Hai cercato:  dall'anno 90 all'anno 99 --- Titoli trovati: : 3702
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Adelmo e i suoi sorapis Walzer d'un blues
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1993  mercury 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent cantautori
Prima rara stampa italiana, copertina lucida fronte retro con barcode, label nera con scritte bianche e logo Mercury rosso e nero in alto, catalogo 518834-1. Pubblicato nel 1993 dalla Mercury, l'unico album di questo progetto estemporaneo attivato nel 1989 da Zucchero, Dodi Battaglia (Pooh), Maurizio Vandelli (Equipe 84), Fio Zanotti, Michele Torpedine ed Umbi Maggi (Nomadi). Il progetto nacque a Cortina D'Ampezzo nel periodo di Natale del 1989, e prese il nome dal vicino monte Sorapis. Il gruppo inizialmente incise una canzone natalizia (''E cosi' venne natale''), ma in pochi giorni incise altre otto canzoni; i brani sarebbero poi stati pubblicati quattro anni dopo in questo album, uscito nel dicembre del 1993. Il disco presenta un sound piuttosto eclettico, che svaria da canzoni pop rock ad episodi dai contorni rock blues e soul, fino ad un paio di ballate dal sentore quasi folk dovuto principalmente alla fisarmonica. Ne vennero tratti tre singoli, dei quali il primo fu quello di maggior successo (''E cosi' venne natale'', giunto al 52esimo posto in classifica); gli altri due furono ''Ballantime mood'' e ''A volte nevica a giugno''.
Euro
30,00
codice 318729
scheda
Adorable i'll be your saint + 2
12" [edizione] originale  stereo  uk  1992  creation 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Prima stampa inglese, con indirizzo "8 Westgate Street", distribuzione Pinnacle e "Made in England" sul retro, etichetta custom con scritte rosse, catalogo CRE133T; pubblicato in Inghilterra nel luglio del 92, il secondo 12" della band, dopo il primo "Sunshine Smile" e prima del primo album "Against Perfection"; contiene tre brani, che rimarranno inediti su album: "I'll be your saint", "Self-imperfectionist" e la delicatamente autunnale "Summerside". Gruppo originario di Coventry, formato nel 91 da Piotr Fijalkowski (voce e chitarra), Robert Dillam (chitarra), Sthepen 'Wil' Williams (basso) e Kevin Gritton (batteria), fautore di un suono in bilico fra shoegaze e deam-pop, con frequenti riferimenti al gruppi degli anni ottanta come Echo and the bunnymen, Cure, Chameleons; dopo una serie di fortunati 12", pubblicano il primo Lp "Against perfection" nel 93, e iniziano a suonare in tutto il mondo; il secondo album, "Fake" e' del 94, ma, al contrario del suo precedessore, le vendite scarse e la critica non favorevole incrinano il rapporto fra la Creation e il gruppo fino allo scioglimento di quest'ultimo, annunciato durante un concerto a Brussels nel 94. Fjialkowoski forma successivamente i Polak
Euro
18,00
codice 229013
scheda
Aeroplanitaliani Stile libero
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1992  sugar 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Prima stampa italiana, copertina lucida completa di inner sleeve con testi, etichetta multicolore con sfondo nero, Lp pubblicato in Italia dalla Sugar nell'ottobre 1992, prima di "Sei felice" (05), il debutto per la band italiana, concentrato di rock-pop, funk, hip hop e reggae, approcciato con ironia e notevole spirito critico, con atmosfere frizzanti: ogni canzone e' una metafora della vita o un ammonimento della societa'. E' un disco molto considerato dalla critica nell'ambito del pop italiano, per il peculiare stile cantautorale ibridato in maniera originale da stili differenti e per la performance del cantante, Alessio Bertallot, il quale, oltre a cantare, emette suoni gutturali, labbro tremuli e scioglilingua. Gli Aeroplanitaliani si fanno conoscere dal grande pubblico durante il Festival di SanRemo del febbraio 1992, proponendo una performance di 30 secondi di silenzio, all’interno del brano presentato, con il gruppo che la esegue, immobile, il cantante con la bocca serrata in un accenno di sorriso. Il brano è "Zitti zitti (Il silenzio è d'oro)", con cui il gruppo vince il Premio della Critica. Dopo la pubblicazione nell’ottobre del 1992 del primo album "Stile libero", nel quale si segnala il singolo "La vita è un treno", gli Aeroplanitaliani decidono di dare spazio ai rispettivi progetti individuali: Alessio Bertallot si fa conoscere come DJ, conduttore radiofonico e televisivo, giornalista musicale. Ricky Rinaldi si afferma come produttore; Roberto Vernetti si realizza come produttore. Ha collaborato con i più importanti nomi del panorama italiano: Elisa, Daniele Silvestri, Massimo Bubola, Elio e Le Storie Tese, Enrico Ruggeri, Fiorella Mannoia. Verso la meta' degli anni 00, il gruppo ritorna in pista, con l'album "Sei felice", che esce nel febbraio 2005; il nuovo progetto include sei inediti e alcune rivisitazioni di brani d’autore: “Vicious” (Lou Reed), “Blower’s daughter” (Damien Rice), “Maestro della Voce” (PFM) e “Canzone d’amore” (Le Orme). Nel 2007 arriva Tuttoattaccato", antologia che contiene i remix di alcuni brani tra i più famosi del gruppo e tre episodi inediti: una versione aggiornata al 2007 di “Zitti zitti” (brano con il quale si aggiudicarono il Premio della Critica a Sanremo 1992), “Bella” e “Perdermi in te”, (versione italiana di “Blower’s daughter” di Damien Rice)
Euro
25,00
codice 233729
scheda
Aesop rock Appleseed (coloured vinyl)
12" [edizione] nuovo  stereo  usa  1999  Rhymesayers Entertainment 
hip-hop
Vinile marmorizzato color fumo semitrasparente, allegato coupon per il download digitale dell'album, label nera con scritte bianche e titolo stilizzato in grigio, catalogo RSE0326-1. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2021 ad opera della Rhymesayers Entertainment, questo ep originariamente pubblicato in forma privata solo come CDr nel 1999 fu la seconda pubbicazione di Aesop Rock, dopo il primo album "Music for earthworms" (1997) e prima del secondo lp "Float" (2000). Il fraseggio denso, cerebrale ed acuto del rapper americano, accompagnato da un sound lento ed ipnotizzante, dai richiami jazz e talora anche ambient ed indie rock, ed immerso in un'atmosfera notturna e sottilmente malinconica, si snoda attraverso otto episodi per una durata di poco superiore alla mezz'ora, sei dei quali prodotti dallo stesso Aesop Rock (uno a testa per Omega one e Blockhead i restanti due episodi). In alcuni episodi il rap introspettivo e stratificato crea ammalianti onde sonore con il supporto di basi dai toni nel complesso minimali ed asciutti, e comunque evoluti rispetto alle più acerbe registrazioni del primo album. Esponente dello hip hop undeground newyorchese e successivamente trasferitosi sulla West Coast, Aesop Rock esordisce alla fine degli anni '90 con alcune autoproduzioni, cui fanno seguito gli album ''Float'' (1999) e l'acclamato ''Labor days'' (2001), ispirato in parte dalla mitologia greca. Seguono ''Bazooka tooth'' (2003) e ''None shall pass'' (2007).
Euro
29,00
codice 3513706
scheda
Affected Fate (anthology)
Lp [edizione] originale  stereo  spa  1994  munster 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good indie 90
prima stampa vinilica, pressata in Spagna dalla Munster, copertina (con qualche segno di invecchiamento), copia distribuita in Italia con adesivo Siae metallizzato sul retro, label custom arancione con artwork diverso su ciascuna facciata, catalogo MR067. Pubblicata nel 1994 dalla spagnola Munster, questa è la versione vinilica della raccolta uscita solo in cd su Frontier nello stesso anno, con il titolo di "A fate worse than a fate worse than death", e con un brano diverso (qui è presente "Dannii", mentre manca "Wilt", presente invece sul cd), dedicata a questa formazione indie rock australiana dell'area di Melbourne, attiva nella prima metà degli anni '90 con un album ed una manciata di singoli ed ep. Unico membro fisso del gruppo fu Scot Crawford (voce e chitarra), al quale si affiancarono inizialmente Adam Adair (basso), Stui Thompson (chitarra, voce) ed Anthony Saunus (batteria), quindi nella fase finale Sean The Macheté (batteria) e Janine Chung (basso). Il gruppo suonava una musica ibrida che prendeva spunto soprattutto da un punk melodico e stradaiolo da un lato, e dall'altro dal selvaggio rock australiano radicato in gruppi di fine anni '70 come i Radio Birdman, passando per le grandi formazioni del decennio successivo, ma con un approccio un po' più sbarazzino; i loro ritmi sono nella maggior parte dei brani piuttosto elevati, ma in alcuni episodi meno tirati emerge un sound più denso che sembra suggestionato anche dal fenomeno grunge. Sotto la guida di Crawford, gli Affected si trasformarono poi negli Acer, autori di un album, "Blonde", nel 1995. Questa la scaletta: "Mind", "Clawback", "No one else" (brani tratti dal cd ep "Fate", 1994); "Jenny / 867 5309", "Blown", "Never gonna see you again" (i brani contenuti del bonus cd ep allegato alle prime 500 copie del loro unico album "Bleed", 1993); "Let it bleed", "Sage", "Misjudge", "Like you didn't know", "Zilche", "Empty promises" (brani tratti dall'album "Bleed", 1993); "Dannii" (dal cd singolo "Dannii", 1994).
Euro
12,00
codice 247204
scheda
Affected Fate (anthology)
Lp [edizione] originale  stereo  spa  1994  munster 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
prima stampa vinilica, pressata in Spagna dalla Munster, copertina senza barcode (qui applicato tramite adesivo), label custom arancione con artwork diverso su ciascuna facciata, catalogo MR067. Pubblicata nel 1994 dalla spagnola Munster, questa è la versione vinilica della raccolta uscita solo in cd su Frontier nello stesso anno, con il titolo di "A fate worse than a fate worse than death", e con un brano diverso (qui è presente "Dannii", mentre manca "Wilt", presente invece sul cd), dedicata a questa formazione indie rock australiana dell'area di Melbourne, attiva nella prima metà degli anni '90 con un album ed una manciata di singoli ed ep. Unico membro fisso del gruppo fu Scot Crawford (voce e chitarra), al quale si affiancarono inizialmente Adam Adair (basso), Stui Thompson (chitarra, voce) ed Anthony Saunus (batteria), quindi nella fase finale Sean The Macheté (batteria) e Janine Chung (basso). Il gruppo suonava una musica ibrida che prendeva spunto soprattutto da un punk melodico e stradaiolo da un lato, e dall'altro dal selvaggio rock australiano radicato in gruppi di fine anni '70 come i Radio Birdman, passando per le grandi formazioni del decennio successivo, ma con un approccio un po' più sbarazzino; i loro ritmi sono nella maggior parte dei brani piuttosto elevati, ma in alcuni episodi meno tirati emerge un sound più denso che sembra suggestionato anche dal fenomeno grunge. Sotto la guida di Crawford, gli Affected si trasformarono poi negli Acer, autori di un album, "Blonde", nel 1995. Questa la scaletta: "Mind", "Clawback", "No one else" (brani tratti dal cd ep "Fate", 1994); "Jenny / 867 5309", "Blown", "Never gonna see you again" (i brani contenuti del bonus cd ep allegato alle prime 500 copie del loro unico album "Bleed", 1993); "Let it bleed", "Sage", "Misjudge", "Like you didn't know", "Zilche", "Empty promises" (brani tratti dall'album "Bleed", 1993); "Dannii" (dal cd singolo "Dannii", 1994).
Euro
16,00
codice 331486
scheda
Afghan whigs Congregation
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  1992  sub pop 
indie 90
edizione limitata in vinile colorato. Ristampa masterizzata dai nastri originali, in doppio vinile pesante che gira a 45 giri, coupon per download, copertina apribile. Lp pubblicato in Germania dalla Sub Pop nel gennaio 92, dopo "Up in it" (90) e prima "Gentlemen" (93), il terzo album della band americana; opera che attenua e smussa le sonorita' piu' impeuotuose a favore di una scrittura stilisticamente varia, con arrangiamenti piu' ricercati e che e' da considerarsi come il punto d'unione, ideale ponte fra l'aggressione sonora dei primi lavori e Il soul bianco di quelli seguenti. Un grunge psichedelico magnetico, romantico e decadente, molto ispirato e profondo, che tratta spesso di temi come il rapporto, idilliaco e perverso, fra i sessi o di peccatori incalliti senza possibilita' di redenzione. Gli Afghan Whigs furono fondati nel 1986 a Denver, Colorado, da Greg Dulli (voce, chitarra), Rick McCollum (chitarra), John Curley (basso) e Steve Earle (batteria). Accostati al coevo movimento grunge, con il quale senza dubbio avevano dei tratti in comune, ma fortemente contaminati dal soul e dal funk degli anni '70, gli Afghan Whigs erano autori di una musica cupa, contraddistinta dalle liriche amare di Greg Dulli e dal contrasto delle influenze soul con il suono spesso duro delle chitarre e con l'attitudine pessimistica espressa da molti dei loro brani.
Euro
37,00
codice 2101651
scheda
Afghan whigs Congregation (loser edition)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  usa  1992  sub pop 
indie 90
Ristampa del 2017 in doppio vinile colorato pesante che gira a 45 giri, coupon per download, copertina apribile. Lp pubblicato in Germania dalla Sub Pop nel gennaio 92, dopo "Up in it" (90) e prima "Gentlemen" (93), il terzo album della band americana; opera che attenua e smussa le sonorita' piu' impeuotuose a favore di una scrittura stilisticamente varia, con arrangiamenti piu' ricercati e che e' da considerarsi come il punto d'unione, ideale ponte fra l'aggressione sonora dei primi lavori e Il soul bianco di quelli seguenti. Un grunge psichedelico magnetico, romantico e decadente, molto ispirato e profondo, che tratta spesso di temi come il rapporto, idilliaco e perverso, fra i sessi o di peccatori incalliti senza possibilita' di redenzione. Gli Afghan Whigs furono fondati nel 1986 a Denver, Colorado, da Greg Dulli (voce, chitarra), Rick McCollum (chitarra), John Curley (basso) e Steve Earle (batteria). Accostati al coevo movimento grunge, con il quale senza dubbio avevano dei tratti in comune, ma fortemente contaminati dal soul e dal funk degli anni '70, gli Afghan Whigs erano autori di una musica cupa, contraddistinta dalle liriche amare di Greg Dulli e dal contrasto delle influenze soul con il suono spesso duro delle chitarre e con l'attitudine pessimistica espressa da molti dei loro brani.
Euro
36,00
codice 2072408
scheda
Afghan whigs Gentlemen (at 21)
Lp3 [edizione] nuovo  stereo  eu  1993  sub pop 
indie 90
ristampa limitata ampliata a triplo vinile 180gr., con 10 brani per la prima volta in vinile (demos e b-sides), riproduzione della promo foto, adesivo, e cartellino per porta, adesivo su cellophane, copertina esclusiva dell'edizione lucida argentata, adesivo sul retro con i brani, etichette custom. Pubblicato in Usa nell' ottobre del 1993 dopo '' Congregation'' e prima di '' Black Love'', giunto al numero 58 delle classifiche UK e non entrato in quelle Usa. il quarto album. Il suono degli Afghan Whigs era cresciuto moltissimo negli anni della Sub Pop, quindi il fatto che Gentlemen fosse un opera cosi' complessa ed eterogenea non desto' sorpresa: brani quali "If I Were Going", "Gentlemen", "Be Sweet" e "Debonair" sono decisamente tra le migliori composizioni in assoluto del gruppo con i testi di Greg Dulli tra i piu' duri e senza compromessi dell'intera scena, splendide anche "When We Two Parted", "Fountain and Fairfax", "What Jail Is Like," per un album davvero notevolissimo e per molti il loro assoluto capolavoro. Gruppo fondato nel 1986 da Greg Dulli (voce, chitarra), Rick McCollum (chitarra), John Curley (basso) e Steve Earle (batteria), accostati al coevo movimento grunge, con il quale senza dubbio avevano dei tratti in comune, ma fortemente contaminati dal soul e dal funk degli anni '70, gli Afghan Whigs erano autori di una musica cupa, contraddistinta dalle liriche amare di Greg Dulli e dal contrasto delle influenze soul con il suono spesso duro delle chitarre e con l'attitudine pessimistica espressa da molti dei loro brani.
Euro
55,00
codice 2089125
scheda
Afghan whigs Up in it (loser edition)
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1990  sub pop 
indie 90
Edizione limitata in vinile colorato180 grammi, coupon per download. Il secondo lp del gruppo nato nel 1986 a Denver, Colorado, grazie all'incontro in prigione tra Greg Dulli (voce e chitarra) e Rick McCollum (chitarra); a loro in seguito si uniranno John Curley (basso) e Steve Earle (batteria). Uno dei gruppi piu' famosi del proto-grunge della Sub Pop. Definiti dalla critica statunitense "hard grungy noir-soul". Il disco qui presente è prodotto da Jack Endino, uno dei piu' grandi maestri del tipico grunge-sound di Seattle e costituisce un valido esempio della loro musica, fatta di un suono tipicamente grunge ma anche pieno di influenze country e soul. Una curiosità: Dulli, nel 1994, ha interpretato la parte di John Lennon nella storia di Stuart Sutcliffe, "Backbeat".
Euro
29,00
codice 2087643
scheda
African head charge In pursuit of shashamane land
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1993  on-u sound 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
prima stampa inglese, copertina (con una leggera piegatura sull'angolo superiore sinistro) lucida fronte retro con barcode 5017687817802, label verde scura con parte nera e scritte nere e verdi su di una facciata, con disegno grigio / verde e bianco sull'altra, catalogo ONULP65, scritta ''damont'' incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicato nel 1993 dalla On-U Sound nel Regno Unito, il sesto album in studio (settimo in totale), successivo a ''Songs of praise'' (1990) ed al live ''Pride and joy – live'' (1991), e precedente ''Akwaaba'' (1995). Un altro brillante e suggestivo lavoro di integrazione cultural-musicale, che mostra come il gruppo, ad oltre dieci anni di distanza dalla sua fondazione, possiede ancora creatività ed ispirazione: un avvolgente amalgama di ritmiche dub, melodie di sitar indiano, campionamenti di voci folk africane, bordoni elettronici quasi ambient, atmosfere oniriche e modernamente psichedeliche, percussioni tribali, il tutto volto a creare una musica quasi meditativa, ma anche cinematica ed ipnotizzante. Formatosi all'inizio degli anni '80, il collettivo African Head Charge, capitanato dal percussionista Bonjo Iyabinghi Noah, è autore di sonorità psichedeliche e dub che affondano le proprie radici nelle matrici afro musicali e che troveranno completamento nella produzione della On U Sound dell'inossidabile Adrian Sherwood. I loro album sono considerati lavori seminali nel mettere insieme stilemi occidentali come rock, dub con quelli etnici, creando una musica da alcuni definita ''ethno-beat'' e contribuendo al fiorire della world music. Bonjo ha suonato anche nei suoi Noah House Of Dread negli anni '80, quindi si è trasferito in Ghana all'inizio del decennio successivo.
Euro
20,00
codice 331130
scheda
African head charge songs of praise (expanded 2lp)
lp2 [edizione] nuovo  stereo  uk  1990  on-u sound 
punk new wave
ristampa ampliata a doppio album, con l' inserimento di tre tracce aggiunte per l' occasione, inedite in vinile ("Full Charge", "Fullness" e "SPecial Mix"), copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura, e corredata di inserto apribile con note. Lo splendido quinto album nato dal collettivo African Head Charge, capitanato dal percussionista Bonjo I, autore di sonorita' psichedeliche e dub che affondano le proprie radici nelle matrici afro musicali e che troveranno completamento nella produzione della On U Sound dell' inossidabile Adrian Sherwood. Pubblicato nel 1990, a cinque anni dal precedente "Off The Beaten Track", e prima di "Pride And Joy - Live", "Songs Of Praise" e' considerato uno dei masterpiece del gruppo (che dopo il quarto album aveva sospendeso per diverso tempo le proprie produzioni musicali per dedicarsi esclusivamente ai concerti di strada); l' album racchiude canti religiosi raccolti dai quattro canti del pianeta e magicamente dub orchestrati nell' inconfondibile stile della On U Sound ed accompagnati da percussioni africane e nyabinghi. L' opera, che vede la partecipazione di Bernard Alexander (Tackhead) e' considerata come uno dei lavori seminali che ha influenzato tutte le sonorita' ambient e dub odierne, un mix elettrico di canti arcaici che sprofondano nelle profondita' dub che impongono il lavoro tra i piu' interessanti nel suo genere. Formatosi all'inizio degli anni '80, il collettivo African Head Charge, capitanato dal percussionista Bonjo Iyabinghi Noah, è autore di sonorità psichedeliche e dub che affondano le proprie radici nelle matrici afro musicali e che troveranno completamento nella produzione della On U Sound dell'inossidabile Adrian Sherwood. I loro album sono considerati lavori seminali nel mettere insieme stilemi occidentali come rock, dub con quelli etnici, creando una musica da alcuni definita ''ethno-beat'' e contribuendo al fiorire della world music. Bonjo ha suonato anche nei suoi Noah House Of Dread negli anni '80, quindi si è trasferito in Ghana all'inizio del decennio successivo.
Euro
28,00
codice 2099130
scheda
Agnew rikk (adolescents) emotional vomit (blue vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1990  triple x 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale rara stampa americana in vinile blu trasparente, coeprtina con barcode, inserto con foto e testi, etichetta nera con logo rosso e scritte argento, catalogo 51048-1. A distanza di otto anni dal primo bellissimo e storico album solista "All By Myself" (1982), e prima del terzo "Turtle" del 1992, il secondo eccellente lavoro del grande chitarrista ex Detours, Social Distortion, Adolescents, Christian death (con loro solo nel primo album, il capolavoro "Only Theatre of Pain") e D.I. Di gran lunga superiore al terzo album degli Adolescents "Balboa Fun Zone" di un paio di anni prima, "Emotional Vomit" restituisce un Rikk Agnew in gran forma, come gia' anticipato dai due brani del singolo che anticipo' di vari mesi l' album stesso, qui opportunamente inseriti, la splendida "Read Between the Lines", mirabile esempio del punk anthemico di Agnew, marchiato a fuoco dalla sua inconfondibile chitarra, e la travolgente "Horse Bites Dog Cries". Registrato con l' aiuto di alcuni amici e dei fratelli Frank ed Alfie (entrambi gia' negli Adolescents, ed il primo anche nei Legal Weapon e negli Hvy Drt), "Emotional Vomit" non rinuncia del tutto alle innovazioni di "Balboa Fun Zone", ma riesce assai meglio sia negli episodi di chiara matrice Adolescents (da citare oltre ai due brani del singolo anche "Another Day in Paradise", "Stress (I Go)", "Lifelock Squeeze", "Better World"), sia in quelli piu' "rock" (come la inattesa cover di "Never Let Me Down Again" dei Depeche Mode, la convincente ballata "Marie"), o ancora in brani atipici come "LSDBILSD4LSD" o la conclusiva paranoica "Ode to Red". Un lavoro quindi da riscoprire e rivalutare, ottimo esempio di un suono che ha avito innumerevoli estimatori ed imitatori negli anni.
Euro
26,00
codice 245615
scheda
Ahmed elman Turbe funzionali nevrotiche (+sticker)
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1992  ahmed elman 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Corredata di un raro adesivo con logo del gruppo, ancora da staccare, l' originale stampa, autoprodotta, copertina lucida senza barcode, label nera con scritte bianche catalogo AH33-01. Pubblicato nell'aprile del 1992, l' unico album del gruppo fiorentino attivo dal 1986, inizialmente con il nome Miscela al 2, alle prese con un folle pop rock demenziale in cui le sonorita' spesso autunnali contrastano con i testi decisamente ironici e con occasionali stacchetti comici.
Euro
18,00
codice 316382
scheda
Aints (saints, celibate rifles s.l.s.q. (very live!)
Lp [edizione] originale  stereo  aus  1990  hot 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa australiana, copertina in cartoncino liscio senza barcode, etichetta nera con scritte e logo rossi. Uscito nel maggio del 1991, originariamente solo su cassetta, dopo il quarto album solista di ED KUEPPER "Today Wonder", il primo dei tre albums realizzati dagli Aints ("Ascension" e "Autocannibalism" saranno i successivi), formazione australiana che sin dal nome tributava il suo omaggio ai grandissimi Saints, nei primi (e migliori) dischi dei quali Kuepper aveva appunto militato, qui con KENT STEEDMAN dei Celibate Rifles al basso e Tim Reeves alla batteria. Si tratta della ottima registrazione del primo concerto effettuato dalla band, il 13 aprile del '91 a Sydney, a base di vecchi favolosi classici dei Saints, tra cui anche una sempre irresistibile "River Deep Mountain High", vecchio successo di Ike & Tina Turner, che era gia' nel repertorio dei Saints stessi. Un evento che probabilmente avrebbe dovuto essere semplicemente estemporaneo, ma che ebbe tale successo che Kuepper tenne in vita il gruppo (in realta' con nuovi musicisti) per pubblicare dopo di questo due albums in studio con brani nuovi. Tra i brani, oltre alla gia' citata "River Deep...", anche immortali classici quali "This Perfect Day", "Erotic Neurotic", "Know Your Product"...
Euro
18,00
codice 2014058
scheda
Air moon safari
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1998  Parlophone 
indie 90
vinile 180 grammi, Inner sleeve con testi, etichetta custom con cielo stellato e scritte bianche. Il primo influente album del duo francese capostipite dell' "easytronica", formato da Nicolas Godin (voce filtrata, basso, chitarre elettriche, synth, organo, percussioni) e Jean-Benoit Dunckel (organo, piano, synth, voce filtrata). Pubblicato dalla Virgin nel Gennaio del 1998, il disco debuttera' al quinto posto delle classifiche inglesi, grazie al clamore suscitato dalla stampa ed al singolo "Sexy Boy". Considerato un classico del genere "Chill Out", l'album propone un' elettronica downbeat sottoforma di irresistibili canzoni pop basate su bassi rotondi e pulsanti dalla groove soul funk, imperniate di atmosfere languide e fughe ambient in stile floydiano, grazie all'ausilio di tappeti di synth (moog, Korg MS20, vocoder, casiotone), campionamenti ed effetti dalle sonorita' retro' alla Jean Michel Jarre, con alcune incursioni in territori elettro pop anni '80 contaminate da influssi Kraftwerk, il tutto in avvolto in una seducente atmosfera flou vaporosa e melliflua, ormai divenuta il marchio di fabbrica del duo. Alla realizzazione del disco hanno contribuito Beth Hirsch, voce in "All I Need" e "You Make It Easy", Eric Regert (organo), Marlon (batteria), P. Woodcock (chitarra acustica, tuba), con arrangiamenti d'archi di David Whitaker.
Euro
31,00
codice 2103247
scheda
Air Premiers symptomes
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1997  parlophone 
indie 90
Ristampa in vinile 180 grammi, copertina con il nome del gruppo ricavato tramite numerosi fori circolari sul fronte, con barcode, inner sleeve, coupon per download. Originariamente pubblicata nel 1997 dalla Source sotto forma di mini lp con cinque brani, poi ristampata nel 1999 dalla stessa etichetta in questa versione con sette brani, la raccolta dedicata ai primi singoli del duo elettronico francese, usciti originariamente fra il 1995 ed il 1997, testimonianze di una elettronica da ascolto rarefatta ed atmosferica, languida e sensuale, con richiami a certo rock degli anni '70 (da Gainsbourg ai Pink Floyd) ed all'elettro rock minimale tedesco, filtrati attraverso la moderna elettronica. Questa la scaletta: ''Modular mix'' (11/95, dal singolo ''Modulor mix''), ''Casanova 70'' (7/96, dal singolo ''Casanova 70''), ''Les professionnels'' (7/96, dal singolo ''Casanova 70''), ''J'ai dormi sous l'eau'' (7/97, dal singolo ''Le soleil est pres de moi''), ''Le soleil est pres de moi'' (7/97, dal singolo ''Le soleil est pres de moi''), ''Californie'' (2/98, dal flexi ''Sexy boy''), ''Brakes on'' (12/97, dal singolo di Alex Gopher ''Gordini mix''). Gli Air, influente duo francese capostipite dell'easytronica, si formano nel 1995 a Parigi grazie a Nicolas Godin (voce filtrata, basso, chitarre elettriche, synth, organo, percussioni) e Jean-Benoit Dunckel (organo, piano, synth, voce filtrata). Tra il '96 e il '97 pubblicano una serie di singoli per la l'etichetta inglese Mo' Wax e per quella francese Source, raccolti poi in "Premiers Symptomes" del 1999, nel '98 firmano per la Virgin e pubblicano quello che e' divenuto un classico della fine del secolo, l'album "Moon Safari", in cui definiscono il loro stile, elettronica downbeat sotto forma di canzoni pop, basando le composizioni su bassi rotondi e pulsanti dalla groove soul-funk, imperniate di atmosfere languide e fughe ambient in stile floydiano, grazie all'inserimento di tappeti di synth (moog, Korg MS20, vocoder, casiotone), utilizzando inoltre campionamenti ed effetti dalle sonorita' retro' alla Jean Michel Jarre. Ma le influenze dei due francesi includono anche sonorita' electro pop anni '80, contaminate da influssi Kraftwerk, avvolte da una seducente atmosfera flou vaporosa e melliflua, ormai divenuta il marchio di fabbrica del duo.
Euro
30,00
codice 2060495
scheda
Air Sexy boy (rsd 2018)
10" [edizione] nuovo  stereo  eu  1998  parlophone 
indie 90
10" in versione picture-shaped, realizzato per il RECORD STORE DAY 2018. Il famoso brano "sexy boy" tratto dall'album "moon safari" qui con due remix a cura di Etienne de Crecy e Cassius.
Euro
22,00
codice 2076499
scheda
Air Twentyears (compilation)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1996  parlophone 
indie 90
doppio vinile pesante, copertina apribile lucida, posters, etichette custom. Compilation che copre i venti anni del gruppo francese. elettronica downbeat sottoforma di irresistibili canzoni pop basate su bassi rotondi e pulsanti dalla groove soul funk, imperniate di atmosfere languide e fughe ambient in stile floydiano, grazie all'ausilio di tappeti di synth (moog, Korg MS20, vocoder, casiotone), campionamenti ed effetti dalle sonorita' retro' alla Jean Michel Jarre, con alcune incursioni in territori elettro pop anni '80 contaminate da influssi Kraftwerk, il tutto in avvolto in una seducente atmosfera flou vaporosa e melliflua, divenuta il marchio di fabbrica del duo.
Euro
34,00
codice 2066611
scheda
Airiel Shirley temple tidal wave / stationary lights
7'' [edizione] originale  stereo  cze  1999  roisin 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 2000
singolo in formato 7", prima rara stampa, pressata in esclusiva dalla inglese Roisin pare in soli 750 esemplari, copertina ripiegata attorno al disco, senza barcode, label bianca e grigia con foro centrale piccolo e scritte nere, catalogo ROISIN04. Pubblicato nel 1999 dalla Roisin, il singolo di debutto degli Airiel, gruppo americano formato nel 1997 da Jeremy Wrenn a Bloomington, Indiana, e poi basato a Chicago. Autori di una musica delicata e sognante, dagli echi dream pop e con sfumature autunnali, sono arrivati al traguardo dell'album ufficiale solo nel 2007 con ''The battle of sealand''. Questo singolo contiene due brani, inediti su album: ''Shirley temple tidal wave'' e ''Stationary lights'', con un sound cullante ed atmosferico, molto onirico, decisamente piu' affine alla musica inglese che a quella americana degli anni '90 (vengono in mente alcuni brani dei Telescopes del secondo album, o i pezzi piu' intimisti e rarefatti del primo lp dei Verve).
Euro
15,00
codice 328075
scheda
Alabama 3 converted
12 [edizione] originale  stereo  uk  1998  elemental 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
12'' con copertina in cartoncino liscio fronte retro, etichetta gialla con logo e scritte nere. Pubblicato in Inghiltera nel 1998. Contiene i seguenti brani- Converted pump Friction & precious paul's radio edit, Converted Handbaggers remix, Converted Sharp sunday service remix. Gli Alabama 3 furono una delle piu' originali bands ad emergere dal circuito dei gruppi Londinesi degli anni '''90, provenienti presumibilmente dall' Alabama, la loro musica e' un mix di Americana, elettronica, umorismo e testi impegnati. Dopo l'inserimento del DJ Piers Marsh, il trio pubblica due 12" in cui combina dance , gospel e country music, firmano per la One Little Indian e debuttano nel 1997 con Exile, in cui gli Alabama 3 abbattono le barriere tra il pubblico della Dance e quello dei Rave, dal vivo assumono atteggiamenti bizzarri, tra Maoismo e Predicazione e mischiando country e blues alla cultura dance , la stampa Inglese, alle prese con il Britpop, li ignora completamente , ma quando la celeberrima serie tv Americana The Sopranos utilizza come sigla la loro "Woke Up This Morning"divengono celeberrimi in USA, tanto che il gruppo rock Alabama gli fa causa costringendoli a cambiare nome in Alabama 3 prima e sempicemente A3 dopo. nel 2000 esce l'album , La Peste, che pur mantenedo la struttura gospel-country-blues ha un tono piu' oscuro e denso, che richiede numerosi ascolti per essere decifrato. Nel 2007, esce un nuovo lp, anch'esso sempre piu' oscuro e misterioso dal titolo M.O.R. , purtoppo la difficolta' di catalogazione, i generi innumerevoli mischiati e l'assoluta originalita' della loro proposta li terranno sempre lontani dal grande pubblico relegandoli allo status di cult band.
Euro
13,00
codice 44492
scheda
Alabama 3 Exile on coldharbour lane (ltd)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  1997  elemental 
indie 90
ristampa limitata in doppio vinile colorato 180 grammi, coupon per download, copertina apribile, inner sleeves, etichette custom. "Exile on Coldharbour Lane", originariamente pubblicato su CD nel 1997, è l'esordio degli Alabama 3. E senza dubbio tra i dischi più sui generis degli anni novanta : Larry (vero nome Robert Spragg, figlio di una coppia di mormoni praticanti del Galles) e il reverendo D. Wayne Love (vero nome Jake Black, scozzese) - i due membri fondatori della band - uniscono la passione per l'acid house a quella per country, americana. Di conseguenza il loro debutto discografico risente di questo strano connubio sonoro. Un suono unico. Gli Alabama 3 furono una delle band più originali ad emergere dal circuito dei gruppi Londinesi degli anni 90, la loro musica è un mix di Americana, elettronica, umorismo e testi impegnati. Dopo l'inserimento del DJ Piers Marsh, il trio pubblica due 12" in cui combina dance , gospel e country music, firmano per la One Little Indian e debuttano nel 1997 con Exile, in cui gli Alabama 3 abbattono le barriere tra il pubblico della Dance e quello dei Rave, dal vivo assumono atteggiamenti bizzarri, tra Maoismo e Predicazione e mischiando country e blues alla cultura dance , la stampa Inglese, alle prese con il Britpop, li ignora completamente, ma quando la celeberrima serie tv Americana The Sopranos utilizza come sigla la loro "Woke Up This Morning"divengono celeberrimi in USA, tanto che il gruppo rock Alabama gli fa causa costringendoli a cambiare nome in Alabama 3 prima e semplicemente A3 dopo. Nel 2000 esce l'album , La Peste, che pur mantenendo la struttura gospel-country-blues ha un tono più oscuro e denso, che richiede numerosi ascolti per essere decifrato. Nel 2007, esce un nuovo LP, anch'esso sempre più oscuro e misterioso dal titolo M.O.R. , purtroppo la difficoltà di catalogazione, i generi innumerevoli mischiati e l'assoluta originalita' della loro proposta li terranno sempre lontani dal grande pubblico relegandoli allo status di cult band.
Euro
34,00
codice 2074337
scheda
Alabama kids Drowsy driver
Lp [edizione] originale  stereo  bel  1993  schemer 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Prima stampa, pressata solo in Belgio, copertina semilucida con barcode 8711687000444, label custom nera ed argento su di una facciata, nera e bianca con scritte bianche e nere e logo Schemer bianco ed argento in alto sull'altra facciata, logo STEMRA a a destra in alto e sopra di esso "made in belgium", catalogo 9318. Considerato il capolavoro del gruppo, pubblicato nel 1993 dalla Schemer in Benelux, il terzo ed ultimo album, successivo a "Earthman supersmell" (1991) della band indie olandese di Eindhoven, autrice di tre lp ed di una manciata di singoli fra il 1989 ed il 1993, composta da Stefan Vermeeren, Rob Geerings, Djie Han Tung, Jacco Van Rooij e Michael Boekhoudt, questi ultimi due poi con il gruppo space rock 35007 (Jacco sarà anche con il gruppo stoner 7 Zuma 7). Attraverso sei brani, quasi tutti di lunga durata, fra i sei ed i dieci minuti, gli Alabama Kids portano avanti con "Drowsy driver" il sound presentato con gli lp precedenti: potente, ruvido e psichedelico ad un tempo, nel quale confluiscono le tempeste sonore del Neil Young elettrico e del Bevis Frond più potente, le sonorità ottundenti e spesse dei Dinosaur Jr, e distorsioni afferenti al rock psichedelico più duro; il legame è soprattutto con il secondo album, per via di un tono un meno psichedelico e più ombroso e malinconico rispetto all'esordio, ancor più drammatico ed intenso (viene in mente anche il sound dolente e ruvido dei primissimi Come di Thalia Zedek) e che richiama sempre di più un certo Neil Young.
Euro
20,00
codice 332794
scheda
Alice donut Ass trilogy
12" [edizione] originale  stereo  usa  1991  alternative tentacles 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa USA, copertina fabbricata in Canada e con barcode 721616-0101-14, label custom gialla con scritte verdi su di una facciata, amaranto con grande logo Alternative Tentacles argentato sull'altra, catalogo VIRUS101. Pubblicato nell'ottobre del 1991 dalla Alternative Tentacles, il 12'' uscito fra il quarto album ''Revenge fantasies of the impotent'' (5/1991) ed il quinto ''The untidy suicides of your degenerate children'' (1992). Contiene quattro brani, tutti inediti su album tranne ''Big ass'', tratto dall'album ''Mule'' (1990): ''Biggest ass'', ''Bigger ass'', ''Big ass'' e ''Mr. Hayes' gimp leg'', i primi tre dei quali sono variazioni ritmiche dello stesso brano, tutti caratterizzati da un eccellente heavy rock, pungente e stradaiolo, a velocita' lenta o media. Corrosiva punk band di New York attiva da meta' anni '80 e cara a Jello Biafra dei Dead Kennedys, che li mise sotto contratto per la Alternative Tentacles subito dopo averli visti suonare dal vivo, gli Alice Donut sono da alcuni critici considerati come una delle band piu' interessanti dell' alternative rock americano dell'epoca, che nella sua prima fase di attivita', quella piu' folle e dissennata, metteva insieme il punk e Zappa, l' hardcore ed 60's pop, con una attitudine propensa al caos ed alla graffiante ironia degna dei Butthole Sufers, ai cui dischi "maturi" quelli degli Alice Donut venneo comprensibilmente accostati. Questo primo periodo della loro storia musicale si concluse con il quarto album "Revenge Fantasies of the Impotent" (1991), ma negli anni successivi il gruppo riusci' a maturare influenze nuove che portarono altri splendidi frutti. Dopo l' ultimo "Pure Acid Park" la band si sciolse, ma a sorpresa nel 2003 gli Acid Donut arganizzarono una benvenuta reunion registrando un nuovo capitolo della loro ricca discografia ("Three Sisters").
Euro
18,00
codice 330084
scheda
Alice in chains Live at sheraton la reina in los angeles 1990
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1990  vinylogy 
indie 90
vinile 180 grammi, raccoglie la registrazione live tenuta allo Sheraton La Reina in Los Angeles il 15 settembre del 1990 . La scaletta: - It ain't t like that - man in the box - bleed the freak - put you down - sea of sorrow - real thing - sunshine - we die young
Euro
18,00
codice 2081438
scheda

Page: 7 of 149


Pag.: oggetti: