Hai cercato:  Aa.vv. (usa 60's garage) --- Titoli trovati: : 39
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (usa 60's garage) back from the grave vol. 1
Lp [edizione] ristampa  mono  usa  1966  crypt 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
il primo storico volume, ristampa del 1986, copertina (con lievi segni di invecchiamento sul retro) lucida senza barcode, non apribile, come anche la prima tiratura, ma con parti in azzurro e non piu' solo bianche e rosa sul fronte, pressata in Canada, con "1986" sul retro, completa dell' originario inserto con note e foto, etichetta gialla con logo e scritte neri, catalogo CRYPT001, della piu' famosa ed importante serie di compilation sul garage punk americano degli anni 60, influenza e punto di riferimento fondamentale per tutta la scena neo garage degli anni '80. Naturalmente, come spesso accade, inevitabile che il primo volume sia anche perlomeno uno dei migliori in assoluto degli innumerevoli usciti negli anni, con 15 brani introvabili da singoli rarissimi ursciti in gran parte tra il '65 ed il '66: i texani Elite, tra garage e beat, con "My Confusion" (uno di loro poi nei Yellow Payges), i Jujus del Michigan, grezzi e minimali, con una bellissima "Do You Understand Me?", gli immensi Alarm Clocks, dall' Ohio, con i due miticissimi brani del loro unico singolo, ripresi da decine di gruppi, "Yeah" e "No Reason to Complain", vere perle senza tempo, insuperabili esempi di "snotty" garage punk, i californiani Fabs con "The Bag I'm In", grande fuzz guitar ed organo Farfisa da urlo, i favolosi Malibus del Connecticut con la micidiale "Cry", i Bel-Aires del Michigan con la divertente "Ya Ha Be Be", i Legends del Michigan con la perfetta "I'll Come Again" (tra garage e folk rock, da studiare a scuola...), gli incredibili Rats, con le due facciate del loro unico singolo del 1963 ("Rats Revenge Part 1" e "Rats Revenge Part 2") di Akron, Ohio, intestatari nello stesso anno di un singolo come Decades, un singolo minimale e grezzissimo, figlio bastardo del surf piu' selvaggio, anticipatore del garage punk di la' da venire, chitarre basso male accordati, orgia di voci ed urla, puro "primal sound" da amare od odiare incondizionatamente, gli One Way Streets, dall' Ohio, con "We All Love Peanut Butter" e la loro versione di "Jack the Ripper", i favolosi texani Larry & the Blue Notes con la stratosferica "Night of the Phantom", i proto soogesiani Swamp Rats di Pittsbourgh con una versione killer di "Psycho", incredibile orgia di fuzz e distorsori, ed infine i pazzeschi Cords, gruppo di frati francescani del Winsconsin, con una strumentale "Ghost Power" tra surf, garage e psichedelia........Imperdibile!
Euro
18,00
codice 251799
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) back from the grave vol. 2
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  Crypt 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
ristampa dela second ameta' degli anni '90, copertina ovviamente nella versione definitiva con parti colorate in blu sul fronte, non ancora apribile, con barcode sul retro (copia distribuita in Italia, con adesivo metallizzato Siae sul retro), completa di inserto con note e foto, nella versione con indirizzo del sito internet dell' etichetta e pubblicita' dell' ottavo volume della serie, uscito nel 1996, etichetta gialla con scritte e logo rossi, catalogo CR002, del secondo imperdibile volume della piu' famosa ed importante serie di compilation sul garage punk americano degli anni 60, influenza e punto di riferimento fondamentale per tutta la scena neo garage degli anni '80. 16 brani introvabili da singoli rarissimi usciti in gran parte tra il '66 ed il '67, ma in questo caso con alcuni esempi precednti, importanti per poter capire l' evoluzione di un suono che e' partito mettendo insieme il surf piu' selvaggio e l' influenza della "british invasion": si parte con i LYRICS da San Diego, California (due di loro poi nei Magic Mushrooms): "They Can't Hurt Me" (dal loro primo singolo del '65) e' secca e deragliante, semplice e perfetta; notevoli i CANADIAN ROGUES, dalla Florida, con "Keep In Touch", tra Pretty Things e Bo Diddley sound, dal secondo singolo; grandissima e' "Cry Cry Cry" dei leggendari e sfortunati UNRELATED SEGMENTS, di Detroit, dal loro terzo ed ultimo singolo, lunga e complessa composizione di grande bellezza, tra Animals (davero notevole il cantante) e garage punk, potentissima e con un assolo di chitarra davvero incisivo; ottimi gli OUTSIDERS dalla Florida, con la semplice ma efficacissima "She's Coming On Stronger" e con la deragliante cover di "Summertime Blues", dai loro due singoli del '65 e del '66; carina "Victim Of Circumstances" del texano ROY JUNIOR (autore della mitica "No Friend of Mine" per gli Sparkles); bella la cover di "Satisfaction" dei MODS del New Jersey, debitamente americanizzata con tanto di chitarra in puro surf style; gli HATFIELDS dall' Indiana sono presenti con "Yes I Do", dal loro primo singolo, puro teenbeat punk con delizioso organo farfisa; i REASONS WHY di Chicago con "All I Really Need Is Love" dal loro secondo singolo dimostrano come una deliziosa canzoncina d'amore si possa trasformare in un classico del garage punk se l' attitudine e' quella giusta; "They Prefer Blondes" dei californiani Banshees, dal loro primo singolo del '65, e' uno dei grandi classici "oscuri" del garage punk americano, brano magnifico ed irresistibile nella vena di certo northwest punk; canonica ma efficace "Surfside Date" dei TRIUMPHS del Milwaukee; dal New Jersey, RALPH NIELSEN & THE CHANCELLORS con la pazzesca "Scream" del 1962 forniscono un esempio fantastico di un surf aggressivo e velocissimo che certo anticipo' il garage punk a venire; immensa "The Crusher" dei Novas (coverizzata innumerevoli volte, mitica la versione dei Cramps), accostabile alla altrettanto nota "Surfin' Bird" dei Trashmen, ovvero il surf piu' grezzo e deragliante che diventa puro garage punk, quando ancora erano in pochi (un altro gruppo: i Sonics) a suonarlo, nel 1965; restiamo nell' ambito del "proto garage" con la versione dei MYSTICS della Florida di "Snoopy" (dal loro unico singolo del 1964); molto bella "Her Big Man" dei BRIGANDS di Forest Hills, NY, tratta da un acetato, tra folk rock e garage;oscurissimi, come il nome suggerisce, i CHILDREN OF DARKNESS, di cui si hanno poche notizie: "She's Mine" pero' e' un brano solare e contagioso, con un organo che sara' la delizia di molti.
Euro
20,00
codice 254712
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) back from the grave vol. 3
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  Crypt 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa del 1986, con copertina con retro reimpaginato rispetto alla prima tiratura, senza barcode, e "Printed in Canada", etichetta verde con scritte e logo neri, catalogo CRYPT003, copia corredata di inserto apribile con foto e note. Il terzo bellissimo volume della piu' famosa ed importante serie di compilation sul garage punk americano degli anni 60, influenza e punto di riferimento fondamentale per tutta la scena neo garage degli anni '80. 17 brani introvabili da singoli rarissimi ursciti in gran parte tra il '66 ed il '67: favolosi gli CHENTELLES del Michigan, la loro "Be My Queen", dal loro unico singolo, e' una vera scheggia impazzita nel panorama della scena garage americana piu' selvaggia, e colpisce sapere che i musicisti all' epoca avevano tutti 13 o 14 anni; di pari livello sono gli ex Starfires LITTLE WILLIE AND THE ADOLESCENTS, originari di Buffalo, New York, con "Get Out Of My Life", dal loro primo di due singoli, con tanto di favolosa tastierina farfisa; da Los Angeles, minacciosi e davvero punk KEN AND THE FOURTH DIMENSION con la micidiale "See If I Care", dal loro unico 7"; ME AND THEM GUYS, dall' Indiana, sono presenti con "I Loved Her So", dal loro unico 7", molto carina; bellissima "I've Got Something To Say" degli INTERNS, di Akron, Ohio, splendido garage beat grezzo e primitivo ma sorretto da un gusto pop sopraffino, dal loro unico singolo; dal Tennessee, gli INTRUDERS FIVE, un unico singolo da cui e' tratta "Ain't Comin' Back", grezzo e minimale garage beat, con chitarra gracchiante e tonnellate di reverberi sulle note di Farfisa; i MONACLES sono presenti con "I Can't Win", dal primo mitico singolo della oscura garage punk band di Orange County, California, costituita da 4 ragazzini di eta' compresa tra gli 11 ed i 16 anni, un piccolo classico del piu' oscuro e grezzo garage americano; efficacissima dai californiani LIL' BOYS BLUE "I'm Not There"; dall' Ohio, JERRY AND THE OTHERS (poi in parte confluiti negli Elders) non realizzarono alcun singolo, ma la tostissima "Don't Cry To Me", puro selvaggio "diddley sound" virato in direzione garage, e' salvata all' oblio comunque, ripescata da una rara compilation del '66; i FUGITIVES del Michigan (da non confondere pero' con l' omonima band di Detroit) offrono un convincente esempio di tipico teenbeat garage con "You Can't Blame That On Me", dal loro unico singolo; i RAUNCH HANDS con la strumentale "Tiger Guitars" non sfigurano ma si tratta della cult band degli anni '80; notevole WILLIAM THE WILD ONE con "Willie The Wild One", tra r'n'r e garage, dal Massachussetts, dal primo dei due singoli; i texani MURPHY AND THE MOB confermano che il garage punk della terra dei Bush era il piu' selvaggio ed aggressivo, con la secca "Born Loser", dal loro unico 7"; i MODS dell' Ohio ci offrono dal loro unico singolo la fantastica "You've Got Another Thing Comin' ", caratterizzata da suoni davvero splendidi; favolosi i SIR WINSTON AND THE COMMONS: "We're Gonna Love" e' melodicamente innocua, ma caratterizzata da un suono incredibilmente grezzo, una chitarra sovrastata da un fuzz folle, ed un' attitudine davvero punk; dallo Iowa vengono i ROYAL FLAIRS, attivi dai primi anni '60, e poi autori di un singolo come Unlimited: "Suicide" e' un altro piccolo classico del garage americano, semplice e perfetta; infine una delle perle del disco, dai MONTELLS di Miami, Florida: "You Can't Make Me", dal loro unico singolo, con il magnifico contrasto di una melodia bellissima ed i suoni che la caratterizzano, grezzi ed aggressivi. Copertina pressata in Canada, etichetta gialla con scritte rosse.
Euro
20,00
codice 243480
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Back from the grave vol. 4
Lp [edizione] ristampa  stereo  ger  1966  Crypt 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa tedesca degli anni '90, copertina semilucida senza barcode, corredata di inserto informativo, etichetta gialla con scritte e logo neri, catalogo CRYPT004; il quarto splendido volume della serie che e' divenuta il celeberrimo manifesto del garage punk americano della meta' degli anni '60. Raccoglie 17 brani tratti da rarissimi 45 pubblicati durante i '60 nel continente americano, per la prima volta riuniti in in unico lp's. Ecco la lista del materiale incluso, dove non altrimenti indicato proveniente dall' unico singolo realizzato dai rispettivi gruppi: i TAMRONS del North Carolina con la megafavolosa "Wild man"; i CYCLONES con la rollingstoniana "She's no good"; i FABS con "Dinah wants religion" (nel gruppo Bob Ellis poi negli Stack); i RED BEARD & THE PIRATES della gEorgia con il frantic punk della aggressiva "Go on leave"; gli HALLMARKS con la ruvida e bellissima "I know why", altrimenti inedita, prima versione con titolo diverso di un brano poi sul loro unico 7"; gli immensi SONICS di Tacoma, Washington, con la splendida "Santa Claus", dall' album natalizio "Merry Christmas"; ROCKY & THE RIDDLERS da Seattle, Washington, con la torrida e micidiale "Flash and Crash", dal secondo dei tre loro singoli (pubblicati tutti con leggere varianti nella denominazione del gruppo), prima di cambiare nome in City Limits (alcuni di loro suonarono in Kingsmen, Association, West Coast Natural Gas ed Indian Puddin' and Pipe); i TONTO & THE RENEGADES del Michigan con la splendida "Little boy blue", dal loro secondo conclusivo singolo; i texani BOTUMLESS PIT con "13 stories high"; gli AZTEX dell' Indiana con "I said move"; i texani NOMADS con "Be nice" (uno di loro poi negli Yellow Payges); i BUNKER HILL con la forsennata "The girl can't dance"; gli SLOTHS di Los Angeles con il garage beat diddleyano di "Makin' love"; i WYLD (operativi tra il South Carolina ed il Texas) con "Fly by nighter", dal loro primo di 4 singoli; i VECTORS di Chicago, con "What in the world" (membri del gruppo poi negli Orphuns, negli Osgood e soprattutto negli Shadows of Knight e negli Heard); gli HUNS del North Carolina con la deliziosa "Shakedown"; ed infine si chiude in bellezza con la indimenticabile, e coverizzata non a caso innumerevoli volte negli anni, "Night of the Sadist" dei texani LARRY & THE BLUE NOTES, uno dei massimi esempi del farfisa garage beat di tutti i tempi.
Euro
18,00
codice 254084
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Back from the grave vol. 5
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  Crypt 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa degli anni 2000, copertina con barcode, corredata di inserto con note e foto (con indicazione del sito internet dell' etichetta), etichetta gialla con scritte e logo rossi, catalogo CR-005; il quinto volume della piu' famosa ed importante serie di compilations sul garage punk americano degli anni 60, giunta dopo lo storico "Nuggetts" curato da Lenny Kaye nel '72 e dopo i primi volumi della "gemella" "Pebbles", e come quest' ultima influenza e punto di riferimento fondamentale per tutta la scena neo garage degli anni '80. 16 brani introvabili da singoli rarissimi usciti in gran parte tra il '66 ed il '67; ecco la lista completa dei brani: gli Humans da New York, con la bellissima "Warning", che risente di forti influenze Animals; i Warlords di Chicago, non da meno con la notevole "Real Fine Lady"; piacevolissimi i Vestells, dalla Pennsylvania, con "Won't You Tell Me"; la magnifica "City of People" degli Illusions conferma quanto eccitante fosse la scena di Detroit gia' prima dell' avvento di Stooges ed MC5, gia' caratterizzata da un approccio selaggio e decisamente "punk" ante-litteram; dal Michigan provenivano anche i grezzi Jaguars, qui con l' efficacemente ingenua "It's Gonna Be Alright"; dall' Illinois, i Few (l' unico gruppo della raccolta insieme ai Tigermen ed agli Hatfields ad essere riuscito a pubblicare "ben" due singoli), con la notevole "Escape", caratterizzata da splendidi suoni di fuzz guitar e di tastiera; deliziosa "Show You Love" dei Tikis, dall' Indiana; si ritorna a Detroit con gli incredibili Keggs, autori di una selvaggia e crudissima "To Find Out"; un piccolo mito i Jesters Of Newport, californiani, autori di una "Stormy" che rappresenta una delle piu' riuscite commistioni tra surf e garage di sempre; valida anche "Livin' " degli Henchmen, nuovamente da Detroit; dal primo dei due singoli dei Tigermen, di New York, e' tratta la gradevole "Close That Door", del 1965; ottimo il garage peat degli Aztex, dall' Indiana, con "The Little Streets In My Town"; dall' Indiana, ma basati a Chicago, anche gli Hatfields della dinamica "The Kid From Cinncy", dal loro secondo ed ultimo singolo); grezzissima ed aggressiva "Something Else" dei Nobles, dal Delaware; interessanti influenze surf per i Centrees da Dayton, Ohio, con "She's Good For Me"; Rda un acetato con due brani proviene infine "Take The World As It Comes" dei Rising Tides, dal New Jersey.
Euro
20,00
codice 254087
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) back from the grave vol. 6
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  crypt 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
ristampa degli anni 2000, copertina con barcode, pressoche' identica alla prima tiratura del 1985, etichetta gialla con scritte e logo rosso, catalogo CR-007, completa di inserto con note e foto, che riporta anche il sito internet della label, del sesto volume, completo di esaustivo inserto informativo, della piu' famosa ed importante serie di compilation sul garage punk americano degli anni 60, influenza e punto di riferimento fondamentale per tutta la scena neo garage degli anni '80. 17 brani, 16 dei quali provenienti da introvabili singoli usciti in gran parte tra il '66 ed il '67, piu' un inedito assoluto scovato per l' occasione. Ecco la lista completa dei brani: 1. The Shames - My World Is Upside Down (1966) / 2. Long John & The Silvermen - Heart Filled With Love (1966) / 3. The Keggs - Girl (1967) / 4. The Beaux Jens -She Was Mine (1967) / 5. The Shames - Special Ones (1966, b-side del precedente brano del gruppo, dall' unico singolo della band) / 6. The Savoys - Can It Be (favoloso proto garage punk distortissimo, 1965) / 7. The Ascots - So Good (1966) / 8. The Barracudas - Baby Get Lost (1965, gruppo della Louisiana da non confondere con molti omonimi) / 9. The Golden Catalinas - Varsity Club Song (1966) / 10. Billy & The Kids - Say You Love Me (1966) / 11. The Shandels - Carolina / 12. The Shandels - Mary Mary ( (gruppo di Chicago, i due brani dall' unico singolo uscito tra il '65 ed il '66) / 13. The Abandoned - Come On Mary (1966) / 14. The Treytones - Nonymous (notevole brano smaccatamente diddleyano ma suonato con piglio assolutamente proto garage, dal loro unico singolo del 1963!) / 15. The Bryds - Your Lies (dall' unico singolo del gruppo dell' Illinois, 1965, niente a che vedere con i ben piu' famosi Byrds) / 16. The Werps - Love's A Fire (splendida versione inedita di uno dei due brani dell' unico singolo del 1967) 17. The Trojans of Evol - Through The Night (1966).
Euro
18,00
codice 254089
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) back from the grave vol. 7
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  crypt 
rock 60-70
Doppio album, ristampa con copertina apribile, pressoche' identica alla prima tiratura. Il settimo bellissimo volume della fondamentale serie attraverso cui esplorare la quintessenza del garage punk americano, la piu' famosa ed importante serie di compilations mai concepite sul genere, con ben 32 brani introvabili da singoli rarissimi, in qualche caso da acetati rimasti inediti (come l' incredibile versione proto punk di "Land of Thousand Dances" dei Tyme. Questa la lista completa dei brani: A1 Syndicate – The Egyptian Thing A2 Tombstones – I Want You A3 Moguls – Another Day A4 Puddin' Heads – Now You Say We're Through A5 Jim Whelan & The Beau Havens – Elizabeth A6 Worlocks – I Love You A7 Hush Puppies – Look For Another Love A8 Bugs – Slide B1 Gentrys – Wild B2 Syndicate – My Baby's Barefoot B3 Hush Puppies – Hey, Stop Messin' Around B4 Cliques – So Hard B5 Heathens – The Other Way Around B6 Beep Beep & The Roadrunners – True Love Knows B7 Snails – Snails' Love Theme B8 Mike's Messengers - Gone And Left Me C1 Mustangs – That's For Sure C2 Tyme – Land Of 1000 Dances C3 Noblemen – Short Time C4 Invasion – Do You Like What You See? C5 Travel Agency – Jailbait C6 Ron-De-Voos – The Maid C7 It's Us – Don't Want Your Lovin' C8 Half-Pint & the Fifths – Orphan Boy D1 Spiders – Don't Blow Your Mind D2 Grifs – Keep Dreamin' D3 Retreds – Black Mona Lisa D4 Mystic Five – Are You For Real, Girl? D5 Bends - If It's All The Same To You D6 Cavaliers – 7 Days Of Cryin' D7 Hides - Don't Be Difficult D8 Ty Wagner – Slander.
Euro
27,00
codice 3031889
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) battle of rat fink hill
lp [edizione] nuovo  mono  usa  1961  norton 
rock 60-70
copertina ricca di note e foto sul retro, etichetta gialla con scritte nere. Uscita per la prima volta nel 2011 questa raccolta, sottotitolata "Crude Unissued Pittsburgh Instrumental 1961-63" contiene 17 brani strumentali provenienti da oscurissimi singoli o addirittura inediti di cinque band dell' area di Pittsburgh, episodi registrati tra il 1961 ed il 1963, ispirati al grande Link Wray, a Duane Eddy o a certe cose di Bo Diddley, il cui ascolto spiega meglio di ogni parola una fase di passaggio criciale nella musica americana dal rock'roll degli anni '50 al garage punk di meta' anni '60, testimoniando un percorso che sarebbe stato compiuto (certo con esiti anche in parte diversi) a prescindere da quella che sarebbe stata la "british invasion" qualche tempo dopo, una strada affine anche alla surf music piu' grezza e selvaggia. Questa la lista completa dei brani: OUTCASTS: Scotora Mull / Sleepy / Hollow Rock / Burning Rubber / Let's Do The Ubangi Stomp /Emergency Exit / Jose Meteres Theme; GALAXIES: Malibu Beach; KEYS - If You Wanna Be Happy / Louie's Louie Louie; MAD HATTERS - Rawhide / Peter Gunn / Jack The Ripper / Mumblin Guitar; SONICS (non il grande gruppo di Washington): Blow Out / Super Sport / Torture / Road Runner.
Euro
19,00
codice 3009632
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) glimpses volume 1
lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1967  spiral groove 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi, realizzata nel 2012 ed ormai fuori catalogo, copertina lucida pressocche' identica a quella della prima molto rara tiratura uscita in 500 copie numerate nel 1981 su etichetta Wellington Records, inserto ricco di note, discografie e foto. Il primo di tre volumi, pubblicati originariamente tra il 1981 ed il 1983, agli albuori della riscoperta del garage e della psichedelia degli anni '60 negli altrimenti troppo bui anni '80. Contiene tredici brani tratti da rarissimi singoli di altrettante formazioni americane (con una eccezione, gli inglesi Nite People) tra garege e psichedelia, originariamente pubblicati tra il 1966 ed il 1970. Ecco la lista completa dei brani: Side 1: 1.THE BALLOON FARM A Question Of Temperature (dal primo singolo del '67) 2.THE ILLUSION City Of People (dall' unico singolo del '66) 3.THE NINTH STREET BRIDGE Wild Illusions (dall' unico singolo del '68) 4.MOUSE & THE TRAPS Maid Of Sugar, Maid Of Spice (dal secondo singolo del '66) 5.NITE PEOPLE Hot Smoke And Sasafrass (unica band inglese presente, dal quinto singolo del '69) 6.THE MAURAUDERS Out Of Sight, Out Of Mind (dall' unico singolo del '66) 7.THE BUCKINGHAMS Don't Want To Cry (dal secondo singolo del '66) Side 2: 1.THE WELLINGTON ARRANGEMENT Love (dal terzo ed ultimo singolo del '70) 2.THE YORKSHIRES And Youre Mine (dall' unico singolo del '66) 3.THE TROYES Rainbow Chaser (dal primo singolo, del 1966) 4.THE ROY SORENSEN GROUP If You Could Read Me (dal secondo ed ultimo singolo, del 1970) 5.WESTMINISTER My Life (dal terzo ed ultimo singolo, del 1968) 6.THE RUINS The End (dall' unico singolo, del 1967)
Euro
26,00
codice 238750
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs in the mid sixties 10 : winsconsin
lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, la ristampa del 2010, copertina senza barcode pressocche' identica alla prima tiratura uscita nel 1984, etichetta interamente rossa, catalogo AIP10017, del decimo volume della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo volume contiene 14 brani di bands provenienti tutte dal Wisconsin (regione a cui sara' dedicato anche il volume 15), una scena misconosciuta e sottovalutata, ma decisamente ricchissima e vitale, caratterizzata dalla forte influenza della "British invasion", rivisitata in una chiave pero' assai aggressiva. Ecco i brani contenuti nel disco: A1 Shag – Stop And Listen A2 Wanderer's Rest – Anytime Anywhere (erroneamente indicata come "The Boat That I Row", come gia' nel 45 giri originale) A3 Young Savages – The Invaders Are Coming A4 Faros – I'm Cryin' A5 Lord Beverly Moss & The Mossmen – Please Please What's The Matter A6 Noblemen – Dirty Robber A7 Hinge – Come On Up B1 Jack & The Beanstalks – Don't Bug Me B2 Jack & The Beanstalks – So Many Times B3 Trodden Path – Don't Follow Me B4 Joey Gee & The Come-Ons – She's Mean B5 Deverons – On The Road Again (cover da Bob Dylan) B6 Love Society – You Know How I Feel (And Why) B7 Rehabilitation Cruise – I Don't Care What They Say
Euro
24,00
codice 254720
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs in the mid sixties 14 - the north-west
lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
copia ancora incellophanata, ma con piegatura nell' angolo in basso a destra della copertina, ristampa, con copertina senza barcode pressoche' identica alla prima tiratura uscita nel 1985, con esaustive note sul retro, etichetta rossa senza alcuna indicazione. Il 14esimo volume della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo volume contiene 14 brani di bands provenienti tutte dal Northwest, come gia' il settimo volume della serie, a testimoniare la solidita' di una scena che prese le mosse sin dalla fine degli anni '50, legata a doppio filo al piu' selvaggio rock'n'roll dei 50's, capace di svilupparsi in gran parte indipendentemente dall' influenza della "British Invasion", all' insegna di un proto garage grezzo e viscerale che ebbe i suoi eroi nei Revere di Paul Revere, nei Kingsmen e nei Sonics. Ecco la lista dei brani contenuti: Side 1: Lord Dent & His Invaders: "Wolf Call" / The Night People: "Istanbul" / The Volk Brothers: "Wash Don't Soak" / The Paymarks: "Louise" / J. Michael & the Bushmen: "I Need Love" / The Statics: "Tell Me the Truth" / The Talismen: "She Was Good" / [edit] Side 2: Sir Raleigh & the Cupons: "Tomorrow's Gonna Be Another Day" / Jack Bedient & the Chessmen: "Rapunzel" / Tom Thumb & the Casuals: "I Should Know" / The Scotsmen: "Tuff Enough" / The Scotsmen: "Sorry, Charlie" / The Rooks: "Bound to Lose" / The Rooks: "Gimme a Break"
Euro
16,00
codice 254553
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs in the mid sixties 15 - winsconsin, part 2
lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, la ristampa, copertina senza barcode pressocche' identica alla prima tiratura uscita nel 1985, etichetta interamente rossa, catalogo AIP10025, del quindicesimo volume della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo volume contiene 15 brani di bands provenienti tutte dal Wisconsin (regione a cui era stato dedicato anche il volume 10), una scena misconosciuta e sottovalutata, ma decisamente ricchissima e vitale, caratterizzata dalla forte influenza della "British invasion", rivisitata in una chiave pero' assai aggressiva. Ecco i brani contenuti nel disco: The Baroques: "Nothing Left to Do But Cry"; The Shaprels: "A Fool for Your Lies"; Gord's Horde: "I Don't Care" ; The Cannons: "Days Go By"; Family: "I Wanna Do It" ; The Wanderer's Best: "You'll Forget"; The Challengers: "Take a Ride on the Jefferson Airplane"; The Mustard Men: "I Lost My Baby"; The Spacement: "Same Old Grind"; The Impalas: "Spoonful"; The Mid-Knighters: "Charlena"; Joey Gee & the Come-Ons: "You Know - 'Til the End of Time"; The Fugitives: "Come on and Clap".
Euro
24,00
codice 254555
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs in the mid sixties 17 : texas pt.4
lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
ristampa degli anni 2000, copertina lucida senza barcode pressoche' identica alla prima tiratura uscita nel 1986, etichetta interamente bianca, catalogo AIP10026, del diciassettesimo volume della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo volume contiene 13 brani di bands provenienti tutte dal Texas (stato a cui erano gia' stati dedicati tre volumi), una scena notoriamente tra le migliori e piu' ricche di tutto il garage nordamericano, caratterizzata spesso da un elevato tasso di aggressivita' o di acidita'. Ecco i brani contenuti nel disco: Sparkles "The U.T.", S.J. & The Crossroads "Ooh Poo Pah Doo", S.J. & The Crossroads "Darkest Hour", Souncations "Exit", Visions "Humpty Dumpty, Spectrum "Bald Headed Woman", Gentlemen "Come On (If You Can)", Kempy & The Guardians "Love For A Price", Roks "Hey Joe", Lost Generation "They Tell Me", Spades "We Sell Soul", Neal Ford & The Fanatics "Bitter Bells", Iguanas "Leaving You Baby".
Euro
24,00
codice 254721
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs in the mid sixties 18 (colorado)
lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora incellophanata, ristampa, con copertina senza barcode pressoche' identica alla prima tiratura uscita nel 1986, etichetta argento senza alcuna indicazione, catalogo AIP10027, del diciottesimo volume della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo volume contiene 16 brani di bands provenienti o operanti tutte dal Colorado. Ecco la lista completa dei brani: The Astronauts - Come Along Baby (dallo storico singolo del 1962 della grande band surf-garage); The Soul - Have It All Your Way (proveniente da un acetato e precedentemente inedita); Trolls - "I Don't Recall" e "Stupid Girl" (i due brani del secondo ed ultimo singolo del 1966); Poor - She's Got The Time (She's Got The Changes) (dal secondo singolo del 1967, con Randy Meisner poi nei Poco e negli Eagles); Soothsayers - I Don't Know (dal primo dei due singoli, 1966); Moonrakers - I Don't Believe (dal quarto singolo, del 1966, della storica band autrice anche di un album nel '68, con alcuni musicisti poi nei Sugarloaf); Sur Royal Da Count - Scream Mother Scream (dall' unico singolo); Our Gang - Careless Love (dall' unico singolo del '66); Moonrakers - "Baby Please Don't Go" e "I'm All Right" (rispettivamente dal quarto e dal secondo singolo della gia' citata band); Lidos - Since I Last Saw You (dall' unico singolo, pubblicato tra il '64 ed il 65); Rainy Daze - Fe Fi Fo Fum (deliziosa, dal terzo singolo della band autrice anche nello stesso 1967 di un album); Doppler Effect - God Is Alive In Argentina (dall' unico singolo del 1966); Monocles - Psychedelic (That's Where It's At) (dal primo dei due singoli, 1966); Elopers - Music To Smoke Bananas By (brano strumentale dall' unico singolo del gruppo, 1967).
Euro
28,00
codice 254557
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs In The Mid Sixties Volume 2: L.A. '66 Riot On Sunset Strip
lp [edizione] terza stampa  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
Terza stampa americana, copertina (con diversi segni di invecchiamento) lucida senza barcode, pressoche' identica alla prima tiratura, etichetta verde con scritte e logo neri, e con logo in alto che presenta le lettere A, I e P in tre cerchi a sinistra ed "Highs in the Mid Sixties" stilizzato, catalogo AIP10004. Uscito nel 1983, il secondo volume della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo prezioso volume contiene 16 brani di bands provenienti o comunque operanti nell' area di Los Angeles, California, ovviamente uno dei centri principali della grande fioritura musicale che caratterizzo' la scena americana nella seconda meta' dei 60's. Ascoltando queste bands, che certamente non raggiunsero il successo di tante altri gruppi losangelini assai piu' noti, si rafforza l' impressione di una scena ricchissima di talenti e straordinariamente varia. Tra i brani "Let Me In" dei Second Helping di un giovanissimo Kenny Loggins. Ecco comunque la lista completa dei brani : A1 –Terry Randall "S.O.S" A2 –People Of Sunset Strip "Sunset Symphony" A3 –The Sandals "Tell Us Dylan" A4 –The Chymes "He's Not There Anymore" A5 –The Bees "Trip To New Orleans" A6 –The Roosters "One Of These Days" A7 –Tangents "Hey Joe, Where You Gonna Go?" A8 –Ken & The Fourth Dimension "Rovin' Heart", B1 –W.C. Fields Memorial Electric String Band "I'm Not Your Stepping Stone" B2 –The Satans "Lines And Squares" B3 –The Dirty Shames "I Don't Care" B4 –The No-Na-Mee's "Gotta Hold On" B5 –Opus 1 "Back Seat '38 Dodge", B6 –The Second Helping "Let Me In" B7 –The Grim Reepers "Two Souls" B8 –The Nite Walkers "High Class".
Euro
12,00
codice 254255
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs In The Mid Sixties Volume 3: L.A. '67 Mondo Hollywood A Go-Go
lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1967  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
Ristampa con copertina (con diversi segni di invecchiamento) lucida senza barcode, pressoche' identica alla prima tiratura, etichetta argento senza alcuna indicazione, catalogo AIP10005. Originariamente pubblicato nel 1983, il terzo bellissimo volume della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo prezioso volume contiene 16 brani di bands provenienti o comunque operanti nell' area di Los Angeles, California, ovviamente uno dei centri principali della grande fioritura musicale che caratterizzo' la scena americana nella seconda meta' dei 60's. Ascoltando queste bands, che certamente non raggiunsero il successo di tante altri gruppi losangelini assai piu' noti, si rafforza l' impressione di una scena ricchissima di talenti e straordinariamente varia. Ecco comunque la lista completa dei brani : Giant Sunflower "February Sunshine" (delizioso flower pop, dal primo dei tre singoli, realizzato nel '67 da quelli che alcuni individuano come i Mamas & Papas sotto mentite spoglie); Limey and The Yanks - "Out Of Sight, Out Of Mind" (dal secondo ed ultimo singolo, del 1966, buona versione del brano dei Marauders; Search "Climate" (dal secondo dei due 45 realizzati dal gruppo di San Diego nel '67); Research 1-6-12 "I Don't Walk There Anymore" (dal primo dei due singoli di questa band autrice anche di un album, sempre nel '67); Lyrics "Wake Up To My Voice" (dal quarto di cinque singoli, del 1967, con due elementi poi nei Magic Mushroom); Kim Fowley "The Canyon People" (con Fowley che spiega alla CBS come la "canyon people" abbia sostituito i figli dei fiori come speranza per il futuro dell' AMerica!); Flower Children "Mini-Skirt Blues" (irresistibile, dal loro unico singolo del '68); Somebody's Chyldren "I'm Going Back To New York City" (dall' unico singolo del '66); Hunger "Colors" (dal primo singolo del '67 della band originaria di Portland, autrice di un album due anni dopo); Fantastic Zoo "Light Show" (un piccolo manifesto psichedelico, dal secondo dei due singoli del gruppo, 1967); Time Of Your Life "Ode To A Bad Dream" (dall' unico singolo del '67); Human Expression "Everynight" (da un 45 demo che la grande band registro' nell' estate del '66, ai suoi esordi); Hamilton Streetcar "Invisible People" (dal primo singolo del 1968, il capolavoro della band autrice anche di un album un anno dopo); Grains Of Sand "Golden Apples Of The Sun"(dal secondo bellissimo dei tre singoli della band, un brano dai forti sapori psichedelici scritto e prodotto da Michael Lloyd e Kim Fowley nel 1966); Painted Faces "I Think I'm Going Mad" (provenienti dalla Florida, qui dal terzo singolo del '68); Love Exchange "Swallow The Sun" (una cover del brano dei Peanut Butter Conspiracy "Dark On You Now" con testo e titoli modificati, dal singolo realizzato nel '67 prima del loro unico album).
Euro
12,00
codice 254259
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs In The Mid Sixties Volume 6: Michigan Part 2
lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa del 1990, copertina lucida senza barcode, pressoche' identica alla prima tiratura uscita nel 1984 (con foto sul fronte delle Pleasure Seekers di una adolescente Suzi Quatro!), etichetta verde con scritte nere e logo nero non stilizzato in alto, catalogo AIP10011, "S-24369" e "S-24370" sul trail off delle rispettive facciate, del sesto volume della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo volume contiene 16 brani di bands provenienti tutte dal Michigan (regione a cui era stato dedicato anche il volume 5), soprattutto da Detroit e dintorni, una scena fondamentale nell' ambito del rock americano, sviluppatasi decisamente all' ombra della vastissima produzione locale soul e R&B (la Motown, tra le altre etichette, era di casa a Detroit), ma capace di un suo distintivo stile, capace di mettere insieme molto spesso melodia e attitudine genuinamente punk, e qualche anno dopo sviluppatasi nel versante di un rock chitarristico duro che fara' scuola (Stooges, MC5, Amboy Dukes...). Ecco i brani contenuti nel disco: Yorkshires: "And You're Mine"; The Underdogs: "Friday at the Hideout"; Jimmy Gilbert: "Believe what I Say"; Jimmy Gilbert: "So Together We'll Live"; The 4 of Us: "Feel a Whole Lot Better"; The Masters of Stonehouse: "If You Treat Me Bad Again"; Renegades V: "Wine Wine Wine"; The Bossmen: "Fever of Love"; Blues Co.: "Love Machine"; The Blokes: "All American Girl"; The Underdogs: "Don't Pretend"; The Chosen Few: "It Just Don't Rhyme"; The Bed of Roses: "Hate"; The Chocolate Pickles: "Hey You"; The Pleasure Seekers: "Never Thought You'd Leave Me"; Blues Co.: "She's Gone".
Euro
23,00
codice 254718
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs In The Mid Sixties Volume 6: Michigan Part 2
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  a.i.p. 
rock 60-70
La ristampa, pressoche' identica alla prima tiratura uscita nel 1984, copertina (con foto delle Pleasure Seekers di una adolescente Suzi Quatro!) in cartoncino lucido senza barcode, etichetta verde con scritte e logo neri, del sesto volume della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo volume contiene 16 brani di bands provenienti tutte dal Michigan (regione a cui era stato dedicato anche il volume 5), soprattutto da Detroit e dintorni, una scena fondamentale nell' ambito del rock americano, sviluppatasi decisamente all' ombra della vastissima produzione locale soul e R&B (la Motown, tra le altre etichette, era di casa a Detroit), ma capace di un suo distintivo stile, capace di mettere insieme molto spesso melodia e attitudine genuinamente punk, e qualche anno dopo sviluppatasi nel versante di un rock chitarristico duro che fara' scuola (Stooges, MC5, Amboy Dukes...). Ecco i brani contenuti nel disco: Yorkshires: "And You're Mine"; The Underdogs: "Friday at the Hideout"; Jimmy Gilbert: "Believe what I Say"; Jimmy Gilbert: "So Together We'll Live"; The 4 of Us: "Feel a Whole Lot Better"; The Masters of Stonehouse: "If You Treat Me Bad Again"; Renegades V: "Wine Wine Wine"; The Bossmen: "Fever of Love"; Blues Co.: "Love Machine"; The Blokes: "All American Girl"; The Underdogs: "Don't Pretend"; The Chosen Few: "It Just Don't Rhyme"; The Bed of Roses: "Hate"; The Chocolate Pickles: "Hey You"; The Pleasure Seekers: "Never Thought You'd Leave Me"; Blues Co.: "She's Gone".
Euro
24,00
codice 2027067
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs In The Mid Sixties Volume 7: The North-West
lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora incellophanata, ristampa con copertina lucida senza barcode, pressoche' identica alla prima tiratura uscita nel 1984, etichetta verde con scritte e logo neri, con logo in alto rappresentato semplicemente dalle tre lettere del nome dell' etichetta in caratteri maiuscoli, catalogo AIP10012; il settimo volume della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo volume contiene 16 brani di bands provenienti tutte dal Northwest, molte delle quali dall' area di Seattle, a testimoniare la solidita' di una scena che prese le mosse sin dalla fine degli anni '50, legata a doppio filo al piu' selvaggio rock'n'roll dei 50's, capace di svilupparsi in gran parte indipendentemente dall' influenza della "British Invasion", all' insegna di un proto garage grezzo e viscerale che ebbe i suoi eroi nei Revere di Paul Revere, nei Kingsmen e nei Sonics. Ecco la lista dei brani contenuti: Jack Bedient & the Chessmen: "Double Whammy"; Jolly Green Giants: "Busy Body"; H.B. & the Checkmates: "Louise, Louise"; The Wilde Knights: "Just like Me"; The Chambermen: "Louie Go Home"; Jack Eely & the Courtmen: "Louie, Louie '66"; The Squires: "Don't You Just Know It"; Jack Bedient & the Chessmen: "I Want You to Know"; The Sires: "Come to Me Baby"; The Lincoln's: "Come along and Dream"; The Express: "Long Green"; The Pastels: "Why Don't You Love Me?"; The Night Walkers: "Sticks & Stones"; Mr. Lucky & the Gamblers: "Take a Look at Me"; The Bootmen: "Ain't it the Truth"; The Rock-N-Souls: "Not like You".
Euro
24,00
codice 254257
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs In The Mid Sixties Volume 8: The South
lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora incellophanata, ristampa degli anni 2000, copertina lucida senza barcode, pressoche' identica alla prima tiratura uscita nel 1984, con dettagliate note sul retro, etichetta argento senza alcuna indicazione, dell' ottavo volume della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo volume contiene 16 brani di bands provenienti tutte dal Sud degli Sati Uniti, tralasciando per una volta il Texas e la Florida, che abbondantemente altre raccolte hanno scandagliato e la cui scena 60's garage e' ben piu' nota. Ecco la lista dei brani contenuti, di livello medio decisamente molto alto: Side 1: Ravin' Blue: "Love" / Gunga Dins: "Rebecca Rodifer" / The Midknights: "Pain" / Fly by Nites: "Found Love" / The Original Dukes: "Ain't about to Lose My Cool" / Skeptics: "Turn it On" / The Moxies: "I'm Gonna Stay" / The Rogues: "I Don't Need You" Side 2: The Hazards: "Hey Joe" / The Vikings: "Come on and Love Me" / The Surrealistic Pillar: "I Like Girls" / The Rugbys: "Walking the Streets Tonight" / The Sants: "Leaving You Baby" / Ravin' Blue: "It's Not Real" / The Guilloteens: "Crying All over My Time" / Gunga Dins: "No One Cares".
Euro
24,00
codice 254251
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs In The Mid Sixties Volume 9: Ohio
lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, ristampa degli anni 2000, copertina lucida senza barcode (con le parti in viola sul fronte e sul retro piu' chiare che nell' originaria tiratura), con dettagliate note sul retro, etichette interamente rosse senza alcuna indicazione, catalogo AIP10015, del nono volume (non ristampato a differenza di altri, e quindi divenuto piuttosto raro e ricercato) della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo volume contiene 16 brani di bands provenienti tutte dall' Ohio. Ecco la lista dei brani contenuti, di livello medio decisamente molto alto: A1–Deadlys "On The Road Again" A2–Gillian Row "Gloria" A3–Squires, "Batmobile" A4 –Denims "The Adler Sock" A5 –Bocky & The Visions "The Spirit Of '64" A6–Statesmen, "Stop And Get A Ticket" A7 –Pied Pipers "Hey Joe" A8 -Tree Stumps "Jennie Lee" B1–Dagenites, "I Don't Want To Try It Again" B2 –Chylds, "Hay Girl" B3 –Choir "I'm Going Home" B4–Outcasts, "Loving You Sometimes" B5–Sound Barrier "Hey Hey" B6-Dantes "Can't Get Enough Of Your Love" B7–Human Beinz "Evil Hearted You" B8–Possums "Stepping Stone".
Euro
24,00
codice 254253
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) Highs In The Mid Sixties Volume 9: Ohio
lp [edizione] originale  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
l' originale ormai rara stampa, copertina con giusto lievissimi segni di invecchiamento, senza barcode, non lucida (a differenza della successiva ristampa, in cui le parti in viola sul fronte e sul retro saranno molto piu' chiare che in questa prima tiratura), con dettagliate note sul retro, etichetta verde con scritte grigie e logo nero in alto, catalogo AIP10015, del nono volume (non ristampato a differenza di altri, e quindi divenuto piuttosto raro e ricercato) della fondamentale serie che, insieme a "Back From The Grave", ha scandagliato la ricchissima scena garage punk americana degli anni '60 alla ricerca di preziose ma oscure gemme provenienti da rarissimi 45 giri. Questo volume contiene 16 brani di bands provenienti tutte dall' Ohio. Ecco la lista dei brani contenuti, di livello medio decisamente molto alto: A1–Deadlys "On The Road Again" A2–Gillian Row "Gloria" A3–Squires, "Batmobile" A4 –Denims "The Adler Sock" A5 –Bocky & The Visions "The Spirit Of '64" A6–Statesmen, "Stop And Get A Ticket" A7 –Pied Pipers "Hey Joe" A8 -Tree Stumps "Jennie Lee" B1–Dagenites, "I Don't Want To Try It Again" B2 –Chylds, "Hay Girl" B3 –Choir "I'm Going Home" B4–Outcasts, "Loving You Sometimes" B5–Sound Barrier "Hey Hey" B6-Dantes "Can't Get Enough Of Your Love" B7–Human Beinz "Evil Hearted You" B8–Possums "Stepping Stone".
Euro
34,00
codice 228659
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) i've had enough!
lp [edizione] nuovo  mono  usa  1966  norton 
rock 60-70
copertina in cartoncino lucido con barcode, etichetta bianca ed azzurra con scritte blu. Sottotitolato "Unissued Sixties Garage Acetates / Volume Four", questo album pubblicato nel 2009 dalla benemerita Norton Records raccoglie quattordici brani tutti precedentemente inediti, registrati da undici diverse bands americane, e precisamente in questo caso di New York (tre brani sono degli Henchmen), tra il 1964 ed il 1968 (tra di essi "Zippered Up Heart", primissima registrazione, con i Reign, di un giovanissimo JOHNNY THUNDERS, piu' tardi nei New York Dolls e negli Heartbreakers) e tutti provenienti da acetati in possesso di vari collezionisti che l' etichetta e' riuscita ad "intercettare" attraverso gli anni. Quello che sorprende non e' soltanto che ancora il garage statunitense della meta' degli anni '60 continui a riservare delle nuove scoperte, ma soprattutto che il livello medio di questi brani, che avrebbero comunque meritato la pubblicazione in quanto testimonianze di valore storico notevole, e' un livello in realta' elevatissimo, in grado di reggere il confronto con quello delle piu' note serie di raccolte finora pubblicate nell' ambito del genere, come "Back From The Grave" oppure "Highs In The Mid 60's". Ecco la lista completa dei brani : Blue Embers-Don't Want To See You / Henchmen-Jack Of All Trades / Unknown-Voodoo / Creation's Disciple / Michelle's Menagerie-Stay Away / Unknown-I've Had Enough / Sideburns-You're No Good / Jagged Edge-Gonna Find My Baby / Henchmen-Walk With Me Baby / Creations-Get On My Train / Henchmen-Sad Clown / Younger Set-Do You Love Me / Henchmen-Strangers / Reign-Zippered Up Heart.
Euro
19,00
codice 3011013
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) keystone state rock - volume 1
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  now sound 
rock 60-70
Sottotitolato "18 Cool 60's Teenbeat Garage - Psych Nuggets From Pennsylvania!". Edizione limitata di 500 copie in vinile colorato, copertina senza barcode, inner sleeve con note e foto, vinile pesante, etichetta custom. Uscita nell' aprile del 2014, questa bella raccolta contiene ben 18 brani tratti da rarissimi singoli o addirittura inediti di altrettante formazioni americane originarie del "Keystone State", ovvero della Pennsylvania, pubblicati originariamente intorno al '66, e capaci di dare un quadro esaustivo di una delle scena piu' brillanti nell' ambito del garage punk americano dell' epoca. Ecco la lista completa dei brani: 01 The Snaps - You Don't Want Me 02 The One Way Street Band - Time Of Temptation 3 The Legends - Baby Got Your Head Screwed On 04 The Intrepids - Run From The Sun 05 The Universal Ignorant - I'm All Here 06 The Beaus Of Beethoven - It's Too Late 07 The Badd Lads - I Feel Alright 08 The Upper Hand - You Mean So Much To Me 09 Skip Drinkwater - Silly Sally 10 The Shillings - Goodbye My Lady 11 The Bats - Evelyn 12 The Lords Of T.O.N.K. - Minor Cheevy 13 The Advantes - Done It Again 14 The Nobles - Leaving Me Alone (First Day Gone) 15 The TR5 - Can't Wait Much Longer 16 The Wicks - No Title 17 The Novas - I'd Wait A Million Tears 18 Phillip And Lee - Boxtops.
Euro
17,00
codice 3024161
scheda
Aa.vv. (usa 60's garage) keystone state rock - volume 2
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1966  now sound 
rock 60-70
Sottotitolato "18 Long Forgotten Teenbeat & Psych Killer Tunes From Pennsylvania's Great Musical Past!". Edizione limitata di 500 copie in vinile verde, copertina senza barcode, inner sleeve con note e foto, vinile pesante, etichetta nera, grigia e nera. Uscito nel novembre del 2015, il secondo ed ultimo volume delle due ottime raccolte, entrambe con 18 brani tra garage e psichedelia, tratti da rarissimi singoli o addirittura inediti di altrettante formazioni americane originarie del "Keystone State", ovvero della Pennsylvania, pubblicati originariamente intorno al '66, e capaci di dare un quadro esaustivo di una delle scena piu' brillanti nell' ambito del garage punk americano dell' epoca. Ecco la lista completa dei brani: 01. The Happy Mediums - Souvenir Collector (inedito ritrovato in un acetato del 1966), 02. The Kruisers - It's The Way She... (dal secondo dei due singoli, 1966), 03. The Early Americans - I Love You (I Want You) (dall' unico singolo, 1971) 04. Stairway to The Stars - Cry (dall' unico singolo, 1966) 05. The Romans - The Drag (dall' unico singolo, 1965) 06. Donnie - You're No Good (dall' unico singolo, 1965) 07. The Confusions - Sad Souvenirs (dall' unico singolo, 1967) 08. The Avanties - Baby Come Back (dall' unico singolo, 1965) 09. The Vandals - Ballad Of A Loser (dall' unico singolo, 1966) 10. Sindicate - Hangman (dall' unico singolo, 1973) 11. The Snaps - Like A Caveman (inedito del gruppo autore di due singolo tra il 1965 ed il 1966), 12. Martin J. Tobert - All Of Tomorrows (dall' unico singolo, 1968) 13. Ollie & The Go-Gos - True Love (dall' unico singolo, 1966) 14. Sas-Shades - Folks In Town (dal primo di tre singoli, 1965), 15. The Batmen With Phantom Band - Linda (dall' unico singolo, 1965) 16. Freddie Milander - What's Doin' (dal terzo singolo, 1967), 17. The Rebels - Wild Cherries (versione inedita del brano gia' nel loro unico singolo del 1970), 18. The Showmen - Cranberry Music (dall' unico singolo, 1969).
Euro
17,00
codice 3024181
scheda

Page: 1 of 2


Pag.: oggetti: