Hai cercato:  immessi ultimi 90 giorni --- Titoli trovati: : 2585
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Sill judee heart food (180 gr.)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1973  music on vinyl 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura su Asylum. Un vero cult record, oggetto di doverosa riscoperta, cosi' come l' esordio di un anno precedente (inserito dallo staff della rivista di Blow Up tra i 600 dischi fondamentali della storia del rock), il secondo ed ultimo album "Heart Food" della cantautrice americana di culto. Un incantesimo che si rinnova, ancora a tratti vicino al folk a-la Joni Mitchell del disco precedente, ma caratterizzato da arrangiamenti (qua' e la' orchestrali) e "partiture" sovente piu' audaci, con la Sill ad assumere il pieno controllo della produzione raggiungendo vette di poesia e lirismo rare nella pur ricca scena cantautoriale americana dell' epoca, pur nella discreta e quasi timida vocalita' della splendida voce della Sill. Brani senza tempo in cui si affaccia una tristezza malinconica e disperata, qualla di una vita ancora breve, che solo pochi anni dopo sara' spezzata dalle droghe e dall' autodistruzione. Un disco magnifico, uno dei massimi capolavori della musica americana dei primi anni '70, ancora piu' bello, a parere di chi scrive, del primo. Senza codice a barre
Euro
30,00
codice 2114489
scheda
Sill judee judee sill (180 gr.)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  music on vinyl 
rock 60-70
Inserito dallo staff del Mucchio Selvaggio tra i 50 dischi piu' importanti del folk americano e dallo staff della rivista di Blow Up tra i 600 dischi fondamentali della storia del rock. Ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, con copertina apribile con testi all' interno, pressoche' identica a quella della prima rara tiratura su Asylum, dello splendido esordio, oggetto di doverosa riscoperta, cosi' come il secondo e purtroppo ultimo album "Heart Food", della cantautrice americana di culto, originariamente pubblicato dalla Asylum. Un incantesimo folk rock, vicino alla miglior Joni Mitchell di "Ladies of the Canyon" (di cui condivide la produzione, curata da Bob Harris) o di "Blue", caratterizzato da arrangiamenti misurati eppur ricchi (gli archi fanno di tanto in tanto capolino), liricissimo pur nella discreta e quasi timida vocalita' della splendida voce della Sill, che nella quasi bucolica limpidezza di una musica delicatissima lascia trasparire una tristezza malinconica e disperata, qualla di una vita ancora breve, che presto sara' spezzata dalle droghe e dall' autodistruzione. Un disco magnifico, uno dei massimi capolavori della musica americana dei primi anni '70, che lasciare nel dimenticatoio sarebbe stato davvero un delitto.
Euro
30,00
codice 2113975
scheda
Silver jews The natural bridge
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1998  drag city 
indie 90
con inserto, Il secondo album pubblicato nell'ottobre 1996, dopo Starlite walker, album che si discosta dal debutto che aveva etichettato il gruppo come epigono dei Pavement per un songwriting più personale della penna di David Berman, country indie folk "sgangherato" ma pieno di poesia. Un disco dalla gestazione difficile in quanto ci furono due tentativi di realizzazione falliti, uno con gli Scud Mountain boys come backing band e l'altro con membri dei Pavement con i quali aveva fondato il gruppo. Silver Jews si formano in Virginia all'inizio degli anni '90 ad opera di David Berman, accompagnato da Stephen Malkmus (Pavement) e Bob Nastanovich. Il gruppo propone un amalgama di Low fi e country rock, pubblicando il primo album ''Starlite walker'' nel 1994, dopo un mini ed un paio di 7''; la presenza di Malkmus e di Nastanovich, che si unisce presto ai Pavement, porta al gruppo la scomoda etichetta di progetto collaterale dei celebri indie rockers californiani, ma in realta' i Silver Jews sono principalmente ispirati da Berman, punto fermo di un organico in continuo cambiamento. La musica poetica e malinconica del gruppo riceve un riscontro critico positivo anche con il terzo lp ''American water'' (1998), mentre ''Bright flight'' (2001) addolcisce i toni e si allontana da low fi. Il quinto album ''Tanglewood numbers'' esce nel 2005.
Euro
27,00
codice 2115154
scheda
Simon & garfunkel Bridge over troubled water (uncensored)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1970  columbia 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA, la prima stampa americana, PRIMISSIMA VERSIONE CON il retrocopertina che riporta il verso "A Man Gets Tied Up To The Ground" nel brano "El Condor Pasa" (penultimo rigo della prima colonna di testi), ed inoltre non riporta relativamente allo stesso brano, nelle note dell' ultima colonna, l' indicazione "With The Full Authorization of Philips Records"; etichetta rossa con logo bianchi e scritta "360 sound 'stereo' ..." in bianco in basso, senza "Stereo" a sinistra sotto il numero di catalogo, catalogo KCS9914. Il quinto ed ultimo album in studio, uscito in Usa nel febbraio del 1970, dopo la colonna sonora "The Graduate", e giunto al numero 1 delle classifiche sia americane che inglesi. "Bridge Over Troubled Water" fu uno dei dischi piu' venduti degli anni a cavallo tra la fine dei '60 ed i primo anni '70, e dei lavori del duo newyorkese di Paul Simon ed Art Garfunkel uno dei pochissimi che continua a vendere ancora oggi, a quasi 40 anni dalla sua uscita. Dall'ascolto della title track, "Bridge Over Troubled Water", si ha l'idea del passo in avanti e della evoluzione che il duo ha effettuato dall'album precedente, "Bookends". Questo sforzo creativo creo' una situazione di tensione e nervosismo che per poco non porto' i due all'esaurimento nervoso e di certo ne turbo' non solo la partnership artistica ma anche l'amicizia che durava fin dalla adolescenza. Il disco e' considerato da molti il piu' alto esempio di artigianato musicale rock dalle tessiture delicate e sognanti di sempre, ed ha il raro merito di catturare, come le grandi opere della storia dell'arte, esattamente lo spirito del suo tempo: il pubblico del 1970, anni in cui gli argomenti sociali, politici e culturali che trattano i testi di questo lavoro erano molto sentiti, ne decreto' il successo straordinario, lasciandolo per due mesi e mezzo in vetta alla classifica, classifica dove rimase per ben quattro anni, con vendite che supereranno i 6 milioni di copie nei soli Stati Uniti. Tra i brani contenuti in questo lp, impossibile non citare almeno ''Bridge over Troubled Water'', '' El Condor Pasa (If I Could)'', '' Cecilia'', ''The Boxer''. Il duo si sciolse durante la registrazione del disco, e tornera' insieme solo nel 1982 per il celebre concerto al Central Park.
Euro
75,00
codice 254108
scheda
Simon paul the rhythm of the saints
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1990  Warner Bros 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
l' originale stampa italiana, copertina lucida completa dell'inner sleeve con testi e foto, etichetta bianca con scritte lungo tutta la circonferenza su una riga, logo grigi sullo sfondo e logo rosso e argento in alto, catalogo 759926098-1. Pubblicato in Usa nell'ottobre del 1990 dopo ''Graceland'' del 1986 e prima di "Paul Simon's Concert in the Park" del 1991 (ma il successivo lavoro in studio sara' ''Songs from The Capeman" del 1997), giunto al numero 1 delle classifiche Uk ed al numero 4 di quelle Usa, il nono album solista. Sara' il suo unico vero lp per piu' di un decennio, sorta di continuazione del periodo world music di "Graceland", con l' influenza principale questa volta da parte della musica brasiliana; nel disco suonano, tra gli altri, milton nascimiento, kim wilson dei fabolous thunderbirds, il grupo cultural olodum, adrian belew, j.j. cale, hugh masekela, uakti. Il tentativo di unire musica brasiliana, africana e del sud degli states e' anche questa volta pienamente riuscito, ed il lungo tour mondiale che segue l'uscita del disco e' degno di nota anche per le prese di posizione terzomondiste, condivise anche da art garfunkel, che porteranno i due alla tanto attesa reunion di New York.
Euro
23,00
codice 253609
scheda
Simone nina at town hall (+1 bonus track)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1959  waxtime 
soul funky disco
ristampa rimasterizzata, limitata ed in vinile pesante 180 grammi, pressoche' identica sul fronte a quella della molto rara edizione originale, ma con l' aggiunta di una traccia in piu' ("He Needs Me", registrata a New York nel 1957), del magnifico album pubblicato dalla Colpix in America tra la fine del 1959 e l' inizio del '60, il terzo album di Nina Simone dopo l' esordio con "Jazz As Played In An Exclusive Side Street Club" su etichetta Bethlehem ed il primo lavoro su Colpix ""The Amazing Nina Simone". Considerato da molti come uno dei suoi migliori in assoluto, l' album da' la possibilita' di apprezzare le qualita' della cantante dal vivo, che nulla ha da invidiare alle incisioni in studio, mentre si esibisce in ballate dai toni jazz e blues e brani folk, fra cui "Fine and mellow", tratta dal repertorio del suo idolo Billie Holiday. Questa la scaletta dei brani: "Black is the color of my true love's hair", "Exactly like you", "The other woman", "Under the lowest", "You can have him", "Summertime (instrumental)", "Summertime (vocal)", "Cotten eye Joe", "Return home", "Wild is the wind", "Fine and mellow". Una delle piu' grandi voci della musica afroamericana della seconda meta' del '900, Nina Simone (1933-2003) era una cantante dalla voce particolare, quasi maschile, calda ed avvolgente, a suo agio con i piu' diversi stili, dal jazz al pop, dal soul al folk. Dotata di un carattere molto forte ed attiva nei movimenti per i diritti degli afroamericani, attraverso' un periodo di splendore negli anni '60, sebbene non giungesse mai alle vette delle classifiche, per poi tornare alla ribalta alla fine degli anni '80 dopo un periodo piu' oscuro trascorso in giro per il mondo nel corso dei '70.
Euro
17,00
codice 2114225
scheda
Simone nina It is finished (180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1974  music on vinyl 
soul funky disco
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, copertina pressochè identica alla prima rara tiratura. Pubblicato dalla RCA nel 1974, questo album venne inciso con la collaborazione di Avram Shackman (sitar, chitarra spagnola, chitarra acustica, basso) e Nadi Qamar (mama-likembi, tal viha, arpa del Madagascar, guinee kuna). Si tratta di un disco in cui la grande cantante si cimenta con l'usuale eclettismo in un set di brani che intrecciano soul, funk, blues, suggestioni ritmiche africane, il tutto con un approccio quieto e jazzato, con l'eccezione dei brani piu' percussivi e della sorprendente cover in chiave soul/blues di ''The pusher'', celebre cavalllo di battaglia degli Steppenwolf. Tra i brani anche una particolarissima versione di "Mr.Bojangles" di Jerry Jeff Walker, registrata dal vivo. Questa la scaletta: ''The pusher'', ''Com' by h'yere – good lord'', ''Funkier than a mosquito's tweeter'', ''Mr. Bojangles'', ''I want a little sugar in my bowl'', ''Dambala'', ''Let it be me'', ''Obeah woman''. Una delle piu' grandi voci della musica afroamericana della seconda meta' del '900, Nina Simone (1933-2003) era una cantante dalla voce particolare, quasi maschile, calda ed avvolgente, a suo agio con i piu' diversi stili, dal jazz al pop, dal soul al folk. Dotata di un carattere molto forte ed attiva nei movimenti per i diritti degli afroamericani, attraverso' un periodo di splendore negli anni '60, sebbene non giungesse mai alle vette delle classifiche, per poi tornare alla ribalta alla fine degli anni '80 dopo un periodo piu' oscuro trascorso in giro per il mondo nel corso dei '70.
Euro
29,00
codice 3030087
scheda
Simone nina Jazz as played in an exclusive side street club (vin col.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1958  dol 
soul funky disco
edizione in vinile colorato. Noto anche come "Little Girl Blue"; ristampa con copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura. Originariamente pubblicato su Bethlehem, ''Jazz as played in an exclusive side street club'' e' il primo album di Nina Simone, precedente ''The amazing Nina Simone'' (1959). Accompagnata da Albert Heath alla batteria e da Jimmy Bind al contrabbasso, la grande cantante da' gia' qui un saggio delle sue qualita', accompagnando il suo canto con il piano attraverso lente ballate fra blues e jazz, immerse in un'atmosfera fumosa e notturna, fra malinconia, romanticismo e sensualita', e dimostrando gia' una straripante personalita', sia nei brani piu' contagiosamente vivaci sia in quelli piu' scarni e dolenti, che segnera' una carriera straordinaria. Contiene uno dei brani piu' celebri della cantante, ''My baby just cares for me''. Questa la lista completa dei brani: "Mood Indigo", "Don't Smoke In Bed", "He Needs Me", "Little Girl Blue", "Love Me Or Leave Me", "My Baby Just Cares For Me", "Good Bait", "Plain Gold Ring", "You'll Never Walk Alone", "I Loves You Porgy", "Central Park Blues". Una delle piu' grandi voci della musica afroamericana della seconda meta' del '900, Nina Simone (1933-2003) era una cantante dalla voce particolare, quasi maschile, calda ed avvolgente, a suo agio con i piu' diversi stili, dal jazz al pop, dal soul al folk. Dotata di un carattere molto forte ed attiva nei movimenti per i diritti degli afroamericani, attraverso' un periodo di splendore negli anni '60, sebbene non giungesse mai alle vette delle classifiche, per poi tornare alla ribalta alla fine degli anni '80 dopo un periodo piu' oscuro trascorso in giro per il mondo nel corso dei '70.
Euro
20,00
codice 2113740
scheda
Sinatra frank Concerts - 20 live greats
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1987  deja vu 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good jazz
prima stampa italiana, copertina (con moderati segni di usura sulle costole) senza barcode, label nera con scritte e logo argento, catalogo DVLP2061. Pubblicata nel 1987 dalla Deja Vu in Italia, questa antologia compila registrazioni dal vivo di Sinatra, le cui date non sono riportate, al contrario delle città dove ebbero luogo le perfomances: Tel Aviv, Atene, Tokyo, Sydney, Milano e Montecarlo. Le registrazioni ci consegnano un Sinatra a suo agio con brani jazz pop dal tocco ora frizzante e giocoso, ora ballate romantiche e dolenti, ma sempre con grande eleganza da crooner consumato. Questa la scaletta: "At Long Last Love", "I Could Have Danced All Night", "Imagination", "The Moon Was Yellow", "Embraceable You", "Dancing In The Dark", "Road To Mandalay", "Just One Of Those Things", "Willow Weep For Me", "Angel Eyes", "My Funny Valentine", "My Blue Heaven", "Come Fly With Me", "I Get A Kick Out Of You", "I've Got You Under My Skin", "April In Paris", "All The Way", "Bewitched", "The Lady Is A Tramp", "Night And Day". Soprannominato The Voice, Frank Sinatra (1915-1998) è stato cantante e attore, musicista popolarissimo e showman. Un mito dell'America prima e dopo la seconda guerra mondiale, nella cui musica, allora innovatrice, si mischiano lo swing ed il blues con il jazz e la canzone d'autore; è stato il primo a proporre brani che si distaccavano dalla impostazione lirica, inaugurando la grande stagione della musica americana, per aprire la strada ad Elvis ed al rock'n'roll.
Euro
10,00
codice 334556
scheda
Sinatra frank Songs for swingin' lovers! (+1 track)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1955  waxtime 
jazz
Ristampa in vinile da 180 grammi, copertina pressoche' identica sul fronte alla prima tiratura, con note supplemetari sul retro e con una bonus track (''Chicago'', brano edito inciso nel 1957). Inciso nel 1955, originariamente pubblicato nel 1956, giunto al secondo posto in classifica negli USA ed alla prima posizione in Gran Bretagna, uno dei lavori piu' acclamati di Sinatra, indubbiamente in gran spolvero in quel periodo: l'anno precedente c'era stato il successo di ''In the wee small hours'', altro disco considerato uno dei suoi capolavori. Questo ''Songs for swingin' lovers!'' segno' tuttavia un marcato cambio di registro rispetto al precedente: qui infatti The Voice si cimenta con brani dinamici e frizzanti, lasciando da parte le ballate e le atmosfere crepuscolari. Il cantante si dimostra qui sicuro ed impositivo, e con i suoi strumentisti da una prova giudicata ''stellare'' dalla critica. Questa la scaletta: ''You make me feel so young'', ''It happened in Monterey'', ''You're getting to be a habit with me'', ''You brought a new kind of love to me'', ''Too marvelous for words'', ''Old devil moon'', ''Pennies from heaven'', ''Love is here to stay'', ''Ive got you under my skin'', ''I thought about you'', ''We'll be together again'', ''Makin' whoopee'', ''Swingin' down the lane'', ''Anything goes'', ''How about you?'', ''Chicago'' (bonus track). Soprannominato The Voice, Frank Sinatra (1915-1998) e' stato cantante e attore, musicista popolarissimo e showman. Un mito dell'America prima e dopo la seconda guerra mondiale, nella cui musica, allora innovatrice, si mischiano lo swing ed il blues con il jazz e la canzone d'autore; e' stato il primo a proporre brani che si distaccavano dalla impostazione lirica, inaugurando la grande stagione della musica americana, per aprire la strada ad Elvis ed al rock'n'roll.
Euro
21,00
codice 3029662
scheda
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  polydor / universal 
punk new wave
Copertina senza barcode (con barcode adesivo sul cellophane, sul retro), adesivo di presentazione sul cellophane, vinile 180 grammi, etichetta custom a colori, inner sleeve. Pubblicata nell' ottobre 2022, si tratta di una raccolta, con contenuto rimasterizzato, con sistema "half-speed mastering" presso gli Abbey Road Studios, con la supervisione di Siouxsie che ne ha curata anche la copertina e la scaletta, al fine di dar vita ad una selezione stagionale dedicata all' autunno (altre seguiranno?), con brani i cui testi non lesinano riferimenti all' occulto, alla morte ed alle festivita' autunnali, come nel caso di "El Dia De Los Muertos" ed "Halloween". Tra i brani, alcuni classici della splendida storia artistica della band, come "Fireworks" o "Spellbound", accanto ad episodi meno noti, talora pubblicati originariamente come B-sides di singoli ed inediti su album. Questa la lista completa dei brani inclusi: "Fireworks" (singolo del maggio 1982, inedita su album, qui nella versione uscita nel formato 12"), "Halloween" (tratta dall' album "Juju" del giugno 1981), "Supernatural Thing" (cover da Ben E. King, b-side del singolo "Arabian Knights" del maggio 1981), "El Dia De Los Muertos" (b-side del singolo "The Last Beat of My Heart", novembre 1988), "The Sweetest Chill" (dall' album "Tinderbox", aprile 1986), "Spellbound" (dall' album "Juju"), "Something Wicked (This Way Comes)" (b-side del singolo "The Killing Jar", settembre 1988), "Rawhead and Bloodybones" (dall' album "Peepshow", settembre 1988), "We Hunger" (dall' album "Hyaena" del giugno 1984), "Peek-a-Boo" (dall' album "Peepshow")
Euro
30,00
codice 3029670
scheda
Sisters of mercy Greatest Hits Volume One - A Slight Case Of Overbombing
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1993  warner bros 
punk new wave
Doppio album, ristampa del giugno del 2018, con copertina apribile pressoche' identica a quella della rara originaria tiratura, della raccolta originariamente uscita su etichetta EastWest nel 1993, e contenente dodici brani, scelti tra i maggiori successi della dark band inglese di Leeds, coprendo un periodo piuttosto ampio che va dal Questa la lista completa dei brani: A1 "Under The Gun" (brano inedito su album, con Terri Nunn dei Berlin ospite alla voce, in una versione che presenta una durata diversa rispetto alle due versioni presenti nel 12" del 1993), A2 "Temple of Love (1992 Version)" (brano inedito su album con Ofra Haza ospite alla voce, si tratta della versione realizzata nel 1992 del classico del primo repertorio della band), A3 "Vision Thing (Canadian Club Mix)" (versione piu' lunga del brano tratto dal terzo album "Vision Thing" del 1990), B1 "Detonation Boulevard (Radio Edit)" (dall' album "Vision Thing"), B2 "Doctor Jeep (7" Radio Edit)" (versione uscita su 7" del brano tratto da "Vision Thing"), B3 "More" (da "Vision Thing", uscita anche su singolo), C1 ""Lucretia My Reflection (12" Extended Mix)" (versione uscita su 12", molto piu' lunga di quella tratta dal secondo album "Floodland" del 1987), C2 "Dominion / Mother Russia" (singolo tratto da "Floodland"), D1 "This Corrosion (Single Edit)" (versione uscita su 12", piu' lunga di quella presente su "Floodland"), D2 "No Time to Cry (British Mix)" (versione uscita su 12", diversa da quella tratta dal primo album "Forst and Last and Always" del 1985), D3 "Walk Away" (singolo che nel 1984, poi anche nel primo album), D4 "Body And Soul" (uscita su 12" nel marzo 1984 e rimasta inedita su album). I Sisters Of Mercy si fomano a Leeds nei primi anni ottanta da Andrew Eldritch e dal chitarrista Gary Marx; avvalendosi per le basi ritmiche di una drum muchine, denominata Doktor Avalanche, incisero nel 1980 il loro primo singolo The Damage Done, susseguentemente si uni' al gruppo Ben Gunn (Benjamin Matthews) e Craig Adams (ex-Expelaires), la nuova formazione incidera' nel 1982 il singolo Body Electric. Introvabili gia' al momento delle loro uscite oggi The Damage Done e Body Electric sono le massime rarita' del gruppo di Leeds, oggetti ricercatissimi dal collezionismo mondiale hanno raggiunto incredibili valutazioni predestinate ad una continua rivalutazione, considerata la loro assoluta irreperibilita'. Il gruppo incidera' una seguenza di singoli (Alice, Anaconda, The Reptile House) che riusciranno a scavalcare le classifiche indipendenti imponendosi all'attenzione della critica mondiale. Nel 1983 Benn Gunn abbandonera' il gruppo e verra' sostituito da Wayne Hussey (Jerry Lovelock) ex Dead Or Alive ex Hambi & The Dance; questa nuova collaborazione sembrava predestinare il gruppo ad un inarrestabile ascesa, di questo periodo i singoli Temple Of Love, Body And Soul, Walk Away, No Time To Cry che saranno apripista del primo storico album della formazione, First And Last And Always. Purtroppo questo esordio segnera' definitivamente anche la fine di questa fantomatica formazione. Gary Marx infatti formera' i Ghost Dance, Wayne Hussey e Craig Adams formeranno invece i Mission, lasciando le redini ed il dominio del progetto madre, dopo animate vicende giudiziarie, al solo Andrew Eldritch che proseguira' l'avventura dei Sisters Of Mercy, tra le principali e piu' carismatiche formazioni protagoniste della scena underground anglosassone degli anni ottanta.
Euro
42,00
codice 2113102
scheda
Sitting bull Trip away
Lp [edizione] ristampa  stereo  ger  1971  long hair 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora incellophanata, ristampa del 2014 ad opera della Long Hair, ormai da tempo fuori catalogo, copertina pressoche' identica alla rara prima tiratura, inserto con note, catalogo LHC145. Originariamente pubblicato nel 1971 dalla CBS in Germania, l'unico album di questo oscuro gruppo tedesco di Brema, di cui faceva parte il bassista e tastierista Bernd Zamulo, gia' membro negli anni '60 del gruppo beat teutonico The Lords e piu' tardi con il gruppo progressivo Excalibur nel loro ultimo singolo ''Why do people cry'' (1973). ''Trip away'' e' un lavoro che percorre sentieri musicali atipici rispetto al rock tedesco dell'epoca; non ci sono infatti riferimenti alla musica cosmica, al krautrock minimale, tantomeno al complesso rock progressivo teutonico, bensi' la band offre brani di potente acid rock chitarristico non a caso accostati ai californiani Quicksilver Messenger Service, con belle partiture di chitarra, particolarmente sviluppate nel lungo brano di apertura, ed un feeling corale e molto hippie, che viene replicato nei brani piu' rilassati e pastorali, sulla scia dei Grateful Dead dei primi anni '70. Certo non un lavoro rappresentativo del rock tedesco dei primi anni '70, ma nel suo genere ''Trip away'' rimane un'opera godibile ed ispirata.
Euro
30,00
codice 2049018
scheda
Skiantos inascoltable
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  ita  1977  italian records / orizzonte 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Seconda stampa italiana del 1980, dopo la prima vinilica su Harpo's Music del 1979 (la originaria versione del disco era stata pubblicata solo su cassetta nel 1977), copertina con logo tipico delle realizzazioni della serie Orizzonte sul fronte in alto a sinistra, e logo "Orizzonte" sul retro, senza barcode, etichetta custom grigia e bianca, con scritte nere, catalogo ORL8147. Pubblicato dalla Harpo's Music su cassetta nel 1977 e dalla stessa etichetta in vinile nel 1979, il primo storico album, prima di "Mono Tono"; imprescindibile tassello della storia del punk rock italiano e della band demenziale bolognese. Molto piu' irruento e punk del successivo album, che vedra' capace la band del compianto Freak Antoni di rifinirsi e "raffinarsi" (si fa per dire...) quel tanto che basta per proporsi ad un pubblico (un po') piu' largo, e' una genuina, grezza ed incontrallata deflagrazione di rabbia punk in chiave autenticamente demenziale, caustica e graffiante, con testi di impagabile primitiva demenza, e gia' alcune perle, come gli anthems "Sono Rozzo, Sono Grezzo", "Spacco Tutto" o "Tutti Fatti". Una delle poche testimonaianze autenticamente punk del 1977 in Italia, e l' avvio di una scena, quella del rock demenziale bolognese, che sara' per qualche anno fertilissima.
Euro
28,00
codice 253673
scheda
Skiantos mono tono
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1978  spittle 
punk new wave
ristampa del 2011 con copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura, e corredata di inner sleeve. Pubblicato in Italia nel 1978 dopo la leggendaria cassetta "Inascoltable" del 1977 (che solo dopo verra' stampata anche in vinile), e prima del successivo "Kinotto" (1979), il secondo album (considerando tale appunto "Inascoltable"), capolavoro del punk rock italiano e della band demenziale bolognese. Si potrebbero scrivere innumerevoli parole su questo pezzo insostituibile della musica italiana, prendiamo in prestito per l' obbligo di sintesi quelle di Luca Frazzi, che in una guida sul punk italiano allegata alla rivista Rumore inseri' il disco tra i migliori 50 del punk italiano (sarebbe stato anche nei primi 10, senz' altro): "...Il punk rock demenziale ai suoi massimi livelli. sull' esempio di questo disco negli anni successivi prenderanno le mosse stuole di tristi imitatori, goliardi da camerata che agli Skiantos potrebbero solo baciare il culo, dopo essersi lavati i denti. Si, perche' se oggi c'e' una cosa che mette tristezza sono i gruppi demenziali. All' epoca invece "la demenza ci aveva una sua consistenza", e "la cultura era una verdura, e faceva schifo". I dodici brani di "Mono Tono", geniale fin dal titolo, e la sua grafica di copertina (il recupero dei B-Movie giapponesi con vent' anni di anticipo sul trash delle ultime generazioni) fanno di questo lp una produzione ineguagliabile, ed ineguagliata....". Il gruppo rispetto alla incontrallata e grezza irruenza di "Inascoltable" dimostra di aver un po' imparato a suonare ed a mettere insieme dei brani con una loro consistenza compositiva, tra punk rock e irresistibili citazioni rock varie ed assortite, il tutto senza perdere un' oncia della immediatezza contagiosa dell' esordio, e della vena esilarante e graffiante di testi impagabili; e i brani sono tutti straordinarie ed indimenticabili perle, validi per tutte le stagioni della nostra italietta: "Eptadone", "Panka Rock", "Pesto Duro", "Diventa Demente", "Io Me La Meno", "Bau Bau Baby", "Io Sono Uno Skianto", "Io Ti Amo da Matti", "Vortice", "Massacrami pure", "Largo all' avanguardia", "Ehi ehi, ma che piedi che c' hai".
Euro
21,00
codice 2114609
scheda
Skip bifferty Skip bifferty
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1968  private 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
Rara ristampa private press degli anni '80, copertina (con lievi segni di invecchiamento) senza barcode, pressoche' identica alla prima rarissima tiratura, etichetta bianca con scritte nere, catalogo SF7941. Registrato nel 1967 ma pubblicato in Uk dalla Rca nel 1968, l' unico leggendario album, disco straordinario (a partire dalla straordinaria copertina, una delle piu' belle della psichedelia inglese, opera di R. Wagner, gia' grafico dei posters dell' Ufo Club), un vero gioiello di pura psichedelia flower pop sullo stile del primo Kaleidoscope, July, primo Pink Floyd, Mr. Fantasy dei Traffic, Sgt Pepper's, ma con un tono molto underground, miriadi di effetti, voci al contrario, percussioni, sperimentazioni. Formati da Graham Bell e Micky Gallagher, gia' nei Chosen Few, furono scoperti da Don Arden e da John Peel durante un concerto al Marquee nel 1967; nonostante l'apprezzamento incondizionato della critica, i tre singoli, pubblicati prima di questo album, non entrarono in classifica, ed il gruppo si sciolse all'indomani della realizzazione di questo lp, per poi pubblicare la lunga e polemica ''I keep singing the same old song'' a nome Heavy Jelly (il brano e' raccolto nella compilation ''Nice enough to eat''). I due leaders formeranno poi i Bell And Arc.
Euro
24,00
codice 254116
scheda
Slade flame (ltd. splatter vinyl)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1974  bmg 
rock 60-70
Ristampa del 2021, edizione limitata in vinile giallo e rosso "splatter", copertina apribile, pressoche' identica a quella della prima rara tiratura. Pubblicato in Inghilterra dalla Polydor nel novembre del '74 dopo "Old new borrowed and blue'' e prima di "Nobody's Fools", giunto al numero 6 delle classifiche Uk e non entrato in quelle Usa, dove fu pubblicato dalla Warner Bros con un paio di brani cambiati. Il quinto album, disco contenente brani tratti dalla colonna sonora dell' omonimo film, tra cui gli hits "Far Far Away" ed "How Does it Feel?". Apprezzato dalla critica, caratterizzato dal riuscito tentativo di dare ai brani un approccio molto anni '60, concordemente all' ambientazione del film, il disco ebbe un buon successo, ma comunque inferiore ai precedenti lavori del gruppo. Si tratta comunque di uno dei lavori oggi piu' considerati ed amati della band inglese di Wolverhampton, gruppo che fu perfetta espressione del lato piu' ''macho'' e popolare della working class Britannica in un potente mix che porta il pub rock verso il glam e l' hard rock.
Euro
35,00
codice 3029701
scheda
Slaughter and the dogs do it dog style (+4 tracks)
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1978  decca / private 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Ristampa private press degli anni 2000, copertina (con lievi segni di invecchiamento) pressoche' identica alla prima assai rara tiratura uscita su Decca, etichetta "custom" bianca e rossa, corredata di inserto che avverte della presenza delle 4 tracce aggiunte, sebbene non indicate ne' sul retrocopertina ne' sull' etichetta (ma i brani sul disco sono in effetti 16 invece degli originari 12), ovvero i due brani del primo singolo "Cranked Up Really High" / "The Bitch" ((maggio 1977), "Johnny T." (retro del terzo singolo "Dame To Blame" del novembre 1977) e "Come on Back" (retro del quarto singolo "Quick Joey Small" del febbraio 1978). Tenendo presente che gli altri brani presenti sui singoli del gruppo pubblicati tra il 1977 ed il 1978 furono inclusi nell' album originario, una ristampa davvero imperdibile! Pubblicato, dopo quattro eccitanti singoli (il primo dei quali nel maggio del 1977) nel maggio del 1978 su Decca in Gran Bretagna, l' album d' esordio della punk garage band di Manchester, i mitici Slaughter And The Dogs, una delle migliori realizzazioni di tutto il punk anglosassone. Gli Slaughter And The Dogs si formano nell' aprile del '76 suonando una musica influenzata da certo glam rock dei primi anni '70, dagli Mc5 e dagli Stones, non distante da certo pub rock di meta' anni '70 ma anche con la tendenza a proporre dei brani che diverranno sempre piu' compatti ed aggressivi, in linea con la nuova ondata punk che li vide tra i principali protagonisti, con una manciata di singoli, la partecipazione alla storica raccolta "Live at the Roxy" e questo bellissimo album, con la chitarra di Mick Ronson ospite in un paio di brani, uscito contemporaneamente allo scioglimento del gruppo, che si riformo' successivamente con 3/4 della line up originaria. Brani come "Where have all the boot boys gone", "Dame to blame" (gia' facciate A di rispettivi singoli), oppure le favolose "I'm Mad" e "You're A Bore" sono quanto di meglio la prima ondata del punk rock inglese abbia offerto, sferraglianti ed infuocati inni di strada, mentre le covers di "I'm Waiting for the Man" (Velvet Underground), "Quick Joey Small" (vecchio hit bubblegum e anch'essa gia' facciata A di un singolo della band) o "Who Are the Mystery Girls" (New York Dolls) dicono di una band orgogliosamente consapevole di rappresentare la continuita' tra il miglior r'n'r del passato ed il presente.
Euro
20,00
codice 253972
scheda
Slayer seasons in the abyss
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1990  def american / private 
heavy metal
ristampa private press, con copertina lucida pressoche' identica alla prima tiratura. Pubblicato nell'ottobre 1990, prima di "Decade of aggression" (91) e dopo "South of heaven" (88), il quinto album della band californiana, giunto alla posizione n.40 del Billboard e disco d'oro nel 92, considerato l'album più maturo della band californiana con un suono che evidenzia una maggiore creatività rispetto al passato; trash metal classico con tematiche sataniche ("Spirit in black" e "Born of fire") a cui si aggiungono gli orrori bellici ("War ensemble"), le oppressioni politiche, (Blood red"), la guerriglia fra le street-gangs ("Expendable youth") e i serial killers ("Dead skin mask"); quest'ultimo, insieme al brano cha dà il nome al disco, è un'ultima testimonianza del vecchio trash metal con "Rust in peace" dei Megadeth e a "Time does not heal" dei Dark angel. Gli Slayer si formano a Los Angeles nel 1981 e sono ritenuti tra i principali sviluppatori del loro genere, insieme a Metallica, Megadeth ed Anthrax. La band e' nota anche per il suo contenuto dei testi, che toccano argomenti riguardanti satanismo, nazismo, guerra, violenza, serial killers e religione. Dall'inizio della loro carriera, sono sempre stati al centro dell'attenzione, ricevendo una moltitudine di critiche di presunte idolatrie nazi/sataniste e sono stati "citati" in vari episodi di cronaca nera. Tutto cio' ha generato varie discussioni nei loro confronti che ancora oggi sono in atto.
Euro
22,00
codice 2115100
scheda
Sleaford mods Austerity dogs
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2013  extreme eating 
indie 2000
Ristampa, etichette custom. Il sesto album. Provenienti da Grantham, Lincolnshire, i Sleaford Mods sono un duo composto dal cantante Jason Williamson e da Jason Fearn; insieme hanno realizzato un bel po' di materiale, tutto passato inosservato fino a questo "Austerity dog", tenuto in considerazione per la capacita' di raccontare la disillusione contemporanea occidentale con liriche ficcanti, sostenute da basi costruite su un laptop, in un assemblaggio minimale ed ossessivo. Un incrocio tra la poesia punk di John Cooper Clarke, le pulsazioni dei Fall o P.i.l. contorniate da suoni di sintetizzatori economici.
Euro
23,00
codice 2113697
scheda
Sleater-kinney all hands on the bad one
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2000  sub pop 
indie 90
ristampa su Sub Pop, copertina pressocche' identica a quella della prima rara tiratura, corredata anche dell' originario inserto con foto e testi. Pubblicato nel Maggio del 2000 in UK dalla Matador ed in USA dalla Kill Rock Stars, uscito dopo "The Hot Rock" e prima di "One Beat". Il quinto album della band tutta al femminile, con formazione a tre, di Olympia, stato di Washington, nata dalle ceneri di Heavens To Betsy ed Excuse 17, due gruppi della prima ondata del movimento "riot grrrl". Con questo "All Hands on the Bad One", le Sleater-Kinney mettono insieme una serie di episodi tra i piu' accessibili del loro repertorio, il precedente "The Hot Rocks" si avventurava infatti su territori piu' introspettivi, qui gli arrangiamenti si fanno piu' raffinati, l'esecuzione piu' precisa, una maggiore cura dei dettagli che non porta ad una diminuzione dell'esuberanza, come si potrebbe pensare, ma la loro musica benche' meno disperatamente catartica, risulta ancora vitale e coinvolgente. Female band con formazione a tre, proveniente da Olympia, stato di Washington, nata dalle ceneri di Heavens to Betsy ed Excuse 17, due gruppi della prima ondata del movimento 'riot grrrl'. Indie rock con influenze punk, sixties pop, post hardcore, new wave e grunge, con un suono caratterizzato da una solida e trascinante base musicale e da articolati intrecci vocali stile anthemic punk, i cui riferimenti contemplano, Breeders, Siouxsie & the Banshees, Patti Smith, Nirvana e Fugazi.
Euro
29,00
codice 2114865
scheda
Sleater-kinney Call the doctor
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1995  sub pop 
indie 90
Ristampa su Sub-pop. Il secondo album, uscito dopo 'sleater-kinney' e prima di 'dig me out', della female band di Olympia, stato di Washington, formata da Carrie Brownstein (ex excuse 17), Corin Tucker (ex Heavens to Betsy), Janet Weiss (dei Quasi). Gruppo inserito nel filone 'rriot ggrls' per le idee femministe e le radici punk, ma dal quale si stacca per il suono piu' improntato verso un'indie rock con influenze sixty pop e new wave con belle canzoni basate su intrecci chitarristici e vocali. Riferimenti a Beat Happening, Fugazi, Team Dresch.
Euro
29,00
codice 2114553
scheda
Sleater-kinney dig me out
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1997  sub pop 
indie 90
Ristampa del terzo album, inserto. Lp pubblicato in Europa dalla Matador nell'ottobre 97 ed in Usa dalla Kill the Rock Star nell'aprile 97, dopo dopo "Call the doctor" e prima di "Hot rock", il terzo album della female band americana. Considerato dai fans come il disco piu' riuscito, e' in effetti piu' maturo e complesso del precedessore, con partiture vocali piu' feroci e melodie infette, che trattano temi noti come il femminismo con carica e passionalita'; le coordinate musicali fondano le proprie radice in un punk, piu' improntato verso un indie rock con influenze sixty pop e new wave. Female band con formazione a tre, proveniente da Olympia, stato di Washington, nata dalle ceneri di Heavens to Betsy ed Excuse 17, due gruppi della prima ondata del movimento riot grrrl. Indie rock con influenze punk, sixties pop, post hardcore, new wave e grunge, con un suono caratterizzato da una solida e trascinante base musicale e da articolati intrecci vocali stile anthemic punk, i cui riferimenti contemplano, Breeders, Siouxsie & the Banshees, Patti Smith, Nirvana e Fugazi.
Euro
29,00
codice 2114554
scheda
Sleater-kinney Sleater-kinney
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1995  sub pop 
indie 90
Ristampa con copertina pressoche' identica all'originale, inserto con testi, del primo minialbum della band, realizzato originariamente dalla Villa Villakula nel 1995 come 10", prima di "Call the doctor" (95). Registrato in una sola notte da Nick Carrol a Melbourne, prodotto da Tim Green insieme alla band, queste 10 tracce mettono in luce un indie rock 'riot girl' grezzo in un mix fra i Sonic Youth anni novanta e le Hole: un punk angoscioso ed esplosivo, le cui dinamiche risultano ancora da affinare, ma che prefigurano il grande spessore dei lavori successivi. Female band con formazione a tre, proveniente da Olympia, stato di Washington, nata dalle ceneri di Heavens to Betsy ed Excuse 17, due gruppi della prima ondata del movimento 'riot grrrl'. Indie rock con influenze punk, sixties pop, post hardcore, new wave e grunge, con un suono caratterizzato da una solida e trascinante base musicale e da articolati intrecci vocali stile anthemic punk, i cui riferimenti contemplano, Breeders, Siouxsie & the Banshees, Patti Smith, Nirvana e Fugazi.
Euro
29,00
codice 2114555
scheda
Sleater-kinney The hot rock
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1999  sub pop 
indie 90
Ristampa. Il quarto album, originariamente pubblicato nel febbraio del 1999 dalla Matador in Gran Bretagna e dalla Kill Rock Stars negli USA. Uscito dopo ''Dig me out'' (1997) e prima di ''All hands on the bad one'' (2000), questo e' considerato da alcuni critici il loro disco piu' cerebrale e dalle tinte piu' scure. Il trio americano opta per un sound un po' meno immediato e piu' complesso, che comunque non perde del tutto l'irruenza e l'immediatezza del punk rock e dello indie rock americano degli anni '90, alternando episodi tirati e diretti con altri piu' atmosferici ed intricati. Le Sleater-Kinney, la "all female band" di Olympia, stato di Washington, nata nel 1994 dalle ceneri di Heavens to Betsy ed Excuse 17, due gruppi della prima ondata del movimento "riot grrrl", presentano una formazione a tre e suonano un ironico, intelligente ed impegnato indie rock con influenze punk, sixties pop, post hardcore, new wave e grunge, caratterizzato da una solida e trascinante base musicale e da articolati intrecci vocali stile anthemic punk. Il gruppo viene messo a riposo nel 2006.
Euro
29,00
codice 2114556
scheda

Page: 84 of 104


Pag.: oggetti: