Hai cercato:  Aa. vv. ( cantautori ) --- Titoli trovati: : 0
cercando tra gli autori separatamente le parole:  Aa. vv. ( cantautori ) --- Titoli trovati:  939
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (connecticut garage) Don't Press Your Luck! The In Sound Of 60's Connecticut
Lp2 [edizione] originale  mono  usa  1966  sundazed 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora contenuta nell' originaria busta plastificata esterna della Sundazed, con adesivo di presentazione e numerazione del disco, doppio album, l' originale stampa, limitata in 1000 copie numerate a mano sull' adesivo di cui sopra (questa la copia 094), nella versione in vinile nero, copertina apribile ricca di note e foto all' interno, etichetta nera, arancio e bianca, catalogo LP5219: uscita nel 2008, la bellissima doppia raccolta (con cinque brani in piu' rispetto alla corrispondente versione in CD). Ben 27 brani tratti da rarissimi singoli ed in molti casi addirittura inediti, tutti provenienti dalla ricchissima e vitale scena 60's garage del Connecticut, raramente giunta agli onori delle cronache musicali "nazionali" all' epoca, ma con il tempo riscoperta dagli appassionati. Tra i gruppi i Wildweeds, con Al Anderson alla voce, poi negli NRBQ. Ecco la lista completa dei brani: 1. I Can Only Give You Everything: Bram Rigg Set / 2. Don't Press Your Luck: The Shags / 3. Help Me: George's Boys / 4. Too Many Lies: The Lively Ones / 5. Take the Time Be Yourself: Bram Rigg Set / 6. Hide Away: The Shags / 7. 'SSS' Happenin' Here: Uranus and the Five Moons / 8. Sleepless Nights: Bram Rigg Set / 9. You're Cutting Out: Fourth Ryke / 10. I Paid My Dues: The Bearies / 11. Radio Spot: WAVZ Radio Jingle: The Shags / 12. No Good to Cry: The Wildweeds / 13. Think: The Lively Ones / 14. I Can't Explain: Bram Rigg Set / 15. Breathe in My Ear: The Shags / 16. Please Leave: Fourth Ryke / 17. Radio Spot: Specter's Radio Ad: The Shags / 18. Nothing Remains: Uranus and the Five Moons / 19. You Don't Love Me: Bram Rigg Set / 20. Come Back to Me: The Shags / 21. I Love the Way You Love Me: Bram Rigg Set / 22. I'm Dreaming: The Wildweeds / 23. Your Groove: Uranus and the Five Moons / 24. Hey, Little Girl: The Shags / 25. Sticks and Stones: George's Boys / 26. Bad News for Me: The Bearies 27. Make a Record with the Shags: The Shags.
Euro
35,00
codice 254196
scheda
Aa.vv. (conny plank tribute) Who's that man – a tribute to conny plank
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  gronland 
rock 60-70
Titolo completo ''Who's that man – a tribute to Conny Plank''. Vinile doppio da 180 grammi, copertina apribile, label nera con scritte bianche, catalogo 5060238631020. Pubblicato nel 2013 dalla Gronland, questo album e' un tributo al leggendario ingegnere del suono e produttore tedesco Konrad ''Conny'' Plank, una figura di grandissima importanza nella storia del rock tedesco degli anni '70, in particolare il filone della ''musica cosmica'', ma anche capace di lavorare con artisti di differenti movimenti musicali, dagli Eurythmics ai D.A.F.; anche il fondamentale primo album dei Devo, ''Q: are we men...'' (1977) fu mixato ed in gran parte registrato nel suo studio di Colonia, sotto la supervisione del produttore Brian Eno. Questo ''Who's that man'' e' essenzialmente una compilation di brani editi (tranne uno inedito), tratti da album di diversi artisti che videro un importante coinvolgimento di Plank, e testimonia la sua versatilita' come le sue innovative idee di produzione ed ingegneria del suono. Questa la scaletta: Eno/Moebius/Roedelius, ''Broken heart'' (1978, da ''After the heat''); Phew, ''Signal'' (1981, da ''Phew''); Eurythmics, ''Le sinistre'' (1981, da ''In the garden''); D.A.F., ''Was ziehst du an'' (1981, ''Gold und liebe''); Moebius/Plank/Thompson, ''Farmer gabriel'' (1983, da ''Ludwig's law''); Moebius & Plank, ''Conditionener'' (1981, da ''Material''); Michael Rother, ''Feuerland'' (1977, da ''Flammende herzen''); Roedelius, ''Regenmacher'' (1978, da ''Durch die wuste''); Ibliss, ''Drops'' (1972, da ''Supernova''); Moebius/Plank/Neumeier, ''Pitch control'' (1983, da ''Zero set''); Neu!, ''Negativland'' (1972, da ''Neu!''); La Dusseldorf, ''Silver cloud'' (1976, da ''La Dusseldorf''); Crash/Gorl/Plank, ''Manson'' (1981, inedito).
Euro
34,00
codice 3506131
scheda
Aa.vv. (contemporanea) Poesia sonora
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1975  song cycle 
classica cont.
Vinile pesante, copertina apribile senza codice a barre. Ristampa del 2018 ad opera della Song Cycle, con copertina apribile. Originariamente pubblicata nel 1975 dalla CBS solo in Italia, la leggendaria antologia curata da Maurizio Nannucci sul ricco fenomeno artistico d'avanguardia della poesia sonora che si espresse dal secondo dopoguerra in poi, esplorando le possibili interazioni fra suono e discorso umano, fra strutture linguistiche e musica sperimentale. Vicina a movimenti come il fluxus, il minimalismo, la ''performance art'' e l'arte concettuale, questa prima generazione di ''poeti sonori'' postbellici mise in discussione il significato di musica e poesia, impiegando metodologie e tecniche innovative e controcorrente, fino ad arrivare all'uso dell'interferenza. ''Poesia sonora'' e' uno storico ed essenziale documento di questo fermento artistico fra musica e poesia. Questi i brani presenti: SIDE 1: 1. Bob Cobbing - Hymn To The Sacred Mushroom 2. Henri Chopin - Dinamisme Intégral 3. Franz Mon – Articulation 4. Arthur Pétronio – Sortileges 5. Arrigo Lora-Totino - Intonazione Quarta 6. Brion Gysin - I Am SIDE 2: 1. Bernard Heidsieck - Ravaillac Tu Connais? 2. Sten Hanson - How Are You 3. Ernst Jandl - Ode Auf N 4. Maurizio Nannucci – Spelling 5. François Dufrêne – Crirythme 6. Paul De Vree - Ode A Stockholm.
Euro
30,00
codice 2075836
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1978  antilles 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
La iper rara, introvabile davvero, prima stampa americana, copertina liscia fronte retro senza codice a barre, completo di inner sleeve in carta liscia con testi e sagomatura sul lato di apertura, etichetta nera con logo Antilles multicolorato al centro, con l' ORIGINARIO INDIRIZZO "444 MADISON AVENUE" in alto, catalogo AN7067. Il fondamentale manifesto, prodotto da Brian Eno e dato alle stampe nel dicembre del 1978, della neonata scena "no wave" newyorkese, che restera' per diversi anni tra le piu' creative ed originali del globo, ponendo inoltre i germi di molto rock alternativo a venire (i Sonic Youth, tra gli altri). Esordiscono qui i CONTORTIONS di James White/Chance ed i grandi MARS, mentre i TEENAGE JESUS & THE JERKS di una giovanissima Lydia Lunch, ed i D.N.A. di Arto Lindsay si erano da poco autoprodotti i loro singoli d'esordio: sedici geniali brani altrimenti inediti, tra funk, punk, jazz e sperimentazione, che proclamano in ogni frammento della loro musica una liberta' espressiva, uno slancio artistico ed una capacita' di anticipare scenari musicali futuri, che hanno pochi riscontri nella storia del rock, e che fanno di questo disco uno tra gli albums americani piu' importanti degli ultimi trent'anni. Ecco la lista completa dei brani: Contortions – Dish It Out / Contortions – Flip Your Face / Contortions – Jaded / Contortions – I Can't Stand Myself / Teenage Jesus And The Jerks – Burning Rubber / Teenage Jesus And The Jerks – Closet / Teenage Jesus And The Jerks – Red Alert / Teenage Jesus And The Jerks – I Woke Up Dreaming / Mars – Helen Fordsdale / Mars – Hairwaves / Mars – Tunnel / Mars – Puerto Rican Ghost / DNA – Egomaniac's Kiss / DNA – Lionel / DNA – Not Moving / DNA - Size.
Euro
90,00
codice 222962
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  rus  1978  lilith 
punk new wave
la prima ristampa vinilica, pressocche' identica alla prima ormai introvabile e costosa tiratura su Antilles, completa di inner sleeve con testi in inglese e russo, in vinile 180 gr., senza codice a barre. Il fondamentale manifesto, prodotto da Brian Eno e dato alle stampe nel dicembre del 1978, della neonata scena "no wave" newyorkese, che restera' per diversi anni tra le piu' creative ed originali del globo, ponendo inoltre i germi di molto rock alternativo a venire (i Sonic Youth, tra gli altri). Esordiscono qui i CONTORTIONS di James White/Chance ed i grandi MARS, mentre i TEENAGE JESUS & THE JERKS di una giovanissima Lydia Lunch, ed i D.N.A. di Arto Lindsay si erano da poco autoprodotti i loro singoli d'esordio: sedici geniali brani altrimenti inediti, tra funk, punk, jazz e sperimentazione, che proclamano in ogni frammento della loro musica una liberta' espressiva, uno slancio artistico ed una capacita' di anticipare scenari musicali futuri, che hanno pochi riscontri nella storia del rock, e che fanno di questo disco uno tra gli albums americani piu' importanti degli ultimi trent'anni. Ecco la lista completa dei brani: Contortions – Dish It Out / Contortions – Flip Your Face / Contortions – Jaded / Contortions – I Can't Stand Myself / Teenage Jesus And The Jerks – Burning Rubber / Teenage Jesus And The Jerks – Closet / Teenage Jesus And The Jerks – Red Alert / Teenage Jesus And The Jerks – I Woke Up Dreaming / Mars – Helen Fordsdale / Mars – Hairwaves / Mars – Tunnel / Mars – Puerto Rican Ghost / DNA – Egomaniac's Kiss / DNA – Lionel / DNA – Not Moving / DNA – Size.
Euro
28,00
codice 2108017
scheda
Aa.vv. (cornelia street cafe) the songwriters exchange
lp [edizione] originale  stereo  usa  1980  stash 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa usa, etichetta argento con logo e scritte grigie, copertina apribile e cartonata, catalogo ST301. Si tratta del manifesto dell' ultima onda dei songwriters del Greenwich Village di New York, basati proprio al ''Cornelia Street Cafe'', sorta di CBGB's del folk americano; qui si riuniva nei primi anni del decenio l' intellighenzia newyorkese, dai registi ai giornalisti, dagli artisti agli attori per assistere alle performances dei giovani musicisti che suonavano nel cafe, dove prese campo un abitudine originalissima e davvero peculiare chiamate ''the songwriters exchange'' . Ogni lunedi' notte i musicisti si riunivano al caffe', ognuno di loro poteva suonare soltanto cio' che aveva composto in quella settimana, potevano essere frammenti, diverse versioni, brani completi, in questo modo piu' di 1000 brani sono stati registrati nelle notti del lunedi', 12 di queste tracce sono su questo album, ecco la scaletta: rod mac donald-song of my brothers, cliff eberhardt-summers in new jersey, michael fracasso-girl in new mexico, simon and kaplanski-moonsong, david massengill contrary mary, cliff eberhardt-drive, simon and kaplanski-say goodbye love, david massengill-massengill's theory of de-evolutin, tom intondi-then god will dance, marha p.hogan-connections, rod macdonald the comin' of the snow, brian rose-paddy on the handcar.
Euro
45,00
codice 213757
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1971  probe 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima stampa inglese, copertina laminata sul fronte, liscia e flipback su tre lati sul retro, label rosa con scritte nere e logo Probe nero in alto, catalogo SPB1026. Pubblicata nel 1971 dalla Probe in Gran Bretagna e dalla ABC negli USA, la colonna sonora del bizzarro hippie western ''Zachariah'', diretto da George Englund ed interpretato da John Rubinstein e Don Johnson. La colonna sonora fu prodotta da Bill Szymczyk, poi divenuto importante collaboratore degli Eagles, e composta e diretta in gra parte dal newyorchese Jimmie Haskell, stimato musicista e compositore di musica per cinema e non solo; alcuni brani furono pero' scritti e suonati da gruppi rock come Country Joe & The Fish e James Gang, oltre al violinista Doug Kershaw ed ai New York Rock'n'Roll Ensemble. Il risultato e' un'opera eclettica in cui episodi con arrangiamenti orchestrali d'altri tempi convivono con brani strumentali country, ora classico ora piu' bizzarro e contaminato, e canzoni rock che richiamano lo acid rock e lo hard rock. Questa la scaletta: Jimmie Haskell, ''Zachariah (main title)''; James Gang, ''Laguna salada''; Country Joe & The Fish, ''We're the crackers''; Jimmie Haskell, ''William tell overture''; Country Joe & The Fish, ''All I need''; Doug Kershaw, ''Ballad of job cain''; James Gang, ''Country fever''; Jimmie Haskell, ''The lonely ride'', ''Medley: Camino / Used horse salesman'', ''Camino waltz''; The New York Rock And Roll Ensemble, ''Gravedigger''; White Lightnin', ''Shy ann''; Jimmie Haskell, ''Matthew'', ''Zachariah''.
Euro
26,00
codice 326264
scheda
Aa.vv. (country) 20 Country legends
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  uk  1944  black tulip 
  [vinile]  Very good  [copertina]  Very good blues rnr coun
copia con moderati segni di invecchiamento su copertina e vinile, seconda stampa inglese della prima metà degli anni '80 su Black Tulip, copertina semilucida senza barcode e con scritta "printed in england" sul retro in basso, label arancione con scritte nere e logo Black Tulip nero in alto, logo STEMRA a destra, catalogo 555006. Pubblicata nei primi anni '80 dalla Everest nel Regno Unito, questa antologia compila venti grandi classici della musica country e rockabilly di alta epoca, con pezzi di Johnny Cash (ben quattro, fra cui quello che apre la scaletta, "Train of love"), Roy Orbison, Jerry Lee Lewis, Conway Twitty, Lester Flatt ed Earl Scruggs, Al Dexter (autore di "Pistol packin' mama", uno dei brani più famosi negli Stati Uniti durante gli ultimi anni della seconda guerra mondiale), la sfortunata Patsy Cline, scomparsa in un incidente aereo poco più che trentenne che costò la vita anche ad un altro artista qui rappresentato, Cowboy Copas, e Roger Miller. Questa la scaletta: Johnny Cash, "Train of love"; Roger Miller, "King of the road"; Hank Locklin, "Send me the pillow that you dream on"; Tillman Frank, "Your cheating heart"; Sonny James, "Bimbo"; Al Dexter, "Pistol packin' mama"; Roy Orbison, "Domino"; Conway Twitty, "Crazy dreams"; Flatt and Scruggs, "Foggy mountain breakdown"; Johnny Cash, "Cry cry cry"; Dave Dudley, "Oh lonesome me"; Johnny Cash, "I heard that lonesome whistle"; Jimmy Dean, "Release me"; Patsy Cline, "There he goes"; George Jones, "I love you because"; Cowboy Copas, "A satisfied mind"; Carl Belew, "Am I that easy to forget"; Jerry Lee Lewis, "CC rider"; Johnny Cash, "Country boy"; Roger Miller, "Do waka do".
Euro
10,00
codice 332101
scheda
Aa.vv. (country) 60 Anni di country music
lp2 [edizione] originale  stereo  ita  1922  rca 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
Prima stampa italiana, vinile doppio, copertina apribile lucida all'esterno ed all'interno e con barcode, con una delle inner contenente note in lingua italiana sulla raccolta e sui singoli brani, label nera e argento, catalogo NL04351(2), data sul trail off 4/10/82. Pubblicata nel 1982 dalla RCA (uscita negli USA con il titolo di ''60 years of country music''), la compilation dedicata alla musica country attraverso ventiquattro brani editi, incisi per la label RCA fra il 1922 ed il 1980: una carrellata storica di nomi che hanno fatto la storia del country ed affini, anche se mancano alcuni nomi fondamentali (a partire da un certo Hank Williams Sr.), cominciando da Jimmie Rodgers e la Carter Family per arrivare agli Alabama, passando da Bill Monroe, Hank Snow, Elvis Presley, Dolly Parton e Waylon Jennings; una vasta panoramica introduttiva su di un genere di enorme importanza per la musica popolare del '900 e non solo americana, vista la sua influenza sulla musica rock. Questa la scaletta, con anno di incisione: Henry G. Gilliland and A.C. (Eck) Robertson, ''Arkansaw traveler'' (1922); Vernon Dalhart, ''The prisoner's song'' (1924); Jimmie Rodgers, ''Blue yodel'' (1927); Carter Family, ''Wildwood flower'' (1928); Wilf Carter (Montana Slim), ''My swiss moonlight lullaby'' (1933); Milton Brown and his Musical Brownies, ''Loveless love'' (1934); Bill Boyd and his Cowboy Ramblers, ''Under the double eagle'' (1935); Blue Sky Boys, ''Sunny side of life'' (1936); Hackberry Ramblers, ''Jolie blonde'' (1936); Bill Monroe and his Blue Grass Boys, ''Orange blossom special'' (1941); Elton Britt, ''There's a star-spangled banner waving somewhere'' (1942); Sons Of The Pioneers, ''Cool water'' (1945); Hank Snow and his Rainbow Ranch Boys, ''I'm movin' on'' (1950); Elvis Presley, ''Heartbreak hotel'' (1956); Don Gibson, ''I can't stop loving you'' (1957); Jim Reeves, ''He'll have to go'' (1959); Chet Atkins, ''Yakety axe'' (1965); Eddy Arnold, ''Make the world go away'' (1965); Jerry Reed, ''When you're hot, you're hot'' (1970); Charley Pride, ''Kiss an angel good mornin''' (1971); Waylon Jennings, ''Good hearted woman'' (1971); Dolly Parton, ''Jolene'' (1973); Ronnie Milsap, ''It was almost like a song'' (1977); Alabama, ''Old flame'' (1980).
Euro
16,00
codice 325133
scheda
Aa.vv. (country) A town south of bakersfield volume 2
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1988  enigma 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent blues rnr coun
Copia ancora incellophanata e con adesivo di presentazione applicato sul fronte, prima stampa USA, copertina lucida fronte retro, con barcode e fabbricata in Canada, label color crema con scritte rosse lungo il bordo e nere al centro, logo Enigma rosso a sinistra, catalogo D1-73302, groove message ''see you at pismo!'' sul lato B. Pubblicato nel 1988 dalla Enigma negli USA ed in Europa, il secondo volume delle compilation ''A town south of bakersfield'', successivo al primo del 1985 e precedente il terzo del 1993. Si tratta del manifesto di una nuova generazione della musica country statunitense, in questo contenente dieci brani all'epoca tutti inediti, incisi nel dicembre del 1987 al Mad Dog Studio di Venice, California. Il riferimento a Bakersfield nel titolo certo non è casuale, essendo la città californiana la culla di uno dei più importanti movimenti di rinnovamento della musica country nella seconda metà del '900, il cosiddetto ''Bakersfield sound'', che ebbe fra i suoi alfieri Buck Owens e Merle Haggard e che si contrappose con le sue sonorità più elettriche ed influenzate dal rock'n'roll al più levigato e moderato stile di Nashville. Questa la scaletta: Jim Lauerdale, ''What am I waiting for''; Crazy Hearts, ''We get along just fine (when we're apart)''; Re Winkler, Anne Harvey and Ree Van Vleck, ''Mister love''; Candye Kane, ''Tell me a lie''; Jeffrey Steele, ''Driftin' man''; Jann Brown, ''Louisville''; Dave Durham, ''Let there be love''; Lucinda Williams, ''Dark side of life''; Pete & The Bigshots, ''Venice skyline rag''; James Intveld, ''Somewhere down the road''.
Euro
19,00
codice 330674
scheda
Aa.vv. (crazy cavan, matchbox...) Best of british rockabilly
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1975  oxford 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa italiana su Oxford, pressata nel 1981, due anni dopo quella inglese, copertina senza barcode, label gialla e verde sfumata con scritte nere, logo Oxford giallo, verde e nero in alto, piccolo logo Ariston nero in basso, catalogo OX3230. Pubblicata nel 1979 dalla Charly in Gran Bretagna, questa raccolta documenta la rinascita del rockabilly sulla scena britannica nel corso degli anni '70, in particolare nella seconda meta' del decennio, prima e durante l'esplosione del punk; non fu un caso che una musica cosi' selvaggia ed immediata, suonata con una strumentazione relativamente limitata e legata alle origini del rock'n'roll, riemergesse nell'epoca in cui prendevano piede il pub rock di gruppi come i Dr. Feelgood e soprattutto poi il punk 77ettino, in reazione alla complessita', al professionalismo esasperato ed alla lontananza dalla nuova generazione delle rock star affermate e degli esponenti del rock progessivo. Questa compilation raccoglie quattordici brani editi, incisi fra il 1975 ed il 1979 da importanti gruppi britannici del nuovo rockabilly, e tratti da sei diversi album ed un ep pubblicati in quegli anni dalla label Rockhouse. Questa la scaletta: Steve Bloomfield, ''Hurricane'' (da ''Rockabilly originals'', 1978); Flying Saucers, ''Let's rock the town'' (dall'ep ''The ballad of johnny reb'', 1979); Crazy Cavan, ''She's the one to blame'' (da ''Crazy rhythm'', 1975); Freddie ''Fingers'' Lee, ''I'm down'' (da ''Freddie fingers lee'', 1978); Matchbox, ''All the boys'' (da ''Riders in the sky'', 1976); Little Tina & Flight '56, ''My boy elvis'' (da ''This little girl is gonna rock it'', 1977); The Riot Rockers, ''Road of steel'' (da ''The riot rockers'', 1977); Flying Saucers, ''Cat talkin''' (dall'ep ''The ballad of johnny reb'', 1979); Crazy Cavan, ''Bop little baby'' (da ''Crazy rhythm'', 1975); Steve Bloomfield, ''Rockin' rhythm'' (da ''Rockabilly originals'', 1978); Little Tina & Flight '56, ''This little girl's gone rockin''' (da ''This little girl is gonna rock it'', 1977); Riot Rockers, ''It's saturday night'' (da ''The riot rockers'', 1977); Freddie ''Fingers'' Lee, ''Dib dab boogie'' (da ''Freddie fingers lee'', 1978); Matchbox, ''Only wanna rock'' (da ''Riders in the sky'', 1976).
Euro
20,00
codice 328562
scheda
Aa.vv. (creedence clearwater revival covers) Best of creedence clearwater revival
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1973  music parade 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora incellophanata, e con adesivo applicato sul retro copertina sotto il cellophane con prezzo ''L. 3900 IVA compresa'', prima stampa italiana, label gialla con scritte nere e logo Music Parade Cetra nero in alto, catalogo LEL168, data sul trail off 19/10/73, timbro SIAE del primo tipo, in uso dal 1970 al 1975, con diametro di circa 13/13,5 mm., piu' piccolo dei successivi. Pubblicata nel 1973 dalla Music Parade in Italia, questa raccolta compila dodici brani del repertorio dei Creedence Clearwater Revival, NON SI TRATTA DI VERSIONI ORIGINALI pero', bensi' di cover abbastanza fedeli ma chiaramente diverse, suonate da piu' che dignitosi gruppi di cui non viene specificata l'identita'. Questa la scaletta: ''I Heard It Through the Grapevine'', ''Who'll Stop the Rain'' , ''The night time is the right time'', ''I Put a Spell on You'', ''Some day never comes'', ''Hey tonight'', ''Up Around the Bend'', ''Bad Moon Rising'', ''Green River'', ''Travelin' Band'', ''Proud Mary'', ''Down on the Corner''. I Creedence Clearwater Revival nacquero, con il nome di Blue Velvets, nel '59, dall' incontro dei fratelli John e Tom Fogerty, di Berkeley, Califorrnia, con Stu Cook e Doug Clifford. Con il nome di Golliwogs pubblicarono alcuni singoli (raccolti in un album postumo del '75), poi trovarono la definitiva denominazione nel '67, iniziando una carriera folgorante che li portera' ad incidere in 5 anni ben 7 albums in studio, proponendo una miscela di grande impatto ed immediatezza che raccoglieva molto della tradizione musicale americana (il blues del Delta, il country, il bayou, il R & B ed il R & R). L' amore per il passato e' attestato dalla presenza, su questi dischi, di molte covers, ma il talento compositivo di John Fogerty e' innegabile. Il suo ruolo divento' talmente predominante nella band (componeva, arrangiava e cantava, trovando anche il tempo di fare da produttore e da manager) da causare nel '71, dopo "Pendulum", la dipartita del fratello Tom, ed una crisi che si risolse con lo scioglimento dopo il disco successivo. Tom Fogerty pubblico' sia da solo che con i Ruby, senza molta fortuna; la sezione ritmica di Doug Clifford e Stu Cook resto' unita gia' nell' album solista del primo, del '72, e poi in numerose partecipazioni a dischi altrui (Tom Fogerty stesso e Doug Sahm, su tutti); John Fogerty registro' un disco a nome Blue Ridge Rangers nel '73, suonando tutti gli strumenti, ed un lavoro a nome proprio nel '75, prima di ritirarsi dalle scene e ricomparire negli anni '80.
Euro
23,00
codice 330139
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  pol  1980  pronit 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
La rara originale stampa polacca, uscita solo nel 1986 su Pronit, copertina liscia fronte retro senza barcode, label color crema con scritte blu scure, catalogo PLP0036. Pubblicata dalla Supermusic Record Co. in Inghilterra nel 1980, questa compilation documenta splendidamente la vitalita' del movimento punk inglese nella sua fase di passaggio dalla prima alla seconda scena con brani editi ed inediti, molti dei quali davvero imperdibili. Gruppi come Slaughter And The Dogs, Stiff Little Fingers, Exploited e UK Subs, solo per citarne alcuni, che con i loro brani compaiono sul disco, insieme a band piu' oscure come i Cyanide, gruppo inglese di York, o i londinesi Manufactured Romance. Diciassette brani compongono la scaletta, ecco la lista completa: SLAUGHTER & THE dOGS, ''Where have all the boot boys gone?'' (il secondo grande singolo, del settembre 1977, poi sul primo album ''Do it dog style'', 5/78); COCKNEY REJECTS, ''Wanna be a star'' (dal primo 7'', 7/79, inedita su album); CYANIDE, ''Fireball'' (dall' ultimo singolo dell' ottobre 1979, inedita su album); UK SUBS, ''Emmotional bllackmail (parts 1 & 2)'' (dal secondo lp ''Brand new age'', 4/80); MANUFACTURED ROMANCE, ''You'' (il primo di due inediti qui presenti da parte di questa ottima punk band che non giunse all' incisione in proprio, accostabile ai Penetration, anche per la voce della cantante); ANGELIC UPSTARTS, ''Murder of Liddle Towers'' (l' anthemico primo singolo, 6/78); EXPLOITED, ''Crashed out" (dal primo ep "Crashed Out" del 1980); STIFF LITTLE FINGERS, ''Closed Groove'' (dal primo immortale album "Inflammable Material"); COCKNEY REJECTS, ''Police car'' (dal primo 7'', 7/79, poi sul primo album ''Greatest hits vol. 1'', 1980); STIFF LITTLE FINGERS, ''Barbed wire love'' (sempre dall' album "Inflammable Material"); BOB DE VRIES, ''I'm me'' (notevolissimo brano inedito, tra gli ultimi registrati dai Cyanide, anche se qui sotto il nome del cantante della band); ANGELIC UPSTARTS, ''Police oppression'' (b-side del primo singolo, 6/78, poi sul secondo album ''We gotta get out of this place'', 4/80); MANUFACTURED ROMANCE ''Long distance love'' (secondo brano, altrimenti inedito, della gia' citata band); SLAUGHTER & THE DOGS ''I'm mad'' (sul primo album ''Do it dog style'', 5/78); ANTI PASTI, ''No government'' (dal primo ep ''Fore sore points'', 11/80, poi sul primo album ''The last call'' del 1981); CYANIDE, ''Mees I'm in'' (inedito dall' ultima session di registrazione della band); UK Subs, ''New York State police'' (singolo inedito su album, 5/80).
Euro
25,00
codice 312710
scheda
lp [edizione] originale  mono  uk  1963  pye golden guinea 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa inglese, copertina laminata sul fronte e flipback su tre lati sul retro, pressata da Gerrod & Lofthouse, etichetta gialla con scritte e logo neri, catalogo GGL 0268; pubblicata dalla Pye Golden Guinea, "budget label" sussidiaria della Pye, questa raccolta e' un' efficace istantanea della variegata scena inglese del 1963, e contiene quattordici brani tratti da rari singoli, quasi sempre inediti su album, perlopiu' tra pop e beat, materiale altrimenti di sostanzialmente impossibile appropiazione dell' era doro del ''beat'' inglese. Tra i brani, UN INEDITO ASSOLUTO DI CYRIL DAVIES ed un raro brano dei DAVE CLARK FIVE. Questa la lista dei brani: A1 Undertakers "(Do The) Mashed Potatoes" (retro del primo singolo "Everybody Loves A Lover" del 1963); A2 Breakaways "That Boy Of Mine" (singolo del 1963), A3 Johnny Sandon And The Remo 4 "Yes" (singolo del 1963), A4 Guv'ners "Let's Make A Habit Of This" (facciata A del loro unico singolo, 1963), A5 Julie Grant "Hello Love" (singolo del 1963), A6 Eagles "Come On Baby (To The Floral Dance)" (singolo del 1963, poi nel secondo album "Volume II From The Eagles" del 1964), A7 Pat Harris And The Blackjacks "Hippy Hippy Shake" (singolo del 1963), B1 Jackie Lynton "Teddy Bears' Picnic" (singolo del 1963), B2 Danny Storm "Let The Sun Shine In" (retro del singolo del 1963 realizzato a nome Danny Storm & The Strollers "Say You Do"), B3 The Overlanders "Summer Skies And Golden Sands" (singolo del 1963, poi nel primo album "Michelle" del 1965), B4 Cyril Davies "Preachin' The Blues" (traccia altrimenti inedita, particolarmente interessante perche' atipica rispetto al resto della sua produzione, del grande bluesman inglese, tra i pionieri della scena british blues, morto nel 1964), B5 Tommy Quickly "Kiss Me Now" (singolo del 1963), B6 The Kestrels "There's A Place" (singolo del 1963), B7 The Dave Clark Five "That's What I Said" (retro del singolo del 1962 "I Knew It All The Time", rimasto inedito su album).
Euro
28,00
codice 30665
scheda
Aa.vv. (damned tribute) Another damned seattle compilation
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1991  Dashboard Hula Girl / Musical tragedies 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima rara stampa tedesca nella versione in vinile nero, e con copertina lucida non apribile senza barcode, label custom gialla e nera, catalogo DBHG 002-1/MT 149 HS 57. Pubblicata nel 1992 in Germania su Dashboard Hula Girl/Musical Tragedies, questa compilation e' un tributo da parte delle band della scena di Seattle ai Damned, uno dei gruppi protagonisti del punk del '77. Band come Skin Yard, Love Battery, Fastbacks e gli immancabili Mudhoney, alfieri del grunge dell'epoca, si cimentano con ormai classici brani di Captain Sensible e compagni, mescolando il tiratissimo punk (ma anche le successive venature hard e psych) della band inglese con il ruvido grunge di Seattle, e risultando in una interpretazione personale ma anche ''rispettosa'' del punk primigenio. Questa la scaletta: The Purdins, ''1 of the 2''; Coffin Break, ''Love song''; Skin Yard, ''Machine gun etiquette''; Gas Huffer, ''Suicide''; The Accused, ''Neat neat neat''; Love Battery, ''I just can't be happy today''; Whitey, ''Wait for the blackout''; Freak, ''Antipope''; Flop, ''Disco man''; Hamemrbox, ''New rose''; Derelicts, ''Born to kill''; Mudhoney, ''Stab your back''; The Posies, ''Smash it up''; Big Satan, Inc., ''Melody Lee''; Fastbacks, ''Hit or miss''; Young Fresh Yellows, ''Life goes on''.
Euro
26,00
codice 245697
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1987  enigma 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
l' originale stampa USA, copertina (con leggeri segni di invecchiamento e microcut promozionale sulla costola superiore) lucida con barcode, label crema con logo Enigma rosso a sinistra, catalogo SJ-73221. Pubblicata nel 1987 dalla Enigma negli USA, questa è la colonna sonora del film indipendente "Border radio", diretto da Allison Anders, Dean Lent e Kurt Voss. Il film è legato alla tarda scena punk rock, cow-punk e roots californiana degli anni '80, e vede recitare membri di varie bands ad essa legate; parimenti la colonna sonora, curata principalmente da Dave Alvin dei Blasters, storica band fra roots, rock'n'roll e rockabilly, fu incisa con il contributo degli stessi musicisti, fra cui Chris D. dei Flesh Eaters, John Doe degli X, Steve Berlin dei Los Lobos, i Lazy Cowgirls, i Tonys ed i Green On Red. La colonna sonora alterna brani rock delle bands sopracitate con tracce strumentali più tipiche delle sonorizzazioni cinematografiche, composte principalmente da Alvin e Berlin, con un tocco desertico e roots. Questa la scaletta: The Tonys, "Border radio"; Dave Alvin and Steve Berlin, "La frontera I"; The Lazy Cowgirls, "Drugs"; Dave Alvin and Steve Berlin, "Burning guitar"; Dave Alvin, "Mi vida loca (acoustic)"; Dave Alvin and John Doe, "Little honey"; Divine Horsemen, "Mother's worry"; Green On Red, "Sixteen ways"; Dave Alvin and Steve Berlin, "La frontera II"; Chris D., "Lilly white hands"; Dave Alvin and Steve Berlin, "Driving to Mexico"; Dave Alvin, "Mi vida loca (border radio theme)". Il californiano Dave Alvin e' considerato uno dei maggiori animatori di quello che e' stato il movimento roots rock americano, volto negli ultimi venticinque anni del XX secolo alla riscoperta delle radici musicali americane, alla luce dei piu' recenti sviluppi della musica rock. Fondatore insieme al fratello Phil della storica band Blasters, fra roots, rock'n'roll e rockabilly, Alvin vanta anche una lunga e prolifica carriera solista, oltre a vari progetti.
Euro
16,00
codice 334146
scheda
Aa.vv. (david bowie, manhattan transfer, et al.) Just a gigolo ost (different tracklist)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  music on vinyl 
soundtracks
Edizione limitata a 3000 copie, numerate sul retro copertina in basso, in vinile blu semitrasparente da 180 grammi, copertina lucida fronte retro. Ristampa del 2019 ad opera della Music On Vinyl, con copertina che riprende parzialmente lo artwork dell'edizione tedesca, e con scaletta dei brani parzialmente diversa rispetto alle edizioni originarie. Originariamente pubblicata nel 1979 dalla Jambo nel Regno Unito e da diverse etichette in altri paesi, non uscita negli USA, la colonna sonora del film "Just a gigolo", diretto da David Hemmings ed interpretato da David Bowie, nel ruolo protagonista, oltre che da Sidney Rome, Kim Novak, lo stesso Hemmings (il protagonista del film "Blow up" di Michelangelo Antonioni) e da Marlene Dietrich, qui alla sua ultima apparizione cinematorgrafica. Le musiche del film furono realizzate da diversi artisti, fra cui gli americani Manhattan Transfer, esperti nel ricreare sonorità e musiche dai diretti richiami agli anni '20; Marlene Dietrich, celebre cantante oltre che attrice, interpreta alcune canzoni, mentre altri brani sono suonati da The Pasaden Roof Orchestra, gruppo specializzato nella riproduzione di musica degli anni '20 e '30, e The Gunther Fischer Quintet; segnaliamo infine la presenza, in questa edizione del 2019 a cura della Music On Vinyl, di tre tracce suonate dai Rebels, formazione esistita solo per queste registrazioni, nella quale Bowie ricoprì il ruolo di cantante (sua è la voce del "la la lala" che si sente nei brani in questione). Questa la scaletta: SIDE A MARLENE DIETRICH - JUST A GIGOLO 2. THE PASADENA ROOF ORCHESTRA – SALOME 3. THE REBELS - DAVID BOWIE'S REVOLUTIONARY SONG (PART I) 4. THE MANHATTAN TRANSFER – JOHNNY 5. THE GUNTHER FISCHER ORCHESTRA - THE STREETS OF BERLIN 6. THE PASADENA ROOF ORCHESTRA – CHARMAINE 7. MARLENE DIETRICH - JUST A GIGOLO (PIANO) 8. SYDNE ROME - DON'T LET IT BE TOO LONG SIDE B 1. THE REBELS - DAVID BOWIE'S REVOLUTIONARY SONG (PART II) 2. THE MANHATTAN TRANSFER - JEALOUS EYES 3. THE MANHATTAN TRANSFER - I KISS YOUR HAND, MADAME 4. MARLENE DIETRICH - JUST A GIGOLO (OUTTAKE) 5. THE GUNTHER FISCHER QUINTET - KISSING TIME 6. THE PASADENA ROOF ORCHESTRA - BLACK BOTTOM 7. THE REBELS - DAVID BOWIE'S REVOLUTIONARY SONG (PART III) 8. MARLENE DIETRICH - FAREWELL GIGOLO.
Euro
29,00
codice 3512336
scheda
Aa.vv. (david bowie, mick ronson, queen, ian hunter...) Beside bowie: the mick ronson story – the soundtrack (yellow vinyl)
LP2 [edizione] seconda stampa  stereo  eu  2018  universal music 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
copia ancora incellophanata, e con adesivo di presentazione sul cellophane, ma con una piccola ammaccatura nell' angolo in alto a sinistra, seconda stampa del giugno 2019, in VINILE GIALLO, doppio album in vinile 180 grammi, copertina apribile, inner sleeve con artwork a colori, label custom nera, rossa e gialla, catalogo 00600753826324. Pubblicata nel 2018 dalla Universal Music Group, la colonna sonora del film documentario ''Beside Bowie: the Mick Ronson story'' (2017), diretto da Jon Brewer, che racconta la storia di Mick Ronson. Grande chitarrista inglese, elemento fondamentale nella musica di gran parte delle incisioni di David Bowie nella prima meta' dei '70, oltre che al lavoro con innumerevoli altri musicisti e gruppi (restando in tema, i Mott The Hoople), Mick Ronson (1946-1993) inizia la sua carriera musicale a Hull nei primi anni '60 con i Marines e poi nei King Bee (non la band di Bowie); piu' tardi e' a Londra con i Voice prima e con i Rats dopo. Finalmente nel 1969 si unisce agli Hype, la backin
Euro
28,00
codice 245822
scheda
lp2 [edizione] originale  stereo  usa  1980  fantasy 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
prima stampa americana, copertina (con accentuati segni di invecchiamento sul retro in basso) apribile senza barcode, etichetta bianca ed azzurra sfumata con fulmini e logo arancio, catalogo F-79011; pubblicato nel 1980, il celebre doppio live album live che documenta l' edizione del 1979 del celebre festival "Bread & Roses", nato nel 1974 per iniziativa di Mimi Farina, sorella di Joan Baez, con lo scopo di portare musica e intrattenimento gratuito in ospedali, case di cura e prigioni, inizialmente nella zona della Baia di San Francisco e più tardi su scala nazionale. Registrato dal vivo il 5, 6 e 7 ottobre del 1979, include 22 brani; questa la lista completa: A1 –Norton Buffalo "I'm Taking Chances"; A2 –Hoyt Axton "The Devil" A3 –John Hammond "Driving Wheel" A4 –The Chambers Brothers "Tore Up Over You" A5 –The Chambers Brothers "When Will I Be Loved" B1 –Freebo And The Bread And Roses Dixieland Band "Basin Street Blues" B2 –Maria Muldaur "Just As An Eagle Stirs Her Nest" B3 –Graham Nash, Joel Bernstein "Military Madness" B4 –Graham Nash, Joel Bernstein "Just A Song Before I Go" B5 –David Crosby, Joel Bernstein, Graham Nash "Power", C1 –David Crosby "Leeshore" C2 –Paul Siebel "Lonesome House" C3 –Kris Kristofferson "Blessing In Disguise" C4 –The Roches "The Married Men" C5 –Leah Kunkel "Losing Myself To You" C6 –Chick Corea "Medley (Improvisation)" D1 –Joan Baez, Mimi Farina "Bread And Roses" D2 –Joan Baez "Forever Young" D3 –Pete Seeger "Acres Of Clams" D4 –Pete Seeger "Lonesome Valley" D5 –Finale (All) "This Land Is Your Land".
Euro
14,00
codice 248994
scheda
lp2+7 [edizione] nuovo  stereo  ita  2013  our sweetest songs 
punk new wave
Edizione limitata a mille copie, vinile doppio, copertina apribile senza codice a barre e con logo Pre in rilievo sul fronte, completa di due inserti in carta velina in formato 12'', inner sleeves in carta con artwork a colori, label custom con artwork a colori su di una facciata (diverso su ciascuno dei due vinili), bianca con scritte nere sull'altra, catalogo OSS001, groove message ''our sweetest songs are those'' sul lato A, ''that tell of the saddest thought'' sul lato B in entrambi i vinili; il singolo allegato e' contenuto in una copertina di cartoncino con chiusura ad incastro e simbolo dell'infinito in rilievo sul fronte, contenente a sua volta due inserti, uno in carta velina ed uno in carta testurizzata, inner sleeve in carta neutra nera, vinile del 7'' di colore bianco (contenente due cover, una di ''Dreams never end'' dei New Order, suonata da Maja Elliott, John Contreras e Gitane Demone, l'altra di ''Annarella'' dei CCCP Fedeli alla Linea, suonata dal coro dei Pueri Cantores Regina Nivis Carpi e da Maja Elliott), label nera con scritte bianche su di una facciata e bianca con scritte nere e disegno di rosa rosso e nero sull'altra, groove message identici a quelli degli lp. Pubblicato nell'estate del 2013 dalla italiana Our Sweetest Songs, questo impressionante progetto vede collaborare ventisei artisti internazionali (piu' un coro di bambini) nel dare nuove interpretazioni di alcuni classici brani: troviamo fra i musicisti coinvolti nel progetto David Tibet (Current 93), Baby Dee, Gitane Demone (ex Christian Death), Juia Kent (di Antony & the Johnsons), Vin e Larry Cassidy (Section 25), Peter Hook (Joy Divison, New Order), Massimo Pupillo (ZU), Andrew Liles (Nurse With Wound), solo per citarne alcuni. I quattro brani proposti, ciascuno occupante una intera facciata del doppio album, sono una suggestiva interpretazione ''cameristica'' di ''Story of sheherezade'' composta da Roger O'Donnell, e suonata con pianoforte e violoncello da O'Donnell stesso con Julia Kent, una stravolta e caotica, a tratti vaudevilliana, rendizione di ''House of the rising sun'', e due cover della classicissima ''Love wil tear us apart'' dei Joy Division, una rarefatta e vicina alla ambient piu' solenne, l'altra scandita da parti ritmate ed accenni rock, entrambe comunque molto originali.
Euro
46,00
codice 3506356
scheda
Aa.vv. (detroit garage) friday at the hideout 1964-67
lp [edizione] nuovo  mono  usa  1966  norton 
rock 60-70
copertina n cartoncino lucido apribile, ricca di note e foto, con barcode; sottotitolato "Boss Detroit Garage 1964-67", questo album pubblicato per la prima volta nel 2001 viene dedicato dalla benemerita ed attivissima etichetta Norton dedica al 60's garage punk di Detroit, con ben 18 brani tratti da rarissimi singoli ed in qualche caso addirittura inediti, incisi tra il 1964 ed il 1967 da 8 differenti formazioni, tutte facenti parte della "scuderia" dell' etichetta Hideout, la piu' attiva nell' ambito della scena garage locale, cetamente una delle piu' precoci e ricche di tutti gli Stati Uniti, capaci di originare presto sonorita' che saranno tra le piu' innovative della scena americana di fine decennio, soprattutto sul versante del "rock duro", che si sviluppera' a Detroit su coordinate assolutamente uniche che faranno scuola nei decenni a venire. Ecco la lista completa dei brani: Underdogs "Friday At The Hideout" (dal primo singolo del '65, primo numero di catalogo della Hideout) / Doug Brown and the Omens "TGIF (Thank Goodness It's Friday)" (dall' unico singolo del 1966 del gruppo del futuro membro di Beach Bums e Bob Seger & the Last Heard) / Four Of Us "I'll Feel A Whole Lot Better" (vivace e riuscita cover del grande brano dei Byrds, dal loro secondo ed ultimo singolo del 1965) / Pleasure Seekers "What A Way To Die" (favoloso teen punk, dal primo singolo, del 1965, da parte di questa all-girls band con una giovanissima SUZI QUATRO al basso!!!) / Underdogs "Don't Pretend" (dal secondo singolo del '66) / T.R. and the Yardsmen "I Tried" (dall' unico singolo del 1965) / Underdogs "The Man In The Glass" (ancora dal primo singolo) / Henchmen "Livin' " (dal primo singolo, del 1966) / Doug Brown & the Omens "Youth And Experience" (da un flexi disc del 1966) / Underdogs "Get Down On Your Knees" (dal terzo singolo del '66) / Pleasure Seekers "Never Thought You'd Leave Me" (deliziosa b-side del gia' citato singolo) / Four Of Us "You're Gonna Be Mine" (dal primo singolo, del 1965) / Underdogs "Little Girl" (dal secondo singolo) / Henchmen "Please Tell Me" (dal primo singolo) / Mushrooms "Burned" (dall' unico singolo del 1967, con un giovane GLENN FREY alla chitarra, poi nei Longbranch Pennywhistle e negli Eagles!!!) / Underdogs "Surprise Surprise" (dal terzo singolo) / Doug Brown and the Omens "Norwest Lounge radio spot" (inedita) /Fugitives "Friday At The Hideout" (dall' unico album della band, realizzato nel 1965). Degli Underdogs sono quindi presenti tutti i sei brani dei primi tre singoli (i primi due dei quali stampati anche a livello nazionale dalla Reprise), prima di un quarto singolo inciso per la Vip, sussidiaria della Motown (furono il primo gruppo bianco ad incidere per la Motown!), ma anche la presenza di moltre altre chicche rende imperdibile questa raccolta.
Euro
23,00
codice 3027565
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1979  rhino 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
la prima stampa americana, mai ristampato neppure in CD, copertina lucida fronte retro senza codice a barre, nella rara versione con etichetta rosa con scritte nere, catalogo RNSP301, , con modulo della Rhino per l' iscrizione allo "Stupid Fan Club" dell' etichetta, il folle e ricercatissimo album tributo ai grandi DEVO pubblicato dall' ineffabile Rhino Records poco tempo dopo l' uscita del secondo album "Duty Now For The Future" della geniale e fondamentale band di Akron, Ohio; una delle prime compilation-tributo di cui si abbia memoria, nata per iniziativa della leggendaria stazione radiofonica di Los Angeles KROQ, che indisse un concorso tra le bands locali per selezionare le migliori covers della band che godeva di un seguito underground comprensibilmente fanatico (furono poi gli stessi Devo a compiere la scelta). 11 covers ed un brano originale, "Okie from Muskogee", tra Devo, Residents e Flying Lizards, dei Bakersfield Boogie Boys" che avrebbero realizzato sempre per la Rhino un 12" di li' a poco. Ecco gli altri gruppi inclusi: i Knife Lust ("Shrivel Up"), i Jupiter ("Mongoloid"), i View ("Uncontrollable Urge"), i Firemen ("Jocko Bozo"), i Deadliners "Mongoloid"), Lonnie & the Devotions ("Jocko Homo"), i Doguloids ("Blockhead"), i Touch Tone Tuners ("Jocko Homo"), gli Y-22 ("Music inspired by Space Junk"), i Sordes ("Mongoloid") ed i Bohonian Plimquins ("Gut Feeling"). Un disco straordinariamente divertente, e ricco di episodi per nulla banali, ed anzi assai creativi e stimolanti.
Euro
40,00
codice 311990
scheda
Aa.vv. (devo, james brown...) Doctor detroit ost
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1983  backstreet 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soundtracks
prima stampa USA, copertina (con piccolo cut promozionale sulla costola) con barcode, label grigia con logo Backstreet in alto, catalogo BSR-6120. Pubblicata nel 1983 dalla Backstreet negli USA, dove non entro' in classifica, e dalla MCA in Gran Bretagna, la colonna sonora del film comico diretto da Michael Pressman ed interpretato da Dan Aykroyd. Prodotte da Ira newborn e Robert K. Weiss, le musiche furono realizzate con il contributo di diversi autori, provenienti da differenti ambiti stilistici: troviamo infatti i Devo con la loro pop wave sintetica in ''Theme from doctor detroit'' e ''Luv-luv'' (entrambe pubblicate su un 12" attribuito alla band di Akron), la cantante afromaericana legata all'epoca della disco music Pattie Brooks, il comico ed attore T.K. Carter, che si cimenta con l'irresistibile groove di ''Yo skridlow'' insieme allo stesso Aykroyd, e soprattutto il grande James Brown, in ottima forma, che si presenta qui con due scoppiettanti brani pop funk, ''King of soul'' e ''Get up offa that thing / Doctor detroit''. Questa la scaletta: Devo, ''Theme from doctor detroit''; Pattie Brooks & Dan Aykroyd, ''Hold him''; James Brown, ''King of soul''; T.K. Carter & Dan Aykroyd, ''Yo skridlow''; Pattie Brooks & Dan Aykroyd, ''Working girls''; James Brown, ''Get up offa that thing / Doctor detroit''; Devo, ''Luv-luv''; Pattie Brooks, ''You are the one'', ''Get it on and have a party''.
Euro
18,00
codice 327217
scheda
Aa.vv. (diaframma, et al.) Rockgarage vol.3
7" ep [edizione] originale  stereo  ita  1983  rockgarage/ma.so. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima assai rara stampa, pubblicata nel 1983 dalla Materiali Sonori in collaborazione con la fanzine Rockgarage, al cui numero Zero/Quattro del 1983 questo disco fu originariamente allegato, stampata in sole 1000 copie e sempre piu' rara, copertina apribile in sei con foto e note, label bianca con scritte nere, loghi Rockgarage e Materiali Sonori in alto, catalogo MASOEP004, con il titolo del brano dei Diaframma erroneamente riportato come ''Illusione orrica'' sull'etichetta. Si tratta di una delle rare pubblicazioni della serie Rockgarage, come gia' detto allegate in origine a dati numeri della rivista omonima; questo ep contiene quattro brani altrimenti che mettono in evidenza altrettante band dello underground nostrano: i fiorentini Diaframma con una splendidamente post punk ''Illusione ottica'' dal vivo (versione inedita), gli interessanti padovani QFWFW con ''Desideravamo belve'' (versione incisa nell'agosto del 1983, prima di quella presente sulla cassetta ''2'', incisa nel novembre dello stesso anno), vicina al minimal synth dalle tinte scure, i Degada Saf da Castelfranco (Treviso) con ''Tri-banal'' (poi sull'album ''No inzro'' del 1984), anch'essa di ambito dark wave elettronica, e i Funkwagen da Merano con ''Ebdomero'' (inedita), stridente intreccio fra punk, funk e jazz.
Euro
60,00
codice 321042
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1983  spittle 
punk new wave
ristampa in edizione limitata di 300 copie, pressocche' identica alla prima molto rara tiratura uscita originariamente su etichetta Electic Eye nel 1983, corredata di inner sleeve. Inserito dallo staff della rivista musicale Rumore tra i 50 dischi piu' importanti nella storia della new wave italiana, uno dei primi e fondamentali documenti del post punk del nostro paese, ideale seguito della raccolta "Gathered" che un anno prima la rivista Rockerilla aveva pubblicato sempre tramite la Electric Eye, ma capace di testimoniare una esponenziale crescita del "Movimento" attraverso 10 brani altrimenti inediti, appositamente realizzati per questa pubblicazione da altrettante bands selezionate tra quanto di meglio l' underground italico avesse proposto all' attenzione dei critici della all' epoca giovane rivista. L' album e' diviso tra una "Blue Section" che occupa il lato A, piu' morbidamente atmosferica, ed una "Pink Section", piu' rock e sperimentale, che occupa il lato B, e si segnala per la presenza di molte bands che si sarebbero rivelate fondamentali nell' ambito del nostro panorama negli anni a venire, oltre ad alcune piccole gemme da parte di bands dimenticate. Aprono i MODO con "Eyes in the Mirror", vagamente jazzata, con una interessante alternanza di vice maschile e femminile; i MONUMENTS con la bella "Wonderful Woman" propongono una versione piu' oscura e claustrofobica dei primi Soft Cell; suggestiva la malinconica e stranita "A Gift of Tears" dei JEUNESSE D'IVOIRE, aggressiva e claustrofobica "Vanity Fair" dei bravissimi FRIGIDAIRE TANGO, tra punk-funk ed atmosfere dark; i KIRLIAN CAMERA chiudono la prima side con la rarefatta ed oscura "Dreamtime Comes", veri e propri "veterani" della scena con gia' un 12" realizzato nel 1981 (nello stesso 1983 pubblicarono il primo album "It Doesn't Matter, Now", ed un altro 12"). La "Pink Section" sezione si apre con le 2 band fiorentine che per tutti gli anni '80 resteranno le piu' seguite ed amate di tutto il nuovo rock italiano: i LITFIBA, che gia' avevano pubblicato un anno prima il primo ep "Guerra", e nel 1983 pubblicarono anche il 7" "La Luna", sono presenti con uno dei brani piu' belli della loro discografia, la splendidamente atmosferica ed ipnotica "Transea" (poi riedita anni dopo in una versione pero' diversa); anche i DIAFRAMMA avevano gia' pubblicato del materiale, il 7" "Pioggia" ed uno split single con i concittadini Pankow, e qui, nello stesso anno in cui sarebbe uscito anche lo storico 12" Altrove", ci regalano l' oscura "Specchi D' Accqua", legata a doppio filo a certo post punk inglese dalle tinte dark, brano poi inserito nel loro primo album "Siberia", in versione divera; assai interessante e' "Fear" dei VOX REI, quasi dark punk, grezza ed aggressiva; "Dopo Hiedegger" dei Die Form testimonia al meglio l' attitudine caustica e sperimentale di questo progetto che sara' fertile di idee; infine "Danke Mami!" dei RINF pare riprendere certi esperimenti dei primi Gaznevada, tra punk, funk, elettronica e sperimentazione. Una testimonianza imperdibile, di notevole valore artistico oltretutto.
Euro
15,00
codice 2102132
scheda

Page: 8 of 38


Pag.: oggetti:
Indice autori contenenti "Aa. vv. ( cantautori )":
Aa. vv. - 

altri autori contnenti le parole cercate: