Hai cercato:  rsd --- Titoli trovati: : 468
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Isaak chris beyond the sun - the complete collection (Ltd. ruby vinyl, rsd 2024)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2011  sun 
punk new wave
Doppio album, EDIZIONE LIMITATA, IN VINILE ROSSO RUBINO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2024, ristampa con copertina apribile, contenente quattro tracce aggiunte rispetto all' edizione originaria (in una scaletta che quindi consta ora di 29 brani!), l' undicesimo album, uscito nell' ottobre 2011, e giunto al 34esimo posto delle classifiche americane ed al sesto di quelle inglesi. "Beyond the Sun" e' un omaggio alle principali fonti ispirative della musica di Chris Isaak, con riletture di brani, sovente pubblicati originariamente su etichetta Sun, incisi da Elvis Presley, Johnny Cash, Roy Orbison, Carl Perkins e Jerry Lee Lewis. Cantante americano influenzato dall'estetica e dalla musica rock'n'roll degli anni '50 e dei primi anni '60, che ha intrecciato con sonorita' piu' moderne in linea con gli anni '80 e '90, Chris Isaak forma i suoi Silvertone facendosi notare dalla Warner Bros, che nel 1984 ne pubblica l'album d'esordio ''Silvertone'', con buone recensioni della critica; il successo commerciale arriva alla fine degli anni '80, quando il terzo album ''Heart shaped world'' giunge al settimo posto in classifica negli USA. La sua carriera prosegue di buona lena nel decennio successivo; ha intrapreso anche la carriera cinematografica, recitando in vari film dagli anni '80.
Euro
45,00
codice 3034306
scheda
Jackson gordon thinking back (+booklet and 7") rsd 2018
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  sunbeam 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA IN 1500 COPIE (NUMERATE A MANO SUL RETRO), REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 21 APRILE 2018, ristampa in vinile 180 grammi, rimasterizzata in analogico presso gli Abbey Road Studios e tratta dagli originali masters, copertina pressoche' identica a quella della originaria rarissima tiratura su Marmalade, corredata di esclusivo booklet e di 45 giri bonus (corredato di copertina) con "A Day At The Cottage" sul lato A (b-side di un raro singolo del 1968, inedita su album) e una inedita versione demo di "My Ship My Star" sul retro. L' unico album, uno dei piu' leggendari e ricercati lavori dell' Underground Britannico del decennio, prodotto da Dave Mason dei Traffic (che produrra' anche il secondo singolo del gruppo, "Song For Freedom"/"Sing To Me Woman" (Marmalade 1969), vede suonare nell' album molti leggendari musicisti britannici del periodo, come i Traffic al completo (Dave Mason, Steve Winwood, Chris Wood e soprattutto Jim Capaldi, che con Jackson aveva suonato nei Deep Feeling), Poli Palmer (anche lui ex Deep Feeling, poi con Blossom Toes e Family), Luther Grosvernor (l' altro Deep Family, oltre che con Art, Hapshash and the Coloured Coat e quindi con gli Spooky Tooth, oltre che solista), Rick Grech (Blind Faith, Family), Rob Blunt dei Bronco, Julie Driscoll. Registrato presso i celebri Morgan Studios e con Andrew Johns in consolle, fu pubblicato in Inghilterra dopo il primo singolo "Me And My Zoo"/"A Day At The Cottage" (Marmalade 1968); si tratta di un' opera con un feeling sognante e rock, sorta di via di mezzo tra la post pschedelia degli ultimi Traffic del primo periodo ed il sognante suono della scuola degli ''English Lunatics'' sullo stile di Marc Brierley, Simon Finn, Duncan Browne. L' album purtroppo non ebbe il successo che meritava e Jackson si allontanera' presto dalle scene. Il lavoro, molto raro e pressato all' epoca in meno di 1.000 copie e per lungo tempo mai ristampato ufficilmente, dopo che per anni era caduto nel dimenticatoio dell' undergound piu' oscuro, e' stato riscoperto da critica e pubblico grazie a ristampe e numerosi articoli che, principalmente sulla stampa inglese, sono apparsi su Gordon Jackson nel nuovo millennio. Oltre a questo Lp ed ai due 45 gia' citati Jackson appare anche nelle compilations promozionali della Marmalade 'The Marmalade Record Co. Show Olympia 68' con i brani 'Me And My Zoo' e 'A Day At The Cottage' e su 'Marmalade - 100 Proof' con il brano 'Journey', tutti peraltro qui compresi.
Euro
26,00
codice 2121003
scheda
Jamal ahmad Emerald city nights 1965-1966 (ltd. numbered black friday rsd 2022 180 gr.)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1965  jazz detective 
jazz
Edizione limitata a 5000 copie numerate sul retro copertina in basso, realizzata IN OCCASIONE DEL BLACK FRIDAY RECORD STORE DAY DEL NOVEMBRE 2022, vinile doppio da 180 grammi, copertina apribile, libretto di dodici pagine con note a cura del giornalista Eugene Holly Jr., foto ed interviste a Ramsey Lewis, Jon Batiste, Hiromi e Marshall Chess, label in diverse tonalità di blu con scritte bianche e celesti e logo Jazz Detective bianco e blu a sinistra, catalogo DDJD-002. Pubblicato nel novembre del 2022 dalla Jazz Detective, masterizzato da Bernie Grundman, questo album contiene registrazioni dal vivo INEDITE effettuate fra il 1965 ed il 1966 da Ahmad Jamal al Penthouse jazz club di Seattle. Il pianista è immortalato su disco in configurazioni a trio, accompagnato da strumentisti quali Jamil Nasser (contrabbasso), Chuck Lampkin, Vernel Fournier e Frank Grant (batteria). Splendide performances fra bop avanzato e post bop, guidate dal pianoforte e senza presenza di ottoni. Questa la scaletta: "I Didn't Know What Time It Was", "Who Can I Turn To?" (brani registrati il 18/3/65); "My First Love Song", "Feeling Good" (brani registrati il 25/3/65); "Concern", "Like Someone In Love" (brani registrati il 28/10/65); "Invitation", "Poinciana", "Whisper Not" (brani registrati il 22/9/66). Ahmad Jamal è un pianista jazz non famosissimo ma apprezzato per il suo stile innovativo, venato di minimalismo ed attento al gioco fra suono e silenzio. Tra i suoi ammiratori è da ricordare Miles Davis che pare insistesse con Red Garland perché provasse a suonare proprio come Jamal. Diviene pianista professionista all'età di undici anni nella sua Pittsburgh. Alla fine degli anni '40 entra nell' orchestra di George Hudson. Nel '51 forma il suo primo trio, i Three Strings, con il chitarrista Ray Crawford ed il bassista Eddie Calhoun. In seguito suonerà anche il piano elettrico. Famoso per una versione del brano "Pavanne" che in seguito ispirera' Coltrane per il brano "Impressions".
Euro
63,00
codice 2120079
scheda
Jamal ahmad Emerald city nights 1965-1966 (ltd. numbered black friday rsd 2022 180 gr.)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1965  jazz detective 
jazz
Edizione limitata a 5000 copie numerate sul retro copertina in basso, realizzata IN OCCASIONE DEL BLACK FRIDAY RECORD STORE DAY DEL NOVEMBRE 2022, vinile doppio da 180 grammi, copertina apribile, libretto di dodici pagine con note a cura del giornalista Eugene Holly Jr., foto ed interviste a Ramsey Lewis, Jon Batiste, Hiromi e Marshall Chess, label in diverse tonalità di blu con scritte bianche e celesti e logo Jazz Detective bianco e blu a sinistra, catalogo DDJD-002. Pubblicato nel novembre del 2022 dalla Jazz Detective, masterizzato da Bernie Grundman, questo album contiene registrazioni dal vivo INEDITE effettuate fra il 1965 ed il 1966 da Ahmad Jamal al Penthouse jazz club di Seattle. Il pianista è immortalato su disco in configurazioni a trio, accompagnato da strumentisti quali Jamil Nasser (contrabbasso), Chuck Lampkin, Vernel Fournier e Frank Grant (batteria). Splendide performances fra bop avanzato e post bop, guidate dal pianoforte e senza presenza di ottoni. Questa la scaletta: "I Didn't Know What Time It Was", "Who Can I Turn To?" (brani registrati il 18/3/65); "My First Love Song", "Feeling Good" (brani registrati il 25/3/65); "Concern", "Like Someone In Love" (brani registrati il 28/10/65); "Invitation", "Poinciana", "Whisper Not" (brani registrati il 22/9/66). Ahmad Jamal è un pianista jazz non famosissimo ma apprezzato per il suo stile innovativo, venato di minimalismo ed attento al gioco fra suono e silenzio. Tra i suoi ammiratori è da ricordare Miles Davis che pare insistesse con Red Garland perché provasse a suonare proprio come Jamal. Diviene pianista professionista all'età di undici anni nella sua Pittsburgh. Alla fine degli anni '40 entra nell' orchestra di George Hudson. Nel '51 forma il suo primo trio, i Three Strings, con il chitarrista Ray Crawford ed il bassista Eddie Calhoun. In seguito suonerà anche il piano elettrico. Famoso per una versione del brano "Pavanne" che in seguito ispirera' Coltrane per il brano "Impressions".
Euro
63,00
codice 2119557
scheda
Jansch bert A rare conundrum (Gold vinyl) rsd 2018
lp [edizione] nuovo  stereo  UK  1977  earth 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, IN VINILE DORATO E CORREDATA DI VERSIONE IN CD DEL DISCO (il cd contiene tre tracce aggiunte), REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 21 APRILE 2018, copertina senza barcode pressoche' identica a quella della prima rara tiratura, e corredata di inner sleeve ed inserto. Originariamente pubblicato dalla Charisma nel maggio del 1977, l'undicesimo album, uscito dopo ''Santa Barbara Honeymoon'' (1975) e prima di ''Avocet'' (1979). Registrato con Mike Piggot, Rod Clements (Lindisfarne), Pick Withers (futuro Dire Straits), Dave Bainbridge e Ralph Mc Tell, a Londra e Parigi, prodotto da Rod Clements e Danny Thompson. Lavoro in gran parte acustico, e' un ritorno al folk rock dopo le sonorita' contaminate dal rock e dal pop del precedente lp, che vedeva l'utilizzo di strumenti come sintetizzatore ed ottoni. Leggendario chitarrista dei Pentangle, allievo di Davy Graham, stimatissimo nell'ambiente della musica inglese folk e non solo, famoso il brano di Donovan ''House of jansh'', Bert Jansch e' con John Renbourn il piu' famoso esponente del movimento acustico ''folk baroque'' dedito alla riproposizione di brani della tradizione anglosassone in chiave sognante ed acustica; la musica di Jansch si caratterizza anche per una forte influenza del blues.
Euro
31,00
codice 2078445
scheda
Jansch bert Santa barbara honeymoon (purple vinyl) rsd 2018
lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1975  earth 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, IN VINILE PORPORA E CORREDATA DI VERSIONE IN CD DEL DISCO (il cd contiene sei tracce aggiunte), REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 21 APRILE 2018, copertina senza barcode pressoche' identica a quella della prima rara tiratura, e corredata di inserto. Originariamente pubblicato dalla Charisma nell'ottobre del 1975, il decimo album, uscito dopo ''L.A. Honeymoon'' (1974) e prima di ''A rare conundrum'' (1977). Inciso a Los Angeles con una formazione piu' corposa rispetto al precedente lp, fino ad includere tastiere, sintetizzatori ed ottoni, questo lp segna uno spostamento dalle sonorita' ancora folk rock che pervadevano ''L.A. Turnaround'', ad un sound piu' variegato che, pur restando in ambito folk e folk rock in vari episodi, non disdegna di addentrarsi in territori piu' rock o addirittua pop in alcuni brani, quasi a mostrare un Jansch cantuatore piu' che musicista folk o blues. Fra i brani troviamo anche una rivisitazione della grande ''Blues run the game'' di Jackson C. Frank. Leggendario chitarrista dei Pentangle, allievo di Davy Graham, stimatissimo nell'ambiente della musica inglese folk e non solo, famoso il brano di Donovan ''House of jansh'', Bert Jansch e' con John Renbourn il piu' famoso esponente del movimento acustico ''folk baroque'' dedito alla riproposizione di brani della tradizione anglosassone in chiave sognante ed acustica; la musica di Jansch si caratterizza anche per una forte influenza del blues.
Euro
32,00
codice 3020160
scheda
Jb's more mess on my thing (rsd 2019)
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1969  now again / universal 
soul funky disco
EDIZIONE LIMITATA DI 2500 COPIE, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL BLACK FRIDAY RECORD STORE DAY DEL NOVEMBRE 2019; adesivo di presentazione sul cellophane, booklet di 12 pagine con note e foto, etichetta nera con scritte bianche. Pubblicato per la prima volta in questa edizione, nel novembre 2019, questo album contiene straordinarie registrazioni in studio inedite effettuate tra il 1969 ed il 1970 dalla immensa band, parte delle quali prima ancora di quel "These Are The J.B.'s" programmato su etichetta King per il luglio del 1971, ma uscito solo nel 2014, che avrebbe dovuto essere il primo album in proprio per lo storico gruppo funk afroamericano che ha accompagnato a lungo James Brown, e che esordi' invece poco dopo, con "Food For Thought". "More Mess On My Thing" e' registrata ai King Studios di Cincinatti, Ohio, il 2 luglio del 1969, e pare si tratti del leggendario demo che la band Bootsy Collins sottopose a James Brown, e grazie al quale il Godfather of Soul assunse a tempo pieno la band dandole il nome di JB's; "The Wedge", anch' essa inedita, e' registrata ai Bobby Smith Studios di Macon Georgia, l' 1 ottobre 1970, infine la micidiale "When You Feel It, Grunt If You Can" (dove fa capolino la voce di James Brown, e che incorpora in una inarrestabile ed anfetaminica jam citazioni di "Let The Music Take Your Mind" dei Kool & The Gang, "Chicken Strut" dei Meters, "Power Of Soul" di Jimi Hendrix, "I Was Made To Love Her", successo di Stevie Wonder, "Something" dei Beatles ed altri brani ancora) e' presente in una "complete take" di oltre 22 minuti molto piu' lunga di quella gia' sentita in "These are the JB's" (la registrazione e' la stessa, effettuata ai Starday Studios di Nashville il 30 giugno 1970). Sono i grandissimi, e seminali, J.B.'s nel loro massimo splendore, e nella dimensione piu' autentica e congeniale della loro musica, quella che prendeva forma attraverso lunghissime jams parzialmente improvvisate, dove pero' il gruppo si rivelava una inarrestabile macchina da guerra, con un irresistibile funk su cui, di norma, il grande James Brown aveva gioco facile in studio nel creare i suoi pezzi, bastandogli spesso semplicemente improvvisare sulla band, quando riteneva che fosse abbastanza "calda", le sue parti cantate. La band responsabile dello straordinario ed imitatissimo suono che caratterizza la produzione sin dal 1970 del grande James Brown, e quindi artefice di molti dei canoni della musica funky. Senza la presenza del "Godfather of Soul", i protagonisti sono pero' qui' i sassofonisti Maceo Parker e Alfred "Pee Wee" Ellis ed il trombonista Fred Wesley, poderosa sezione fiati che riesce senza problema alcuno a sopperire alla dipartita, poco prima delle registrazioni, dei fratelli Phelps e Bootsy Collins, presto alla corte di George Clinton. Un suono straordinario ed immediatamente riconoscibile, nonostante le innumerevoli imitazioni, vera quintessenza della musica funky. Nati nel marzo del 1970 come Pacesetters a Cincinnati, Ohio, furono presto scoperti da James Brown che ne fece subito la propria band licenziando i suoi vecchi musicisti su due piedi. Inizio' immediatamente per Brown, grazie all' aiuto di questi straordinari musicisti, una nuova stagione creativa, segnata da alcuni straordinari hits e da una manciata di albums che sono tra i capolavori di sempre della storia della musica funk, parallelamente ai quali il gruppo incise anche per conto proprio sotto varie denominazioni. Intorno alla meta' dei '70 pero' inizio' il lento declino del gruppo, segnato dalla fuoriuscita di Parker e Wesley, che raggiunsero i fratelli Collins nei P-Funk di George Clinton. Senza codice a barre
Euro
43,00
codice 2091098
scheda
Jethro tull Living in the past (rsd 2013)
7"ep [edizione] originale  stereo  eu  1969  chrysalis 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ormai rara edizione limitata uscita in occasione del Record Store Day del 20 aprile 2013, ep in formato 7" contenente quattro brani, copertina flipback su tre lati sul retro, etichetta verde con logo rosso in basso, foro al centro piccolo, catalogo 9345527. Omaggio alla grande band inglese, contiene i brani "Living In the Past", originariamente uscita su singolo nel '69 e solo nel '72 inclusa nella raccolta doppia "Living In The Past", "Witch's Promise", singolo del 1970 anche quello incluso per la prima volta su album nella medesima raccolta, "Teacher" (nella versione uscita in Inghilterra come retro del singolo "Witch's Promise" nel 1970, radicalmente diversa da quella uscita in Usa su singolo e nella versione americana dell' album "Benefit", una versione inclusa nel 1988 nel box "20 Years of Jethro Tull", ma qui remixata da Steven Wilson dei Porcupine Tree nel 2013), ed infine "Life Is A Long Song", singolo del 1971 edito per la prima volta su album nella solita raccolta "Living In The Past" del '72).
Euro
25,00
codice 237321
scheda
Jethro tull stormwatch 2 - a needle on a spiral in a groove (rsd 2020)
Lp [edizione] originale  stereo  eu  1979  Chrysalis / warner 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
L' originale stampa, EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' AGOSTO 2020; per la prima volta in vinile in questa edizione, corredata di inner sleeve con testi, etichetta Chrysalis blu e bianca a sfumare, catalogo 0190295309961, l' album contiene una selezione di brani, perlopiu' outtakes, precedentemente inediti in vinile a livello ufficiale, almeno in queste versioni, remixati da Steven Wilson, ed inseriti nel 2019 nel box di due cd + 2 dvd "Stormwatch 40th Anniversary Force 10 Edition", registrati tra il 1978 ed il 1979 in studio (in gran parte) e dal vivo (l' ultimo brano), complemento ideale al dodicesimo album "Stormwatch" della storica band inglese. Questa la lista completa dei brani: "Broadford Bazaar" (out-take registrata in studio nel settembre 1978), "Crossword" (out-take registrata in studio il 14 gennaio del 1979), "Dun Ringill - Early Version (out-take registrata in studio nel gennaio 1979), "Dark Ages - Early Version" (out-take che il gruppo inizio' a registrare in studio il 19 febbraio 1979), "Urban Apocalypse" (out-take registrata in studio il 20 maggio 1979), "Kelpie" (out-take registrata in studio il 15 febbraio 1979), "Man Of God" (out-take registrata in studio nell' agosto 1978), "Sweet Dream Fanfare" (registrata in studio l' 11 settembre 1978, per essere utilizzata come intro enll' autunno del 1978 e nella primavera del 1979), "Sweet Dream" (registrata dal vivo nel maggio del 1978, con parti sovraincise registrate in studio il 15 giugno 1978).
Euro
35,00
codice 258805
scheda
Joel billy Live At The Great American Music Hall, 1975 (ltd. gray vinyl, rsd 2023)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1975  columbia / sony / legacy 
rock 60-70
Doppio album, EDIZIONE LIMITATA, IN VINILE GRIGIO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2023. Descrizione completa a seguire.
Euro
48,00
codice 2120274
scheda
John elton complete Thom bell sessions (ltd. lavander vinyl, rsd 2022)
lpm [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  mercury / universal 
rock 60-70
RISTAMPA IN EDIZIONE LIMITATA, IN VINILE COLOR LAVANDA, PESANTE 180 GRAMMI, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2022, copertina pressoche' identica alla prima tiratura, originariamente pubblicata in Nord America dalla Mca. Pubblicato nel 1989, questo minialbum contiene i tre brani dell' ep "Thom Bell Sessions" realizzato nel giugno del 1979 dalla Rocket Record Company in Gran Bretagna, e ad essi aggiunge altri tre brani, registrati durante le stesse sessions, curiosa parentesi nella storia artistica di Elton John: il musicista inglese collaboro' in questa occasione non con Bennie Taupin ne' con Gus Dudgeon, ma con Thom Bell, importante arrangiatore, conduttore e produttore legato in particolare alla musica r'n'b ed al Philadelphia soul (Delfonics, Stylistics...). Le sessioni ebbero luogo nel 1977 a Seattle, presso il Kay Smith Studio, ed a Philadelphia, ai Sigma and Sound Studios, ma solo nel 1979 il materiale registrato inizio' ad essere pubblicato, in un ep con tre dei brani incisi: ''Are you ready for love'' (uscita anche su 7'' e giunta al 42esimo posto in classifica in Gran Bretagna, ma ripubblicata su singolo nel 2003, quando raggiungera' il numero 1 delle classifiche inglesi), ''Three way love affair'' e ''Mama can't buy you love'' (quest'ultima un grande successo di classifica negli USA in formato 7'', giunta al nono posto della billboard hot 100); ad essi si aggiunsero, nel minialbum "Complete Thom Bell Sessions" del 1989, "Nice and Slow", "Country Love Song" e "Shine on Through". La musica e' un elegante pop soul con arrangiamenti orchestrali di archi ed ottoni, morbidi e sensuali, un groove molto ballabile, in particolare nella lunga ''Are you ready for love'', e sfumature funk.
Euro
30,00
codice 2112404
scheda
Jones wizz Wizz jones (rsd 2020)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  sunbeam 
rock 60-70
Edizione limitata e numerata sul retro copertina in basso, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 2020, copertina laminata sul fronte e flipback su due lati sul retro, senza codice a barre, con allegata la versione mono dell'album in formato CD, completa di inserto con foto e note, e di riproduzione del volantino promozionale del 1969. Ristampa del 2020 ad opera della Sunbeam, la prima in assoluto in vinile e pressoché identica alla assai rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel giugno del 1969 dalla United Artists nel Regno Unito, il primo album, precedente "The legendary me" (1970). Inciso con la produzione di Pierret Tubbs ed Ed Welch, i quali aggiunsero arrangiamenti di fiati, un quartetto d'archi, cori e parti di chitarre elettrica alle scarne ed intimiste melodie di chitarra acustica di Jones, il quale voleva realizzare un disco folk e blues e non rimane entusiasta del risultato finale, più elaborato ed arrangiato, tuttavia la forza poetica ed i toni autunnali, composti e sottilmente malinconici dei brani non vengono sminuiti. Molti brani erano stati scritti dall'amico Alan Tunbridge, mentre le note sul retro copertina sono opera del leggendario Long John Baldry, che presenta Jones come uno dei migliori chitarristi finger-picking d'Inghilterra. Nonostante la qualità dell'opera, il disco fu un insuccesso commerciale, destinato così ad eterna rarità. Wizz Jones inizia la sua carriera suonando in un gruppo Skiffle chiamato "The Wranglers" nella sua citta' natale di Croydon, Surrey (Inghilterra) con il quale pubblica un 78 giri nel 1958. Formatosi su chitarristi quali Big Bill Broonzy, Rambling Jack Elliot e Muddy Waters che aveva visto a Londra nel locale di Cyril Davies e Alexis Korner (la Roundhouse in Wardour Street), inizia a collaborare con Long John Baldry e Davy Graham divenendo uno di musicisti di punta dell'allora nascente scena neofolk di Soho, come da tradizione dell'epoca inizia a viaggiare in autostop in Europa suonando agli angoli delle strade accompagnato per un periodo da Rod Stewart e Clive Palmer. Ritornato in Inghilterra alla meta' degli anni '60 forma un duo di blue-grass con Pete Stanley, con il quale registra nel 1966 un album (Sixteen Tons Of Bluegrass) ed un singolo per la EMI, oltre ad un album, solo italiano, uscito per la Joker nello stesso 1966 e intitolato ''Way Out West Italy''. I due sciogono il sodalizio nel1967 e Jones inizia una nuova collaborazione con Alan Tunbridge (un altro artista dei giorni di Soho) e con Peter Berryman, nel 1969 esce il suo primo lavoro solo ''Wizz Jones'' per la United Artists seguito l'anno successivo da ''Legendary Me''. Negli anni '70 la sua figura diverra' un vero e proprio culto specialmente in Europa continentale e Scandinavia dove si esibisce numerose volte con la moglie Sandy e con il gruppo "Lazy Farmer"; considerato una delle maggiori figure della chitarra inglese, a lui confesseranno di essersi ispirati nomi quali Eric Clapton, John Renbourn e Ralph McTell, viene definitivamente celebrato nel documentario della BBC "Acoustic Routes" prima e in "The Ballad Of Rambling Jack Elliot" poi. Negli anni '90 suonera' a New York con Thurston Moore (Sonic Youth).
Euro
39,00
codice 3513146
scheda
Jonson marc Years + 7" (rsd 2018)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  munster / vanguard 
rock 60-70
EDIZIONE REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 21 APRILE 2018, vinile pesante, completa di bonus 7'' con quattro brani (label marrone chiara, foro centrale largo, contiene il singolo ''I'm coming up to boston'', uscito nel 1972 ed inedito su album, e tre altre tracce, ''Rainy dues'' (single mix), ''Mother jane'' (single mix) e ''Fly'' (single mix)), copertina dell'album senza codice a barre, inserto. Ristampa del 2018 ad opera della Munster / Vanguard, pressoche' identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1972 dalla Vanguard negli USA, il primo album, precedente ''12 in a room'' (1992, uscito a nome Marc Johnson). Poco conosciuto disco di culto della scena baroque pop e cantautorale americana degli anni '60 e '70, ''Years'' e' un lavoro dai toni drammatici e dolenti, declinati con un pop orchestrale e barocco, dalle atmosfere ora malinconiche ora sognanti e fiabesche, scandito da ritmi lenti ed infiorettato da ricchi arrangiamenti, piuttosto diversificati (si passa da episodi orchestrali a delicate canzoni acustiche senza percussioni, fino ad un paio di pezzi dall'andamento piu' rock), cosi' come abbastanza versatile e' il cantato di Jonson, che passa da sussurrato e gentile a dolente e teso fino al limite dello strappo. Il disco ha portato alcuni critici a fare paragoni con lavori celebri quali ''Forever changes'' dei Love ed ''Astral weeks'' di Van Morrison: non mancano affinita' con quei capolavori, ma il confronto con essi e' arduo da sostenere per chiunque. Cantautore americano originario di Long Island, New York, Marc Jonson e' un artista di culto che ha ottenuto credito soprattutto come compositore di brani portati al successo da altri colleghi. Nei primi anni '70 suscito' le attenzioni della Vanguard, che lo mise sotto contratto e che ne pubblico' il primo lp ''Years'' (1972), lavoro di scarso successo all'epoca, ma divenuto un disco di culto, dagli arrangiamenti eclettici (fra pop barocco, ombroso folk pop e cantautorato), che gli guadagno' un piccolo seguito a New York. Artisti come Dave Edmunds, Paul Butterfield e Robert Gordon (''Are you gonna be the one'') hanno inciso canzoni scritte da Jonson il quale, modificato il proprio nome in Marc Johnson, pubblico' nel 1992 un secondo lp, ''12 in a room'', seguito nel 2000 da ''Last night on the rollercoaster''. In tempi recenti si e' trasferito ad Austin in Texas, continuando la sua attivita' di compositore e collaborando fra le altre cose con la Disney Music.
Euro
25,00
codice 3511104
scheda
Kalinich stephen john a world of peace must come (rsd 2014)
lp [edizione] originale  stereo  usa  1969  light in the attic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora incellophanata, EDIZIONE LIMITATA DI 2000 COPIE, NUMERATE A MANO SUL RETRO (QUESTA LA COPIA NUMERO 625), IN VINILE ARANCIONE (delle 200 copie, 1500 sono state realizzate in vinile arancione, ed altre 500 copie in vinile blu, oltre a 100 copie in vinile verde vendute direttamente nel negozio Light In The Attic a Seattle), REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2014, copertina apribile in cartoncino pesante, senza barcode, con "obi" di presentazione ripiegato lungo la costola del disco, etichetta bianca con scritte nere ed azzurre, corredata di inserto apribile con foto e note, catalogo LITA039. Si tratta dell' inedito album registrato nel 1969 ma rimasto finora nei cassetti, nonostante la coproduzione di Brian Wilson dei Beach Boys, del poeta e performer americano noto forse a pochi, ma gravitante attorno all' orbita dei Beach Boys, per i quali scrisse vari brani quali "Little Bird", "Child of Winter" o "Be Still", oltre a "Rainbows" nel bellissimo "Pacific Ocean Blue" dell' altro Beach Boys Dennis Wilson, ed una manciata di altri brani per altri artisti. Registrato nell' agosto del 1969 nella casa di Brian Wilson a Bel Air, si tratta di un evocativo album che mette insieme musica e poesia, con versi recitati con o senza sottofondo musicale e brani cantati, con testi spesso ispirati alla causa pacifista e ricchi di spinte spirituali. Le atmosfere dell' album sono delicate e suggestive, la musica, che vede i contributi di Brian Wilson sia come autore o co-autore di diversi brani sia alle armonie vocali, scarna e prevalentemente acustica, una sorta di folk psichedelico, sebbene certo non nell' accezione piu' comune della definizione musicale peraltro abusata. L' album non venne pubblicato nonostante le pressioni di Brian Wilson, ed il nastro rimase perduto fino ad un ritrovamento che risale peraltro ormai a circa 20 anni fa; da quel nastro, finalmente, questo disco.
Euro
28,00
codice 3011478
scheda
Kaukonen jorma too many years (ltd. coloured vinyl, rsd 2022)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1995  culture factory 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA DI 2000 COPIE, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL NOVEMNRE 2022, doppio album, con un vinile marrone con effetto marmorizzato e l' altro blu con effetto marmorizzato, copertina apribile, corredata di inner sleeves. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2022 ad opera della Culture Factory, l' ottavo album in studio di Jorma Kaukonen, lo storico chitarrista dei Jefferson Airplane e poi autore di splendidi dischi solisti come "Quah" (1974). Originariamente uscito nell' agosto del 1998, dopo "Christmas" (1996) e prima di "Blue Country Heart" (2002). Descrizione completa a seguire.
Euro
34,00
codice 2123067
scheda
Kaukonen jorma / john hurlbut River flows (ltd. coloured black friday rsd 2020)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2020  culture factory 
rock 60-70
Edizione limitata a 1500 copie, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL BLACK FRIDAY del 27 novembre 2020, in vinile rosso con chiazze multicolore, copertina apribile, con inserto esterno ripiegato attorno alla costola, allegato libretto di dodici pagine con rare foto ed intervista, inner sleeve con artwork, label custom fotografica in bianco e nero con artwork diverso su ciascuna facciata, catalogo CFU01198. Pubblicato nel novembre del 2020 dalla Culture Factory negli USA, il primo album in collaborazione fra Jorma Kaukonen, lo storico chitarrista dei Jefferson Airplane e poi autore di splendidi dischi solisti come "Quah" (1974), ed il meno famoso collega John Hurlbut; l'album sarà poi seguito da un secondo capitolo, "The river flows volume 2", nel 2021. Prodotto da Kaukonen ed inciso con l'acclamato ingegnere del suono Justin Guip, l'album offre una ispirata sintesi fra improvvisazione chitarristica acustica e canzone folk blues, cominciando con i dieci minuti di "Ballad of easy rider" dei Byrds, che si dipana amichevolmente in un panorama pastorale e contemplativo, seguita da pezzi come "People get ready" di Curtis Mayfield, "Kansas city southern" di Gene Clark, "Travelin'" e "The old homestead" del cantaurore Spencer Bohren. Peculiarità dei due volumi di "The river flows" è quella di proporre quasi esclusivamente covers, con l'eccezione di un paio di originali di Hurlbut, uno per album.
Euro
34,00
codice 3513746
scheda
King carole in concert - live at the bbc, 1971 (black friday rsd 2021)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  bbc / legacy / sony 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL BLACK FRIDAY RECORD STORE DAY DEL NOVEMBRE 2021, adesivo di presentazione sul cellophane; per la prima volta pubblicate, le preziose registrazioni dal vivo effettuate dalla cantautrice americana per la BBC inglese durante il 1971, dopo la pubblicazione del seminale album" Tapestry", con una band di cui facevano aprte alcuni componenti dei Jo Mama e da Danny "Kootch" Kortchmar alla chitarra, con James Taylor ospite in un brano. Questa la scaletta dei brani contenuti: 1. I Feel The Earth Move 2. (You Make Me Feel Like) A Natural Woman 3. So Far Away 4. It's Too Late 5. Smackwater Jack 6. Way Over Yonder 7. Will You Love Me Tomorrow 8. Up On The Roof. Gia' in coppia con il marito Gerry Goffin, e' stata tra le maggiori creatrici di hits di tutti gli anni '60, componendo brani per altri artisti soprattutto, ma i '70 la vedranno affermarsi come regina della canzone d'autore americana anche e soprattutto attraverso i suoi stessi dischi. Collaborera' peraltro lungamente con Crosby, Stills e Nash.
Euro
27,00
codice 2118466
scheda
King carole legendary demos 1961-1970 (ltd. ivory clear vinyl, rsd 2023)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1961  rockingale 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, IN COLOR AVORIO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2023. Ristampa con copertina pressoche' identica alla originaria tiratura. Pubblicato nel 2012, questo album contiene tredici preziosissime tracce registrate in studio tra il 1961 ed il 1970, demos registrati, talora con l' accompagnamento del solo piano, dalla giovane Carole King con lo scopo di utilizzarli come punto di riferimento per gli innumerevoli gruppi o artisti che si servirono in quegli anni delle sue composizioni (spesso condivise con il compagno Gerry Goffin, con cui formo' tra il '59 ed il '68, anno della loro separazione, una coppia compositiva a dir poco leggendaria, capace di fabbricare innumerevoli hits e classici della musica degli anni '60). E' possibile allora qui sentire per la prima volta nella loro primitiva, spesso scarna, ma gia' splendida veste, brani ben noti in versioni spesso assai diverse da queste, talora invece sorprendentemente aderenti a quelle che la King forni' come traccia esecutiva da seguire. Non che la King fosse all' epoca del tutto estranea all' idea di perseguire anche una propria carriera: pubblico' nella prima meta' del decennio alcuni singoli solisti, poi nel '68 un album con un gruppo vero e proprio, i City. Finalmente nel 1970 un album a suo nome "Writer: Carole King" diede il via ad una nuova straordinaria fase della sua carriera, che ebbe presto un grande successo con il successivo album "Tapestry" del 1971. Ecco i brani qui' contenuti: 01 Pleasant Valley Sunday (Goffin-King) 02 So Goes Love (Goffin-King) 03 Take Good Care of My Baby (Goffin-King) 04 (You Make Me Feel Like) A Natural Woman (Goffin-King) 05 Like Little Children (Goffin-King) 06 Beautiful (Goffin-King) 07 Crying In the Rain (Goffin-King) 08 Way Over Yonder (Goffin-King) 09 Yours Until Tomorrow (Goffin-King) 10 It's Too Late (Goffin-King) 11 Tapestry (Goffin-King) 12 Just Once In My Life (Goffin-King) 13 You've Got a Friend (Goffin-King). Gia' in coppia con il marito Gerry Goffin, e' stata tra le maggiori creatrici di hits di tutti gli anni '60, componendo brani per altri artisti soprattutto, ma i '70 la vedranno affermarsi come regina della canzone d'autore americana anche e soprattutto attraverso i suoi stessi dischi. Collaborera' peraltro lungamente con Crosby, Stills e Nash.
Euro
33,00
codice 3031371
scheda
King carole legendary demos 1961-1970 (ltd. ivory clear vinyl, rsd 2023)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1961  rockingale 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA, IN COLOR AVORIO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2023. Ristampa con copertina pressoche' identica alla originaria tiratura. Pubblicato nel 2012, questo album contiene tredici preziosissime tracce registrate in studio tra il 1961 ed il 1970, demos registrati, talora con l' accompagnamento del solo piano, dalla giovane Carole King con lo scopo di utilizzarli come punto di riferimento per gli innumerevoli gruppi o artisti che si servirono in quegli anni delle sue composizioni (spesso condivise con il compagno Gerry Goffin, con cui formo' tra il '59 ed il '68, anno della loro separazione, una coppia compositiva a dir poco leggendaria, capace di fabbricare innumerevoli hits e classici della musica degli anni '60). E' possibile allora qui sentire per la prima volta nella loro primitiva, spesso scarna, ma gia' splendida veste, brani ben noti in versioni spesso assai diverse da queste, talora invece sorprendentemente aderenti a quelle che la King forni' come traccia esecutiva da seguire. Non che la King fosse all' epoca del tutto estranea all' idea di perseguire anche una propria carriera: pubblico' nella prima meta' del decennio alcuni singoli solisti, poi nel '68 un album con un gruppo vero e proprio, i City. Finalmente nel 1970 un album a suo nome "Writer: Carole King" diede il via ad una nuova straordinaria fase della sua carriera, che ebbe presto un grande successo con il successivo album "Tapestry" del 1971. Ecco i brani qui' contenuti: 01 Pleasant Valley Sunday (Goffin-King) 02 So Goes Love (Goffin-King) 03 Take Good Care of My Baby (Goffin-King) 04 (You Make Me Feel Like) A Natural Woman (Goffin-King) 05 Like Little Children (Goffin-King) 06 Beautiful (Goffin-King) 07 Crying In the Rain (Goffin-King) 08 Way Over Yonder (Goffin-King) 09 Yours Until Tomorrow (Goffin-King) 10 It's Too Late (Goffin-King) 11 Tapestry (Goffin-King) 12 Just Once In My Life (Goffin-King) 13 You've Got a Friend (Goffin-King). Gia' in coppia con il marito Gerry Goffin, e' stata tra le maggiori creatrici di hits di tutti gli anni '60, componendo brani per altri artisti soprattutto, ma i '70 la vedranno affermarsi come regina della canzone d'autore americana anche e soprattutto attraverso i suoi stessi dischi. Collaborera' peraltro lungamente con Crosby, Stills e Nash.
Euro
33,00
codice 3031370
scheda
Kinks Percy (ltd. picture disc, rsd 2021)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1971  pye 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA DI 5000 COPIE, IN VINILE PICTURE, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL GIUGNO 2021, ristampa rimasterizzata, con copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura (ma non piu' laminata, bensi' textured in rilievo). Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1971 dopo ''Lola'' e prima di ''Muswell Hillibillies'', non entrato nelle classifiche UK non pubblicato in USA. Il decimo album, e' l'ultimo lavoro dei Kinks per la storica Pye. Colonna sonora di un film musical che aveva come soggetto il trapianto dell'organo genitale maschile, le musiche ebbero molto piu' risalto della pellicola, contiene le magnifiche ''God's children'', ''Animals in the zoo'', ''Completely'', ''Dreams''. Ray Davies ed il gruppo non erano alla prima esperienza con le colonne sonore, avevano infatti realizzato quella televisiva di Arthur, il film fu diretto e prodotto da Ralph Thomas, popolarissimo regista degli anni '60. Percy, a causa dell'argomento trattato, non fu praticamente visto negli USA e la colonna sonora non usci' mai in America, un vero peccato, perche' e' davvero splendida, con il suo mix di ballate, blues, country, rock e folk coglie il momento di passaggio tra i due decenni e vede i Kinks in grandissima forma.
Euro
33,00
codice 3026503
scheda
Kinks Waterloo sunset + 5 (rsd 2022, ltd yellow vinyl)
lpm [edizione] nuovo  mono  eu  1967  abkco / bmg / pye 
rock 60-70
EDIZIONE LIMITATA (PRESSATA IN 3150 COPIE), IN VINILE GIALLO, ED IN GLORIOSO MONO, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL GUGNO 2022; questo minialbum con sei brani, rimasterizzati, riprende la copertina di un raro 7"ep pubblicato in Francia dalla Pye nel 1967, ma mette insieme i sei brani di quello e di un contemporaneo 7"ep pubblicato dalla stessa Pye in Germania (i due ep contenevano quattro brani ciascuno, due dei quali coincidenti). "Waterloo Sunset", "Act Nice and Gentle", "Holiday in Waikiki" e "Little Miss Queen of Darkness" erano i brani dell' ep francese; "Mr. Pleasent" e "This is Where I Belong", oltre a "Waterloo Sunset" e "Act Nice...", erano i brani dell' ep tedesco. Di questi brani solo "Holiday in Waikiki" e "Little Miss Queen of Darkness" erano usciti in Uk su lp (tratti dall' album "Face To Face"), mentre gli altri brani rimasero per anni inediti su lp in Inghilterra, dove furono realizzati come facciate A o B di rari singoli, eccetto "This is Where I Belong", episodio meno noto ed infatti pubblicato per la prima volta proprio nell' ep tedesco di cui sopra.
Euro
28,00
codice 2114189
scheda
Kiwanuka michael Out loud! live (rsd 2018)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2017  polydor 
indie 2000
EDIZIONE LIMITATA A 3500 COPIE, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 21 APRILE 2018; vinile da 180 grammi, etichetta gialla su di una facciata e rosa sull'altra, scritte nere e logo Polydor a destra su entrambe, catalogo 6730886. Pubblicato nell'aprile del 2018 dalla Polydor, questo album dal vivo contiene cinque brani registrati dal vivo nel 2017 in tre diversi concerti dati da Michael Kiwanuka in Inghilterra, con un ottimo soul / funk / r'n'b, orgoglioso delle sue radici classiche ma moderno e privo di nostalgie revivaliste; bella ed intensa anche la sua voce, che abbina ad un timbro un po' ruvido un tono non aggressivo, riflessivo e talora malinconico. Questa la scaletta: Side A 1. Black Man In A White World - Live From Royal Albert Hall, London / 2017 2. One More Night - Live From London Palladium, London / 2017 3. Tell Me A Tale - Live From Birmingham Symphony Hall, Birmingham / 2017 Side B 1. Father's Child - Live From Royal Albert Hall, London / 2017 2. Love And Hate - Live From Royal Albert Hall, London / 2017. Il musicista soul britannico Michael Kiwanuka, nato nel 1987 da genitori ugandesi a Muswell Hill (Londra), sviluppa inizialmente un amore per la musica rock, per gruppi come Nirvana e Radiohead, suonando in diverse cover band, e nel frattempo studia jazz alla Royal Academic of Music e musica pop alla Westminster University. Pubblica poi nel 2011 i primi ep per la Communion (etichetta dei Mumford & Sons): “Tell Me a Tale” e “I'm Getting Ready'', quindi la Polydor pubblica i suoi due primi lp, “Home Again” (2012) e “Love & Hate” (2016), lavori all'insegna di un soul vintage che non suona, però, datato ne' derivativo, pur portando la stampa ad accostarlo a diversi gloriosi nomi del soul e del funk degli anni '60 e '70.
Euro
22,00
codice 3032403
scheda
Knopfler mark (dire straits) Music and songs from the film metroland (rsd 2020 ltd. clear vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  hol  1998  mercury 
rock 60-70
Edizione limitata in vinile trasparente, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL'OTTOBRE 2020, allegato codice per il download digitale dell'album, inserto con note e foto a colori, label grigia e marrone con scritte nere, titolo in bianco, logo Mercury Records grigio su campo nero in alto, catalogo 00602557128864. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2020 su Mercury, la colonna sonora del film "Metroland", originariamente uscita solo in cd nel 1998. Il film fu diretto da Philip Saville ed interpretato da Christian Bale ed Emily Watson, mentre le musiche furono affidate a Mark Knopfler, il quale compose specificamente per il lungometraggio alcuni brani strumentali e cantati, creando atmosfere evocative, nostalgiche e pacifiche con uno stile che integra influenze del classico rock e blues con un tocco pop, ma furono impiegati anche vecchi brani di altri artisti, dagli Stranglers ai Dire Straits, da Elvis Costello a Django Reinhardt. Questa la scaletta: Mark Knopfler, "Metroland theme (instrumental)", "Annick"; Francoise Hardy, "Tous les garcons et les filles"; Mark Knopfler, "Brats"; Django Reinhardt, "Blues clair"; Mark Knopfler, "Down day", "A walk in paris", "She's gone"; Django Reinhardt and the Quintette Hot Club de France, "Minor swing"; The Stranglers, "Peaches"; Dire Straits, "Sultans of swing"; Hot Chocolate, "So you win again"; Elvis Costello, "Alison"; Mark Knopfler, "Metroland". Leader dei celebri Dire Straits, Mark Knopfler scioglie il gruppo nel 1995 per dedicarsi alla carriera solista, gia' avviata nei primi anni '80 con la colonna sonora del film ''Local hero'' (1983). Musicista che coltiva l'amore per il blues, il country ed il rock'n'roll, ma anche per il cantautorato di Bob Dylan, i suoi album solisti sono vicini a quelli dei Dire Straits ma generalmente piu' quieti ed introspettivi, con reminiscenze del classico rock americano degli anni '70, country rock e blues. ''All the roadrunning'', collaborazione con la cantante folk americana Emmylou Harris, esce nel 2006.
Euro
29,00
codice 3513684
scheda
Krisma (chrisma) Clandestine anticipation (rsd 2023)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1982  eastwest / warner 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA, IN VINILE 180 GRAMMI COLOR "FUME' ", NUMERATA SUL RETROCOPERTINA, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2023, ristampa rimasterizzata, che rispetta la bellissima confezione dell' originaria edizione limitata, con sovracopertina in plastica decorata sul fronte e sul retro, ed inner sleeve con testi ed artwork. Pubblicato nel 1982 dalla CGD, il quarto album (il secondo a nome Krisma), uscito dopo ''Cathode mamma'' (1980) e prima di ''Nothing to do with the dog'' (1983). Il duo italiano realizza qui un conturbante ed ipnotico intreccio fra il il minimal synth piu' oscuro e sensuale, con occasionali apisodi synth pop, e la dark wave, un altro lavoro sorprendente nel panorama musicale italiano dell'epoca, con sonorita' ed atmosfere poco o nulla rassicuranti, decadenti e mittleuropee, ispirate non poco dai tedeschi Kraftwerk e Neu, ma anche vicine a quelle brumose d' otremanica. I Chrisma (poi ribattezzatisi Krisma all'inizio degli anni '80) sono un duo italiano composto dall' ex New Dada Maurizio Arcieri e dalla prorompente Cristina Moser. I loro primi album, usciti a nome Chrisma nel 1977 e nel 1979, rivelarono uno stile assolutamente unico e avveniristico nell' ambito soprattutto della scena italiana dell' epoca, ma di assoluto rilievo anche se inserito nel contemporaneo contesto internazionale, musica elettronica che abbraccia l'estetica punk ispirandosi pero' alle sonorita' dei Kraftwerk e dei Neu, con elementi di modernita che prefigurano scenari gia' post punk, vicini al minimal synth o al miglior synth pop degli anni a venire. La loro carriera come Krisma prosegui' attraverso gli anni '80, con un discreto numero di lp.
Euro
39,00
codice 3031417
scheda
Krisma (chrisma) many kisses (rsd 2015)
7" [edizione] nuovo  stereo  ita  1980  polydor 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 18 APRILE 2015, singolo in formato 7", ristampa pressocche' identica alla prima tiratura, uscita nel 1980, del celebre singolo tratto dal primo album realizzato a nome Krisma, dopo i due storici albums del 1977 e del 1979 a nome Chrisma. Pubblicato all' epoca in vari paesi europei, contiene due brani tratti da quel disco: la memorabile "Many Kisses" e "Rien Ne Va Plus". Con la collaborazione di Hans Zimmer (gia' collaboratore dei Buggles, quelli di ''Video killed the radio star''), che si occupa qui della programmazione dei sintetizzatori, il gruppo del compianto Maurizio Arcieri e di Christina Moser proporre una wave elettronica divisa tra brani di synth pop caratterizzati da ritmi abbastanza dinamici, persino ballabili, con spunti decisamente pop, come nell' hit "Many Kisses", ed episodi piu' minimali ed oscuri, persino con residue schegge di aggressivita' punk, ravvisabili nelle chitarre taglienti che fanno capolino qua' e la'. Dopo i primi due seminali e pionieristici lavori, qui' il duo approda ad un suono autorevolmente inserito nel miglior contesto minimal synth e synth pop della scena internazionale dell' epoca, confermandosi una realta' tra le piu' brillanti del panorama italiano di tutta l' era post-punk. I Chrisma (poi ribattezzatisi Krisma all'inizio degli anni '80) sono un duo italiano composto dall' ex New Dada Maurizio Arcieri e dalla prorompente Cristina Moser. I loro primi album, usciti a nome Chrisma nel 1977 e nel 1979, rivelarono uno stile assolutamente unico e avveniristico nell' ambito soprattutto della scena italiana dell' epoca, ma di assoluto rilievo anche se inserito nel contemporaneo contesto internazionale, musica elettronica che abbraccia l'estetica punk ispirandosi pero' alle sonorita' dei Kraftwerk e dei Neu, con elementi di modernita che prefigurano scenari gia' post punk, vicini al minimal synth o al miglior synth pop degli anni a venire. La loro carriera come Krisma prosegui' attraverso gli anni '80, con un discreto numero di lp.
Euro
17,00
codice 3013972
scheda

Page: 9 of 19


Pag.: oggetti: