Hai cercato:  Coil --- Titoli trovati: : 18
1
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
Coil    Another brown world / baby food
12"ep [edizione] nuovo  stereo  eu  2017  sub rosa 
punk new wave
Versione in vinile nero (e' stato pressato contemporaneamente anche in una edizione limitata in vinile marmorizzato), catalogo SRV443. Pubblicato nel settembre del 2017 dalla Sub Rosa, questo ep raccoglie due rari e lunghi brani dei Coil, della durata di dodici minuti ciascuno, originariamente apparsi su due diverse compilation edite dalla stessa label: ''Another brown world'' e' tratto da ''Myths 4 – Sinople twilight in catal huyuk'' (1989), mentre ''Baby food'' proviene da ''Chaos in expansion'' (1993), quest'ultima mai pubblicata in vinile. Le parti vocali di ''Another brown world'' furono registrate in un monastero sulla cima del Monte Popa a Pagan, in Birmania, e furono poi inserite in un amalgama musicale di tastiere psichedeliche ed ipnotiche e loops ipnotizzanti ed oniriche, mentre ''Baby food'', con le sue partiture elettroniche che evocano una techno ultracerebrale e priva di percussioni sposata a concezioni minimaliste, fu il primo brano nel quale venne utilizzata la metodologia di registrazione denominata ''suono sidereo'', approfondimento di teorie espresse nell'album ''Love's secret domain'' del 1991. I Coil si formano nel 1983 a Londra ad opera di Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, gia' con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi piu' creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle piu' disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica piu' ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture piu' accessibili. L'esperienza dei Coil si chiude purtroppo con la morte di uno dei suoi due principali animatori, John Balance, scomparso nel 2004.
Euro
22,00
codice 3800954
scheda
Coil    backwards
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1992  cold spring 
punk new wave
doppio album in vinile pesante, adesivo di presentazione sul fronte della copertina, copertina apribile, catalogo CSR203LP. Pubblicato nell' ottobre del 2015, questo disco (radicalmente diverso da quel "New Backwards" pubblicato nel 2008), contiene dodici brani registrati in studio tra il 1992 ed il 1996, periodo, successivo alla pubblicazione di "Love's Secret Domain" del 1990, in cui questa cult band inglese non pubblico' album album in proprio con nuove registrazioni (fa eccezione l' atipico "Worship The Glitch" del 1995, accreditato peraltro a ELpH vs. Coil). Il progetto a cui i Coil lavorarono principalmente in quegli anni fu proprio questo 'Backwards', iniziato nel 1992 ed ultimato nel 1996 presso i Nothing Studios di Trent Reznor dei Nine Inch Nails, a New Orleans. L' album, di estremo interesse per comprendere il processo evolutivo dei Coil nella prima meta' degli anni '90, prima della pubblicazione quindi di "Musik To Play In The Dark", contiene tra gli altri le originarie versioni di "A Cold Cell" e "Fire Of The Mind". Balance e Chritstopherson sono qui coadiuvati dalla musa Drew McDowall e da Danny Hyde. I Coil si formano nel 1983 a Londra dal compianto Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, gia' con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, ricercatori delle piu' disparate sorgenti di suono, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi piu' creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle piu' disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica piu' ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture piu' regolari e accessibili. Nell'universo Coil i mondi dell'Eros e del Tanatos non si trovano affatto in contrasto, bensi' coesistono, diventando la stessa cosa, sublimati nel concetto di eccesso dove i temi canonici dell'amore e della morte vengono trasfigurati ed estremizzati dalla follia e dalla tossicodipendenza. Da qui le riflessioni sulla morte, il gusto per la perversione sessuale, il tutto affrontato con piglio intellettuale e con il linguaggio dell'arte e dei riferimenti letterari, su tutti quelli all'opera di William Burroughs. Da un punto di vista strettamente musicale, ci troviamo di fronte ad una musica varia e complessa, che definire industriale puo' risultare fuorviante, poiche' riesce a fagocitare in se' i generi piu' disparati, dall'elettronica sofisticata all'ambient piu' oscuro, dal jazz al dadaismo, dal noise al gothic, un ibrido incontro tra le sonorita' dei Virgin Prunes, Cabaret Voltaire, Throbbing Gristle, Einst￾rzende Neubauten, Current 93, Can, Kraftwerk e Depeche Mode, atmosfere malsane ma solo a sprazzi eccessivamente tese e dominate da una buona dose di senso di humour nero che funge da antidoto per stemperare la tensione. La musica dei Coil e' un'entita' essenzialmente schizofrenica, inafferrabile, dominata dai repentini cambi d'umore, in cui coesiste un lato piu' grottesco, quasi surreale e divertente, ed uno terribilmente piu' morboso e inaspettato, dominati da uno spiccato gusto per l'eccesso, per lo sberleffo e per il kitsch. Un'alchimia singolarissima nata da musicisti preparati che si portano dietro anni d'esperienza (non scordiamoci che lo stesso Christopherson e' stato un pioniere nell'utilizzo di tape e sampler), di musicisti con del reale talento e che possedevano una piena padronanza delle loro capacita' espressive e dei loro intenti.
Euro
33,00
codice 3023894
scheda
Coil    Gay man's guide to safer sex + 2
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  musique pour la danse 
punk new wave
Edizione limitata in vinile color porpora, grande adesivo colorato con nome gruppo e titolo applicato sul cellophane, copertina senza codice a barre, label custom grigia e porpora, catalogo MPD018. Per la prima disponibile grazie a questa edizione del luglio del 2019 ad opera della Musique Pour La Danse, la colonna sonora inedita del documentario di educazione sessuale "The gay man's guide to safer sex", uscito su videocassetta nel 1992. I Coil consistevano per questa realizzazione di Jhonn Balance, Peter Christopherson e Danny Hyde; Balance indicò per descrivere le musiche del documentario una definizione di progressive house dalle leggere sfumature new age, e sono presenti anche suggestioni ascrivibili ad una forma "ambient house" oltre che affinità con le sinuose e cinematiche musiche realizzate da Angelo Badalamenti e David Lynch per le opere filmiche di quest'ultimo. Dei sei brani, "Alternative theme from the gay man's guide to safer sex", "Exploding frogs", "Nasa-Arab 2" e "Theme from the gay man's guide to safer sex" fanno parte della colonna sonora, mentre i restanti due brani, posti all'inizio della seconda facciata, "Nasa-Arab" e "Omlagus garfungiloops", sono tratti dal cd "Stolen & contaminated songs", pubblicato nel 1992 dalla Threshold House. I Coil si formano nel 1983 a Londra ad opera di Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, già con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi più creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle più disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica più ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture più accessibili. L'esperienza dei Coil si chiude purtroppo con la morte di uno dei suoi due principali animatori, John Balance, scomparso nel 2004.
Euro
28,00
codice 3024307
scheda
Coil    Gay man's guide to safer sex + 2
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  musique pour la danse 
punk new wave
Edizione limitata in vinile color porpora, grande adesivo colorato con nome gruppo e titolo applicato sul cellophane, copertina senza codice a barre, label custom grigia e porpora, catalogo MPD018. Per la prima disponibile grazie a questa edizione del luglio del 2019 ad opera della Musique Pour La Danse, la colonna sonora inedita del documentario di educazione sessuale "The gay man's guide to safer sex", uscito su videocassetta nel 1992. I Coil consistevano per questa realizzazione di Jhonn Balance, Peter Christopherson e Danny Hyde; Balance indicò per descrivere le musiche del documentario una definizione di progressive house dalle leggere sfumature new age, e sono presenti anche suggestioni ascrivibili ad una forma "ambient house" oltre che affinità con le sinuose e cinematiche musiche realizzate da Angelo Badalamenti e David Lynch per le opere filmiche di quest'ultimo. Dei sei brani, "Alternative theme from the gay man's guide to safer sex", "Exploding frogs", "Nasa-Arab 2" e "Theme from the gay man's guide to safer sex" fanno parte della colonna sonora, mentre i restanti due brani, posti all'inizio della seconda facciata, "Nasa-Arab" e "Omlagus garfungiloops", sono tratti dal cd "Stolen & contaminated songs", pubblicato nel 1992 dalla Threshold House. I Coil si formano nel 1983 a Londra ad opera di Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, già con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi più creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle più disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica più ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture più accessibili. L'esperienza dei Coil si chiude purtroppo con la morte di uno dei suoi due principali animatori, John Balance, scomparso nel 2004.
Euro
28,00
codice 3024263
scheda
Coil    Live at london convay hall, october 12, 2002
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2002  planet claire 
punk new wave
Copertina lucida fronte retro. Ristampa del 2019 ad opera della Planet Claire, con copertina esclusiva. Si tratta in sostanza della riedizione dell' album "Megalithomania!", pubblicato in vinile per la prima volta nel 2014, ed originariamente uscito solo in cd nel 2003 in una rara edizione limitata. ''Megalithomania!'' contiene le musiche registrate ad un concerto dei Coil dato il 12 ottobre del 2002 alla Conway Hall di Londra, nell'ambito di un evento celebrativo dell'antica cultura megalitica. Il gruppo era composto in questa performance da John Balance, Chris Christopherson, Thighpaulsandra, Ossian Brown, Pierce e Massimo. La musica è un continuum a base di tappeti sonori elettronici e voci manipolate, pervaso sia da uno spirito arcano che da sinistre ispirazioni industrial. I Coil si formano nel 1983 a Londra ad opera di Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, già con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi più creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle più disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica più ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture più accessibili. L'esperienza dei Coil si chiude purtroppo con la morte di uno dei suoi due principali animatori, John Balance, scomparso nel 2004.
Euro
16,00
codice 3512152
scheda
Coil    Live in leipzig (black cover)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2001  coil 
punk new wave
Versione con copertina nera; vinile doppio da 180 grammi, copertina neutra apribile senza barcode, con inserto fotografico in cartoncino come unico artwork, label neutra bianca. Uscito nel 2014, questo album contiene registrazioni dal vivo effettuate dai Coil nel corso del festival Wave Gotik Treffen di Lipsia in Germania, il 3 giugno del 2001. Una performance ostica e radicale, che si avvicina in alcune tracce al rumorismo della ''power electronics'', in altri affonda invece in abissi di dark ambient ed elettronica cosmica dagli echi teutonici. Questa la scaletta: ''Announcement'', ''something'', ''Higher beings command'', ''Amethyst deceivers'', ''What kind of animal are you?'', ''Blood from the air'', ''I am the green child'', ''Constant shallowness leads to evil'', ''Outro''. I Coil si formano nel 1983 a Londra ad opera di Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, gia' con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi piu' creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle piu' disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica piu' ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture piu' accessibili. L'esperienza dei Coil si chiude purtroppo con la morte di uno dei suoi due principali animatori, John Balance, scomparso nel 2004.
Euro
56,00
codice 3508616
scheda
Coil    Live in moscow
LP2 [edizione] nuovo  stereo  rus  2001  feelee 
punk new wave
Edizione limitata a 400 copie, vinile doppio inciso su tre facciate, copertina lucida apribile senza codice a barre, label custom nera con parti viola e scritte viola e bianche sulla prima facciata, con parti rosse e scritte bianche e rosse sulla seconda facciata, con parti verdi e scritte verdi sulla terza facciata, senza label sulla facciata non incisa. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2017 ad opera della Feelee, l'album dal vivo originariamente pubblicato solo in cd dalla Threshold House nel 2003. L'album contiene registrazioni del concerto dato dai Coil al DK Gorbunova di Mosca, il 15 settembre del 2001. Il gruppo si esibi' nella configurazione con John Balance, Peter Christopherson, Thighpaulsandra e Tom Edwards, suonando lunghi brani elettronici in cui si alternavano distesi passaggi vicini alla ambient, pulsazioni minimaliste e squarci di dissonanza, a cui si accompagnano le maniacali declamazioni di John Balance. Questi i brani presenti: 1. Something/Higher Beings Command 2. Amethyst Deceivers 3. What Kind Of Animal Are You? 4. Blood From The Air 5. The Green Child 6. Constant Shallowness Leads To Evil. I Coil si formano nel 1983 a Londra ad opera di Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, gia' con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi piu' creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle piu' disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica piu' ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture piu' accessibili. L'esperienza dei Coil si chiude purtroppo con la morte di uno dei suoi due principali animatori, John Balance, scomparso nel 2004.
Euro
36,00
codice 2080282
scheda
Coil    Live in moscow (+promo photo)
LP2 [edizione] originale  stereo  rus  2001  feelee 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa, ALLEGATA FOTO PROMOZIONALE UFFICIALE RISALENTE AL PERIODO DI REGISTRAZIONE DEL MATERIALE CONTENUTO, edizione limitata a 400 copie, vinile doppio inciso su tre facciate, copertina lucida apribile senza codice a barre, label custom, presente sulle tre facciate incise, senza label sulla facciata non incisa. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2017 ad opera della Feelee, l'album dal vivo originariamente pubblicato solo in cd dalla Threshold House nel 2003. L'album contiene registrazioni del concerto dato dai Coil al DK Gorbunova di Mosca, il 15 settembre del 2001. Il gruppo si esibi' nella configurazione con John Balance, Peter Christopherson, Thighpaulsandra e Tom Edwards, suonando lunghi brani elettronici in cui si alternavano distesi passaggi vicini alla ambient, pulsazioni minimaliste e squarci di dissonanza, a cui si accompagnano le maniacali declamazioni di John Balance. Questi i brani presenti: 1. Something/Higher Beings Command 2. Amethyst Deceivers 3. What Kind Of Animal Are You? 4. Blood From The Air 5. The Green Child 6. Constant Shallowness Leads To Evil. I Coil si formano nel 1983 a Londra ad opera di Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, gia' con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi piu' creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle piu' disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica piu' ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture piu' accessibili. L'esperienza dei Coil si chiude purtroppo con la morte di uno dei suoi due principali animatori, John Balance, scomparso nel 2004.
Euro
36,00
codice 2080283
scheda
Coil    Remote viewer (+ bonus tracks)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2002  real material 
punk new wave
Edizione limitata a 500 copie in doppio vinile nero, numerate sull'adesivo apposto sulla busta di plastica esterna, copertina apribile senza codice a barre, label grigia scura, quasi nera, con scritte e disegno in bianco sul primo vinile, bianca e grigia sul secondo, catalogo R800. Per la prima volta disponibile in vinile con questa edizione del 2018, contenente due bonus tracks ("Remote viewer 4" e "Remote viewer 5", poste sulla quarta facciata), l'album originariamente pubblicato nel 2002 su di un raro CDr pressato in 500 dalla Threshold House. Inciso da una configurazione dei Coil che include, oltre ai due fondatori Jhonn Balance e Peter Christopherson, Ossian Brown, Cliff Stapleton e Mike York, "The remote viewer" offre lunghi brani strumentali di eccezionale suggestione, misteriosi ed ipnotizzanti mantra sonici a base di hurdy gurdy, cornamusa, percussioni e strumentazione elettronica, nei quali si fondono echi folk, minimalismo e dilatazioni ambient / cosmiche dalle tinte scure; i brani, oltre a condividere il titolo ("Remote viewer 1", "..2" e "..3"), presentano anche strutture e melodie simili, ma dalle sfumature diverse, rendendo l'opera un insieme molto coeso ed immersivo. I Coil si formano nel 1983 a Londra ad opera di Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, già con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi più creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle più disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica più ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture più accessibili. L'esperienza dei Coil si chiude purtroppo con la morte di uno dei suoi due principali animatori, John Balance, scomparso nel 2004.
Euro
29,00
codice 3512901
scheda
Coil    Sara dale's sensual massage
LP2 [edizione] nuovo  stereo  rus  2020  infinite fog 
punk new wave
Vinile doppio, copertina apribile con artwork di Steven Stapleton (Nurse With Wound), label custom rossa / marrone scura con artwork diverso su ciascuna delle quattro facciate, scritte bianche e titolo in rosso scuro, catalogo IF-102LP. Pubblicato nel 2020 dalla Infinite Fog, questo doppio album contiene la colonna sonora completa, che include otto brani inediti (gli altri erano stati pubblicati nel 2019 sul cd "The sound of musick"), del filmato erotico "Sara dale's sensual massage". I Coil realizzarono una colonna sonora eterea e sognante, ora velata di sottile erotismo, ora di un velo malinconico, con sparsi interventi ritmici; la seconda parte dell'opera accentua però l'elemento ritmico ed è stata accostata alla sonorizzazione del documentario "Gay man's guide to safer sex" del 1992, anch'esse realizzate dai Coil. Il doppio album contiene anche raro materiale non afferente alla colonna sonora di "Sara dale's...": ascoltiamo anche due brani che i Coil realizzarono per "Blue" di Derek Jarman, due dei quali erano usciti su un molto raro 7" nel 1993, e "The hills are alive". Qui di seguito la scaletta completa. SIDE 1: 1. Sara Dale's Sensual Massage I 2. Sara Dale's Sensual Massage II 3. Sara Dale's Sensual Massage III 4. Sara Dale's Sensual Massage IV 5. Sara Dale's Sensual Massage V SIDE 2: 1. Sara Dale's Sensual Massage VI 2. Sara Dale's Sensual Massage VII 3. Sara Dale's Sensual Massage VIII 4. Sara Dale's Happy End 5. Sara Dale's Bombers 6. Medieval Flange SIDE 3: 1. Plinkerton 2. Volcanozo 3. Aftertouch 4. Gamatalo 5. Theme From Blue I 6. Theme From Blue II SIDE 4: 1.1 Theme From Blue II (UHIIV) 1.2 (silence) 1.3 The Hills Are Alive. I Coil si formano nel 1983 a Londra ad opera di Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, già con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi più creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle più disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica più ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture più accessibili. L'esperienza dei Coil si chiude purtroppo con la morte di uno dei suoi due principali animatori, John Balance, scomparso nel 2004.
Euro
39,00
codice 2097579
scheda
Coil    Scatology
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1985  force & from/K422 
punk new wave
Ristampa realizzata in forma privata, pressoche' identica alla prima molto rara tiratura, copertina ruvida senza barcode, inserto con cartolina originariamente incollata (nelle primissime copie) sul fronte, inserto con testi ed immagini, etichetta "custom" in bianco e nero. Il primo album dei Coil, uscito nel Febbraio del 1985. In questo loro esordio i Coil sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Per la realizzazione del loro primo album il temibile duo si avvale della collaborazione di Clint Ruin (Jim Thirlwell alias Foetus), Stephen E. Thrower, Alex Ferguson, Gavin Friday (Virgin Prunes) e Raoul Rever (pseudonimo dietro il quale si nascondeva Marc Almond) e rimarra', insieme al loro secondo album, uno delle opere piu' influenti ed atipiche dello scenario dark wave anglosassone. I Coil si formano nel 1983 a Londra dal compianto Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, gia' con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, ricercatori delle piu' disparate sorgenti di suono, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi piu' creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle piu' disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica piu' ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture piu' regolari e accessibili. Nell'universo Coil i mondi dell'Eros e del Tanatos non si trovano affatto in contrasto, bensi' coesistono, diventando la stessa cosa, sublimati nel concetto di eccesso dove i temi canonici dell'amore e della morte vengono trasfigurati ed estremizzati dalla follia e dalla tossicodipendenza. Da qui le riflessioni sulla morte, il gusto per la perversione sessuale, il tutto affrontato con piglio intellettuale e con il linguaggio dell'arte e dei riferimenti letterari, su tutti quelli all'opera di William Burroughs. Da un punto di vista strettamente musicale, ci troviamo di fronte ad una musica varia e complessa, che definire industriale puo' risultare fuorviante, poiche' riesce a fagocitare in se' i generi piu' disparati, dall'elettronica sofisticata all'ambient piu' oscuro, dal jazz al dadaismo, dal noise al gothic, un ibrido incontro tra le sonorita' dei Virgin Prunes, Cabaret Voltaire, Throbbing Gristle, Einst￾rzende Neubauten, Current 93, Can, Kraftwerk e Depeche Mode, atmosfere malsane ma solo a sprazzi eccessivamente tese e dominate da una buona dose di senso di humour nero che funge da antidoto per stemperare la tensione. La musica dei Coil e' un'entita' essenzialmente schizofrenica, inafferrabile, dominata dai repentini cambi d'umore, in cui coesiste un lato piu' grottesco, quasi surreale e divertente, ed uno terribilmente piu' morboso e inaspettato, dominati da uno spiccato gusto per l'eccesso, per lo sberleffo e per il kitsch. Un'alchimia singolarissima nata da musicisti preparati che si portano dietro anni d'esperienza (non scordiamoci che lo stesso Christopherson e' stato un pioniere nell'utilizzo di tape e sampler), di musicisti con del reale talento e che possedevano una piena padronanza delle loro capacita' espressive e dei loro intenti.
Euro
18,00
codice 2091355
scheda
Coil    Stolen and contaminated songs
LP2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1992  cold spring 
punk new wave
doppio album in vinile 180 grammi, copertina apribile, adesivo di presentazione sul cellophane, codice per il download digitale, etichetta custom multicolorata da un lato e nera con scritte bianche dall' altro; pubblicato nel 1992 solo in cd, e per la prima volta in vinile in questa edizione, 'Stolen & Contaminated Songs' contiene tredici preziose registrazioni del progetto inglese risalenti al 1991, outtakes ed inediti risalenti alle sessions dell' album "Love's Secret Domain". I Coil si formano nel 1983 a Londra dal compianto Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, gia' con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, ricercatori delle piu' disparate sorgenti di suono, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi piu' creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle piu' disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica piu' ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture piu' regolari e accessibili. Nell'universo Coil i mondi dell'Eros e del Tanatos non si trovano affatto in contrasto, bensi' coesistono, diventando la stessa cosa, sublimati nel concetto di eccesso dove i temi canonici dell'amore e della morte vengono trasfigurati ed estremizzati dalla follia e dalla tossicodipendenza. Da qui le riflessioni sulla morte, il gusto per la perversione sessuale, il tutto affrontato con piglio intellettuale e con il linguaggio dell'arte e dei riferimenti letterari, su tutti quelli all'opera di William Burroughs. Da un punto di vista strettamente musicale, ci troviamo di fronte ad una musica varia e complessa, che definire industriale puo' risultare fuorviante, poiche' riesce a fagocitare in se' i generi piu' disparati, dall'elettronica sofisticata all'ambient piu' oscuro, dal jazz al dadaismo, dal noise al gothic, un ibrido incontro tra le sonorita' dei Virgin Prunes, Cabaret Voltaire, Throbbing Gristle, Einst￾rzende Neubauten, Current 93, Can, Kraftwerk e Depeche Mode, atmosfere malsane ma solo a sprazzi eccessivamente tese e dominate da una buona dose di senso di humour nero che funge da antidoto per stemperare la tensione. La musica dei Coil e' un'entita' essenzialmente schizofrenica, inafferrabile, dominata dai repentini cambi d'umore, in cui coesiste un lato piu' grottesco, quasi surreale e divertente, ed uno terribilmente piu' morboso e inaspettato, dominati da uno spiccato gusto per l'eccesso, per lo sberleffo e per il kitsch. Un'alchimia singolarissima nata da musicisti preparati che si portano dietro anni d'esperienza (non scordiamoci che lo stesso Christopherson e' stato un pioniere nell'utilizzo di tape e sampler), di musicisti con del reale talento e che possedevano una piena padronanza delle loro capacita' espressive e dei loro intenti.
Euro
27,00
codice 2091510
scheda
Coil    Swanyard (white vinyl)
LP3 [edizione] nuovo  stereo  rus  1993  infinite fog 
punk new wave
triplo album, edizione limitata del settembre 2019 in VINILE BIANCO e con sfondo della copertina chiaro, copertina apribile in tre, con artwork a cura di Steven Stapleton (Nurse With Wound), ispirato da un sogno raccontato da John Balance, catalogo IF-89LPW. Pubblicata per la prima volta nel maggio del 2019 dalla Infinite Fog, questa raccolta compila ben 150 minuti di registrazioni INEDITE effettuate dai Coil fra il 1993 ed il 1996, e tratte dagli archivi di Danny Hyde, collaboratore storico del gruppo inglese. Furono anni in cui i Coil si concentrarono sia su progetti collaterali come ElpH e Black Light District che sulla realizzazione di colonne sonore, collaborando fra l'altro a quella del film ''Blue'' di Derek Jarman (1993). ''Swanyard'' contiene un ricco e sfaccettato microcosmo musicale, interessante compendio alla multiforme discografia della seminale band inglese. Questa la scaletta: ''Spastiche'', ''Heaven's 98 horror mst'', ''Siminin master backwards (swanyard demo)'', ''Jhon's house tune from GM guide – protection'', ''Spastiche (basic)'', ''AYOR master (It's in my blood)'', ''Original amber rain (demo)'', ''Wur CLK wir 1993'', ''Crumb tune (master)'', ''The marc of time (extra version)'', ''Spastiche – the night's alive (master)'', ''Kusnir jazz'', ''Heavens blade (john balance vox demo)'', ''Wur CLK wir 1998 mst vox'', ''The test early mst'', ''AYOR (extra version)'', ''Elves (master)'', ''Heaven's blade (inst) 1993'', ''Melotron song (amber rain demo)'', ''March of more time (master) 1993'', ''Crumb tune'', ''Simon (extra long)'', ''Egyptian basses 1993''. I Coil si formano nel 1983 a Londra ad opera di Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, già con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi più creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle più disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica più ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture più accessibili. L'esperienza dei Coil si chiude purtroppo con la morte di uno dei suoi due principali animatori, John Balance, scomparso nel 2004.
Euro
45,00
codice 2097580
scheda
Coil / new blockaders / vortex campaign    Melancholy mad tenant (aka dolbied)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  rus  1984  infinite fog 
punk new wave
Edizione limitata a 380 copie, vinile doppio, copertina apribile senza codice a barre, label nera con scritte bianche e grigie, catalogo IF-68LP-05. Ristampa vinilica del 2017 ad opera della Infinite Fog, che offre sulle prime tre facciate l'intero contenuto dell'originaria cassetta ''Dolbied'', sulla quarta facciata invece il brano ''Untitled'' dei Vortex Campaign, tratto dalla cassetta ''Slaughter of the innocent'' del 1983), e ''The melancholy mad tenant part 1'' e ''The melancholy mad tenant part 2'', anch'essi accreditati ai Vortex Campaign, originariamente pubblicati sulla ristampa in cd del 2005 ad opera della Black Rose di ''Dolbied'', che fu intitolata ''The melancholy mad tenant'', e fino ad allora inediti. Il progetto ''Dolbied'', poi ribattezzato ''The melancholy mad tenant'' in future riedizioni, nacque dall'invito dei Vortex Campaign rivoltao ai Coil ed ai New Blockaders a realizzare un'opera in collaborazione. Frutto dello sforzo comune fu la rara cassetta ''Dolbied'', uscita nel 1984 in soli 50 esemplari, e' un'opera di stordente rumorismo minimalista, noise ed ipnotica al tempo stesso, completamente slegata dalla forma canzone e dalla musica melodica, collocandosi fra le espressioni piu' radicali della sperimentazione noise ed industrial di quei primi anni '80, non lontano da quelle dell'italiano Maurizio Bianchi. I Coil si formano nel 1983 a Londra ad opera di Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, gia' con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi piu' creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle piu' disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica piu' ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture piu' accessibili. L'esperienza dei Coil si chiude purtroppo con la morte di uno dei suoi due principali animatori, John Balance, scomparso nel 2004. I New Blockaders nascono per volonta' di Richard and Philip Rupenus; attivi sin dai primissimi anni ottanta sotto innumerevoli pseudonimi, si proponevano come nuova positiva energia che trova nel nichilismo assoluto il suo fulcro fondamentale, dove rumore e sperimentazione danno vita ad un nuovo processo di totale ridefinizione musicale. Il loro primo album ''Changez les blockeurs'' vede la luce nel 1982. Collaborano in diversi progetti con Whitehouse, Coil, Organum e sono autori di numerosi demo tape oggi leggendari, la loro fama raggiunge il paese del sol levante dove verranno idolatrati e presi ad esempio dalla nascente scena japanoise; Merzbow, Hijokaidan e Incapacitants.
Euro
36,00
codice 2079865
scheda
Coil / zos kia / marc almond    How to destroy angels (live)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1983  cold spring 
punk new wave
Completo di grande adesivo di presentazione applicato sul cellophane, vinile pesante, copertina senza codice a barre, inner sleeve stampata, label custom, catalogo CSR263LP. Pubblicato nel settembre del 2018 dalla Cold Spring, questo album contiene, sulla prima facciata, l'intera perfomance musicale ''How to destroy angels – A slow fade to total transparency'', registrata dal vivo alla Air Gallery di Londra il 24 agosto del 1983, all'alba della lunga vicenda dei seminali Coil. Parteciparono a quella storica performance John Balance (Coil), John Gosling (Zos Kia) e Marc Almond (voce, Soft Cell); il mixaggio dal vivo e' opera di Peter Christopherson (Coil, Throbbing Gristle). La voce narrante di Marc Almond, che usa un tono molto distante da quello a cui ci ha abituato con i Soft Cell, e le sonorita' inquiete e rumoriste, vicine allo industrial, rendono questa perfomance molto diversa dalla versione di ''How to destroy angels'' uscita nel 1984 su 12''. La seconda facciata contiene due brani inediti accreditati rispettivamente a Coil e Zos Kia, risalenti al 1983. Questa la scaletta: 1. How To Destroy Angels (la piece completa di 23 minuti) 2. How To Destroy Angels (Zos Kia Remix, un remix inedito ad opera di John Gosling) 3. Baptism Of Fire (registrazione dal vivo inedita degli Zos Kia/Coil ai Recession Studios, Londra, 12/10/1983). Il progetto Zos Kia, noto anche come Zoskia, venne avviato intorno al 1982 da John Gosling insieme a John Balance ed a Min, ai quali si uni' anche Peter Christopherson: suonarono non a caso dal vivo con i Coil di Balance e Christopherson, oltre a pubblicare uno split lp con essi, ''Tansparent'' (1984). Balance e Christopherson abbandonarono nel 1983 gli Zos Kia per concentrarsi sui Coil, ed il progetto continuo' con il solo Gosling, fruttando una manciata di 12'' nel corso del decennio.
Euro
24,00
codice 2080990
scheda
Coil presents black light district    A thousand lights in a darkened room
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1996  eskaton 
punk new wave
Copertina ruvida senza codice a barre. Ristampa "private press" del 2015, in singolo vinile e con tre brani in meno, dell'album originariamente pubblicato dalla Eskaton nel 1996 come doppio lp. L'unico frutto di questo progetto che vedeva coinvolti Peter Christopherson e John Balance dei Coil insieme a Drew McDowall, collaboratore dei Coil che da poco era divenuto membro del gruppo a tutti gli effetti; essenzialmente si tratta di un lavoro dei Coil, che in queste tracce si muovono fra distesi droni di tastiere e dissonanze elettroniche, mantenendo un approccio non aggressivo e molto cerebrale, senza fare uso di voci ne' di parti ritmiche. Il gruppo gioca con atmosfere oscure e misteriose, costruendo una musica che sembra scaturire dal mondo onirico. I Coil si formano nel 1983 a Londra ad opera di Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, gia' con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi piu' creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle piu' disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica piu' ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture piu' accessibili. L'esperienza dei Coil si chiude purtroppo con la morte di uno dei suoi due principali animatori, John Balance, scomparso nel 2004.
Euro
19,00
codice 2056967
scheda
Coil presents black light district    A thousand lights in a darkened room (2lp - complete version)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  1996  dais 
punk new wave
Ristampa ufficiale del 2018, rimasterizzata, e corredata di download card, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica a quella della prima molto rara tiratura su Eskaton, di cui e' ripristinata la completezza con tutti i brani originari inclusi (a differenza di una ristampa privata del 2015 in singolo album, con tre brani in meno), dell' album originariamente pubblicato nel 1996. L'unico frutto di questo progetto che vedeva coinvolti Peter Christopherson e John Balance dei Coil insieme a Drew McDowall, collaboratore dei Coil che da poco era divenuto membro del gruppo a tutti gli effetti; essenzialmente si tratta di un lavoro dei Coil, che in queste tracce si muovono fra distesi droni di tastiere e dissonanze elettroniche, mantenendo un approccio non aggressivo e molto cerebrale, senza fare uso di voci ne' di parti ritmiche. Il gruppo gioca con atmosfere oscure e misteriose, costruendo una musica che sembra scaturire dal mondo onirico. I Coil si formano nel 1983 a Londra ad opera di Geoff Rushton, in arte John Balance (ex Zos Kia) e Peter Christopherson, gia' con Throbbing Gristle e Psychic TV, oltre che grafico dell'Hypnosis e autore di alcune copertine di Pink Floyd e Led Zeppelin. I Coil ai loro esordi hanno sconcertano il pubblico con un mix di elettronica, sperimentazione, musica rituale, richiami arcani e sessuali. Discepoli della "rivoluzione industriale" dei Throbbing Gristle, i Coil si sono rivelati gli esponenti di punta della corrente esoterica dell'industrial britannico, uno dei gruppi piu' creativi, fantasiosi e versatili del genere, la loro ricerca sul campionamento delle piu' disparate "sorgenti di suono" li ha condotti a ottenere risultati di alto livello tanto nell'avanguardia elettronica piu' ostica, quanto nella creazione di canzoni regolari e addirittura ballabili riuscendo a sposare il loro background esoterico e sperimentale a strutture piu' accessibili. L'esperienza dei Coil si chiude purtroppo con la morte di uno dei suoi due principali animatori, John Balance, scomparso nel 2004.
Euro
35,00
codice 2089886
scheda
Coil/nine inch nails    Recoiled
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2014  cold spring 
punk new wave
Vinile pesante, copertina lucida, inner sleeve in cartoncino sottile lucido con artwork, label custom a colori con foto di corda, catalogo CSR193LP, adesivo di presentazione del disco sul cellophane, scritta ''greg @ finyl tweek'' incisa sul trail off del lato B. Pubblicato nel febbraio del 2014 dalla Cold Spring, questo album riporta alla luce in forma ufficiale i leggendari remix di alcuni brani dei Nine Inch Nails effettuati dai Coil e dal loro collaboratore Danny Hyde. L'esistenza di questi remix era ipotizzata da tempo, ed essi sono finalmente emersi intorno al 2013. Trent Reznor invio' le originarie registrazioni di brani del suo progetto a Chris Christopherson ed a Danny Hyde, richiedendo espressamente che i Coil li remixassero, operazione portata a termine, i cui frutti sono questi cinque brani (uno dei quali inedito fino a questa pubblicazione del 2014); fra di essi, troviamo qui anche una versione del brano ''Closer'', che trovo' spazio nella colonna sonora del film ''Se7en''. Il frutto di questa elaborazione sonora Coil/NIN e' un incubo sonoro elettronico, perso nei meandri della psiche e del sonno. Questi i brani presenti: ''Gave up (open my eyes)'', ''Closer (unrecalled)'', ''The downward spiral (a gilded sickness)'', ''Eraser (reduction)'', ''Eraser (baby alarm mix)'' (quest'ultimo brano e' inedito).
Euro
26,00
codice 2043040
scheda

Page: 1 of 1

1
Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "Coil":
Coil - Lacuna coil - This mortal coil - 

altri autori contnenti le parole cercate: