Hai cercato:  dall'anno 80 all'anno 89 --- Titoli trovati: : 7796
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Aa.vv. (italian post punk) italia new wave - Minimal Synth, No Wave and Post Punk from the 80's Italian Underground
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1981  spittle 
punk new wave
Vinile pesante, etichetta "custom"; inner sleeve. Uscito nel 2012, questo album (con molti brani non in comune con la versione in doppio cd) contiene tredici brani attinti dalla ricca e variegata scena italiana post punk della prima meta' degli anni '80, con brani tratti da dischi ormai rari o addirittura in alcuni casi inediti. Si inizia con i fiorentini Neon, storica formazione attiva dalla fine degli anni '70, con la memorabile "My Blues Is You", gemma "dark-dance" dal loro album "Rituals" del 1985, quindi i concittadini Pankow con "God's Deneuve", post punk elettronico dal loro primo 12" del 1984, i Le Masque di Milano dalla loro prima cassetta del 1983 "Trouvailles pour Comediens", con il brano "Mother and Son", vicino a tanto post punk inglese dalle tinte dark, significativo del primo periodo di attivita' del gruppo, distantissimo dalla musica quasi cantautoriale per cui saranno poi noti, i N.O.I.A., attivi dal '79 tra Cervia e Ravenna, con "Forbidden Planet", inedita, tra wave, dance e pop, gli State of Art di Milano, con l' inedita "Your Eyes", tra minimal synth e dark wave, i Jeunesse D' Ivoire di Milano con l' inedita "Days", tra wave e pop sognante, la wave dei Monuments di Torino con "Oblivious", dal mini "AGe" del 1984, i Rats di Modena con "C'est Disco" dallo storico album "C'est Disco" del 1981, interessantissimo post punk qui affine a certa no wave neyorkese, con la voce conturbante e carismatica di Claudia Lloyd, sorta di incrocio tra Poly Styrene e Siouxsie Sioux, presto epro' fuori dal gruppo, che proseguira' con un orientamento molto piu' rock ed anche notevoli riscontri commerciali, i Fockeowulf 190 attivi dal 1980 con "We Are Colder", demo inedito del 1986, tra synth pop e post punk elettronico, i Luc Orient di Trieste, attivi dal 1981, con l' inedita "Night In Paris", tra wave sognate ed elettronica, gli Illogico con "Abilita' Motoria", esempio del loro post punk elettronico ricco di ironia, precedentemente inedita, gli storici 2+2=5 attivi a Milano dal 1981 con "Mathematic's Logarithm", sognante ed intrigante wave, i milanesi La Maison con l' inedita brevissima "40 secondi", molto interessante sebbene fin troppo breve.
Euro
16,00
codice 2095527
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1987  geffen 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
copia ancora incellophanata, con un cut promozionale piuttosto marcato sulla costola superiore della copertina, prima stampa USA, con barcode, inner sleeve con note ed artwork, label nera con scritte argento, logo Geffen Records bianco e grigio con sfera in alto, catalogo GHS24177. Pubblicata nel 1987 dalla Geffen negli USA ed in Europa, "Scream" è una compilation manifesto, con dieci brani inediti o in versioni diverse da quelle poi uscite sui dischi delle singole bands, della scena rock di Los Angeles degli anni '80, con particolare riguardo verso gruppi che avevano suonato dal vivo allo Scream, storico locale alternativo della città californiana che ospitava concerti di glam metal, goth rock, industrial rock e di "crossover" alla Jane's Addiction e Red Hot Chili Peppers; la raccolta contiene però solo incisioni in studio, e si apre con una versione, la prima registrata in studio, e altrimenti inedita, incisa a Radio Tokyo, di "Pigs in zen" dei sopracitati Jane's Addiction, che proprio in quell'anno pubblicarono il loro primo eponimo album (registrato dal vivo), e continua con gruppi di indirizzo goth rock / dark wave come i Caterwaul, i seminali T.S.O.L., dalla lunga ed articolata storia fra punk, rock'n'roll gotico e dark, che qui suonano una ombrosa e rauca cover di "All along the watchtower", gli Abecedarians, influenzati sia dal post punk britannico che dalla scena "trance" di Los Angeles, come anche i Kommunity FK, gli Human Drama, una delle più longeve formazioni goth rock americane, i Delta Rebels, glam rockers fortemente influenzati dai New York Dolls. Questa la scaletta: Jane's Addiction, "Pigs in zen"; Caterwaul, "Manna and quail"; Human Drama, "Wave of darkness (highway 99)"; Francis X and the Bushmen, "Grey talk"; TSOL, "All along the watchtower"; Delta Rebels, "Teenage lipstick girls"; The Hangmen, "Rotten sunday"; Tender Fury, "Slaughter the lion"; Abecedarians, "They said tomorrow"; Kommunity FK, "Something inside me has died (remix)".
Euro
18,00
codice 333777
scheda
Aa.vv. (japan hc punk) Order of the kite volume one
LP2 [edizione] nuovo  stereo  jap  1984  no label 
punk new wave
Vinile doppio, catalogo ORDER1. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2021, il primo volume delle due oscure antologie uscite originariamente solo in cd pare in forma privata nel 2001 e 2002, dedicate alla scena hardcore punk giapponese degli anni '80 più estrema ed urticante. L'antologia compila brani tratti da rari 7"ep, flexi discs, compilations su 8", uscite originariamente fra il 1984 ed il 1988, ad opera di gruppi provenienti da diverse aree del Giappone, da Tokyo a Sendai, e spesso influenzate dal primo hardcore italiano, veloce e furioso, e dal d-beat inglese, assorbite in modo radicale ed estremo, come spesso accade presso gli artisti underground del Sol Levante. Questa la scaletta: SIDE 1: Anti-Septic - First-Last 7" (Hold- Up Records 1986) 1. Visions Of Power 2. War Game 3. Dice With Death 4. Death Or Glory SIDE 2: Crime - Nuclear Blood 7" Flexi (Uma-Oi Records 1985) 1. Suicide 2. Best To Death 3. Nuclear Blood 4. Inside Out (From 'I'll Gather Up' 8" compilation, Musical Friends 1989) Z - Violence Action 7" Flexi (Z Records 1988) 5. Violence Action 6. Go To Kill 7. Go Ahead 8. Peace Of Hiroshima SIDE 3: Disarray - 7" Flexi (ADK 1984) 1. Social Victim 2. Sadist 3. Slay 4. Balder Dash 5. Bad Blood 6. Cry Murder 7. The Place Of Horror The Sexual - The Last Days 7" Flexi (Kochi Records 1985) 8. Anarchy & Destruction 9. Crime Of Sexual SIDE 4: 1. War Cry 2. The Last Days 3. Scatter The Hatred 4. Devil Reversion (From 'Jisatsu Omnibus' 8" compilation, Jisatsu 1985) 5. The End Approaches (From 'Jisatsu Omnibus' 8" compilation, Jisatsu 1985) M78 (Side Project Of Ghoul, Gas, Systematic Death & Gastunk) 6. M78 (From 'Jisatsu Omnibus' 8" compilation, Jisatsu 1985).
Euro
29,00
codice 3513942
scheda
AA.VV. (Japan synth wave) LIMITED EDITION VANITY RECORDS BOX (6LP box)
LPBOX [edizione] nuovo  stereo  eu  1981  vinyl on demand 
punk new wave
Box di 6 lps, edizione limitata in 500 copie numerate su un inserto posto all' interno, copertina del box in cartoncino rigido senza barcode, con parti in rilievo embossed sul fronte, ciascuno dei sei lps contenuto in una rispettiva copertina senza barcode, etichtte degli albums nere con scritte bianche da un lato, custom in bianco e nero dall' altro. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2020 ad opera della Vinyl On Demand, il rarissimo box originariamente pubblicato solo su musicassetta nel 1981 dalla giapponese Vanity, in una tiratura limitata a 70 esemplari, divenuta molto ricercata e costosa, e quindi edito in cd nel 2019 dalla Kyou sempre in Giappone, in una edizione anch'essa rara e ricercata, pressata pare in 300 copie. Questa leggendaria pubblicazione realizzata dalla piccola label nipponica Vanity, legata al microcosmo DIY ed attiva fra la fine degli anni '70 ed i primi '80, contiene sei album (ciascuno originariamente contenuto in una delle sei cassette) di altrettanti artisti giapponesi: Salaried Man Club - "Gray Cross"; Kiiro Radical - "Denki Noise Dance"; Den Sei Kwan - "Pocket Planetaria"; Invivo – "B.B.B."; Wireless Sight - "Endless Dark Dream"; Nishimura Alimoti – "Shibou". Il progetto fu concepito dagli artisti coinvolti e da Yuzuru Agi, cantante già attivo negli anni '60, quindi giornalista, critico, produttore e discografico, nonché fondatore della sopracitata Vanity. Si tratta di una spettacolare testimonianza della scena underground elettronica giapponese di inizio anni '80, attraverso i cui solchi emergono radicali, ipnotizzanti e graffianti manifestazioni soniche dalle affinità minimal synth, cold wave, industrial alla Throbbing Gristle / primi Cabaret Voltaire e devastazioni di noise radicale, in "sintonia" con le correnti più avanguardiste del post punk elettronico e rumoristico europeo e nordamericano di quegli anni. I sei progetti coinvolti presentano ciascuno una propria identità artistica distinta, all'interno del quadro sopra delineato, conferendo con questa coerente varietà un tocco di ulteriore interesse ad un ascolto certamente arduo e riservato a chi ama questo particolare tipo di musica. Qui di seguito la scaletta. LP1: Salaried Man Club, "Martial music", "Fe.", "The thought of Y", "Cinerama", "Gray cross 1", "Gray cross 2", "Gray cross 3", "Gray cross 4"; LP2: Kiiro Radical, "Denki noise dance" (parts 1 – 16); LP3: Den Sei Kwan, "Transparent radio", "P x T x C = 1", "Thugu-rikwo", "Sarava Tetsudo", "Pocket planetaria", "Plastic garden"; LP4: Invivo, "Invivo / B.B.B.", "Microplasm (1983)", "I.D. 50 (live)", "M.I.C.", "Macrolide (C H NO)", "Bacteroides", "InVitro", "Proteus", "Amoxicillin", "Klebsiella", "Microplasma (1979)", "Dead world (LC M)"; LP5: Wireless Sight, "Automatic funny sight 1", "Endless dark dream 1", "Automatic funny sight 2", "Endless dark dream 2"; LP6: Nishimura Alimoti, "Bunbunbae", "Hyojyo no uta", "Inkasanka", "Rogan", "Lock and role", "Yasai ga kirai", "Ninshiki yoso", "Moegaru chukinto", "Nakayubi tomare", "Reito Shokki", "Tori ga tanda rarara", "Zesshyo".
Euro
135,00
codice 3023993
scheda
Aa.vv. (jazz, blues) Giants of jazz and blues in concert
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1983  masters 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
prima stampa europea, realizzata in Olanda (copia destinata alla distribuzione in Francia con il marchio francese Sacem sull' etichetta), vinile nero con striature grigio/bianche, copertina lucida fronte retro senza barcode, label rossa con scritte nere e logo Masters nero e rosso in alto, catalogo MA281285. Pubblicato intorno a meta' anni '80 dalla Masters, questo album raccoglie registrazioni dal vivo effettuate al festival MIDEM di Cannes il 28 gennaio del 1983, nel corso dei concerti di alcuni massimi esponenti del jazz e del blues dell'epoca: i jazzisti Dave Brubeck e Pate Metheny, ed il bluesman B.B King. Tre modi diversi di approcciare la musica, tre artisti geniali e seminali: Dave Brubeck ha impersonificato le pulsioni piu' colte del jazz bianco degli anni '50, il cui stile "cool" (fresco, composto, disimpegnato) e' divenuto la formula stabile e vincente della sua carriera; Pat Metheny, uno dei piu' famosi chitarristi degli ultimi decenni del XX secolo, entusiasta sia del jazz che del rock, dotato di grande tecnica e di larghe vedute musicali, ha elaborato una inventiva fusione di molteplici stili, dal jazz al rock, dal pop alla musica latino-americana; B.B. King e' stato uno dei piu' grandi chitarristi della storia del blues elettrico, che a partire dagli anni '50 ha preso a sfornare una quantita' impressionante di hits da classifica fino agli anni '80, grazie al suo r'n'b vivace ed accessibile, ed a propagare il verbo del r'n'b tramite una infaticabile attivita' concertistica. Questa la scaletta: The Dave Brubeck Quartet, ''Blue rondo'', ''Jam-session''; Pet Metheny with the Heath Brothers, ''Move the groove''; The Dave Brubeck Quartet, ''Ol' boll basie''; B.B: King and his Orchestra, ''The thrill is gone'', ''Guess who'', ''Payin' the cost to be the boss''.
Euro
14,00
codice 330414
scheda
Aa.vv. (jazz) dalle origini alle avanguardie
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1981  fabbri 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
stampa originale italiana, allegato al n.1 de "I Grandi del Jazz", etichetta bianca in basso e nera in alto con banda rossa lungo il perimetro, logo e scritta "fabbri editori" bianchi in alto con sotto logo "I grandi del jazz" rosso, di questo album che raccoglie una serie di brani che, come da titolo, vanno dalle origini alle avanguardie del jazz. Contiene in ordine i seguenti brani dei seguenti musicisti:"Sweet lovin' mama", New Orleans Rhythm Kings; "Charleston hound", Dutch Swing College Orchestra; "All the things you are", Coleman Hawkins; "My melancholy baby", Jimmy Rushing"; "It's right here for you", Joe Venuti; "Cute", Count Basie; "Confirmation", Charlie Parker ; "Cloudburst", Lambert, Hendricks & Ross; "Summertime", Sarah Vaughan; "Happy Fool", Ornette Coleman.
Euro
8,00
codice 301439
scheda
Aa.vv. (jazz) i maestri del trombone
Lp [edizione] originale  mono  ita  1987  musica jazz 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
stampa originale italiana, note, crediti, lista dei brani e pubblicita' della tromba Monzino sul retrocopertina, etichetta bianca all'esterno con cerchio marrone all'interno spostato a destra, scritta "Jazz" grande arancione in alto a sinistra lungo il perimetro, di questo album fuori commercio, uscito come allegato al n.10/87 della rivista Musica Jazz pubblicata dalla Rusconi Editore, che, appositamente compilato per i lettori del suddetto giornale, costituisce una preziosa antologia di famosi brani di alcuni tra i piu' grandi trombonisti della storia del jazz. Il disco inoltre, con una scelta accurata e storica dei brani e dei musicisti, si propone di mettere in risalto alcune tappe fondamentali nell'evoluzione di questo strumento. Altra particolarita' dell'album e' che propone ben 5 versioni inedite di famosi brani! Contiene in ordine: "Savoy Blues" (E.K. Ory), inedito, Roma dicembre '56, suonato dalla Kid Ory's Creole Jazz Band con il grande Kid Ory al trombone insieme a Alvin Alcorn, Phil Gomez, Cedric Haywood, Wellman Braud e Kansas Fields; "Higginbotham Blues" (Russell e Higginbotham), New York 5 febbraio '30, suonato da J.C. Higginbotham & His Six Hicks, composti, oltre che dal grande trombonista, da Henry 'Red' Allen, Charlie Holmes, Luis Russell, Will Johnson, George 'Pops' Foster e Paul Barbarin; "Black And Tan Fantasy" (Miley-Ellington), New York 'Carnegie Hall' 11 dicembre '43, suonato da Joe 'Tricky Sam' Nanton with Duke Ellington & His Orchestra e che consiste in un estratto della Black And Tan Fantasy dove e' possibile apprezzare il trombone di Nanton, maestro della sordina e del tipico 'jungle style' ellingtoniano; "I Got Rhythm" (Ira & George Gershwin), inedito, Radio 'Jubilee' '53-'54, suonato da Tommy Dorsey & His Orchestra, preso da una trasmissione radiofonica dell'ultimo periodo del grande trombonista Dorsey, uno dei protagonisti della Swing Era, e che qui ascoltiamo, tra l'altro insieme ad altri tre tromboni oltre all'orchestra, in una frenetica improvvisazione sul tema di Gershwin; "Lonesome Road" (Austin-Shilkret), New York '54, suonato da Miff Mole with Max Kaminsky & His Windy City Six, un gruppo che oltre al trombone di Mole e la tromba di Kaminsky vede la partecipazione, tra gli altri, del grande clarinetto di Pee Wee Russell e del piano di Joe Sullivan; "St, James Infirmary" (J. Primerose), inedito, Monterey Jazz Festival settembre '63, suonato da Jack Teagarden & His Band, gruppo che, oltre a Jack al trombone e suo fratello alla tromba, vede anche qui, tra gli altri, la presenza di Pee Wee Russell e Joe Sullivan; "I Want A little Girl" (Moll-Mencher), New York 24 luglio '46, suonato da Dickie Wells & Trummy Young with Buck Clayton's Big Eight e tratto da un rarissimio 78 giri della Hot Record Society, unisce due importanti trombonisti del 'middle jazz', a lungo colonne portanti di celebri orchestre: Dickie Wells con Count Basie e Trummy Young con Jimmie Lunceford; "Everywhere" (Bill Harris), New York 'Carnegie Hall' 25 marzo '46, suonata e incisa live da Bill Harris With Woody Herman & His Orchestra, che, oltre a Harris ed Herman, vede presenti, tra gli altri, Shorty Rogers alla tromba e Red Norvo al vibrafono; "Frank Speaking" (Kenton-Russo), inedito, Monaco di Baviera 16 settembre '53, suonata da Frank Rosolino with Stan Kenton & His Orchestra e che presenta forse la miglior formazione mai allineata da Stan Kenton, nellla quale sono qui presenti, tra gli altri, Lee Konitz (alto), Zoot Sims (tenore) e Stan Levey (batteria); "Lament" (J.J. Johnson), New York 24 agosto '54, suonato da Jay & Kai, vale a dire da due dei piu' grandi trombonisti della storia del jazz come J. J. Johnson e Kai Winding , qui supportati da una band che vede la presenza di Billy Bauer alla chitarra, Charles Mingus al contrabbasso e Kenny Clarke alla batteria; infine, "My Little Suede Shoes" (C. Parker), inedito, Milano 10 ottobre '64, suonato da J. J. Johnson & His Orchestra, brano che vede la presenza di "storici" boppers come Howard McGhee alla tromba, Sonny Stitt all'alto, Walter Bishop al piano, Tommy Potter al contrabbasso e Kenny Clarke alla batteria.
Euro
12,00
codice 301435
scheda
Aa.vv. (jazz) One night with blue note volume 2
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1985  blue note 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
Prima stampa francese, copertina senza barcode, label bianca e blu con scritte blu e logo Blue Note bianco in basso ed a sinistra, catalogo BT85114. Pubblicato nel 1985 dalla Blue Note, il secondo dei quattro album tutti registrati dal vivo il 22 febbraio del 1985 a New York, durante lo storico concerto tenuto alla Town Hall che segno' la rinascita della storica etichetta jazz newyorchese fondata nel 1939 e rilanciata appunto nel 1985 dopo alcuni anni di inattivita'. Questo secondo volume presenta performances di jazzisti di livello assoluto come il pianista McCoy Tyner, il sassofonista Jackie McLean, il batterista Jack DeJohnette ed il pianista Cecil Taylor, fra gli altri, con Taylor che da' una drammatica interpretazione nella lunga ''Pontos cantados'' ed il tenorsassofonista Bennie Wallace che offre una lunga ''Broadside'' all'insegna di un caldo blues. Questi i partecipanti: McCoy Tyner (pianoforte), Jackie McLean (sax alto), Woody Shaw (tromba), Cecil McBee (contrabbasso), Jack DeJohnette (batteria), Cecil Taylor (pianoforte) e Bennie Wallace (sax tenore). Questa la scaletta: ''Sweet and lovely'', ''Appointment in ghana'', ''Passion dance'', ''Blues on the corner'', ''Pontos cantados'', ''Broadside''.
Euro
20,00
codice 322466
scheda
Aa.vv. (jazz) w. c. handy
Lp [edizione] originale  mono  ita  1988  musica jazz 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent jazz
stampa originale italiana, note, crediti, e lista dei brani sul retrocopertina, etichetta bianca all'esterno con cerchio marrone all'interno spostato a destra, scritta "Jazz" grande arancione in alto a sinistra lungo il perimetro, di questo album fuori commercio, uscito come allegato al n.4/88 della rivista Musica Jazz pubblicata dalla Rusconi Editore, che, appositamente compilato per i lettori del suddetto giornale, consiste in un viaggio attraverso il "songbook" di W. C. Handy, reinterpretato da altri famosi musicisti nel corso della storia del jazz. Il disco contiene in ordine: "Mister Crump", il primo dei blues di Handy (con il titolo originale poi cambiato in "Memphis Blues"), interpretato dallo stesso Handy ormai ottantenne il 12 aprile '52; "Memphis Blues", Chicago 13 luglio '54, suonato da Louis Armstrong and his All Stars, composti da Trummy Young al trombone, Barney Bigard al clarinetto, Billy Kyle al piano, Arvell Shaw al contrabbasso e Barrett Deems alla batteria; "St. Louis Blues", '43 circa, cantata con un'orchestra sconosciuta da Ethel Waters che qui ne da una interpretazione matura ed eloquentemente drammatizzata e personalizzata nei versi finali; "Yellow Dog Blues", New York 6 maggio '25, cantata da Bessie Smith e suonata dagli Henderson's Hot Six, che vedono la presenza tra gli altri, oltre a Fletcher Henderson al piano, di Coleman Hawkins al tenore; "Hesitating Blues", New York 2 gennaio '42, reinterpretata da Mugsy Spanier and his Ragtimers, composti, da Vernon Brown al trombone, Irving Fazola al clarinetto, Nick Caiazza al tenore, Dave Bowman al piano, Ken Broadhurst alla chitarra, Jack Kelleher al contrabbasso e Don Carter alla batteria; "Joe Turner Blues", New York 15 ottobre '40, reinterpretata da Big Joe Turner alla voce con Benny Carter and his All Stars, composti da Bill Coleman alla tromba, Benny Morton al trombone, Sonny White al piano, Ulysses Livingstone alla chitarra, Wilson Meyers al contrabbasso e Yank Porter alla batteria; "Beale Street Blues", Chicago 10 giugno '27, suonata da Jelly Roll Morton and his Red Hot Peppers, composti da George Mitchell alla cornetta, Gerald Reeves al trombone, Johnny Dodds al clarinetto, Stomp Evans all'alto, Bud Scott alla chitarra, Quinn Wilson alla tuba, Baby Dodds alla batteria; "Ole Miss", New York Basin Street East 23 giugno '56, reinterpretata da Louis Armstrong and his All Stars con la stessa formazione di "Memphis Blues" ma con Edmond Hall al clarinetto al posto di Barney Bigard; "Aunt Hagar's Blues", New York 9 settembre '38, reinterpretata da Paul Whiteman ed i suoi Swing Wing insieme al gruppo vocale dei "Four Modernaires"; "Loveless Love", New York 15 ottobre '40, reinterpretata da Billie Holiday, accompagnata da Benny Carter e la sua All Stars Orchestra con la stessa formazione che suona insieme a Big Joe Turner in "Joe Turner Blues"; "Atlanta Blues", New York 1 agosto '23, reinterpretata da Sara Martin, una delle cantanti "classiche" di blues, accompagnata qui dai Clarence Williams' Blue Five, tra i quali spicca la figura di Sidney Bechet al soprano; "Chantez-Les Bas", Hollywood 7 settembre '40, suonata da Artie Shaw e la sua Orchestra insieme ad una sezione di 6 violini, 2 viole e un violoncello; "Beale Street Blues", Denver 9 luglio '47, reinterpretata questa volta da Duke Ellington e la sua Orchestra nella quale spiccano i nomi di Johnny Hodges all'alto e Oscar Pettiford al contrabbasso; ed infine, "St Louis Blues", New York 27 aprile '49, cantata da Babs Gonzales e suonata da Jay Jay Johnson al trombone, Alberto Socarras al flauto, Don Redman all'alto ed al soprano, Sonny Rollins al tenore, Wynton Kelly al piano, Bruce Lawrence al contrabbasso e, dulcis in fundo, Roy Haynes alla batteria.
Euro
10,00
codice 301437
scheda
Aa.vv. (joe strummer, lou reed) Permanent record ost
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1988  epic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
prima stampa europea di pressaggio olandese, copia distribuita in Italia a scopo promozionale con punzonatura ''campione gratuito'' in basso a destra, copertina con barcode, inner sleeve con crediti e sagomatura sul lato di apertura, label grigia con scritte blu lungo il bordo e nere al centro, logo Epic bianco e blu in alto, logo BIEM/STEMRA a destra, catalogo EPC461161 1. Pubblicata nel 1988 dalla Epic, la notevole colonna sonora (con INEDITI TRA GLI ALTRI DI JOE STRUMMER E LOU REED!) del film ''Permanent record'' diretto da Marisa Silver ed interpretato da Keanu Reeves, fra gli altri. La colonna sonora originale del film fu composta in gran parte dall' ex Clash Joe Strummer, i cui cinque brani, quattro dei quali accreditati a Joe Strummer & the Latino Rockabilly War (con ospite nel primo brano l' attore Keanu Reeves alla chitarra!), occupano la prima facciata del disco, caratterizzati da un approccio che ricorda a tratti molto da vicino i Clash di epoca ''Sandinista'' (tre di questi brani saranno pubblicati anche in un 12" uscito di li' a poco, gli atri due rimarranno inediti), mentre sulla seconda facciata troviamo brani di altri nomi importanti utilizzati per il film (alcuni dei quali inediti) quali Lou Reed, J.D. Souther e Stranglers (questi ultimi con una cover dei Kinks), che forniscono un brano ciascuno alla scaletta. Questi i brani presenti: Joe Strummer & the Latino Rockabilly War, ''Trash city'', ''Baby the trans'', ''Nefertiti rock'', ''Nothin' 'bout nothin''', ''Theme from permanent record – instrumental score''; Godfathers, '''Cause I said so'' (dal primo album "Birth, School, Work, Death" del 1988); Bodeans, ''Waiting on love'' (inedita); J.D. Souther, ''Wishing on another lucky star'' (inedita); Stranglers, ''All day and all of the night'' (dall' album "All Live and All of the Night" del 1988); Lou Reed, ''Something happened'' (inedita).
Euro
26,00
codice 326786
scheda
Aa.vv. (johnny cash tribute) Til things are brighter
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1988  red rhino 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa inglese, copertina lucida fronte retro con barcode, label bianca e grigia con scritte grigie, catalogo REDLP88, groove message ''bums, busters, willies and pooh – censor that you twits'' sul lato A e ''do a good deed, kick a washington wife today!'' sul lato B, scritta ''MPO'' incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicata nel 1988 dalla Red Rhino in Gran Bretagna e dalla Fundamental negli USA, la compilation realizzata in tributo al grandissimo cantante americano Johnny Cash, artista la cui influenza ha trasceso nel corso dei decenni i confini del rockabilly e del country per per radicarsi anche nel pop e nel rock. Lo dimostra la presenza di artisti pop, new wave e rock di generazioni piu' giovani all'opera con brani del repertorio di Cash: da Marc Almond a Michelle Shocked, dai Mekons a Stephen Mallinder (Cabaret Voltaire), da Steve Mack (That Petrol Emotion) a Cathal Coughlan. Un aspetto peculiare di questa raccolta e' che, sebbene i vari cantanti diano la propria impronta vocale ed interpretativa ai brani, lo fanno muovendosi su coordinate musicali sostanzialemente fedeli al country ed al rockabilly degli originali. Questa la scaletta: Michelle Shocked, ''One piece at a time'' (indiavolato rockabilly); Stephen Mallinder, ''I walk the line''; Steve Mack, ''Rosanna's goin' wild''; Sally Timms, ''Cry, cry, cry''; David McCombs, ''Country boy''; Marc Riley, ''Wanted man''; Peter Shelley, ''Straight 'A's in love''; Cathal Coughlan, ''Ring of fire''; Tracey and Melissa beehive, ''Five feet high and risin'''; Brendan Croker, ''Home of the blues''; Mary Mary, ''Boy named sue''; Mekons, ''Folsom prison blues'' (tra i brani piu' convincenti del disco); Marc Almond, ''Man in black'' (tra quelli piu'sorprendenti).
Euro
23,00
codice 325848
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1989  ams 
soundtracks
Edizione limitata in vinile giallo e arancio, copertina a busta. Ristampa del 2015 ad opera della AMS, con tre di brani cambiati (quelli di Martin Goldray, Zooming To The Zoo e Definitive Gaze sono qui sostituiti da tre ulteriori pezzi dei Goblin). Originariamente pubblicata dalla Cinevox in Italia nel 1989, la colonna sonora del film horror ''La chiesa'' (1989), diretto da Michele Soavi e scritte e prodotto da Dario Argento, fu composta principalmente dal tastierista inglese Keith Emerson (ELP) e dagli italiani Goblin (con Fabio Pignatelli come compositore principale), con l'aggiunta di alcune composizioni di altri artisti. Dominata da funeree e solenni tastiere nelle quali il senso dell'orrore si mescola con le atmosfere chiesastiche, sospesa fra sonorita' classiche e moderniste. Ecco la scaletta di questa versione: ''The church (main theme)'' (Keith Emerson), ''La chiesa'' (Goblin), ''Prelude 24 (dal Clavicembalo Ben Temperato)'' (Keith Emerson), ''Possessione'' (Goblin), ''La chiesa (suite)'' (Goblin), ''The possession'' (Keith Emerson), ''Lotte'' (Goblin), ''The church revisited'' (Keith Emerson), ''Suspence chiesa 1'' (Goblin), ''Suspence chiesa 2'' (Goblin).
Euro
32,00
codice 3507797
scheda
Aa.vv. (milano new wave) milano new wave 80-83 redux
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1983  spittle 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
copia ancora incellophanata, la prima stampa, copertina lucida con barcode, etichetta "custom" in bianco e nero, inner sleeve lucida interamente bianca senza foro centrale (a differenza della seconda tiratura), trail off con "1/A" e "2/A" sulle rispettive facciate (nella seconda stampa "1/B" e "2/B", catalogo SPITTLE21; pubblicato nel maggio del 2010, questo album include dodici brani registrati tra il 1980 ed il 1983 da quattro formazioni attive nell' ambito della scena post punk milanese, brani di grande interesse storico e buon livello artistico, in gran parte altrimenti inediti. Si inizia con i suggestivi JEUNESSE D' IVOIRE, sospesi tra minimal synth e cold wave, noti per la partecipazione alla storica raccolta "Body Section" uscita nel 1983 con il brano "A Gift Of Tears", qui incluso insieme ad altri due brani inediti. Quindi tre brani della band che aveva appunto dato origine ai Jeunesse D' Ivoire, ovvero i piu' grezzi e cupi OTHER SIDE, che aldila' di qualche ingenuita' non sarebbe difficile immaginare inseriti nel contemporaneo contesto musicale anglosassone, affini a certe produzioni della Factory Records, a partire dai Joy Division la cui influenza e' chiaramente qui avvertibile. Non strano, fatte queste considerazioni, che il gruppo ricordi anche un po' i primissimi Diaframma. Quindi gli STATE OF ART, che hanno avuto l' onore di essere presenti nell' altra storcia raccolta "Gathered" uscita nel 1982, qui con tre brani inediti uno registrato dal vivo il 16 aprile del 1982), che confermano la tendenza della band verso sonorita' tra funk e new wave accostabili ai primi A Certain Ratio; infine LA MAISON, interessante progetto tra post punk, influenze no wave, Tuxedomoon e Residents..., con due brani piu' un terzo ("Boris Karloff") registrato come ENTORAGE L' ASINO, insieme a membri di Kubrix e 2-2=5.
Euro
18,00
codice 252113
scheda
12"ep [edizione] originale  stereo  ita  1984  spittle / dagored 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa, edizione limitata di 300 copie, copertina ripiegata in due attorno al disco, piccolo inserto cartolina con note di Daniele Ciullini scritte nel 2016, grande inserto apribile con foto e note, label custom in bianco e nero, catalogo SPITTLE66LP / RED501. Per la prima volta disponibile in vinile grazie a questa edizione del 2016 ad opera della Spittle / Dagored, la rara e leggendaria pubblicazione ''Nouances'', originariamente edita nel 1984 sotto forma di musicassetta e fanzine allegata, in una tiratura di soli 500 esemplari. ''Nouances'' fu curata dal musicista, fotografo e mail artist fiorentino Daniele Ciullini, uno dei partecipanti al collettivo sperimentale Trax (attivo anche come label che pubblico' alcune cassette e dischi), una rete internazionale di centinaia di artisti che produceva e disseminava creazioni di diversa estrazione artistica (musica, fumetti, t-shirt, xerografie ed altro ancora). Troviamo qui una serie di saggi a cui si accompagna il contenuto musicale, cinque brani all'epoca inediti: gli inglesi The Tempest con ''Abc'', groove punk funk immersa in atmosfere dark, gli italiani Minox di Marco Monfardini e Mirco Magnani con ''Purgatoryio'', lento e raffinato synth pop dalle tinte notturne e dalle sfumature jazzate, i fiorentini Rinf con ''Tropical nacht / Spass mus sein (live at tenax)'', ibrido fra dark wave, elettronica e groove funk, i belgi Twilight Ritual con ''I never called you a dream'', lento ed avvolgente minimal synth, e lo stesso Daniele Ciullini con ''Silences'', oscuro episodio fra minimalismo ed incubi industriali.
Euro
16,00
codice 250612
scheda
Aa.vv. (mod fun, stepford husbands...) Don't adjust your set... there's nothing wrong with your needle
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1986  cryptovision 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Copia ancora incellophanata, prima stampa USA, copertina semilucida senza barcode e fabbricata in Canada come indicato sulla costola, label azzurra con scritte nere e logo Cryptovision nero in alto, catalogo CRL1100, vinile ambrato se posto contro una forte luce. Pubblicata nel 1986 negli USA, la rara compilation con cui esordi' la Cryptovision, piccola etichetta americana il cui catalogo nasconde diverse sorprese, con undici brani (dei quali sette altrimenti INEDITI) di bands mediamente oscure dedite ad un recupero "creativo" di sonorita' e musiche tipicamente 60's, tra psichedelia, beat e garage. I piu' noti del lotto sono Mod Fun e Stepford Husbands (rispettivamente uno e due brani che sono anche i migliori del lotto); a seguire: Bill Harper/Rick Martinez, Distraction Boys, Deprogrammers, Wendy Ray, Desolation Angels e Richard Lyons/Lyon in Winter. Questa la scaletta: Stepford Husbands, ''When she knocks at my door'' (poi inserita nel loro album ''New ways of seeing'', 1987); Mod Fun, ''I can see everything'' (dall'album ''Dorothy's dream'', 1986); Stepford Husbands, ''Why aren't you there?'' (il loro primo singolo, inedito su album, 1984); Bill Harper / Rick Martinez, ''Tick-tock'' (inedito); Distraction Boys, ''Going to hell'' (inedito), ''Mr. Ed'' (inedito); Deprogrammers, ''Panic on payday'' (inedito); Wendy Ray, ''Black jack'' (inedito); Desolation Angels, ''Border patrol'' (inedito); Richard Lyons / Lyon in Winter, ''As winter falls'' (dall'album ''As winter falls'', 1986); Deprogrammers, ''Coming back tonight'' (inedito).
Euro
18,00
codice 328316
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1980  415 records 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Copia ancora incellophanata, la prima rara stampa USA, copertina senza barcode, label blu con scritte argento e logo 415 Records agrentato a destra, catalogo A0001, groove message ''garage music'' su entrambi i lati. Pubblicata nel giugno del 1980 negli USA, la compilation curata dalla 415 Records, all'epoca giovane ed attivissima etichetta new wave di San Francisco, e contenente brani fino ad allora inediti di gruppi underground, qui dediti principalmente ad uno sferragliante punk venato ora di rock'n'roll, ora di power pop, ora di post punk aggressivo, fra cui citiamo in particolare gli Offs con ''I've got the handle'' (aggressivo punk rock con una sferzante ironia alla Dickies), i grandi Mutants di San Francisco con uno dei pochi brani che ne testimoniano la prima e piu' importante fase artistica, i 391 con ''Serching for a thrill'' (punk'n'roll), i VIPs nati da una costola dei Nuns (con Jennifer Miro e Pat Ryan) ed i Readymades con ''415 music'' (dai richiami ramonesiani), ma anche gli SVT del veterano della scena di Frisco Jack Casady. Questa la scaletta: Readymades, ''415 music''; Times 5, ''Is your radio-active''; The Mutants, ''Baby's no good''; 391, ''Searching for a thrill''; Sudden Fun, ''Weekend show''; The Donuts featuring Lisa Bosch, ''Johnny, johnny''; SVT, ''Always come back for more''; The Symptoms, ''Simple sabotage''; The VIPs, ''She''s a put on''; Jo Allen and the Shapes, ''Shimmy, shimmy''; The Offs, ''I've got the handle''.
Euro
32,00
codice 326907
scheda
Aa.vv. (n. sudden, bevis frond Untitled flexi ep
7" ep [edizione] originale  stereo  usa  1988  the bob 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Il 7'' flexi allegato al numero 36 della rivista The Bob, uscito nel 1988, ovviamente privo di copertina, con indicazione dei brani e scritte solo su di una facciata, scritta ''promotional copy not for sale'' in alto. Contiene quattro brani inediti (quello dei Laughing Hyaenas fu solo in seguito pubblicato come b-side di un loro singolo) ad opera di altrettanti artisti underground: gli australiani Lime Spiders con la potenza viscerale di ''Long way to go'', l' inglese Nikki Sudden con la splendida ''Such a little girl'', molto punk ed insieme velvettiana, gli americani Laughing Hyaenas con l'esplosiva e quasi stoogesiana ''Candy'' e l'alfiere della neo-psichedelia britannica Bevis Frond con ''Bad time'', classico esempio del suo hard rock acido ma anche lirico.
Euro
12,00
codice 323170
scheda
Aa.vv. (new beat, acid house) Boccaccio – the new beat source
lp2 [edizione] originale  stereo  ger  1988  bcm 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa europea di pressaggio tedesco, vinile doppio, copertina apribile lucida all'esterno ed all'interno, con barcode, scritta ''printed in western germany'' su retrocopertina ed etichetta, label bianca e nera con scritte nere e bianche, logo BCM Records bianco a sinistra, logo GEMA/BIEM in riquadro a sinistra, catalogo 35183. Pubblicata nel 1988 dalla tedesca BCM, la raccolta manifesto che compila venti brani di musica dance elettronica che trova le sue radici nei dj sets della discoteca Boccaccio Life, situata nei pressi di Ghent, e che e' stata denominata ''new beat'', un'elettronica dai ritmi piu' lenti rispetto alle evoluzioni successive di filoni come la techno. Il new beat, affine a generi come la acid house, ebbe il suo periodo di maggior risonanza fra il 1988 ed il 1990 e le sue melodie ipnotiche avrebbero poi influenzato la trance. Questa la scaletta: Dirty Harry, ''D'bop''; Real Man, ''Fashion victims''; Hi-Hat, ''Rock to the beat''; Bazz, ''The drop deal''; FVDP, ''The roof is on fire''; T.C., ''Hello I love you''; Dreams, ''Dreams''; Mac Sample, ''House inspector''; La Strada, ''L.S. Beat''; The Executive Board, ''I do anything''; Confetti's, ''The sound of C''; Code 61, ''Drop the deal''; Neon, ''Baby wants to ride''; The Maxx, ''Your highness''; Miss Nude, ''Taste my acid fruit''; Signal Aout 42, ''Carnaval (plastic acid mix)''; Lords of Acid, ''I sit on acid''; Evil Kid, ''Alarm''; Miss Nickytrax, ''Acid in the house''; Dr. Phibes, ''Acid story''.
Euro
16,00
codice 328956
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  nzl  1980  swineken 
punk new wave
Copertina senza codice a barre, inserto con crediti, Ristampa del 2021 ad opera della Swineken Recordings, pressoché identica alla ultrarara prima tiratura. Originariamente pubblicata nel 1980 dalla Sausage solo in Nuova Zelanda, in una tiratura limitata pare a soli 250 esemplari, la leggendaria raccolta manifesto della scena punk e new wave del paese australe all'alba degli anni '80, prima della nascita della seminale label kiwi Flying Nun (fondata nel 1981); questa "Four Stars" fu curata dalla piccola Sausage di Robbie Duncan, proprietario dei Sausage Studios di Wellington, e contiene tredici brani inediti opera di quattro gruppi gravitanti sulla scena della capitale neozelandese, autori al massimo di una manciata di singoli ed ep: Life In The Fridge Exists (sound meravigliosamente grezzo e graffiante, con richiami sia al punk che ai Velvet Underground, e con voce femminile), Wallsockets (altro gruppo con voce femminile, dal sound anch'esso grezzo e velvettiano, ed andamento ipnotico e narcotico), Naked Spots Dance (gli unici ad arrivare al traguardo dell'album, nel 1983) e Beat Rhythm Fashion, questi ultimi parte della "scena delle terrazze" della città, ed autori di alcuni apprezzati singoli. Questa la scaletta: Life In the Fridge Exixts, "Have you checked the children"; Wallsockets, "H & C"; Naked Spots Dance, "Secrets"; Beat Rhythm Fashion, "None in the universe"; Wallsockets, "Euthanasia"; Naked Spots Dance, "Crescendo / Circle moon"; Wallsockets, "Blue meanie", "Snerl"; Life In The Fridge Exists, "First death take"; Naked Spots Dance, "Banana baby"; Beat Rhythm Fashion, "Not necessary"; Naked Spots Dance, "Subtractions"; Life In The Fridge Exists, "Peter the D".
Euro
30,00
codice 2103960
scheda
Aa.vv. (new zeland guitar pop) Tuatara - a flying nun compilation
Lp [edizione] originale  stereo  nzl  1986  flying nun 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima rara stampa neozelandese, copertina lucida apribile senza barcode, etichetta verde e bianca, catalogo FN45. Pubblicata nel 1986 dalla etichetta neozelandese di culto Flying Nun, ma stampata anche in Europa ed in America, questa storica raccolta rappresenta uno dei manifesti ideali della splendida scena neozelandese guitar pop di quegli anni, di cui proprio la Flying Nun fu fondamentale promotrice, con brani provenienti perlopiu' da rari singoli ed eps pubblicati dalla etichetta nella prima meta' degli anni '80, e con bands splendide come Clean, Chills, Verlaines, Tall Dwarfs, Bats o Sneaky Feelings, ed altre meno note, talora anche piuttosto defilate dal trend dominante della produzione "kiwi" di quegli anni. Ecco la lista completa dei brani: Clean "Fish" (dal secondo ep "Great Sounds Great, Good Sounds Good, So-So Sounds So-So, Bad Sounds Bad, Rotten Sounds Rotten!!" del 1982), Gordons "Coalminer's Song" (dal primo album "The Gordons" del 1981), Fetus Productions "State To Be In" (dal mini "Fetalmania" del 1983), Verlaines "Death And The Maiden" (splendido gioiello dal primo 7" in proprio del 1983), Children's Hour "Looking For The Sun" (altra perla, tra post punk inglese dalle tinte oscure e Fall, dal primo 12" "Flesh" del 1983), Marie And The Atom "Isol" (dal 12" "Yellow Read Aloud" del 1983), Chills "Pink Frost" ("IL" brano di culto di tutta la scena neozelandese dell' epoca, dal secondo 7" in proprio, del 1984), Sneaky Feelings "Throwing Stones" (dal 12" "Send You" del 1983), Great Unwashed "Neck Of The Woods" (dal doppio 7" oppure 12" "Singles" del 1984), Bats "I Go Wild" (dal primo 12" "By Night" del 1984), Expendables "Man With No Desire" (dal 7" "The Flower" del 1984), Tall Dwarfs "The Brain That Wouldn't Die" (dal 12" "Slugbuckethairybreathmonster" del 1984).
Euro
34,00
codice 251830
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1987  giorno poetry system 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa USA, copertina lucida apribile senza barcode, fabbricata in Canada, inner sleeve in carta con foto in bianco e nero, label rossa con scritte nere, catalogo GPS038, vinile ambrato se posto controluce. Pubblicata nel 1987 dalla Giorno Poetry Systems, questa compilation presenta dieci brani in gran parte inediti, incisi fra il 1984 ed il 1986 ad opera di musicisti diversi come Butthole Surfers, Diamanda Galas, Einsturzende Neubauten, Swans, Nick Cave, Tom Waits, ma anche di scrittori della beat generation quali William Borroughs e John Giorno. Questa la scaletta, con date di incisione: Butthole Sufers, ''Boiled dove'' (10/86, inedito); Einsturzende Neubauten, ''Adler kommt spater'' (1985, inedito); Diamanda Galas, ''Solo live in Amsterdam'' (14/6/84, inedito); William S. Borroughs, ''Words on advice / Kim like the great Gatsby'' (11/9/86, da ''the western land''); Swans, ''Anything for you (hang me)'' (3/86, versione piu' corta del brano apparso sull'album ''Public castration...''); John Giorno Band, ''Sucking mud'' (9/12/86, inedito); Chad & Sudan, ''Cheap energy'' (11/84, inedito); Tom Waits, ''The pontiac'' (7/86, inedito); Chris Stein, ''Indra (for Brion Gysin)'' (31/10/86, inedito); Nick Cave, ''The atra virago'' (11/11/86, inedito).
Euro
38,00
codice 315637
scheda
Aa.vv. (no trend, psyclones..) The gift of noise
Lp [edizione] originale  stereo  fra  1983  invitat.au suicide 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima molto rara stampa, pressata in Francia, copertina lucida fronte retro senza barcode, completa del libretto di otto pagine in carta liscia spillata in formato A4, con note e foto in bianco e nero, label custom fotografica in bianco e nero con scritte bianche, catalogo ID5, scritta ''MPO'' incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicata dalla francese L'Invitation Au Suicide nel 1983, questa compilation presenta cinque gruppi underground americani con undici brani, che gettano luce sulle tendenze piu' sperimentali ed artistiche del post punk americano della prima meta' del decennio. Fra i gruppi troviamo i caustici No Trend, fra hardcore USA e post punk britannico, gli Psyclones, fra gli alfieri americani dello industrial, e gli Smersh, definiti ''i Ramones della musica industriale''. Questa la scaletta: Psyclones, ''The gift of noise'' (poi inserita nel loro eponimo album del 1985), ''Rockin' the cong'' (poi inserita nel loro eponimo album del 1985); Senseless Hate, ''Vengeance of god'', ''In my chair''; F/I (gruppo in cui militava Richard Franecki, poi nei Vocokesh), ''Stepping stone'' (inedito), ''Frat boy'' (inedito); No Trend, ''Mass sterilization caused by venereal disease'' (dal primo 7'' del 1983), ''Cancer'' (dal primo 7'' del 1983), ''Teen love'' (dal primo 7'' del 1983); Smersh, ''She is nervous'' (inedito), ''The exorcissy'' (dalla cassetta ''Caracas'', 1983).
Euro
32,00
codice 312270
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1982  electric eye 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent
copia ancora incellophanata, sigillata e da noi aperta, coeprtina senza barcode, etichetta "custom" in bianco e nero, catalogo EELP001. La molto rara prima tiratura, uscita su etichetta Electic Eye nel 1982 (era stato il primo numero di catalogo di quella label cosi' importante nell' ambito del rock italiano degli anni '80). Inserito dallo staff della rivista Rumore tra i 100 dischi fondamentali nella storia della new wave italiana, uno dei primi e piu' importanti documenti del post punk del nostro paese, insieme alle altre (comunque successive) storiche raccolte "Body Section" e "Catalogue Issue"; prodotto dalla rivista Rockerilla nel 1982, contiene 12 brani altrimenti inediti, appositamente realizzati per questa pubblicazione da altrettante bands selezionate tra quanto di meglio l' underground italico avesse proposto all' attenzione dei critici della all' epoca giovane rivista. Aprono questo piccolo gioiello i VICTROLA di Messina con la suadente "Into His Gloves", acerba ma affascinante anticipazione del magnifico 12" "Maritime Tatami" che la stessa Electric Eye presto pubblichera'; seguono gli STATE OF ART con "Venice" che recupera le sonorita' funk e new wave accostabili ai primi A Certain Ratio; sulla stessa scia gli X-RATED con la bella "Tokyo Alert"; i NOT MOVING lasciano la loro prima testimonianza discografica con la prima versione del conturbante garage punk psichedelico "Baron Samedi", tratta dal loro primo demo del 1981, e poi riregistrata per il loro primo ep (anch'esso uscira' per la Electric Eye); il duo BLAUE REITER con il brano "A Correct Adulation Of Himself" rappresentano una delle sorprese della raccolta, splendida ballata new wave dominata da un basso palpitante (dalle loro ceneri nasceranno i Virisanse), ed aprono le porte al brano "Terror" dei DEATH SS, dall' impronta dark punk, esordio discografico assoluto per la band di Paul Chain che lasciava presagire le future direzioni del gruppo. La ballata elettro-disco "Bandana Boys" dei Dirty Actions, gloriosa formazione le cui tracce registrate in studio impallidiscono rispetto alle leggendarie esibizioni dal vivo, unico brano cantato in italiano, apre il secondo lato; segue la spigolosa "Automaton's" dei B-SIDES, sorprendentemente vicini ai primissimi Cure, che fanno da apripista alla sorprendente "Waving In The Dark" degli STYLE SINDROME capitanati da Anna Di Stefano la cui voce non puo' non ricordare Siouxsie Sioux; "Maimed" dei WAX HEROES cupa e lenta esplode nel suo evolversi in una atipica e singolarissima ballata che trova quiete nella successiva geniale "Haiti Blues" degli EAZY CON, tra la New York di Laurie Anderson, della no-wave e contaminazioni etniche (poi riregistrata anni dopo nel loro unico album); chiudono gli esordienti PANKOW con la bellissima "We Are The Joy", perla stupenda ed impressionante del gruppo fiorentino, con una inedita formazione che li vedeva ancora distanti dalla svolta elettronica, e molto piu' vicina alle sonorita' dei concittadini Neon o Karnak, che accresce ulteriormente il valore di questo vero e proprio reperto.
Euro
45,00
codice 400114
scheda
Aa.vv. (pagans, styrenes, defnics...) cleveland confidential (orange vinyl - rsd 2020)
lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1982  superior viaduct 
punk new wave
EDIZIONE LIMITATA, IN VINILE ARANCIONE, REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' AGOSTO 2020, copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita nel 1982 su Termal Records. Prosecuzione ideale di un 7"ep pubblicato dalla stessa Termal nel 1980 (con cui non ha in comune alcun brano, sebbene alcune formazioni fossero gia' li' presenti) si tratta di un imperdibile e storico documento sulla splendida scena punk e post punk di Cleveland, Ohio, gia' ricca e straordinariamente fertile gia' nella meta' degli anni '70, e poi capace di produrre per diversi anni alcune delle cose piu' interessanti delle scena underground americana. La scaletta, messa insieme dal grande Mike Hudson dei Pagans, contiene sia brani di stampo proto-punk o punk-rock, sia preziose ed oscure testimonianze di formazioni (spesso effimere) dedite a sperimentazioni tra art-punk ed oscuro post-punk, e ci sono anche gli immensi Pagans e gli storici Styrenes, nati a meta' anni '70 dalle ceneri dei seminali Mirrors. Quest
Euro
22,00
codice 3024553
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1989  anomie 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Copia ancora incellophanata, prima stampa USA, copertina senza barcode, inserto con foto e formazioni dei gruppi compilati, label nera con scritte argento, catalogo ANOMIE-002, vinile che assume colore grigio/fucsia se posto controluce. Pubblicata nel 1989 dalla Anomie Records, etichetta del gruppo texano Pain Teens, questa raccolta compila brani di nove gruppi indipendenti della scena di Houston di fine anni '80, fra garage punk, hardcore punk, indie aggressivo e dissonante nella miglior tradizione texana di Butthole Surfers e Scratch Acid, fra cui spiccano nomi come gli Sugar Shack (con alcuni futuri membri dei Lord High Fixers), autori di uno sporco garage punk, inizialmente affine anche al grunge garagistico dei primi Mudhoney, ed i Pain Teens, band formata a Austin nell'88 dalla coppia felicemente sposata, Bliss blood alla voce e percussioni e Scott Ayers alla chitarra, ai campionamenti e alla batteria. Buona parte dei gruppi qui rappresentati pubblicarono poco o nulla oltre a questa apparizione su compilation (ad esempio i Non Dairy Creamers, i Grindin' Teeth, i Ms. Carriage & The Casual Tease, questi ultimi autori di una sola misteriosa cassetta, edita anch'essa dalla Anomie), oppure una manciata di singoli ed ep come nel caso dei Dresen 45. Tutti i brani di ''Houston loud'' sono esclusivi di questa compilation, con l'eccezione dei due pezzi dei Pain Teens e di ''Where the sun is frightening'' dei Ms. Carriage & the Casual Tease, pubblicati su musicassette dalla stessa Anomie. Questa la scaletta completa: Sugar Shack, ''Got a match''; Blind Ignorents, ''Pieces of santa''; da Plug Uglies, ''Children shouldn't play with dead things''; Non Dairy Creamers, ''Chuck''; Grindin' Teeth, ''Glue factory''; Ms. Carriage & the Casual Tease, ''No salvage''; Pain Teens, ''E.K.G.''; Bayou Pigs, ''Rise up!''; Pain Teens, ''Geraldo 666''; Grindin' Teeth, ''Red star''; Non Dairy Creamers, ''Yo gramma knows''; Ms. Carriage & the Casual Tease, ''Where the sun is frightening''; Dresden 45, ''Pipe fittin' man''.
Euro
21,00
codice 331100
scheda

Page: 7 of 312


Pag.: oggetti: