Hai cercato:   --- Titoli trovati: : 30703
«---  1 ... 3 4 5 6 7 8 9 10 11 ... 1229  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
A taste of honey    Twice as sweet
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1980  capitol 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soul funky disco
Copia ancora incellophanata e con adesivo triangolare che annuncia la presenza del brano "Rescue me", prima stampa americana, copertina con barcode, inner sleeve con testi e sagomatura sul lato di apertura, label nella versione non porpora ma rossa con logo Capitol con cupola in nero in alto, catalogo ST-12089. Pubblicato nel 1980 dalla Capitol nel Regno Unito e negli USA, dove giunse alla 36esima posizione nella classifica billboard 200, il terzo album, successivo a "Another taste" (1979) e precedente "Ladies of the eighties" (1982). Prodotto da George Duke, "Twice as sweet" vede il gruppo afroamericano superare la fase disco music con una proposta che, pur non tagliando del tutto i ponti con quella scena, già si proietta in avanti nei nascenti anni '80 con un moderno approccio allo r'n'b e con levigate melodie vicine al quiet storm; rimane una musica dinamica e ballabile, con le belle ed avvolgenti armonie vocali delle due cantanti in evidenza. Contiene la loro ultima grande hit, la cover in lingua inglese del vecchio successo pop giapponese "Sukiyaki", che gli A Taste Of Honey portarono al terzo posto nella classifica billboard hot 100, nella veste di una romantica ballata pop soul dalle sottili sfumature orientaleggianti. Gruppo disco e soul music formatosi a Los Angeles nel 1971/72, gli A Taste Of Honey erano composti nella loro formazione consolidata da due donne e due uomini, Janice Marie Johnson (voce, chitarra, basso), Perry Kibble (tastiere), Hazel Payne (chitarra, voce) e Donald R. Johnson (batteria). Il gruppo fece anni di gavetta prima di approdare al traguardo di una pubblicazione, debuttando su disco nel 1978 con il singolo Boogie oogie oogie", grandissimo hit che giunse in vetta alla billboard hot 100, e con l'album A taste of honey" (arrivato alla sesta posizione nella billboard 200), primo di quattro lp. La loro versione tradotta in lingua inglese della vecchia hit pop giapponese "Sukiyaki" interpretata originariamente da Kyu Sakamoto nel 1961, fu nel 1981 il loro secondo ed ultimo grande successo, piazzandosi al terzo posto nella billboard hot 100. Caratteristica della musica degli A Taste Of Honey è stata la capacità di non appiattirsi sulla disco music imperante nei tardi anni '70, ma di alternarla con intuizioni di moderno r'n'b e di quiet storm; i loro brani sono stati spesso utilizzati come fonti di campionamento daglki artisti hip hop fin dai primi anni '80.
Euro
19,00
codice 331686
scheda
A tent    Six empty places
mlp [edizione] originale  stereo  uk  1981  cherry red 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent punk new wave
Etichetta bianca con scritte in lettere rosse, con titoli su di un lato e logo Cherry Red, crediti autore/titolo, sull'altro, catalogo BRED 17, copertina laminata sul fronte senza codice a barre. La primissima stampa (con vinile e copertina pressati in Francia anche per il mercato anglosassone) del primo ed unico album del progetto A Tent. Tra le realizzazioni piu' oscure e sconosciute della Cherry Red, oggi riscoperte anche grazie alle ristampe in compact disc della stessa Cherry Red, ristampe che hanno dato la possibilita' ad alcune delle loro produzioni (passate quasi inosservate dalla critica del tempo), di poter essere oggi rivalutate ed analizzate con nuove chiavi di lettura, diventando cosi' oggetto di ricerca per gli appasionati della musica di ricerca ed avanguardia. Il progetto e' impreziosito dalla collaborazione di Dudu Pukwana, apprezzatissimo sassofonista jazz che nella sua esecuzione lascia i suoi articolati fraseggi in favore di profonde sperimentazioni. Six Empty Places e' la rappresentazione di un paesaggio mediatico che attraversa sperimentazioni sonore che affondano le proprie radici nelle avanguardie fine anni sessanta, ma che a differenza del movimento industriale con cui condivide le origini, espande la propria ricerca in spazi non cosi' dissimili dalle ricerche di Steven Stapleton (Nurse With Wound), spazi di cui lo spettro musicale viene analizzato attraverso un'ottica piu' tenue e propensa ad avanguardia, jazz ed ambient.
Euro
29,00
codice 501976
scheda
A Train    Overdue
lp [edizione] originale  stereo  usa  1978  sooto records 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
prima rara stampa usa, copertina cartonata, etichetta bianca con logo e scritte marroni. pubblicato in usa nel 1978 prima di '' A Train'' . Il primo album. Registrato da Chris Mccaa, Bruce Flett, Buddy Flet, Pat Jacobs, John Howe, Mike Pars,David Egan, Miki Honeycutt, Michael Johnson, Karen Edwards, Dana Loewenstern Jimmy Honeycutt, Bill Spahr, si tratta di un classico lavoro di Southern Rock con arrangiamenti fiatistici e cori, forti influssi rock and roll, blues e roots.
Euro
22,00
codice 41810
scheda
A tribe called quest    Midnight marauders
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1993  jive 
hip-hop
Copertina liscia a busta, label bianca con scritte nere, scritte e disegni neri intorno al foro centrale su di una facciata. Ristampa del terzo album degli A Tribe Called Quest, originariamente pubblicato dalla Jive nel 1993, uscito dopo ''The low end theory'' (1991) e prima di ''Beats, rhymes & life'' (1996). Un altro grande successo di critica e di vendite dopo i due apprezzati lp precedenti, ''Midnight marauders'' presenta uno spostamento verso sonorita' funk morbide e fluide rispetto ai maggiori influssi jazz di ''The low end theory''. L'album e' contraddistinto da toni riflessivi sia dal punto di vista vocale che strumentale, senza trascurare l'ironia ed i taglienti commenti sociali; venature jazz ancora presenti si intrecciano con sonorita' ipnotiche e cerebrali. Formatisi nel 1988 a New York, nel Queens, gli A Tribe Called Quest sono stati insieme ai De La Soul fra i principali esponenti dello hip hop alternativo al gangsta negli anni '90. Spiritosi e portatori di messaggi alternativi allo hip hop mainstream, con una predilezione per il campionamento di melodie jazz, esordirono su lp nel 1990 con ''People's instinctive travels...'', seguito poi da due lavori ancora piu' apprezzati, ''The low end theory'' (1991) e ''Midnight marauders'' (1993). Il successo critico e commerciale li porto' anche a girare in tour con il Lollapalooza 1994, prima dello scioglimento avvenuto nel 1998.
Euro
29,00
codice 2087521
scheda
A tribe called quest    We got it from here... thank you 4 your service
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2016  epic 
hip-hop
Doppio album, corredato di inner sleeves, etichette custom. Formatisi nel 1988 a New York, nel Queens, gli A Tribe Called Quest sono stati insieme ai De La Soul fra i principali esponenti dell' hip hop alternativo al gangsta negli anni '90. Spiritosi e portatori di messaggi alternativi allo hip hop mainstream, con una predilezione per il campionamento di melodie jazz, esordirono su LP nel 1990 con ''People's instinctive travels...'', seguito poi da due lavori ancora piu' apprezzati, ''The low end theory'' (1991) e ''Midnight marauders'' (1993). Il successo critico e commerciale li portò anche a girare in tour con il Lollapalooza 1994, prima dello scioglimento avvenuto nel 1998. “We Got It From Here... Thank You 4 Your Service” (2016) è il primo album in studio dopo quasi vent’anni di silenzio. L’album, registrato nello studio di Q-Tip in New Jersey e che ospita numerosi ospiti (Jack White, André 3000, Kendrick Lamar, Elton John, Busta Rhymes e Consequence), è al livello delle migliori produzione della band hip hop, che nel marzo 2016 ha perso uno dei suoi componenti fondamentali, Phife Dawg.
Euro
23,00
codice 2073042
scheda
A winged victory for the sullen    A winged victory for the sullen
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  2011  kranky 
indie 2000
Copertina ruvida senza codice a barre, etichetta celeste con scritte nere e in basso, logo label nero con scritte celesti, Lp pubblicato dalla Erased Tapes nel settembre 2011, debutto per quaesto progetto, condiviso da Dustin O'Halloran (Devics) e Adam Wiltze (Stars of the lid); coadiuvati in fase realizzativa dal compositore Peter Broderick e dal violincellista islandese, Hildur Gudnadottir, realizzano 7 tracce strumentali a cavallo fra ambient, post rock e musica classica, attraverso dalays, loops e reverberi che intersecano pianoforti, arpa ed archi, in un astrattismo romantico ed intimista, portatore di atmosfere enigmatiche, struggenti e contemplative; i riferimenti portano ad una sorta di Sigur Ros piu' minimalisti, e Brian Eno.
Euro
25,00
codice 2077945
scheda
12" [edizione] nuovo  stereo  usa  2014  kranky 
indie 2000
Nome gruppo completo: A winged victory for the suellen". Copertina senza codice a barre, etichetta custom nera con scritte bianche ed argento, 12" pubblicato dalla Kranky alla fine dell'aprile 2014 dopo il primo eponimo album del 2011, contenente 3 nuove tracce: "Atomos VII", "Minuet for a cheap number one" e "Atomos VII (Greenhouse Re-interpretation)". A Winged Victory for the Suellen e' un progetto condiviso da Dustin O'Halloran (Devics) e Adam Wiltze (Stars of the lid); coadiuvati in fase realizzativa dal compositore Peter Broderick e dal violincellista islandese, Hildur Gudnadottir, debuttano nel 2012 con un album eponimo, composto da 7 tracce strumentali a cavallo fra ambient, post rock e musica classica, attraverso delays, loops e reverberi che intersecano pianoforti, arpa ed archi, in un astrattismo romantico ed intimista, portatore di atmosfere enigmatiche, struggenti e contemplative; i riferimenti portano ad una sorta di Sigur Ros piu' minimalisti, e Brian Eno.
Euro
16,00
codice 2046643
scheda
A winged victory for the sullen    The undivided five
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2019  ninja tune 
indie 2000
adesivo su cellophane, copertina apribile, etichette custom. "The Undivided Five" (2019) è una raccolta di brani di natura quasi cinematografica: tutti i pezzi del disco potrebbe far parte di una colonna sonora di film. Il duo A Winged Victory for the Sullen, anche quando non lavora alla musica per film, mantiene una scrittura immaginifica, eterea. L'ambient incronta la musica classica contemporanea. A Winged Victory for the Sullen: duo americano di musica d'ambiente composto da Dustin O'Halloran e Adam Wiltzie. Hanno pubblicato tre album in studio e varie colonne sonore. Il loro terzo album in studio, "The Undivided Five", è stato pubblicato il 1° novembre 2019 tramite Ninja Tune.
Euro
26,00
codice 2090902
scheda
A witness    Loudhailer songs
12'' [edizione] originale  stereo  uk  1985  ron johnson records 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa inglese, copertina lucida fronte retro senza barcode, label nera con scritte bianche, in alto scritta Ron Johnson Records in bianco, catalogo Z RON 5. Pubblicato nel novembre del 1985 dalla Ron Johnson Records in Gran Bretagna, dove raggiunse il nono posto delle classifiche indipendenti, l'ep ''Loudhailer songs'' e' la prima uscita discografica degli A Witness, precedente l'album d'esordio ''I am John's pancreas'' (1986). Il gruppo inglese getta qui i semi del sound che caratterizzera' il primo lp, attraverso cinque brani nevrotici, dissonanti ed abrasivi, guidati da chitarre taglienti e da un basso potente e cupo, mentre la voce e lo stile del frontman Keith Curtis sono decisamente improntati dal marchio di Mark E. Smith dei Fall, gruppo il cui stile e' un'influenza indubbia sugli A Witness; la bizzarria e le tendenza d'avanguardia di Captain Beefheart e dei primi Pere Ubu possono essere altresi' accostate ai caustici brani di questo 12''. Questi i brani inclusi, inediti su album: ''Lucky in London'', ''Kitchen sink drama'', ''Regular round'', ''Camera'', ''Drill one''. Formatisi a Stockport, nei pressi di Manchester, gli A Witness erano inizialmente un trio supportato da una drum machine, poi sostituita dal batterista Alan Brown dopo il secondo ep del 1987. Autori di un post punk spigoloso, nevrotico ed abrasivo, erano indubbiamente influenzati dai conterranei Fall, ma anche da creativi d'oltreoceano come Captain Beefheart e Pere Ubu. Esordirono con il 12'' ''Loudhailer songs'' (1985), quindi un loro brano venne incluso nella storica compilation ''C-86'' del New Musical Express. Segui' l'esordio a 33 giri con ''I am John's pancreas''; dopo un secondo lp, il chitarrista Rck Aitken mori' nel 1989 in un incidente, quindi il gruppo si sciolse l'anno successivo. I membri superstiti riapparirono poi in gruppi come Membranes, Gold Blade e Marshall Smith.
Euro
18,00
codice 310070
scheda
A-10    Sex god war
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1988  mantra 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa, realizzata dalla italiana Mantra, vinile trasparente, copertina costituita da busta di plastica trasparente con scritte verdi e chiusura a linguetta, inserto in carta con artwork, testi e crediti, label bianca con scritte nere su di una facciata e con logo Mantra sull'altra, catalogo DM88009, groove message ''love you bastard'' sul lato B. Pubblicato nel 1988 dalla Mantra in Italia, il primo album, uscito dopo il primo mini lp ''Massive at the blind school'' (1987) e prima del secondo album ''Radio confusion'' (1993). Il gruppo, qui composto da Lee Robinson, Romano Pasquini, Steve Aiello e J.P. Jezequel, si lancia in undici sferraglianti episodi in cui confluiscono il punk rock stradaiolo, il protopunk detroitiano, lo aussie rock piu' duro e, nei pochi episodi dai ritmi meno tirati, un indie rock chitarristico dai vaghi accenti acidi; trovano spazio anche una cover di ''Dead skin'' dei Barracudas (Robin Wills suona peraltro la chitarra nel brano ''Declaration'') ed una di ''Good morning headache'' dei finlandesi Smack. Gruppo italo-britannico attivo fra la meta' degli anni '80 e quella degli anni '90, gli A-10 avevano fra le proprie fila Romano Pasquini (anche negli Yage insieme al Celibate Rifles Kent Steedman, e poi nei Sonic Assassin) e Lee Robinson (in seguito nei Sin City Six). Considerati uno dei piu' brutali gruppi di ispirazione protopunk dell'epoca, realizzarono un paio di album ed una manciata di mini, ep e singoli.
Euro
25,00
codice 319524
scheda
A-bones    Music minus five
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1993  norton 
punk new wave
Copertina senza codice a barre. Ristampa pressoche' identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1993 dalla Norton negli USA, il terzo album, successivo a ''I was a teenage mummy'' (1992) e precedente ''Crash the party'' (1996). Un irresistibile assalto garage punk figlio della selvaggia potenza dei Sonics, del lato piu' rock'n'roll dei Thirteen Floor Elevators, di influssi del surf piu' incattivito e del frat rock, fra graffianti e trascinanti pezzi originali ed una manciata di cover come ''Come on come on'' degli Esquires, ''Oasis'' dei Majestics e ''In the U.S.A.'' dei Flamin' Groovies. Gli A-Bones sono la mitica band formata dagli ex Zantees Billy Miller e Miriam Linna (quest' ultima gia' nei Cramps nel 1976!!!), fondatori della benemerita etichetta Norton, dedita a riscoprire leggende del rock'n'roll, del garage, del surf e di stranezze varie dell'epoca d'oro degli anni '50 e '60. Il sound degli A-Bones si articola in un selvaggio e travolgente garage/rock 'n' roll, con riferimenti all'immaginario horror e trash ed una irruenza che sa di punk. Dopo aver pubblicato un primo ep su 10'' nel 1986, ''Tempo tantrum'', seguito nel 1988 da quello su 12'' ''Free beer for life'', il gruppo da' alle stampe sulla propria Norton l'album d'esordio ''The life of riley'' nel 1991; un buon numero di singoli ed alcuni ulteriori lp seguiranno negli anni '90 e nel primo scorcio del nuovo secolo.
Euro
23,00
codice 3510762
scheda
A.c. acoustics    Hand passes plenty (limited white vinyl)
12'' [edizione] originale  stereo  uk  1994  el-e-mental 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good indie 90
Copia con alcuni segni di usura sulla copertina, su cui e' apposto l'adesivo (in parte abraso) che indica l'edizione limitata in vinile bianco, prima stampa inglese, pressata appunto in vinile bianco, copertina con barcode 5023469002564, label bianca con scritte nere e logo El-e-mental nero in basso, catalogo ELM25T, scritta ''a porky prime cut'' incisa sul trail off del lato A e ''another porky prime cut'' su quello del lato B. Pubblicato nel novembre del 1994 dalla El-e-mental in Gran Bretagna, non uscito negli USA, l'ep che segui' il primo mini lp ''Able treasury'' (4/94) e che precedette il secondo 7'' ''Stunt girl'' (1996). Contiene quattro brani, inediti o in versione inedita su album: la splendida ''Hand passes plenty'' fra impulsi psichedelici ed echi degli U2, ''Love lies broken pieces'', che inizia come una ballata acustica per esplodere in un dirompente noise rock chitarristico, ''Love lies (equamneno mix)'', episodio di confine fra rock e house, e l'ottundente ''Emily'', un vortice di psichedelia minimalista che richiama certe tempeste scatenate da Spacemen 3 e Spiritualized. Acclamata indie band scozzese, gli A.C. Acoustics furono formati nel 1992 a Glasgow dal compositore Paul Campion; inizialmente autori di una musica densa, carica di fuzz e travolgente, in cui trovavano spazio anche strumenti come sax e violino e che e' stata accostata da alcuni critici a gruppi come Pavement, Jesus and Mary Chain e Mercury Rev, adottarono piu' avanti le tastiere ed un approccio piu' rarefatto ed atmosferico, ottenendo il plauso della critica e l'ammirazione di altre band, fra cui i Placebo, senza pero' sfondare presso il grande pubblico. Dopo un primo singolo del 1993 ed un mini lp del 1994, ''Able treasury'', il gruppo pubblico' nel 1997 il primo album ''Victory parts'', ma piu' niente di nuovo e' apparso dopo il terzo lp ''O'' del 2002. Un gruppo sottovalutato.
Euro
10,00
codice 326593
scheda
A.c. marias    Just talk
12'' [edizione] originale  stereo  uk  1986  mute 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa inglese, copertina ruvida fronte retro senza barcode, label nera con scritte rosse e bianche, catalogo 12MUTE50, scritta ''pag'' incisa sul trail off di entrambi i lati, ''GD'' su quello del lato A e ''sound clinic'' su quello del lato B. Pubblicato nell'ottobre del 1986 dalla Mute in Gran Bretagna, non uscito negli USA, questo fu il secondo singolo degli A.C. Marias, uscito dopo il primo ''Drop'' (1981) e prima del terzo ''Time was'' (1988). Prodotto da Bruce Gilbert (Wire), contiene due brani: ''Just talk'', poi inserita nell'unico album ''One of our girls'' (1989) e l'inedita versione ''Just talk (no talk instrumental)'', basati su di un post punk etereo e minimale, guidato dalla voce delicata di Conway e sostenuto da asciutte partiture di chitarra e tastiere, che ricordano il sound dei grandi Young Marble Giants. Gli A.C. Marias si formano a Londra nei primi 80 su impulso della cantante Angela Conway, collaboratrice di Wire e He said; il progetto frutto produce un unico album, ''One of our girls'' (1989), con Bruce Gilbert, Rowland S. Howard e Barry Adamson, caratterizzato da forti influenze post punk e gotiche, brani eterei ed una certa dose di selvaggia sperimentazione. Oltre al sopracitato album la loro scarna discografia comprende tre singoli usciti fra il 1981 ed il 1988. Angela Conway si dedichera' poi alle arti visive come regista di video.
Euro
18,00
codice 312262
scheda
A.c. temple, wedding present    Miss sky / undercurrent
7" [edizione] originale  stereo  uk  1993  ablaze 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Flexi disc originariamente allegato al numero 5 della fanzine inglese Ablaze!, completo di inserto in carta verde con note e foto, scritte sul flexi di colore grigio, catalogo UK.KBN5, e con entrambi i brani incisi sul lato opposto a quello dove si trovano le scritte. Lo split flexi con un brano degli A.C. Temple ed uno degli Wedding Present: i primi offrono il brano ''Miss sky'' in un mixaggio diverso da quello apparso sull'album ''Sourpuss'' del 1989, mentre i secondi propongono l'inedito ''Undercurrent''. Cresciuti nella stessa Sheffield che aveva visto la nascita della musica industriale (Throbbing Grisple, Clock Dva, Cabaret Voltaire) ed il suo svilupparsi in piu' direzioni, anche gli A.C.Temple svilupparono l'idea che il rumore dovesse essere una parte importante della musica contemporanea, ma in una linea sonora piu' vicina a quella dei newyorchesi Sonic Youth. Gruppo di Leeds formato nel 1984 da David Gedge e Pete Solowka (di origini parzialmente ucraine), gli Weeding Present furono autori di un guitar pop spigolosamente grezzo, testimoniato dall'acclamato primo album ''George Best'' (1987); gruppo amatissimo all' epoca e poi oggetto di culto negli anni a venire, con il suo fragoroso ed adrenalinico guitar pop, figlio dei Buzzcocks e della scena C-86, ebbero una carriera prolifica ed un buon successo in patria, fino allo scioglimento sopraggiunto nel 1997. David Gedge formo' in seguito i Cinerama.
Euro
12,00
codice 323221
scheda
A.c.t.h.    Iguana (+promo booklet and poster!)
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1990  vox pop 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good punk new wave
Prima rara stampa italiana, COPIA CORREDATA DI POSTER PROMOZIONALE "ACTH LIVE!!!, poster ancora da completare con i dati del concerto, e di BOOKLET PROMOZIONALE DI 16 PAGINE CON FOTO, INFO, DISCOGRAFIA E RASSEGNA STAMPA, copertina (con diversi segni di invecchiamento, nella fattispecie anche alcuni strappetti nella delicata parte sagomata sul fronte) lucida senza barcode e sagomata sul fronte, inner sleeve con foto e sagomatura sul lato di apertura, inserto con testi, label bianca con pentagramma rosso lungo il bordo e scritte nere, catalogo VP7, groove message ''tarzan perse jane ma cita trovo' banana'' inciso a caratteri stampati sul lato A. Pubblicato nel 1990 dalla Vox Pop, il secondo riuscitissimo album della band veronese di punk melodico e beat, successivo a ''Ultimo party'' (1987) e precedente il mini lp ''Maquillage'' (1995, composto da cover), e senza piu' il bassista Romi Ferretti, unitosi ai Rats. Con la cover di "Staying Alive" dei Bee Gees stravolta alla maniera dei Dickies, ed una riuscitissima "Soli Si Muore", vecchio successo di Patrick Samson adattato da Mogol dall' originale "Crimson and Clover" di Tommy James & The Shondells (brano che gli A.c.t.h. avevano gia' pubblicato su singolo nel 1988), insieme ad altri undici episodi originali, caratterizzati da un approccio vicino a certo punk rock americano serrato ma anche melodico dei primi anni '80, con venature power pop. Attivi dal 1984, gli A.C.T.H. Hanno realizzato un terzo album nel 2000, ''Shaker''.
Euro
15,00
codice 226535
scheda
A.R. Kane    lollita
12" [edizione] originale  stereo  uk  1987  4ad 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
l' originale rara stampa inglese, etichetta bianca con scritte e logo neri, catalogo BAD 704, copertina (con lievi segni di invecchiamento) in cartoncino ruvido senza barcode, il raro e magnifico secondo dodici pollici del progetto londinese di Alex Ayuli and Rudi Tambala, definiti all' epoca i Jesus and Mary Chain di colore, uscito nell' agosto del 1987 e giunto al decimo posto delle classifiche indie inglesi. Tre brani, altrimenti inediti, dalle atmosfere eteree e sognanti ma torturati dal feedback di Robin Guthrie dei Cocteau Twins che produrra' il disco e da una batteria scarna ma talora devastante, come nel caso della davvero indimenticabile "Butterfly Collector" che elegge questo lavoro tra le migliori ed originali realizzazione espresse dalla musica inglese nella seconda meta' degli anni ottanta. Il gruppo in questa prima fase approdera' a sonorita' in bilico tra Cocteau Twins e Robert Wyatt, vicine al gusto dell'etichetta 4 A.D. per la quale incisero questo loro secondo singolo prima di approdare alla label Rough Trade che li accompagnera' nel resto del loro cammino. Dopo la pubblicazione dei loro primi tre storici singoli, che ottennero meritati consensi da parte del pubblico e della critica specializzata, gli A.R. Kane produrranno nel Giugno del 1988 l'album Sixty Nine caratterizzato da atmosfere lanquide e sognanti che si incontrano con testi decadenti, riuscendo cosi' a profondere una implosione affascinante e suggestiva. Nel successivo album "i" iniziano a defluire sonorita' synth pop che si accentueranno con il passare degli anni e che sfoceranno cuoriosamente nel progetto M/A/R/S/S. Ricordiamo infatti che il combo A.R. Kane fu' parte del progetto M/A/R/R/S insieve a CJ Mackintosh, Colourbox e Dave Dorrell, che molti ricorderanno per la hit "Pump Up The Volume" vero successo tecno pop che scalera' le piu' alte classifiche europee ed americane, ma questa e' un'altra storia lontana anni luce dalle capacita' artistiche che il progetto fu' invece capace di trasmettere durante la loro breve carriera.
Euro
18,00
codice 226269
scheda
A.R. Kane    love-sick
12" [edizione] originale  stereo  uk  1988  rough trade 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa inglese, etichetta custom crema con scritte marroni, con logo in alto affiancato dalla scritta A.R. Kane, catalogo RTT 231, il dodici pollici uscito dopo il primo album del progetto londinese di Alex Ayuli and Rudi Tambala, definiti all'epoca i Jesus and Mary Chain di colore, contenente quattro brani altrimenti inediti. Apre il primo lato "Green Haze Daze", seguita dalla splendida "Sperm Travels Like Juggernaut", entrambe caratterizzate da atmosfere eteree e sognanti in bilico tra Cocteau Twins e Robert Wyatt, vicine al gusto dell'etichetta 4 A.D. per la quale avevano inciso il loro secondo singolo prima di approdare alla label Rough Trade. I brani "Is This Is?" e "IsThis Is Dub?", che chiudono questo lavoro, proiettano il gruppo in atipiche ma soffusamente accattivanti sonorita' piu' vicine per certi versi alle sperimentazioni degli A Certain Ratio. Dopo la pubblicazione dei loro primi tre storici singoli, che ottennero meritati consensi da parte del pubblico e della critica specializzata, gli A.R. Kane produrranno nel Giugno del 1988 l'album Sixty Nine caratterizzato da atmosfere lanquide e sognanti che si incontrano con testi decadenti, riuscendo cosi' a profondere una implosione affascinante e suggestiva. Nel successivo album "i" iniziano a defluire sonorita' synth pop che si accentueranno con il passare degli anni e che sfoceranno cuoriosamente nel progetto M/A/R/S/S. Ricordiamo infatti che il combo A.R. Kane fu' parte del progetto M/A/R/R/S insieve a CJ Mackintosh, Colourbox e Dave Dorrell, che molti ricorderanno per la hit "Pump Up The Volume" vero successo tecno pop che scalera' le piu' alte classifiche europee ed americane, ma questa e' un'altra storia lontana anni luce dalle capacita' artistiche che il progetto fu' invece capace di trasmettere durante la loro breve carriera.
Euro
20,00
codice 500384
scheda
A.r. kane    When you're sad
12'' [edizione] originale  stereo  uk  1987  one little indian 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa inglese, copertina liscia fronte retro senza barcode, label custom nera con scritte bianche e disegno in bianco e nero al centro, catalogo 12 TP 2. Pubblicato nel febbraio del 1987 dalla One Little Indian in Gram Bretagna, giunto al 23esimo posto delle classifiche indipendenti inglesi, l'ep ''When you're sad'' e' la prima uscita discografica degli A.R. Kane, precedente il successivo 12'' ''Lollita'' (1987). E' raro come ogni loro disco questo ep del progetto londinese di Alex Ayuli e Rudi Tambala, definiti all'epoca i "Jesus and Mary Chain di colore", gia' insieme nei M/A/R/R/S di "Pump Up The Volume". Contiene due versioni della title track, grande brano che anticipa in un solo colpo i Jesus & Mary Chain di "Darklands" e quelli di "Auomatic", una grande melodia 60's, fortemente "velvettiana", scossa da sferzanti chitarre iperdistorte e rumorosissime, con una componente ritmica ossessiva molto in evidenza; ma il gioiello del disco, inestimabile, e' il secondo brano, straordinario predecessore dei My Bloody Valentine di "Is't Anything", sognante e delicatissimo, ma anch'esso "torturato" da rumori e feedback che si insinuano nell'animo come lame taglienti, creando un vortice di sensazioni di rara intensita'. Questo ed il successivo ep "Lollita" sono assolutamente tra le cose migliori e piu' originali ed illuminanti espresse dalla musica inglese nella seconda meta' degli '80, promesse solo in parte mantenute dai pur interessanti dischi del progetto. I tre brani sono tutti inediti su album.
Euro
27,00
codice 310076
scheda
A.R.E.weapons    A.R.E.weapons
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2003  rough trade 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent hip-hop
copertina liscia completa di inner sleeve, etichetta nera con scritte e disegni bianchi, Lp, pubblicato nell'aprile 2003, prima di "Fire in the streets", il primo album della band di New York, fautori di un elettro-rock fra hip-hop e hard rock con un attitudine punk: sintetizzatori che delimitano sia le melodie che le ritmiche, chitarre distorte, linee ritmiche hip-hop spesso velocizzate e voci urlate e raddoppiate, con testi aggressivi e polemici. Contiene il primo singolo del gruppo: "Street Gang", del 2001 (n.73 in U.k e singolo della settimana per il NME), insieme ad altri interessanti brani come "Don't be scared", "A.R.E.", "Fuck me pay me" e "Hey world". Gruppo con base a New York, fondato da Brain McPeck (voce), Matt (Matthew McAuley, basso), Ryan Noel (chitarra) e Thomas Bullock (sint.), pubblicano il primo omonimo album agli inizi del 2001 sulla propria label, weapons music; nonostante la limitata distribuzione, il particolare crossover della band e i gli aggressivi e polemici lives, suscitano l'interesse della rough trade, che si assicura la band; escono i primi singoli: "Street gang" e "New York muscle" (N.101 in U.k). Nel 2003 esce finalmente il nuovo album che sancisce il debutto e che viene accolto positivamente ma purtroppo l'anno seguente il chitarista Noel muore per overdose, creando un forte shock all'interno del gruppo, che pubblica nel 2005 "Free in the streets" e "Modern mayhem" nel 2007.
Euro
18,00
codice 600251
scheda
A.t.r.o.x.    Night's remains
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1982  spittle 
punk new wave
Copertina a busta. Ristampa del 2014 ad opera della Spittle, pressoche' identica alla rara prima tiratura; si tratta della prima ristampa vinilica in assoluto dell'album. Originariamente pubblicato nel 1982 dalla Trinciato forte, prima di ''Water tales'' (1984), ''The night's remains'' e ' il primo rarissimo album dei Tuxedomoon italiani, in bilico tra la vena oscura e sperimentale dei primi lavori della band di San Francisco ed un decadentismo mittleuropeo che avrebbe caratterizzato i lavori successivi del gruppo americano. Si tratta di un'opera raffinata e cinematica, elegante ed essenziale; splendide le notturne atmosfere della lunga title track, mentre episodi piu' brevi come la dinamica e minimalmente sintetica ''New york race track'' e la lenta ed avvolgente ''Against the odds'' offrono un sound piu' ritmico. I piacentini A.T.R.O.X., formatisi nel 1981, furono tra i primi gruppi ad arricchire la new wave con massicci inserimenti di elettronica, offrendo risultati accostati a quelli dei Tuxedomoon e dei Minimal Compact. Pubblicarono due soli album nel corso della loro breve attivita', ''The night's remains'' (1982) e ''Water tales'' (1984), oltre all'ep finale ''Falls of time'' (1985), tutti decisamente rari. Alcuni membri degli A.T.R.O.X. furono poi nei Doubling Riders.
Euro
14,00
codice 3022925
scheda
A.t.r.o.x.    Water tales
Lp [edizione] nuovo  stereo  ita  1984  spittle 
punk new wave
Copertina a busta. Ristampa del 2014 ad opera della Spittle, pressoche' identica alla rara prima tiratura; si tratta della prima ristampa vinilica in assoluto dell'album. Originariamente pubblicato nel 1984 dalla Contempo, il secondo ed ultimo album, successivo a ''The night's remains'' (1982). Un altro lavoro di splendida ed asciutta eleganza, nel quale la new wave vicina al dark e l'elettronica si incontrano in atmosfere decadenti e notturne, dai rimandi mitteleuropei, creando ora originali originali interpretazioni del minimal synth (''Overflow me''), ora magnifiche e rarefatte ambientazioni di fantascienza alla Blade Runner o alla Dune (''Ouverture to the tales''); non mancano ulteriori sorprese con la giocosa e lieve elettronica circolare di ''In the playtime'', che richiama i Kraftwerk. I piacentini A.T.R.O.X., formatisi nel 1981, furono tra i primi gruppi ad arricchire la new wave con massicci inserimenti di elettronica, offrendo risultati accostati a quelli dei Tuxedomoon e dei Minimal Compact. Pubbli
Euro
14,00
codice 2050507
scheda
A.v. gerenia    ehen around it breaks down/the hill
7" [edizione] originale  stereo  ita  1989  tambourine man 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
uno dei dischi piu' atipici ed interessanti prodotti in italia sul finire degli '80, questo 45 d' esordio degli A.V.Gerenia, definiti i "Jane's Addiction italiani". racchiusi in una bella copertina, due brani acerbi ma affascinanti, che non nascondono inusuali influenze 70's: la title track, ossessiva ed inquietante, fa pensare ad i Led Zeppelin sotto acido catapultati negli anni '80 (si', appunto i Jane's Addiction); la B-side e' un brano quasi interamente acustico che rimanda addirittura al primo Alan Sorrenti, quello, magnifico, dei primi anni '70. Innegabile il coraggio del cantante, oltre che della band.
Euro
8,00
codice 204803
scheda
Aa vv (Fat boy slim)    Big beat royale
Lp2 [edizione] originale  stereo  uk  1998  kickin 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Compilation di elettronica-big beat a cura dell'etichetta Kickin, copertrina lucida, etichette nere al centro con sfumature bianche concentriche, con scritte bianche e nere, doppio Lp, pubblicato in Inghilterra nel 1998, contenente i seguenti artisti e relativi brani: Freestylers, "Ruffneck"- FC Kahuna, "Bright Morning White"- G 104, "K.U.N.G."- The wiseguys, "Ooh La La"- Fatboy Slim, "Everybody Loves A Carnival"- Deejay Punk-Roc, "My Beat Box"- Sniper, "Crossfader Dominator"- Bowling Green, "The Gentlemen Reverse".
Euro
20,00
codice 600362
scheda
Aa vv (amen dunes)    God damn, i hate the blues
7"x2 [edizione] nuovo  stereo  bel  2011  kraak 
indie 2000
Copertina apribile senza codice a barre, etichette multicolorate, doppio 7" pubblicato dalla belga Kraak il 15 dicembre 2011, compilation di pezzi inediti di giovani bands: AMEN DUNES con "Ethio song", WARM CLIMATE con "Tourmaline witches", IGNATZ con "She gets all she wants", MARISA ANDERSON con "heat lap", NATHAN BOWLES (Spiral Joy Band) con "Alabana girls", BRIDGET HAYDEN (Telescopes) con "Aye fond kiss".
Euro
17,00
codice 6002110
scheda
12"x6 [edizione] originale  stereo  uk  1998  true playaz 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
prima stampa Inglese, sestuplo 12'' con copertina in cartoncino lucido fronte retro contenente 6 12'' con copertina neutra nera lucida sagomati nel centro, etichetta nera con logo e scritte arancio e bianche. pubblicato in Inghilterra nel 1998, contiene i seguenti brani- dj hype- closer to god, pascal- real vibes. dj zinc- driven, dj nut nut- the finest, dj hype- only one life ganja kru remix, pascal- pressure, preestyles- musically dopo ganja kru remix, dj swift 2nd strike, dj hype- the big 30h, pascal- relity of 98 shimon remix, dj zinc- toothbrush, terminal outkast- way out east.
Euro
40,00
codice 44600
scheda

Page: 7 of 1229

«---  1 ... 3 4 5 6 7 8 9 10 11 ... 1229  ---»
Pag.: oggetti: