Hai cercato:  immessi ultimi 15 giorni --- Titoli trovati: : 306
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 13  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
4 Skins    The good the bad and the 4 skins (180 gr.)
lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1982  radiation deluxe 
punk new wave
ristampa in vinile 180 grammi, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in Inghilterra nel 1982 su Secret; pubblicato nell' aprile del 1982, dopo un paio di 7" (da cui vengono riprese l' anthem "One Low For Them", "Yesterdays Hearoes" e "Justice") e prima del secondo album "A Fistful Of... 4 Skins", giunto al primo posto delle classifiche indipendenti inglesi, il grande primo album della punk band inglese autrice di un incandescente punk rock attribuibile alla corrente "Oi", di cui il gruppo fu tra gli esponenti principali, senza mai davvero pero' sfociare nella furia hardcore di alcuni grupppi di quella scena ne' nella banalita' degli slogans fini a se stessi di altri, ed invece ispirandosi al miglior proto punk detroitiano di Stooges ed Mc5, cosa particolarmente evidente nella seconda facciata del disco, registrata dal vivo, e che i recensori dell' epoca paragonarono a "Kick out the jams!" degli MC5 (!!!). "One law for them" e' un vero e proprio inno, sempre straordinario.
Euro
22,00
codice 3025446
scheda
5th dimension    love's lines, angles and rhymes
lp [edizione] originale  stereo  usa  1971  bell 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good soul funky disco
la prima stampa americana, copertina apribile con parte sagomata a forma di 5 (con lievi segni di invecchiamento se non per uno strappetto di circa 5 cm nella parte sagomata, etichetta argento con scritte e logo neri, catalogo BELL6060. Pubblicato nel febbraio del 1971 dalla Bell, e giunto al 17esimo posto della classifica americana, questo e' il sesto album dei 5th Dimension, uscito dopo "Portrait" (1970) e prima di "Reflections" (1971). Il gruppo di Los Angeles, forse nel momento migliore della sua storia artistica, propone qui uno dei suoi migliori albums, come al solito tra soul, r'n'b, jazz e pop, con ricchi accompagnamenti di fiati e magistrali impasti vocali, vero marchio di fabbrica del gruppo di colore che aveva due donne in formazione, tra brani frizzanti e vivaci ed alcune belle e languide ballate come la title track; come gia' piu' volte in passato, qui ben due brani sono tratti dal repertorio di Laura Nyro, "Time and Love" e "He's a Runner", mentre a chiudere il disco e' addirittura una cover di "Every night", dal primo vero album solista di McCartney, uscito meno di un anno prima. I Fifth Dimension si formano a Los Angeles nel 1965, con il nome di Versatiles; l'anno successivo il gruppo viene notato da John Rivers che li mette sotto contratto con la sua etichetta Soul City, a patto che cambino nome e look: nascono quindi i 5th Dimension, gruppo vocale fra pop intrigante e soul composto da tre uomini e due donne. Il gruppo si avvale del talento compositivo di Jimmy Webb ed in seguito di Laura Nyro, che pennellano composizioni portate nelle zone alte delle classifiche dai 5th Dimension nella seconda meta' degli anni '60. La collaborazione con il gruppo sara' quindi un trampolino di lancio anche per Webb e la Nyro. Il loro singolo "Aquarius/Let the sunshine in" fu inserito fra le musiche utilizzate per le rappresentazioni del celeberrimo "Hair".
Euro
14,00
codice 247618
scheda
5th dimension    reflections (promo label!)
lp [edizione] promozionale  stereo  usa  1971  bell 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good soul funky disco
Prima stampa americana, nella RARA VERSIONE PROMOZIONALE CON ETICHETTA PROMOZIONALE BIANCA E ROSSA, copertina (con qualche segno di invecchiamento) cartonata, con adesivo promozionale sul retro, dell' album pubblicato dalla Bell nell' ottobre 1971, e giunto al numero 112 delle classifiche americane. Pubblicato dopo ils esto album "Love's Lines, Angles and Rhymes", ''Reflections'' e' una raccolta di brani risalenti al periodo dei primi albums (1967/69), quello in cui la band incideva per la Soul City, con undici brani, tra cui coinvolgenti interpretazioni di ''California soul'' e ''Carpet man'', oltre alla sorprendente cover soul/west coast di ''Sunshine of your love'' dei Cream e di ''Ticket to ride'' dei Beatles. Questa la scaletta dei brani: ''California soul'' (singolo tratto dall' album "Stoned Soul Picnic" del 1968), ''Let it be me'' (dall' album "The Age of Aquarius" del 1969), ''Sunshine of your love'' (dall' album "The Age of Aquarius" del 1969), ''Poor side of town'' (dall' album "Up, Up and Away" del 1967), ''Ticket to ride'' (dall' album "The Magic Garden" del 1967), ''Blowin' away'' (singolo tratto da album "The Age of Aquarius"), ''Workin' on a groovy thing'' (singolo tratto da "The Age of Aquarius"), ''Carpet man'' (singolo tratto da "The Magic Garden"), ''Those were the days'' (da "The Age of Aquarius"), ''It'll never be the same again'' (da "Stoned Soul Picnic"), ''California my way'' (da "Up, Up and Away"). I Fifth Dimension si formano a Los Angeles nel 1965, con il nome di Versatiles; l'anno successivo il gruppo viene notato da John Rivers che li mette sotto contratto con la sua etichetta Soul City, a patto che cambino nome e look: nascono quindi i 5th Dimension, gruppo vocale fra pop intrigante e soul composto da tre uomini e due donne. Il gruppo si avvale del talento compositivo di Jimmy Webb ed in seguito di Laura Nyro, che pennellano composizioni portate nelle zone alte delle classifiche dai 5th Dimension nella seconda meta' degli anni '60. La collaborazione con il gruppo sara' quindi un trampolino di lancio anche per Webb e la Nyro. Il loro singolo "Aquarius/Let the sunshine in" fu inserito fra le musiche utilizzate per le rappresentazioni del celeberrimo "Hair".
Euro
23,00
codice 209299
scheda
Aa.vv. (diaframma, litfiba...)    body section
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1983  spittle 
punk new wave
ristampa in edizione limitata di 300 copie, pressocche' identica alla prima molto rara tiratura uscita originariamente su etichetta Electic Eye nel 1983, corredata di inner sleeve. Inserito dallo staff della rivista musicale Rumore tra i 50 dischi piu' importanti nella storia della new wave italiana, uno dei primi e fondamentali documenti del post punk del nostro paese, ideale seguito della raccolta "Gathered" che un anno prima la rivista Rockerilla aveva pubblicato sempre tramite la Electric Eye, ma capace di testimoniare una esponenziale crescita del "Movimento" attraverso 10 brani altrimenti inediti, appositamente realizzati per questa pubblicazione da altrettante bands selezionate tra quanto di meglio l' underground italico avesse proposto all' attenzione dei critici della all' epoca giovane rivista. L' album e' diviso tra una "Blue Section" che occupa il lato A, piu' morbidamente atmosferica, ed una "Pink Section", piu' rock e sperimentale, che occupa il lato B, e si segnala per la presenza di molte bands che si sarebbero rivelate fondamentali nell' ambito del nostro panorama negli anni a venire, oltre ad alcune piccole gemme da parte di bands dimenticate. Aprono i MODO con "Eyes in the Mirror", vagamente jazzata, con una interessante alternanza di vice maschile e femminile; i MONUMENTS con la bella "Wonderful Woman" propongono una versione piu' oscura e claustrofobica dei primi Soft Cell; suggestiva la malinconica e stranita "A Gift of Tears" dei JEUNESSE D'IVOIRE, aggressiva e claustrofobica "Vanity Fair" dei bravissimi FRIGIDAIRE TANGO, tra punk-funk ed atmosfere dark; i KIRLIAN CAMERA chiudono la prima side con la rarefatta ed oscura "Dreamtime Comes", veri e propri "veterani" della scena con gia' un 12" realizzato nel 1981 (nello stesso 1983 pubblicarono il primo album "It Doesn't Matter, Now", ed un altro 12"). La "Pink Section" sezione si apre con le 2 band fiorentine che per tutti gli anni '80 resteranno le piu' seguite ed amate di tutto il nuovo rock italiano: i LITFIBA, che gia' avevano pubblicato un anno prima il primo ep "Guerra", e nel 1983 pubblicarono anche il 7" "La Luna", sono presenti con uno dei brani piu' belli della loro discografia, la splendidamente atmosferica ed ipnotica "Transea" (poi riedita anni dopo in una versione pero' diversa); anche i DIAFRAMMA avevano gia' pubblicato del materiale, il 7" "Pioggia" ed uno split single con i concittadini Pankow, e qui, nello stesso anno in cui sarebbe uscito anche lo storico 12" Altrove", ci regalano l' oscura "Specchi D' Accqua", legata a doppio filo a certo post punk inglese dalle tinte dark, brano poi inserito nel loro primo album "Siberia", in versione divera; assai interessante e' "Fear" dei VOX REI, quasi dark punk, grezza ed aggressiva; "Dopo Hiedegger" dei Die Form testimonia al meglio l' attitudine caustica e sperimentale di questo progetto che sara' fertile di idee; infine "Danke Mami!" dei RINF pare riprendere certi esperimenti dei primi Gaznevada, tra punk, funk, elettronica e sperimentazione. Una testimonianza imperdibile, di notevole valore artistico oltretutto.
Euro
15,00
codice 2097905
scheda
Aa.vv. (reggae)    Love is all i bring - reggae hits and rarities by the queens of trojan
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  trojan 
reggae
doppio album in vinile pesante, copertina apribile, label bianca e marrone chiara con scritte nere e logo Trojan in alto, catalogo TJDLP576. Pubblicata nell'ottobre del 2019 dalla Trojan, questa splendida antologia compila hits e rarità tratte da dischi degli anni '70 e '80 di grandissime interpreti della musica reggae legate alla storica etichetta londinese, fondamentale in quei decenni per la diffusione della musica originata dalla cultura giamaicana. La raccolta vuole evidenziare l'opera ed i talenti del reggae al femminile, spesso passato in secondo piano rispetto ai protagonisti maschili di questo genere, e fornisce una interessante panoramica sul ricco mondo delle cantanti reggae. Questa la scaletta: Uptown Top Ranking – Althea & Donna; Hurt So Good - Susan Cadogan; Girlie Girlie – Sophia George; I Shall Sing - Judy Mowatt; Steppin' Out Of Babylon – Marcia Griffiths; Lovin You - Janet Kay & The Kaylets; I'm Still In Love With You – Marcia Aitken; Angel Of The Morning - Joya Landis; Perfidia - Phyllis Dillon; Spell – Sylvia Tella; Barb Wire - Nora Dean; Honey Hush – Mille Small; Love Was All I Had – Phyllis Dillon; Back Wey – Faye Bennett; Good Woman - Lorna Bennett; Come With Me – Sonya Spence; Sensi For Sale – Sandra Robinson; Downtown Thing – Althea; Give You And Get – Marcia Griffiths; I Let You Go – Dawn Penn; Dynamic – Paula Clarke; If - Susan Cadogan; My Willow Tree – Hortense Ellis; Back In My Arms Again – Doreen Shaeffer.
Euro
30,00
codice 2097743
scheda
Aa.vv. (soul, r'n'b)    New breed r&b
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1960  kent 
soul funky disco
Label marrone, più chiata su di una facciata e più scura sull'altra, logo Kent bianco e marrone in alto, catalogo KENT509. Pubblicata nel 2018 dalla Kent, questa è un'antologia vinilica che condensa quattordici dei migliori brani compilati nella serie di raccolte "New breed r&b", edite solo in cd dalla stessa casa discografica a partire dal 2001. Le antologie di questa serie pescavano principalmente negli archivi di due storiche etichette americane, la King e la stessa Kent, nella sua prima incarnazione, prima di essere acquisita dalla inglese Ace. Ascoltiamo in questo lp rarissime perle di soul e r'n'b come "Burnt toast and black coffee" di Mike Pedicin, il cui singolo (1961) passa di mano ormai per somme sui mille dollari, la splendida ed a lungo inedita "Oh baby don't you weep" nella interpretazione di Luther Ingram, l'energica e graffiante "I idolize you" interpretata dagli Charmaines, scritta da Ike Turner, singolo che sarebbe dovuto uscire nel 1964 ma che fu cancellato, accanto ad altri episodi tratti da rari singoli ma anche da nastri rimasti inediti fino all'inizio del XXI secolo. Questa la scaletta: Luther Ingram, "Oh baby don't you weep" (inedito fino al 2008); Austin Taylor, "Why o why" (singolo, 1964); Johnny Guitar Watson, "I say, I love you" (singolo, 1964); B.B. King, "Long gone baby" (singolo, 1967); Mike Pedicin, "Burnt toast and black coffee" (singolo, 1961); Prince Conley, "Hard times (every dog's got his day)" (inedito fino al 1995); Johnny Gosey, "Double locks" (inedito fino al 2012); The Charmaines, "I idolize you" (singolo del 1964, cancellato all'epoca, edito poi nel 2006); Gladys Bruce, "I've got a feeling for you baby" (inedito fino al 2008); Babara Perry, "A man is a mean thing" (inedito fino al 2008); Phillips Sisters, "Where did you stay last night" (singolo, 1964); Bobby Mitchell, "Well, I done got over it" (singolo, 1960); Sterling Magee, "You're supreme" (inedito fino al 2012); Albert Washington & the Kings, "I'm the man" (singolo, 1968).
Euro
28,00
codice 3513279
scheda
Alice    capo nord
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  ita  1980  EMI 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good cantautori
seconda stampa italiana, copertina (con lievi segni di invecchiamento) senza barcode, etichetta crema con logo Emi in basso, inner sleeve con testi, catalogo 3C064-18489, data sul trail off delle due facciate: "15-5-80" e "24-4-80". Uscito nel 1980, prima di "Alice", il primo album pubblicato a nome semplicemente "Alice", gia' autrice di vari albums come Carla Bissi prima e come Alice Visconti dopo. E' davvero una svolta nella storia artistica della splendida e bravissima cantante di Forli'. Da Wikipedia: "L'album Capo Nord segna l'approdo di Alice (che abbandona il cognome Visconti, onde evitare di essere erroneamente apparentata all'omonimo regista Luchino) alla EMI, dopo un lungo periodo non troppo felice discograficamente, e segna anche l'inizio della famosa collaborazione con Franco Battiato". Il cantautore siciliano co-scrive un brano, "Guerriglia Urbana", e si occupa in collaborazione con Giusto Pio (che da parte sua collabora anche alla composizione di vari episodi) degli arrangiamenti del disco, che e' indeciso tra vecchio e nuovo, ma discontinuo nella ispirazione che lo anima e nella veste che viene data ai brani, ma si segnala come una delle uscite piu' interessanti della scena musicale italiana dell' epoca, per una manciata di episodi particolarmente innovativi e riusciti, tra cui certo la nota e davvero memorabile "Il Vento Caldo Dell' Estate", che fu il primo vero successo dell' artista.
Euro
18,00
codice 247665
scheda
Alice in chains    Facelift
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1990  columbia 
indie 90
Ristampa con i brani distribuiti in doppio vinile (l'originale era singolo) coupon per download, rimasterizzato. Pubblicato in Usa nell'agosto del 1990 prima di '' Dirt'', non entrato nelle classifiche Uk e giunto al numero 42 di quelle Usa dove usci' nel marzo dello stesso anno. Il Primo album. Il debuto degli Alice In Chains venne pubblicato nello stesso anno di Louder Than Love dei Soundgarden e circa un anno prima di Nevermind dei Nirvana, nel momento immediatamente precedente a quello in cui la scena di Seattle usciva dall'anonimato e diveniva fenomeno planetario, anche se la vera svolta commerciale per il gruppo avvenne quando MTV propose in rotazione il video di "Man in the Box," ovvero quando il grunge esplose, alla fine del 1991. Lavoro che si basa sulla lezione dei Black Sabbath e degli Stooges ma con un suono che trova pochi paragoni nella scena di Seattle , gli Alice in Chains rappresentano qui la parte piu' vicina al metal dell'intero movimento grunge , i brani sono lenti e oppressivi, oscuri e con un senso della melodia vicino all' hard rock , con una groove turgida e poderosa, Facelift e' tutt'ora considerato dalla critica Americana come uno dei piu' importanti lavori sia in ambito grunge che in quello dell' alternative rock , e' stato inoltre uno dei pochi episodi del decennio ad avvicinare all' Indie '' il pubblico hard rock ed heavy metal , caratteristica che lo ha reso con il tempo disco di platino, in ultima analisi Facelift e' il primo disco (e di conseguenza gli Alice In Chains la prima band di Seattle), a raggiungere un pubblico non esclusivamente Underground.
Euro
29,00
codice 2097938
scheda
Alice in chains    Sap (rsd 2020)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  sony 
indie 90
edizione limitata uscita in occasione del RECORD STORE DAY 2020 di novembre, in 8500 copie, coupon per download, rimasterizzato e con la facciata b scolpita (etched) con il logo degli AIC. Per la prima volta in vinile in questa versione staccata dal mini "jar of flies", cinque brani ''Brother'', ''Got me wrong'', ''Right turn'', ''Am I inside'' e ''Love song''. pubblicato il 4 febbraio 1992 dalla Columbia Records, "Got Me Wrong", inclusa nella colonna sonora di Clerks - Commessi del 1994 fu uno dei successi del gruppo. Collabora Ann Wilson degli Heart ai cori, così come Mark Arm dei Mudhoney e Chris Cornell dei Soundgarden. Il primo lavoro dove Cantrell e Staley intrecciano le loro voci in brani prevalentemente acustici. Gruppo fondato a Seattle nel 1987 da Jerry Cantrell, Layne Staley, Sean Kinney e Mike Starr, gli Alice In Chains costituiscono un punto d'incontro fra il grunge, del quale mantengono le atmosfere malinconiche e le liriche depressive e cupe, e lo heavy metal (in particolare i Black Sabbath), da cui ereditano la potenza del suono ma anche l'approccio hard rock alle ballate, non infrequenti nel catalogo del gruppo. Il gruppo venne accostato al movimento grunge nei primi anni '90, forse anche per la propria provenienza da Seattle, e partecipo' con un brano alla colonna sonora del film "Singles". L'album "Dirt" (1992), considerato uno dei lavori piu' belli ed importanti degli Alice In Chains, e' un concept album sulla dipendenza dalla droga, dai ritmi lenti e dalle chitarre potenti e distorte in stile sabbathiano. Il chitarrista e cantante Layne Staley, autore di molti dei testi, morira' per overdose nel 2002.
Euro
25,00
codice 2097940
scheda
Allen tony    source
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2017  blue note 
soul funky disco
doppio album in vinile pesante, in "AAA" ("analogue recording", "analogue mixing", "analogue mastering"), copertina apribile, etichetta "custom" fotografica da un lato, rispettivamente celeste e verde nell' altro nei due due dischi. Pubblicato nell' agosto del 2017 (ma solo a settembre in questa edizione vinilica), a tre anni di distanza dal precedente "Film Of Life", l' unidcesimo album in studio. Settantasettenne ma ancora in grandissima forma, il leggendario Tony Allen aggiunge un nuovo splendido capitolo alla sua storia musicale, un lavoro davvero senza tempo, rinnovando in parte il suo gruppo, di cui fanno ancora parte, rispetto all' album precedente, Indy Dibongue alla chitarra, Vincent Taurelle alle tastiere, Nicolas Giraud alla tromba e Yann Jankielewicz al sax soprano, ed ancora una volta con la partecipazione del Blur Damon Albarn, che suona il piano in un brano, in un' opera strumentale tra afrobeat e jazz (non casuale che esca su Bluenote...), che suona splendidamente attuale e fresca. Esponente di spicco della musica nigeriana, Tony Allen e' stato per molti anni, in qualita' di batterista degli Africa 70 di Fela Kuti, uno dei maggiori contributori allo sviluppo dello afrobeat, stile musicale in cui le influenze soul e funk provenienti dagli USA si fusero con le melodie ed i complessi ritmi della musica africana, prendendo piede principalmente nella Nigeria degli anni '70 e poi affermandosi a livello internazionale. Allen e' un musicista eclettico, che ha sperimentato le sue concezioni con stili etnici diversi come con il dub e lo hip hop. Il suo primo album come leader, "Jealousy", usci' nel 1975 e segno' l'inizio di una carriera solista che prosegue oltre l'inizio del nuovo secolo. E' dello stesso anno il secondo "Progress", cui seguono "No accomodation for Lagos" (79), "No discrimination" (79), "Ariya" (98), "Black voices", "Homecooking" (02), "Every season" (02), "Lagos no shaking" (06) e "Secret agent" (09).
Euro
29,00
codice 2097725
scheda
Almond marc    stardom road (numbered gold vinyl)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2007  music on vinyl 
punk new wave
Edizione limitata in 1500 copie (numerate sul retro) in vinile dorato, pesante 180 grammi, prima edizione vinilica, realizzata nel settembre 2019 dalla Music On Vinyl, dell' album "Stardom Road", originariamente uscito nel giugno 2007 solo in cd (e giunto al numero 53 delle charts inglesi), realizzato dopo "Heart on Snow" (2003) e prima di "Orpheus in Exile" (2009). Il tredicesimo album solista dell' artista inglese ex Soft Cell e Marc & The Mambas, il primo dopo l' incidente del 2004 che gli stava quasi costando la vita. Ben accolto dalla critica e considerato uno dei lavori migliori della discografia solista di Almond, "Stardom Road" e' composto quasi interamente di covers, perlopiu' di popolari "oldies", proposte come al solito con straordinaria personalita', ed una grande eleganza unita ad una notevole sensibilita' interpretativa. Tra gli ospiti Sarah Cracknell, Jools Holland ed Antony Hegarty (Antony & The Johnsons). Questa la lista dei brani e l' interprete originario: 1. "I Have Lived" (Charles Aznavour), 2. "I Close My Eyes and Count to Ten" featuring Sarah Cracknell (Dusty Springfield), 3. "Bedsitter Images" (Al Stewart), 4. "The London Boys" (David Bowie), 5. "Strangers in the Night" (Frank Sinatra), 6. "The Ballad of the Sad Young Men" featuring Antony Hegarty (Roberta Flack), 7. "Stardom Road" (Third World War), 8. "Kitsch" (Barry Ryan) 9. "Backstage (I'm Lonely)" featuring Jools Holland & Kiki Dee (Gene Pitney), 10. "Dream Lover" (Bobby Darin), 11. "Happy Heart" (Andy Williams), 12. "Redeem Me (Beauty Will Redeem the World)" (brano originale), 13. "The Curtain Falls" featuring Igor Outkine (Bobby Darin).
Euro
17,00
codice 2097750
scheda
Animals    Complete animals (ltd. blue vinyl)
lp3 [edizione] nuovo  mono  eu  1964  music on vinyl 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA IN 2500 COPIE, NUMERATE SUL RETROCOPERTINA, vinile triplo da 180 grammi per audiofili, copertina apribile lucida all'esterno e liscia all'interno. Ristampa ad opera della Music On Vinyl, pressoche' identica alla prima tiratura ma con i brani distribuiti su tre vinili invece che su due. Originariamente pubblicato nel 1990 dalla EMI, questo triplo album compila tutti i brani (ben quarantuno!) registrati dagli Animals con il produttore Mickey Most (inclusi alcuni inediti fino al 1990), durante il biennio 1964/1965, gli anni in cui gli Animals erano uno dei gruppi leader del r'n'b britannico, include tutti i 45 compresi nel lasso di tempo che va dal periodo precedente il primo album, ''Animals'', del 1964 al periodo seguente il secondo, ''Animal Tracks'', del 1965. Uno dei migliori gruppi nel suo genere nel suo momento migliore. Questa la scaletta: ''Boom boom'' (1964), ''Talkin' bout you (full version)'' (1964), ''Blue feeling'' (inedito fino al 1990), ''Dimples'' (1964), ''Baby let me take you home'' (1964), ''Gonna send you back to walker'' (1964), ''Baby what's wrong'' (inedito fino al 1990), ''The house of the rising sun'' (1964), ''F-E-E-L'' (inedito fino al 1990), ''I'm mad again'' (1964), ''The right time'' (1964), ''Around and around'' (1965), ''I'm in love again'' (1964), ''Bury my body'' (1964), ''She said yeah'' (1964), ''I'm crying'' (1964), ''Take it easy'' (1964), ''The story of bo diddley'' (1964), ''The girl can't help it'' (1964), ''I've been around'' (1964), ''Memphis tennessee'' (1964), ''Don't let me be misunderstood'' (1964), ''Club-a-gogo'' (1965), ''Roadrunner'' (1965), ''Hallelujah I love her so'' (1965), ''Don't want much'' (inedito fino al 1990), ''I believe to my soul'' (1965), ''Let the good times roll'' (1965), ''Mess around'' (1965), ''How you've changed'' (1965), ''I ain't got you'' (1965), ''Roberta'' (1965), ''Bright lights big city'' (1965), ''Worried life blues'' (1965), ''Bring it on home to me'' (1965), ''For miss caulker'' (1965), ''I can't believe it'' (1965), ''We've gotta get out of this place'' (1965), ''It's my life'' (1965), ''I'm gonna change the world'' (1965), ''New year radio spot''.
Euro
37,00
codice 3025437
scheda
Anonima sound ltd    red tape machine
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  ams / btf 
rock 60-70
Ristampa del 2018, copertina apribile, pressoche' identica alla prima rarissima tiratura uscita nel 1972 su etichetta Arcobaleno. L' unico album della band progressive italiana di Urbino. Da bellissimo libro e sito internet "ItalianProg" di Augusto Croce: "Formata ad Urbino nel 1964, l'Anonima Sound era un trio beat-pop che realizzo' 4 singoli fino al 1970, quando il loro leader Ivan Graziani (di Teramo) li abbandono' per una carriera solistica di successo durata fino alla sua morte nel 1997. Il loro 45 giri d'esordio Fuori piove ebbe un grande successo. Gli altri riformarono il gruppo nel 1971, cambiando nome in Anonima Sound Ltd. e con il nuovo chitarrista Massimo Meloni, e realizzarono un buon singolo cantato in italiano nel 1971, Io prendo amore. Un anno più tardi un radicale cambiamento nella formazione la trasformo' in un gruppo di 7 elementi con due americani, il cantante/flautista Richard Ingersoll e la percussionista Claudine Reiner, e il chitarrista inglese Peter Dobson, ed uno stile musicale fortemente influenzato dalla scena rock e prog inglese del tempo. Il loro unico album, uscito sull'etichetta Arcobaleno, ha forti influenze di gruppi come i Jethro Tull, con un buon uso del flauto ed interamente cantato in inglese, ed e' scarsamente rappresentativo della musica italiana di quegli anni.
Euro
17,00
codice 2097738
scheda
Aphex twin    I care because you do
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1995  warp 
indie 90
Ristampa a cura della Warp, vinili 180 grammi, copertina apribile in alto, pressoche' identica all'edizione originale, corredata da coupon per il download digitale, adesivo sul cellophane, del terzo album di Aphex Twin, realizzato originariamente sempre dalla Warp nell'aprile 1995, dopo "Selected ambient works, vol.2" (949 e prima di "Richard D. James album" (96). Considerato uno degli album piu' solidi del musicista elettronico, questo Lp e' una sintesi fra il suo lato piu' aggressivo ed acido e quello piu' atmosferico e meditativo, vicino all'ambient e qui anche al trip hop; l'album e' piu' versato all'ascolto, attraverso ipnotiche e glaciali composizioni strumentali. Non mancano episodi dai ritmi piu' tirati ed dall'atmosfera piu' agitata, che in ogni caso non raggiungono la malevolenza e l'abrasivita' dei primi singoli di Aphex Twin (si vedano ad esempio quelli raccolti in "Classics", 1996). Richard D. James, meglio noto come Aphex Twin, inizia giovanissimo a comporre musica elettronica in solitudine, nella natia Cornovaglia. La sua musica e' sempre stata caratterizzata da esperimenti a cavallo tra la sperimentazione ''noise'' elettronica, la dance e l' ambient. I suoi singoli sono spesso accompagnati da video provocatori. Inizia ad incidere nel '91 dopo l'abbandono dell'amico Tom Middleton dell' iniziale progetto Aphex Twins; elimina il plurale ed incide il singolo "Analogue Bubblebath" (Mighty Force). Nel 1992 firma per l'etichetta belga R&S e pubblica il singolo "Digeridoo", un brano dalla ritmica esasperata che diventa un classico nei club dove si balla "hardcore techno". Poi esce il suo primo e celebre album "Selected Ambient Works 85-92", che mostra il precoce talento del musicista, fanatico della tecnologia che ama modificare strumenti elettronici per ottenere sonorita' inedite. L'album, che appartiene al filone allora nascente della "intelligent techno", e' seguito nel 1994 da "Selected ambient works, vol. 2", altrettanto apprezzato. James ha dato luogo anche ad ulteriori progetti con nomi diversi (AFX, Caustic Window, Poligon Window...).
Euro
28,00
codice 2097732
scheda
Apple    An Apple A Day
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  guerssen 
rock 60-70
Bella ristampa in vinile 180 grammi, pressocche' identica alla prima straordinariamente rara tiratura su Page One, corredata della riproduzione dell' inserto originario a colori, apribile in tre, e con ulteriore inserto con note e foto, copertina senza barcode, flipback sul retro. L' unico album. Uscito nel dicembre del 1968, uno dei piu' ricercati e considerati albums della psichedelia inglese, superba amalgama di psichedelia, freakbeat ed heavy R&B; questo unico album della oscura ma leggendaria band operante tra Cardiff e Londra include anche i primi due 45 giri "Let's Take A Trip Down The Rhine"/"Buffalo Billycan" (Page One POF 101 1968) e "Doctor Rock"/"The Otherside" (Page One POF 110 1968) che sono certamente tra le tracce migliori dell' intero lavoro. Tra i brani le altamente psichedeliche ''The Otherside'' e ''Buffalo Billycan'', mentre piu' pop sono ''Doctor Rock'' e la leggendaria ''Let's Take A Trip Down The Rhine'', belle anche le covers dagli Yardbirds di '' Rock Me Baby'' e ''Psycho Daisies'', oltre a quella dai Lovin' Spoonful' ''Sporting Life'' . Album piu' volte paragonato all' unico degli Open Mind, e' certamente uno dei piu' leggendari artefatti della intera psichedelia inglese.
Euro
25,00
codice 2097846
scheda
Arcadium    breathe awhile (+2 tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  ethelion 
rock 60-70
ristampa del 2019, con copertina pressoche' identica alla prima rarissima tiratura del disco originariamente pubblicato nel 1969 su Midle Earth in Uk, ma arricchita della presenza di due tracce aggiunte, inedite su album, ''Sing my song'' e ''Riding alone'', ovvero i due rani dell' unico 45 giri del gruppo, pubblicato prima dell' album nel 1969 sempre su Middle Earth. L' unico album del leggendario gruppo inglese con formazione a cinque, certamente uno dei massimi classici dell' underground britannico della fine degli anni '60; la musica del gruppo era un mix di hard rock, psichedelia e progressive, con atmosfere sinistre e meditative, brani lunghi dagli arrangiamenti complessi e carichi di effetti. ''I' m on my way'', il brano d'apertura, e' uno dei piu' sorprendenti pezzi di tutto il decennio, con la sua carica emotiva strabordante e la chitarra elettrica dal suono davvero spacey. Il cipriota Michael Sergides, autore dei brani e degli arrangiamenti del gruppo, oltre che citarrista e cantante, registro anche', nello stesso periodo, un album rimasto inedito con un altro progetto, a nome Anaconda, dedicandosi poi a colonne sonore e registrazioni casalinghe, prima di trasferirsi in Australia dove con la Savanna Silver Band pubblico' un album nel 1978.
Euro
21,00
codice 2097848
scheda
Area    crac! (clear vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1975  sony / cramps 
rock 60-70
ristampa del 2020, edizione limitata realizzata in occasione del 45esimo anniversario dall' uscita originaria, in VINILE TRASPARENTE, con copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura su Cramps. Pubblicato in Italia nel settembre del 1975 dopo ''Caution ! Radiation Area'' e prima di ''Are(a)zione'', il terzo album. Sara' l' ultimo dei lavori classici del gruppo italiano, album di grandissimo impatto, molto piu' rock e assai piu' diretto dei precedenti, unisce ai temi sociali e politici consueti un piglio hard e barricadero che non sara' mai piu' eguagliato, tra i brani le magnifiche ed oramai storiche "Gioia e rivoluzione'' e ''L' elefante bianco'', ma anche ''La mela di odessa'', ''Area 5'', ''Nervi scoperti'', in cui il gruppo dimostra una vena di innovazione tra musica totale e ''progressive art rock'' che lo pone alla pari dei contemporanei esperimenti teutonici o del rock in opposition britannico. Gli Area si formano a Milano nel 1971 con membri dei Califfi, Ribelli e trascorsi jazz; prendono il mome da Allen Ginsberg. Dopo alcuni concerti come spalla ai gruppi inglesi in tour in Italia, pubblicano una serie di album unici nella storia della penisola, con fortissime connotazioni politiche e brani fra sperimentazione e jazz rock, con la sorprendente voce di Stratos in grande rilievo ed alla ricerca di nuove forme di espressione vocale; divengono in breve il principale gruppo italiano alternativo e pubblicano sei album in studio e due dal vivo.
Euro
25,00
codice 2097915
scheda
Arzachel    arzachel (+3 tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  ethelion 
rock 60-70
ristampa del 2019, limitata in 500 copie, copertina senza barcode celeste e nera sul fronte, pressoche' identica alla prima rarissima tiratura uscita in Inghilterra su Evolution; l' edizione e' arricchita della presenza di tre tracce demo registrate nel 1968 ("Swooping Bill", "Egoman" e "The Salesman Song", registrate quando ancora il nome della band era Uriel). L' unico album del gruppo inglese, originariamente pubblicato in Inghilterra su Evolution nel 1969. Curiosa la storia della band autrice di questo unico disco, tra le opere di culto di tutto il Canterbury sound inglese: la formazione e' composta da Clive Brooks, Mont Campbell e Dave Stewart, gia' autori di un singolo a nome Egg per la Deram, e da Steve Hillage, che con gli altri aveva gia' suonato per qualche tempo con la denominazione di Uriel, senza pubblicare alcunche'; gli Egg erano nati proprio nel momento in cui, uscito Hillage dagli Uriel, gli altri avevano deciso di continuare cambiando ragione sociale. Fu l' interesse da parte dell' etichetta Evolution a prubblicare un album dei defunti Uriel a rimettere insieme i quattro musicisti (presenti tutti non a caso con pseudonimi vari) non piu' a nome Uriel pero', ma come Arzachel, per un' unica occasione, mentre gli Egg, sempre sotto contratto con la Deram, attendevano di poter incidere il loro primo album. L' unico album degli Arzachel, dominato dalla figura di Steve Hillage, propone una musica che si avvicina sia ai Pink Floyd di ''A saurceful of secrets'' che ai Soft Machine del primo album, ma vi si possono altresi' ritrovare le prime tracce sia del suono degli Egg che della chitarra che tanto caratterizzara' i primi Gong, il tutto avvolto in atmosfere spaziali e propriamente psichedeliche, talora spinte in territori heavy; alcuni dei brani contenuti, quali ''Garden of earthly delights'', ''Azathoth'', ''Clean innocent fun'' o "Metempsychosis'', sono da considerarsi tra gli esempi piu' riusciti dell' underground britannico al confine tra l' ultima psichedelia ed il primo progressive. Allo scioglimento del gruppo Hillage sara' con i Khan, con i Gong e partecipera' anche alle incisioni del terzo album degli Egg, ospite in un brano, intraprendendo anche una importante carriera solista.
Euro
20,00
codice 2097849
scheda
Ashby dorothy    Dorothy's harp (180 gr)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  music on vinyl 
jazz
Ristampa in da 180 grammi del 2017 ad opera della Music On Vinyl, pressoche' identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1969 dalla Cadet negli USA, uscito fra ''Afro-harping'' (1968) e ''The rubaiyat of Dorothy Ashby'' (1970), questo ''Dorothy's harp'' fu inciso ai Ter Mar Studios di Chicago nel marzo del 1969: l'arpista afroamericana era accompagnata da Odell Brown al piano elettrico Fender, ed in un paio di brani da Lennie Druss (flauto, oboe), oltre che da una sezione ritmica (con basso elettrico e batteria) non specificata. Prodotto ed arrangiato da Richard Evans, e' un album che ancora una volta stupisce e spiazza per la fluida mescolanza di stili e strumenti che sembrerebbero cosi' distanti: la maggior parte dei brani e' sostenuta da un solito e regolare groove elettrico funk e r'n'b, abbastanza rilassato pero', in modo da accompagnare la delicatezza delle melodie dell'arpa ed i discreti interventi solisti dei fiati; una manciata di episodi, come ''Reza'' e ''Canto de ossanha'', presentano chiare inflessioni brasiliane nei ritmi e nelle melodie. Molto bella la cover di ''By the time I get to Phoenix'' di Jim Webb, davvero suggestiva; accanto ad essa troviamo intepretazioni di pezzi come ''The fool on the hill'' dei Beatles e ''This girl's in love with you'' di Burt Bacharach, oltre ad alcune composizioni originali di Ashby. Una delle piu' considerate suonatrici di arpa in ambito jazz, Dorothy Ashby (1932-1986) proveniva da Detroit. Musicista creativa ed eclettica, non disdegno' di mescolare il jazz con influssi orientali e soul r'n'b; le sue prime incisioni come leader risalgono alla seconda meta' degli anni '50, ed e' stata anche una stimata strumentista in lavori di altri colleghi.
Euro
28,00
codice 2097751
scheda
Atomic rooster    death walks behind you
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  music on vinyl 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, copertina apribile, pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Inghilterra su B&C. Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1970 dopo ''Atomic Rooster'' e prima di ''In hearing of'', giunto al numero 23 delle classifiche Uk e non entrato in quelle Usa. Il terzo album. Registrato con formazione triangolare, che vedeva Vincent Crane all' organo, piano e voce, John Cann alla voce e chitarra, Paul Hammond (ex Farm) alla batteria. Gli Atomic Rooster raggiungono qui il loro massimo momento di creativita', i brani, lunghi incubi inquietanti e tormerntati, come ben esemplifica la copertina tratta da un disegno di william blake, uniscono il miglior spirito corrosivo e sperimentatore dei giorni dei crazy world of arhur brown alle ( allora ) innovative tendenze del progressive britannico, i suoni sono distorti e potenti, il basso, in particolare, suonato con i pedali dallo stesso crane, e' effettatissimo e possiede sonorita' strabilianti e mai ascoltate prima, la chitarra di john cann, e' assolutamente all'altezza del suo pedigree, fu con attack, five days week straw people e andromeda, sicuramente tra i maggiori albums del progressive inglese, sara' il punto piu' alto raggiunto dalle tastiere hard di vincent crane, che riescono qui a rendere un insuperato climax a base di un un sound oscuro e drammatico, ma allo stesso tempo immaginifico e tecnicamente impeccabile. Autori di uno hard rock progressivo dai toni scuri e dominato dalle tastiere, che col passare del tempo si contaminera' con funk e soul, gli Atomic Rooster si formano in Gran Bretagna nel 1969 sotto la guida del tastierista Vincent Crane, in precedenza nei Crazy World di Arthur Brown, che si unisce a Nick Graham ed a Carl Palmer. Questa prima formazione pubblica il primo eponimo album nel 1970, che riscuote un discreto successo in patria ma non impedisce che il gruppo si sfaldi, con Graham che si unisce agli Skin Alley e Palmer che entra negli Emerson, Lake And Palmer. Crane riforma il gruppo con John Cann e Paul Hammond: questo nuovo organico realizza i dischi che molti considerano i piu' riusciti, ''Death walks behind you'' (1970) e ''In hearing of atomic rooster'' (1971, con Pete French al canto), piccoli classici dell'hard progressivo. Il gruppo si sfalda nuovamente per riformarsi ancora una volta attorno a Crane, con nuovi membri fra cui il cantante r&b Chris Farlowe; il suono orienta verso il funk ed il soul con dischi come ''Made in England'' (1972) e ''Nice 'n' greasy'' (1973) ma i risultati commerciali sono disastrosi e la band si scioglie nel 1973, per riformarsi brevemente fra il 1979 ed il 1982. Crane in seguito si unira' ai Dexy's Midnight Runners.
Euro
26,00
codice 2097689
scheda
Aufray Hugues    Chante Dylan
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1965  barclay 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa francese, copia con moderati segni di invecchiamento sul vinile, copertina laminata fronte e retro, nella prima versione senza price code "U" sul retro in alto a destra, etichetta arancio e celeste/grigia sfumata con logo e scritte nere, catalogo 80.289 S, "Biem" riquadrato a destra. Pubblicato in Francia nel 1965 dopo "Olympia 64" e prima di ''En Direct De L' Olympia'', giunto al numero 23 delle classifiche Francesi, il terzo album, secondo in studio. Si tratta del primo esperimento di elettrificazione dei brani di Dylan, registrato ala fine del 1964, al quale, pare, Dylan stesso si sarebbe poi ispirato per la sua imminente svolta elettrica (lo stesso Dylan figura in compagnia di Aufray all' interno della copertina in varie foto prese durante il soggiorno parigino di Dylan stesso nel maggio del 1964). L' album e' un esempio straordinario del pieno fulgore del movimento Beatnik, proprio in quegli anni in piena fioritura nel nord Europa ed in Inghilterra, che vide in Francia la nascita dei fermenti che portarono poi agli scontri generazionali del maggio Francese di alcuni anni dopo. Musicalmente Aufray rielebora e traspone in francese 11 brani di Dylan, in versioni sorprendentemente belle ed intense, tratti dai primi tre albums, con uno stile poetico ed oscuro che ricorda Leonard Cohen e che alterna momenti acustici con arrangiamenti di archi ad altri elettrici, novita' assoluta per l'epoca, che anticipano la versione elettrica dei Byrds di ''Mr Tambourne Man '' del giugno 1965 e la svolta elettrica di Dylan del festival di Newport del 25 luglio 1965. Questa la lista dei brani: La Fille Du Nord / Ce Que Je Veux Surtout / Ce N'Etait Pas Moi / Oxford Town / Corrina Corrina / Cauchemar Psychomoteur / Les Temps Changent / La Ballade De Hollis Brown / La Mort Solitaire De Hattie Caroll / Dieu Est A Nos Côtés / Le Jour Ou Le Bateau Viendra.
Euro
28,00
codice 247654
scheda
Ayers kevin    joy of a toy
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  music on vinyl 
rock 60-70
ristampa per audiofili in vinile 180 grammi, pressoche' identica alla prima ormai molto rara edizione uscita su Harvest nel 1969, copertina apribile. Pubblicato in Inghilterra nel novembre del 1969 prima di ''Shooting at the moon'', non entrato nelle classifiche inglesi ne' in quelle Usa. Il primo splendido album, uno dei capolavori assoluti dell' underground inglese dei primi anni '70; fu registrato con David Bedford ed in alcuni brani i Soft Machine al completo, e con la partecipazione di Syd Barrett nel brano "Religious Experience". Qui la vena di Ayers e' indolente e impagabile, i brani sono metafisici ed impalpabili e mischiano poesia ed ironia surreale, con alcuni masterpieces difficilmente eguagliabili, quali ''Lady rachel'', ''Song for insane times'' (gia' nel repertorio dei Soft Machine) o ''Joy of a toy continued''. Dopo essere stato il principale compositore dei primi Soft Machine, Ayers mantiene in queata opera assolutamente intatta la sua carica di originalita', con uno stile carico di fascino, la voce bassa e profonda che e' ora in primo piano, la batteria di Rober Wyatt free e psichedelica nello stile del primo album del gruppo madre; ma alle influenze jazz proprie dei Softs, si sostituiscono qui quelle folk di matrice britannica che si fondono ora con il rock lisergico ed underground costruendo un capolavoro straordinario che e' stato a causa della sua bizzarria per lunghi anni incredibilmete sottovalutato fino alla sua riscoperta negli anni '80 divenendo infine uno dei principali oggetti di culto dell' underground della Gran Bretagna, al pari di lavori quali ''Rock bottom'' di Robert Wyatt, ''Bryter later'' di Nick Drake, ''The madcap laughs'' di Syd Barrett.
Euro
26,00
codice 2097690
scheda
Bad company    straigt shooter
lp [edizione] seconda stampa  stereo  ita  1975  island 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
seconda stampa italiana, copertina con lievi segni di invecchiamento sul fronte e piu' accentuati sul retro, etichetta custom con logo Island in basso, catalogo ILPS19304, timbro SIae del terzo tipo, in uso tra il 1975 ed il 1978/79, con marchio Siae che non ne occupa piu' l' intero cerchio centrale. Pubblicato in Uk nell'aprile del 1975 dopo ''Bad company'' e prima di ''Run with the pack'', giunto al numero 3 delle classifiche Uk ed al numero 3 di quelle Usa, il secondo album. Uscito un anno dopo il vendutissimo primo Lp, venne registrato a Londra utilizzando materiale scritto nel 1973, con Paul Rodgers che propone due delle piu' belle e memorabili ballate della storia del rock del decennio, "Shooting Star" e "Feel Like Makin' Love", splendide anche le composizioni di Simon Kirke "Anna" e "Weep No More", fu album di enorme successo negli usa dove i Bad Company divennero la principale ''new band'' inglese dell'anno. Supergruppo inglese in cui militarono Paul Rodgers, Simon Kirke dei Free, Mick Ralphs dei Mott The Hoople e Rmond Burnell dei King Crimson, la loro musica era un potente hard rock ledzeppeliniano con influenze Americane e Blues.
Euro
12,00
codice 247604
scheda
Baker chet, piero umiliani    Italian movies
Lp [edizione] nuovo  stereo  aus  1958  survival research 
jazz
Copertina senza codice a barre. Ristampa del 2020 ad opera della Survival Research, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1993 dalla Liuto in Italia, questo album compila i brani di tre colonne sonore alle quali lavorarono congiuntamente Chet Baker e Piero Umiliani, il celeberrimo "I soliti ignoti" (in inglese noto con il titolo di "Big deal on madonna street", 1958, anche se qui erroneamente datato 1961), "L'audace colpo dei soliti ignoti" (1959) e "Smog" (1962). Queste musiche, composte da Piero Umiliani (che vi suonò anche il pianoforte), sono impreziosite dalla splendida tromba di Baker, senza dimenticare l'apporto di strumentisti quali Ralf Ferraro (batteria), Berto Pisano (contrabbasso), Enzo Grillini (chitarra), Livio Cervellieri (sax tenore) e Franco Ciari (vibrafono). Piero Umiliani fu importantissimo e prolifico autore di colonne sonore cinematografiche e televisive, oltreché di numerosi dischi d'archivio; fra le sue opere più famose e celebrate troviamo appunto la colonna sonora de ''I soliti ignoti'' di Monicelli. Oltre a ciò Umiliani (originario di Firenze, 1926-2001) è stato anche uno stimato jazzista. Le qualita' di entrambi i musicisti emergono in queste tracce: i gustosi assoli di Baker come le eccellenti qualità compositive ed il fine umorismo di Umiliani. Brani orchestrali con accenti jazz pop si alternano con episodi più squisitamente jazz. Questa la scaletta: "Twilight at los angeles" (dal film "Smog"), "Thinkin' blues" (dal film "Smog"), "Tension" (dal film "Audace colpo dei soliti ignoti), "Alone in a crowd" (dal film "Audace colpo dei soliti ignoti), "Smog" (dal film "Smog"), "Relaxin' with chet" (dal film "Audace colpo dei soliti ignoti), "I soliti ignoti" (dal film "Audace colpo dei soliti ignoti), "Tema d'amore" (da "I soliti ignoti"). Uno degli esponenti principali del jazz californiano, Chet Baker suonò già giovanissimo con Stan Getz, Dexter Gordon e Charlie Parker, uno dei suoi primi sostenitori. Nel 1952 venne ingaggiato da Gerry Mulligan e l'anno successivo venne eletto miglior trombettista dell'anno dalla rivista Down Beat, diventando una delle punte di diamante del cosiddetto cool jazz; grande sia come trombettista che come cantante, Baker ha avuto una lunga e prolifica carriera ed una vita maledetta, terminata in modo tragico e misterioso ad Amsterdam nel 1988.
Euro
18,00
codice 2097850
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  sony / rca 
rock 60-70
ristampa del 2015, pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in Italia su Ricordi, copertina apribile. Pubblicato in Italia dopo ''Banco del mutuo soccorso '' e prima di ''Io sono nato libero'', il secondo album. Registrato dopo il lungo tour con Curved Air e Rory Gallagher, e' un opera concept che affronta lo spinoso argomentop dell'origine dell' uomo, il disco non si discosta di molto dal progressive romantico del primo album ed e' dominato al solito dalla voce di di giacomo, e' considerato pressoche' unanimemente come uno dei grandi classici della musica italiana degli anni '70.
Euro
18,00
codice 2097832
scheda

Page: 1 of 13

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... 13  ---»
Pag.: oggetti: