Hai cercato:  dall'anno 60 all'anno 69 --- Titoli trovati: : 3490
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (rock 60-70) Off II Hallucinations (Psychedelic Underground) picture
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1967  metronome / Deutscher Schallplattenclub / elektra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
l' originale stampa tedesca, nella versione picture disc pressata per il Record Club tedesco, con copertina laminata fronte e retro, non apribile (a differenza della versione non picture e di alcune copie picture), catalogo H895/5 sulla copertina e ST-KMLP310 sul vinile, che e' nella versione in cui non compare alcuna scritta in grigio a destra. Pubblicata nel 1969 dalla Metronome / Elektra in Germania, questa raccolta manifesto sparse nel paese teutonico il verbo del rock psichedelico e sperimentale dei gruppi americani promossi nella seconda metà degli anni '60 dalla brillante casa discografica guidata da Jac Holzman: in quel decennio la Elektra accolse nella sua scuderia giovani gruppi che proponevano una visione innovativa ed anticoformista del pop e del rock, come l'aggressivo proto punk degli MC5, la dionisiaca psichedelia dei Doors, le visioni psichedeliche acustiche della Incredible String Band, l'originalità ed il lirismo fra baroque pop, folk rock e psichedelia dei Love di Arthur Lee, l'iconoclasta e rivoluzionaria interpretazione delle radici folk da parte degli Holy Modal Rounders, l'eclettica musa dei Rhinoceros, autori di una riuscita miscela di rock, blues, jazz e soul. Questa la scaletta: MC5, "Kick out the jams" (dall'album "Kick out the jams", 1969); Holy Modal Rounders, "Werewolf" (dall'album "The Moray Eels Eat The Holy Modal Rounders", 1968); Rhinoceros, "Apricot brandy" (dall'album "Rhinoceros", 1968); The Doors, "Five to one" (dall'album "Waiting for the sun", 1968); Love, "The daily planet" (dall'album "Forever changes", 1967); Earth Opera, "The american eagle tragedy" (dall'album "The great american eagle tragedy", 1969); MC5, "I want you right now" (dall'album "Kick out the jams", 1969); The Holy Modal Rounders, "The pledge" (dall'album "The Moray Eels Eat The Holy Modal Rounders", 1968); Rhinoceros, "I need love" (dall'album "Rhinoceros", 1968); The Incredible String Band, "A very cellular song" (estratto del brano, dall'album "The hangman's beautiful daughter", 1968); Ars Nova, "And now am I to know" (dall'album "Ars nova", 1968); The Zodiac Cosmic Sounds (Mort Garson), "Cancer – the moon child" (dall'album "Cosmic sounds", 1967).
Euro
28,00
codice 244874
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Paris in the spring
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1967  ace 
rock 60-70
Vinile doppio pesante, copertina apribile, label bianca con scritte nere e rosa, logo Ace bianco e rosa a sinistra, catalogo XXQLP2 055. Pubblicata dalla Ace nel 2018, questa raccolta curata da Bon Stanley e Pete Wiggs compila ventidue brani tratti da singoli, ep e lp di artisti francesi pubblicati o quantomeno incisi fra il 1967 e la meta' degli anni '70, periodo durante il quale la nuova musica popolare francese usci' dai ristretti confini della scena ye'-ye' per avventurarsi in molteplici sentieri innovativi, originali e spesso con risultati di alto livello, dal cantautorato politico e contestatario al progressive piu' ardito, dal folk rock al pop conturbante ed eclettico gravitante attorno a personaggi come Serge Gainsbourg. Questa raccolta fornisce un primo sintetico quadro di quel periodo ricco di sorprese sulla scena transalpina, offrendo brani di celebri voci femminili che dal pop adolescenziale stavano cercando strade piu' mature e personali, come Francoise Hardy e France Gall, al folk rock prossimo alla West Coast di Ilous e Decuyper ed a quello piu' progressivo degli Ys, dalle sensuali e provocanti melodie pop di Jane Birkin e Serge Gainsbourg alle invenzioni di Jean-Claude Vannier, acclamato arrangiatore, compositore, session man ed autore di colonne sonore, importante figura nell'ambito della musica pop e rock francese dalla fine degli anni '60 in poi, all'inappuntabile star pop rock Jacques Dutronc. Questa la scaletta: SIDE 1: 1. LA VICTIME - Karl Heinz Schäfer (dalla colonna sonora di ''Les gants blancs du diable, 1973) 2. HÉLICOPTERE - Mireille Darc (singolo, 1969) 3. LES AVENTURES EXTRAORDINAIRES D'UN BILLET DE BANQUE - Bernard Lavilliers (dall'album ''Le stephanois'', 1975) 4. ROSES AND REVOLVERS - Janko Nilovic dall'album ''Supra pop impressions'', 1973) 5. L'ELU - Ilous & Decuyper (dall'eponimo album del 1972) 6. LA METAPHORE - Jacques Dutronc (da un ep del 1968) SIDE 2: 1. DOMMAGE QUE TU SOIS MORT - Brigitte Fontaine (dall'album ''Brigitte fontaine est...?'', 1968) 2. LES GARDE VIOLENT AU SECOURS DU ROI - Jean-Claude Vannier (da un singolo uscito nel 2016 ma inciso nel 1972) 3. LOOKING FOR YOU - Nino Ferrer (dall'album ''Nino and radiah'', 1974) 4. CHANSON D'UN JOUR D'HIVER – Cortex (dall'album ''Troupeau bleu'', 1975) 5. VIENS - Françoise Hardy (dall'album ''La question'', 1971) SIDE 3: 1. COULEURS – Léonie (dalla colonna sonora di ''Les gants blancs du diable, 1973) 2. LESLIE SIMONE - William Sheller (singolo, 1969) 3. LITANIES – Triangle (dall'album ''Triangle'', 1972) 4. BALEINES - François De Roubaix (dal cd ''Le monde electronique de..'', uscito nel 2004, brano inciso nel 1974) 5. ENCORE LUI - Jane Birkin (dall'album ''Di doo dah'', 1973) SIDE 4: 1. EVELYNE - Serge Gainsbourg (B-side del singolo ''La chanson de slogan'', 1969) 2. LILITH – Léonie (singolo, 1972) 3. YSTOR – Ys (dall'album ''Madame la frontiere'', 1976) 4. CHANSON POUR QUE TU M'AIMES UN PEU - France Gall (dall'album ''1968'', 1968) 5. LA VICTIME - Karl Heinz Schäfer (dalla colonna sonora di ''Les gants blancs du diable, 1973) 6. LA CHANSON D'HÉLENE - Romy Schneider & Michel Piccoli (dalla colonna sonora del film ''Les choses de la vie'', 1970).
Euro
41,00
codice 3511304
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 11
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  a.i.p. 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa ancora incellophanata, ormai da tempo fuori catalogo, copertina liscia senza codice a barre, etichetta verde con scritte nere. Uscito originariamente nel 1983. l' undicesimo volume della serie di compilations, il cui primo volume fu pubblicato nel '79, con grandi gemme perdute di garage-psychedelia degli anni '60. 14 brani di oscure bands americane, provenienti da rarissimi singoli incisi perlopiu' tra il '65 ed il '67: dei LEATHER BOY di New York (gia' noti come Milan, World of Milan e Milan (the Leather Boy) sono presenti il biker acid punk di "I'm A Leather Boy" e la psichedelica "Shadows", entrambe dal secondo singolo realizzato con questa denominazione; notevole e' "I Know" degli ILLUSIONS della Florida, tra folk rock ed torrido garage punk, dal loro unico singolo del '66; fantastico il fuzz punk psichedelico dei GALAXIES IV dalla Florida con la strumentale "Don't Lose Your Mind", dal loro quarto ed ultimo singolo del '67; i LOOKING GLASSES di Los Angeles rivelano qualche influenza inglese nella grezza ma eccellente psichedelica "Visions", dal secondo dei loro due singoli, del '67; VON RUDEN, dal Winsconsin, e' presente con una versione della rollingstoniana "The Spider And The Fly", dal primo dei due singoli, realizzati un po' fuori tempo massimo, nel 1970; grandi i THIRD EVOLUTION, di New York, con i due brani del secondo ed ultimo singolo del '66 "Gone, Gone, Gone" e "Don't Play With Me", favolosamente in bilico tra folk rock, garage punk e psichedelia; ancora superbo acid punk dagli AARDVARKS del Michigan, con "I'm Higher Than I'm Down", facciata A del loro primo singolo del '66; oscurissimi i FOUNTAIN OF YOUTH, con la piacevole "Hard Woman", dall' unico loro singolo; fantastici i MODDS, probabilmente da Memphis, Tennessee, con la grezzissima, davvero cruda "Leave My House"; deliziosamente low-fi i texani di Dallas BARKING SPYDERS con "I Want Your Love", dal loro unico singolo del 66; splendida la "ESP" dei BEAVER PATROL, dalla Florida, versione rallentata di "LSD" dei Pretty Things, puro punk psichedelico ai massimi livelli, dal loro purtroppo unico singolo del '67; chiude uno dei due brani dell' unico singolo del '66 inciso dai gia' sentiti Leather Boy quando ancora la loro denominazione era quella di MILAN (THE LEATHER BOY): "You Gotta Have Soul".
Euro
20,00
codice 225245
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 12
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  a.i.p. 
rock 60-70
il dodicesimo volume della serie di compilations, inaugurata nel 1979 con grandi gemme perdute della scena garage-psychedelia dei '60's. 14 brani di altrimenti ben ardua reperibilita' di oscure garage punk bands americane: iniziano i grandi NOMADS del North Carolina con la selvaggia "From Zero Down", dal loro secondo ed ultimo singolo; i newyorkesi TEDDY BOYS coverizzano splendidamente "Mona" di Bo Diddley, offrendone una versione molto punk psichedelica notevolissima, dal loro terzo di 4 singoli, del 1967; gli oscurissimi e molto grezzi COMING TIMES con "Keep The Music Playing", dal loro unico singolo; i notevoli BREAKERS da Memphis, Tennessee con il folk rock intinto nel piu' ruvido garage di "Don't Send Me No Flowers (I Ain't Dead Yet)", dal loro unico singolo, cosi' come un singolo realizzarono i concittadini PETER & THE RABBITS, di cui e' presente "Someone I've Got My Eyes Upon" (sempre del '66); il divertente bubblegum punk di "Ride" dei PAWNEE DRIVER, probabilmente dall' Ohio; grandi i MAD HATTERS del Maryland il cui batterista sara' nei Fallen Angels di Washington, con la travolgente"I'll Come Running", dal secondo ed ultimo loro singolo del '66; una leggenda della scena di San Francisco pre-psichedelica sono i VEJTABLES, qui con la bellissima "Feel The Music" dal loro terzo ed ultimo singolo del '66; eccellenti i CLOCKWORK ORANGE del Kentucky qui con i due brani del loro unico bellissimo singolo del '67: "Your Golden Touch" e "Do Me Right Now", tra melodia e ruvidezze garage punk; RICHARD & THE YOUNG LIONS, dal New Jersey, sono presenti con la piacevolissima "You Can Make It", dal terzo ed ultimo singolo del '67; grandi gli OUTCASTS di long island, New York, con "I Didn't Have To Love Her Anymore", notevole ballata tra folk rock e garage, dal loro secondo ed ultimo singolo del '67; delizioso il pop barocco dei JAM con "Something's Gone", dal loro unico singolo del 1972 (esatto!), prodotti da quel Seymour Stein che presto scoprira' i Ramones; si chiude con il riuscito garage pop dei FREE THINKERS, canadesi basati a New York, con "You Were Born For Me", dal loro primo di due singoli, del 1965. Copertina lucida senza codice a barre, etichetta verde con scitte nere.
Euro
17,00
codice 2028604
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 16
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  a.i.p. 
rock 60-70
Copertina lucida con barcode, etichette interamente nere, la ristampa del sedicesimo volume, originariamente pubblicato nel 1985, della serie di compilations, inaugurata nel 1979 con grandi gemme perdute della scena garage e psichedelica dei '60's, provenienti da rarissimi singoli pubblicati originariamente in gran parte tra il '65 ed il 67. 14 brani di altrimenti ben ardua reperibilita' di oscure garage punk bands americane; ecco la lista completa: Side 1: The Acoustics: "My Rights" Bobby Brelyn: "Hanna" The Graveyard 5: "Marble Orchard" The Graveyard 5: "Untitled" Just Luv: "Valley of Hate" Jimmy Curtiss: "Psychedelic Situation" Ron Wray Light Show: "Speed" Side 2: The Streys: "She Cools My Mind" The Sands of Time: "Red Light" The Mood: "Amber Fields" Steve Peele Five: "Frankie's Got It!" Those Boys: "No Good Girl" Scurvy Knaves: "It's Not Like That" Duplex: "Louie, Louie".
Euro
16,00
codice 3005922
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 3 - The acid gallery
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  bdf 
rock 60-70
Sottotitolo "A Mind Blowing Collection Of 18 Demented Classics From The Psychedelic Sixties" (in realta' i brani sono 17, una delle tracce indicate sul retro non fu poi inserita sul disco. Ristampa con copertina senza barcode, pressoche' identica a quella della prima tiratura uscita su Bdf nel 1979. Il terzo volume di una delle prime e piu' importanti serie raccolte di brani di oscure bands dei '60, con grandi gemme perdute di garage-psichedelia, tratte perlopiu' da rarissimi singoli, in questo caso relativi alla scena Californiana. Questa la lista dei gruppi e dei rispettivi brani, con numerose autentiche gemme qui riscoperte per la prima volta: A1 Dave Diamond & The Higher Elevation "The Diamond Mine" A2 Teddy & His Patches "Suzy Creamcheese" A3 Crystal Chandlier "Suicidal Flowers" A4 William Penn V "Swami" A5 The Jefferson Handkerchief "I'm Allergic To Flowers" A6 The Unfolding "Prana" (indicata sul retrocopertina come "Bonus Track") A7 The Calico Wall "Flight Reaction" A8 The Hogs "Loose Lip Sync Ship" A9 The Driving Stupid "The Reality Of (Air) Fried Borsk" B1 The Third Bardo "I'm Five Years Ahead Of My Time" B2 The Bees "Voices Green And Purple" B3 The Monocles "Spider And The Fly" B4 Godfrey "Let's Take A Trip" B5 T.C. Atlantic "Faces" B6 Mike Condello "Soggy Cereal" B7 The Lea Riders Group "Dom Kellar Os Mods" B8 Race Marbles "Like A Dribbling Fram"
Euro
19,00
codice 3020571
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 4 - Summer means fun!
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1966  bfd 
rock 60-70
Sottotitolo "A Fun-Filled Collection Of Great Summer Sounds And Surf Music Rarites!" Ristampa con copertina senza barcode, pressoche' identica a quella della prima tiratura uscita su Bdf nel 1979. Il quarto volume di una delle prime e piu' importanti serie raccolte di brani di oscure bands dei '60, con grandi gemme perdute di garage-psichedelia, tratte perlopiu' da rarissimi singoli, in questo caso relativi alla scena Californiana, sovente di orientamento garage-surf. Questa la lista dei gruppi e dei rispettivi brani, con numerose autentiche gemme qui riscoperte per la prima volta: A1 –Bruce & Terry "Summer Means Fun" A2 –Fantastic Baggys "Anywhere The Girls Are" A3 –The Four Speeds "R.P.M." A4 –Jan & Dean (Bonus Track) A5 –The California Suns "Masked Grandma" A6 –The Dantes "Top Down Time" A7 –The Pyramids "Custom Caravan" A8 –The Rivieras "California Sun "65" A9 –The Trashmen "New Generation" B1 –The Survivors "Pamela Jean" B2 –Gary Usher "Sacramento" B3 –Sharon Marie "Thinkin' 'Bout You Baby" B4 –The Knights "Hot Rod High" B5 –The Wheel Men "School Is A Gas" B6 –Lloyd Thaxton "Image Of A Surfer" B7 –The City Surfers "Beach Ball" B8 –Dave Edmunds "London's A Lonely Town" B9 –The Ragamuffins "The Fun We Had"
Euro
19,00
codice 3020572
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 5
Lp [edizione] nuovo  stereo  aus  1966  bfd 
rock 60-70
il quinto volume della pi— celebre serie di raccolte di brani di oscure bands dei '60, originariamente pubblicata nel '79, con altri 17 imperdibili gemme perdute provenienti perlopiu' da oscurissimi singoli pubblicati tra il '65 ed il '67 di altrettante garage bands americane. Ecco l' elenco dei brani: i TREE di Washington con il garage punk demente della favolosa "No Good Woman", dal loro unico singolo; i PLAGUE del New Mexico con la deliziosa "Go Away", tra garage punk devastante ed english beat, dal loro unico singolo; l' ottimo e grezzo rock chitarristico dei MAGI da Daytona Beach, Florida, con "You Don't Know Me", dal loro unico singolo del 1971 (un po' fuori luogo rispetto agli altri brani del disco, comunque validissima); la travolgente "It's A Crying Shame" dei texani di Forth Worth GENTLEMEN dal loro primo singolo; i grandissimi 5 CANADIANS (texani di San Antonio) con la indimenticabile "Writing On The Wall", dal loro primo singolo (dopo un singolo come Hangmen); i DIRTY WURDS di Chicago con la grezzissima "Why", facciata A del loro primo singolo; i MERRY DRAGONS di Los Angeles con la piacevole "Universal Vagrant" dal loro unico singolo; l' isterico acid punk dei FE-FI-FOUR PLUS 2, dal New Mexico, con "I Wanna Come Back (From The World of LSD)", dal primo dei due loro singoli; da Memphis, Tennesee, gli ESCAPADES con la perfetta "I Tell No Lies", dal loro primo di due singoli; i grezzissimi DANNY & THE ESCORTS da El Paso con la splendida "You Need Love", meravigliosamente sospesa tra garage punk, folk rock e beat; i SATYRS di Philadelphia con "Yesterday's Hero", caratterizzata da un bellissimo organo, dal loro unico singolo del 1968; i leggendari LITTLE PHIL & THE NIGHT SHADOWS, veterani della scena di Atlanta, Georgia, con la bellissima "The Way It Used To Be"; gli STATE OF MIND dal Delaware con "Move", dal loro primo di due singoli; l' eccellente "Wanna be with you" degli YESTERDAY's CHILDREN di New York (niente a che vedere con l' omonima band del Connecticut che realizzo' anche un album), dal loro unico singolo; il garage beat dei TIME STOPPERS da Pittsburgh con "I Need Love", dal loro unico singolo; i texani THURSDAY's CHILDREN con la ottima "You'll Never Be My Girl", dal loro primo singolo; infine i texani di San Antonio 12 A.M., con la bellissima : The Way I Feel", facciata A del loro unico singolo. Imperdibile! Copertina lucida senza codice a barre, etichetta verde con scritte nere.
Euro
16,00
codice 2023404
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) pebbles vol. 8
Lp [edizione] nuovo  stereo  aus  1966  BFD 
rock 60-70
ristampa pressocche' identica alla prima tiratura pubblicata nel 1980, copertina lucida senza barcode, con dettagliate note sul retro, senza barcode, etichetta celeste con scritte e logo neri. l' ottavo bellissimo volume della piu' celebre serie di raccolte di oscuri 45 di garage punk psych bands dei '60, originariamente pubblicato nel '79. In questo volume una serie di ben 18 brani di altrettante bands americane, piu' o meno oscure, perlopiu' introvabili altrimenti, registrati tra il 1965 ed il 1967. Immensa l' intensa e viscerale "You Must Be a Witch", dal primo singolo dei grandissimi LOLLIPOP SHOPPE di Fred Cole (ex Weeds, poi negli Zipper e nei Dead Moon); bellissima e misconosciuta "I Never Loved Her" degli STARFIRES, dal loro secondo singolo del 1965 (!!!); piacevolissime la ballata "I Wonder" dei prolifici Gants, ed il garage punk di "My Baby's Gone" dei Sound Barrier, ed anche "Hey Little Girl" dei Jujus che si segnala per la particolarissima voce del cantante, paragonata nientemeno che a quella di Dave Surkamp dei Pavolv's Dog; deliziosa "Do Like Me" degli UNCALLED FOUR dal loro unico singolo; travolgente e decisamente sopra le righe il frantic punk di "Bad Way To Go" dei BRUTHERS, dal loro purtroppo unico singolo; notevole anche "Bad Times" dei texani CLUE, caratterizzata da un approccio piuttosto aggressivo ma anche un delizioso organo, dal loro unico singolo; "It Ain't True" dei leggendari FAINE JADE di Boston e' un micidiale punk psichedelico, e proviene dal loro secondo singolo del 1966; trascinante "Lovin' Just My Style" dei CARAVELLES, caratterizzata da suoni davvero magnifici, dal loro unico singolo del '66; bella la versione di "My Generation" dei noti HUMAN BEINZ, dal loro terzo oscuro singolo; carina "Make You Mine" dei grandi ? & THE MYSTERIANS, non inclusa nei loro due albums; carina "I Can't Stand This Love, Goodbye" degli Others di Rhode Island; "Don't Do It Some More" dei CINDERMEN dal loro terzo singolo del '66 e' una delle scoperte del disco, davvero travolgente; bellissime "How Many times" dei ROVIN' FLAMES (splendidamente coverizzata un ventennio fa dai Plan 9), dal loro quinto ed ultimo singolo e "She Lied" dei ROCKIN' RAMRODS (quest' ultima incredibilmente registrata nel 1964, dal loro secondo singolo!!!); e poi ancora "Run Girl Run" dei Movin' Morfomen e soprattutto la bella e memorabile "I Live In The Springtime" della piccola leggenda LEMON DROPS, dal loro unico singolo. Uno dei volumi migliori della serie. Senza codice a barre
Euro
17,00
codice 2034320
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Persian underground
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1960  persianna 
rock 60-70
Copertina ruvida a busta senza codice a barre, label verde con scritte bianche e logo Persianna bianco e marrone in alto, catalogo PSR004. Pubblicata dalla Persianna nel 2010, questa compilation presenta quattordici brani tratti da rari singoli ed ep di gruppi e solisti rock iraniani degli anni '60 e '70, che mostrano una scena musicale a tratti sorprendente, come nel caso di Zangoleah, batterista e cantante di sesso femminile, con tanto di abbigliamento mod e capigliatura in classico stile anni '60, che si cimenta con un intreccio fra rock'n'roll, pop ed sonorita' mediorientali, oppure Kambiz, considerato uno dei pochi musicisti iraniani a tentare la strada del rock progressivo; oltre ad essi troviamo anche una manciata di band dalla storia avvolta nel mistero, ma tutti accomunati dalla compresenza nella loro musica di elementi occidentali e mediorientali/iranici. Questa la scaletta: Zangoleah, ''Uncle chainmaker''; Saeed, ''Avenue of love''; Big Boys, ''I was thinking about you''; Zangoleah, ''Springs''; Takkhalha, ''Mastom, mastom''; Kambiz, ''Love knowledge'', ''Way to life''; Takkhalha, ''Rain and rain''; Ojubeha, ''Shirley''; Takkhalha, ''Play with fire''; Tigers, ''Take Leila away''; Big Boys, ''Bartender''; Zangoleah, ''Wish map''; Tigers, ''Koori shin baba''.
Euro
23,00
codice 3504270
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Pop a la catalana
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1963  vadim 
rock 60-70
Edizione limitata numera sul retro copertina in basso, vinile doppio, copertina a busta, label color sabbia e marrone (sabbia e blu su di una facciata) con scritte bianche, nere e marroni, catalogo VADo24LP. Pubblicata dalla Vadim nel 2010, questa compilation rispolvera una parte della scena musicale catalana degli anni '60, attraverso diciotto brani tratti da vari ep usciti originariamente fra il 1963 ed il 1971. Si tratta di una raccolta stilisticamente molto eclettica, con brani che vanno dal beat al soul, dal pop alla bossanova, che illustrano la vitalita' della scena della Catalogna sotto il tallone di Franco. Questa la scaletta: Eurogrup, ''Que' passa amb els duros?'' (1967); Nuri, ''Es una dona'' (1965); Tony, ''Yeh yeh'' (1965); Guillermina Motta, ''Cap a futbol'' (1971); Francesc Heredero, ''Nina de cera'' (1965); Lleo Segarra, ''No es res d'excepcional'' (1965); Jordi Tejion, ''Amor'' (1965); Jacinta, ''Soc molt poca cosa'' (1967); Grau Carol, ''Desafinat'' (1963); Joe Martin, ''Lluna blava'' (1965); Guillem D'Efak, ''Febre'' (1965); Nuria Feliu, ''Qualsevol hora va be''' (1965); Alicia Tomas, ''Ciao ciao'' (1965); Lita Torello', ''No tornare' a plorar per tu'' (1965); Jacinta, ''Es lluny el setembre'' (1967); Santi Sans, ''El meu trastet'' (1967); F. Burrull & J.M. Espinas, ''Canco del telefon'' (1969); Llorenc Torres, ''El cinemascop'' (1965).
Euro
25,00
codice 3504369
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Pop sound 70 (orange vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  ger  1968  polydor 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa tedesca, vinile arancione, copertina apribile laminata all'esterno e liscia all'interno, label custom con particolari dello artwork di copertina e scritte bianche, catalogo 2482 001. Pubblicata nel 1970 dalla Polydor in Germania ed in altri paesi europei ed extraeuropei (ma non risulta uscita in UK ne' negli USA), la raccolta che compila dodici brani tratti da album di gruppi prevalentemtente britannici, con qualche presenza europea continentale (vedi Golden Earring) e nordamericana, fra stelle confermate ed emergenti della scena rock internazionale dell'epoca, fra cui gli Who, l'ex bassista dei Cream Jack Bruce con un pezzo dal suo capolavoro solista ''Songs for a tailor'', i Taste del genio della slide guitar Rory Gallagher, John Mayall, i Cat Mother (qui coprodotti da Jimi Hendrix), i Fat Mattress dell'ex bassista degli Experience Noel Redding, ed uno dei piu' celebri gruppi europei del periodo, i Golden Earring(s). Questa la scaletta: Taste, ''Eat my words'' (da ''On the boards'', 1970); Ashton, Gardner & Dyke, ''Rolling home'' (da ''Ashton, gardner & dyke'', 1969); Area Code 615, ''Nashville 9 – New York'' (da ''Area code 615'', 1969); Jack Bruce, ''Never tell your mother she's out of tune'' (da ''Songs for a tailor, 1969); Savage Rose, ''Life's other side'' (da ''Travellin''', 1969); Golden Earring, ''One huge road'' (da ''Eight miles high'', 1969); Who, ''Tommy can you hear me?'' (da ''Tommy'', 1969); Ten Wheel Drive with Genya Ravan, ''Polar bear rug'' (da ''Construction no. 1'', 1969); Cat Mother and the All Night Newsboys, ''Can you dance to it?'' (da ''The street giveth... and the street taketh away'', 1968); Fat Mattress, ''Magic Forest'' (da ''Fat mattress'', 1969); John Mayall, ''Saw mill gulch road'' (da ''The turning point'', 1969); Euphoria, ''What a day'' (da ''Euphoria'', 1969).
Euro
25,00
codice 323588
scheda
lp [edizione] originale  stereo  usa  1968  sidewalk 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima davvero rara stampa usa, copertina cartonata, con microforatura promozionale in alto a destra, etichetta gialla con scritte e logo neri. La epocale colonna sonora del film del 1968 di Dick Clark per la american International motion picture sulla scena psychedelica americana della fine degli anni '60; "Psych Out" e' certamente una delle opere di culto che meglio ha colto lo spirito dei tempi. La colonna sonora e' ricchissima di gemme strepitose, i Seeds propongono una travolgente "Two Fingers Pointing on You", gli Storybook, band capitanata da Ronald Stein, che e' accreditato in questo film (che aveva come stars Dean Stockwell e Susan Strasberg) come responsabile dell' "Original Music and Adaptation" (il gruppo era composto probabilmente dagli stessi Strawbwerry Alarm Clock sotto mentite spoglie ) il primo brano che propongono , scritto da ''S.A.Clock'' (Strawberry Alarm Clock), suona esattamente come i migliori episodi del gruppo psychedelico, che compare a proprio nome con " "Rainy Day Mushroom People" e "The World's on Fire," in una versione prima di 3 minuti ed alla fine dell'lp di 8,22 . con un episodio appaiono anche i Boenzee Cryque che propongono un brano che ricorda da vicino il Jimi Hendrix di "Purple Haze" mischiato ai Vanilla Fudge di "You Keep Me Hanging On. ancora quattro tracce degli Storybook "Psych-Out Sanctorum," "Beads of Innocence," "The Love Children," e "Psych-Out", ( registrate in uno stile ''vicino'' a quello degli Strawberry Alarm Clock come detto potrebbero addirittura esere il gruppo stesso sotto falso nome ). il disco si chiude con la versione, bellissima, di oltre 8 minuti di "The World's on Fire" suonata dagli Strawberry Alarm Clock .
Euro
100,00
codice 214322
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Psyche' france 1960-70 volume 3 (rsd 2017)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1967  parlophone / warner music france 
rock 60-70
REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DEL 22 APRILE 2017, label custom a colori, questa raccolta e' il terzo volume di compilations dedicate alla musica pop underground e non della Francia anni '60 e '70. Questo terzo volume contiene dodici brani, che coprono un vasto spettro stilistico, dalla eccellente sintesti fra folk rock e progressive dei Komintern (''Elle etait belle'') alla sperimentazione elettronica di Igor Wakhevitch, dalle tendenze cantautorali di Philippe Farre' a quelle glam rock dei Papillon (che suonano una versione francofona di ''Starman'' di David Bowie). Questa la scaletta: SIDE 1: 1. Les Masters - Mon Chameau (1967) 2. Komintern - Elle Etait Belle (1971) 3. Rado Testen – Wendy (1971) 4. Triangle – Bungalow (1973) 5. Guy Skornik - La Route (1971) 6. Jean-Pierre Castelain - La Petite Auto (1975) 7. Jacques Filh - La Petite Différence (1968) SIDE 2: 1. Papillon - L'Air Que Je Chante (1974) 2. Michel Zacha - La Dame Nue (1972) 3. Philippe Farré - Les Aiguilles Du Temps (1977) 4. Patrick Roche – Crépuscule (1974) 5. Igor Wakhévitch - Rituel De Guerre Des Esprits De La Terre (1977).
Euro
22,00
codice 3511734
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) psychedelic crown jewels vol.2
LP2 [edizione] originale  stereo  ita  1967  akarma 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
Doppio album in vinile 180 grammi, l' originale stampa, con copertina (con moderati segni di invecchiamento) apribile in tre parti, senza barcode, etichetta in bianco e nero da un lato e dall' altro multicolorata con logo Akarma, corredato di inserto con note, catalogo AK104/2. Pubblicato dalla Akarma nel 1999, il secondo volume della serie ''Psychedelic Crown Jewels'' contiene ben 29 brani (quattro in piu' rispetto alla versione in cd) ed e' basato, a differenza del primo che vedeva il focus su brani e gruppi assai conosciuti, su bands ed episodi estremamente oscuri e verammente underground, tutte le registrazioni sono state effettuate nella seconda meta' degli anni '60, e non sono mai state pubblicate prima su album. La selezione e' stata effettuata da Roger Maglio, con l'aiuto di Max Waller, Ray Ehmen, Mike Kusiak, ed e' basata su sonorita' vicine al fuzz, punk e garage piuttosto che alla Psichedelia vera e propria, tra i brani bellissime "When You Made Love to Me" dei Prime Mover di New York, questa si', vicina alla psichedelia, The Grapes of Wrath, the Hustlers, the Baroque Monthly, the Barons ed i piu' conosciuti Jelly Bean Bandits, i Substantial Evidence con la barocca e memore dei Left Banke "Death Angel". Un' opera magistrale che non lascera' insoddisfatto chi sia interessato al garage Americano dei '60. Ecco la lista dei 29 brani inclusi: Love Go Round - Counselors, Why - Joel Tessler, Strange Land, Strange People - Northbridge Company, Come Back to Me Baby (qui accreditata a gruppo sconosciuto, in realta' si tratta di un brano dell' inglese Edwick Rumbold), Urban Meadows - Rockin' RoadRunners, Over You - Mark V, Our Big Chance - Marauders, You Are Your Only Mystery - Baroque Monthly, Salesman - Jelly Bean Bandits, Things to Come - Menn, If You Try - Hustlers, It Won't Rain on Me - Sons Of Joseph, Talk to Me - Checkmates, People Say - Inc Rogues, Shadows of You - Illusions, When You Made Love to Me - Prime Mover, Have a Good Time on Me - Grapes of Wrath, Tired of Crying - Off Beats,Yes It's Too Bad - Gang Of Saints, Death Angel - Substantial Evidence, The Story of Rich Man - Phantoms, Drawbridge - Barons, The Third Eye - Joint Effort, Different Than Me - Kracker Barrell Komplex, Go Away - Rockin' RoadRunners, Bad News - Stix, Stonz, She's Gone Away - Individuals, Two Can Play - Jaguars, Five Steps to Hell - (accreditata a gruppo sconosciuto, si tratta in realta' dei Viceroys di Sunnyvale, California).
Euro
24,00
codice 249342
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Revolucion psicofasica en bolivia
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  discos del condor 
rock 60-70
Copertina lucida a busta senza codice a barre, inserto apribile con note storiche e foto, label rossa con scritte e disegni bianchi, catalogo CONDOR002. Pubblicata dalla Discos Del Condor nel 2011, questa compilation e' dedicata al rock boliviano del periodo 1968-75, documentando una scena in una generazione di musicisti assorbiva le influenze della nuova musica pop internazionale (in questi solchi principalmente garage, beat duro e qualche scheggia di psichedelia) mescolandole con il proprio retaggio culturale; fra i gruppi rappresentati i piu' noti sono probabilmente i Los Ovnis, autori di un buon numero di album nella seconda meta' degli anni '60. La raccolta prende il nome dalla casa discografica Psicofasico, sulla quale un buon numero di questi brani venne pubblicato. Questa la scaletta: Los Ovnis, ''La ilusion hace cancion'' (da un ep del 1974); Los Vagos, ''Mundos diferentes'' (dal primo ep del 1969); Los Splendid, ''Dame tu amor'' (da un ep del 1969); Los Loving Dark's, ''No quiero llegar a viejo'' (1968); Los Bonny Boys Hot's, ''Sandra'' (1969); The Donkeys, ''LSD'' (1969); Los Dhag Dhag's, ''El gato'' (1969); Los Flintstones, ''Oh pebbles!'' (1968); Los Laser, ''Los desposeidos'' (1971); Grupo Trigal, ''La calle principal'' (da un ep del 1971); Los Four Star, ''Volando en las nubes'' (dal secondo ep del 1970); Mandrill, ''Danza de los brujos'' (1975); Los Ovnis, ''Ya no escucho tu voz'' (1975); 50 De Marzo, ''Ciceron'' (dal primo ep del 1970).
Euro
23,00
codice 3504834
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Revolution pop – 14 fuzzy and groovy french cuts from the sixties
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1964  les disques robespierre 
rock 60-70
Copertina lucida fronte retro senza codice a barre, label custom rossa e nera con immagine di persona che legge un libro, scritte gialle, catalogo 031. Pubblicata nel 2018 dalla Les Disques Robespierre, questa interessante raccolta compila quattordici brani originariamente pubblicati negli anni '60 su singoli ed ep, mai ristampati ne' compilati prima d'ora, ad opera di cantanti e gruppi pop francesi. Un piccolo ''Bignami'' di soggetti e cliche' della cultura beat giovanile dell'epoca, fra canzoni che parlano di Mao, sesso, il diavolo, studenti contestatori, donne gatto ed altre amenita'; musicalmente siamo fra white soul, protofunk, garage beat e freakbeat. Questa la scaletta: SIDE 1: 1. Claude Channes - Coulez moi (dall'ep ''Mao mao'', parte della colonna sonora del film ''La chinoise'' di Jean-Luc Godard, 1967) 2. Nicky Nicolas - Pour Les Miss (B-side del singolo ''La danse du schuss'', 1969) 3. Monty - J'ai Traversé L'Enfer (singolo, 1966) 4. Santa Maria - Donne Moi Ton Coeur Et Ta Fleur (B-side del singolo ''Elle'', 1970) 5. 5 Gentlemen - Je Te Veux (dall'ep ''Qu'As-Tu Katioucha?'', 1966) 6. José Salcy - Les Filles Chats (dall'ep ''Un peu beaucoup'', 1967) 7. Gammas – Satisfaction (dall'ep ''Help'', 1965) SIDE B: 1. Claude Channes - Mao Mao (dall'ep ''Mao mao'', parte della colonna sonora del film ''La chinoise'' di Jean-Luc Godard, 1967) 2. Françoise Deldick - Le Diable De Près (B-side del singolo ''Joue avec moi'', 1969) 3. Carine – L'Insatisfait 4. Jocelyne - La La La La La (singolo, 1964) 5. Les Players - Les Indiens (singolo, 1965) 6. Les Fleurs De Pavot - Super Girl (dall'album ''Les fleurs de pavot'', 1968) 7. Norman "Gagman" Gang – L'Ascenseur (B-side del singolo ''Les escargots'').
Euro
28,00
codice 3511643
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) S.i.x.t.i.e.s. - party mega mix
LP2 [edizione] originale  stereo  uk  1960  telstar 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa inglese, vinile doppio, copertina apribile lucida all'esterno ed all'interno, con barcode, label azzurra sfumata con scritte nere e logo Telstar azzurro e marrone in alto, logo MCPS a destra, catalogo STAR2307. Pubblicata nel 1987 dalla Telstar per il mercato britannico, questa compilation e' un proverbiale disco da festa a tema anni '60, contenente ben sessanta canzoni di grande successo che coprono l'intero decennio, e che su ciascuna facciata si susseguono senza intervalli fra un brano e l'altro. Quasi tutti i brani raggiunsero la top ten britannica all'epoca della loro pubblicazione, e gli artisti rappresentati sono soprattutto provenienti dal Regno Unito, accanto ad una minoranza di origine statunitense come i Beach Boys e Lee Dorsey, o caraibica come Desmond Dekker e gli Upsetters, provenienti dalla Giamaica. Si tratta di una raccolta concentrata soprattuto sul pop e sul beat degli anni '60, ma non mancano alcuni episodi soul e reggae. Questa la scaletta: John Fred & his Playboy Band, ''Judy In Disguise (With Glasses)''; 1910 Fruitgum Co., ''Simon says''; The Scaffold, ''Lily the pink''; Ohio Express, ''Yummy yummy yummy''; The Archies, ''Sugar sugar''; The Cufflinks, ''Tracy''; Tommy Roe, ''Sheila''; Buddy Holly, ''Brown-eyed handsome man''; The Dixie Cups, ''Iko iko''; Pat Boone, ''Speedy gonzales''; Surfaris, ''Wipe out''; The Shadows, ''Dance on''; Cliff Richard and the Shadows, ''I could easily fall''; The Shadows, ''Shindig''; Cliff Richard and the Shadows, ''On the beach''; Gerry and the Pacemakers, ''I like it'', ''I'm the one''; The Hollies, ''Just one look'', ''Stop stop stop''; Swinging Blue Jeans, ''Good golly miss molly''; Chuck Berry, ''No particular place to go''; Johnny Kidd and the Pirates, ''I'll never get over you''; Freddie and the Dreamers, ''I'm telling you now''; Helen Shapiro, ''Tell me what he said''; Beach Boys, ''Then I kissed her'', ''I can hear music''; Blue Mink, ''Melting pot''; Small Faces, ''Lazy sunday'', ''Itchycoo park''; Johnny Preston, ''Running bear''; The Searchers, ''Sweets for my sweet'', ''When you walk in the room''; The Foundations, ''Baby now that I've found you''; The Kinks, ''You really got me'', ''All day and all of the night''; Status Quo, ''Down the dustpipe'', ''Ice in the sun''; The Honeycombs, ''Have I the right''; The Amen Corner, ''Hello suzie''; Chris Andrews, ''Yesterday man'', ''To whom it concerns''; Alan Price, ''Hi lili hi lo'', ''Simon smith and his amazing dancing bear''; Georgie Fame, ''Getaway''; Brian Poole and the Tremeloes, ''Candy man''; Dave Dee Dozy Beaky Mick and Tich, ''The legend of xanadu'', ''Zabadak''; Jet Harris & Tony Meehan, ''Diamonds'', ''Applejack''; The Applejacks, ''Tell me when''; Dusty Springfield, ''In the middle of nowhere''; Tom Jones, ''What's new pussycat''; Sandie Shaw, ''Puppet on a string'', ''Long live love''; Neil Christian, ''That's nice''; Desmond Dekker and the Aces, ''Israelites''; The Upsetters, ''Return of django''; Lee Dorsey, ''Working on a coalmine'', ''Holy cow''; Robert Parker, ''Barefootin'''.
Euro
18,00
codice 329162
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Savage pencil presents: angel dust
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1966  furthur/blast first 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Prima stampa, realizzata in Gran Bretagna, vinile picture, copertina lucida apribile senza barcode, catalogo FU3LP, groove message ''live to ride!'' sul lato A e ''ride to live'' sul lato B. Titolo completo ''Savage pencil presents: angel dust – music for movie bikers''. Pubblicata nel 1988 dalla Furthur/Blast First, la raccolta curata e disegnata dall'illustratore e giornalista musicale inglese Savage Pencil (aka Edwin Pouncey), famoso per aver disegnato copertine di album di gruppi quali Sonic Youth e Big Black, fra le altre cose; all'interno della copertina troviamo anche note scritte da nientemeno che Steve Albini. Il disco compila brani tratti da colonne sonore di piu' o meno oscuri ''biker movies'' degli anni '60 e dei primi '70, film con motociclisti piu' o meno sbandati per protagonisti. Ben quattro brani sono firmati da Davie Allan and the Arrows, musicisti importanti nell'ambito delle colonne sonore di questo genere di film; fra gli altri musicisti rappresentati, Paul Wibier con la diabolica ''Satan (theme)'', una malefica mutazione del classico soul ''A change is gonna come''. Questa la scaletta: Davie Allan and the arrows, ''Blues theme''; Paul Wibier, ''Satan (theme)''; Harley Hatcher, ''The chase is on''; East-West Pipeline, ''Angels die hard''; Randy Sparks/Jim Helms, ''By force''; Davie Allan and the Arrows, ''The stompers and the souls'', ''Cycle-delic'', ''Mind transferral''; The Poor, ''Skip to my mary J''; Stu Phillips, ''Get it on''; The Arrows, ''Ghost story''; The Hogs, ''Blues theme''.
Euro
28,00
codice 322868
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Stars charity fantasia
Lp [edizione] originale  mono  uk  1966  philips/scf 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
La prima rara stampa inglese in mono, copertina laminata sul fronte, flipback su due lati sul retro, etichetta rosa con scritte e logo Scf in alto in nero, catalogo PL145. Pubblicato dalla Philips, questo disco venne realizzato a scopo benefico per l'organizzazione Save The Children, con brani tratti da singolo od albums e donati da diversi artisti pop dell'epoca, fra cui Walker Brothers, Spencer Davis Group, Dusty Springfield, Cliff Richard e Sandie Shaw. Questa la scaletta: Andy Williams, ''Begin the beguine'' (1965); Dusty Springfield, ''You don't have to say you love me'' (1966); Cliff Richard, ''I could easily fall'' (1965); Walker Brothers, ''The sun ain't gonna shine anymore'' (1966); Cleo Laine & John Dankworth, ''Shall I compare thee'' (1964); Roger Miller, ''England swings'' (1965); Spencer Davis Group, ''Every little bit hurts'' (1965, dal primo album "Their First Lp"); Frankie Vaughan, ''Hello dolly'' (1964); Sandie Shaw, ''Gotta see my baby every day'' (1965); Val Doonican, ''Walk tall'' (1964); Swingle Sisters, ''Rondo'' (1964); Harry Secombe, ''If I ruled the world'' (1963); Kathy Kirby, ''Dance on'' (1963); Ken Dodd, ''Happiness'' (1964).
Euro
24,00
codice 319001
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) super duper blues
lp [edizione] originale  stereo  uk  1969  blue horizon 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima rara stampa inglese, copertina laminata sul fronte, con lievi segni di invecchiamento sul retro, etichetta azzurra con logo e scritte blu, catalogo SPR31, adesivo "Stereo" sul retro. Si tratta del manifesto del blues elettrico inglese, pubblicato nell' anno di grazia 1969 dalla etichetta Blue Horizon di Mike Vernon, produttore assolutamente fondamentale nell' ambito del "british blues" inglese. Raccoglie dodici brani esemplari di ''new electric blues'', tratti dai rari albums del catalogo dell' etichetta, con la presenza pero' di vari bluesman afroamericani che in quegli anni Vernon invito' in Inghilterra ad incidere per la sua etichetta, solitamente supportati dai musicisti della sua "scuderia"; ecco la straordinaria scaletta: Fleetwood Mac "Rollin man" (dall' album "Mr.Wonderful"), Duster Bennett "Jumping at shadows" (dall' album "Smiling like i'm happy"), "Chicken Shack "What you did last night" (dall' album "Forty Blue Fingers Freshly Packed and Ready To Serve"), Eddie Boyd "Blues Is Here to Stay" (dall'album "7936 South Rhodes"), Gordon Smith "Diving Duck Blues" (dall' album "Long Overdue"), "Champion Jack Dupree "A Racehorse Called Mae" (dall' album "When you feel the feeling you was feeling"), "Johnny Shines "Pipeline Blues" (dall' album "Last night's dream"), Fleetwood Mac "Long Grey Mare" (dall' album "Peter Green's Fleetwood Mac"), "Sunnyland Smith "Stella Mae" (dall' album "Midnight Jump"), Chicken Shack "I Wanna See My Baby" (dall' album "O.K. Ken?"), Curtis Jones "Gee pretty baby" (dall' album "Now Resident in Europe"), "Fleetwood Mac "Shake Your Moneymaker" (dall' album "Peter Green's Fleetwood Mac").
Euro
25,00
codice 108376
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) super duper blues
lp [edizione] originale  stereo  uk  1969  blue horizon 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa inglese, copertina laminata sul fronte, etichetta azzurra con logo e scritte blu, catalogo SPR31. Si tratta del manifesto del blues elettrico inglese, pubblicato nell' anno di grazia 1969 dalla etichetta Blue Horizon di Mike Vernon, produttore assolutamente fondamentale nell' ambito del "british blues" inglese. Raccoglie dodici brani esemplari di ''new electric blues'', tratti dai rari albums del catalogo dell' etichetta, con la presenza pero' di vari bluesman afroamericani che in quegli anni Vernon invito' in Inghilterra ad incidere per la sua etichetta, solitamente supportati dai musicisti della sua "scuderia"; ecco la straordinaria scaletta: Fleetwood Mac "Rollin man" (dall' album "Mr.Wonderful"), Duster Bennett "Jumping at shadows" (dall' album "Smiling like i'm happy"), "Chicken Shack "What you did last night" (dall' album "Forty Blue Fingers Freshly Packed and Ready To Serve"), Eddie Boyd "Blues Is Here to Stay" (dall'album "7936 South Rhodes"), Gordon Smith "Diving Duck Blues" (dall' album "Long Overdue"), "Champion Jack Dupree "A Racehorse Called Mae" (dall' album "When you feel the feeling you was feeling"), "Johnny Shines "Pipeline Blues" (dall' album "Last night's dream"), Fleetwood Mac "Long Grey Mare" (dall' album "Peter Green's Fleetwood Mac"), "Sunnyland Smith "Stella Mae" (dall' album "Midnight Jump"), Chicken Shack "I Wanna See My Baby" (dall' album "O.K. Ken?"), Curtis Jones "Gee pretty baby" (dall' album "Now Resident in Europe"), "Fleetwood Mac "Shake Your Moneymaker" (dall' album "Peter Green's Fleetwood Mac").
Euro
35,00
codice 30667
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Syde tryps seven
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1967  tenth planet 
rock 60-70
Edizione limitata a mille copie numerate sul retro copertina in basso, vinile da 190 grammi, copertina lucida a busta senza codice a barre, label bianca con scritte nere su di una facciata, a cerchi concentrici bianchi e neri sull'altra, catalogo TP052. Pubblicata nel 2001 dalla Tenth Planet, questa raccolta dedicata alla psichedelia inglese piu' oscura presenta quattordici brani, in larga parte inediti, fra cui cinque pezzi dei Brain, gruppo di cui facevano parte Peter e Mchael Giles, futuri membri di Gile, Giles & Fripp e King Crimson (Michael), la versione demo inedita di Cliff Ward del classico minore ''Path through the forest'', poi pubblicato dai Factory, ed ancora brani di Fire, Outer Limits, Those Fadin' Colours ed altri. Questa la scaletta: The Brain, ''Nobody knows the game'' (1967, inedito); Those Fadin' Colours, ''Blow up'' (1967, inedito); The Jygsaw, ''0099'' (1968, dall'album ''The jygsaw record their own''); The Brain, ''Shot on sight'' (1967, inedito); Fire, ''Can't be so bad'' (1968, inedito); The Brain, ''One in a million'' (1967, inedito); The Snappers, ''Smiley's tram'' (1968, dall'album ''The snappers''); The Outer Limits, ''I'm not your stepping stone'' (singolo); Those Fadin' Colours, ''Try me on for size'' (1967, inedito); The Brain, ''Murder'' (1967, inedito); 6AX, ''Penelope breedlove'' (inedito); The Brain, ''Most likely you go your way and I'll go mine'' (1967, inedito); Snappers, ''She's a love'' (1968, dall'album ''The snappers''); Cliff Ward, ''Path through the forest'' (1967, inedito).
Euro
18,00
codice 3504543
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) Tasty bubblegum flavor – 12 rare u.s. bubblegum pop jewels 1968 – 1971
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1968  naughty rhythm 
rock 60-70
Copertina senza codice a barre, catalogo NRR002LP. Pubblicata nel 2019 dalla Naughty Rhythm, questa antologia compila dodici storici brani, significativi esempi del bubblegum pop emerso, in particolare sulla scena americana, fra la fine degli anni '60 e l'inizio dei '70, con un sound pop solare, melodico ed adolescenziale, mirato ad un pubblico di giovanissimi, architettato da alcuni produttori che si avvalevano principalmente di turnisti in studio, le cui registrazioni venivano poi pubblicate sotto il nome di un gruppo, in realtà inesistente al di fuori delle estemporanee incisioni; non a caso la maggior parte dei gruppi della musica bubblegum, che animò la scena pop americana grosso modo fra il 1968 ed il 1972, ebbero una sola hit prima di scomparire dai radar, ed il fenomeno fu prima di tutto e soprattutto legato ai sngoli, e non agli lp. In ogni caso il bubblegum ebbe un successo anche notevole in quegli anni (vedi in questa raccolta gli Yummies, e la sua influenza si sarebbe poi fatta sentire su generazioni successive di musicisti pop e rock: ad esempio un cantante spesso impiegato nella registrazione di singoli bubblegum, Joey Levine, sarebbe stato una fonte di ispirazione per il futuro frontman dei Ramones, Joey Ramone. Questa antologia non contiene le hits più famose del genere, bensì si concentra su brani bubblegum più rari e misconosciuti. Questa la scaletta. SIDE 1: 1. Professor Morrison's Lollipop - Oo-Poo-Pah Susie 2. Johnny Cymbal - Save All Your Lovin' (Hold It For Me) 3. Gideon - Oh! Sweet Love 4. Zebra - Bring Me To My Knees 5. Bleus - Milk & Honey 6. Hungry Tiger – Fee-Fi-Fo-Fum SIDE 2: 1. The Yummies - Patty Cake 2. American Machine – Snowball 3. Joey Levine - Come On My Baby 4. Kasnat & Katz Fighter Squadron - Pickin' Up Sticks 5. Jamie & The Sweetcorn - I'm Gonna Love You 6. Jordan Parker Revue - Ginger Bread Man.
Euro
20,00
codice 3512673
scheda
Aa.vv. (rock 60-70) The byg deal
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1968  finders keepers 
rock 60-70
Vinile doppio, ormai fuori catalogo, copertina ruvida a busta con grande adesivo rettangolare azzurro di presentazione sul cellophane, inserto di quattro pagine in cartoncino liscio blu formato lp con note, label nera con scritte bianche. Pubblicata dalla Finders Keepers nel 2009, questa raccolta compila ventidue brani tratti da dischi pubblicati fra il 1968 ed il 1978 dalla storica etichetta francese Byg, all'epoca dedita a diffondere musica creativa senza barriere stilistiche: fra le sue pubblicazioni, qui rappresentate, il leggendario progetto ''Bananamoon'' con Daevid Allen e Robert Wyatt, ''Camembert Electrique'' dei Gong, dischi dell'ex Aphrodite's Child Vangelis e degli sperimentatori jazz dello Art Ensemble Of Chicago, oltre a numerosi musicisti piu' oscuri per lo piu' francesi. Questa la scaletta dei brani, tutti editi: Alice, ''Que pouvons-nous faire ensemble?'' (1970); Francois Wertheimer, ''L'automne'' (1971); Brigitte Fontain and Areski, ''Ca va faire un hit'' (1972); Gong, ''Hip hypnotise you'' (1970); Alan Jack, ''Ny change rien'' (1970); Coeur Magique, ''Madmoiselle Marie'' (1971); Valerie Lagrange, ''Si ma chanson pouvait'' (1971); Alpha Beta, ''Astral abuse'' (1971); Jacques Barsamian, ''Rockers en liberte''' (1971); Ame son, ''Je veux justre dire'' (1970); Art Ensemble Of Chicago, ''Rock out'' (1969); Gong, ''Rational anthem''; Freedom, ''Dirty water'' (1969); Vangelis, ''Stuffed tomato'' (1978); Ame Son, ''Eclosion'' (1970); Paul Semana, ''Mon petit garcon'' (1971); Inter-Groupie Psychotherapeutic Elastic Band, ''Floating'' (1970); Banana Moon, ''All I want is out of here'' (1975); Alice, ''Viens'' (1970); Coeur Magique, ''Pacha'' (1971); Joachim and Rudolf Kuhn, ''Bloody rockers'' (1969); Gong, ''Mother long shanks'' (1971).
Euro
25,00
codice 2010446
scheda

Page: 8 of 140


Pag.: oggetti: