Hai cercato:  prezzo min 100∨iginale=usati --- Titoli trovati: : 804
«---  1 ... 4 5 6 7 8 9 10 11 12 ... 33  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
Caravan    If i could do it all over again i'd do it all over you
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  uk  1970  Decca 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Rara seconda stampa inglese, di pochissimo successiva alla prima tiratura e sovente venduta come tale, con catalogo SKL-R5052 (la "R" era assente nella prima tiratura) su copertina ed etichette, copertina pressata da "Robert Stace", laminata sul fronte, etichetta "Decca Blue Boxed", blu con scritte e logo argento, con logo in un rettangolo, ancora con l' anno di uscita in basso, trail off matrix sulle rispettive facciate "ZAL-9752.P-2W" e "ZAL-9753.P-4W". Pubblicato in Inghilterra nel settembre del 1970 dopo ''Caravan'' e prima di ''In the land of grey and pink'', non entrato in classifica ne' in Uk ne in Usa. Il secondo album , il primo lavoro in cui il gruppo di canterbury post wilde flowers elabora quel sound a meta' strada tra jazz, progressive e psychedelia che li contraddistinguera' per tutto il resto della carriera. il disco contiene significativi cambiamenti di stile rispetto al primo album, particolarmente importanti le partiture strumentali e la complessita' delle tessiture, la musica spazia ora dall' acoustic folk al rock elettrico e progressive, come dimostra la suite "With an Ear to the Ground", i passaggi strumentali creano paesaggi di natura postpsychedelica , i suoni si fanno sempre piu' ipnotici, scolpendo un sound che sara' di riferimento per tutta la scena europea nel corso di molti anni, tra i brani, "For Richard" chiusura dei concerti per oltre 30 anni, ed "Hello, Hello" che li fece giungere come ospiti a Top of the Pops.
Euro
100,00
codice 701502
scheda
Caravan    In the land of grey and pink (white/brown label, 2nd version)
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  uk  1971  deram 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
seconda comunque molto rara stampa inglese, pressata tra il marzo ed il maggio 1972, copertina apribile e laminata fronte e retro, indicazioni all' interno dell' indirizzo ''Decca House 9 Albert Embankment London S.E.1'' e dello stamper "Robert Stace", etichetta nella seconda versione, come la prima marrone e bianca ma con scritte sia in alto che in basso lungo la circonferenza (ed il logo "Deram" piu' grande che nella versione precedente), ed ancora senza anno di pubblicazione a destra ma in basso, catalogo SDL-R1 su etichetta e copertina, trail off matrix "ZAL10424.P-ID" (lato A) e "ZAL10425.P-ID" (lato B). Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1971 dopo ''If I Could Do It...'' e prima di ''Waterloo Lily'', non entrato nelle classifiche UK ne' in quelle USA. Il terzo album. E' una delle opere piu' note del progressive britannico e principale testo del Canterbury Sound, e' l'ultimo lavoro della formazione classica che si disperdera' di li' a poco, con David Sinclair che si unira' nell'agosto del 1971 a Robert Wyatt nei Matching Mole. Il disco, vista la sua rilevanza artistica e storica, merita un' analisi e soprattutto un ascolto attento e non superficiale. I testi sono un tipico esempio di humor britannico, cinici e metaforici e carichi di satira sociale e nonsense, ma con momenti assai drammatici ed altri assolutamente sognanti, la musica e' un perfetto esempio di fusione tra folk, psychedelia, progressive, jazz, con richiami al lavoro di Traffic, Soft Machine, Family, Egg, ma l'organo ed il sax sono gli strumenti qui maggiormente in evidenza, specie nella lunga suite ''Nine Feet Underground'' che divisa in movimenti occupa da sola la seconda facciata e che fa da contrasto ai ritmi piu' cool e jazzati di ''Winter Wine'', dal meraviglioso testo tolkieniano, i continui passaggi da partiture lente ed atmosferiche a furiose cavalcate strumentali ricordano i migliori King Crimson o i Soft Machine del terzo album, da notare poi la splendida ''Golf Girl'', dalle liriche veramente poetiche ed ispirate. Un album di enorme spessore artistico, che riunisce in se' le molte anime della musica britannica dei primi anni '70 e che a distanza di oltre trenta anni non cessa di stupire per la sua originalita' e raffinatezza. Indispensabile.
Euro
100,00
codice 239205
scheda
Caravan    Waterloo lily
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  uk  1972  deram 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
stampa inglese intermedia tra la prima e la seconda tiratura di pochissimo successiva rispetto alla prima, catalogo su copertina SDL-R8 (seconda tiratura), ma sul vinile ancora l' originario catalogo SDL8, copertina apribile con indirizzo "Decca House, 9 Albert Embankment London SE1 7SW'' stampata da Robert Stace (indicazioni presenti all' interno), vinile con la primissima etichetta bianca e marrone con logo Deram grande e scritte sia in alto che in basso lungo la circonferenza, senza piccolo logo ''r'' dopo il logo "Deram", trail off stampato a macchina "ZAL 11258 P 3W" (lato A) e "ZAL 11259 P 3 W", copia ancora fornita della originaria busta interna bianca e azzurra "stereo" della Decca (Deram). Pubblicato in Inghilterra nel giugno del 1972 dopo ''In the land of grey and pink'' e prima di ''For girls who grow plump in the night'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il quinto album. La prima opera registrata senza David Sinclair, che lascia il gruppo prima dell' inizio delle registrazioni per i Matching Mole e viene sostituito da steve miller, gia' con i delivery, e grande appassionato di jazz, ed infatti, in questo disco gli elementi folk e progressive sono in secondo piano ed e' l'anima canterburiana degli inizi a sbocciare nuovamente, confezionando un lavoro degno del successivo e del precedente. il disco e' suonato in maniera incredibile, gli accenti rock fusion sono evidentissimi, il piano elettrico e' utilizzato spesso come solista, le chitarre sono liquidissime e non mancano momenti in cui il suono si accosta a quello del passato, '' the love in your eyes suite'' ne e' un esempio. un album diverso e pieno di magia ma anche uno dei piu' grintosi e adrenalinici registrati dal gruppo.
Euro
120,00
codice 245018
scheda
Caravan    Waterloo lily
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1972  deram 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima molto rara stampa inglese, di pochissimo precedente rispetto alla seconda, con l' originario catalogo su etichetta e copertina SDL8, copertina apribile con indirizzo "Decca House, 9 Albert Embankment London SE1 7SW'' stampata da Robert Stace (indicazioni presenti all' interno), etichetta bianca e marrone con logo Deram grande e scritte sia in alto che in basso lungo la circonferenza, senza piccolo logo ''r'' dopo il logo "Deram", trail off stampato a macchina "ZAL 11258 P 3W" (lato A) e "ZAL 11259 P 3 W", copia ancora fornita della originaria busta interna bianca e azzurra "stereo" della Decca (Deram). Pubblicato in Inghilterra nel giugno del 1972 dopo ''In the land of grey and pink'' e prima di ''For girls who grow plump in the night'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il quinto album. La prima opera registrata senza David Sinclair, che lascia il gruppo prima dell' inizio delle registrazioni per i Matching Mole e viene sostituito da steve miller, gia' con i delivery, e grande appassionato di jazz, ed infatti, in questo disco gli elementi folk e progressive sono in secondo piano ed e' l'anima canterburiana degli inizi a sbocciare nuovamente, confezionando un lavoro degno del successivo e del precedente. il disco e' suonato in maniera incredibile, gli accenti rock fusion sono evidentissimi, il piano elettrico e' utilizzato spesso come solista, le chitarre sono liquidissime e non mancano momenti in cui il suono si accosta a quello del passato, '' the love in your eyes suite'' ne e' un esempio. un album diverso e pieno di magia ma anche uno dei piu' grintosi e adrenalinici registrati dal gruppo.
Euro
240,00
codice 242685
scheda
Catapilla    catapilla
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1972  vertigo 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
la prima rarissima stampa inglese, bella copia con scritta a penna biro "B1304" sulla copertina, copertina apribile pressata da "Howards Printers" come indicato all' interno, etichetta in bianco e nero con spirale, scritta Vertigo sopra il foro centrale sul lato B, dove l' anno di uscita a destra e' all' altezza del foro centrale, trail off matrix "...1Y//1..." e "...2Y//1...", copia corredata di inner sleeve della Vertigo con spirale. Uscito su Vertigo nel 1971, il primo dei due albums, pubblicato prima di ''Changes'', e considerato da molti come uno dei capolavori assoluti del progressive britannico, nonche' uno dei migliori albums usciti su Vertigo. La band si forma in Inghilterra come trio nel 1969 con Robert Calvert al sax, Anna Meek alla voce e Graham Wilson alla chitarra, a loro si aggiungono altri quattro elementi prima della pubblicazione del primo album, tre dei quali cambieranno prima dell' uscita del secondo. La loro musica e' particolarissima, eterea, sospesa tra progresive, jazz, elementi folk, strutturata in brani lunghi ed in cui l'improvvisazione gioca un ruolo fondamentale, con un feeling spirituale e cristallino e la voce di Anna Meek in primo piano, la band aveva un sono davvero originalissimo ed i loro albums continuano ad essere tra i piu' ricercati dell'intero movimento.
Euro
500,00
codice 239677
scheda
Cave stuart - sandy cave    Dawn on sunday
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1977  profile 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima rarissima stampa, pressata solo in Gran Bretagna, label ruvida gialla e nera con scritte nere e logo Profile giallo su campo nero in alto, catalogo GMOR143. Uscito nel 1977 su Profile in Gran Bretagna, pressato in poche decine di copie e mai venduto nei negozi, ''Dawn on sunday'' e' un concept albun dall'ispirazione mistica e religiosa, completamente acustico, prodotto dal duo britannico con la angelica voce di Sandy Cave e le chitarre acustiche a 12 e 6 corde, il mandolino, il banjo ed il canto di Stuart Cave, coadiuvati dal bassista Bob Smithson e dal batterista John Greville. Annoverato fra le migliori e piu' rare pubblicazioni della label britannica Profile, Il disco si struttura in quattordici brani quasi completamente acustici, nei quali e' palese l'ispirazione folk anglosassone (britannica ma anche country folk americana, in minor misura), evidenziata anche dalla presenza di alcuni traditionals riarrangiati, ma sia questi che le composizioni originali del duo sono di tema fortemente religioso. Le atmosfere dell'album sono distanti da quelle malinconiche e spesso brumose del classico folk britannico degli anni '60 e '70, sostituite dai Cave con toni piu' solari e carichi di speranza, espressione dell'ispirazione religiosa dell'opera, che coniuga in modo sorprendente aspetti anche importanti del folk revival inglese con quelli della musica popolare di ispirazione cristiana che era emersa nei tardi anni '60 e nel decennio successivo nel mondo anglosassone e non solo.
Euro
110,00
codice 328945
scheda
Chapman michael    rainmaker
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1969  Harvest 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
prima davvero rarissima stampa inglese, di pochi mesi precedente alla seconda tiratura, copertina apribile laminata fronte e retro, etichetta verde chiaro e verde scuro senza piccolo logo Emi e con scritta lungo la circonferenza in alto che inizia con "The Gramophone co...", e soprattutto con l' indicazione "Sold in the Uksubject to resale..." in 4 linee...." in alto a sinistra, indicazione scomparsa nella seconda stampa, trail off matrix "...A-2G" e "...B-2G" sulle rispettive facciate. Registrato con Danny Thompson, Rick Kemp, Barry Morgan, Clem Clempson, Alex Dmochowski, Norman Haynes e Aynsley Dunbar. Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1969 prima di ''Fully qualified survivors'', il primo bellissimo album. Salutato come un piccolo miracolo dalla critica all' epoca della sua uscita cosi' come oggi, questo "Rainmaker", vero masterpiece misconosciuto ai piu' al di fuori della Gran Bretagna, pieno di originalita', arrangiamenti complessi, pulsioni eletttroacustiche perfettamente calibrate, composizioni eccellenti, rimane ancora oggi come uno dei principali lavori del British folk-rock in assoluto. Con uno stile di chirtarra a meta' tra John Martyn e Bert Jansch e testi poetici e surreali, originalissimi, brani del calibro e della forza di "It Didn't Work Out" o "No One Left to Care", Chapman riese a fondere le pulsioni piu' rock con il folk ed il blues con una misura ed una classe senza precedenti, persino gli strumentali, come nel caso del leggendario e davvero magnifico "Thank You, P.K., 1944," sono originalissimi sia nella composizione che negli arrangiamenti. un capolavoro assoluto del genere ed uno dei dischi, nel suo ambito, piu' influenti e considerati degli ultimi 30 anni con niente da invidiare ai migliori Richard Thompson o Roy Harper.
Euro
180,00
codice 229890
scheda
Chapman michael    Window
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1970  Harvest 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa inglese, copertina apribile in cartoncino "textured" fronte e retro, pressata da "Garrod & Lofthouse" come indicato all' interno, etichetta verde chiaro e verde scruro SENZA LOGO EMI e con scritta lungo la circonferenza che inizia con "THE GRAMPHONE CO'', trail off matrix "A-2U" e "B-2U" (non sono riportate matrici precedenti di questo disco). Pubblicato in Inghilterra nel novembre del 1970 dopo ''Fully qualified survivor'' e prima di ''Wrecked again'', non entrato nelle classifiche Uk e non pubblcato in Usa. Il terzo album. Uno dei lavori piu' sottovalutati ma spettralmente belli dell' intero catalogo di Michael Chapman', prodotto da Gus Dudgeon che mette a fuoco l'ispirazione del musicista, contiene brani straordinari, tra i piu' belli della discografia di Chapman, quali "An Old Man Remembers", "Lady on the Rocks/Song for September", "First Lady Song", "Last Lady Song", la magnifica, scarna "In the Valley" (la cui profondita' espressiva e' molto vicina a Nick Drake) e "She Came in Like the '6:15' and Made a Hole in the Wall" cantata (dicono le note di copertina) da "Massed Voices of the Dean Teagarden Singers, featuring the Screaming Skull, the Bombay Banger, and Arthur Dogg", il che la dice lunga sulla stranezza dell'opera, lontanissima dal folk e pienamente progressive nello spirito.
Euro
135,00
codice 237905
scheda
Charlatans    charlatans
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1969  philips 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
Prima molto rara stampa americana, copertina cartonata (con microhole promozionale in alto a destra e lievi segni di invecchiamento), etichetta nera SENZA scritte in basso. Pubblicato in Usa nel 1969, non entrato nelle classifiche Usa ne' in quelle Uk. Il primo ed unico album della prima e piu' leggendaria band psichedelica di San Francisco. Un pezzo di storia. Precursori della psichedelia californiana, da San Francisco, registrarono nel '66 un album per la etichetta Kamasutra che, in equilibrio tra folk, country ed accenni psichedelici, sarebbe forse stato tra i piu' importanti della scena americana dell' epoca, ma venne pubblicato, in forma non ufficiale, solo molti anni dopo. Questo loro unico album ''ufficiale'' che venne pubblicato nel '69 dalla Philips e' il buon frutto di una temporanea ricostituzione, con i soli Mike Wilhelm e Richard Olsen della originaria formazione; si tratta di un ottimo lavoro, non solo di una testimonianza essenziale dell' era di San Francisco, anche se lontana da quella del 1967/68, L' atmosfera e' roots e folky, i brani, molto melodici, ricordano i primissimi Jefferson Airplane, con un attitudine che coglie, al pari dei contemporanei Byrds, Dylan, Grateful Dead, il momento ''naturalistico'' del ritorno alle radici della fine del decennio e l'inizio della cultura hippie. Registrato questo disco, Wilhelm fu molto attivo dal vivo con i Loose Gravel e come solista, per poi entrare nel '76 nei Flamin' Groovies. Dan Hicks, batterista fino al '68, formo' gli Hot Licks, incidendo alcuni validi albums, tra ironia, rivisitazione di stili della tradizione musicale americana e jazz. Mike Ferguson, pianista della prima formazione, e Lynn Huges, cantante su due brani dell' album su Philips, incisero un lp a nome Tongue and Groove, dopo del quale la Huges pubblico' prima un album a proprio nome, poi altri con gli Stoneground.
Euro
150,00
codice 238012
scheda
Chicken shack    100 ton chicken
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1969  blue horizon 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima assai rara stampa inglese, copertina apribile "unipak", con apertura per il disco all' interno, etichetta azzurra con scritte blu, trail off matrix "...A1" e "...B1". Pubblicato in Inghilterra dalla Blue Horizon nel settembre del 1969 dopo ''Ok Ken'' e prima di ''Accept Chiken shack''. Il terzo album. Lavoro che vede un suono assa piu' duro e l' abbandono degli arrangiamenti fiatistici, contiene brani storici del calibro di ''Look ma, i'm crying'' o '' Still worried about my woman''. Nonostante la grande qualita' del materiale, il disco non trovo' nel pubblico le accoglienze calorose riservategli dalla critica, gli anni del 'British Blues'' stavano terminando, Christine Mc Vie era stata eletta miglior cantante femminile dal pool di Melody Maker del 1969 ed il manager del gruppo inizio' a fare pressione perche' si dedicasse alla carriera solista, infatti la Mc Vie lascera' la band prima dell' uscita di questo album e dopo un disastroso tour Inglese solista si unira' ai Fleetwood Mac. Gli inglesi Chicken Shack si formarono a Birmingham nel 1965 e dopo un lungo periodo di gavetta che li vide anche allo Star Club di Amburgo in Germania, firmarono, insieme ai Fleetwood Mac, per la Blue Horizon di Mike Vernon: questo fa si che con la pubblicazione di sette album, tra il 1968 ed il 1974, fossero riconosciuti dalla critica internazionale come uno dei principali e piu' innovativi gruppi del movimento British blues, del quale furono alfieri insieme al sopracitato gruppo di Peter Green e Mick Fleetwood. Si sciolsero alla fine del 1973 dopo un tour tedesco e dopo numerosi cambi di formazione, che lasciarono Stan Webb come unico membro costante; quest'ultimo riformo' i Chicken Shack alla fine degli anni '70.
Euro
180,00
codice 242141
scheda
Chicken shack    40 blue fingers freshly packed and ready to serve
Lp [edizione] originale  mono  uk  1968  blue horizon 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa inglese nella ultrarara versione mono, in catalogo per poche settimane e per lungo tempo nemmeno riportata dal Record Collector; copertina laminata fronte e retro, pressata da "Ernest J.Day & Co", etichetta azzurra ruvida con scritte blu, senza scritta ''stereo'', catalogo 7-63203. Pubblicato in Inghilterra nel lugiodel 1968 prima di ''Ok Ken'', giunto al numero 12 delle classifiche Uk e non entrato in quelle Usa, il primo album. Uno dei capolavori assoluti del british blues, non inferiore ai lavori dei primi Fleetwood Mac o John Mayall, questo esordio e' insieme al secondo capitolo l'unico registrato con la perfect in formazione alla voce e piano, ( rimasta nel gruppo dall' aprile del 1967, proveniente dai sound of blue al 1969, quando sposato john mc vie lascera' il gruppo per raggiungere il marito nei fleetwood mac), stan webb alla voce e chitarra, andy sylvester al basso e dave bidwell alla batteria, e' un capolavoro assoluto in perfetto equilibrio tra blues e progressive con brani lenti ed atmosferici, dove la creativita' e la tecnca strumentale del guppo raggiungono il loro acme creativo, l'opera vede brani di BB.King, John Lee Hooker, Buddy Guy e Freddie King, oltre a due originali, venne cosi' recensito all'epoca della sua uscita da Melody Maker '' Definitely one of the most inventive blues group in the country musically reach moments of great excitement especially o stan webb's extended giutar solos'' . Si formano a birmingham nel 1965, dopo un periodo di gavetta che li vide anche allo star club di amburgo, firmano, insieme ai fleetwood mac, per la blue horizon di mike vernon, questo fa si che con la pubblicazione di sette albums, tra il 1968 ed il 1974, siano riconosciuti dalla critica internazionale come uno dei principali e piu' innovativi gruppi del blues revival inglese.
Euro
180,00
codice 242140
scheda
Chicken shack    o.k. ken?
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1968  blue horizon 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima assai rara stampa inglese in stereo, copertina apribile e laminata fronte retro, con adesivo "Stereo" sul retro, etichetta azzurra con logo e scritte blu, trail off matrix che finisce con "A1" e "B1" sulle rispettive facciate. Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1968 dopo ''40 blue fingers...'' e prima di ''100 ton chiken'', non entrato nelle classifiche inglesi ne' in quelle Usa. Il secondo album. Registrato a Londra in due giorni, il 22 e 23 ottobre del 1968, prodotto da Mike Vernon, e' questo l' ultimo lavoro con Christine (McVie) Perfect alla voce e tastiera, transfuga nel 1969 nei Fleetwood Mac (dove raggiunge il neomarito John McVie, da qui il cambio di cognome), Stan Webb alla chitarra, Andy Silvester al basso e Dave Bidwell alla batteria; si chiude qui il primo periodo del gruppo, considerato unanimemente come il piu' creativo e interessante della band, si riformeranno poi con elementi diversi l' anno successivo e produrranno lavori dalle alterne fortune per tutti gli anni '70 ed oltre. Gli inglesi Chicken Shack si formarono a Birmingham nel 1965 e dopo un lungo periodo di gavetta che li vide anche allo Star Club di Amburgo in Germania, firmarono, insieme ai Fleetwood Mac, per la Blue Horizon di Mike Vernon: questo fa si che con la pubblicazione di sette album, tra il 1968 ed il 1974, fossero riconosciuti dalla critica internazionale come uno dei principali e piu' innovativi gruppi del movimento British blues, del quale furono alfieri insieme al sopracitato gruppo di Peter Green e Mick Fleetwood. Si sciolsero alla fine del 1973 dopo un tour tedesco e dopo numerosi cambi di formazione, che lasciarono Stan Webb come unico membro costante; quest'ultimo riformo' i Chicken Shack alla fine degli anni '70.
Euro
145,00
codice 225297
scheda
Chicken shack    o.k. ken? (Mono)
Lp [edizione] originale  mono  uk  1968  blue horizon 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima assai rara stampa inglese IN MONO, copertina apribile e laminata fronte retro, etichetta (con piccola scritta a penna biro sul lato B) azzurra con logo e scritte blu, senza "Stereo", catalogo 7-632029, trail off matrix che finisce con "A1" e "B1" sulle rispettive facciate. Pubblicato in Inghilterra nel maggio del 1968 dopo ''40 blue fingers...'' e prima di ''100 ton chiken'', non entrato nelle classifiche inglesi ne' in quelle Usa. Il secondo album. Registrato a Londra in due giorni, il 22 e 23 ottobre del 1968, prodotto da Mike Vernon, e' questo l' ultimo lavoro con Christine (McVie) Perfect alla voce e tastiera, transfuga nel 1969 nei Fleetwood Mac (dove raggiunge il neomarito John McVie, da qui il cambio di cognome), Stan Webb alla chitarra, Andy Silvester al basso e Dave Bidwell alla batteria; si chiude qui il primo periodo del gruppo, considerato unanimemente come il piu' creativo e interessante della band, si riformeranno poi con elementi diversi l' anno successivo e produrranno lavori dalle alterne fortune per tutti gli anni '70 ed oltre. Gli inglesi Chicken Shack si formarono a Birmingham nel 1965 e dopo un lungo periodo di gavetta che li vide anche allo Star Club di Amburgo in Germania, firmarono, insieme ai Fleetwood Mac, per la Blue Horizon di Mike Vernon: questo fa si che con la pubblicazione di sette album, tra il 1968 ed il 1974, fossero riconosciuti dalla critica internazionale come uno dei principali e piu' innovativi gruppi del movimento British blues, del quale furono alfieri insieme al sopracitato gruppo di Peter Green e Mick Fleetwood. Si sciolsero alla fine del 1973 dopo un tour tedesco e dopo numerosi cambi di formazione, che lasciarono Stan Webb come unico membro costante; quest'ultimo riformo' i Chicken Shack alla fine degli anni '70.
Euro
160,00
codice 35196
scheda
Chillum (second hand)    chillum (+ photo!)
lp [edizione] originale  stereo  uk  1971  mushroom 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
la prima rarissima stampa inglese, COPIA CORREDATA DEL RARO INSERTO FOTOGRAFICO, copertina (con qualche segno di invecchiamento) con logo Mushroom "timbrato" a destra in basso sul fronte, flipback sul retro, etichetta bianca con logo centrale marrone, catalogo 100MR11. Originariamente pubblicato in Inghilterra su Mushroom nel 1971 dopo i due lp a nome Second Hand e prima del demo lp a nome Fungus, questo e' l'unico album ad uscire a nome Chillum. Sostanzialmente e' il terzo lavoro dei Second Hand , come dimostrano le partiture di organo identiche nello stile, e vede come fonte ispirativa la follia di ''Death May Be Your Santa Claus'' piu' che la solidita' di ''Reality'', con melodie post psichedeliche, grandi tastiere e chitarre fuzz, definitivamente un lavoro piu progressive, underground e complesso rispetto ai due precedenti a nome Second Hand. Guidati dal cantante e tastierista Ken Elliot, i Second Hand nascono dai Moving Finger verso il 1968: il cambio di nome era dovuto all'esistenza di un'altra band chiamata Moving Finger. Il gruppo viene messo sotto contratto dalla Polydor e pubblica nello stesso anno il primo album ''Reality'', disco sorprendente per quanto poco conosciuto, in cui cio' che resta della stagione psichedelica inglese si incontra con i virgulti del rock progressivo. Il secondo album ''Death may be your Santa Claus'' esce circa tre anni dopo, nel 1971, dopo che il gruppo ha subito un massiccio cambiamento nell'organico, ed ha toni piu' sperimentali e progressivi. Il gruppo si ribattezza poco dopo con il nome di Chillum, pubblicando un raro album eponimo, sempre nel 1971.
Euro
190,00
codice 242835
scheda
Chocolate watchband    no way out ( NO ''by Capitol'' )
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1967  tower 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Very good rock 60-70
Prima incredibilmente rara stampa americana, copia con moderatri segni di invechciamento su copertina e vinile, copertina cartonata, etichetta arancione nella originaria versione con scritta in basso "Mfd. in USA", ma SENZA "...by Capitol..." (la scritta ''by Capitol'' e' presente sulle etichette Tower dalla meta' del 1968 in poi), catalogo ST5096. Pubblicato in usa nel settembre del 1967 prima di "the iner mystique", Non entrato nelle classifiche usa ne' in quelle uk, "No Way Out" e' certamente uno dei capolavori assoluti del garage psychedelico e della musica underground di ogni tempo, inciso dopo soli 15 mesi dalla nascita del gruppo, periodo nel quale la band aveva peraltro pubblicato 4 singoli che per la loro originalita' e potenza avevano calamitato l'attenzione della critica, da questi 45 due brani, "Are You Gonna Be There (At the Love-In)" e "No Way Out", furono inseriti in questo lp, che vede alcune note pecurialita' relative alla produzione di Ed Cobb; i due succitati singoli e le covers di Chuck Berry "Come On" (assai vicina al suono dei primi Rolling Stones) e quella acidissima di Bo Diddley "Gone and Passes By" furono effetivamente registrati dall'intero gruppo e pubblicati nella forma scelta, mentre le altre sei tracce furono sostanzialmente modificate dalla produzione durante le registrazioni, in "Let's Talk About Girls", "In the Midnight Hour" e "Hot Dusty Road", il cantante David Aguilar e ' sostituito da Don Bennett (co-autore di "Are You Gonna Be There (At the Love-In)"), nei due strumentali "Expo 2000" e "Dark Side of the Mushroom", figurano musicisti di studio assemblati dal tecnico di registrazione Richie Podolor, mentre "Gossamer Wings" e' un esperimento di totale psychedelia ripreso dal lato B del singolo del 1966 "Loose Lip Sync Ship''. Nonostante la sua genesi bizzarra, l'album e' senza ombra di dubbio uno dei masterpieces assoluti del garage punk e della psychedelia di ogni epoca ed in episodi quali "Gone and Passes By" e "No Way Out" per la prima volta si uniscono la sensibilita' del primo punk ad influenze orientali, che coniugano i suoni del sitar al beat di Bo Diddley con il blues, costruendo un originalissimo ragarock che porta alle estreme conseguenze lo stile dei migliori Jefferson Airplane. Sicuramente uno degli albums essenziali degli interi anni '60.
Euro
280,00
codice 242360
scheda
Chrome    chrome box (expanded!)
LPBOX [edizione] nuovo  stereo  usa  1976  cleopatra 
punk new wave
splendido cofanetto in cartone rigido con effetto telato, con scritte e disegni argento su sfondo nero, apribile sollevando la parte anteriore, senza barcode, con sette albums (ciascuno fornito di rispettiva copertina), in vinile 180 grammi, ed un ricco booklet di 40 pagine a colori, con note e foto. Uscito nel dicembre del 2014, pressato in sole 1000 copie, si tratta della ristampa del rarissimo "Chrome Box" uscito nel 1982 su Subterranean / Siren ma con un album aggiunto per l' occasione. "Into the Eye Of The Zombie King" (il settimo vero album, originariamente pubblicato solo in Francia su etichetta Mosquito, il primo lavoro realizzato dalla gloriosa sigla dopo il definitivo trasferimento in Europa e soprattutto dopo l' abbandono di Helios Creed, opera del solo Damon Edge e di nuovi compagni di viaggio), che va ad aggiungersi ai dischi gia' originariamente presenti delle leggendaria band di San Francisco: "Alien Soundtracks" (secondo album, 1977), "Half Machine Lip Moves" (terzo album, 1979) e "Blood On The Moon" (quinto album, 1981), "No Humans Allowed" (album di materiale inedito, pubblicato per la prima volta nel box del 1982 ma presto pubblicato anche separatamente), ed i due volumi "Chronicles 1" (con i brani "Anorexic Sacrifice", "Tribes", "Open Up (Locust Door)" e "Wings Born In The Night") e "Chronicles 2" (con i brani "Beacons To The Eye", "Gehenna Lion" e "Gehenna To Canaan"), anch' essi con materiale inedito sul album.
Euro
168,00
codice 2052061
scheda
City (carole king)    Now That Everything' s Been Said
lp [edizione] originale  stereo  usa  1968  ode 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
la davvero molto rara prima stampa americana, nella originaria versione con copertina a colori, copertina cartonata che presenta una microforatura promozionale in alto a sinistra, etichetta gialla con scritte e logo neri, ristampato con copertina in bianco e nero negli anni '70. L' unico album della rock band di Los Angeles con alla voce Carole King, compositrice di enorme successo per tutti i '60 in coppia con l' allora marito Gerry Goffin. The City fu il suo primo concreto tentativo di trovare dei riscontri come cantante, dopo sparuti singoli usciti a suo nome; con lei nel gruppo Charlie Larkey, proveniente dai Fugs, Michael Ney ex-Clear Light e Danny Kortchmar, gia' con i Flying Machine di James Taylor. Questo gruppo, iniziata la fortunata carriera solista della King, prosegui' in parte come Jo Mama. Ma Larkey, che aveva nel frattempo sposato la King, la accompagno' spesso in dischi e tour, cosi' come Kortchmar, che realizzo' piu' tardi un disco solista e fu con Section e Attitudes.
Euro
120,00
codice 221000
scheda
Clapton eric    blues (5lps box)
LPBOX [edizione] nuovo  stereo  usa  2011  reprise 
rock 60-70
box in cartone pesante rigido, copertina ruvida, adesivo di presentazione sul cellophane, contenente un inserto in cartoncino con foto a colori e soprattutto tra albums, di cui due doppi (per un totale di 5 lps), ciascuno contenuto nella rispettiva copertina, in cartoncino pesante apribile, in vinile 180 grammi per audiofili. Si tratta della "triglogia blues" del grande chitarrista inglese, ovvero dei tre albums "From the Cradle" (settembre 1994), "Riding with the King" (coaccreditato a B.B.King, dicembre 2000) e "Me and Mr. Johnson" (marzo 2004), omaggi assolutamente espliciti ed inequivocabili alla fonte da sempre primaria dell' ispirazione di Clapton: il blues, tutti lontano da qualunque tentazione "pop" e commerciale, tali da riconsegnare finalmente lo "slowhand" dei Bluesbreakers di John Mayall, operazioni di grande spessore artistico ed eccellente impatto auditivo.
Euro
120,00
codice 2027301
scheda
Climax chicago blues band    climax chicago blues band
lp [edizione] originale  stereo  uk  1969  parlophone 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
Prima molto rara stampa inglese, copertina con diversi segni di invecchiamento, pressata da "Garrod & Lofthouse" e flipback sul retro su tre lati, etichetta Parlophone yellow black con scritta lungo la circonferenza che inizia con ''Th Gramophone Co'' e CON ''Sold in the uk subject to resale price conditions see price list'' sopra il foro centrale, catalogo PCS7069. Pubblicato dalla Parlophone in Inghilterra nel febbraio del 1969 ed uscito anche negli USA su Sire, prima di ''Plays on'' (1970), non entrato nelle classifiche britanniche ne' in quelle USA. Il primo album. Il debutto della Climax Chicago Blues Band (piu' tardi toglieranno ''Chicago'' dal nome) fu registrato in due giorni in mesi diversi nel 1968. Uno dei capolavori assoluti del British blues revival, l'esordio della Climax beneficia delle straordinarie partiture chitarristiche di Peter Haycock e del tastierista Art Wood. Il repertorio affonda le sue radici nel piu' fumoso ed oscuro blues di Chicago (''Mean Old World'', ''Insurance'', ''Wee Baby Blues'', ''Don't Start Me to Talkin''') ma vede anche composizioni originali dallo stile gia' sicuro e non inferiore ai migliori Fleetwood Mac, come ''And Lonely'', ''Looking for My Baby'', ''Going Down This Road'' e ''You've Been Drinking''. Peculiare poi la voce di Colin Cooper, che conferisce un tocco di originalita' alle tracce. Certamente una delle pietre miliari del'intero British blues. Questo gruppo inglese si formo' nei tardi anni '60 nell'area di Stafford, inizialmente sotto la forte influenza del blues elettrico di Chicago, come indicava anche la loro originaria denominazione (Climax Chicago Blues Band), che in alcune occasioni si lascio' contaminare dal prog nel secondo lp, per poi tornare ad un duro e rovente blues rock; rimasero in attivita' anche negli anni '80, e riapparirono anche nel 1994, con l'album ''Blues from the attic''.
Euro
125,00
codice 46916
scheda
Cluster    1971-1981 (9lp box)
LPBOX [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  bureau b 
rock 60-70
edizione limitata di 1000 copie, 9 albums contenuti in un box di cartone rigido, apribile sollevando il coperchio frontale, con booklet ricco di note e foto, ciascun album contenuto nella rispettiva copertina. Si tratta dei sette albums pubblicati dallo storico duo tedesco di Roedelius e Moebius (gia' in trio con Conrad Schnitzler nei Kluster) tra il 1971 ed il 1981, a cui si aggiungono l' album "After the Heat" uscito nel 1978 a nome Eno, Moebius, Roedelius ed un album dal vivo inedito all' epoca della pubblicazione del cd, poi pubblicato anche separatamente nel 2017, "Konzerte 1972/1977", con una facciata registrata ad Amburgo nel 1972 e l' altra a Metz nel 1977. Questa la lista degli albums inclusi: "Cluster 71" (1971), "Cluster II" (1972), "Zuckerzeit" (1974),"Sowiesoso"(1976), "Cluster & Eno" (1977), "After The Heat" (accreditato a Eno, Moebius, Roedelius, 1978), "Grosses Wasser" (1979), "Curiosum" (1981), "Konzerte 1972/1977" (live inedito). I Cluster, importante gruppo berlinese di musica elettronica e sperimentale, si formano nel 1971 sulle ceneri dei Kluster, leggendario gruppo d'avanguardia, ad opera di Dieter Moebius ed Hans Joachim Roedelius. Assai influenti sul lungo periodo, i Cluster esordiscono con un primo album eponimo nel 1971, assai apprezzato dalla critica, e proseguono con ''II'' (1972) e con il piu' accessibile ''Zuckerzeit'' (1974), considerato da alcuni il loro album piu' influente. La loro musica e' vicina ai Tangerine Dream piu' cosmici, ma anche alle atmosfere piu' industriali di gruppi come i Kraftwerk. Successivamente incidono anche con Brian Eno e formano il super gruppo Harmonia con Michael Rother dei Neu!, attivo intorno alla meta' del decennio. Dopo una pausa nel corso degli anni '80, i Cluster tornano ad esibirsi nel decennio successivo fino al 1997.
Euro
189,00
codice 2061990
scheda
Cluster    cluster 2
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1972  brain 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima molto rara stampa tedesca, copia con moderati segni di invecchiamento sul vinile, copertina apribile laminata all' esterno, etichetta verde con logo nero in alto "Brain Metronome", catalogo BRAIN1006. Il secondo album dei Cluster,, uscito dopo il primo eponimo album (1971) e prima di ''Zuckerzeit'' (1974), inciso con Conny Plank, questo secondo album vede il duo sperimentale elettronico di Roedelius e Moebius proporre un innovativo approccio alla musica elettronica, attraverso lunghe e siderali composizioni strumentali dominate da tastiere, spettrali impulsi elettronici e chitarre ipnotiche che si situano fra la musica cosmica dei primi Tangerine Dream ed i prodromi della musica industriale e dell'ambient. Uno dei dischi piu' importanti dell'elettronica tedesca dei primi anni '70, e' il primo della saga Kluster/Cluster in cui i brani hanno il titolo. I Cluster, importante gruppo berlinese di musica elettronica e sperimentale, si formano nel 1971 sulle ceneri dei Kluster, leggendario gruppo d'avanguardia, ad opera di Dieter Moebius ed Hans Joachim Roedelius. Assai influenti sul lungo periodo, i Cluster esordiscono con un primo album eponimo nel 1971, assai apprezzato dalla critica, e proseguono con ''II'' (1972) e con il piu' accessibile ''Zuckerzeit'' (1974), considerato da alcuni il loro album piu' influente. La loro musica e' vicina ai Tangerine Dream piu' cosmici, ma anche alle atmosfere piu' industriali di gruppi come i Kraftwerk. Successivamente incidono anche con Brian Eno e formano il super gruppo Harmonia con Michael Rother dei Neu!, attivo intorno alla meta' del decennio. Dopo una pausa nel corso degli anni '80, i Cluster tornano ad esibirsi nel decennio successivo fino al 1997.
Euro
180,00
codice 243563
scheda
Cochran eddie    sittin' in the balcony/dark...
78 [edizione] originale  mono  usa  1957  liberty 
  [vinile]  Excellent blues rnr coun
rara ma rara prima stampa originale usa, etichetta verde petrolio con scritte argento e scritta "Lyberty"argento in alto con sopra la statua della libert… che spunta dalla scritta ed in basso il logo della liberty, numero di catalogo 55056, del primo singolo inciso per la Lyberty dal grande chitarrista. "Sittin' in the balcony" fu per Cochran il primo grande successo (Top 40 di Billboard). Nato in Oklahoma ma presto trasferitosi in Minnesota ed in seguito ad East Los Angeles. Influenzato dal country, country boogie, R&B e jazz, in seguito all' incontro con Elvis Presley, si dedica al Rock 'n' Roll. Uno dei primi musicisti ad utilizzare la tecnica dell' overdubbing. Dopo la prematura scomparsa nel '59 del grande amico Buddy Holly, trasurer… la routine dei tours e si dedicher… maggiormente all' attivit… di musicista sperimentatore e produttore—, apparendo sempre con un' altra serie di pseudonimi. Nel '60 suona insieme all' amico Gene Vincent a Londra. Le tracce del suo pioneristico lavoro alla chitarra sono presenti in tutto il rock, soprattutto quello inglese.
Euro
250,00
codice 300865
scheda
Cohen leonard    songs of leonard cohen (+ insert)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1968  columbia 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent rock 60-70
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA, prima sempre piu' rara stampa americana, copertina cartonata nella versione con il nome dell' artista scritto sul fronte, sopra la foto, su una riga e non su due, copia corredata del raro inserto ripiegato in tre con i testi, etichetta rossa con logo bianchi e scritta "360 sound 'stereo' ..." in bianco in basso, senza "Stereo" a sinistra sotto il numero di catalogo, catalogo CS9533. Pubblicato in Usa nel febbraio del 1968 prima di ''Songs from a room'', giunto al numero 83 delle classifiche Usa ed al numero 13 di quelle Uk. Il primo album. Prodotto da John Simon, suonato e composto dal solo Cohen con la chitarra acustica e l'aiuto di musicisti di studio, e' questo uno dei piu' considerati e straordinari debutti di tutti i tempi, Songs of Leonard Cohen contribuisce in maniera determinante alla nascita della nuova canzone d' autore della fine degli anni '60. Album figlio della canzone di Jacques Brel e della scuola Francese, uscito quando Cohen era gia' 34enne ed aveva gia' pubblicato diversi volumi di poesie, e' l' album che contiene "Suzanne", gia' incisa con grande successo da Judy Collins e Noel Harrison. Il disco fu recensito con queste parole, all'epoca della sua uscita, ''un nervo scoperto, una parata Felliniana di perdenti, vittime ed angeli caduti''. Tra i brani vi sono alcuni dei caplavori assoluti della musica americana di sempre, "So Long, Marianne", "Winter Lady", "Sisters of Mercy", gli arrangiamenti sono essenziali e sparuti e contribuiscono in maniera determinante all' atmosfera descrittiva e letteraria dell'album. Un capolavoro assoluto, uno dei pochissimi lavori pressoche' perfetti e che coglie in maniera perfetta e spietata il momento di cambiamento epocale che rappresentera', non solo negli Usa, il 1968. Immancabile.
Euro
120,00
codice 241623
scheda
Collins shirley    adieu to old england
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1974  topic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima oramai molto rara stampa inglese, copertina nella versione liscia, pressata da "Robert Stace", etichetta blu con logo e scritte argento, catalogo 12TS238. Pubblicato in Inghilterra nel 1974 dopo ''No roses'' e prima di ''Amaranth''. Il disco, come si puo' dedurre dal titolo, e' lavoro malinconico e rigoroso, e' generalmente considerato, a ragione, come uno dei capolavori di Shirley Collins e come l'opera che chiude e riassume definitivamente la stagione classica del folk rock britannico. Fu registrato tra gli altri con Simon Nicol e Dolly Collins, e vede alternarsi nei suoi brani tutta la storia del movimento inglese, a cominciare dai delicati frammenti arrangiati da flauto e concertina con viola e violino quali ''Down by the seaside'' o ''A sing of a maiden that is makeless'', sullo stile di ''Love death and the lady '' o ''Anthems in Eden'', ad altri in cui tornano alla luce gli strumenti piu' tipici della tradizione britannica ed il cui sapore e' invece piu' vicino ad albums quali ''Folk roots new ruotes'' o ''The sweet primroses'', per finire con l'ultimo brano, ''Coronation Jig'', elettrico e registrato con la Albion band. Straordinario ed immancabile.
Euro
130,00
codice 237943
scheda
Collins shirley    sweet primeroses
lp [edizione] originale  mono  uk  1967  topic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rarissima stampa inglese in mono, catalogo 12T170, copertina laminata sul fronte, etichetta blu con logo e scritte argento. Pubblicato in Inghilterra nell' aprile del 1967 dopo ''Folk roots, new routes'' e prima di ''The power of true love knot'', non entrato nelle classifiche Uk ne' in quelle Usa. Il quarto album. Registrato con Dolly Collins, prodotto da John Marshall, contiene 15 incredibili brani tratti dalla tradizione folk inglese, il tutto registrato con l' organo portativo, uno strumento medioevale, chitarra acustica e banjo a 5 corde. Le atmosfere sono quelle di ''Love death and the lady'' o ''Anthems in Eden'', ma con arrangiamenti molto piu' scarni ed essenziali, e l' uso dell'organo portativo dona al lavoro quelle atmosfere oscure ed arcane proprie dell' Inghilterra preindustriale, che ben si adattano ai paesaggi della campagna inglese evocati nelle note, le formazioni del long man a wilmington, stonehenge, le malvern hills. Un album capolavoro che lascia estasiati e senza fiato, figlio di un momento irripetibile che mischia sperimentazione e nostalgia, mistero e tradizione. Un assoluto masterpiece.
Euro
185,00
codice 224814
scheda

Page: 8 of 33

«---  1 ... 4 5 6 7 8 9 10 11 12 ... 33  ---»
Pag.: oggetti: