Hai cercato:  Winter johnny --- Titoli trovati: : 21
  • 1
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Winter johnny About blues (1960-1968 recordings)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1960  replay 
rock 60-70
Vinile da 180 grammi. Ristampa del 2018 ad opera della Replay, con copertina esclusiva. Originariamente pubblicata nel 1969 dalla Janus, questa fu una delle primissime raccolte dedicate a Johnny Winter, uscita quando il giovane bluesman texano (1944-2014) stava emergendo come uno dei migliori chitarristi sulla scena rock e blues americana. Prodotto da Roy C. Ames, ''About blues'' compila pero' brani precedenti, incisi fra il 1960 ed il 1968, ed acquisiti presso Huey Meaux, importante produttore e discografico del Sud degli States; alcuni di questi pezzi erano usciti su singolo per diverse etichette intorno a meta' anni '60, la maggior parte, come ''38-32-20'', erano inediti. La raccolta rappresenta quindi un tassello che riscostruisce il processo di crescita dell'allora giovane chitarrista, che prendendo le mosse dal blues sarebbe maturato fra la fine degli anni '60 ed i primi '70 in uno dei musicisti piu' apprezzati ed inventivi sulla scena rock blues, ma che in queste prime prove stava ancora studiando per diventare grande. Questa la scaletta: ''Parchman farm'' (singolo, 1967, con i Traits), ''Livin' in the blues'' (inedito), ''Leavin' blues'' (singolo, 1966), ''38-32-20'' (inedito), ''Bad news'' (inedito), ''Kind hearted woman'' (inedito), ''Out of sight'' (B-side del singolo ''Please come home for christmas'', 1965, uscito a nome The Insight), ''Low down gal of mine'' (inedito), ''Going down slow'' (inedito), ''Avocado green'' (inedito).
Euro
22,00
codice 3511417
scheda
Winter johnny captured live
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  music on vinyl 
rock 60-70
ristampa del 2021, in vinile 180 grammi per audiofili, copertina pressoche' identica alla prima tiratura. Pubblicato in USA nel marzo del 1976 dopo ''John dawson winter 3'' e prima di ''Together'', giunto al numero 93 delle classifiche USA e non entrato in quelle UK. Registrato live da Johnny Winter, Randy Jo Hobbs, Richard Hughes, Floyd Radford allo Swing Auditorium, San Diego Sports Arena, Oakland coliseum nel 1975. Contiene i seguenti brani, tutti eseguiti in versioni grintosissime e tirate: "Bony Moronie", "Roll with Me", Rock & Roll People" di John Lennon , It's All Over Now (gia' portata al succeso dai Rolling Stones), Highway 61 Revisited di Bob Dylan, Sweet Papa John.
Euro
27,00
codice 3026809
scheda
Winter johnny Collection
LP2 [edizione] originale  stereo  uk  1969  castle communications 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
l' originale stampa inglese, vinile doppio, copertina apribile lucida all'esterno ed all'interno, con barcode, label bianca con scritte nere e logo The Collector Series nero in alto, catalogo CCSLP167. Pubblicata nel 1987 dalla Castle Communications, questa raccolta compila alcune delle migliori prove tratte dai primi album in studio e live di Johnny Winter, originariamente usciti fra il 1969 ed il 1974 (rimane fuori da questa raccolta il materiale del primo album "The progressive blues experiment", uscito nel 1968). Sono anni in cui il bluesman texano comincia ad imporsi, soprattutto fra il pubblico rock e rock blues, come uno dei più interessanti interpreti ed innovatori dell'idioma blues, intrecciandolo con il rock, duro e melodico, e con il progressive, senza perdere mai il legame con la tradizione, suscitando il plauso della critica e crescente successo commerciale, nonostante proprio in quegli anni intercorse un periodo di gravi difficoltà personali, nei primi anni '70, che lo allonanarono temporaneamente dalle scene. Il cantato, chiaramente bianco e non afroamericano, ma deciso e volendo anche graffiante, l'eccelso lavoro chitarristico, anche con la slide, ed un approccio moderno all'idioma blues sono elementi che rendono questi brani ancora oggi vibranti ed eccitanti, fornendo al tempo stesso una panoramica introduttiva sul lavoro di questo importante musicista. Questa la scaletta: "Rock and roll hoochie koo" (da "Johnny winter and", 9/70), "Cheap tequila" (da "Still alive and well", 3/73), "On the limb" (da "Johnny winter and", 9/70), "Slippin' and slidin'" (da "Second winter", 10/69), "Johnny b. Goode" (da "Live johnny winter and", 3/71), "Rock me baby" (da "Still alive and well", 3/73), "Let it bleed" (da "Still alive and well", 3/73), "Stray cat blues" (da "Saint and sinners", 2/74), "Riot in cell block 9" (da "Saint and sinners", 2/74), "Bony moronie" (da "Saint and sinners", 2/74), "Highway 61 revisited" (da "Second winter", 10/69), "Raised on rock" (da "John dawson winter III", 11/74), "Pick up on my mojo" (da "John dawson winter III", 11/74), "Thirty days" (da "Saint and sinners", 2/74), "Good morning little schoolgirl" (da "Live johnny winter and", 3/71), "Jumpin' jack flash" (da "Live johnny winter and", 3/71), "It's my own fault" (da "Live johnny winter and", 3/71), "Medley: Great balls of fire / Long tall sally / Whole lotta shakin' goin' on" (da "Live johnny winter and", 3/71).
Euro
14,00
codice 331567
scheda
Winter johnny Guitar Slinger
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1984  alligator / de agostini 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa del 2018, in vinile 180 grammi, distribuita nel circuito italiano delle edicole nell' ambito della collana "Blues In Vinile", copertina senza barcode, pressoche' identica alla prima tiratura, con adesivo Siae metallizzato sul retro, etichetta Alligator verde. Pubblicato in Usa nell' agsto del 1984 dopo ''Whoopin' '' e prima di ''Seroopus business'', giunto al numero 183 delle classifiche americane, l' 11esimo album in studio del grande chitarrista texano (1944 - 2014). Registrato tra gli altri con Ken Saydak alle tastiere e Casey Jones alla batteria, il primo dei tre eccellenti albums di puro blues, registrati dopo una lontananza dallo studio di quattro anni, vede Winter in eccezionale forma musicale; i brani presentano inoltre la voce del chitarrista molto piu' in risalto che nei vecchi lavori per la Columbia, tra di essi versioni eccellenti di "Iodine in My Coffee" di Muddy Waters, "Trick Bag" di Earl King, "Lights Out" di Dr.John.
Euro
16,00
codice 249113
scheda
Winter johnny It's my life, baby
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1984  alligator 
rock 60-70
Vinile da 180 grammi, allegato codice per il download dell'album da internet, copertina a busta, catalogo AL3909. Pubblicata nel 2015 dalla Alligator, in occasione del Record Store Day dell' aprile dello stesso anno, questa raccolta compila otto brani tratti dai tre album di Johnny Winter pubblicati dalla americana Alligator negli anni '80: ''Guitar slinger'' (1984), ''Serious business'' (1985) e ''3rd degree'' (1986). Dopo una pausa discografica quadriennale, Johnny Winter torno' con questi tre album proponendo un blues elettrico molto radicato nella tradizione chicagoana, in particolare influenzato da Muddy Waters, senza fronzoli e senza concessioni pop o ricerca di hit da classifica, risultando in lavori genuini che, pur non inventando niente di nuovo, offrivano un solido blues elettrico suonato da un grande chitarrista; nell'ultimo dei tre dischi, ''3rd degree'', Winter si riuni' con i suoi sidemen storici di di fine anni '60, il bassista Tommy Shannon ed il batterista Uncle John Turner, suonando un solido blues rock che ricorda i fasti del 1969 e del 1970. Questa la scaletta: ''Don't take advantage of me'' (da ''Guitar slinger''), ''It's my life baby'' (da ''Guitar slinger''), ''Third degree'' (da ''3rd degree''), ''Boot hill'' (da ''Guitar slinger''), ''Mojo boogie'' (da ''3rd degree''), ''Master mechanic'' (da ''Serious business''), ''Murdering blues'' (da ''Serious business''), ''Broke and lonely'' (da ''3rd degree'').
Euro
28,00
codice 3508111
scheda
Winter johnny Johnny winter story (the johnny winter story + about blues)
LP2 [edizione] originale  stereo  uk  1970  marble arch 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
doppio, album, prima stampa, pressata solo nel Regno Unito, copertina (con moderati segni di invecchiamento) apribile laminata all'esterno ed all'interno, label gialla con scritte nere e logo Marble Arch nero e giallo in alto, catalogo MST34. Pubblicato nel 1970 dalla Marble Arch nel Regno Unito, questo doppio album compila il contenuto di due dischi usciti in Usa separatamente e non autorizzati da Johnny Winter, all' epoca inediti in Uk: sul primo vinile i brani dell'album The Johnny Winter story", uscito nel 1969 negli USA su GRT, sul secondo vinile invece quelli di "About blues", pubblicato anch'esso nel 1969 negli USA, ma su Janus. Descriviamo separatamente i due album qui di seguito. "The johnny winter story": pubblicato nell'agosto del 1969 dalla GRT, contiene incisioni effettuate fra il 1961 ed il 1964 per Ken Ritter, alcune pubblicate su singoli per etichette come Frolic, Todd e KRCO, molte altre inedite; a detta dello stesso Winter in una vecchia intervista a Rolling Stone, in alcuni brani sono peraltro presenti, insieme alle parti suonate da lui e dal suo gruppo, alcune sovraincisioni di un diverso gruppo di strumentisti. Questa la scaletta: "Ease my heart" (inedito), "That's what love does" (inedito), "Crying in my heart" (inedito), "The guy you left behind" (B-side del singolo "Road runner", 1963), "Creepy" (singolo, 1960), "Gangster of love" (singolo, 1963), "Road runner" (singolo, 1963), "Leave my woman alone" (inedito), "I can't believe you want to leave" (inedito), "Broke and lonely" (inedito), "By the light of the silver moon" (inedito), "Five after four a.m." (inedito). "About blues": uscito nel novembre del 1969 su Janus, fu una delle primissime raccolte dedicate a Johnny Winter, uscita quando il giovane bluesman texano (1944-2014) stava emergendo come uno dei migliori chitarristi sulla scena rock e blues americana. Prodotto da Roy C. Ames, ''About blues'' compila però brani precedenti, incisi fra il 1960 ed il 1968, ed acquisiti presso Huey Meaux, importante produttore e discografico del Sud degli States; alcuni di questi pezzi erano usciti su singolo per diverse etichette intorno a metà anni '60, la maggior parte, come ''38-32-20'', erano inediti. La raccolta rappresenta quindi un tassello che riscostruisce il processo di crescita dell'allora giovane chitarrista, che prendendo le mosse dal blues sarebbe maturato fra la fine degli anni '60 ed i primi '70 in uno dei musicisti più apprezzati ed inventivi sulla scena rock blues, ma che in queste prime prove stava ancora studiando per diventare grande. Questa la scaletta: ''Parchman farm'' (singolo, 1967, con i Traits), ''Livin' in the blues'' (inedito), ''Leavin' blues'' (singolo, 1966), ''38-32-20'' (inedito), ''Bad news'' (inedito), ''Kind hearted woman'' (inedito), ''Out of sight'' (B-side del singolo ''Please come home for christmas'', 1965, uscito a nome The Insight), ''Low down gal of mine'' (inedito), ''Going down slow'' (inedito), ''Avocado green'' (inedito).
Euro
23,00
codice 331719
scheda
Winter johnny live at rockpalast
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1979  mvd 
rock 60-70
vinile 180 grammi, etichetta nera con scritte bianche. Uscito nel 2011, questo album contiene sei brani eseguiti dal vivo al Grugahalle di Essen, Germania, il 21 aprile del 1979, ottimamente registrati per la celebre trasmissione televisiva Rockpalast, Tra gli albums "White, Hot And Blue" (1978) e "Raisin' Cain"(1980), con una band a tre che vede impegnati, accanto al grande chitarrista albino texano, anche Jon Paris (che aveva suonato con John Hiatt e sara' ancora negli anni a venire con Johnny Winter, oltre che con Jon Bonamassa) e Bobby "T" Tortello (gia' nel disco precedente, e poi ancora piu' volte con Winter). Tra rock'roll, heavy blues e blues di Chicago, contiene i seguenti brani: A1 Messin' With The Kid A2 Walking By Myself A3 Divin' Duck B1 I'm Ready B2 Rockabilly Boogie B3 Jumpin' Jack Flash (Rolling Stones).
Euro
30,00
codice 3015782
scheda
Winter johnny live bootleg series vol.1
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2008  friday music 
rock 60-70
Doppio lp in vinile 180 grammi, di qualita' per audiofili, copertina liscia a busta, etichette custom nere con scritte color crema. La Live Bootleg Series di Johnny Winter include solo registrazioni ufficiali ed inedite fornite dal musicista che le ha tratte dai suoi archivi personali e da lui personalmente prodotte. Su questo primo volume, Winter si concentra sulla produzione dei primi anni '70, quelli dell'acido blues- rock & roll che figura qui con e senza il compagno Rick Derringer, si va da classici quali "Johnny B. Goode" e "Jumpin' Jack Flash", a storici blues, da Muddy Waters, "Rollin' and Tumblin'", e da Robert Johnson, "Come on in My Kitchen", tutti i brani sono splendidi con incisioni che vanno dall'ottimo al piu' che sufficente ma mai scarse in qualita' sonora, un lavoro anche superiore ai pur notevolissimi albums ufficiali. Ecco la lista del materiale incluso: Introduction, Johnny B. Goode, Messin' with the Kid, Help Me, Hideaway, Come on in My Kitchen, Rollin' and Tumblin', Stranger, Jumpin' Jack Flash , Bony Moronie, Closing, It's All Over Now.
Euro
59,00
codice 2053359
scheda
Winter johnny live bootleg series vol.11 (clear vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2014  friday music 
rock 60-70
edizione limitata in vinile trasparente, pesante 180 grammi, etichetta custom blu scura con disegno blu chiaro. Uscito nel 2014, l' undicesimo volume della notevole serie "Live Bootleg Series" (serie ufficiale, a dispetto del titolo), con sei brani (piu' una introduzione) registrati (con qualita' di registrazione discreta) dal vivo in data imprecisata e con musicisti imprecisati. Questi i brani contenuti, come sempre all' insegna del tipico torrido rock blues del grande chitarrista texano morto il 16 luglio del 2014: "E-Z Rider" (di Taj Mahal), "Boot Hill", "Long Distance Call" (di Muddy Waters), "Baby What's Wrong" (di Jimmy reed), "She Moves Me" (di Muddy Waters) e "Rollin' and Tumblin" (ancora Muddy Waters).
Euro
24,00
codice 3022749
scheda
Winter johnny live bootleg series vol.2
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2008  friday music 
rock 60-70
edizione limitata in vinile bianco, pesante 180 grammi; pubblicato in cd nel 2008 e per la prima volta in vinile in questa edizione della Friday Music nel 2015, questo secondo volume della serie "Live Bootleg" dedicata al grande chitarrista texano contiene registrazioni dal vivo (di discreta qualita' sonora e provenienti dagli archivi personali di Johnny Winter) effettuate in data e luogo imprecisati con una band che, sebbene non riportata, dovrebbe includere Johnny Winter (chitarra e voce), Jon Paris (basso ed armonica) e Bobby T. Torello alla batteria, il che collocherebbe la registrazione in un arco temporale che va dal 1979 al 1986 circa. Ecco la lista dei brani: A1 Black Cat Bone A2 Parchman Farm A3 Rock Me Baby B1 Mississippi Blues B2 Crossroads
Euro
24,00
codice 2088162
scheda
Winter johnny live bootleg series vol.9
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2013  friday music 
rock 60-70
edizione limitata in vinile giallo/arancio trasparente, pesante 180 grammi; pubblicato in cd ed in vinile nel 2013dalla Friday Music nel 2015, questo nono volume della serie "Live Bootleg" dedicata al grande chitarrista texano contiene registrazioni dal vivo (di qualita' sonora variabile, non meno che discreta e talora ottima, provenienti dagli archivi personali di Johnny Winter) effettuate in data e luogo imprecisati con una band che, sebbene non riportata, dovrebbe includere Johnny Winter (chitarra e voce), Jon Paris (basso ed armonica) e Bobby T. Torello o Tom Compton alla batteria, il che collocherebbe la registrazione in un arco temporale che va dal 1979 al 1989 circa. Ecco la lista dei brani: A1 Introduction A2 Hideaway A3 Mean Town Blues A4 44 Blues B1 You Done Lost Your Good Thing Now B2 It's My Life Now B3 Manic Depression.
Euro
24,00
codice 3022800
scheda
Winter johnny live from japan
lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2011  mvd audio 
rock 60-70
doppio album, copertina apribile, etichetta gialla con scritte nere, coupon con codice per il download digitale. Uscito nel marzo del 2015, di tratta della prima trasposizione vinilica del concerto effettuato dal grande chitarrista blues americano (morto a Zurigo il 16 luglio 2014) il 15 aprile del 2011 alla Zepp Tokyo Music Hall di Tokyo, Giappone. Splendidamente registrata, come sempre all' insegna di un torrido blues elettrico, l' esibizione lo vede ancora capace di guidare alla grande sul palco una band efficacemente al suo servizio, come gia' testimoniato da un dvd relativo alla stessa esibizione pubblicato nel 2012. Ecco la lista dei brani: Hideway / She Likes To Boogie Real Low / Good Morning Little Schoolgirl / Got My Mojo Working / Johnny B. Goode / Blackjack / Tore Down / Lone Wolf / Don't Take Advantage Of Me / Bonie Maronie / It's All Over Now / Dust My Broom / Highway 61
Euro
33,00
codice 2052409
scheda
Winter johnny Raisin' cain
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1980  blue sky 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
l' originale stampa europea, pressata in Olanda, copertina senza barcode, etichetta nera con logo blu e bianco in alto, catalogo SKY84103, copia completa di inner sleeve fotografica. Pubblicato dalla Blue Sky. Uscito nel maggio del 1980, dopo "White, Hot And Blue" (1978) e prima di "Whoopin' " (1984), non entrato nelle classifiche ne' in Usa ne' in Uk, l' ultimo album per Blue Sly, sottoetichetta della CBS/Epic a cui il grande bluesman texano, morto il 16 luglio del 2014, era legato sin dal 1969, prima di un silenzio discografico di quattro anni e quattro lavori per la Alligator. Prodotto dallo stesso Johnny Winter, e registrato in una essenziale formazione a tre con Jon Paris (che aveva suonato con John Hiatt e sara' ancora negli anni a venire con Johnny Winter, oltre che con John Bonamassa) e con Bobby "T" Tortello (gia' nel disco precedente, e poi ancora piu' volte con Winter), e' tra i dischi di Johnny Winter piu' aperti a contaminazioni rock'n'roll, come dimostrano brani come "The Crawl" o "Walkin' Slowly", e rock, con una bella cover di "Like a Rolling Stone" di Dylan, sebbene come sempre gran parte del materiale contenuto rimandi senz' altro al miglior blues di Chicago, con l' influenza fortissima di Muddy Waters, della cui recente rinascita artistica Winter stesso era stato uno degli artefici. Tra i brani anche una nuova versione della classica "Rollin' and Tumblin' ", che gia' Winter aveva suonato nel suo primo album ufficiale "The Progressive Blues Experiment" .
Euro
23,00
codice 243330
scheda
Winter johnny Raisin' cain
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1980  spv 
rock 60-70
ristampa del 2013, pressoche' identica alla originaria tiratura pubblicata dalla Blue Sky. Uscito nel maggio del 1980, dopo "White, Hot And Blue" (1978) e prima di "Whoopin' " (1984), non entrato nelle classifiche ne' in Usa ne' in Uk, l' ultimo album per Blue Sly, sottoetichetta della CBS/Epic a cui il grande bluesman texano, morto il 16 luglio del 2014, era legato sin dal 1969, prima di un silenzio discografico di quattro anni e quattro lavori per la Alligator. Prodotto dallo stesso Johnny Winter, e registrato in una essenziale formazione a tre con Jon Paris (che aveva suonato con John Hiatt e sara' ancora negli anni a venire con Johnny Winter, oltre che con John Bonamassa) e con Bobby "T" Tortello (gia' nel disco precedente, e poi ancora piu' volte con Winter), e' tra i dischi di Johnny Winter piu' aperti a contaminazioni rock'n'roll, come dimostrano brani come "The Crawl" o "Walkin' Slowly", e rock, con una bella cover di "Like a Rolling Stone" di Dylan, sebbene come sempre gran parte del materiale contenuto rimandi senz' altro al miglior blues di Chicago, con l' influenza fortissima di Muddy Waters, della cui recente rinascita artistica Winter stesso era stato uno degli artefici. Tra i brani anche una nuova versione della classica "Rollin' and Tumblin' ", che gia' Winter aveva suonato nel suo primo album ufficiale "The Progressive Blues Experiment" .
Euro
26,00
codice 3015225
scheda
Winter johnny Roots (brown vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  2011  megaforce 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
l' originale stampa, nella versione in vinile marrone, vinile pesante, copertina apribile (con piccola piegatura nell' angolo in basso a destra), label custom fotografica con particolari dell' artwork di copertina, catalogo MEGA1603 inciso sul trail off. Pubblicato nel settembre del 2011 dalla Megaforce, il ventiduesimo album in studio, uscito dopo ''I'm a bluesman'' (2004) e prima del purtroppo gia' postumo "Step Back" (2014). Il primo album in studio di Winter in sette anni, questo ''Roots'' vede il bluesman cimentarsi con undici brani di classico blues delle ''radici'', tutte cover di canzoni immortali di autori quali Jimmy Reed (''Bright lights, bright city''), Elmore James (''Dust my broom'') e T-Bone Walker (''T-bone shuffle''), interpretati insieme ad un vasto stuolo di ospiti, dal fratello minore Edgar Winter a John Medeski, Derek Trucks, Sonny Landreth, Jimmy Vivino, Frank Latorre, per citarne alcuni. I brani sono interpretati da Winter con un approccio sanguigno ed un suono denso ed elettrico, fedele allo spirito blues e senza concessioni al pop. Questi i brani proposti: ''T-bone shuffle'', ''Further on up the road'', ''Done somebody wrong'', ''Got my mojo workin''', ''Last night'', ''Maybellene'', ''Bright lights, bright city'', ''Honky tonk'', ''Dust my broom'', ''Short fat fannie'', ''Come back baby''.
Euro
17,00
codice 2067527
scheda
Winter johnny saints & sinners
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  usa  1974  Columbia 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent rock 60-70
seconda stampa americana, di poco successiva alla prima tiratura, copia con lieve difetto di pressaggio che causa alcuni tic nel primo brano delle due facciate, etichetta rossa con scritto Columbia 6 volte lungo la circonferenza, catalogo PC32715 su copertina e vinile, retrocopertina con timbro "For Military Sale Only". Pubblicato in USA nel febbraio del 1974 dopo ''Still alive and well'' e prima di ''John Dawson Winter III '', giunto al numero 42 delle classifiche USA e non entrato in quelle UK dove usci' nel marzo dello stesso anno. Il settimo album. Il secondo lavoro dopo la disintossicazione dalle droghe, esce dopo che il precedente "Still Alive and Well" era stato il suo maggior risultato commerciale in assoluto. Il disco vede materiale eterogeneo: rock and roll degli anni '50, da Chuck Berry "Thirty Days" da Larry Williams "Bony Moronie" e da Leiber & Stoller "Riot in Cell Block #9", brani piu' recenti, come "Stray Cat Blues" dei Rolling Stones, oltre a diversi brani originali da lui scritti, ed anche l' inedito di Van Morrison "Feedback on Highway 101", registrata ma non incisa da Morrison nel 1973 per "Hard Nose the Highway". Nell' album suonano i vecchi membri della Johnny Winter Band: Rick Derringer, Randy Jo Hobbs e Richard Hughes, oltre al fratello Edgar Winter e Dan Hartman.
Euro
16,00
codice 252702
scheda
Winter johnny Serious business
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1985  sonet 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima stampa italiana su Sonet, copertina senza barcode, label color marrone sfumato con parti blu, scritte nere, logo Sonet marroncino chiaro in alto, catalogo SNTL2948. Pubblicato nel 1985 dalla Sonet nel Regno Unito e dalla Alligator negli USA, dove giunse al 156esimo posto in classifica, il dodicesimo album in studio, secondo dei tre album di Johnny Winter pubblicati da questa label americana negli anni '80: il precedente era ''Guitar slinger'' (1984) ed il successivo sarebbe stato ''3rd degree'' (1986). Dopo una pausa discografica quadriennale, Johnny Winter torno' con questi tre album proponendo un blues elettrico molto radicato nella tradizione chicagoana, in particolare influenzato da Muddy Waters, senza fronzoli e senza concessioni pop o ricerca di hit da classifica, risultando in lavori genuini che, pur non inventando niente di nuovo, offrivano un solido blues elettrico suonato da un grande chitarrista; in questo "Serious business", Winter (voce, chitarra) si fa accompagnare da Ken Saydak (piano), Johnny B. Gayden (basso), Casey Jones (batteria) e Jon Paris (armonica in alcuni brani). Winter è energizzato in questo lp, e forse anche più rilassato per le minori pressioni, rispetto ai lavori di inizio anni '70, il suo rock blues è solido ed espressivo. Questa la scaletta: "Master mechanic", "Sound the bell", "Murdering blues", "It ain't your business", "Good time woman", "Unseen eye", "My time after awhile", "Serious as a heart attack", "Give it back", "Route 90".
Euro
20,00
codice 333587
scheda
Winter johnny Step back
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2014  megaforce 
rock 60-70
label custom fotografica a colori con particolari dello artwork di copertina, catalogo MEGA2167LP inciso sul trail off. Pubblicato nel settembre del 2014 dalla Megaforce, il ventireesimo album in studio, successivo a ''Roots'' (2011). Uscito gia' postumo, dopo la morte del grande chitarrista texano avvenuta il 16 luglio del 2014, e' un lavoro basato principalmente sull'interpretazione di brani standard di grandi bluesmen del passato, cosi' come era stato per il precedente ''Roots''. Winter torna alle radici, pur suonando un potente e sanguigno blues elettrico, insieme ad un cast di ospiti stellari che suonano con lui (in genere in un brano ciascuno), fra cui Eric Clapton, Dr. John, Joe Bonamassa, Ben Harper e Brian Setzer. Questa la scaletta: ''Unchain my heart'', ''Can't hold out (talk to me baby)'', ''Don't want no woman'', ''Killing floor'', ''Who do you love'', ''Okie dokie stomp'', ''Where can you be'', ''Sweet sixteen'', ''Death letter'', ''My babe'', ''Long tall sally'', ''Mojo hand'', ''Blue monday''.
Euro
19,00
codice 2071851
scheda
Winter johnny still alive and well (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  music on vinyl 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, copertina pressoche' identica a quella della originaria tiratura uscita in Usa su Columbia, corredata di inserto fotografico. Pubblicato in Usa nell'aprile del 1973 dopo ''Live - Johnny Winter And'' e prima di ''Saints And Sinners'', giunto al numero 22 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk, il sesto album, quinto in studio, del grande chitarrista rock blues texano. "Still Alive and Well" e' certamente uno dei migliori momenti dell'intera carri￾era di Johnny Winter, opera composta da grandissimi brani, suonati in maniera squisita, vede tra di essi la versione dai Rolling Stones di "Silver Train", a detta degli Stones stessi enormemente superiore a quella da loro pubblicata, ed una grintosissima "Let it bleed" sempre dei Rolling Stones. Registrato con Rick Derringer, Randy Jo Hobbs, Jeremy Steig, Todd Rundgren, Mark Klingman.
Euro
25,00
codice 2085311
scheda
Winter johnny Winter of '88
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1988  mca 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, copertina lucida fronte retro con barcode, label con sullo sfondo cielo azzurro, nuvole ed arcobaleno, scritte nere, logo MCA Records blu/viola sopra il foro centrale, logo GEMA/BIEM a sinistra, catalogo 255 932-1. Pubblicato nel 1988 dalla MCA, il quattordicesimo album in studio, successivo a "Third degree" (1986) e precedente "Let me in" (1991). Dopo la sua trilogia di album per la Alligator usciti fra il 1984 ed il 1986, che lo avevano visto proporre un blues elettrico molto radicato nella tradizione chicagoana, in particolare influenzato da Muddy Waters, senza fronzoli e senza concessioni pop o ricerca di hit da classifica, risultando in lavori genuini che, pur non inventando niente di nuovo, offrivano un solido blues elettrico suonato da un grande chitarrista, Johnny Winter con questo "Winter of '88" ritorna su una major dopo otto anni, affidandosi alla produzione di Terry Manning (che suona anche le tastiere), e propone un sound più prodotto e forse più indirizzato ad un pubblico generalista che ad uno strettamente blues. Lo stile tuttavia è ancora saldamente ancorato al classico rock blues, muscolare, pulsante, e soprattutto con eccellenti parti di chitarra elettrica; la scaletta è composta in gran parte da cover e da alcuni pezzi scritti per Winter da Jerry Lynn Williams, il quale collaborò in questa veste anche con Eric Clapton. Questa la scaletta: "Close to me", "Rain", "Stranger blues", "Ain't that just like a woman", "World of contradictions", "Lightning", "Looking for trouble", "Show me", "Anything for your love", "Look away".
Euro
18,00
codice 333446
scheda
Winter Johnny woodstock experience (woodstock sunday august 17,1969)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  music on vinyl 
rock 60-70
doppio album in vinile 180 grammi per audiofili, etichetta crema e celeste custom, inserto in cartoncino con note e foto. Pubblicato per la prima volta ufficialmente in vinile in questa edizione, nel maggio 2018, gia' uscito in cd nel 2009, presenta l' intero set suonato durante il celeberrimo festival di Woodstock, il 17 agosto del 1969, dal grande chitarrista e bluesman texano (r.i.p.), a poche settimane dall' uscita del suo primo album ufficiale "Johnny Winter" (maggio 1969). Un torrido set di heavy blues chitarristico, con il fratello Edgar presente in buona parte dei brani, ed una scaletta che vede versioni (non di rado protratte per oltre 10 minuti) di: A1 Mama, Talk To Your Daughter A2 Leland Mississippi Blues A3 Mean Town Blues B You Done Lost Your Good Thing Now C1 I Can't Stand It (con Edgar Winter) C2 Tobacco Road (con Edgar Winter) D1 Tell The Truth (con Edgar Winter) D2 Johnny B. Goode.
Euro
31,00
codice 2105799
scheda

Page: 1 of 1

  • 1

Pag.: oggetti: