Hai cercato:  National --- Titoli trovati: : 14
  • 1
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
National Alligator (green lime)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2005  beggars banquet 
indie 2000
ristampa in vinile colorato "green lime" 180 grammi, inner sleeve. Lp pubblicato dalla Beggars banq uet nel 2005, dopo "Sad songs for dirty lovers" (03) e prima di "Boxer" (07), il terzo album della band, il primo per la beggars banquet. Opera che rivela un songwriting dalle atmosfere notturne sottoforma di coinvolgenti ballate dalle sonorita' avvolgenti dominate da morbidi fraseggi e arpeggi di chitarra, in cui si ravvisano influssi britannici miscelati con una componente indie piu' americana. Tanto che definisce l'esatto punto d'incontro fra post rock, new wave e sad core I riferimenti, oltre a Ian Curtis, il cui tono un po' svogliato ha influenzato quella del cantante Matt Berninger, portano verso gli Arab Strap, Tindersticks e Clap your hands say yeah. I National si formano a New York nella seconda meta' degli anni '90, ad opera di due coppie di fratelli, Scott e Brian Devendorf ed Aaron e Bryce Dessner, insieme al cantante Matt Berninger. Dopo una serie di esibizioni dal vivo, il gruppo incide il primo album eponimo, che esce nel 2001 e suscita reazioni positive fra critica e pubblico. L'album e' seguito nel 2003 da ''Sad songs for dirty lovers'' e nel 2005 da ''Alligator'' che riceve il plauso della critica. ''Boxer'' esce nel 2007. I National propongono un indie rock diretto e di forte impatto emotivo, contraddistinto da calde ballate e dal canto malinconico di Berninger ed arricchito da contaminazioni country, melodie pop ed arrangiamenti orchestrali
Euro
29,00
codice 2125175
scheda
National Boxer
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  2007  beggars banquet 
indie 2000
vinile colorato Copertina liscia a busta, inner sleeve in cartoncino nero con scritte bianche, label nera, con riquadro giallo su di un lato e scritte gialle e bianche sull'altro. Pubblicato nel 2007 dalla Beggar's Banquet, ''Boxer'' e' il quarto album dei National, uscito dopo ''Alligator'' (2005). Il gruppo propone un rock chitarristico notturno e malinconico, con reminiscenze post punk e con approccio melodico, che fa pensare ai Tindersticks ed anche agli Interpol, ma con sonorita' piu' introspettive e meno esplosive rispetto a questi ultimi. Arrangiamenti di archi ed accompagnamenti di pianoforte (al quale siede Sufjan Stevens) rendono le ballate particolarmente drammatiche ed emotive. I National si formano a New York nella seconda meta' degli anni '90, ad opera di due coppie di fratelli, Scott e Brian Devendorf ed Aaron e Bryce Dessner, insieme al cantante Matt Berninger. Dopo una serie di esibizioni dal vivo, il gruppo incide il primo album eponimo, che esce nel 2001 e suscita reazioni positive fra critica e pubblico. L'album e' seguito nel 2003 da ''Sad songs for dirty lovers'' e nel 2005 da ''Alligator'' che riceve il plauso della critica. ''Boxer'' esce nel 2007. I National propongono un indie rock diretto e di forte impatto emotivo, contraddistinto da calde ballate e dal canto malinconico di Berninger ed arricchito da contaminazioni country, melodie pop ed arrangiamenti orchestrali.
Euro
29,00
codice 2128365
scheda
National cherry tree
lpm [edizione] nuovo  stereo  usa  2004  brassland 
indie 2000
ristampa in versione 12" (l'originale è in formato 10"). Uscito dopo "sad songs for dirty lovers" e prima di "alligator". mini lp con sette brani, "wasp nest", "all the wine", "all boiled up in straps", "cherry tree", "about today", "murder me rachel" (live), "a reasonable man (I don't mind). "murder by rachel" e' stato estratto dalla Black Session no. 200 per l'emittente radiofonica France Inter, del 17 novembre 2003. quintetto originario dell'Ohio con base a New York, con un songwriting dalle atmosfere notturne sottoforma di coinvolgenti ballate dalle sonorita' avvolgenti dominate da morbidi fraseggi e arpeggi di chitarra, in cui si ravvisano influssi britannici miscelati con una componente indie rock piu' americana. riferimenti a Arab Strap, Tindersticks, Clap Your Hands Say Yeah. consigliato.
Euro
23,00
codice 2125173
scheda
National First two pages of frankenstein
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2023  4ad 
indie 2000
copertina ruvida apribile, adesivo su cellophane. Il nono album in studio della band, prodotto dalla band ai Long Pond Studios nello stato di New York e presenta le apparizioni di Taylor Swift, Phoebe Bridgers e Sufjan Stevens. Disco intenso e contemplativo nelle sue tranquille atmosfere, concepito dopo un periodo di difficoltà di Matt Berninger alle prese con depressione e blocco dello scrittore, con arrangiamenti ben equilibrati e mai abbondanti. Ispirato dalle prime pagine del romanzo di Mary Shelley dove il personaggio del capitano di una nave in spedizione verso il Polo Nord, Robert Walton, scrive delle lettere a sua sorella in cui si rincorrono i suoi dubbi sulla riuscita dell'impresa e la solitudine. I National si formano a New York nella seconda meta' degli anni '90, ad opera di due coppie di fratelli, Scott e Brian Devendorf ed Aaron e Bryce Dessner, insieme al cantante Matt Berninger. Dopo una serie di esibizioni dal vivo, il gruppo incide il primo album eponimo, che esce nel 2001 e suscita reazioni positive fra critica e pubblico. L'album e' seguito nel 2003 da "Sad songs for dirty lovers" e nel 2005 da "Alligator" che riceve il plauso della critica. "Boxer" esce nel 2007. I National propongono un indie rock diretto e di forte impatto emotivo, contraddistinto da calde ballate e dal canto malinconico di Berninger ed arricchito da contaminazioni country, melodie pop ed arrangiamenti orchestrali. Nel maggio 2010 esce il quinto full lenght, "High Violet", un mix ben calibrato ed arrangiato con archi, tastiere, fiati e pianoforti, fra Echo and the Bunnymen, Wilco ed Arcade Fire, giunto alla posozione n.3 del Billboard americano.
Euro
36,00
codice 2123629
scheda
National High violet
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2010  4AD 
indie 2000
Doppio lp, in vinile 180 gr., copertina apribile con scritte in rilievo fronte/retro, completa di inner sleeves con foto in bianco e nero, etichette viola con scritte bianche, sovracopertina in plastica trasparente con adesivo. Pubblicato dalla 4AD nel maggio 2010, dopo "Boxer" (07), il quinto album. Prodotto dalla band stessa e da Peter Katis, (gia' al lavoro in dischi coma "Alligator" e "Boxer"), vede la partecipazione di Sufjian Stevens e di Justin Vernon (Bon Iver). "High violet" e' un'opera nella quale si ritrovano le qualita' apprezzate in passato: la voce cavernosa, malinconica, ricca di pathos, di Beringer, gli arrangiamenti chitarristici dei fratelli Derringer e la ritmica dei fratelli Davendorf, piena di tensione che ricorda la new wave. Ciononostante, rispetto a "Boxer", l'atmosfera e' meno cupa e nevrotica, molto piu' rarefatta, malinconica e contemplativa, con arrangiamenti che comprendono piano, archi, tastiere e fiati. I riferimenti rimandano ad un ipotetico punto d'incontro fra Echo and the bunnymen, Wilco e Arcade fire. I National si formano a New York nella seconda meta' degli anni '90, ad opera di due coppie di fratelli, Scott e Brian Devendorf ed Aaron e Bryce Dessner, insieme al cantante Matt Berninger. Dopo una serie di esibizioni dal vivo, il gruppo incide il primo album eponimo, che esce nel 2001 e suscita reazioni positive fra critica e pubblico. L'album e' seguito nel 2003 da ''Sad songs for dirty lovers'' e nel 2005 da ''Alligator'' che riceve il plauso della critica. ''Boxer'' esce nel 2007. I National propongono un indie rock diretto e di forte impatto emotivo, contraddistinto da calde ballate e dal canto malinconico di Berninger ed arricchito da contaminazioni country, melodie pop ed arrangiamenti orchestrali
Euro
34,00
codice 2125627
scheda
National I am easy to find (ltd clear)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  4ad 
indie 2000
edizione limitata in doppio vinile trasparente, sovracopertina in pvc con scritte bianche sul fronte, copertina apribile senza barcode con parti in rilievo ed interno arancio nella tasca che contiene il primo disco, rosa in quella per il secondo disco, inner sleeves, libretto con testi, coupon con codice per il download. "I Am Easy to Find" (2019), ottavo disco dei National (che segue il vincitore del Grammy "Sleep Well Beast" uscito nel 2017), è stato registrato a Long Pond di Hudson Valley (New York), con ulteriori session a Parigi, Berlino, Cincinnati, Austin, Dublino, Brooklyn. Come ospiti nel disco troviamo Gail Ann Dorsey, collaboratrice di lungo corso della band di David Bowie oltre a una parata di donne: Sharon Van Etten, Lisa Hannigan e Mina Tindle e il coro giovanile di Brooklyn. Ancora una volta la band americana dimostra di essere autrice e interprete di brani poetici. Questa volta, però, ad esser protagonista è la voce femminile delle tante donne che cantano nel disco. Il lavoro dei National - in questa occasione - è quindi un racconto al femminile, pensato e ideato insieme al regista Mike Mills. I National sono un gruppo post punk, indie rock nato a Cincinnati e attivo dal 1999. I testi della band sono tutti scritti e cantati da Matt Berninger, cantante con voce baritonale. Con lui nella band, due coppie di gemelli: Aaron e Bryce Dessner, Scott e Bryan Devendorf. Il loro ultimo disco, "I Am Easy to Find", è uscito nel 2019 - l'ottavo della loro carriera, pubblicato - ancora una volta - dalla 4AD.
Euro
43,00
codice 2115528
scheda
National Laugh track (ltd)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2023  4ad 
indie 2000
edizione limitata in doppio vinile rosa, adesivo su cellophane, copertina apribile. Il decimo album, secondo dell'anno e speculare a "First two pages of frankenstein", con brani scritti durante le stesse (presumiamo lunghe) sessions. Gli ingredienti sono i migliori che la band americana sa mescolare con classe da tempo nei 12 brani dolce-amari di questo lavoro, al quale partecipano ospiti quali Bon Iver, Rosanne Cash e Phoebe Bridgers. I National si formano a New York nella seconda meta' degli anni '90, ad opera di due coppie di fratelli, Scott e Brian Devendorf ed Aaron e Bryce Dessner, insieme al cantante Matt Berninger. Dopo una serie di esibizioni dal vivo, il gruppo incide il primo album eponimo, che esce nel 2001 e suscita reazioni positive fra critica e pubblico. L'album e' seguito nel 2003 da "Sad songs for dirty lovers" e nel 2005 da "Alligator" che riceve il plauso della critica. "Boxer" esce nel 2007. I National propongono un indie rock diretto e di forte impatto emotivo, contraddistinto da calde ballate e dal canto malinconico di Berninger ed arricchito da contaminazioni country, melodie pop ed arrangiamenti orchestrali. Nel maggio 2010 esce il quinto full lenght, "High Violet", un mix ben calibrato ed arrangiato con archi, tastiere, fiati e pianoforti, fra Echo and the Bunnymen, Wilco ed Arcade Fire, giunto alla posozione n.3 del Billboard americano.
Euro
44,00
codice 2124229
scheda
National Sad songs for dirty lovers
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2003  brassland 
indie 2000
Ristampa. Lp, pubblicato dalla Brassland nel settembre 2003, prima di "Cherry tree" (04) e dopo "The National" (01), il secondo album per la band americana, il primo con la produzione di Peter Katis (Mommyheads, Oneida, Mercury rev, Frightened rabbit, Twilight sad e We were promise jetpacks), che continuera' negli anni a venire. Opera ben confezionata, emotivamente toccante, nella quale confluiscono elementi country, cantautorali, pop, new wave, sadcore ed orchestrali, con un ampio range di rimandi: la disperazione senza scampo dei Joy Division, il pathos dei Chameleons, l'esistenzialismo di Leonard Cohen e l'intimismo dei Red house painters. I National si formano a New York nella seconda meta' degli anni '90, ad opera di due coppie di fratelli, Scott e Brian Devendorf ed Aaron e Bryce Dessner, insieme al cantante Matt Berninger. Dopo una serie di esibizioni dal vivo, il gruppo incide il primo album eponimo, che esce nel 2001 e suscita reazioni positive fra critica e pubblico. L'album e' seguito nel 2003 da ''Sad songs for dirty lovers'' e nel 2005 da ''Alligator'' che riceve il plauso della critica. ''Boxer'' esce nel 2007. I National propongono un indie rock diretto e di forte impatto emotivo, contraddistinto da calde ballate e dal canto malinconico di Berninger ed arricchito da contaminazioni country, melodie pop ed arrangiamenti orchestrali
Euro
26,00
codice 2127326
scheda
National Sleep well beast (white)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2017  4ad 
indie 2000
edizione limitata in doppio vinile bianco, copertina apribile ruvida, libretto, coupon per download, adesivi su cellophane, etichette custom. “Sleep Well Beast” (2017), settimo album degli americani The National, prodotto da metà National ossia da Matt Berninger e Bryce Dessner. Dopo dischi, quali “Alligator” (2005) e “Boxer” (2007), che hanno fatto affermare e maturare la formula sonora dei newyorkesi – una musica malinconica, cupa in chiave post punk – la band ampia il proprio spettro sonoro in maniera intelligente e riuscita : nei nuovi brani di Matt Berninger & Co rock ed elettronica dialogano. Tutti gli strumenti, sintetici o analogici che siano, trovano i propri spazi e non si sovrappongono creando un suono d’insieme (molto) intimista. I National si formano a New York nella seconda metà degli anni '90, ad opera di due coppie di fratelli, Scott e Brian Devendorf ed Aaron e Bryce Dessner, insieme al cantante Matt Berninger. Dopo una serie di esibizioni dal vivo, il gruppo incide il primo album omonimo, che esce nel 2001 e suscita reazioni positive fra critica e pubblico. L'album è seguito nel 2003 da "Sad songs for dirty lovers" e nel 2005 da "Alligator" che riceve il plauso della critica. "Boxer" esce nel 2007. I National propongono un indie rock diretto e di forte impatto emotivo, contraddistinto da calde ballate e dal canto malinconico di Berninger, arricchito da contaminazioni country, melodie pop ed arrangiamenti orchestrali. Nel maggio 2010 esce il quinto album, "High Violet", un mix ben calibrato ed arrangiato con archi, tastiere, fiati e pianoforti, fra Echo and the Bunnymen, Wilco ed Arcade Fire, giunto alla posizione n.3 del Billboard americano. Nel 2013 uscirà poi “Trouble Will Find Me”.
Euro
34,00
codice 2115526
scheda
National The national
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2001  brassland 
indie 2000
Ristampa. Lp pubblicato dalla Brassland il 30 ottobre 2001, prima di "Sad songs for sad lovers", l'album debutto per la band americana, alle prese con un suono definibile un alternative country nel quale confluiscono elementi introspettivi cari alla new wave inglese (Joy Division), approcciati con una sensibilita' piu rotonda e meno tagliente, che ricorda gli Arab Strap e i Tinderstick. Da notare che il testo di "29 years" sara' piu' tardi riusato in "Slow show" da "Boxer" (07). I National si formano a New York nella seconda meta' degli anni '90, ad opera di due coppie di fratelli, Scott e Brian Devendorf ed Aaron e Bryce Dessner, insieme al cantante Matt Berninger. Dopo una serie di esibizioni dal vivo, il gruppo incide il primo album eponimo, che esce nel 2001 e suscita reazioni positive fra critica e pubblico. L'album e' seguito nel 2003 da "Sad songs for dirty lovers" e nel 2005 da "Alligator" che riceve il plauso della critica. "Boxer" esce nel 2007. I National propongono un indie rock diretto e di forte impatto emotivo, contraddistinto da calde ballate e dal canto malinconico di Berninger ed arricchito da contaminazioni country, melodie pop ed arrangiamenti orchestrali. Nel maggio 2010 esce il quinto full lenght, "High Violet", un mix ben calibrato ed arrangiato con archi, tastiere, fiati e pianoforti, fra Echo and the Bunnymen, Wilco ed Arcade Fire, giunto alla posozione n.3 del Billboard americano.
Euro
28,00
codice 2098956
scheda
National Trouble will find me
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2013  4ad 
indie 2000
Copertina apribile, doppio Lp pubblicato dalla 4Ad nel maggio 2013, dopo "High violet" (10), il sesto album. Con ospiti come Sufjan Stevens che cura l le drum machines, Richard Lee Parry degli Arcade Fire, St.Vincent, Sharon Van Etten, Nona Marie Invie dei Dark Dark Dark, questo "Trouble will find me" risulta essere piu' scarno rispetto ai precedenti albums, cosi impregnati di orchestrazioni, con un suono fondato sull'asse batteria e sintetizzatori a supporto della nota voce baritonale di Berninger, fra atmosfere avvolgenti e delicate, malinconiche e emozionali. I National si formano a New York nella seconda meta' degli anni '90, ad opera di due coppie di fratelli, Scott e Brian Devendorf ed Aaron e Bryce Dessner, insieme al cantante Matt Berninger. Dopo una serie di esibizioni dal vivo, il gruppo incide il primo album eponimo, che esce nel 2001 e suscita reazioni positive fra critica e pubblico. L'album e' seguito nel 2003 da "Sad songs for dirty lovers" e nel 2005 da "Alligator" che riceve il plauso della critica. "Boxer" esce nel 2007. I National propongono un indie rock diretto e di forte impatto emotivo, contraddistinto da calde ballate e dal canto malinconico di Berninger ed arricchito da contaminazioni country, melodie pop ed arrangiamenti orchestrali. Nel maggio 2010 esce il quinto full lenght, "High Violet", un mix ben calibrato ed arrangiato con archi, tastiere, fiati e pianoforti, fra Echo and the Bunnymen, Wilco ed Arcade Fire, giunto alla posozione n.3 del Billboard americano.
Euro
34,00
codice 2118440
scheda
National flag Thank you and goodnight
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  sommor 
rock 60-70
Copertina senza codice a barre, inserto con note e foto. Ristampa del 2021 ad opera della Sommor, la prima in assoluto in vinile, e pressoché identica alla ultrara e ricercatissima prima tiratura. Originariamente pubblicato privatamente nel 1977 nel Regno Unito, questo è l'unico album dei britannici National Flag, quartetto hard rock formatosi a Kingston nel 1973 e relativamente popolari nel circuito live londinese fra il 1975 ed il 1976; avevano un solido seguito al leggendario Marquee Club, dove furono di casa nell'estate del 1975. La loro eccellente reputazione come live band arrivò fino in Giappone, dove suonarono in tour nello stesso 1975, apparendo anche in televisione ed alla radio, e suonando allo World Rock Festival di Kyoto con Jeff Beck ed i New York Dolls. Durante la loro breve carriera pubblicarono solo questo album, "Thank you and goodnight", inciso fra il 1974 ed il 1976, e poi pressato privatamente nel 1977 in un centinaio di esemplari, quindi destinato ad eterna rarità; sempre nel 1977 due membri del gruppo, Danny Edwardson e Seamus Sell, incisero un album d'archivi per la KPM, intitolato "Rock on", nel quale riciclarono alcuni riff dei National Flag. Il gruppo non riuscì a capitalizzare la sua fama sul palco con un contratto discografico, finendo per sciogliersi poco dopo l'uscita dell'album. E' un disco di ottimo e rude hard rock, accostato a gruppi americani come Grand Funk e Lynyrd Skynyrd ma anche ai compatrioti Wishbone Ash, con un sound stradaiolo e trascinante, efficaci interazioni fra un pianoforte molto rock'n'roll e chitarre elettriche, un solido boogie ritmico e compatti riff, occasionali divagazioni autunnali squisitamente britanniche in rari episodi come "If I were a carpenter".
Euro
25,00
codice 3513635
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1977  affinity 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima rara stampa inglese, copertina (con ampia ma lieve piegatura nell' angolo in alto a sinistra) lucida fronte e retro, etichetta grigia con logo verde e blu in alto, nella prima versione con "Manufactured and distributed by Pye Records..." a destra, catalogo AFF6, vinile che se posto in controluce assume una colorazione ambrata. Pubblicato in Inghilterra nel giugno del 1977 prima di ''Of queues and cures'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa dove usci' nel 1978, il primo album. Formati da Dave Stewart, Phil Miller, Neil Murray e Pyp Pyle, ovvero i membri di Hatfield and the North e Gilgamesh. Nella prima formazione del gruppo, che non registro' fino al 1977 nonostante sia nata nel 1975, transitarono anche Bill Bruford dei King Crimson e Mont Campbell degli Egg. La musica della band in questo primo lavoro (come nel successivo) e' simile a quella proposta dagli ultimi Hatfield and the North, ovvero un mix di progressive e jazz rock e contaminazioni psichedeliche con notevoli dosi di sperimetazione; la band avra' vita travagliatissima con continui cambi di formazione, producendo tre albums per poi sciogliersi nel 1983.
Euro
36,00
codice 256702
scheda
National wake Walk in africa 1979-81
LP2 [edizione] nuovo  stereo  usa  1979  light in the attic 
punk new wave
Vinile doppio, allegata tessera per il download dell'album da internet, inserto esterno con note di presentazione e parte sagomata con profilo del continente africano, copertina cartonata apribile senza codice a barre, libretto di venti pagine con note a cura di Keith Jones, regista del film ''Punk in Africa'', label custom a colori, catalogo LITA105. Pubblicata nel 2013, la prima antologia in assoluto dedicata ai National Wake, leggendaria band sudafricana attiva fra gli anni '70 ed i primi '80: furono un gruppo interetnico, composto da membri bianchi e di colore, nato in una comune underground del paese africano, all'epoca stretto nella morsa dello apartheid, e generato dal clima di tedio, tensione e sommovimento sociale che serpeggiava in Sud Africa dopo la rivolta di Soweto. Il gruppo era ispirato dal reggae di Bob Marley come dal proto punk e dal punk di gruppi come Stooges e Clash, e pubblico' un solo eponimo album nel 1981, di cui furono vendute circa settecento copie prima che pressioni governative ponessero termine alla sua circolazione; tuttavia la loro influenza ed il loro spirito dissidente si fecero sentire sulla scena underground interetnica della Johannesburg degli anni '80. Questa raccolta compila brani tratti dal loro unico raro lp insieme ad inediti in studio e dal vivo, testimonianza di una band dirompente ed quasi sconosciuta sulla scena internazionale. Questa la scaletta: ''International news'', ''It's all right'', ''Walk in africa'', ''Time and place'', ''Corner house stone'', ''Mercenaries'', ''Wake of the nation'', ''Supaman'', ''Speed it up'', ''Beat up the lights'', ''Black punk rockers'', ''Stratocaster'', ''Everybody'', ''Vatsiketeni''.
Euro
12,00
codice 3510939
scheda

Page: 1 of 1

  • 1

Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "National":
National - National flag - national health (hatfield and the north) - National wake - 

altri autori contnenti le parole cercate: