Hai cercato:  Adamson barry --- Titoli trovati: : 5
1
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
Adamson barry    I will set you free
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2012  central control 
punk new wave
Vinile pesante, copertina lucida a busta, inner sleeve in cartoncino sottile lucido con foto e note, label custom fotografica a colori con artwork diverso su ciascuna facciata e scritte bianche, catalogo CC1019LP. Pubblicato all'inizio del 2012 dalla Central Control International, il decimo album, successivo a ''Back to the cat''. Il musicista inglese ritorna con un lavoro in cui la critica riconosce ancora tracce del suo passato musicale con Bad Seeds e Magazine, ma al tempo stesso volonta innovatrice, attraverso dieci episodi di rock brumoso e decadente ma a tratti anche sbarazzino e frizzante, in cui convivono echi di post punk e musica afroamericana in un'ambientazione aggiornata al nuovo millennio. Veterano della scena musicale britannica, attivo in ambito post punk con i Magazine e poi con i Bad Seeds di Nick Cave, l'inglese Barry Adamson lascia questi ultimi nel 1987 e si dedica alla carriera solista, ispirato da compositori di colonne sonore come Ennio Morricone e John Barry, esordendo su lp con l'apprezzato ''Moss side story'' (1989), in cui emerge il suo approccio eclettico che fonde sonorita' post punk, funk, e colonne sonore da film di spionaggio. Nel decennio successivo realizza in effetti varie colonne sonore, oltre a pubblicare lavori solisti in cui l'atmosfera cinematica e' comunque un elemento costante.
Euro
20,00
codice 3505296
scheda
Adamson barry    Moss side story
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1989  mute 
punk new wave
ristampa pressoche' identica alla prima tiratura, completa di inner sleeve. Barry Adamson, gia' bassista dei Magazine e Buzzcocks, collaboratore di Pete Shelley e poi bassista anche dei Bad Seeds di Nick Cave, da' vita a questa sua prima realizzazione, una affascinante e caleidoscopica colonna sonora immaginaria divisa tra sonorita' black music, campionamenti, avanguardia dalle tinte oscure, organi hammond; un album affascinante quanto sorprendente che ha fatto epoca ed ha aperto indubbiamente la strada al moderno trip-hop. Una alchimia che caratterizzera' la produzione solista di Adamson, giocando con suoni ed arrangiamenti variamente assortiti, con un approccio personalissimo ed assolutamente moderno. Moss Side Story rivelo` il suo eclettico stile di arrangiamento, coadiuvato da un "cast" d'eccezione (fra cui Marcia Schofield dei Fall, Rowland Howard e Diamanda Galas), il compositore e direttore trasmette le sue ossessioni musicali: il bebop, i film noir degli anni '40 (l'atto unico per voce ed elettronica di Everything Happens To Me), i temi di James Bond (quella mini-sinfonia di Sounds From The Big House), il rock and roll (Autodestruction) e le melodie languide da cocktail lounge (l'interludio per pianoforte di On The Wrong Side Of Relaxation). La musica viene composta seguendo un affascinante processo programmatico di decostruzione e assemblaggio, partiture atmosferiche e melodrammatiche che impongono Barry Adamson come uno tra i compositori piu' colti e originali della Gran Bretagna.
Euro
29,00
codice 2060261
scheda
Adamson barry    Taming of the shrewd
12"ep [edizione] originale  stereo  uk  1989  mute 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa inglese, copertina lucida fronte retro con barcode, con vinile estraibile dall'alto e con indirizzo ''429 harrow road, london w10 4re'' sul retro, label verde acqua con scritte nere e titolo in bianco, scritte bianche lungo il bordo su di una facciata, catalogo 12MUTE97, groove message ''the end of an era'' sul lato A e ''my secret loves no secret anymore'' sul lato B. Pubblicato nell'ottobre del 1989 dalla Mute in Gran Bretagna, non uscito negli USA, il primo ep solista, successivo al primo album ''Moss side story'' (3/89) e precedente il secondo lp ''Delusion'' (1991). Contiene quattro brani, per lo piu' strumentali e tutti inediti su album (anche se il primo pezzo riapparira' su ''Delusion'' in una versione molto piu' breve): ''Diamonds'', dai richiami alle spy story degli anni '60 su di un tappeto percussivo insistente, occupa la prima facciata, mentre i brani sulla b-side ''Boppin' out / Eternal morning'', ''Splat goes the cat'' e ''From rusholme with love'' sono lenti e conturbanti pezzi jazzati dalle atmosfere che intrecciano in modo spiazzante e conturbante toni leggeri e da incubo. Veterano della scena musicale britannica, attivo in ambito post punk con i Magazine e poi con i Bad Seeds di Nick Cave, l'inglese Barry Adamson lascia questi ultimi nel 1987 e si dedica alla carriera solista, ispirato da compositori di colonne sonore come Ennio Morricone e John Barry, esordendo su lp con l'apprezzato ''Moss side story'' (1989), in cui emerge il suo approccio eclettico che fonde sonorita' post punk, funk, e colonne sonore da film di spionaggio. Nel decennio successivo realizza in effetti varie colonne sonore, oltre a pubblicare lavori solisti in cui l'atmosfera cinematica e' comunque un elemento costante.
Euro
18,00
codice 326607
scheda
Adamson barry    The man with the golden arm + 3
12'' [edizione] originale  stereo  uk  1988  mute 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima rara stampa inglese, copertina in cartoncino sottile senza costola, con barcode, vinile estraibile dall'alto e sagomatura sul lato di apertura, label custom fotografica in bianco e nero con scritte nere, catalogo 12MUTE77, groove message ''do the integration – now'' sul lato A, scritta ''the exchange'' incisa sul trail off del lato A e ''jonz'' su quello del lato B. Pubblicato nel novebre del 1988 dalla Mute in Gran Bretagna, dove giunse al dodicesimo posto nella classifica indipendente, non uscito negli USA, questo fu il singolo d'esordio solista di Barry Adamson, precedente il suo primo album ''Moss side story'' (1989). Questa versione a 12'' contiene quattro brani: ''The man wth the golden arm'', inedita sulla versione vinilica del sopracitato lp, e cover del celebre brano di Elmer Bernstein che faceva parte della colonna sonora dell'omonimo film intepretato da Frank Sinatra nel 1955, quindi sulla seconda facciata tre brani composti da Adamson, ''Bombasto!'', inedita su album, ''Fifteen rounds'', tratta dalla colonna sonora del film ''The last of England'' di Derek Jarman (1987) e ''Suck on the honey of love'', poi inserita nell'album ''Moss side story''. I brani, nonostante l'origine piuttosto eterogenea, sono accomunati innanzitutto dalle atmosfere cupe, quasi morbose, e dalle sonorita' che spesso si fanno rabbrividenti e stilisticamente lontane dai canoni rock e pop, come ad esempio nella title track, dove arrangiamenti di ottoni in stile anni '50 fanno il paio con sonorita' annichilenti e vicine al post punk piu' avanguardista. Veterano della scena musicale britannica, attivo in ambito post punk con i Magazine e poi con i Bad Seeds di Nick Cave, l'inglese Barry Adamson lascia questi ultimi nel 1987 e si dedica alla carriera solista, ispirato da compositori di colonne sonore come Ennio Morricone e John Barry, esordendo su lp con l'apprezzato ''Moss side story'' (1989), in cui emerge il suo approccio eclettico che fonde sonorita' post punk, funk, e colonne sonore da film di spionaggio. Nel decennio successivo realizza in effetti varie colonne sonore, oltre a pubblicare lavori solisti in cui l'atmosfera cinematica e' comunque un elemento costante.
Euro
25,00
codice 319392
scheda
Adamson barry / anita lane    These boots are made for walking + 3
12'' [edizione] originale  stereo  uk  1991  mute 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
prima stampa inglese, copertina con barcode 5016025201198, e con adesivo del distributore italiano Demos sul retro, label bianca con scritte nere e piccolo logo Mute a destra, catalogo 12MUTE119, groove message ''who is the stranger here? Fear is the stranger here'' sul lato A e ''when the teacher is ready the student appears'' sul lato B. Pubblicato nel luglio del 1991 dalla Mute in Gran Bretagna, non uscito negli USA, il singolo tratto dalla colonna sonora del film ''Delusion'', diretto da Carl Colpaert. La colonna sonora, composta da Barry Adamson, fu pubblicata su lp nell'agosto dello stesso anno. La voce femminile nella title track e' quella dell'australiana Anita Lane, collaboratrice per un periodo dei Bad Seeds di Nick Cave, fra le altre cose, mentre il compianto Rowland S. Howard suona la chitarra. Questa versione 12'' contiene quattro brani, di cui tre sono cover della celebre canzone scritta da Lee Hazelwood ed interpretata con successo da Nancy Sinatra negli anni '60: ''These boots are made for walking (extended box fresh mix)'', ''These boots are made for walking (the 'bonnie floats on airwear'' mix)'', ''Go johnny'' (brano poi inserito nell'album ''Delusion'') e ''These boots are made for walking (sleepwalking mix)''. Veterano della scena musicale britannica, attivo in ambito post punk con i Magazine e poi con i Bad Seeds di Nick Cave, l'inglese Barry Adamson lascia questi ultimi nel 1987 e si dedica alla carriera solista, ispirato da compositori di colonne sonore come Ennio Morricone e John Barry, esordendo su lp con l'apprezzato ''Moss side story'' (1989), in cui emerge il suo approccio eclettico che fonde sonorita' post punk, funk, e colonne sonore da film di spionaggio. Nel decennio successivo realizza in effetti varie colonne sonore, oltre a pubblicare lavori solisti in cui l'atmosfera cinematica e' comunque un elemento costante.
Euro
16,00
codice 326998
scheda

Page: 1 of 1

1
Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "Adamson barry":
Adamson barry - 

altri autori contnenti le parole cercate: