, con rimandi alla psichedelia westcoastiana piu' acida. Eitzel formo' gli American Music Club nel 1983 a Burbank in California; il gruppo, pur restando in linea di massima relegato a fenomeno di culto, ottenne fra la meta' degli anni '80 e quella del decennio successivo un notevole riscontro di critica, grazie ad uno stile eclettico ma al tempo stesso particolare, in cui si fondevano rock, folk, country e punk in un'atmosfera suadente ma anche oscura, che per molti prelude allo slowcore.
Euro
32,00
codice 248358
scheda
lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2019  International Anthem 
jazz
Doppio album in vinile 140 grammi, pressato nei prestigiosi stabilimenti tedeschi Pallas, copertina apribile senza codice a barre e con tasche interne di colore nero, completa di fascia obi con note di presentazione, label oro con scritte marroncine, catalogo IMRC0037. Pubblicato dalla International Anthem nell'ottobre del 2020 in cd e nel marzo del 2021 in vinile, il primo album dal vivo di Angel Bat Dawid, registrato con Tha Brothahood, dopo il suo primo lp in studio solista "The oracle" (2019). Registrato dal vivo, in gran parte il primo novembre del 2019 alla Haus der Berliner Festspiele di Berlino, durante il festival JazzFest, l'album vede la cantante afroamericana accompagnata dal suo gruppo di supporto, Tha Brothahood, che include Deacon Otis Cooke, Viktor Le Givens, Xristian Espinoza, Norman W. Long, Dr. Adam Zanolini ed Asher Simiso Gamedze. La performance del gruppo e della cantante è considerata da lei stessa una delle migliori in assoluto, nonostante una residenza tutt'altro che piacevole nella capitale tedesca: un intreccio fra blues postmoderno, jazz sperimentale fra spiritualità ed astrattismi free urticanti, cantato femminile che richiama la grande Nina Simone, profondo e dolente, ma anche capace di farsi frenetico, sperimentale e graffiante, e che riflette le sofferenze patite dagli afroamericani di ieri e di oggi. Questa la scaletta, che include, fra i molti originali, anche interpretazioni di due brani di Sun Ra ed uno della poetessa afroamericana Margaret T. Burroughs: "Enlightenment", "Destination", "Capetown", "Black family", "What shall I tell my children who are black", "London", "We hearby declare the african look", "We are starzz", "Viktorious return", "Tha wicked shall not prevail", "Melo deez from heab'n", "Dr. Wattz n'em", "Hell". Angel Bat Dawid, al secolo Angel Elmore, è una cantante, compositrice e clarinettista afroamericana di Chicago, che nella sua arte sposa poesia, jazz sperimentale e spirituale, ed una forte attenzione su problematiche come il razzismo e la condizione degli americani di colore; nella sua musica sembrano confluire le influenze di grandi del passato come Nina Simone e John Coltrane, così come quelle di figure letterarie e musicali espresse dalla cultura afroamericana della seconda metà del '900, sia con la poesia che con lo spiritual jazz ed il free. Esordisce su disco nel 2019 con "The oracle".
Euro
37,00
codice 3025985
scheda
Arcade fire    funeral
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2004  rough trade/merge 
indie 2000
Copertina ruvida apribile con fregio argentato in rilievo, piccolo inserto apribile con foto e testi, etichette custom beige e blu. Pubblicato dalla Merge nel Settembre del 2004. L'album di debutto del gruppo di Montreal, Canada, guidato dalla coppia Win Butler-Regine Chassagne, uscito prima di "Neon Bible", disco segnato dalla concomitanza, per alcuni membri della band, di diversi lutti familiari, portera' il gruppo ad ottenere un ampio consenso di critica e pubblico e a condividere le scene con personaggi del calibro di David Bowie, U2. La musica degli Arcade Fire e' un indie-rock con influenze post punk, intenso ed autunnale, contraddistinto da un pathos pervaso di romanticismo e da un suono pieno ed energico, con pianoforte e chitarre distorte in evidenza. Riferimenti a Interpol, Cure, Pixies, Broken Social Scene, Strokes.
Euro
25,00
codice 2100288
scheda
Area (Arms Of Someone New, Moon seven times)    Fragments of the morning (white vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1990  c'est la mort 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima rara stampa USA, vinile bianco, copertina in cartoncino neutro nero, con sagomatura al centro ed adesivo con informazioni sul disco applicato sul fronte, label bianca con scritte nere su di una facciata e con foto in bianco e nero e scritta ''area'' in nero sull'altra, catalogo CLM031. Pubblicato nel 1990 dalla C'Est La Mort, il quinto (considerando anche il primo, uscito su cassetta) ed ultimo album, uscito dopo ''Between purple and pink'' (1989). Il gruppo americano e' qui artefice di un delicato ed essenziale sound tra influssi post punk ed indie pop dai toni sognanti, attraverso brani melodici e ''minimal'', scanditi da ritmi lenti, che rimandano sia a molti gruppi britannici della 4AD come ai primi frutti del progetto newyorchese Ultra Vivid Scene. Gruppo di Champaign, Illinois, attivo dal 1985, questo progetto capeggiato dalla cantante Lynn Canfield e dal chitarrista Henry Frayne, poi entrambi nei Moon Seven Times prima di separarsi (la prima negli Shotgun Wedding e poi solista, il secondo nei Lanterna), e dal tastierista Steve Jones, gia' negli Arms Of Someone New, era all'insegna di una musica tra post punk dalle chiare influenze inglesi (gli amanti della 4AD sono avvisati) ed un approccio vicino a quello di certi gruppi della scena "trance" di Los Angeles. Magnifica la voce delicata ed eterea di Kynn, su una musica essenziale e malinconica. Pubblicarono cinque lp prima di sciogliersi all'inizio degli anni '90.
Euro
28,00
codice 315860
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1988  c'est la mort 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
L' originale stampa americana, copertina lucida, senza barcode, etichetta crema con logo in basso bianco e verde scuro, catalogo CLM/LP006, vinile che se posto in controluce. Pubblicato nel 1988 (dalla C'est La Mort in Usa, dalla Third Mind in Uk, il terzo album, dopo "White Canvas New Hope", pubblicato solo su cassetta nel 1986, e "Radio Caroline" del 1987, e prima di "Between Purple And Pink" del 1989. Gruppo di Champaign, Illinois, attivo dal 1985, questo progetto capeggiato dalla cantante Lynn Canfield e da Henry Frayne, poi entrambi nei Moon Seven Times prima di separarsi (la prima sara' negli Shotgun Wedding e poi solista, il secondo nei Lanterna), e dal tastierista Steve Jones, gia' negli Arms Of Someone New, era all'insegna di una musica delicatamente malinconica tra post punk dalle chiare influenze inglesi (gli amanti della 4AD sono avvisati) ed un approccio vicino a quello di certi gruppi della scena "trance" di Los Angeles. Magnifica la voce delicata ed eterea di Kynn, su una musica essenziale e malinconica. Molto bella, su questo album, "With Louise", cosi' come l' eterea "Vigilant". Pubblicarono cinque lp prima di sciogliersi all'inizio degli anni '90.
Euro
25,00
codice 248357
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1987  office records 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
L' originale molto rara stampa americana, copertina cartonata senza barcode, etichetta crema con scritte nere, catalogo FIL-101 inciso sul trail off. Pubblicato nel 1987 in USa dalla Office Records, il secondo album, dopo "White Canvas New Hope", pubblicato solo su cassetta nel 1986, e prima di ""Radio Caroline" del 1987, e prima di "The Perfect Dream" del 1988. Gruppo di Champaign, Illinois, attivo dal 1985, questo progetto capeggiato dalla cantante Lynn Canfield e da Henry Frayne, poi entrambi nei Moon Seven Times prima di separarsi (la prima sara' negli Shotgun Wedding e poi solista, il secondo nei Lanterna), e dal tastierista Steve Jones, gia' negli Arms Of Someone New, era all'insegna di una musica delicatamente malinconica tra post punk dalle chiare influenze inglesi (gli amanti della 4AD sono avvisati) ed un approccio vicino a quello di certi gruppi della scena "trance" di Los Angeles. Magnifica la voce delicata ed eterea di Kynn, su una musica essenziale e malinconica. Piu' scarno ed essenziale dei lavori successivi del gruppo, questo resta per molti il loro capolavoro. Pubblicarono cinque lp prima di sciogliersi all'inizio degli anni '90.
Euro
45,00
codice 248359
scheda
Astaron    astaron (+booklet)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1987  sealed 
punk new wave
Copertina senza codice a barre, inner sleeve con foto, libretto di dodici pagine con foto, testi e crediti. Ristampa del 2020 ad opera della Sealed, pressoché identica alla assai rara prima tiratura, pressata in soli 500 esemplari. Originariametne pubblicato sul finire del 1987 dalla Ton Um Ton in Austria, l'unico album delle Astaron, duo femminile di Vienna dedito sia alla musica che alla performance art, formato da Angie Morth (membro anche di Viele Bunte Autos) e Martina Aichorn ed attivo fra il 1984 ed il 1989. Ispirate dall'azionismo viennese, ma anche dall'originale art pop di Kate Bush e dall'iconoclasta post punk degli Einsturzende Neubauten, le Astaron esordirono con due cassette, "Das grauen aus dem all / As I start" (apparentemente uno split con l'enigmatica sigla Asstart, 1985) e "As time joins in / The slurring" (1986), quindi pubblicarono questo unico album e chiusero nel 1989 con un 12", "Lance the ensemble", la loro scarna discografia. Il loro eponimo album è un'affascinante sintesi fra sonorità minimal synth, atmosfere dark e spettrali, espresse con un sound minimale, ora secco e sincopato, ora più etereo ed avvolgente, ed un cantato a due voci che evoca l'idea di litanie funeree e di filastrocche dark, mai aggressivo ma percorso da una vena ad tempo sinistra e fiabesca, che in più di un brano fa pensare ad affinità con le voci femminili di certi gruppi della 4AD, ma con una inclinazione più oscura ed ombrosa.
Euro
25,00
codice 2100202
scheda
B-52's    whammy! (1st version)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1983  Warner Bros 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
la prima stampa americana, completa di inner sleeve con testi, etichetta custom con scritte lungo tutta la circonferenza, catalogo 1-23819, nella prima versione con il brano "Don't Worry", cover del brano di Yoko Ono "Don't Worry, Kyoko (Mummy's Only Looking For Her Hand in the Snow)", presto rimossa per volonta' di quest' ultima e sostituita da "Moon 83". Il quarto album della geniale band di Athens, Georgia; uscito nel maggio del 1983, il disco rappresenta un ritorno alla musica piu' essenzialmente pop dei primi lavori dopo il piu' celebrale "Mesopotamia", che tanto aveva risentito dell' influenza (peraltro benefica) di David Byrne, pur utilizzandone gli stessi suoni moderni in cui le tastiere hanno un peso notevolissimo, fermo restando il marchio di fabbrica della chitarra a tratti morriconiana di Ricky Wilson, che purtroppo morira' di AIDS il 12 ottobre del 1985 (questo resta l' ultimo disco pubblicato con la formazione originale del gruppo). Un disco ancora una volta piacevolissimo, gioiellino pop ancora ricco dei soliti riferimenti agli anni 50', il surf, la bubblegum music e la psichedelia, in una visione decisamente "modernista" e new wave; ne vennero tratti i singoli "Song for a future generation" e "Legal Tender", e l' album giunse al 29esimo posto in Usa ed al 33esimo in Uk. Rimessasi faticosamente in piedi la band dopo la morte di Wilson, dopo "Bouncing Off the Satellites" (1986) otterra' un incredibile successo a partire dalla fine del decennio.
Euro
24,00
codice 248421
scheda
Bad brains    rock for light
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1983  pvc 
punk new wave
Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura del 1983, con copertina senza codice a barre. Lo storico album d' esordio uscito nel marzo del 1983 su etichetta PVC negli USA (prodotto da Rick Ocasek dei Cars!!!) del gruppo di colore di Washington DC, dopo un demo registrato nel '79 (e poi pubblicato molti anni dopo come "Black Dots") ed una cassetta distribuita un paio di anni prima e poi stampata anche in vinile con il titolo "Bad Brains". La grandissima band era quindi gia' da anni autrice di una musica dall'altissimo potenziale corrosivo e di grande originalita', gia' le registrazioni del '79 contengono molti episodi che possono senza problemi definirsi "hardcore", caratterizzati da una velocita' e da quei continui cambi di ritmo che presto diverranno i canoni del genere ma che all' epoca erano ancora pressocche' inauditi; "Bad Brains" testimonia l' accresciuta maturita' della band, ormai perfettamente padrona dei propri mezzi, ma e' questo "Rock For Light" ad imprimere il loro nome nella storia del rock, disco di enorme bellezza ed originalita', che inanella una serie di brani al vetriolo di granitica durezza ma compositivamente complessi e sovente geniali (che dire di "Sailin' On"?), intervallati da un paio di magnifici episodi di puro reggae che hanno il necessario compito di allentare un po' la tensione di un disco mozzafiato (splendida "The Meek Shall Inherit The Earth"). Un classico non solo dell' hardcore, ma della musica degli ultimi 25 anni. Oltre due anni dopo "I Against I" avrebbe rivelato una evoluzione nella musica del gruppo forse preannunciata da una manciata di brani di questo "Rock For Light", ma che lascio' spiazzati molti, verso territori contaminati dall' hard rock, in brani piu' lunghi ed articolati; il tempo rivelera' anche quell' album come uno dei piu' influenti della sua epoca. Poi, negli anni a venire, ancora vari dischi, di livello altalenante, tra scioglimenti e ricostituzioni.
Euro
19,00
codice 2100260
scheda
Banco del mutuo soccorso    come in un' ultima cena (ltd red)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  vinyl magic / btf / manticore / universal 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi, edizione limitata in vinile rosso trasparente, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Italia su Manticore. Pubblicato in Italia nel maggio del 1976 dopo ''Garofano rosso'' e prima di ''Di Terra'', il Quinto album. Lavoro pubblicato nello stesso anno del precedente, "Come in un' ultima cena", ispirato, appunto, al tema biblico dell' Ultima Cena, fu l' ultimo lavoro del gruppo caratterizzato da accentuate influenze classicheggianti, e conteneva alcuni ottimi brani come "Il ragno" e "Quando la buona gente dice". Anche quest' album fu realizzato in inglese, col titolo ''As in a last supper'', e venne presentato live in una leggendaria tournee in cui i musicisti si esibivano con l' accompagnamento di danzatori. E' l' ultimo capitolo del periodo d'oro della band Romana, quello piu' vicino al progressive di stampo anglosassone.
Euro
27,00
codice 2100366
scheda
Barracudas    Live 1983
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1983  coyote 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale rara stampa, pressata in Francia dalla Coyote, copertina neutra bianca, con artwork applicato tramite inserto non incollato, in carta in bianco e nero, label custom fotografica in bianco e nero, catalogo COR021, marchio SACEM riquadrato in alto. Pubblicato nell'ottobre del 1983 dalla Coyote, fra il secondo album in studio ''Mean time'' (1983) ed il terzo ''Endeavour to persevere'' (1984), questo album dal vivo presenta registrazioni effettuate nel 1983, in locazioni non specificate, da parte del gruppo inglese, che qui da' prova di un vibrante intreccio fra garage e suggestioni paisley underground, attraverso i seguenti brani, fra cui spiccano non poche cover di classici degli anni '60 americani: ''Inside mind'', ''You've come a long way'', ''Violent times'', ''Codeine'', ''Fortunate son'', ''Middle class blues'', ''Hour of degradation'', ''Seven+seven is'', ''Miracle worker'', ''You're gonna miss me''. Piu' che discreta la qualita' sonora. Una delle prime bands negli anni '80 (ed una delle poche in Inghilterra) ad operare un recupero, all' inizio "filologico" e via via piu' personale, della musica del '60, tra garage, surf, folk rock e psichedelia, riuscendo a catturare l' attenzione di un folto pubblico di culto e ad influenzare non poco la nascente scena neo garage degli anni '80 e, con il secondo album "Meantime", anche certo paisley underground. Il gruppo si sciolse poco dopo, Gluck e Dickson formarono i Civilisation Machine, poi il primo continuo' come solista (oltre che autore di riuscite collaborazioni con l' ex Swell Maps Nikki Sudden, tra gli altri), ed il secondo torno' in australia dove sara' tra gli altri con i New Christs (e recentemente nei riformati Radio Birdman); Chris Wilson continuera' per conto proprio; Robin Wills riorganizzera' alla fine del decennio con Gluck un ritorno sulle scene del gruppo.
Euro
28,00
codice 248446
scheda
Basinski william    Lamentations (ltd merlot vinyl)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2020  temporary residence 
classica cont.
Doppio album, edizione limitata di 500 copie in vinile colorato rosso "merlot", copertina cartonata apribile, codice a barre stampato 656605334318, codice a barre sull' adesivo posto sul cellophane, sul retro, 656605334356. La riedizione del 2021, pressoché identica alla prima tiratura dell'anno precedente (quando uscì sia in versione regolare in vinile nero che in una edizione limitata in vinile color bronzo/perlato). Originariamente pubblicato nel novembre del 2020 dalla Temporary Residence, il nuovo album di Basinski esce dopo "On time out of time" (2019). "Lamentations" è stato costruito con l'impiego di loops di nastri ed altre creazioni provenienti dagli archivi del musicista americano; una mole di materia prima che copre quarant'anni di attività musicale, a partire dal 1979, e che è stata plasmata in questa opera in affascinanti e desolate melodie dai richiami ambient e minimalisti, basate principalmente sulla manipolazione di loops. Una musica contemplativa, a tratti spettrale, a tratti carica di una gentile ma struggente malinconia, in cui le note ondeggiano ed avvolgono lentamente. William Basinski e' un compositore e musicista che ha lavorato nell'ambito della scena musicale sperimentale di New York sin dagli anni '80 e che si ispira ai minimalisti quali Steve Reich e Brian Eno, usando la tecnica dei tape loops e sviluppando uno stile malinconico e meditativo. La sua opera piu' conosciuta rimane probabilmente la monumentale serie ''Disintegration loops'', pubblicata fra il 2002 ed il 2003.
Euro
35,00
codice 3025988
scheda

Page: 1 of 16

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 16  ---»
Pag.: oggetti: