Hai cercato:  Pink floyd / crazy world of arthur brown --- Titoli trovati: : 0
cercando tra gli autori separatamente le parole:  Pink floyd / crazy world of arthur brown --- Titoli trovati:  1002
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
100 Proof aged in soul Somebody's been sleeping in my bed (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  demon / hot wax 
soul funky disco
Vinile da 180 grammi, inner sleeve stampata. Ristampa del 2020 ad opera della Demon / Hot Wax, pressoché identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1971 dalla Hot Wax nel Regno Unito e negli USA, il primo album, precedente l'eponimo lp del 1972. Aprendosi con l'energica e dinamica title track, il loro unico singolo di grande successo (giunse all'ottavo posto nella billboard hot 100 americana), il gruppo mostra di perseguire una musica distante dalla moda dominante a Detroit, quella del soul melodico alla Motown / Tamla: i brani di "Somebody's been sleeping in my bed" esprimono un ibrido soul funk che richiama molto i toni vibranti ed anche ruvidi del Southern soul, alimentati anche dal timbro vocale abraso e deciso, lontanissimo dalle armonie tipiche della Motown. L'album contiene anche il loro primo singolo "Too many cooks (spoil the soup)". Questa la scaletta completa: "Somebody's Been Sleeping", "Love Is Sweeter (The Second Time Around)", "One Man's Leftovers (Is Another Man's Feast)", "I've Come To Save You", "Ain't That Lovin' You (For More Reasons Than One)", "Not Enough Love To Satisfy", "Age Ain't Nothing But A Number", "She's Not Just Another Woman", "Too Many Cooks (Spoil The Soup)", "I Can't Sit And Wait (Til Johnny Comes Marching Home)", "Backtrack". I 100 Proof Aged In Soul sono stati una eccellente band di Detroit, fra i migliori gruppi soul-funk della zona: erano fronteggiati dai cantanti Steve Mancha, Eddie Holiday e Joe Stubbs (fratello di Levi Stubbs dei Four Tops), e dietro la fondazione del gruppo c'era il celebrato ed esperto team di produttori Holland / Dozier / Holland, i quali sul finire degli anni '60 avevano lasciato la Motown per fondare tre etichette proprie, una delle quali era la Hot Wax, su cui uscirono i dischi dei 100 Proof Aged In Soul. La musica della band, più vicina allo stile sanguigno e ruvido del Southern soul che a quello levigato e poppeggiante della Motown, si concretizzò in una quindicina di singoli, usciti fra il 1969 ed il 1977, e due album, "Somebody's been sleeping in my bed" (1971) e "100 proof" (1972); il gruppo, nonostante un iniziale successo, non riuscì a confermarsi e si sciolse nel 1973, per poi riformarsi con una formazione completamente diversa nel 1977, ma solo per un breve periodo.
Euro
29,00
codice 3514265
scheda
lp [edizione] terza stampa  stereo  uk  1976  black crow 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
terza stampa inglese del 1987, dopo la prima tiratura su Rubber Records del 1976 e la seconda su Rca del 1977, copertina con testi sul retro, etichetta crema con scritte e logo neri, catalogo CRO211. Pubblicato in Inghilterra nel 1976 prima di ''For A' That'', il primo album. Considerato da molti critici come il capolavoro del gruppo, contiene magnifici brani tradizionali elettrificati, con un solo brano originale, "Death of Argyll". Uno dei massimi gruppi folk rock inglesi della seconda meta' degli anni '70, gli scozzesi 5 Hand Reel si formarono su impulso di Dick Gaughan a Londra all' inizio del 1971, quando Tom Hickland vi giunse da Belfast per suonare con lui. Chuck Fleming e Clive Woolf entrarono nella band che a quel punto si dedico' ad un lungo tour in Olanda, ma al ritorno Dick Gaughan entro' nei Boys of the Lough, iniziando inoltre una importante attivita' da solista che lo portera' a pubblicare molti albums a proprio nome, mentre gli altri cambiarono il nome in Spencer's Feat con Barry Lyons e Dave Tulloch. Bobby Eaglesham rimpiazzo' Clive Woolf e con questa formazione nacquero i Five Hand Reel. Quando Chuck Fleming lascio' per la JSD Band, Dick Gaughan rientro' nel gruppo e i Five Hand Reel divennero una delle piu' popolari folk bands della Gran Bretagna, realizzando tra il 1976 ed il 1979 quattro apprezzatissimi albums.
Euro
23,00
codice 252444
scheda
lp [edizione] seconda stampa  stereo  uk  1977  black crow 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Seconda stampa inglese del 1987, con copertina (senza barcode) esclusiva, completamente diversa rispetto a quella della originaria tiratura su Rca Victor arancio, con testi sul retro, etichetta crema con scritte e logo neri, catalogo CRO212. Pubblicato in Inghilterra nell' aprile del 1977 dopo ''Five Hand Reel'' e prima di ''Earl o' Moray'', il secondo album, tra le migliori testimonianze del gruppo, composto da brani, perlopiu' tradizionali, riarrangiati brillantemente. Uno dei massimi gruppi folk rock inglesi della seconda meta' degli anni '70, gli scozzesi 5 Hand Reel si formarono su impulso di Dick Gaughan a Londra all' inizio del 1971, quando Tom Hickland vi giunse da Belfast per suonare con lui. Chuck Fleming e Clive Woolf entrarono nella band che a quel punto si dedico' ad un lungo tour in Olanda, ma al ritorno Dick Gaughan entro' nei Boys of the Lough, iniziando inoltre una importante attivita' da solista che lo portera' a pubblicare molti albums a proprio nome, mentre gli altri cambiarono il nome in Spencer's Feat con Barry Lyons e Dave Tulloch. Bobby Eaglesham rimpiazzo' Clive Woolf e con questa formazione nacquero i Five Hand Reel. Quando Chuck Fleming lascio' per la JSD Band, Dick Gaughan rientro' nel gruppo e i Five Hand Reel divennero una delle piu' popolari folk bands della Gran Bretagna, realizzando tra il 1976 ed il 1979 quattro apprezzatissimi albums.
Euro
24,00
codice 252442
scheda
A flock of seagulls Dream come true
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1986  jive 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa inglese, copertina lucida fronte retro con barcode, label azzurra con scritte bianche lungo il bordo e nere altrove, logo Jive bianco e blu in alto, logo MCPS/BIEM a sinistra, catalogo HIP32, scritta "damont" incisa sul trail off di entrambi i lati ed "arun" su quello del lato A. Pubblicato nel marzo del 1986 dalla Jive nel Regno Unito e negli USA, non entrato in classifica in nessuno dei due paesi, il quarto album, successivo a "The story of a young heart" (1984) e precedente "The light at the end of the world" (1995). Inciso con la formazione ridotta a trio dopo l'abbandono del chitarrista Paul Reynolds, e prodotto dal cantante e tastierista Mike Score insieme all'esperto Wayne Braithwaite, "Dream come true" fu inciso con il contributo di cinque chitarristi diversi, ospiti, il più assiduo dei quali fu Mike Irving, presente in quattro brani. Il gruppo opta per un set di brani di pop wave dai richiami romantici, ammantati in sonorità sbarazzine di tastiere condite da chitarre rockeggianti ma in modo rassicurante e melodico, di cui ottimo esempio è "Heartbeat like a drum", uno dei singoli dell'album (purtroppo non baciato dal successo). Nonostante un sound accessibilissimo e ballabile, l'album fu un flop commerciale, e ci sarebbe voluto quasi un decennio per ascoltare un nuovo album degli A Flock Of Seagulls. Gli A Flock Of Seagulls rappresentano uno dei migliori esempi della scena definita Romantic-Wave, in bilico tra wave e sognante dance-pop. Il gruppo di Liverpool, attivo sin dai primi anni ottanta, realizzo' un primo ep per la Cocteau Records, grazie al quale firmarono successivamente per la major Jive. La loro vicenda fu un'inaspettata e vera meteora nel costellato panorama wave. Il gruppo dopo i primi acclamati successi non riusci' ad eguagliarsi scomparendo dalle scene musicali, salvo riemergere durante gli anni con nuove formazioni senza pero' riuscire ad eguagliare i primi meritevoli successi.
Euro
16,00
codice 332802
scheda
A flock of seagulls never again (1st version)
12" [edizione] originale  stereo  uk  1984  jive 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good punk new wave
ep in formato 12", l' originale stampa inglese, copertina (con diversi segni di invecchiamento) lucida e senza costola, flipback su due lati sul retro, senza barcode, etichetta azzurra, catalogo JIVE T78, nella prima versione con "A1" e non "A2" sul trail off della prima facciata, e queindi la versione originaria del "Dance Mix" della title track, lunga quanto indicato sull' etichetta, ovvero 5' 12"; pubblicato nel settembre del 1984, il secondo singolo tratto dal terzo album "The Story Of A Young Heart" (agosto 1984), con due versioni di un brano di quel disco, "Never Again" (una "Dance Mix" ed una "7 version") e l' altrimenti inedita incalzante "Living In Heaven". Gli A Flock Of Seagulls rappresentano uno dei migliori esempi della scena definita Romantic-Wave, in bilico tra wave e sognante dance-pop. Il gruppo di Liverpool, attivo sin dai primi anni ottanta, realizzo' un primo ep per la Cocteau Records, grazie al quale firmarono successivamente per la major Jive. La loro vicenda fu un'inaspettata e vera meteora nel costellato panorama wave. Il gruppo dopo i primi acclamati successi non riusci' ad eguagliarsi scomparendo dalle scene musicali, salvo riemergere durante gli anni con nuove formazioni senza pero' riuscire ad eguagliare i primi meritevoli successi.
Euro
6,00
codice 18084
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ger  2014  hausmusik 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Prima stampa, realizzata in Germania, copertina in cartoncino grezzo e senza barcode, inserto/booklet di sei pagine con testi, label nera con scritte bianche e logo Hausmusik bianco e nero in basso su di una facciata, a colori invertiti sull'altra, catalogo HM79. Pubblicato nel giugno del 2014 dalla tedesca Hausmusik, questo album è il frutto della collaborazione fra A Million Mercies (autori di tre albums tra il 1996 ed il 2017), progetto di Wolfgang Petters, membro della cult band sperimentale teutonica Village Of Savoonga, e Broken Radio (autore di due albums tra il 2013 ed il 2017), progetto del cantautore e produttore tedesco Klaus Patzak, attivo dai primi anni '90, e dedito a sonorità indie folk con ornamenti elettronici, le cui prime pubblicazioni sotto questa sigla risalgono al primo decennio del XXI secolo, sulla scia della Americana di frontiera del Sud degli Stati Uniti (Calexico, Giant Sand possono venire in mente come riferimenti). "Sample and hold" segue appunto la musa roots rock, offrendo un set di episodi in cui vengono sintetizzati in modo moderno, composto ed intimista, influssi blues, country e rockabilly, con belle sonorità elettroacustiche in cui si distingue un bel sound chitarristico vibrato e dilatato che ben si presta alle atmosfere rilassate, sottilmente malinconiche e molto "desertiche" di gran parte del disco, solo in un paio di episodi indurito da arrangiamenti più sanguigni ed ombrosi.
Euro
16,00
codice 331941
scheda
A tree of night A tree of night
Lp [edizione] originale  stereo  eu  2011  orpheus 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 2000
Copia ancora incellophanata, l' originale stampa, copertina ruvida fronte retro senza barcode, inner sleeve rigida con testi e crediti, label viola con scritte marroni e viola su di una facciata, e con grande logo Orpheus Records nero e viola sull'altra, catalogo ORPH018, scritta "MPO" incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicato nel marzo del 2011 dalla danese Orpheus, il primo album, precedente "II" (2011, uscito su CDr), di questo gruppo proveniente dalla Danimarca, progetto di Bo Hill, cantante e multistrumentista attivo sulla scena underground di Elsinore (Danimarca orientale) in diverse bands come cantante, chitarrista e batterista. Inciso fra il 2005 ed il 2010, "A tree of night" contiene otto brani scritti da Hill stesso, marchiati dall' acid folk e dalla psichedelia: c'è un'aria fiabesca e stralunata in questi brani, che riconduce all'influenza di Syd Barrett, mentre il cantato di Hill, soffuso fino ad essere poco più che sussurrato, e dilatato da effetti eco, si avvicina molto al dream pop ed allo shoegazer, ma ulteriormente rallentato e più misticheggiante, sopra lente ballate dalle percussioni sullo sfondo, accompagnato da bordoni di organo e da cullanti melodie di chitarra distorta da effetti psichedelici.
Euro
18,00
codice 334103
scheda
Aa. vv. (anne briggs, oak, dave and toni arthur...) English Garland (topic folk sapler)
lp [edizione] originale  stereo  uk  1972  topic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
Prima rara stampa inglese, copertina con diversi segni di invecchiamento, etichetta azzurra con logo unboxed argento, catalogo TPSS221. Pubblicato in Inghilterra nel 1972, e' un bellissimo sampler (l' ottavo di una lunga serie) dell' etichetta di culto del folk inglese. Contiene quindici brani, di qualita' media elevatissima, tratti da albums spesso assai rari, originariamente pubblicati dalla stessa etichetta tra il 1968 ed il 1971, con alcuni nomi particolarmente importanti, come Anne Briggs, Dave & Toni Arthur, gli Oak... Ecco la lista del materiale incluso- 1.Roy Harris with Notts Alliance "Robin Hood and the Tanner" (dall' album "The Bitter And The Sweet" del 1971) 2. High Level Ranters "The Breakdown / Blanchland Races" (dall' album "Northumberland For Ever" del 1968), 3.Dave and Toni Arthur "Six Jolly Miners" (dall' album "The Lark In The Morning" del 1969), 4.Anne Briggs "The Snow It Melts the Soonest" (dal leggendario primo splendido album "Anne Briggs" del 1971), 5.Peter Bellamy "The Fox Jumps Over the Parson's Gate" (dall' album "The Fox Jumps Over The Parson`s Gate" del 1970), 6. Bernard Wrigley "The Molecatcher" (dall' album "The Phenomenal B. Wrigley - Folk Songs, Tunes And Drolleries" del 1971), 7.Oak "Thousands or More" (dall' album "Welcome To Our Fair" del 1971), 8.Peter Bellamy con Barry Dransfield al fiddle: "The Barley and the Rye" (dall' album "The Fox Jumps Over The Parson`s Gate" del 1970), 9.Anne Briggs "The Cuckoo" (ancora dal primo album "Anne Briggs" del 1971) 10.Dave and Toni Arthur con Barry Dransfield al fiddle "The Lark in the Morning" (dall' album "The Lark In The Morning" del 1969), 11. Bernard Wrigley, Wilf Darlington "Gee Whoa, Dobbin / Jack the Horse Courser" (dall' album "The Phenomenal B. Wrigley - Folk Songs, Tunes And Drolleries" del 1971), 12. Peta Webb (degli Oak) "Roving Round the County Tyrone" (dall' album "Welcome To Our Fair" degli Oak, 1971), 13.Roy Harris, with Muckram Rakes "The Bonny Green Woods" (dall' album "The Bitter And The Sweet" del 1971), 14.Tom Gilfellon, acc. The High Level Ranters "The Hexhamshire Lass" (dall' album "Northumberland For Ever" del 1968), 15.Oak "Scan's Polkas" (dall' album "Welcome To Our Fair" del 1971).
Euro
14,00
codice 51136
scheda
lp [edizione] originale  stereo  eu  1981  lacerba 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Copia ancora incellophanata, l' originale ormai rara stampa, edizione limitata di 350 copie, numerate sul retro (questa la copia numero 066), copertina senza barcode, vano interno della copertina con crediti scritti in bianco su cartoncino nero, inner sleeve con note e foto, etichetta nera e bianca, catalogo lacerba3. Pubblicato dalla storica etichetta italiana Industrie Discografiche Lacerba nel 2014, "At the end of Modernity?" omaggia insieme una piccola ma interessantissima etichetta ed un' attitudine musicale che ne ha caratterizzato la produzione durante gli anni '80, tra slanci post punk, dalle tinte sovente dark, poesia, scenari mittleuropei. Contiene undici brani inediti, alcuni ritrovati nei preziosi cassetti di un' etichetta che, come a volte accade, ha spesso lavorato a progetti che poi non hanno visto la luce (inediti di Pankow, Twin Vision, Rosemary’s Baby, Minox+Blaine Reininger), altri che sono nuove versioni di brani del periodo (Federico Fiumani, Alex Spalck+FM, Daniele Biagini), altri ancora versioni alternative coeve di quelle gia' edite (Rinf, Ultramarine, Steven Brown). Questi nel dettaglio i brani: Pankow | Follow me (inedito dell’81), Twin Vision | The rites of passage (brano inedito del progetto di Dominik Guerin degli Spk), Rosemary’s Baby | rehearsal #1 (dal progetto italiano attivo nella meta' degli anni '80, considerabile come una filiazione del Temple of Psychic Youth di Genesis P-Orridge, autore dei dischi “Love Songs” (1985) e “Andrew Woodhouse” (1986), Federico Fiumani | Cult | Same | Punk (interpretazioni registrate nel 2013 con l' accompagnamento della sola chitarra di tre estratti della vecchia sua raccolta di poesie “Neogrigio”, Alex Spalck+FM | Nachruf (registrazione del 2013 di una poesia di Alex Spalck del 1981, con tappeto musicale fornito da FM dei Pankow; Rinf+Sherwood | Bang reaction (versione inedita di uno dei brani frutto della collaborazione tra la band fiorentina ed il celebre Adrian Sherwood), Ultramarine | Softspot (nuova versione di uno dei brani piu' amati del progetto inglese che era stato in procinto nel 1989 di pubblicare il suo album d'esordio per la Lacerba), Minox+Blaine Reininger | Limboland (preziosa testimonianza della collaborazione per nulla estemporanea tra il gruppo italiano ed il Tuxedomoon, che avrebbe dovuto portare nel 1989 ad un album dal titolo "MondoMinox”, purtroppo rimasto inedito); Minox | Marching (ecco uno dei brani del sopracitato "MondoMinox", registrato con l’aiuto tra gli altri di Blaine Reininger, Luc Van Lieshout, Gilles Martin, Riccardo Tesi; Daniele Biagini | Winter song (inedito brano painistico reinterpretato, originariamente in un demo del 1988, dal musicista che aveva collaborato con i Minox nel loro primo mini “Lazare”ima ed atmosferica introduzione pianistica. Daniele Biagini ne era il giovane e virtuoso interprete. Musicista riservato ma di grande talento, come testimoniato anche da “Winter Song” riscoperta in un demo casalingo inciso nel 1988 e da allora dimenticato; Steven Brown | Vedrai vedrai (versione del brano di Luigi Tenco registrata dal Tuxedomoon dal vivo la notte dell’8 Luglio 1988 al Festival delle Colline di Firenze).
Euro
28,00
codice 250636
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1984  hybrid 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Bella copia con lievissimi segni di invecchiamento sulla costola superiore e sul lato di apertura della copertina, prima stampa inglese, copertina semilucida fronte retro con barcode, label bianca con scritte nere, logo Hybrid bianco su campo nero in alto, catalogo HYBRID1, scritta ''MPO'' incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicata nel 1985 dalla Hybrid in Gran Bretagna e poi nel 1986 in una versione espansa dalla Victoria in Spagna, questa raccolta compila brani editi tratti da diversi lp e mini pubblicati dalla label inglese, firmati da importanti band underground come gli australiani Beasts Of Bourbon da Sidney, autori di un ruvido rock chitarristico arricchito da influenze blues, country e garage, i loro concittadini Lime Spiders, selvaggia, acida e corrosiva band ispirata dal protopunk detroitiano, gli Spikes da Adelaide, autori di un ruvido rock legato tanto al garage americano degli anni '60 quanto a certa psichedelica chitarristica americana che lo segui', con elementi roots ma anche punk blues, gli americani Guadalcanal Diary da Marietta, Georgia, fra paisley underground e R.E.M., ed infine i californiani Vandals, storica hardcore band di Los Angeles, molto affini ai grandi Angry Samoans ed una delle colonne dello hardcore della west coast americana per tutti gli ultimi due decenni del '900. Questa la scaletta: Lime Spiders, ''Slave girl'' (dal mini lp ''Slave girl'', 1985); Beasts Of Bourbon, ''Evil ruby'' (dall'album ''The axeman's jazz'', 1985); Vandals, ''Mohawk town'' (dall'album ''When in rome do as the vandals'', 1985); Spikes, ''Flashback to acid beach'' (dal mini lp ''Six sharp cuts'', 1985); Guadalcanal Diary, ''Watusi rodeo'' (dall'album ''Walking in the shadow of the big man'', 1984); Vandals, ''Ladykiller'' (dall'album ''When in rome do as the vandals'', 1985); Lime Spiders, ''Beyond the fringe'' (dal mini lp ''Slave girl'', 1985); Spikes, ''Ain't no friend of mine'' (dal mini lp ''Six sharp cuts'', 1985); Beasts Of Bourbon, ''Drop out'' (dall'album ''The axeman's jazz'', 1985); Guadalcanal Diary, ''Trail of tears'' (dall'album ''Walking in the shadow of the big man'', 1984).
Euro
16,00
codice 326491
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  aus  1988  black eye 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima rara stampa, pressata solo in Australia, copertina lucida fronte retro senza barcode e con ancora presente, sul retro, l'adesivo "this album contains material which may be considered offensive", inner sleeve con foto, artwork e formazioni dei gruppi compilati, etichetta grigio/nera con globo oculare con pupilla rossa su di una facciata, nera con scritte argento sull'altra, catalogo BLACKLP4. Pubblicata nel 1988 dalla Black Eye in Australia, l'assurda compilation "Leathe donut" non è una normale raccolta, ma sembra piuttosto la creazione frutto dell'unione delle forze di una serie di gruppi e di musicisti underground australiani che gravitavano attorno alla label indie Black Eye / Red Eye (la prima era una sussidiaria della seconda); membri di Beasts Of Bourbon, Lubricated Goat, Thug (Tex Perkins e Peter Read sono della partita) e Bloodloss presero parte a queste registrazioni, fino ad allora inedite, realizzate appositamente per questo album, che nelle sue sonorità grottesche e rumoristiche appare come un'opera organica e coesa. Una musica viscerale, fra punk blues, noise rock, esperimenti vicini allo industrial o alla pura demenzialità, che riflette il lato più provocatorio ed estremo della ricca scena musicale australiana degli anni '80. Questa la scaletta: A1 The Sexy Dwarf "Rape Scene Music A2 Bobby Qualtrough "Mother Fish Song" A3 Justinstink "Cassetin Giftieg" A4 Rino "Sex Life" A5 Nick King "A Personal Message" A6 Now "1988" A7 Peter Read "Kill Me" A8 Martin Bland "I Like Nitrous Oxide" B1 Furry Men of The North "Naked Men" B2 Minced Meat "The World's Got Everything In It" B3 Egg N Burgers "D.D.T." B4 Thug "Thug Rap" B5 Ren "Shit Pit" B6 Stu Spasm "Me and A Great Big Leather Man" B7 Salamander Jim "Flying Truck" B8 The Bureau of Intelligence "Erotica" B9 The Slub "Song For Steven".
Euro
60,00
codice 333772
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1988  woronzow 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good punk new wave
Prima rara stampa inglese, copertina (con diverse macchie di umidita', visibili sul fronte e soprattutto sul retro) senza barcode, catalogo WOO6, etichetta "custom" in bianco e nero, corredata di inserto con note in carta azzurra con scritte rosse, "Adrenalin" inciso sul trail off delle due facciate. Pubblicato nel 1988 dalla etichetta inglese di culto gestita da Nick Saloman/Bevis Frond, la Woronzow, questo album propone tre lunghi brani ad opera di alcuni dei gruppi di punta della neo psichedelia inglese di fine anni '80: gli Outskirts Of Infinity, accompagnati da Nick Saloman stesso, eseguono la chilometrica jam ''Growing weeds'', fra hard rock e psichedelia, con lunghi ed acidi assoli di chitarra che si stagliano su di un'aggressiva sezione ritmica, con reminiscenze di Cream ed Hendrix; i Parthenogenetick Brotherhood, sorta di supergruppo formato da Saloman, Cyke Bancroft, Mick Wills ed altri, eseguono ''The miskatonic variations'', lungo e lento hard blues psichedelico, in cui sax, chitarra elettrica ed organo si intrecciano in ottundenti ed ipnotici assoli; infine Bevis Frond propone ''Long journey into light'', lento hard rock distorto ed inacidito, ipnotico ed oscuro, sempre con influenze hendrixiane ma a tinte piu' cupe. L'album e' in gran parte frutto della mente di Nick Saloman, fondatore e leader dei Bevis Frond, una delle figure piu' importanti del revival psichedelico inglese del periodo, piu' precisamente del ramo maggiormente vicino alle sonorita' vintage degli anni '60 e '70.
Euro
18,00
codice 242984
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1990  imaginary 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa, pressata in Olanda anche per il mercato inglese, copertina lucida fronte retro con barcode 5016555701014, label rossa con scritte nere e logo Imaginary Records nero in alto, catalogo ILLUSION010. Pubblicata nel 1990 alla Imaginary Records, l'interessante compilation, parte di una collana dedicata dalla casa discografica alle cover storici brani piu' o meno ricordati dell'epoca d'oro del pop e del rock, gli anni '60, riviste da gruppi indie degli anni '80 e '90; uscirono sempre nei primi anni '90 ''Through the looking glass 1965'' e ''Through the looking glass 1966''. Questo ''1967'' contiene ovviamente brani originariamente pubblicati nel 1967, l'anno dell'esplosione e della consacrazione della psichedelia, fra le altre cose: troviamo brani di Beatles, Doors, Cream, Love e Tomorrow, ma anche di Nancy Sinatra, Glen Campbell ed Iron Butterfly, fra gli altri, interpretati in modo personale e moderno da talentuosi artisti di una o due generazioni piu' giovani, da Bevis Frond agli Shamen, da Mark Burgess (dei grandi Chameleons) a Dave Kusworth. In alcuni casi il risultato e' ancor vicino al classico sound psichedelico di alta epoca, in altri invece i gruppi danno interpretazioni spiazzanti e stravolte, come gli What? Noise con ''Strange brew'' dei Cream, trasformata in un caos di pop dissonnante, gli Shamen con ''Slip inside this house'' dei Thirteenth Floor Elevators, che diventa un brano house music (peraltro precedente alla versione piu' famosa che ne daranno i Primal Scream nel 1991), o ''Sunshine of your love'' che nelle mani di Styler and Baldwin diventa un pezzo neo soul con tanto di sezione fiati. Questa la scaletta: Colin's Hermits, ''Strawberry fields''; A Witness, ''Break on thru'''; Dave Kusworth & the Bounty Hunters, ''I'm your puppet''; The Bomb Party, ''For what it's worth''; Death Of Samantha, ''20th century fox''; The Thunderbyrds, ''My white bicycle''; Spiral Jetty, ''7 & 7 is''; What? Noise, ''Strange brew''; The Shamen, ''Slip inside this house''; Styler and Baldwin, ''Sunshine of your love''; Onion Head, ''Gentle on my mind''; Bevis Frond, ''Power possession''; Mark Burgess, ''You only live twice''.
Euro
25,00
codice 327204
scheda
LP2 [edizione] originale  stereo  uk  1990  110 below 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
prima stampa inglese, vinile doppio, copertina con barcode 5016553250316, adesivo di presentazione sul fronte, label custom arancio e blu su di una facciata, blu con scritte bianche ed arancioni sull'altra, catalogo BELOW3LP, scritta "damont" incisa sul trail off di tutti i lati. Pubblicata nel 1995 dalla 110 Below, sottoetichetta della Beechwood, questa è la terza raccolta dedicata da questa label all'elettronica sperimentale ed alla dance per la mente alternativa della prima metà anni '90, con brani e remixes di artisti del calibro di Brian Eno, Muslimgauze, The Future Sound Of London, Anton Fier, Material e Jah Wobble, fra gli altri, accomunati qui dalla volontà di sperimentare con sonorità dilatate e ritmiche elettroniche relativamente lente, fra ambient techno ed elettronica "leftfield", tratti per lo più da 12" ed inediti o in versione inedita su album. Questa la scaletta: Muslimgauze, "Khan younis" (dall'album "Hamas arc", 1993); Future Sound Of London, "Smokin japanese babe" (versione più lunga del brano apparso sull'album "ISDN", 1994); Brian Eno, "Fractal zoom (naive mix II)" (dal 12" "Fractal zoom", 1992); Thessalonians, "Serious ancient rhythm (Blood red crescent moon mix)" (dall'album "Soulcraft", 1993); Anton Fier, "Emotional smear" (dall'album "Dreamspeed", 1993); Jah Wobble's Invaders of the Heart, "Bomba (nonsonicus maximus mix)" (dal 12" "Bomba", 1990); Material, "Mantra (doors of perception mix)" (dal 12" "Mantra – remixes", 1993); Urban Dance Squad, "3 Heights" (dal 12" "Bureaucrat of flaccostreet", 1991); Planet Jazz, "Sun" (dal 10" "Planet jazz", 1995); Squid, "Overdub", (dal 12" "Overdub", 1994).
Euro
18,00
codice 331562
scheda
Aa.vv. (crazy cavan, matchbox...) Best of british rockabilly
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1975  oxford 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa italiana su Oxford, pressata nel 1981, due anni dopo quella inglese, copertina senza barcode, label gialla e verde sfumata con scritte nere, logo Oxford giallo, verde e nero in alto, piccolo logo Ariston nero in basso, catalogo OX3230. Pubblicata nel 1979 dalla Charly in Gran Bretagna, questa raccolta documenta la rinascita del rockabilly sulla scena britannica nel corso degli anni '70, in particolare nella seconda meta' del decennio, prima e durante l'esplosione del punk; non fu un caso che una musica cosi' selvaggia ed immediata, suonata con una strumentazione relativamente limitata e legata alle origini del rock'n'roll, riemergesse nell'epoca in cui prendevano piede il pub rock di gruppi come i Dr. Feelgood e soprattutto poi il punk 77ettino, in reazione alla complessita', al professionalismo esasperato ed alla lontananza dalla nuova generazione delle rock star affermate e degli esponenti del rock progessivo. Questa compilation raccoglie quattordici brani editi, incisi fra il 1975 ed il 1979 da importanti gruppi britannici del nuovo rockabilly, e tratti da sei diversi album ed un ep pubblicati in quegli anni dalla label Rockhouse. Questa la scaletta: Steve Bloomfield, ''Hurricane'' (da ''Rockabilly originals'', 1978); Flying Saucers, ''Let's rock the town'' (dall'ep ''The ballad of johnny reb'', 1979); Crazy Cavan, ''She's the one to blame'' (da ''Crazy rhythm'', 1975); Freddie ''Fingers'' Lee, ''I'm down'' (da ''Freddie fingers lee'', 1978); Matchbox, ''All the boys'' (da ''Riders in the sky'', 1976); Little Tina & Flight '56, ''My boy elvis'' (da ''This little girl is gonna rock it'', 1977); The Riot Rockers, ''Road of steel'' (da ''The riot rockers'', 1977); Flying Saucers, ''Cat talkin''' (dall'ep ''The ballad of johnny reb'', 1979); Crazy Cavan, ''Bop little baby'' (da ''Crazy rhythm'', 1975); Steve Bloomfield, ''Rockin' rhythm'' (da ''Rockabilly originals'', 1978); Little Tina & Flight '56, ''This little girl's gone rockin''' (da ''This little girl is gonna rock it'', 1977); Riot Rockers, ''It's saturday night'' (da ''The riot rockers'', 1977); Freddie ''Fingers'' Lee, ''Dib dab boogie'' (da ''Freddie fingers lee'', 1978); Matchbox, ''Only wanna rock'' (da ''Riders in the sky'', 1976).
Euro
20,00
codice 328562
scheda
Aa.vv. (devo, james brown...) Doctor detroit ost
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1983  backstreet 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soundtracks
prima stampa USA, copertina (con piccolo cut promozionale sulla costola) con barcode, label grigia con logo Backstreet in alto, catalogo BSR-6120. Pubblicata nel 1983 dalla Backstreet negli USA, dove non entro' in classifica, e dalla MCA in Gran Bretagna, la colonna sonora del film comico diretto da Michael Pressman ed interpretato da Dan Aykroyd. Prodotte da Ira newborn e Robert K. Weiss, le musiche furono realizzate con il contributo di diversi autori, provenienti da differenti ambiti stilistici: troviamo infatti i Devo con la loro pop wave sintetica in ''Theme from doctor detroit'' e ''Luv-luv'' (entrambe pubblicate su un 12" attribuito alla band di Akron), la cantante afromaericana legata all'epoca della disco music Pattie Brooks, il comico ed attore T.K. Carter, che si cimenta con l'irresistibile groove di ''Yo skridlow'' insieme allo stesso Aykroyd, e soprattutto il grande James Brown, in ottima forma, che si presenta qui con due scoppiettanti brani pop funk, ''King of soul'' e ''Get up offa that thing / Doctor detroit''. Questa la scaletta: Devo, ''Theme from doctor detroit''; Pattie Brooks & Dan Aykroyd, ''Hold him''; James Brown, ''King of soul''; T.K. Carter & Dan Aykroyd, ''Yo skridlow''; Pattie Brooks & Dan Aykroyd, ''Working girls''; James Brown, ''Get up offa that thing / Doctor detroit''; Devo, ''Luv-luv''; Pattie Brooks, ''You are the one'', ''Get it on and have a party''.
Euro
18,00
codice 327217
scheda
Aa.vv. (flying saucer attack, handful of dust...) Speed kills – bonus phono record issue 7
10" [edizione] originale  stereo  usa  1995  speed kills 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Ep in formato 7", prima stampa USA, 10" originariamente allegato al numero 7 della rivista Speed Kills, copertina in carta ripiegata attorno al disco e con il retro di dimensioni ridotte rispetto al fronte, senza barcode, label azzurra con banda nera centrale, scritte nere ed azzurre, catalogo SCP-007, groove message "art + science = the future" sul lato A e "the sound of speed = the speed of sound" sul lato B. Pubblicato nel 1995 con la rivista Speed Kills, questo 10" contiene quattro brani di altrettanti gruppi: gli inglesi Flying Saucer Attack, noti per la loro musica eterea ma anche gentilmente dissonante, influenzata dalla musica tedesca dei '70, propongono qui l'acustica e grezza "February 8th" (brano inserito anche nella loro raccolta "Chorus", sempre nel 1995); i Back Off Cupids, formati da due membri della punk'n'roll band americana ROCKET FROM THE CRYPT (Jason Crane e John Reis), suonano l'inedita "Sleds behave", episodio curiosamente in bilico fra slow core e low fi; i neozelandesi A Handful Of Dust, composti da Bruce Russell dei DEAD C, dal violinista Alistair Galbraith e dal percussionista Peter Stapleton, offrono "A sort of saliva", fra droni di noise quieto ed alienato strimpellare di violino (brano tratto dalla cassetta del 1995 "From A Soundtrack To The Anabase Of St-John Perse"); i Portastatic, progetto dell'americano Mac McCaughan, frontman dei Superchunk, offrono una inedita e delicata ballata elettroacustica dai toni vagamente psichedelici e cullanti, "Useless switch".
Euro
15,00
codice 331247
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1991  flipside 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Prima stampa USA, copertina semilucida senza barcode, completa del libretto di sedici pagine con artwork e note dedicate ai gruppi coinvolti, label nera con scritte argento, catalogo FLIPLP30 inciso sul trail off. Pubblicata nel 1991 dalla Flipside negli USA, la compilation manifesto della musica indipendente californiana dei primi anni '90, con una facciata dedicata alla scena di Los Angeles (indicata come ''SoCal'' sulla label) e l'altra a quella di San Francisco (indicata come ''NoCal''): sedici brani, IN GRAN PARTE INEDITI, incisi per lo più fra il 1990 ed il 1991, da gruppi del calibro di Green Day, Offspring, Down By Law, Big Drill Car, il veterano Helios Creed (ex Chrome), ed una fantomatica Steel Pole Melvins Task Force, composta pare da membri degli Steel Pole Bath Tub e dei Melvins! La compilation è stilisticamente molto eclettica, passando dalle ossessioni ''Devoniane'' dei Claw Hammer al punk melodico di Offspring, Dawn By Law e Green Day. Questa la scaletta: Big Drill Car, ''A take away'' (brano presente anche sul loro album ''Batch'' del 1991); Popdefect, "Bob says no'' (poi sul loro album ''Punch drunk'' del 1992); Down By Law, ''Vision'' (brano presente anche sul loro eponimo album del 1991); Claw Hammer, ''Hey old lady and bert's song'' (brano presente anche sul loro eponimo album del 1990); The Offspring, ''Take it like a man'' (poi sul loro album ''Ignition'' del 1992); Hunger Farm, ''Guilt" (inedito); Distorted Pony, "Jahr null" (inedito); Blackbird, "I need u" (inedito); Steel Pole Melvins Task Force, "Hardball" (inedito); Sharbait, "Mr. Fernando'' (inedito); Helios Creed, "Hard" (inedito); Victim's Family, "Sinatra mantra" (inedito); Cringer, "Despair ends" (inedito); Monsula, "Wither" (poi sul loro album ''Sanitized" del 1992); Mr T. Experience, "Fill in the blank" (inedito); Green Day, "I want to be alone" (anche sulla raccolta "1039 / Smoothed out happy hours'' del 1991).
Euro
23,00
codice 330948
scheda
Aa.vv. (makers, teengenerate, rip offs...) Rip Off Records – The Early Ones
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1993  rip off 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Copia ancora incellophanata, prima stampa USA, copertina con barcode 607608003817, label custom rossa con scritte bianche e nere, catalogo 038. Pubblicata nel luglio del 1999 dalla Rip Off, la bella antologia che compila brani di singoli ormai fuori stampa, originariamente stampati fra il 1993 ed il 1995 dalla stimata etichetta punk di Greg Lowery (gia' nei Supercharger, Rip Offs, Infections e Zodiac Killers), a lungo dedita alla pubblicazione di singoli su 7'', nel corso degli anni '90. Si tratta dei primi singoli pubblicati dalla Rip Off, caratterizzati da una qualità di registrazione molto grezza, dovuta anche, per sua stessa ammissione, all'inesperienza di Lowery, che peraltro ha rimasterizzato tutti i brani per la pubblicazione di questa raccolta. I gruppi qui rappresentati erano accomunati, almeno in quel periodo storico, da un sound grezzo e graffiante che integrava low fi, garage duro e punk stradaiolo: ascoltiamo quattro brani degli stessi Rip Off di Lowey, due dei Makers, inizialmente proprio dediti ad un crudo e diretto garage punk, due dei Teengenerate, gruppo giapponese nato a Tokyo dalle ceneri degli American Soul Spiders, veri capiscuola di una scena che ha dato al garage ed al punk rock degli anni '90 molti dei suoi gruppi migliori. Ispirandosi all' incendiario rock detroitiano di Stooges ed MC5, ma soprattutto al miglior punk rock americano di fine anni '70, e due dei Cryin' Out Louds, quartetto basato ad Austin, fra proto punk, garage rock e Ramones. Questa la scaletta: Statics, "The statics theme", "All mixed up" (3/93); Spoiled Brats, "Jackies never coming back", "No I don't" (10/93); Rip Offs, "Now I know (Its you)", "Can I come over" (10/93); "Make up your mind", "Wild jane" (3/94); Makers, "Bust out", "Why won't you" (1/95); Teengenerate, "Out of sight", "Pushin' me around" (5/95); Cryin' Out Louds, "Bloodhound", "Motorcycle cop" (6/95).
Euro
25,00
codice 331494
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1980  415 records 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Copia ancora incellophanata, la prima rara stampa USA, copertina senza barcode, label blu con scritte argento e logo 415 Records agrentato a destra, catalogo A0001, groove message ''garage music'' su entrambi i lati. Pubblicata nel giugno del 1980 negli USA, la compilation curata dalla 415 Records, all'epoca giovane ed attivissima etichetta new wave di San Francisco, e contenente brani fino ad allora inediti di gruppi underground, qui dediti principalmente ad uno sferragliante punk venato ora di rock'n'roll, ora di power pop, ora di post punk aggressivo, fra cui citiamo in particolare gli Offs con ''I've got the handle'' (aggressivo punk rock con una sferzante ironia alla Dickies), i grandi Mutants di San Francisco con uno dei pochi brani che ne testimoniano la prima e piu' importante fase artistica, i 391 con ''Serching for a thrill'' (punk'n'roll), i VIPs nati da una costola dei Nuns (con Jennifer Miro e Pat Ryan) ed i Readymades con ''415 music'' (dai richiami ramonesiani), ma anche gli SVT del veterano della scena di Frisco Jack Casady. Questa la scaletta: Readymades, ''415 music''; Times 5, ''Is your radio-active''; The Mutants, ''Baby's no good''; 391, ''Searching for a thrill''; Sudden Fun, ''Weekend show''; The Donuts featuring Lisa Bosch, ''Johnny, johnny''; SVT, ''Always come back for more''; The Symptoms, ''Simple sabotage''; The VIPs, ''She''s a put on''; Jo Allen and the Shapes, ''Shimmy, shimmy''; The Offs, ''I've got the handle''.
Euro
32,00
codice 326907
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1997  panic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
con copertina realizzata dall' artista Winston Smith, l' originale stampa, uscit in esclusiva per l' etichetta italiana Panic, sottoetichetta della Helter Skelter, copertina lucida fronte retro senza barcode, due inserti, uno in formato A4 con note, l'altro in formato lp con foto dei gruppi coinvolti e disegni, label bianca con scritte nere, scritte ''Side one'' e ''Side two'' in giallo in verticale a sionistra, logo Panic Records giallo, nero e grigio a sinistra, catalogo NOW0897. Pubblicata nel 1997 dalla Panic Records, questa compilation presenta diciotto brani inediti del tutto o almeno su album di gruppi hardcore punk internazionali: accanto ai veterani NOFX, troviamo gruppi come gli italiani Punkreas, i californiani Good Riddance ed i francesi Burning Heads; i brani sono complessivamente all'insegna dello hardcore melodico, ma non mancano episodi piu' duri ed abrasivi. Questa la scaletta: Punkreas, ''The market of nothing''; Burning Heads ''State of mind''; Bamfa, Bamfa, ''Colours''; Horace Pinker, ''Just around the corner''; Egg Ebb, ''Fool''; Restos Fosiles, ''De golpe''; Miriamplace, ''Another day''; Good Riddance, ''Lame duck arsenal''; Happy Noise, ''Leave me out''; Not Available, ''Green car''; Pea Wees, ''I hate your rules''; NOFX, ''Two on glue'' (inedita all' epoca, comparira' un anno dopo nel 7" ep "Fuck the Kids"); Beat-Offs, ''The girl from the outer space''; Baseball Annie, ''I like pornography''; Manges, ''Kiss kiss kiss''; Vader's, ''Manicomio''.
Euro
18,00
codice 312715
scheda
Aa.vv. (nofx, lagwagon...) Happy meals volume 2
Lp [edizione] originale  stereo  usa  2000  my records 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Prima stampa americana, copertina lucida fronte retro con barcode 600822-8055-19, label nera con scritte argento su di una facciata e con disegno argentato sull'altra, catalogo 8055-1. Pubblicata nel 2000 dalla My Records, la seconda delle raccolte ''Happy meals'' edite dalla piccola label californiana fondata nel 1996 dal frontman dei Lagwagon, Joey Cape. Questo secondo volume contiene diciotto brani, molti dei quali inediti su album, e celebra principalmente il classico pop punk californiano alla NOFX, che non a caso chiudono la scaletta con l' inedita ''Lazy train'', ma ci sono anche i Lagwagon con ''Messengers'', Nerf Herder con gli echi metallici di ''Hospital'', gli Armchair Martian con l'eccellente ''Armslenght'', dai richiami Husker Du, mentre venature power pop si sentono in Keith Brown con ''Suicide'' e Saltine con ''I owe you''. Questa la scaletta: Me First & the Gimme Gimmes, ''Rich girl''; Armchair Martian, ''Armslenght''; Nerf Herder, ''Hospital''; Ten Speed Summer, ''Pantera fans in love''; Ridel High, ''Facelift''; Lagwagon, ''Messengers''; Saltine, ''I owe you''; The Living End, ''English army''; Marvel, ''Trigger happy''; 22 Jacks, ''Passport''; Limp, ''Clear color''; Skycycle, ''Antebellum''; Silver Jet, ''On the fence''; Keith Brown, ''Suicide''; Knee Jerk Reaction, ''Unsure thing''; Chixdiggit, ''Brunette summer''; The Ataris, ''How I spent my summer vacation''; NOFX, ''Lazy train''.
Euro
24,00
codice 327428
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1971  gb 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Rara pubblicazione privata di fine anni '80 ad opera della GB, copertina lucida fronte retro, label nera con scritte bianche, logo GB bianco in alto e logo GEMA a sinistra, catalogo 231. Questo oscuro e raro album compila registrazioni dal vivo risalenti probabilmente al 1971, ad opera di tre importanti brand britanniche: i blues rockers Savoy Brown offrono qui una chilometrica interpretazione di ''Louisiana blues'' (circa ventidue minuti di durata) sulla prima facciata, ricca di assoli, ripartenze e duelli chitarristici; la seconda facciata e' occupata dai May Blitz che, con il loro ruvido e potente hard rock, suonano ''I don't know'' ed un brano senza titolo in lunghe performance davvero infuocate, e dai Fotheringay di Sandy Denny, fra folk rock e blues con ''Memphis''. Una delle piu' importanti formazioni rock blues inglesi a cavallo fra gli anni '60 e gli anni '70, i Savoy Brown nacquero a Londra nel 1968, fondati dal chitarrista Kim Simmonds; il gruppo, destinato a diventare una notevole attrazione dal vivo negli Stati Uniti nel decennio successivo, non ebbe invece significativi successi in patria. Caratterizzati da frequenti cambiamenti di formazione, con il solo Simmonds sempre presente, realizzarono numerosi album fra la fine degli anni '60 e la meta' degli anni '70, alcuni dei quali importanti per la storia del British blues (come ''Blue matter'' del 1969, che conteneva la loro classica ''Train to nowhere''), ed ancora altri lp negli anni '80 e '90. I May Blitz, formati sotto l'egida del grande batterista Tony Newman, gia' con Sounds Incorporated e Jeff Beck Group, con Jamie Black alla chitarra, futuro Fbi, furono uno dei gruppi di culto della scena inglese hard rock dell'epoca, con un sound distorto e aggressivo, con echi e feedback, uno dei piu' leggendari act del progressive hard inglese, autori di due albums, entrambi poco venduti all' epoca ma entrati nella leggenda. Tony Newman sara' poi con David Bowie ed i Boxer oltre ad apparire nella colonna sonora di "Tommy" degli Who.
Euro
34,00
codice 247504
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1971  gb 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Rara pubblicazione privata di fine anni '80 ad opera della GB, copertina lucida fronte retro, label nera con scritte bianche, logo GB bianco in alto e logo GEMA a sinistra, catalogo 231. Questo oscuro e raro album compila registrazioni dal vivo risalenti probabilmente al 1971, ad opera di tre importanti brand britanniche: i blues rockers Savoy Brown offrono qui una chilometrica interpretazione di ''Louisiana blues'' (circa ventidue minuti di durata) sulla prima facciata, ricca di assoli, ripartenze e duelli chitarristici; la seconda facciata e' occupata dai May Blitz che, con il loro ruvido e potente hard rock, suonano ''I don't know'' ed un brano senza titolo in lunghe performance davvero infuocate, e dai Fotheringay di Sandy Denny, fra folk rock e blues con ''Memphis''. Una delle piu' importanti formazioni rock blues inglesi a cavallo fra gli anni '60 e gli anni '70, i Savoy Brown nacquero a Londra nel 1968, fondati dal chitarrista Kim Simmonds; il gruppo, destinato a diventare una notevole attrazione dal vivo negli Stati Uniti nel decennio successivo, non ebbe invece significativi successi in patria. Caratterizzati da frequenti cambiamenti di formazione, con il solo Simmonds sempre presente, realizzarono numerosi album fra la fine degli anni '60 e la meta' degli anni '70, alcuni dei quali importanti per la storia del British blues (come ''Blue matter'' del 1969, che conteneva la loro classica ''Train to nowhere''), ed ancora altri lp negli anni '80 e '90. I May Blitz, formati sotto l'egida del grande batterista Tony Newman, gia' con Sounds Incorporated e Jeff Beck Group, con Jamie Black alla chitarra, futuro Fbi, furono uno dei gruppi di culto della scena inglese hard rock dell'epoca, con un sound distorto e aggressivo, con echi e feedback, uno dei piu' leggendari act del progressive hard inglese, autori di due albums, entrambi poco venduti all' epoca ma entrati nella leggenda. Tony Newman sara' poi con David Bowie ed i Boxer oltre ad apparire nella colonna sonora di "Tommy" degli Who.
Euro
34,00
codice 323723
scheda
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  usa  1986  voxx 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Seconda stampa americana, copertina (con lievi segni di invecchiamento) lucida senza barcode, etichetta argento con logo e scritte neri, catalogo 200.045, trail off con "S-24620" e "S-24621" sui rispettivi lati (incisioni assenti nella primissima tiratura). Pubblicato dalla americana Voxx nel 1986, il quarto volume della serie che costituisce il bignami ideale per tutti gli appassionati di neopsichedelia e garage degli anni '80. Una rassegna ancora una volta imperdibile di gruppi (in questo caso europei) piu' o meno noti, straordinariamente freschi e vitali, con materiale o assolutamente inedito o tratto da introvabili singoli : ovvio iniziare dagli italiani (i migliori del lotto con i Green Telescopes) SICK ROSE (la travolgente "I want love" dal loro primo 7"ep) e BIRDMAN OF ALKATRAZ (nella magnifica "April dancer", di gran lunga superiore alla versione poi inclusa anni dopo nell' album "Birdwood Cage" - nella band militava ancora il geniale chitarrista Maurizio Curadi, che presto avrebbe fondato gli Steeplejack); poi ci sono gli inglesi Cannibals, Surfadelics, Bad Karma Beckons ed i grandissimi GREEN TELESCOPE (poi divenuti Thanes), gli olandesi Otherside (deliziosa la loro "Hounted House"), i francesi Les Thugs ("Femme Fatale" suona quasi una versione garage dei Suicide), Klepstones, Les Coronados e Les Flamingos, gli spagnoli Sex Museum e Los Negativos, i tedeschi Legendary Golden Vampires (alle prese con una devastata "Stychnine" dei Sonics), i greci Last Drive. Questa la scaletta completa: The Cannibals, ''Good times''; The Otherside, ''Haunted house''; Les Thugs, ''Femme fatale''; The Surfadelics, ''Bad little girl''; The Klepstones, ''She'll always be mine''; Sex Museum, ''Drugged personality''; The Legendary Golden Vampires, ''Strychnine''; Bad Karma Beckons, ''Listen''; The Last Drive, ''Everynight''; Sick Rose, ''I want love''; Los Negativos, ''Viaje al norte''; Green Telescope, ''Thinkin' about today''; The Birdman Of Alkatraz, ''April danger''; Les Coronados, ''Free again''; Les Flamingos, ''Let it shine''.
Euro
14,00
codice 251046
scheda

Page: 1 of 41


Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "Pink floyd / crazy world of arthur brown":
crazy world of arthur brown - Pink floyd - 

altri autori contnenti le parole cercate: