Hai cercato:  Forster robert (go betweens) --- Titoli trovati: : 1
  • 1
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Forster robert (go betweens) danger in the past (+bonus 7")
lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1990  needle mythology 
punk new wave
Ristampa del 2020, rimasterizzata presso gli Abbey Road studios ed in vinile pesante, copertina per l' occasione apribile e soprattutto un bonus 7" contenente "The Land That Time Forgot" (originariamente b-side del singolo "Baby Stones", tratto da questo stesso album) e "Falling Star" (in una versione "original", precedente quella poi inclusa nel secondo album "Calling From A Country Phone"), inner sleeve. Pubblicato nel 1990 dalla Beggars Banquet in Inghilterra, il primo album solista del Go-Betweens, registrato dopo lo scioglimento (momentaneo) di quel gruppo, dopo l' album "16 Lovers Shane" di un anno prima. Registrato in Germania con l' aiuto del Bad Seeds Mick Harvey (gia' Boys Next Door e Birthday Party, impegnato contemporaneamente anche nei Crime & the City Solution), che produce il disco e suona in tutti i brani insieme con gli altri Bad Seeds Hugo Race e Thomas Wydler (quest' ultimo anche con i Die Haut), questo "Danger In The Past" prende le distanze dai ricchi arrangiamenti degli ultimi lavori dei Go-Betweens, riallacciandosi semmai a quel "Liberty Belle And The Black Diamond Express" che ne era stato l' ultimo capolavoro, ed esaltando quindi nel migliore dei modi il songwriting di Forster, piu' asciutto ed incisivo rispetto a quello del compagno di sempre Grant McLennan. Il risultato e' assai brillante, e costitui' per Forster un incoraggiante esordio solista, come sempre ricevendo l' appoggio incondizionato della critica, ma raccogliendo scarsi riscontri di vendite. Ne venne tratto il singolo "Baby Stones", tra gli altri brani da sottolineare almeno l' intensa e sofferta "Leave Here Satisfied", l' affilata "Dear Black Dream", che suona come Robyn Hitchcock accompagnato dai Bad Seeds o l' oscura "Danger in the Past", dove il suono dei Bad Seeds prende il sopravvento. In tanti hanno amato i dischi dei Go-Betweens, tanto quelli che hanno attraversato tutti gli anni '80, alcuni dei quali impossibile non definire dei capolavori assoluti del guitar pop e non solo, quanto quelli, bellissimi, successivi alla reunion e pubblicati nel nuovo millennio, finche' la scomparsa di McLennan non ha purtroppo chiuso definitivamente la storia di quell' indimenticabile gruppo. Quanti, tra questi, hanno avuto il buonsenso di cercare anche nei lavori solisti tanto di McLennan quanto di Robert Forster tracce di quella bellezza (piu' rotondo e pop lo stile del primo, piu' asciutto e a tratti spigoloso, o comunque cangiante, quello del secondo) sanno cosa aspettarsi da un nuovo disco di Robert Forster.
Euro
38,00
codice 3024049
scheda

Page: 1 of 1

  • 1

Pag.: oggetti: