Hai cercato:  immessi ultimi 60 giorni --- Titoli trovati: : 1896
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Ya ho wha 13 / father yod and the spirit of '76 Sacred bones presents the music of ya ho wa (gold vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1974  sacred bones 
rock 60-70
Vinile color oro, copertina senza codice a barre, label bianca e nera con scritte nere, catalogo SBR-314. Pubblicata nel dicembre del 2022 dalla Sacred Bones, questa antologia compila rari brani tratti dagli altrettanto rari album usciti originariamente nel 1974 sotto le sigle Father Yod and the Spirit of '76 e Ya Ho Wa 13; l'antologia è collegata alla pubblicazione del libro sulla Source Family, la comunità guidata da Father Yod, "Family: the source family scrapbook". La musica di questi hippies mistici era fra le più sperimentali, restando comunque in ambito rock, e psichedeliche della California degli anni '70 in cui furono attivi: percussioni tribali, chitarre distorte, vocalizzi dai toni spirituali e mistici, il tutto espresso attraverso jam sessions spontanee, dalle strutture non pianificate e senza sovraincisioni, effettuate spesso fra le 3 e le 6 del mattino in un garage adibito a studio per i musicisti della comune. Questa la scaletta: "Ho" (dall'album "Penetration: an acquarian symphony", a nome Ya Ho Wha 13), "A Lady" (dall'album "All or nothing at all", a nome Father Yod and the Spirit of '76), "Every Morning" (dall'album "All or nothing at all", a nome Father Yod and the Spirit of '76), "Oh Ya Ho Wa" (dall'album "Savage sons of ya ho wa", a nome Ya Ho Wha 13), "The Great Woe" (dall'album "All or nothing at all", a nome Father Yod and the Spirit of '76), "Different Dreams" (dall'album "All or nothing at all", a nome Father Yod and the Spirit of '76), "I'm Gonna Take You Home (estratto)" (dall'album "I'm gonna take you home", a nome Yahowha), "Ya Ho Wha" (dall'album "Penetration: an acquarian symphony", a nome Ya Ho Wha 13). Storie dalla California di fine anni '60: l' anziano Tom Baker si dichiara Dio, cambia il nome in Father Yod e mette insieme una setta di hippie che sopravvive grazie all' attivita' di un ristorante ad Hollywood. Vegetariani; ad Hollywood in quegli anni, pero', non suonare in un gruppo e' cosa perlomeno improbabile, e quindi gli adepti (tra cui, per un periodo, Sky Saxon dei Seeds!), sempre sotto la guida del loro dio, realizzano una serie di albums a nome Father Yod ed a nome YaHoWa13, usciti in poche centinaia di copie, che distribuiscono personalmente e che diverrano, nel tempo, tra i piu' ambiti dai collezionisti di tutto il mondo. Poco dopo il trasferimento alle isole Hawaii Father Yod si rompe la schiena durante il suo primo volo in deltaplano, e muore qualche giorno dopo avendo rifiutato ogni tipo di cura medica; l' attivita' musicale della setta avra' il suo epilogo in un 8-track registrato come Fire, Water and Air con Sky Sunlight Saxon. Un progetto noto soprattutto per la cronica irreperibilita' dei suoi artefatti sonori, che pero', sperimentali e certo ostici, sono sicuramente meritevoli di esplorazione.
Euro
30,00
codice 3514915
scheda
Yardbirds live in france (1965-68)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1965  repertoire 
rock 60-70
copertina senza barcode, adesivo di presentazione sul cellophane, inserto apribile con note e foto, catalogo V323. Pubblicata dalla Repertroire nel 2020, questa bella raccolta include raro materiale registrato dal vivo in Francia tra il 1965 ed il 1968, in veri e propri concerti o durante apparizioni televisive. Solo parte di questo materiale era gia' apparso in altre pubblicazioni ufficiali, ed in partiolare "Dazed and confused: the Yardbirds in '68 – live at the Bbc and beyond" e "1966", entrambi usciti nel 2018. Questa la lista completa dei brani contenuti e l' occasione in cui vennero registrati: "For Your Love" e "I Wish You Would" sono registrate al Paleis des Sports di Parigi il 20 June 1965, ''Train kept a-rollin'', ''Shapes of things'' e "Over, Under, Sideways, Down" sono registrate alla Music Hall De France di Parigi il 27 giugno del 1966 durante un' apparizione televisiva, "Shapes Of Things", "Train Kep A-Rollin' ", "You're A Better Man Than I", "Heart Full Of Soul", "My Baby", "Most Likely You Go Your Way (And I'll Go Mine)" ed "Over Under Sideways Down" sono registrate il 30 aprile del 1967 al Grand Spectacle de Jeunes, Parigi, "Train Kept A-Rollin' ", "'Dazed And Confused'' e ''Goodnight Sweet Josephine'' sono registrate il 9 marzo del 1968 durante un' apparizione televisiva. Attivi fra il 1963 ed il 1968, gli Yardbirds sono stati un fondamentale e storico gruppo inglese, alfieri, nei loro primi anni, dell'ala piu' legata al blues ed allo r'n'b del beat inglese, con efficacissime cover di classici blues come ''Smokestack lightning'' e ''Good morning little school girl'', alle quali seppero dare un tocco personale e britannico, grazie anche al talento di una formazione di grande spessore (vi militarono in quegli anni chitarristi come Eric Clapton e Jeff Beck), che avrebbe poi influenzato il movimento rock blues inglese di fine anni '60; ma furono capaci anche di produrre con successo canzoni piu' vicine alla sensibilita' pop dell'epoca, come dimostra ad esempio ''For your love'', e poi nei loro ultimi anni della loro breve carriera si aprirono ad influssi psichedelici, prima di diventare il ''bozzolo'' dal quale sarebbero fuoriusciti i Led Zeppelin (nei loro ultimi concerti e sessioni radiofoniche, con Jimmy Page in formazione, gli Yardbirds suonavano alcuni brani che sarebbero poi entrati nel repertorio zeppeliniano). Il gruppo si e' poi riformato nei primi anni '90, sotto la guida di Jim McCarthy e di Chris Dreja, due membri della formazione originaria.
Euro
28,00
codice 2115412
scheda
Yeah yeah yeahs Cool it down (ltd yellow)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2022  secretly canadian 
indie 2000
edizione limitata in vinile giallo opaco. copertina apribile. Il quinto album della band di New York City guidata da Karen O, il primo per Secretly Canadian, a nove anni dall'ultimo album del 2013, ‘Mosquito’, a venti anni dall'esordio. Un disco con atmosfere generalmente più rarefatte e sognanti rispetto ai primi lavori sbarazzini della band, con la partecipazione di Perfume Genius e Dave Sitek dei TV on the Radio. Uno dei gruppi di punta del nuovo garage rock all'inizio del XXI secolo, gli Yeah Yeah Yeahs si formano a New York nel 2000 ad opera della cantante di origini coreane e polacche Karen O, del chitarrista Nick Zinner e del batterista Brian Chase. In seguito alla pubblicazione dei primi singoli, il gruppo diventa uno dei beniamini del indie rock americano, con il suo stile abrasivo e rumoroso che si mantiene semplice ed ammicca alla melodia; la strumentazione senza basso ed a base di chitarra e batteria li fa accostare ai gia' affermati White Stripes. L'acclamato album d'esordio ''Fever to tell'' esce nel 2003 ed ottiene un notevole successo fra il pubblico, che sara' bissato tre anni dopo con ''Show your bones''.
Euro
31,00
codice 2115760
scheda
Yes Fragile (crystal-clear vinyl)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  atlantic / rhino 
rock 60-70
bella ristampa del gennaio 2023, EDIZIONE LIMITATA IN VINILE TRASPARENTE, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica alla prima tiratura del 1971. Pubblicato in Inghilterra nel Novembre del 1971 dopo ''Yes Album'' e prima di ''Close To The Edge'', giunto al numero 7 delle classifiche UK ed al numero 4 di quelle USA dove invece usci' nel Gennaio del 1972. Il quarto album, e' il primo lavoro con Rick Wakeman proveniente dagli Strawbs e subentrato a Tony Kaye, contiene uno dei loro brani piu' rappresentativi, ''Roundabout'', il disco e' considerato da piu' parti come uno dei capolavori assoluti del progressive anglosassone, con brani luminosi ed ermetici, caratterizzati dalla particolare voce di Jon Anderson, e dalla chitarra di Steve Howe, ex Tomorrow, un disco che ha fatto epoca e che rimane tuttora come uno dei pilastri della musica degli anni '70.
Euro
39,00
codice 3030621
scheda
Yes Quest (180 gr. 2lp + 2 cd)
LP2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2021  inside out / sony 
rock 60-70
Vinile doppio da 180 grammi, allegata versione in CD dell'album su due dischi, copertina aprible, libretto di sedici pagine, label custom di colore diverso su ciascuna delle quattro facciate, scritte nere, nome gruppo e titolo stilizzati ed a colori in alto, catalogo 19439878841. Pubblicato nell'ottobre del 2021 dalla Inside Out / Sony Music, il ventiduesimo album in studio, successivo a "Heaven & heart" (2014). Prodotto da Steve Howe, è il primo album in studio degli Yes ad essere inciso senza più alcuno dei membri originari, dopo la morte del bassista Chris Squire, avvenuta nel 2015. La formazione che ha composto ed inciso "The quest" è composta dal sopracitato Howe (che qui impiega un numero impressionante di differenti chitarre) con un altro membro storico del gruppo inglese, Alan White (batteri), e con Jon Davison (voce, chitarra), Geoff Downes (piano, organo, synth, mellotron, piano elettrico Fender Rhodes) e Billy Sherwood (basso, tastiere); in tre brani il gruppo impiega anche la FAMES Studio Orchestra, condotta da Oleg Kondratenko ed arrangiata da Paul K. Joyce. Il gruppo elabora una sintesi fra le sonorità classiche degli Yes, maestose, avvolgenti e sostenute da una notevole cifra tecnica, ed un approccio più pop e meno complesso rispetto a quello dei loro capolavori degli anni '70. Questa la scaletta: "The ice bridge", "Dare to know", "Minus the man", "Leave well alone", "The western edge", "Future memories", "Music to my ears", "A living island", "Sister sleeping soul", "Mystery tour", "Damaged world".
Euro
16,00
codice 2116769
scheda
Yes The Yes album
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1971  rhino/atlantic 
rock 60-70
Ristampa in vinile pesante, pressoche' identica ala prima edizione del 1971, con copertina apribile. Pubblicato in Inghilterra nel marzo del 1971 dopo ''Time and a Word '' e prima di ''Fragile'', giunto al numero 7 delle calssifiche UK ed al numero 40 di quelle USA dove usci' nel maggio dello stesso anno. Il terzo album, il primo con Steve Howe, nonche' il primo a proporre il rock progressivo sinfonico e luminoso dai testi mistici ed ermetici che porra' il gruppo tra le leggende del rock inglese, registrato dalla formazione che prevedeva John Anderson, Chris Aquire, Steve Howe, Tony Kaye, Bill Bruford. Contiene ''Your Move'', brano simbolo degli anni classici del gruppo.
Euro
32,00
codice 2116800
scheda
Yes yesshows
Lp2 [edizione] originale  stereo  ita  1980  atlantic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima stampa italiana, doppio album con copertina (con lievi segni di invecchiamento) apribile senza barcode, etichetta verde e rossa, con scritte in alto lungo la circonferenza e "Made in Italy By Wea Italiana" in basso, senza piccolo logo W, senza data sul trail off, catalogo W60142. Pubblicato in Inghilterra nel dicembre del 1980 dopo ''Drama'' e prima di ''90125'', giunto al numero 22 delle classifice Uk ed al 17 di quelle Usa. Registrato live durante il world tour del 1976-1978, a Rotterdam, Londra, Francoforte e Detroit, con in formazione Jon Anderson, Steve Howe, Patrick Moraz, Chris Squire ed Alan White nei brani registrati nel 1976, e con Rick Wakeman ritornato nei ranghi al posto di Moraz in quelli del 1977 e 1978, testimonia la lunghissima serie di concerti eseguiti nel periodo immediatamente precedente ed immediatamente successivo alla pubblicazione dell' album in studio "Going For The One". Questi i brani contenuti: A1 Parallels A2 Time And A Word A3 Going For The One B The Gates Of Delirium C1 Don't Kill The Whale C2 Ritual (Part 1) D1 Ritual (Part 2) D2 Wonderous Stories.
Euro
20,00
codice 254439
scheda
Yorkston james, nina persson & the second hand orchestra The great white sea agle (ltd green)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2023  domino 
indie 2000
edizione limitata in vinile verde scuro, copertina apribile, adesivo su cellophane. Il secondo album del progetto formato dal cantautore James Yorkston con la second hand orchestra svedese e la partecipazione di Nina Persson dei Cardigans. Per la prima volta Yorkston scrive canzoni al piano invece che alla chitarra, impreziosite da raffinati arrangiamenti di Karl-Jonas Winqvist della SHO e alla dolce voce della Persson che si interseca ottimamente con quella del cantautore per delle canzoni dai toni introspettivi, intime e notturne. note a seguire
Euro
29,00
codice 2116583
scheda
Young gods t.v.sky
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1991  godhead 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Copia ancora in gran parte incellophanata, l' originale stampa italiana, copertina lucida senza barcode, etichetta nera con scritte e logo argento, catalogo GOD 004, completa di inner sleeve. Pubblicato dalla Play It Again Sam Records negli USA ed in vari paesi europei (in Italia usci' su Godhead). Prodotto da Roli Mosimann degli Swans (il gruppo di Ginevra prende nome da un loro celebre brano), pubblicato dopo ''Young Gods Play Kurt Weill'', il raro quarto album degli Young Gods. In ''T.V. Sky'' il gruppo conferma le proprie sonorita' dissacranti e distorte estremizzando tutte le sonorita' piu' dure e lacerate ereditate dai passati '80, proponendo un sound oscuro, furioso e ruvido. Gli svizzeri Young Gods, attivi dagli anni '80, sono considerati da molti una delle formazioni basilari del nuovo corso che vedeva l'originario minimalismo industriale unirsi con la furia istintiva del metal; formula che venne in seguito verbo stilistico per l'avanguardia americana, Ministry e Nine Inch Nails non hanno mai ripudiato la loro ammirazione e ispirazione per il gruppo guidato dall'energico Franz Treichler alias Franz Muze.
Euro
26,00
codice 254968
scheda
Young larry Into somethin'
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1964  blue note 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Ristampa degli anni 2000, coeprtina lucida senza barcode pressoché identica alla assai rara e ricercata prima tiratura, etichetta Blue Note bianca e blu, catalogo BLP4187. Originariamente pubblicato nel 1965 dalla Blue Note, inciso al Rudy Van Gelder Studio di Englewood Cliffs, New Jersey, il 12 novembre del 1964, da Sam Rivers (sax tenore), Larry Young (organo), Grant Green (chitarra) ed Elvin Jones (batteria). Uno dei primi album di Young come band leader, ed il suo debutto per la prestigiosa Blue Note, "Into somethin'" mostra che il giovane organista già si stava staccando dalla potente influenza di Jimmy Smith per elaborare un proprio linguaggio che, muovendosi ancora nello hard bop e nel soul jazz, si addentra anche in territori meno battuti, mostrando l'influenza del jazz modale esplorato da colleghi come Miles Davis e John Coltrane. Questa la scaletta: "Tyrone", "Plaza de toros", "Paris eyes", "Backup", "Ritha". Uno dei maggiori organisti jazz, Larry Young (1940-1978) mosse i primi passi influenzato dallo stile di Jimmy Smith, in cui il jazz si mescolava con il blues ed il soul, ma già a metà anni '60 aveva sviluppato un proprio stile, che risentiva maggiormente delle innovazioni del ''post bop'' e di John Coltrane. Aveva esordito come leader giovanissimo, a soli vent'anni, e nel 1969 partecipò, non casualmente, alle sessioni di incisione di ''Bitches brew'' di Miles Davis; in seguito fu con John McLaughlin e poi con i Lifetime di Tony Williams, operando dunque nel cuore della nascente fusion.
Euro
18,00
codice 254765
scheda
Young larry Unity
Lp [edizione] ristampa  stereo  usa  1966  blue note 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Rara ristampa americana del 1986, rimasterizzata con sistema DMM (Direct Metal Mastering), copertina senza codice a barre, pressoche' identica alla prima tiratura, etichetta blu e bianca, catalogo BST-84221, dell' album originariamente pubblicato nel 1966 dalla Blue Note. Inciso al Rudy Van Gelder Studio di Englewood Cliffs, New Jersey, il 10 novembre del 1965, con formazione composta da Larry Young (organo), Woody Shaw (tromba), Joe Henderson (sax tenore) ed Elvin Jones (batteria). In questo apprezzato album il giovane organista si cimenta con un jazz basato su di un agile bop, in cui spicca il suo organo, strumento in genere utilizzato nel soul jazz piuttosto che nel jazz ''piu' serio'', almeno fino alla svolta della fusion; questo lavoro si colloca piuttosto nelle vicinanze dell'agile e sfuggente ''post bop'' del secondo quintetto di Miles Davis. Non a caso ritroveremo Young nelle sessioni che daranno vita al capolavoro ''Bitches brew'' di Davis. Questa la scaletta: ''Zoltan'', ''Monk's dream'', ''If'', ''The moontrane'', ''Softly as a morning sunrise'', ''Beyond all limits''. Uno dei maggiori organisti jazz, Larry Young (1940-1978) mosse i primi passi influenzato dallo stile di Jimmy Smith, in cui il jazz si mescolava con il blues ed il soul, ma gia' a meta' anni '60 aveva sviluppato un proprio stile, che risentiva maggiormente delle innovazioni del ''post bop'' e di John Coltrane. Aveva esordito come leader giovanissimo, a soli vent'anni, e nel 1969 partecipo', non casualmente, alle sessioni di incisione di ''Bitches brew'' di Miles Davis; in seguito fu con John McLaughlin e poi con i Lifetime di Tony Williams, operando dunque nel cuore della nascente fusion.
Euro
28,00
codice 254760
scheda
Young Neil hawks and doves
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1980  reprise 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Good rock 60-70
prima stampa italiana, copertina con diversi segni di invecchiamento, completa di inner sleeve con testi, etichetta custom, blu su di un lato e rossa sull'altro, catalogo W54109, senza data nel trail off. Pubblicato in USA nell'ottobre del 1980 dopo ''Live rust'' e prima di ''Re.ac.tor'', giunto al numero 30 delle classifiche americane ed al numero 34 di quelle Uk. Il tredicesimo album. E' l'ultimo dei lavori classici prima del periodo della ''follia' degli anni '80, include alcuni brani di spettrale bellezza, quali Little Wing'', ''Captain Kennedy'', ''Union Man'', ''Hawks & Doves'', The Old Homestead", "Stayin' Power," "Coastline", "Comin' Apart at Every Nail''. Un album enigmatico, con un feeling irreale e misterioso ed un suono dai toni acustici delicati e sognanti. "Little Wing" e "The Old Homestead", composte e probbabilmente registrate rispettivamente nel '75 e nel '74, avrebbero probabilmente dovuto far parte del progettato album "Homegrown".
Euro
14,00
codice 254432
scheda
Zap mama Adventures in afropea (1991 zap mama album)
Lp [edizione] originale  stereo  eu  1991  crammed discs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent world
Copia ancora incellophanata ed ancora corredata del coupon per il download digitale dell'album (non sappiamo se ancora utilizzabile), la prima stampa vinilica, pressata finalmente nel 2019 dalla Crammed Discs, del primo eponimo album delle Zap Mama (e qui reintitolato "Adventures in afropea", da non confondere però con l'album americano "Adventures in afropea 1"), copertina con barcode 876623008064, inner sleeve con note e crediti, label custom rossa e marrone con artwork diverso su ciascuna facciata, catalogo CRAW3LP. Originariamente pubblicato nel 1991 dalla Crammed Discs solo in cd e solo in Europa (fu poi stampato negli USA dalla Luaka Bop nel 1992, inizialmente solo in cassetta, con il titolo di "Adventures in afropea 1" e con scaletta dei brani cambiata), il primo album del gruppo belga, precedente "Sabsylma" (1994). Lavoro quasi interamente a cappella (ci sono rari interventi di strumentazioni ritmiche, ma molto sullo sfondo), è un disco che esprime la musicalità poetica e corale del canto africano con un approccio moderno ed aperto ad incroci con altre culture non africane, un'opera solare e gioiosa, che esprime questo animo senza strepito ma con un tono gentile e misurato, e con raffinate ed articolate interazioni fra le cinque voci femmoinili del gruppo. Le Zap Mama sono un gruppo belga multietnico fondato nel 1989 a Bruxelles dalla cantante Marie Daulne, nata in Africa da padre belga e madre congolese, ma cresciuta in Belgio in un clima culturale europeo, attingendo progressivamente anche alle sue radici culturali africane, in particolare attraverso alcuni viaggi effettuati in Congo negli anni '80, durante i quali approfondì lo studio del canto indigeno, in particolare quello onomatopeico della musica pigmea. Al suo ritorno in Europa fondò con altre cantanti dal milieu etno-culturale misto europeo ed africano le Zap Mama, gruppo vocale che proponeva musica a cappella, senza l'uso di altri strumenti oltre alle loro voci, ed intrecciando le tradizioni della musica vocale africana con influssi di altre culture del pianeta, inclusa quella europea. Pubblicarono un primo eponimo album nel 1991 che, stampato negli USA poco dopo dalla Luaka Bop con il titolo di "Adventures in afropea 1", fu un grande successo per la label di David Byrne; seguiranno altri lavori nel corso degli anni '90 e 2000, che nel nuovo millennio si sposteranno progressivamente verso il pop e la world music ballabile, impiegando un linguaggio cosmopolita e interculturale.
Euro
28,00
codice 334736
scheda
Zappa Frank 200 motels (poster + book )
lp2 [edizione] ristampa  stereo  eu  1971  zappa records 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Doppio album in vinile 180 grammi, ristampa del 2021, rimasterizzata per l' occasione, realizzata in occasione del 50esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura, e corredata sia dell' originario booklet che del poster apribile, catalogo ZR3846-1B. Pubblicato in Usa nell' ottobre del 1971 dopo ''Fillmore East June 71'' e prima di ''Just another band from L.A.'', giunto al numero 59 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk. Il tredicesimo album. La colonna sonora del folle film girato da Frank Zappa, "200 Motels", ha sempre avuto una vita travagliata, la trama del film e' quasi impossibile da seguire, e cosi', ovviamente , lo e' il disco, questo non sara' un problema per gli appassionati del suo lavoro dei primi anni ''70, abituati alla bizzarria del chitarrista, sospeso, nel periodo, tra brani rock chitarristici e orchestrazioni con influenze che vanno dalla contemporanea al jazz, alla classica, con inserimenti di parti parlate, effetti, suoni trattati, ed abbastanza diversi dai primi albums, del periodo verve, in cui i brani erano piu' strutturati, ma anche meno seri, o ''stupidi'', degli ultimi albums degli anni 80''. opera che ha il suo punto forte nella irriverenza cinica, alla '' Uncle Meat'', e' un collage sonoro che ha fatto epoca e che continua a rimanere uno dei favoriti sia dalla critica che dagli ascoltatori.
Euro
30,00
codice 254926
scheda
Zappa Frank 200 motels (poster + book, red vinyl)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1971  zappa records 
rock 60-70
EDIZIONE IN VINILE ROSSO, doppio album in vinile 180 grammi, ristampa del 2021, rimasterizzata per l' occasione, realizzata in occasione del 50esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura, e corredata sia dell' originario booklet che del poster apribile. Pubblicato in Usa nell' ottobre del 1971 dopo ''Fillmore East June 71'' e prima di ''Just another band from L.A.'', giunto al numero 59 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk. Il tredicesimo album. La colonna sonora del folle film girato da Frank Zappa, "200 Motels", ha sempre avuto una vita travagliata, la trama del film e' quasi impossibile da seguire, e cosi', ovviamente , lo e' il disco, questo non sara' un problema per gli appassionati del suo lavoro dei primi anni ''70, abituati alla bizzarria del chitarrista, sospeso, nel periodo, tra brani rock chitarristici e orchestrazioni con influenze che vanno dalla contemporanea al jazz, alla classica, con inserimenti di parti parlate, effetti, suoni trattati, ed abbastanza diversi dai primi albums, del periodo verve, in cui i brani erano piu' strutturati, ma anche meno seri, o ''stupidi'', degli ultimi albums degli anni 80''. opera che ha il suo punto forte nella irriverenza cinica, alla '' Uncle Meat'', e' un collage sonoro che ha fatto epoca e che continua a rimanere uno dei favoriti sia dalla critica che dagli ascoltatori.
Euro
36,00
codice 3030441
scheda
Zappa frank fillmore east june 1971 (50th Anniversary Expanded Edition)
lp3 [edizione] ristampa  stereo  eu  1971  zappa / universal 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Triplo album in vinile pesante, ristampa realizzata nel 2022, in occasione del 50esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, rimasterizzata, espansa per l' occasione a triplo album, e con la copertina apribile in tre parti, catalogo ZR20038-F; il primo lp corrisponde a quello originario, gli altri due contengono materiale in parte addirittura del tutto inedito, con una intera facciata registrata con John Lennon e Yoko Ono. Nello specifico: la terza facciata e' intitolata "Encore Set With John Lennon & Yoko Ono - June 6, 1971 (Show 2)" e include i brani "Well", "Say Please", "Aaawk", "Scumbag", "A Swall Eternity With Yoko Ono"; la quarta facciata e' intitolata "King Kong - Solo's June 5, 1971 (Show 2)" ed include il brano "Kink Kong - Solo's" di quasi 19 minuti; la quinta facciata e' intitolata "Billy The Mountain" ed include i brani "Billy The Mountain", "Phase One Of 'The Plot' ", "Phase Two & Newscast", "The Legendary Low Budget Hero" e "The Flies"; la sesta facciata e' intitolata "Billy The Mountain continued" ed include i brani "Studebacher Hoch", "The Conclusion", "Homemade Radio Spot", "Tears Began To Fall" (Single Version) e "Junier Mintz Boogie" (Single B-Side). Queste le note all' album nella sua forma originaria: Pubblicato in Usa nell' agosto del 1971 dopo ''Chunga's revenge'' e prima di '' 200 motels'', giunto al numero 38 delle classifiche americane e non entrato in quelle Uk. Il dodicesimo album. Una delle due testimonianze dei due concerti al Fillmore East di New York nelle due serate del 5 e 6 giugno 1971. E' questa la registrazione del primo dei due concerti, quello del 5 giugno, il secondo, quello del 6 giugno, con la partecipazione della Plastic Ono Band, vedra' la luce invece nell' album di John Lennon del 1971 ''Some time in New York City''. Il disco coglie in pieno il secondo periodo delle Mothers, che ora sono formate da Mark Volman, Howard Kaylan, Ian Underwood, Aynsley Dunbar, Jim Pons, Bob Harris, Don Preston. il disco contiene 12 brani, tra cui almeno tre capolavori: "Little House I Used to Live In" "Willie the Pimp" e "Peaches en Regalia".
Euro
40,00
codice 254930
scheda
Zappa frank grand wazoo
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  zappa / universal 
rock 60-70
Accreditato ai Mothers. Ristampa del 2022, in vinile 180 grammi, realizzata in occasione del 50esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, rimasterizzata dai masters analogici originali, copertina apribile pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato in Usa nel dicembre del 1972 dopo ''Waka Jawaka'' e prima di ''Overnite sensation'', non entrato in classifica in America ne' in Uk. Il 16esimo album. Lavoro composto essenzialmente da partiture orchestrali, composte ed arrangiate dallo stesso Frank, registrato ad Hollywood con un cast di decine di musicisti tra i quali segnaliamo Aynsley Dunbar, George Duke, Ernie Watts, Tony Ortega e Don Preston. Registrato come il suo predecessore "Waka / Jawaka" durante la convalescenza seguita alla caduta del palco del dicembre 1971, "Grand Wazoo" e' come quello un album largamente strumentale dal suono jazz fusion, con Zappo che si esibisce in asoli dichitarra ed alla voce, ma e' focalizzato molto di piu' sulla sua opera di compositore ed arrangiatore. Si tratta di una storia concept su due opposte fazioni musicali, per certi versi opera unica nell' enorme catalogo di Zappa e' eseguito con una sorta di orchestra da camera jazz di oltre 20 persone. Anche se "Hot Rats" e' comunenmente considerato il suo punto piu' alto nel jazz rock, questo lp ne illustra un altra faccia non meno interessante e certamente assai piu' nascosta.
Euro
36,00
codice 2116770
scheda
Zappa Frank Hot rats
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  zappa records 
rock 60-70
ristampa rimasterizzata, copertina apribile pressoche' identica a quella della prima rara tiratura del 1969 su Bizarre. Pubblicato in Usa il 10 ottobre del 1969 dopo ''Uncle meat'' e prima di ''Burnt weeny sandwich'', non entrato nelle classifiche Usa e giunto al numero 9 di quelle Uk dove usci' nel febbraio del 1970. L' ottavo album. Registrato tra l'agosto ed il settembre del 1969, publicato a nome Frank Zappa. Perlopiu' strumentale, e' uno dei suoi lavori piu' celebri, segnato dalla lunga ''Willie the pimp'' unico brano cantato, con alla voce l' amico-nemico Captain Beefheart, il disco e' un vero crogiuolo di stili diversi nel quale Zappa da' sfogo ai suoi incalcolabili interessi confezionando una delle opere che lo rappresenta meglio, in equilibrio tra stralunate canzoni ed episodi sperimentali e contemporanei. Hot Rats fu il primo solista di Frank Zappa registrato senza le Mothers, con la collaborazione di Ian Underwood, e' considerato il suo primo passo verso il jazz-rock ed e' certamente un classico del genere, geniale per il modo in cui assembla il jazz con il rock riuscendo a mantenere la brillantezza strumentale del primo e la vibrazione sporca del secondo, contiene tre lunghe jams in cui la chitarra elettrica da' il meglio di se' e consacrera' Frank come uno dei piu' grandi strumentisti della sua generazione. Gli arrangiamenti sono anch' essi eccezionali, come quelli addirittura futuribili , di "Peaches en Regalia" o i suoni di "Willie the Pimp", e certamente il violino elettrico di Jean-Luc Ponty, sommato ai contributi di Lowell George e Don "Sugarcane" Harris, aiutano il musicista in questa impresa, donando una carica emotiva inedita fino ad allora. Hot Rats e' un disco altamente innovativo, giustamente divenuto leggendario, il cui percorso anticipa tutto il movimento jazz-rock fusion e puo' essere paragonato, nelle intenzioni e nella tecnica, al Jeff Beck dei primi anni '70.
Euro
29,00
codice 2116801
scheda
Zappa Frank in new york (40th anniversary edition) expanded 3lp
lp3 [edizione] ristampa  stereo  eu  1978  zappa / universal 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Ristampa realizzata nel marzo 2019, approntata in occasione del 40esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, masterizzata dalle fonti analogiche originali, ESTESA A TRIPLO ALBUM (in vinile 180 grammi), CON L' AGGIUNTA DI UN INTERO ALBUM INEDITO (che contiene una versione di quasi 11 minuti di "Black Napkins", "Cruisin' For Burgers - 1977 Mix", "The Black Page #2 - Piano Version", "I Promise Not To Come In Your Mouth - Alternative Version", la celebre "Punky's Whips", di quasi 11 minuti, inserita solo nella primissima molto rara tiratura del disco e subito censurata, e "The Black Page #1 - Piano Version"), copertina apribile in tre parti, catalogo ZR3856-1. Queste le note all' album nella sua forma originaria: Pubblicato in Usa nel giugno del 1978 dopo ''Zoot allures'' e prima di ''Studio tan'', giunto al numero 55 delle classifiche Usa ed al numero 57 di quelle Uk. Il ventitreesimo album. Doppio registrato live nel 1976 tra ottobre e dicembre a New York con Lou Marini, Ray White, Eddie Jobson, Ptrick O' Hearn, Terry Bozzio, Tom Malone, David Samuels, Don Pardo, Randy Brecjer, Mike Brecker e Ronnie Cuberdi, di fronte ad un pubblico di un totale 27.500 persone per i 7 shows da cui il disco e' tratto (tre concerti furono suonati al Felt Forum per Halloween e quattro al Paladium nella settimana tra Natale e l' ultimo dell' anno), si tratta di uno dei quattro album, insieme a "Studio tan'', ''Sleep dirt'' ed ''Orchestral favourites'', fatti uscire dalla Warner contro il volere dell' artista ma considerati dalla critica assolutamente geniali e di grandissimo interesse. Ecco la lista del materiale compreso: titties & ber, i promise not to come in your mouth, big leg mama, sofa, manx needs women, the black page drum solo /black page 1, black page 2, honey, don't you want a man like me ? , the illinois enema bandit, the purple lagoon.
Euro
40,00
codice 254928
scheda
Zappa frank waka / jawaka - hot rats
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1972  zappa / universal 
rock 60-70
Ristampa del 2022, in vinile 180 grammi, realizzata in occasione del 50esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, rimasterizzata dai masters analogici originali, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura. Pubblicato in Usa nell' agosto del 1972 dopo ''Just another band fron L.A.'' e prima di ''Grand Wazoo'', non entrato nelle classifiche Usa ne' in quelle Uk. Il 14esimo album. Uscito sul mercato dopo la disastrosa tournee europea, tra incendi, aggressioni, contestazioni, e' questo un album che figura tra i suoi classici. di discreto successo, anche commerciale, immediatamente precedente alla svolta orchestrale del successivo, con brani maturi ed innovativi carichi della migliore energia anarcoide della controcultura americana, fu composto durante il periodo trascorso sulla sedia a rotelle dopo che un fan lo aveva fatto precipitare dal palco il 10 dicembre 1971. dopo aver licenziato tutto il gruppo (inclusi i cantanti Flo & Eddie) Zappa si concentra completamente sulla reinvenzione della jazz fusion music ma invece che per un semplice gruppo rock, pensata per una grande band. questo Waka/Jawaka fu composto parallelamente al successivo '' The Grand Wazoo'', ma e' suonato con meno musicisti. il disco e' strutturato in due lunghe suites strumentali e bue canzoni piu' brevi, tra cui la celebre "Big Swifty," piu' volte riproposta live, mentre ''waka/jawaka'' e' suonata con le ex -Mothers of Invention Don Preston, Sal Marquez, Bill Byers, Ken Shroyer, , Mike Altschul, , Erroneous, Aynsley Dunbar. si tratta del secondo album solista, a volte chiamato "Hot Rats II" (a causa della scritta sui rubinetti in copertina). e' il primo capitolo della '' big-band phase'' , periodo che fiorira' in maniera vera e propria con il succesivo ''The Grand Wazoo'' che verra' pubblicato dopo pochi mesi.
Euro
36,00
codice 2116428
scheda
Zorn john, andrea centazzo, et al. Environment for sextet
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1979  ictus 
punk new wave
Ristampa del 2021 ad opera della Ictus, rimasterizzata dai nastri originali, e pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1979 dalla Ictus in Italia, registrato dal vivo per una trasmissione dell'emittente radio WKCR a New York, il 7 novembre, è documento di un ensemble di visionari sperimentatori composto da John Zorn (ance), Andrea Centazzo (percussioni), Eugene Chadbourne (chitarra), Tom Cora (violoncello), Toshinori Kondo (tromba) e Polly Bradfield (violino), alcuni dei quali futuri alfieri della cosiddetta "downtown scene". La perfomance contiene quattro tracce, due, intitolate "Enviromnent for sextet" e "Secondo enviromment for sextet", eseguite dall'intero gruppo in una improvvisazione collettiva, le altre due, "Solo improvisations" e "Solo improvisations (part two)", sono costituire invece da sequenze di improvvisazioni individuali che si alternano con sequenze di gruppo. Una musica radicale, non priva però di struttura, grazie al lavoro compositivo di Centazzo, che esplora le frange più estreme al confine fra melodia e dissonanza, giocando molto con gli spazi. Talentoso ed anticonvenzionale sassofonista, compositore ed arrangiatore, il newyorchese John Zorn e' uno dei nomi di spicco dell'avanguardia musicale americana ed internazionale, che si e' cimentato con i piu' diversificati stili musicali, dal rock estremo al jazz, dallo easy listening alla musica etnica. Numerosi sono i suoi dischi come i suoi progetti, fra cui Masada e Naked City. Il musicista d'avanguardia, compositore e percussionista Andrea Centazzo era gia' negli anni '70 un veterano della scena musicale, avendo suonato con il quartetto di Giorgio Gaslini e con il proprio gruppo Ictus (autori di un album nel 1974) e con il suo progetto Elektriktus (che frutto' l'album ''Electronic mind waves'' nel 1976). Centazzo procedera' poi con una prolifica e rispettata carriera solista fra jazz e avanguardia, componendo piu' di trecentocinquanta opere musicali e facendosi conoscere ed apprezzare anche in Europa e negli Stati Uniti. Prolificissimo e geniale artista newyorchese, Eugene Chadbourne formo' gli Shockabilly all' inizio degli anni '80 dopo una serie di dischi e nastri autoprodotti a partire dalla meta' degli anni '70, e vanta collaborazioni con altri protagonisti dell' avanguardia newyorkese come Henry Kaiser o John Zorn, oltre che con i Camper Van Beethoven; il suo stile musicale e' estremamente eclettico, con influenze del free jazz, della musica d'avanguardia e di protesta, e culture musicali di ogni angolo del pianeta.
Euro
28,00
codice 2115656
scheda

Page: 76 of 76


Pag.: oggetti: