Hai cercato:  Aa.vv. (us psych) --- Titoli trovati: : 1
  • 1
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (us psych) freakout u.s.a.
lp [edizione] originale  mono  usa  1967  sidewalk 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA, prima rara stampa in mono, copertina cartonata, etichetta gialla con logo nero a sinistra, catalogo T5901. Pubblicata nel 1967 per la etichetta Sidewalk di Los Angeles gestita da Mike Curb e legata alla Tower, la riuscita raccolta che, come d' abitudine delle produzioni di Mike Curb, mette insieme oscure band realmente in attivita' nell' ambito della scena locale ed altre fantomatiche con ogni probabilita' create per l' occasione in studio; un modo per animare la scena locale e capitalizzare in qualche modo il fenomeno appena esploso della psichedelia, grazie a cui pero' Curb ha dato vita a tante piccole gemme talvolta tardivamente riscoperte. Questa la lista dei brani: notevolissimo il garage psichedelico di "Freakout U.S.A." degli Aftermath, formazione di Hollywood nota per i suoi spettacoli trasgressivi, in seguito ad uno dei quali il chitarrista Danny Deminakow fu arrestato e tenuto in carcere per tre mesi (molti anni dopo ricomparira' nei grandi MIRACLE WORKERS!), riuscita la versione di "Psychotic Reaction" degli Hands Of Time, e piacevole "I Love The Way You FReakout" con cui chiude il disco lo stesso gruppo (comparso gia', con due brani, nella colonna sonora di "Wild Angels" pubblicata dalla Tower nel 1966), "Yellow Pill" dei californiani Mom’s Boys e' un efficace ed atmosferico brano di psichedelia insieme sognante ed acido, e la stessa band e' artefice di "Up And Down", sorta di trascinante freak punk psichedelico (un brano per loro anche nella colonna sonora di "Riot on Sunset Strip" pubblicata dalla Tower nel 1967), "Poison In My Body" degli International Theatre Foundation (di cui nulla e' dato conoscere, e non esistono altri reperti sonori) e' un martellante e divertente rock'n'roll psichedelico davvero demente, "I’m Loosing It" dei Glass Family di Santa Cruz, California, e' una delle gemme del disco, un brano di piacevole flower power segnato da una splendida distrortissima chitarra distorta e brillanti arrangiamenti (il gruppo di li' a poco avrebbe pubblicato un album ed un paio di singoli per la Warner Bros), "Season Of The Witch" dei Mugwumps (di Los Angeles, niente a che vedere con gli omonimi newyorkesi) e' una piacevole cover virata nel garage psichedelico del capolavoro di Donovan (fu anche retro di uno dei tre loro 45 giri per la Sidewalk), "Number 1 Lover" degli Everybody’s Children e' un divertente quasi-plagio di "Summertime Blues" di Eddie Cochran, infine la niente piu' che gradevole "Don’t Try To Crawl Back" dei Jesters di Naples, Florida (anche retro di uno dei due singoli realizzati dal gruppo per la Sidewalk, ma altri ancora ne pubblicarono tra il 1965 ed il 1967 per altre etichette).
Euro
60,00
codice 231396
scheda

Page: 1 of 1

  • 1

Pag.: oggetti: