Hai cercato:  Ace of cups --- Titoli trovati: : 0
cercando tra gli autori separatamente le parole:  Ace of cups --- Titoli trovati:  951
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Crooked mouth & night profound Crooked mouth & night profound
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2015  neuropa 
indie 2000
vinile pesante, etichetta b/n, copertina con parti lucide. "Crooked Mouth & Night Profound" (2015) è un album collaborativo tra Crooked Mouth (ossia di Ian Campbell) e Night Profound (collettivo). I due artisti, nei sei brani del disco, catturano appieno atmosfere e sonorità dall'impronta neofolk, fortemente legate alla tradizione del genere. Crooked Mouth e Night Profound sono due artisti neofolk canadesi. Crooked Mouth è il progetto di Ian Campbell; i Night Profound sono un collettivo. Entrambi della Columbia Britannica, la più occidentale delle province canadesi.
Euro
24,00
codice 2072332
scheda
Crowns (of glory) And from these roots
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1978  abc songbird 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soul funky disco
Copia ancora incellophanata e con cut promozionale sulla costola inferiore della copertina, prima stampa USA, copertina cartonata, label a cerchi concentrici in varie tonalità azzurro / rosa / viola, scritte nere, logo ABC Songbird nero in alto, catalogo SB-270. Pubblicato nel 1978 dalla ABC Songbird negli USA, il terzo ed ultimo album dei Crowns Of Glory, che qui si presentano con la ragione sociale abbreviata in Crowns, successivo a "God save the children" (1976). Prodotto ed arrangiato da Eddie C. Robinson, "And from these roots" si presenta, in particolare sulla prima facciata, costituita da una lunga suite, come un peculiare lavoro concettuale in cui l'intreccio fra gospel, soul e funk della band viene messo al servizio della celebrazione delle radici africane e della drammatica vicenda storica degli afroamericani: la prima facciata si compone di sette "scene", che cominciano con un canto tradizionale zulu, simbolo della terra d'origine, per poi svilupparsi attraverso lo spiritual dal sapore blues "An american slave song", che simboleggia l'epoca della schiavitù, e quindi in forme più moderne, intrise di soul e funk, che ripercorrono la nascita della speranza di riscossa sociale e le lotte del movimento per i diritti civili, chiudendosi con i toni di speranza del moderno gospel "Rejoicing – freedom and thanksgiving". I brani sulla seconda facciata sono invece più omogenei nel loro indirizzo soul-funk, ma sempre al servizio di temi legati al gospel. Questo particolare gruppo afroamericano dell'area di Detroit Michigan, proponeva una moderna sintesi fra musica gospel, soul e funk; composti da Betty Baldwin, Len Martin Jr., Debra Body, Clara Shepherd, Billy J.Shepherd, Bernard Moore e Jimmy Weary, pubblicarono tre album, "Won't it be grand" (1974), "God save the children" (1976) e "And from these roots" (1978).
Euro
18,00
codice 333473
scheda
Cult of dom keller Paradiso is on fire
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2017  cardinal fuzz 
indie 2000
doppio vinile, copertina apribile ruvida, etichette custom. Album registrato dal vivo durante il novembre 2016 ad Antwerp e Amsterdam. Quartetto proveniente da Nottingham, attivo dal 2008. Autore di una psichedelia narcotica, oscura, venata da pulsioi, heavy psych stoner, con rimandi a Spectrum, Spacemen 3, Faust e Brian Jonestown Massacre e Warlocks: le atmosfere si muovono sottilmente fra inquietudini cosmiche, implosioni ed esplosioni acide e smarrimenti oppiacei, figlie di una marcata attitudine sperimentale e trascendentale. Hanno pubblicato tre dischi: l’omonimo “Cult of Dom Keller” (2013), “The Second Bardo” (2014) e “Goodbye to the light” (2016).
Euro
34,00
codice 2069511
scheda
Cult of dom keller They carried the dead in a u.f.o.
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  fuzz club 
indie 2000
copertina apribile, inner sleeve stondata. Uscito ad un anno da "ascend" (2020), il sesto album della band inglese qui autrice di un lavoro che potremmo definire di sperimentale "psichedelia oscura", con brani avanguardistici pieni di fascino che riescono ad includere dentro di essi richiami a vari generi, dallo space-rock all'industrial. quartetto inglese attivo in quel di Nottingham fin dal 2008, le cui caratteristiche sonore si identificano in una psichedelia narcotica ed oscura, miscela ampliata anche da pulsioni post rock, stoner ed industriali, con rimandi a Spectrum, Spacemen 3, Faust e Brian Jonestown Massacre e Warlocks: le atmosfere si muovono sottilmente fra inquietudini cosmiche, implosioni ed esplosioni acide e smarrimenti oppiacei, figlie di una marcata attitudine sperimentale e trascendentale
Euro
32,00
codice 2103360
scheda
Cult of luna Vertikal (silver)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2013  indie/back on black 
indie 2000
Edizione del 2020 in doppio vinile argento. copertina apribile. Lp pubblicato dalla Indie Recordings/Back on Black nel gennaio 2013, dopo "Eternal kingdom" (10), il sesto album della band svedese. Ispirato da "Metropolis di Fritz Lang, propone un post metal con elementi sludge, progressive e post rock, dai connotati piu' grigi ed industriali rispetto alle opere precedenti, con sintetizzatori in evidenza ed atmosfere che creano suggestioni epiche; fra Isis, Neurosis e Mogwai. Gruppo basato a Umea, Svezia, nato dalle ceneri dell'hardcore-punk band, Eclipse; fondata dal cantante Klas Rydberg e dal chitarrista Johannes Persson nel 98, anno dello scioglimento degli Eclipse, la band assembla un suono duro, intenso e emozionale, in cui convivono marcate pulsazioni sludge-metal e un'attitudine post-rock con crescendi atmosferici, interludi orchestrali e variazioni giocate sull'intensita'. Definito dalla critica specializzata 'post-metal', con rimandi verso i Neurosis e Isis, anche i Pellican, oltre ai Mogwai. Hanno debuttato nel 2001 con l'album eponimo, cui succedono "The beyond" (01), "Salvation" (04), "Somewhere along the highway" (06), "Eternal kingdom" (08) e "Vertikal" (13).
Euro
41,00
codice 2111667
scheda
Cult of occult Antilife
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2018  music fear satan 
heavy metal
Edizione limitata a mille copie in doppio vinile pesante, 700 (come questa) in vinile nero, 300 in vinile verde marmorizzato, copertina ruvida apribile senza codice a barre, label custom grigia a nera, catalogo MUF055-1. Pubblicato nel giugno del 2018 dalla Music Fear Satan, il quarto album della feroce slduge/doom band francese di Lione attiva dal 2011, gia' autrice degli lp ''Cult of occult" (2011), ''Hic est domus diaboli'' (2013) e ''Five degrees of insanity'' (2015). ''Antilife'' e' un'opera composta da un unico lungo brano di 54 minuti, suddiviso in quattro parti, un pezzo lento e funereo, scandito da ritmi martellanti e quasi industriali, ruvidissimi riff chitarristici e con un cantato demoniaco e gutturale, vicino al black metal. Da un punto di vista strutturale e musicale, ''Antilife'' richiama il leggendario album dei californiani Sleep, ''Dopesmoker'' (aka ''Jerusalem''), di circa venti anni precedente, anch'esso composto da un unico lunghissimo brani dai ritmi lenti e dalle sonorita doom metal estreme. ''Antilife'' trasporta l'ascoltatore in un'ambientazione fra sogno ed oltretomba, con una ferocia senza tregua ed una ritmica lenta ed inesorabile.
Euro
24,00
codice 3511578
scheda
Cult of youth Final days
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2014  sacred bones 
indie 2000
Copertina senza codice a barre, completa di coupon per il download digitale ed inserto con testi, adesivo sul cellophane, etichetta crema con scritte e logo label marrone, Lp pubblicato dalla Sacred Bones Records nel novembre 2014, dopo "Love will prevail" (12), il quarto album della band newyorkese. Sean Ragon, figura centrale del progetto, compositore cult nella scena folk-punk della Grande Mela, appassionato per il paganesimo e la spiritualita' pre-cristiana, e' accompagnato, in questa quarta prova, da nuovi musicisti: Jasper McGandy al basso, Christian Kount alla chitarra (entrambi negli Hunt), Cory Flannigan alla batteria e Paige Flash (violoncello). Album oscuro ed apocalittico, dal quale traspare un pessimismo cosmico, nel tipico assetto sonoro in bilico fra folk e post-punk, attitudine che raggiunge spesso frequenze decadenti, fra Birthday Party, Bad Seeds, ma anche Bauhaus e Death in June. La chimica della band comunque riesce a manifestare personalita', pur richiamando svariati rimandi ed influenze: ritmiche tribali, bassi portanti post punk e feedback si mescolano alla chitarra acustica ed alla voce baritonale ed indolente di Ragoon, con violoncello e percussioni (anche di ossa umane, come segnalato sul sito della label), che completano il quadro. Band di New York, capitanata da Sean Ragon, il quale suona, registra e produce interamente l'album debutto "A stick to bind, a seed to grow" nel 2008; dopo l'esordio, la line-up si estende al bassista, Micki Pellerano, alla violinista Christiana Key e al batterista Glenn Maryansky, tutti coinvolti nel progetto: esce il secondo full lenght eponimo per l'etichetta Sacred Bones. Prodotto da Chris Coady e mixato dal produttore degli Swans, Kevin McMahon, mette in luce un folk adrenalinico e apocalittico, cupo ma talvolta anche delicato, con elementi etnico e psichedelici, approcciati con uno spirito prettamente punk. Nel settembre 2012 esce il quarto "Love will prevail", lavoro che continua a dipanare un folk apocalittico con un post-punk dalle atmosfere lussureggianti e fururiste.
Euro
26,00
codice 6004778
scheda
Cummings grace Ramona (ltd gold)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2024  ato records 
indie 2000
edizione limitata in vinile oro, adesivo su cellophane. Terzo album della cantante australiana, registrato nel Topanga Canyon del produttore e musicista Jonathan Wilson. Rispetto al precedente "storm queen" l'artista abbandona il minimalismo per ricchi arrangiamenti floreali fatto di piano, batteria, cori ed archi dove si staglia la potente voce della Cummings. note complete a seguire.
Euro
35,00
codice 2128707
scheda
Custard flux (luck of eden hall) Helium (ltd. coloured 180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2018  self-release 
indie 90
Edizione limitata a 250 copie in doppio vinile da 180 grammi di color rosso lampone, completa di inserto testi, adesivo con nome gruppo e titolo stilizzati, e cartolina a colori in formato 6"x8", label marrone scuro con scritte bianche, catalogo CF001. Pressata nel 2019, la versione vinilica del primo album, uscito in forma digitale nel giugno del 2018, prima di "Echo" (2019). Da poco stabilitosi a Detroit, ed entrato in possesso di un harmonium vecchio di cento anni, che gli ha dato la possibilità di suonare musica psichedelica senza l'ausilio dell'energia elettrica, Gregory Curvey trova la spinta per realizzare questo primo lavoro sotto la sigla Custard Flux. "Helium" si ricollega, ma senza nostalgia ai movimenti psichedelici e neopsichedelici del XX secolo, con melodie avvolgenti ed ipnotizzanti, elettroacustiche (che includono il sopracitato harmonium e la chitarra acustica, l'organo ed il classico trio chitarra elettrica/basso/batteria); è una psichedelia spaziosa che si libra con leggerezza eterea, senza aggressività né violente distorsioni, ma avvolta in un alone sognante e delicato. Custard Flux è il progetto solista psichedelico e "free progressive" di Gregory Curvey, membro fondatore dei chicagoani Luck Of Eden Hall; basato a Detroit, Curvey pubblica sotto la sigla Custard Flux gli album "Helium" (2018), "Echo" (2019), "Oxygen" (2020) e "Phosphorus" (2022). The Luck Of Eden Hall sono una piccola istituzione della scena rock psichedelica di Chicago, sulla quale sono attivi dal principio degli anni '90 con una serie di pubblicazioni inizialmente autoprodotte, poi su etichette come la britannica Fruits De Mer, e propongono un pop rock psichedelico essenzialmente melodico, paragonato dai tipi di Shindig! ad una versione più accessibile di Asteroid No. 4 o Brian Jonestown Massacre: voci che richiamano la psichedelia beatlesiana e quella di altri gruppi inglesi classici e sonorità che riportano in parte a quella stagione degli anni '60 fra psych e freakbeat, ma rivisitate con un tocco leggermente ammodernato. Il gruppo è ancora in attività nel corso dei primi decenni del XXI secolo.
Euro
32,00
codice 3514978
scheda
Custard flux (luck of eden hall) Oxygen (ltd. coloured vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2020  self-release 
indie 90
Edizione limitata in vinile colorato, label custom, catalogo CFX002. Pubblicato nel settembre del 2020 in forma autorodotta, il terzo album, successivo a "Echo" (2019) e precedente "Phosphorus" (2022). Inciso in uno studio casalingo (con contributi di vari strumentisti trasmessi a distanza), nel corso delle prime settimane della quarantena scattata durante la pandemia del 2020, evento che ebbe una significativa influenza sulle canzoni stesse, "Oxygen" è un disco che riporta ai fasti psichedelici e neopsichedelici del XX secolo, con melodie avvolgenti ed ipnotizzanti, elettroacustiche (violino, sassofono, chitarra acustica, contrabbasso, harmonium, clavicembalo convivono con organo, chitarra elettrica, basso e batteria), squarciate occasionalmente da assoli di sassofono dal sapore jazz ma dal tocco psichedelico e freak; la musica spazia fra la psichedelia ed il progressive rock, in una atmosfera tutto sommato solare e positiva, che sembra più una reazione che un condizionamento delle circostanze isolanti della quarantena, grazie ad un andamento fluido, aperto e dinamico dei brani, anche se non mancano passaggi tendenti al lato inquieto e stridente della psichedelia. Custard Flux è il progetto solista psichedelico e "free progressive" di Gregory Curvey, membro fondatore dei chicagoani Luck Of Eden Hall; basato a Detroit, Curvey pubblica sotto la sigla Custard Flux gli album "Helium" (2018), "Echo" (2019), "Oxygen" (2020) e "Phosphorus" (2022). The Luck Of Eden Hall sono una piccola istituzione della scena rock psichedelica di Chicago, sulla quale sono attivi dal principio degli anni '90 con una serie di pubblicazioni inizialmente autoprodotte, poi su etichette come la britannica Fruits De Mer, e propongono un pop rock psichedelico essenzialmente melodico, paragonato dai tipi di Shindig! ad una versione più accessibile di Asteroid No. 4 o Brian Jonestown Massacre: voci che richiamano la psichedelia beatlesiana e quella di altri gruppi inglesi classici e sonorità che riportano in parte a quella stagione degli anni '60 fra psych e freakbeat, ma rivisitate con un tocco leggermente ammodernato. Il gruppo è ancora in attività nel corso dei primi decenni del XXI secolo.
Euro
29,00
codice 2117051
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2011  frenchkiss 
indie 2000
Completo di coupon per scaricare digitalmente l'intero album e di inserto formato 11", adesivo sul cellophane, etichetta rossa con scritte bianche sul lato A, bianca con scritte rosse sul B, Lp pubblicato dalla Frenchkiss nel 2011, dopo "You and I" (09), il secondo album del gruppo neozelandese; lavoro che evidenzia un'indie pop che rivela influenze post punk, come gli Smiths, R.E.M., House of Love, Echo and the Bunnymen e Sone Roses, basato principalmente, sull'intreccio melodico fra arpeggi alla Byrds della chitarra elettrica e la voce, appoggiati su una ritmica perfettamente funzionale. Provenienti da Auckland, dove si formano nel 2006 per volonta' del cantante Nick Johnstone, del chitarrista Michael Ramirez, del bassista Phill Hadfield e del batterista Brent Harris, i Cut Off Your Hands mostrano, attraverso due Lp's, "You and I" del 2009 e "Hollow" del 2011, sonorita' indie pop che rimandano al post punk inglese degli anni ottanta, soprattutto verso gli Smiths, ma anche Gang of Four, oltre che connazionali The Mint Chicks e This Night Creeps.
Euro
24,00
codice 6001677
scheda
Czarface Czarface (180 g)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2013  brick 
hip-hop
Vinile doppio. Ristampa pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel febbraio del 2013 dalla Brick negli USA, il primo album, precedente "Every hero needs a villain" (2015). Accolto positivamente dalla critica specializzata, l'eponimo esordio degli Czarface fu inciso con la partecipazione di ospiti quali Vinnie Paz, Ghostface Killah, Cappadonna ed Action Bronson, e prodotto da 7L e Spada4, tranne un brano curato da DJ Premier. Prendendo spunto dallo hip hop eastcoastiano degli anni '90, gli Czarface rappano in atmosfere sinistre con un approccio che sembra rifarsi allo hardcore. Czarface è la sigla della collaborazione fra il duo hip hop di Boston 7L & Esoteric, e lo MC Inspectah Deck, proveniente dal seminale collettivo Wu-Tang Clan; il progetto debutta su disco nel 2013 con un lavoro eponimo, e la loro estetica si caratterizza per un livello compositivo e produttivo di alto livello combinato con frequenti riferimenti al mondo dei fumetti. La loro discografia si infittisce rapidamente con numerose uscite nel corso dei dieci anni successivi, sempre caratterizzate da un coloratissimo artwork ispirato dal mondo dei supereroi a fumetti.
Euro
42,00
codice 2123020
scheda
Czarface Every hero needs a villain
LP2 [edizione] nuovo  stereo  cze  2015  brick 
hip-hop
Vinile doppio. Ristampa pressoché identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel giugno del 2015 dalla Brick, il secondo album, successivo a "Czarface" (2013) e precedente "A fistful of peril" (2016). Riprendendo il filo del sound proposto nel loro esordio, ma con maggiore enfasi sulle sonorità chitarristiche e funkeggianti, gli Czarface questa volta ospitano alle loro sessioni MF Doom, Method Man, GZA, Ju-Ju (Beatnuts) e Large Professor. Ancora una volta il gruppo sembra guardare al classico hip hop eastcoastiano degli anni '90 per l'ispirazione, rappando in modo vitale e convincente testi divertenti e bizzarri, e producendo in modo essenziale e senza fronzoli. Czarface è la sigla della collaborazione fra il duo hip hop di Boston 7L & Esoteric, e lo MC Inspectah Deck, proveniente dal seminale collettivo Wu-Tang Clan; il progetto debutta su disco nel 2013 con un lavoro eponimo, e la loro estetica si caratterizza per un livello compositivo e produttivo di alto livello combinato con frequenti riferimenti al mondo dei fumetti. La loro discografia si infittisce rapidamente con numerose uscite nel corso dei dieci anni successivi, sempre caratterizzate da un coloratissimo artwork ispirato dal mondo dei supereroi a fumetti.
Euro
42,00
codice 2123039
scheda
Czarface / ghostface killah Czarface meets ghostface
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2019  silver age 
hip-hop
Label custom rossa e blu su di una facciata, e con particolari dell' artwork di copertina a colori sull'altra, catalogo SIL007-LP. Pubblicato nel febbraio del 2019 dalla Silver Age, l'album frutto degli sforzi congiunti degli Czarface e di Ghostface Killah arriva dopo la collaborazione dei primi con il talentuoso MF Doom ("Czarface meets metal face" del 2018) e continua sul solco dell'intreccio hip hop / supereroi, combinando i beats creativi e ben curati degli Czarface con il talento di rapper di Ghostface Killah; la critica ha sottolineato come i loro stili arrivino qui ad un efficace complementarietà. Un sound denso, ricco di riferimenti agli anni '70, a tratti ombroso e narcotico, ma anche condito da spassosi campionamenti vocali, arricchito dai contributi della cantante Kendra Morris (in due brani). Czarface è la sigla della collaborazione fra il duo hip hop di Boston 7L & Esoteric, e lo MC Inspectah Deck, proveniente dal seminale collettivo Wu-Tang Clan; il progetto debutta su disco nel 2013 con un lavoro eponimo, e la loro estetica si caratterizza per un livello compositivo e produttivo di alto livello combinato con frequenti riferimenti al mondo dei fumetti. Nato nel 1970 a Staten Island, New York, Ghostface Killah e' uno dei membri dello storico collettivo hip hop Wu Tang Clan, con il quale ha partecipato alla realizzazione del seminale album ''Enter the wu tang'' (1993). Come gli altri membri del Wu Tang Clan, Ghostface si e' in seguito dedicato alla carriera solista, iniziando con l'acclamato debutto ''Ironman'' (1996). Il suo stile e' caratterizzato da testi spesso critpici e dal massiccio uso di campionamenti soul anni '70.
Euro
37,00
codice 2127065
scheda
Daddy hate box (coffin break) You tell me nothing / close as death
7" [edizione] originale  stereo  usa  1989  c/z 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
singolo in formato 7", l' originale stampa USA, edizione limitata a 1500 copie come segnalato sul fronte copertina in basso, versione in vinile nero, copertina ripiegata in due attorno al disco, senza barcode, label custom verde e nera su un lato e rosa e nera sull' altro, catalogo CZ014, groove message ''my fist in your face'' sul lato A, foro centrale piccolo. Pubblicato nel 1989 dalla C/Z negli USA, l' unico singolo di questo gruppo di Seattle nato per iniziativa di Peter Litwin, chitarrista dei Coffin Break e qui' invece cantante; il gruppo fu autore nel 1990 della loro seconda ed ultima pubblicazione, il mini lp ''Sugar plow''. ''You tell me nothing'' e' un brano sostenuto da una dinamica ritmica funk rock, mentre la piu' convincente ''Close as death'' e' un potente e denso episodio piu' marcatamente grunge. Litwin sarebbe stato poi nei Softly negli anni '90, mentre il batterista Steve Weid, fu anche in quegli anni con Skin Yard, Tad e Willard.
Euro
8,00
codice 323574
scheda
Damnation of adam blessing the second damnation (red vinyl ltd.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  svart 
rock 60-70
Ristampa limitata di sole 200 copie, in VINILE ROSSO, con copertina apribile pressoche' identica alla prima rara tiratura uscita in Usa su United Artists, senza barcode, e corredata di esclusivo inserto apribile con note e foto, del secondo album del gruppo americano di Cleveland, Ohio, pubblicato nel 1970 dopo "The Damnation Of Adam Blessing" e prima di "Which Is The Justice, Which Is The Thief". Registrato con la stessa line up del lavoro precedente, ne conferma la formula musicale, che li vede alle prese con un otimo hard rock chitarristico, con qualche influenza psichedelica e r&b, caratterizzato dalla efficace vede di Bill Constable (alias Adam Blessing), e segnato da efficaci vanature quasi southern in alcuni brani (appena accennate nell' esordio, e qui piu' accentuate), con brani particolarmente efficaci come il singolo "Back To The River", "Money Tree" ed "In The Morning". Dopo il terzo album il gruppo cambio' nome, pubblicando come Glory un nuovo lavoro nel 1973, su etichetta Avalanche. Il batterista Bill Schwark era stato gia' negli Alarm Clocks.
Euro
25,00
codice 3029996
scheda
lp [edizione] originale  stereo  usa  1995  broken rekids 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
l' originale stampa americana, copertina con moderati segni di invecchiamento, completa di inserto con testi, etichetta nera e rossa, catalogo SKIP34, dell' unico album, dopo l' ep "Scream Clown Scream" del 1994, del gruppo di Seattle formato dai membri dei Gits con l' aggiunta del chitarrista Julian Gibson, qualche tempo dopo la tragica e cruenta morte della straordinaria cantante Mia Zapata che naturalmente aveva posto fine alla vecchia band. Registrato con forte il segno per la mancanza della Zapata, a cui ovviamente il disco e' dedicato, e che e' l' autrice delle liriche di "Daily Bread", uno degli episodi piu' aggressivi dell' album ed uno degli ultimi brani composti dai Gits, "Powerline" e' un disco eccellente, con i suoi 13 episodi in bilico tra punk rock, certo hardcore melodico statunitense (i Social Distortion di "Mommy's Little Monster" vengono piu' volte rievocati, ed a loro li accomuna un lirismo intenso e sofferto) ed un approccio "grungy" di cui, e' bene ricordarlo, i Gits erano stati tra gli anticipatori, registrando il loro primo fantastico album "Kings and Queens" nel lontano 1988 (pubblicato all' epoca solo su cassetta, sarebbe uscito su vinile solo nel '97). Ebbe breve vita, purtroppo, questo progetto, e meriterebbe di essere riscoperto. Un anno dopo ritroveremo il batterista Steve Moriarty con Joan Jett (qui ospite alle backing vocals nel brano "In A Past Life") nel progetto Evil Stig, vero e proprio tributo alla Zapata.
Euro
14,00
codice 251726
scheda
lp [edizione] originale  stereo  usa  1995  broken rekids 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa americana con inserto con testi, etichetta nera e rossa, dell' unico album, dopo l' ep "Scream Clown Scream" del 1994, del gruppo di Seattle formato dai membri dei Gits con l' aggiunta del chitarrista Julian Gibson, qualche tempo dopo la tragica e cruenta morte della straordinaria cantante Mia Zapata che naturalmente aveva posto fine alla vecchia band. Registrato con forte il segno per la mancanza della Zapata, a cui ovviamente il disco e' dedicato, e che e' l' autrice delle liriche di "Daily Bread", uno degli episodi piu' aggressivi dell' album ed uno degli ultimi brani composti dai Gits, "Powerline" e' un disco eccellente, con i suoi 13 episodi in bilico tra punk rock, certo hardcore melodico statunitense (i Social Distortion di "Mommy's Little Monster" vengono piu' volte rievocati, ed a loro li accomuna un lirismo intenso e sofferto) ed un approccio "grungy" di cui, e' bene ricordarlo, i Gits erano stati tra gli anticipatori, registrando il loro primo fantastico album "Kings and Queens" nel lontano 1988 (pubblicato all' epoca solo su cassetta, sarebbe uscito su vinile solo nel '97). Ebbe breve vita, purtroppo, questo progetto, e meriterebbe di essere riscoperto. Un anno dopo ritroveremo il batterista Steve Moriarty con Joan Jett (qui ospite alle backing vocals nel brano "In A Past Life") nel progetto Evil Stig, vero e proprio tributo alla Zapata.
Euro
20,00
codice 20657
scheda
Dancing french liberals of '48 (gits) Scream clown scream (picture disc)
10" [edizione] originale  stereo  usa  1994  broken rekids 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
minialbum in formato 10"; prima stampa USA, realizzata in vinile picture 10'', contenuto in una busta di plastica trasparente con chiusura a linguetta e piccolo adesivo circolare con scritta ''formerly the Gits'', vinile con tutti e cinque i brani contenuti sulla prima facciata, mentre sulla seconda sono presenti dei solchi ma non ci sono brani musicali, catalogo SKIP-30 inciso sul trail off della prima facciata. Pubblicato nel 1994 dalla Broken Rekids / Revenge negli USA, questo 10'' fu il disco d'esordio dei Dancing French Liberals of '48, formati dai membri superstiti dei Gits. Cinque brani, inediti su album (''In a past life'' sara' reinciso nel 1995 per il primo ed unico album ''Powerline''), a base di punk rock dal sound denso e quasi confinante con il grunge, con ritmi spesso, ma non sempre, molto tirati. Questo gruppo di Seattle fu formato dai membri dei Gits con l' aggiunta del chitarrista Julian Gibson, qualche tempo dopo la tragica e cruenta morte della straordinaria cantante Mia Zapata che naturalmente aveva posto fine alla vecchia band. La loro musica era in bilico tra punk rock, certo hardcore melodico statunitense (i Social Distortion di "Mommy's Little Monster" vengono piu' volte rievocati, ed a loro li accomuna un lirismo intenso e sofferto) ed un approccio "grungy" di cui, e' bene ricordarlo, i Gits erano stati tra gli anticipatori, registrando il loro primo fantastico album "Kings and Queens" nel lontano 1988 (pubblicato all' epoca solo su cassetta, sarebbe uscito su vinile solo nel '97). Ebbe breve vita, purtroppo, questo progetto, e meriterebbe di essere riscoperto. Poco dopo ritroveremo il batterista Steve Moriarty con Joan Jett (qui ospite alle backing vocals nel brano "In A Past Life") nel progetto Evil Stig, vero e proprio tributo alla Zapata (1995).
Euro
16,00
codice 329054
scheda
Danoff bill and taffy nivert Welcome to fat city
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1972  paramount 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
l' originale stampa americana, copertina con piccolo cut corner promozionale in alto a sinistra, e lievi segni di invecchiamento, corredata di inner sleeve con foto e testi, etichetta grigia con scritte e logo in nero. Pubblicato nel 1972 dalla Paramount, il secondo album accreditato al duo, successivo a ''Reincarnation'' (1969) e precedente ''Pass it on'' (1973). Il duo americano, conosciuto all'epoca anche come Fat City, propone qui un lavoro basato sul country e sul country rock, con occasionali affinita' con i Grateful Dead di inizio anni '70 ed i Flying Burrito Bros, ma senza gli influssi psichedelici di queste band e con maggior radicamento nel country piuttosto che nel rock; il disco presenta anche alcuni brani che non rientrano del tutto nel country, contrbuendo cosi' ad un lavoro ricco di spinte all'eclettismo. Tra i musicisti impegnati, il grande Richard Greene al violino elettrico. L'album contiene fra l'altro il brano ''I guess he'd rather be in Colorado'', composizione di Bill Danoff poi divenuta famosa, in particolare nell'interpretazione data dall'amico John Denver, e la delicatissima ed acustica "Fallin' In A Deep Hole". Importanti, per quanto non celeberrimi, esponenti della musica country americana dagli anni '60 in poi, Bill Danoff e Taffy Nivert sono stati compagni anche nella vita. Autori di alcuni brani poi divenuti famosi nella musica country, in particolare grazie a cover di altri artisti, furono grandi amici del famoso cantante country John Denver, il quale interpreto' con grande successo alcune composizioni di Danoff (''Take me home country roads'', scritta con Taffy e con lo stesso Denver, ''I guess he'd rather be in Colorado''). Danoff formo' alla fine degli anni '60 i Fat City con Taffy Nivert, poi noti anche come Bill & Taffy, quindi piu' in la' negli anni '70 il quartetto Starland Vocal Band, autori di quattro album nella seconda meta' del decennio; scioltisi questi ultimi, Danoff continuo' come solista.
Euro
22,00
codice 318262
scheda
Darkside (spacemen 3) melomania (picture disc)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1992  situation two 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent indie 90
l' originale stampa inglese, nella rara versione picture disc, copertina con sagomatura die-cut sul fronte, catalogo SITU34P. "Melomania" e' il secondo ed ultimo album del gruppo inglese, uscito dopo "All that noise" (1990), prosegue in parte sulle coordinate pop psichedeliche dell'album precedente ma il suono si fa qui piu' duro ed acido, influenzato in parte dall'esplosione del movimento shoegazer, con il garage punk colmo di fuzz della trascinante "Always pleasure", l'ottundente muro chitarre ed organo di "Are you for real" e il lungo blues stonato e liquefatto di "Rise"; non mancano episodi piu' melodici "come Feeling flow" e la sognante litania psichedelica di "This mistic morning". Un disco sottovalutato che puo' valere l'attenzione di chi apprezza la musica indipendente inglese a cavallo fra anni '80 e '90. Formatisi a Rugby in Inghilterra nel 1989 ad opera di Pete "Bassman" Bain e Stewart "Rosco" Roswell, ovvero la sezione ritmica degli Spacemen 3 fino al 1988, i Darkside proponevano un rock psichedelico piuttosto melodico con venature shoegazer, in cui l'influenza degli Spacemen 3 si faceva sentire soprattutto nelle atmosfere stonate ed ipnotiche dei loro brani. Il gruppo ottenne poco successo e si sciolse nel 1993 dopo due album in studio e diversi singoli ed ep. Pete Bain fondera' gli Alpha Stone nel 1996.
Euro
30,00
codice 258529
scheda
Darkside (spacemen 3) Psychedelicise suburbia (numbered)
Lp [edizione] originale  stereo  Uk  1991  acid ray 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
l' originale stampa inglse, edizione limitatata e numerata (questa la copia 00603) all'interno della copertina, copertina lucida senza barcode, etichetta rossa con scritte celesti su di un lato, celeste con scritte rosse sull' altro, catalogo DARK2; pubblicato nel giugno del 1991 dalla Acid Ray in edizione limitata e venduto solo per posta, questo album dal vivo esce fra il primo Lp ''All that noise'' (1990) ed il secondo ''Melomania'' (1992). I Darkside danno un saggio dal vivo del loro rock psichedelico influenzato dagli anni '60 come dal gruppo di origine, i grandi Spacemen 3. L'acida apertura strumentale ''Guitar voodoo'' (dal loro primo album), dal sentore hendrixiano, lascia poi spazio al tirato pop acido di ''She don't come'' ed alla litania lisergica ''Are you for real'' (che apparira' poi sul secondo Lp). Mantrici ed allo stesso tempo melodici, i dieci brani dell'album beneficiano di un'ottima qualita' di registrazione Ecco l'elenco completo della scaletta: "Guitar voodoo" - "She don't come" - "Are you for real" - "Spend some time" - "Love in a burning universe", registrate al Moles club di Bath il 19/1/91 - "Highrise love" - "Good for me" - "Sweet vibrations" - "Soul deep" - "Theme 91", registrate alla Dolce Vita di Losanna il19/4/91. Formatisi a Rugby in Inghilterra nel 1989 ad opera di Pete "Bassman" Bain e Stewart "Rosco" Roswell, ovvero la sezione ritmica degli Spacemen 3 fino al 1988, i Darkside proponevano un rock psichedelico piuttosto melodico con venature shoegazer, in cui l'influenza degli Spacemen 3 si faceva sentire soprattutto nelle atmosfere stonate ed ipnotiche dei loro brani. Il gruppo ottenne poco successo e si sciolse nel 1993 dopo due album in studio e diversi singoli ed ep. Pete Bain fondera' gli Alpha Stone nel 1996.
Euro
35,00
codice 258530
scheda
Davis honey (electric peace) My heart attacked me
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1988  life & death 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
l' originale stampa americana, copertina (con lievi segni di invecchiamento) senza barcode, nella versione con foto dell' autore sul fronte non intento a cantare, label azzurra con scritte nere, catalogo L+D HDLP01, vinile che se posto in controluce assume una colorazione ambrata. Pubblicato nel 1988 dalla Life & Death Records negli USA, il primo album solista di Honey Davis, gia' chitarrista degli Electric Peace dal loro secondo lp e degli Hollyrock, talentuoso strumentista con influenze blues. Questo album, dedicato alla compagna di Davis, Mary Christmas, accreditata all'organo e scomparsa prematuramente durante le registrazioni del disco, e' un lavoro di rock blues elettrico dalle sonorita' che riportano agli anni '70, intense e viscerali anche se non particolarmente dure od abrasive, anche se non manca una manciata di episodi dalle sonorita' piu' aggressive e ''malate'', che evidenziano maggiormente i legami con le altre "creature" di Honey Davis.
Euro
18,00
codice 244239
scheda
Davis honey / hollyrock (electric peace) blue christmas / you gotta friend
7" [edizione] originale  stereo  usa  1988  life & death 
  [vinile]  Excellent punk new wave
singolo split in formato 7", l' originale stampa americana, nella versione con copertina neutra, etichetta celeste e nera, foro al centro largo; pubblicato nel 1988, contiene sul primo lato "Blue Christmas", un brano tratto dal primo album solista "My heart attacked me" del 1988 del chitarrista degli Electric Peace (dal loro secondo lp in poi), brano originale di blues elettrificato, e sul secondo lato il viscerale heavy blues di "You Gotta Friend" dal primo album "Legalize Freedom" del 1987 dell' altro suo gruppo, gli Hollyrock. Dedicato, come l' album di Davis, alla sua compagna di Davis, Mary Christmas, scomparsa prematuramente durante le registrazioni dell' album stesso (al quale partecipo' come tastierista).
Euro
6,00
codice 245909
scheda
Dawn of liberty In honour and defence of mother earth. to hurt her is to hurt us 1987 – 1989 (ltd.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1987  nausea 
punk new wave
Edizione limitata a 150 copie, copertina lucida senza codice a barre, inserto con foto e testi, label bianca e nera con logo Nausea records in alto, catalogo NR010. Pubblicata nel giugno del 2023 dalla Nausea, questa antologia compila sulla prima facciata tre brani tratti da compilations e le quattro tracce dell'unico disco non postumo della band, e sulla seconda sette pezzi registrati dal vivo nel 1987, da parte dell'oscuro gruppo anarco punk e hardcore belga fondato nel 1982 ad Overpelt sotto la sigla A-Strant, poi cambiata nel 1986 in Dawn Of Liberty. I sette brani sulla prima facciata costituiscono l'intera discografia in studio del gruppo, che durante la sua attività pubblicò un solo EP a 7", "In Honour And Defence Of Mother Earth. To Hurt Her Is To Hurt Us", uscito nel 1989; i brani dal vivo raccolti sulla seconda facciata furono originariamente editi solo su cassetta nel 1987. I Dawn Of Liberty avevano un sound aggressivo e sferragliante, vicino allo hardcore, ma presentavano anche occasionali aspetti sperimentali ed articolazioni ritmiche che li accostavano al meno prevedibile anarco punk, al quale li accomunavano anche i testi. Questa la scaletta: "When You've The Choice" (dalla compilation di Autori Vari "Attack Is Now Suicide", 1988); "Blockade" (dalla compilation di Autori Vari "Exclusion", 1989); "Autonomia" (dalla compilation di Autori Vari "A Vile Peace", 1987); "Learn", "Major Injustice", "Realise", "Responsibility" (i brani del 7" "In Honour And Defense Of Mother Earth. To Hurt Her Is To Hurt Us", 1989); "Intro", "Seeing A Pig", "Nobody Is Listening", "Money", "The Unborn", "Anti-Sect", "N.B.C. Wars" (brani registrati dal vivo al Centrum Netwerk, Aalst, 7/5/1987).
Euro
23,00
codice 2127588
scheda

Page: 8 of 39


Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "Ace of cups":


altri autori contnenti le parole cercate: