Hai cercato:  Goblin --- Titoli trovati: : 17
  • 1
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Goblin Buio omega ost (ltd. clear purple)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  cinevox / ams 
soundtracks
Ristampa del 2022, in vinile 180 grammi, edizione limitata in vinile porpora chiaro, copertina apribile pressoche' identica alla prima tiratura (sebbene con apertura per il disco regolare a destra, e non piu' posta all' interno. Per la prima in vinile nel 2012 ad opera della AMS, la colonna sonora del controverso film di culto girato da Joe D'Amato ed uscito nel 1979. Originariamente uscita su cd solo nel 1997, fu incisa dai Goblin, maestri nel realizzare colonne sonore, in particolare per film dell'orrore, categoria della quale ''Buio omega'' rappresenta uno dei piu' estremi e scioccanti esempi italiani. Musicalmente il disco si basa su atmosferici ed inquietanti brani strumentali a base di tastiere e synth, nei quali talvolta si inseriscono ritmiche e melodie di matrice funk/disco ma sempre dai toni scuri. Le radici dei Goblin si trovano in un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi'￾ come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca.
Euro
31,00
codice 2122624
scheda
Goblin contamination
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1980  cinevox 
soundtracks
Vinile pesante, copertina senza barcode, etichetta verde con scritte e logo neri. Ristampa pressocche' identica alla prima rara tiratura uscita su Cinevox nel 1980, dopo "Patrick" e prima di "Tenebre". Il nono album. Colonna sonora del film di fantascienza "Contamination - Alien arriva sulla terra" di Lewis Coates, ovvero Luigi Cozzi, il disco alterna brani atmosferici basati sulle tastiere ad episodi jazz rock o funky, dando un quadro piuttosto completo delle sonorita' che caratterizzarono in quegli anni la musica del gruppo. Le radici dei Goblin si trovano in un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi'￾ come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca.
Euro
28,00
codice 2104784
scheda
Goblin dawn of the dead + 1 track (red vinyl)
Lp [edizione] ristampa  stereo  ita  1979  dagored lo-cost 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soundtracks
Ristampa del 2004, in vinile rosso, copertina che rispecchia quella della ristampa gia' realizzata nel 2000 dalla stessa Dagored, ma che era apribile, a differenza di questa, adesivo Siae metallizzato sul retro, catalogo RED9117; contiene un brano in piu' rispetto all' edizione originaria, "Zombi (Sexy)". Originariamente pubblicato con il titolo "Zombi" dalla Cinevox in Italia nel 1978 dopo ''Il fantastico viaggio del "bagarozzo" Mark'' (1978) e prima di '' Squadra antigangsters'' (1979), uscito in vari paesi con copertine diverse, ed in America nel 1979 anche con titolo cambiato in "Dawn Of The Dead", rispecchiando il titolo dell' omonimo film di cui e' la colonna sonora, il quinto album. Colonna sonora del film ''Zombi'' (in inglese "Dawn of the Dead"), di George A. Romero in collaborazione con Dario Argento, il disco alterna brani complessi che ancora si rifanno al rock progressivo, con altri dai toni piu' pop rock, oltre ad un paio di episodi dalle ritmche quasi tribali. Le radici dei Goblin si trovano in un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi'￾ come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca.
Euro
30,00
codice 259863
scheda
Goblin la via della droga (ltd. crystal vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  ams / cinevox 
soundtracks
EDIZIONE LIMITATA IN VINILE "CRYSTAL", ristampa del 2021, copertina apribile lucida, pressoche' identica alla prima tiratura del 2016. Uscita in cd nel 1998, ed in vinile nel 2016, la bella colonna sonora realizzata nel 1977 dai Goblin per il gangster movie omonimo di Enzo G.Castellari (con Fabio Testi e David Hemmings), rimasta inedita' pero', a differenza delle precedenti storiche colonne sonore di "Profondo Rosso" e "Roller", o di "Suspiria", che risale allo stesso 1977, e pubblicata solo in cd nel 1998. Si tratta del periodo piu' fertile e creativo del progetto Goblin, ed anche questo soundtrack lo dimostra, particolarmente interessante peraltro per le atmosfere assai diverse che lo caratterizzano da altri del gruppo, trattandosi di un lavoro realizzato per una volta non per un horror. Tra rock, jazz, funky, con molte percussioni, e brani ora incalnzanti ora atmosferici, suonati come sempre con grande perizia strumentale e grande creativita' negli arrangiamenti e nell' uso degli effetti. Le radici dei Goblin si trovano in un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gi… conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cos￾ come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca.
Euro
29,00
codice 2104559
scheda
Goblin patrick
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1979  cinevox 
soundtracks
Vinile pesante, copertina senza barcode, etichetta verde con scritte e logo neri. Ristampa pressocche' identica alla prima rara tiratura uscita su Cinevox nel 1979, dopo "Amo non Amo" e prima di "Contamination". L' ottavo album. Colonna sonora del film horror di culto "Patrick" di Richard Franklin, il disco e' tra le cose migliori realizzate dal gruppo alla fine del decennio, con molti brani evocativi e musicalmente ricchi di spunti interesanti, con le tastiere spesso in primo piano, influenze da parte di certa musica tedesca, ma anche progressive o jazz rock. Le radici dei Goblin si trovano in un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi'￾ come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca.
Euro
31,00
codice 2118836
scheda
Goblin Profondo rosso
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1975  cinevox / ams 
soundtracks
Ristampa con copertina pressoche' identica all'originale, lucida ed apribile, dell' album originariamente uscito su Cinevox nel 1975. Pubblicato in Italia nel marzo del 1975 prima di ''Roller'', il primo storico album del gruppo italiano, epocale colonna sonora dell' omonimo esordio cinematografico di Dario Argento, insuperato prototipo (sia la musica che il film) per innumerevoli opere a venire nell' ambito del genere. Le radici dei Goblin si trovano in un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cos￾ come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca. L'album contiene anche sulla seconda facciata alcuni temi orchestrali del compositore Giorgio Gaslini. Note a cura di Augusto Croce, dal bellissimo libro e sito "Italian Prog".
Euro
31,00
codice 2127704
scheda
Goblin Rarities, Film Versions And Alternates (ltd. yellow vinyl, Rsd 2023)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1975  ams / cinevox 
soundtracks
EDIZIONE LIMITATA, IN VINILE GIALLO TRASPARENTE, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2023, copertina apribile, adesivo di presentazione sul cellophane. Realizzato per la prima volta in questa occasione, questo album contiene sedici brani, registrati tra il 1975 ed il 1982, versioni alternative, a volte molto diverse dalle tracce originali incluse nelle uscite ufficiali, dal leggendario LP di debutto "Profondo Rosso" a "Tenebre", passando per gli straordinari "Suspiria", "Zombi" e "Phenomena" e le "gemme nascoste" di "Patrick", "Contamination" e "Buio Omega". Questa la lista completa dei brani: 1. Death Dies (Film Version) 2. Deep Shadows (Film Version) 3. Suspiria (Celesta & Bells) 4. Markos (Alternate Version) 5. L'Alba Dei Morti Viventi (Alternate Take) 6. Ai Margini Della Follia (Alternate Take) 7. Patrick (Alternate Version) 8. Transmute (Alternate Version) 9. Buio Omega (Black Magic M1) 10. Buio Omega (Memorial, Unused) 11. Fright (Alternate Version) 12. Withy (Alternate Version) 13. Phenomena (#5 - Piano And Voice) 14. The Wind (Insects) 15. Tenebre (Film version) 16. Flashing (Film version). Le radici dei Goblin si trovano in un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi'￾ come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca.
Euro
31,00
codice 2126311
scheda
Goblin Roller (ltd. clear purple vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1976  ams / cinevox 
soundtracks
Ristampa del 2023, edizione limitata in vinile porpora trasparentem copertina lucida apribile, pressoche' identica alla prima rara tiratura. Originariamente pubblicato in Italia dalla Cinevox, ''Roller'' e' il secondo album dei Goblin, uscito dopo ''Profondo rosso'' (1975) e prima di ''Suspiria'' (1977). ''Roller'' venne concepito come progetto musicale a se' stante, al contrario dell'album che lo precedette e di quello che lo segui', entrambi colonne sonore dei celebri film di Dario Argento; i Goblin realizzano qui un disco sostanzialmente di rock progressivo strumentale, dominato dalle tastiere ed in particolare dall'organo. Contiene la lunga ''Goblin'', che ricorda il prog di Yes, King Crimson e ELP nella sua complessa e cangevole struttura. Le radici dei Goblin si trovano in un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi'￾ come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca.
Euro
31,00
codice 3032669
scheda
Goblin Suspiria
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1977  ams / cinevox 
soundtracks
ristampa con copertina apribile pressoche' identica alla prima rara tiratura su Cinevox, corredata di inner sleeve con foto e note. Originariamente pubblicato in Italia dalla Cinevox, ''Suspiria'' e' il terzo album dei Goblin, uscito dopo ''Roller'' (1976) e prima di ''Il fantastico viaggio del bagarozzo Mark'' (1978). Colonna sonora del celebre film di Dario Argento, questo album del gruppo italiano e' uno dei piu' apprezzati nella loro discografia. I Goblin realizzano qui una musica di grande tensione, sinistra e potente in cui, oltre alla celeberrima title track, si susseguono lunghi pezzi ipnotici e semi-acustici con tanti di lamenti torturati oltre ad episodi piu' vicini allo hard rock progressivo, il tutto immerso in un'atmosfera da incubo. Le radici dei Goblin si trovano in un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gi… conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cos￾ come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca.
Euro
31,00
codice 3032670
scheda
Goblin Tenebre ost (clear vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1982  ams 
soundtracks
Ristampa del 2021, EDIZIONE LIMITATA IN VINILE CHIARO, copertina pressoche' identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicata nel 1982 dalla Cinevox in Italia, la colonna sonora del film di Dario Argento ''Tenebre''. La colonna sonora e' accreditata a Simonetti, Pignatelli e Morante, membri dei Goblin, anche se non viene mostrato i nome del gruppo sul disco. Si tratta dell'ultima importante collaborazione fra i Goblin e Dario Argento, prima di una pausa durata fino al 2001 con ''Non ho sonno''. Siamo ormai negli anni '80, e la musica usata dal gruppo per questa colonna sonora presenta elementi elettronici e qualche vago riferimento dance, pur restando immersa in un'atmosfera cupa e rabbrividente. Le radici dei Goblin si trovano in un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi'￾ come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca.
Euro
33,00
codice 3032693
scheda
Goblin Volo
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1982  cinevox 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soundtracks
Prima rara stampa italiana, etichetta verde con scritte e logo neri, catalogo SC33/45. Pubblicato nel 1982 dalla Cinevox in Italia, l'undicesimo album, successivo a ''Tenebre'' (1982) e precedente ''Notturno'' (1983). Al contrario di molti album del gruppo, questo ''Volo'' non e' una colonna sonora, ma un lp a se' stante. Il gruppo era in queste sessioni composto da Fabio Pignatelli (basso) e Maurizio Guarini (tastiere), con il supporto di Derek Wilson (batteria), Mauro Lusini (voce) e Marco Rinalduzzi (chitarra); ma ci sono anche numerosi ospiti, fra cui Maurizio Gianmarco (sax tenore, sax alto), Tony Esposito (percussioni) e Walter Martino, che aveva suonato con il gruppo nel primo storico album, ''Profondo rosso'' (uscito nel 1975). ''Volo'' e' essenzialmente un album pop, in cui pero' trovano ancora posto tracce di virtuosismo tastieristico ed alcuni leggeri tocchi jazz; e' un disco di canzoni, dalle atmosfere rassicuranti e un po' sbarazzine e dalle sonorita' accessibili. I Goblin ebbero le loro origini da un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi' come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca. Si ringrazia il sito italianprog.it per le note biografiche.
Euro
60,00
codice 256387
scheda
Goblin Zombi (original cover)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1978  cinevox / ams 
soundtracks
Ristampa in vinile 140 grammi, con copertina pressoche' identica alla prima tiratura italiana del 1978. Originariamente pubblicato dalla Cinevox in Italia nel 1978 dopo ''Il fantastico viaggio del "bagarozzo" Mark'' (1978) e prima di '' Squadra antigangsters'' (1979), il quinto album. Colonna sonora del film ''Zombi'', di George A. Romero in collaborazione con Dario Argento, il disco alterna brani complessi che ancora si rifanno al rock progressivo, con altri dai toni piu' pop rock, oltre ad un paio di episodi dalle ritmche quasi tribali. Le radici dei Goblin si trovano in un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi'￾ come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca.
Euro
31,00
codice 2122106
scheda
Goblin (claudio simonetti's goblin) Dawn of the dead - 2018 version (yellow vinyl)
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  ita  2018  rustblade / deep red 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soundtracks
Seconda stampa, realizzata come la prima tiratura nel 2018, in occasione del 40esimo anniversario della pubblicazione dell'originaria colonna sonora, edizione limitata in vinile giallo "lime" semitrasparente e corredata di poster apribile con artwork e foto, copertina con barcode 760137230717, label custom fotografica a colori con artwork diverso su ciascuna facciata, catalogo RBL064LP2. Pubblicato nel 2018 dalla Rustblade / Deep Red, questo album è un rifacimento della classica colonna sonora del film "Zombi" di George A. Romero (noto anche come "Dawn of the dead"); la colonna sonora originaria fu incisa dalla formazione storica dei Goblin e pubblicata dalla Cinevox in Italia nel 1978 dopo ''Il fantastico viaggio del "bagarozzo" Mark'' (1978) e prima di '' Squadra antigangsters'' (1979); uscì in vari paesi con copertine diverse, ed in America nel 1979 anche con titolo cambiato in "Dawn Of The Dead", rispecchiando il titolo dell' omonimo film di cui e' la colonna sonora. Questa nuova versione è stata incisa allo Studio Acquario di Roma dai Goblin di Claudio Simonetti (tastiere), accompagnato da Bruno Previtali (chitarra), Federico Amorosi (basso) e Titta Tani (batteria); in scaletta troviamo anche due tracce dal vivo a chiusura della scaletta: una versione di "L' Alba dei Morti Viventi" registrata dal vivo a Tokyo il 29 ottobre 2016, ed una versione live di "Zaratozom" registrata ad Helsinki registrata il 29 maggio del 2017, ed inoltre due brani non presenti sulla versione originale del 1978, "Zombi sexy" e "Supermarket". Questa nuova rivisitazione curata dai Claudio Simonetti's Goblin mantiene lo spirito dell'opera originale, alternando brani complessi che ancora si rifanno al rock progressivo, con altri dai toni piu' pop rock, oltre alcuni episodi dalle ritmche quasi tribali. I Goblin ebbero le loro origini da un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi' come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca. Si ringrazia il sito italianprog.it per le note biografiche.
Euro
28,00
codice 335703
scheda
Goblin (claudio simonetti's goblin) Dawn of the dead - 45th anniversary ed. (colored vinyl + insert)
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  2018  rustblade / deep red 
soundtracks
Riedizione realizzata nel 2023, in occasione del 45esimo anniversario della pubblicazione dell'originaria colonna sonora, edizione limitata di 400 copie in vinile colorato, corredata di inserto, copertina con grafica completamente rinnovata rispetto alla prima edizione, del 2018, catalogo RBL064LP3. Pubblicato per la prima volta nel 2018 dalla Rustblade / Deep Red, questo album è un rifacimento della classica colonna sonora del film "Zombi" di George A. Romero (noto anche come "Dawn of the dead"); la colonna sonora originaria fu incisa dalla formazione storica dei Goblin e pubblicata dalla Cinevox in Italia nel 1978 dopo ''Il fantastico viaggio del "bagarozzo" Mark'' (1978) e prima di '' Squadra antigangsters'' (1979); uscì in vari paesi con copertine diverse, ed in America nel 1979 anche con titolo cambiato in "Dawn Of The Dead", rispecchiando il titolo dell' omonimo film di cui e' la colonna sonora. Questa nuova versione è stata incisa allo Studio Acquario di Roma dai Goblin di Claudio Simonetti (tastiere), accompagnato da Bruno Previtali (chitarra), Federico Amorosi (basso) e Titta Tani (batteria); in scaletta troviamo anche due tracce dal vivo a chiusura della scaletta: una versione di "L' Alba dei Morti Viventi" registrata dal vivo a Tokyo il 29 ottobre 2016, ed una versione live di "Zaratozom" registrata ad Helsinki registrata il 29 maggio del 2017, ed inoltre due brani non presenti sulla versione originale del 1978, "Zombi sexy" e "Supermarket". Questa nuova rivisitazione curata dai Claudio Simonetti's Goblin mantiene lo spirito dell'opera originale, alternando brani complessi che ancora si rifanno al rock progressivo, con altri dai toni piu' pop rock, oltre alcuni episodi dalle ritmche quasi tribali. I Goblin ebbero le loro origini da un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi' come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca. Si ringrazia il sito italianprog.it per le note biografiche.
Euro
34,00
codice 3034143
scheda
Goblin (claudio simonetti's goblin) Murder collection (ltd. picture disc, rsd 2015)
Lp [edizione] ristampa  stereo  ita  2014  deep red 
  [vinile]  Excellent soundtracks
EDIZIONE LIMITATA, DI 499 COPIE NUMERATE A MANO, IN VINILE PICTURE DISC, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2015; fascetta con artwork e numerazione (a mano, questa la copia 471) posta tra la busta esterna plastificata ed il disco, catalogo RBLLP009. Pubblicato nel 2014 dalla Deep Red, questo lp presenta classici brani da brivido delle colonne sonore realizzate dai Goblin per film come ''Profondo rosso'', ''Zombi'', ''Suspiria'' e ''Tenebre'', qui riproposti in versioni incise dalla formazione guidata da Claudio Simonetti (battezzata Claudio Simonetti's Goblin) e composta da Simonetti (tastiere), Bruno Previtali (chitarra, bouzouki, gia' nei Daemonia), Federico Amorosi (basso) e Titta Tani (percussioni, anch'egli gia' nei Daemonia). Questa la scaletta: ''Profondo rosso'', ''Suspiria'', ''Phenomena'', ''L'alba dei morti viventi'' (bonus track), ''Roller'', ''Tenebre'', ''Non ho sonno'', ''E suono rock'', ''Zombi'' (bonus track). Le radici dei Goblin si trovano in un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi'￾ come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca.
Euro
28,00
codice 259275
scheda
Goblin (claudio simonetti's goblin) profondo rosso - 45th anniversary 1975/2020 (red splatter vinyl)
lpm [edizione] originale  stereo  ita  2020  deep red 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soundtracks
L' originale stampa, edizione limitata in vinile splatter, copertina costituita da una custodia plastificata esterna trasparente (con adesivo di presentazione) e da un inserto in cartoncino con parti argentate sul fronte, con inner sleeve con crediti, etichetta custom, catalogo LPDR006. Pubblicato nell' agosto del 2020, questo minialbum contiene una nuova versione della piu' nota ed importante tra le colonne sonore dei Goblin, reincisa con la nuova formazione di Claudio Simonetti, battezzata Claudio Simonetti's Goblin. Questa la scaletta: 1.Profondo Rosso 2.Death Dies 3.Mad Puppet 4.Wild Session 5.Deep Shadows 6.School At Night 7.Gianna. I Goblin ebbero le loro origini da un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi' come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca. Si ringrazia il sito italianprog.it per le note biografiche.
Euro
24,00
codice 253577
scheda
Goblin (claudio simonetti's goblin) Very best of volume 1 (blue vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  ita  2019  deep red 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good soundtracks
copia ancora incellophanata, ma con leggeri segni di usura sul lato di apertura della copertina, prima stampa, in vinile di colore blu semitrasparente, con barcode 7600137289210, label custom blu e marrone con scritte bianche, logo Deep Red a sinistra, catalogo LPDR004. Pubblicato nel 2019 dalla Deep Red, questo album, uscito dopo "Music for a witch" (2018) e nello stesso anno di "The devil is back", si colloca a metà strada fra un'antologia ed un nuovo lavoro della formazione di Claudio Simonetti, battezzata Claudio Simonetti's Goblin: il gruppo, qui in una configurazione che vede accanto a Simonetti (tastiere), Bruno Previtali (chitarra), Ceclia Nappo (basso) e Federico Maragoni (batteria), propone infatti una scaletta di vecchi classici del repertorio dei Goblin, ma in nuove versioni incise da questa formazione allo Studio Acquario di Roma. Lo stile è ancora vicino a quello della formazione storica, con le tastiere di Simonetti in grande evidenza e con atmosfere tese e drammatiche che ripercorrono quelle delle versioni originali di pezzi iconici quali "Profondo rosso", "Suspiria" e "Tenebre". Questa la scaletta completa: "Profondo Rosso", "Phenomena", "Demon", "Il Cartaio", "Mater Lacrimarum (New Version)" (con la voce di Dani Filth dei Cradle Of Filth), "Suspiria", "Tenebre", "L'Alba Dei Morti Viventi", "Zombi", "Zaratozom". I Goblin ebbero le loro origini da un gruppo chiamato Oliver, formato da Claudio Simonetti e Massimo Morante. Simonetti aveva precedentemente suonato con il batterista Walter Martino ne Il Ritratto di Dorian Gray ed il gruppo di breve durata Seconda Generazione. Con il bassista Fabio Pignatelli e il batterista Carlo Bordini, il gruppo si trasferi' in Inghilterra e per un breve periodo ha avuto un cantante inglese, Clive Artman. Questa formazione suono' in Inghilterra nel circuito delle universita' e registro' anche alcuni brani con Eddie Offord (a lungo un collaboratore di Emerson Lake & Palmer). Tornati in Italia, e con il nuovo cantante Tony Tartarini (gia' conosciuto come Toni Gionta, dell'Uovo di Colombo), poterono registrare un album nell'aprile 1974, dopo aver cambiato nome in Goblin. Aiutati dalla passata esperienza di Claudio Simonetti presso la Cinevox come musicista di studio nella registrazione di colonne sonore, i Goblin ebbero un contratto con quella casa discografica e l'offerta di comporre la colonna sonora per il film horror d'esordio del regista Dario Argento, Profondo rosso. Il batterista Bordini rifiuto' il contratto, e venne sostituito da Walter Martino, precedentemente con Simonetti nel Ritratto di Dorian Gray, e questa formazione registro' il primo album ufficiale, mentre l'LP precedente venne pubblicato a nome Cherry Five solo nel 1976. Il film ebbe un enorme successo, cosi' come il cupo e ipnotico brano guida della colonna sonora, che divento' un hit. Totalmente strumentale, basata principalmente sulle tastiere, la musica dei Goblin era molto elaborata e curata rispetto alle colonne sonore piuttosto anonime di molti film dell'epoca. Si ringrazia il sito italianprog.it per le note biografiche.
Euro
20,00
codice 334322
scheda

Page: 1 of 1

  • 1

Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "Goblin":
Goblin - Goblin (claudio simonetti's goblin) - Orange goblin - 

altri autori contnenti le parole cercate: