Hai cercato:  Ultimi arrivi (lista aggiornata ogni giovedi' sera) --- Titoli trovati: : 386
 
Pag.: oggetti:
 
ordina per
aiuto su ricerche
Pag.: oggetti:
Flo and andrew Take suicide
12" [edizione] nuovo  stereo  eu  1981  mannequin 
punk new wave
Copertina senza codice a barre. Ristampa del 2016 ad opera della Mannequin, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1981 dalla Broadbean solo in Italia, questo ep è l'unico disco del duo di culto Flo & Andrew, da Bologna, sperimentatori fra new wave ed elettronica, che qui propongono tre brani, la lunghissima "Takesuicide", di oltre undici minuti di durata, una piccola odissea scandita da ritmiche minimali e robotiche che supportano dissonanze ed astrattismi che richiamano scenari del mondo dei computers come delle ossessioni industriali, e le più brevi "To commit suicide", simile nell'andamento e nel sound, e "Japanese girls", pezzo relativamente più melodico e con traccia vocale, vicino al minimal synth ma con cantato più emozionale (una sorta di David Bowie prossimo all'esaurimento nervoso). Uno dei componenti del duo, con il nome di Mr. Andrew, pubblicò poi nel 1982 un ulteriore 12", molto raro, "Magic planet", su Base Records.
Euro
19,00
codice 3514372
scheda
lp [edizione] originale  stereo  usa  1985  Warner Bros 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
COPIA ANCORA INCELLOPHANATA, E CON ADESIVO "FEATURES THE HIT SINGLE: 'THE OLD MAN DOWN THE ROAD' " sul cellophane, prima stampa americana, NELLA PRIMISSIMA VERSIONE CON ULTIMO BRANO INDICATO COME "ZANZ KANT DANZ" sia sul retrocopertina, che sull' inner sleeve e sull' etichetta, copertina con barcode, completa di inner sleeve con testi e foto, etichetta bianco/crema con logo multicolore in alto e logos grigi sullo sfondo, catalogo 1-25203. Nella seconda versione di pochi mesi dopo il brano verra' reintitolato "Vanz Kant Danz", nel vano tentativo di evitare l' azione legale per diffamazione da parte del proprietario della Fantasy Records, Saul Zaentz, a cui si riferiva il brano. Pubblicato in Usa nel gennaio del 1985 dopo ''John Fogerty'' e prima di "Eye of the zombie'', giunto al numero 1 delle classifiche Usa ed al numero 48 di quelle Uk dove usci' nel febbraio dello stesso anno, il secondo album solista dell' ex leader dei Creedence Clearwater Revival. Il disco fu, a differenza del successivo, un successo straordinario in Usa; i brani presentano, oltre ad solido tessuto tipicamente creedenciano, influenze molto rockabilly ed anni '50, con un' impostazione classica ma sonorita' contemporanee. Tra i brani, due episodi epici, definiti dalla critica come degni di figurare nel repertorio della band madre, ovvero ''Big train from Memphis'' e ''Down the road''.
Euro
36,00
codice 260453
scheda
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1972  craft 
rock 60-70
Vinile da 180 grammi, copertina cartonata senza codice a barre. Ristampa del 2018 ad opera della Craft, pressoché identica alla prima tiratura e tratta dai master analogici originali. Originariamente pubblicato nell'ottobre del 1972 dalla Fantasy negli USA ed in Europa, il secondo album solista, successivo a "Tom Fogerty" (5/72) e precedente "Zephyr national" (1974). Inciso insieme al chitarrista dei Grateful Dead Jerry Garcia ed a tre suoi importanti collaboratori al di fuori della band, Merl Saunders (tastiere), John Kahn (basso) e Bill Vitt (batteria), "Excalibur" è un valido lavoro di rock blues con inserimenti country rock e soul, suonato da un gruppo di indubbio talento ed animato da evidente ispirazione; Tom Fogerty canta in un modo e con un timbro che ricordano un po' il fratello John, ma con un approccio più rilassato e cullante, che ben si sposa con il feeling disteso e rootsy di questi brevi brani; la presenza di Garcia si esprime con il suo lato più country rock e blues, lasciando a casa la propensione per le lunghe improvvisazioni, e nel complesso "Zephyr" potrà piacere a chi apprezza l'idea di una versione più melodica e rilassata della musica dei CCR, ma senza concessioni al pop. Chitarrista ritmico dei grandi Creedence Clearwater Revival, e fratello del cantante della band John, Tom Fogerty (1941-1990) è stato parte integrante della grande rock band della Bay Area durante i loro anni migliori. Lasciato il gruppo nel 1971, dopo le incisioni dell'album "Pendulum", la carriera solista del musicista attraversera' oltre due decenni e sara' interrotta solo dalla morte, avvenuta nel 1990 a causa dell'AIDS, malattia contratta in seguito a trasfusioni di sangue subite per una operazione alla schiena nei primi anni '80.
Euro
29,00
codice 2128199
scheda
Forster robert (go betweens) danger in the past (+bonus 7")
lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1990  needle mythology 
punk new wave
Ristampa del 2020, rimasterizzata presso gli Abbey Road studios ed in vinile pesante, copertina per l' occasione apribile e soprattutto un bonus 7" contenente "The Land That Time Forgot" (originariamente b-side del singolo "Baby Stones", tratto da questo stesso album) e "Falling Star" (in una versione "original", precedente quella poi inclusa nel secondo album "Calling From A Country Phone"), inner sleeve. Pubblicato nel 1990 dalla Beggars Banquet in Inghilterra, il primo album solista del Go-Betweens, registrato dopo lo scioglimento (momentaneo) di quel gruppo, dopo l' album "16 Lovers Shane" di un anno prima. Registrato in Germania con l' aiuto del Bad Seeds Mick Harvey (gia' Boys Next Door e Birthday Party, impegnato contemporaneamente anche nei Crime & the City Solution), che produce il disco e suona in tutti i brani insieme con gli altri Bad Seeds Hugo Race e Thomas Wydler (quest' ultimo anche con i Die Haut), questo "Danger In The Past" prende le distanze dai ricchi arrangiamenti degli ultimi lavori dei Go-Betweens, riallacciandosi semmai a quel "Liberty Belle And The Black Diamond Express" che ne era stato l' ultimo capolavoro, ed esaltando quindi nel migliore dei modi il songwriting di Forster, piu' asciutto ed incisivo rispetto a quello del compagno di sempre Grant McLennan. Il risultato e' assai brillante, e costitui' per Forster un incoraggiante esordio solista, come sempre ricevendo l' appoggio incondizionato della critica, ma raccogliendo scarsi riscontri di vendite. Ne venne tratto il singolo "Baby Stones", tra gli altri brani da sottolineare almeno l' intensa e sofferta "Leave Here Satisfied", l' affilata "Dear Black Dream", che suona come Robyn Hitchcock accompagnato dai Bad Seeds o l' oscura "Danger in the Past", dove il suono dei Bad Seeds prende il sopravvento. In tanti hanno amato i dischi dei Go-Betweens, tanto quelli che hanno attraversato tutti gli anni '80, alcuni dei quali impossibile non definire dei capolavori assoluti del guitar pop e non solo, quanto quelli, bellissimi, successivi alla reunion e pubblicati nel nuovo millennio, finche' la scomparsa di McLennan non ha purtroppo chiuso definitivamente la storia di quell' indimenticabile gruppo. Quanti, tra questi, hanno avuto il buonsenso di cercare anche nei lavori solisti tanto di McLennan quanto di Robert Forster tracce di quella bellezza (piu' rotondo e pop lo stile del primo, piu' asciutto e a tratti spigoloso, o comunque cangiante, quello del secondo) sanno cosa aspettarsi da un nuovo disco di Robert Forster.
Euro
38,00
codice 3024049
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1987  bam caruso 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
L'originale stampa inglese curata dalla benemerita Bam Caruso, copertina (con lievi segni di invecchiamento) lucida fronte retro con barcode, etichetta viola e crema con scritte nere e logo Bam Caruso crema e viola in alto, catalogo KIRI093, scritta ''MPO'' incisa sul trail off di entrambi i lati. Pubblicato nel novembre del 1987 dalla Bam Caruso in Gran Bretagna, il raro secondo ed ultimo album della ottima band formata all' indomani dello scioglimento dei BARRACUDAS, da cui provenivano sia Robin Wills che Chris Wilson. Gli ingredienti sono gli stessi del primo album "Rising" e soprattutto dei grandi Barracudas da quando il Flamin' Groovies Chris Wilson vi era entrato in formazione, tra folk rock di matrice byrdsiana e brani di impronta piu' spiccatamente garagey, con la lezione dei Flamin' Groovies ben presente (non casuale che l' unica cover presente, "Let Me Rock", omaggi proprio quel gruppo) ed un approccio piu' spiccatamente roots che rimanda a certi Creedence Clearwater Revival in piu' di un brano. Un disco piacevolissimo con alcuni episodi di caratura superiore come la memorabile "Talking", la grintosa "Cut & Run", la psichedelica "Dawning" oppure "Daggers of Justice", che riporta ai Long Ryders migliori. Presto Wills riformo' i Barracudas, portandosi dietro il bassista dei Fortunate Sons Steve Robinson.
Euro
14,00
codice 252324
scheda
Fotheringay essen 1970
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  thors hammer 
rock 60-70
copertina lucida apribile, booklet di otto pagine con testi, note, foto e discografia, etichetta nera con scritte bianche. Uscito nel 2011 questo album contiene nove brani registrati dal vivo ad Essen il 23 ottobre del 1970, con la band folk rock inglese che stava all' epoca lavorando al suo secondo album che uscira' pero' solo nel 2008 con il titolo "2", lasciando per lungo tempo al solo primo album "Fotheringay" del 1969 il compito di tesimoniare la bellezza della musica del gruppo formato da Sandy Denny all' indomani dell' abbandono dei Fairport Convention dopo ''Liege & Lief'', anch'esso del 1969, insieme a Trevor Lucas, Jerry Donahue, Pat Donaldson, Gerry Conway, uno dei dischi manifesto del folk rock britannico. Le ispiratissime esecuzioni di questo live testimoniano, rispetto al gruppo madre, uno spirito piu' progressive con la voce di Sandy Denny in grande risalto. Ecco i brani inclusi: "Eppie Moray", "The Sea", "The Ballad Of Ned Kelly", "Gypsey Davey", "Too Much Of Nothing", "Nothing More", "The Way I Feel", "John The Gun", "Memphis, Tennessee". I Fotheringay, composti da Sandy Denny, Pat Donaldson, Trevor Lucas, Gerry Conway e Jerry Donahue ebbero una vita brevissima, meno di un anno, e pubblicarono un solo album, l'omonimo, prima di sciogliersi per sempre, la loro miscela di rock e folk-rock era originalissima e solo lo scioglimento ha probabilmente impedito alla band di conquistare un posto di rilievo nella musica inglese del decennio, lasciandoli nel limbo delle promesse mai del tutto mantenute.
Euro
33,00
codice 3031411
scheda
Fotheringay fotheringay
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  endless happiness 
rock 60-70
Ristampa del 2024, copertina apribile senza barcode, pressoche' identica a quella della prima molto rara tiratura su Island. Pubblicato nel giugno del 1970 e giunto al numero 18 delle classifiche Uk, non entrato in quelle Usa. Il loro unico album non postumo, registrato da Sandy Denny all' indomani dell' abbandono dei Fairport Convention dopo'' Liege & Lief'', anch'esso del 1969, insieme a Trevor Lucas, Jerry Donahue, Pat Donaldson, Gerry Conway; e' considerato generalmente come uno dei dischi manifesto del folk rock britannico. Prodotto da Joe Boyd l' album presenta, rispetto al gruppo madre, un' angolazione piu' elettrica ed uno spirito piu' progressive, con la voce di Sandy Denny in grande risalto e che da' qui una delle prove piu' intense e ruscite della carriera. I Fotheringay, composti da Sandy Denny, Pat Donaldson, Trevor Lucas, Gerry Conway e Jerry Donahue ebbero una vita brevissima, meno di un anno, e pubblicarono un solo album, l' omonimo, prima di sciogliersi per sempre, la loro miscela di rock e folk-rock era originalissima e solo lo scioglimento ha probabilmente impedito alla band di conquistare un posto di rilievo nella musica inglese del decennio, lasciandoli nel limbo delle promesse mai del tutto mantenute. La lavorazione di un secondo album ebbe in realta' inizio, ma il disco non venne completato e pubblicato che molti anni dopo perche' la band si sciolse proprio durante queste registrazioni.
Euro
25,00
codice 3034198
scheda
Fripp robert (king crimson) exposure (steven wilson remix)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  panegyric 
rock 60-70
Ristampa del 2022, in vinile 200 grammi, remixata da Steven Wilso per l' occasione, dai masters origiali, copertina seza arcode, pressoche' idetica alla prima tiratura, e corredata di inserto. Pubblicato in Inghilterra nell' aprile del 1979 prima di ''God save the queen - under heavy manners'', giunto al numero 71 delle charts inglesi ed al numero 79 di quelle Usa. Il primo album a tutti gli effetti solista del chitarrista inglese leader dei King Crimson; considerato dal musicista inizialmente come terza parte di una trilogia composta per i primi due episodi dalle produzioni di ''Sacred songs'' di Daryl Hall e Peter Gabriel ''2'', diviene poi la prima parte della nuova trilogia che prevede come episodi successivi ''Frippertronics'' e ''Discotronics''. All'album, registrato con la tecnica del ''frippertronic'', collaborano Brian Eno, Phil Collins, Peter Gabriel, Daryl Hall, Peter Hammil, Tony Levin, Jerry Marotta, Narada Michael Walden.
Euro
30,00
codice 3034194
scheda
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2008  record collection 
indie 90
Doppio album, copertina apribile ruvida, pressoche' identica alla prima tiratura. Pubblicato dalla Record Collection nell'aprile 2008, dopo "Pbx funicular intaglio zone" (2012) e prima di "Maya" (2020), il decimo album solista. Lavoro sulle orme del precedente, con un suono spesso spiazzante, articolato prettamente su un elettronica sperimentale non sgombra di sofferte melodie: ritmiche affidate alle drum machines, le cui linee oblique sfociano talvolta nel drum'n'bass, stratificazioni affidate a sintetizzatori e chitarre che sembrano essere assemblate in modalita' random, e una voce spesso straziante, spesso in falsetto. Ancora massicci reverberi e congegni elettronici a completare il quadro in un lavoro sperimentale, sempre in bilico fra Aphew Twin, Squarepusher con tocchi hip hop, drum'n'bass e synth-pop, che richiede piu' di un ascolto per essere maggiormente apprezzato. Frusciante, che nel frattempo ha registrato Il debutto ("Hiding the light") del supergruppo Kimono Kult, insieme a Omar Rodriguez (At the Drive In), insieme all'album dei Black Nights ("Medieval Chamber"), ha dichiarato a proposito di questo lavoro, che rappresenta il raggiungimento di tutti gli obbiettivi musicali, ricercati negli ultimi 5 anni. Il talentoso e tormentato chitarrista dei Red Hot Chili Peppers John Frusciante entra nel gruppo in seguito alla morte del membro fondatore Hillel Slovak; il gruppo e' diventato' una delle maggiori realta' della scena pop rock mondiale proprio negli anni con Frusciante, attraverso album come "Mother's milk" (1989) e soprattutto "Blood sugar sex magik" (1991), dopo il quale lascia la band ed attraversa un periodo problematico (vi rientra per poi uscire di nuono recentemente), tuttavia avviando anche una carriera solista lunga e produttiva, iniziata nel 1994 con "Niandra lades and usually just a T-shirt".
Euro
34,00
codice 2128235
scheda
Funkadelic free your mind and your ass will follow
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1970  westbound 
soul funky disco
ristampa con copertina apribile pressoche' identica alla prima molto rara tiratura su Westbound, con l' originaria "nude cover", del secondo storico album del gruppo di colore di George Clinton, fodatore e leader indiscusso anche dei Parliament, e geniale precursore di tutto il funky dei 70. Uno dei loro massimi capolavori, realizzato dopo l' esordio "Funkadelic" (e dopo anche il primo "Osmium" dei Parliament) e prima del terzo "Maggot Brain"; "Free your mind and your ass will follow" (geniale sin dal titolo, che condensa come meglio non si potrebbe la "filosofia" dei gruppi di Clinton) e' uno dei dischi in cui piu' rifulge il talento straordinario del chitarrista Eddie Hazel, degno erede di Hendrix, in un contesto musicale incandescente che parte proprio da dove Hendrix aveva suo malgrado lasciato, torrido rock chitarristico con elementi heavy blues, funky e psichedelici (ascoltare per credere la lunghissima iniziale title track, viaggio di sola andata iperpsichedelico e straordinario di 10 minuti esatti), quasi una versione "detroitiana" degli altri precursori del funk rock, Sly & the Family Stone, che avra' enorme influenza in quegli anni ma soprattutto nei decenni a venire (chiedete ai Red Hot Chili Peppers e tutta la "p-funk generation". Imperdibile.
Euro
32,00
codice 2128158
scheda
Fuzzy duck fuzzy duck
Lp [edizione] nuovo  stereo  uk  1971  be with 
rock 60-70
Ristampa del 2020, in vinile 140 grammi, copertina pressoche' identica alla prima straordinariamente rara tiratura pubblicata in Inghilterra dalla etichetta Mam, in sole 500 copie. Pubblicato in Inghilterra nel 1971, il primo ed unico album della formazione inglese di Londra, formata nel 1970 dal bassista e cantante Mick Hawksworth, gia' con gli Andromeda, con i Killing Foor e con i Five Day Week Straw People, dall' organista Roy Sharland, gia' con gli Spice ed i Crazy World of Arthur Brown, e dal batterista Paul Francis, proveniente dai Tucky Buzzard, qui con il chitarrista e cantante Graheme White (che sara' con Capability Brown e Krazy Kat), che aveva sostituito Garth Watt-Roy (ex-Greatest Show on Earth ed uscito dal gruppo prima della registrazione di questo album, per entrare negli Steamhammer). L' album e' musicalmente un esempio da manuale di heavy progressive britannico, molto strumentale e dominato dall'organo. Nel suo genere e' uno degli albums piu' ricercati e leggendari mai pubblicati in assoluto. Oltre a questo disco, il gruppo pubblico' anche due 45 giri con materiale inedito nello stesso 1971, prima di sciogliersi.
Euro
30,00
codice 2109825
scheda
Gang of four Entertainment!
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1979  parlophone 
punk new wave
Ristampa in vinile pesante, copertina pressocche' identica alla prima rara tiratura su Emi, completa di inner sleeve con testi. Il primo storico e straordinario album della fondamentale band inglese di Leeds apertamente schierata su posizioni politiche di sinistra e attiva dal '77, gia' autrice del pionieristico ep d' esordio "Damaged Goods" nel '78. "Entertainment!" e' tra i dischi piu' belli ed importanti di tutto il post punk britannico, una esplosione di suoni taglienti ed al vetriolo con geometrie asimmetriche mutuate dal funk, ovvero il punk che si fa "altro", influenzando molta della new wave a venire e non solo. Un disco potente ed innovativo, capace di sorprendere ancora oggi, con la forza di un impatto musicale devastante e di una serie di brani straordinari e geniali. Il secondo ancora ottimo "Solid Gold" rendera' efficacemente pou' accessibile il messaggio, poi numerosi cambiamenti di formazione indeboliranno la loro musica nei successivi lavori, fino allo scoglimento nel 1984 (prima di alcune ricostituzioni). Il bassista Dave Allen, uscito dal gruppo nell' '81, formo' gli Shriekback, autori di un paio di sottovalutati dischi prima di cercare la via della commercialita' anche loro. "Entertainment!", comunque, resta un capolavoro straordinario.
Euro
29,00
codice 2128159
scheda
Gathering Nighttime birds
Lp [edizione] originale  stereo  eu  1997  century media 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good heavy metal
Bella copia con lievissimi segni di usura sulla costola della copertina, visibili per lo piu' sulla parte posteriore, prima rara stampa vinilica, realizzata solo in Europa, copertina con barcode 7277017716818, inner sleeve con testi ed artwork, label grigia con disegno sullo sfondo e scritte bianche, logo Century Media bianco e nero a destra, catalogo 77168-1. Pubblicato nel giugno del 1997 dalla Century Media in Europa e negli USA, il quarto album, successivo a ''Mandylion'' (1995) e precedente ''How to measure a planet?'' (1998). Lavoro accostato dalla critica all'acclamato lp precedente, ''Nighttime birds'' consolida il processo di maturazione del gruppo, qui artefice di un avvolgente sound che mette insieme la potenza del metal, i toni sognanti di certo dream pop dagli influssi 4AD, i muri sonori ottundenti dello shoegazer ed atmosfere notturne, il tutto guidato dalla bella voce di Anneke Van Giersbergen, pulita ed emotiva, decisamente lontana dalla ferocia gutturale death o black metal. Una delle piu' importanti formazioni metal olandesi, i Gathering si formano ad Oss nel 1989 su impulso dei fratelli Hans e Rene' Rutten e di Bart Smits. Il gruppo, durante i suoi primi anni di attivita', suonava un metal con caratteri doom e death, accostato dalla critica a gruppi come Celtic Frost e Hellhammer, che poi divenne piu' complesso e poliedrico a meta' anni '90, anche grazie all'ingresso in formazione della talentuosa cantante e compositrice Anneke Van Giersberger: il gruppo assorbe influenze shoegazer, progressive metal e dello indie pop autunnale e sognante della 4AD, producendo lavori raffinati ed acclamati come ''Mandylion'' (1995) e ''Nighttime birds'' (1997).
Euro
80,00
codice 325627
scheda
Geldof bob (boomtown rats) The vegetarians of love
Lp [edizione] originale  stereo  hol  1990  phonogram/mercury 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
la prima stampa europea, pressata in Olanda, copertina lucida fronte retro con barcode, inner sleeve con testi e foto, label verde con scritte argento, catalogo 846250-1. Pubblicato nel febbraio del 1990 dalla Phonogram/Mercury in Inghilterra e dalla Atlantic in America, e giunto al 21esimo posto delle classifiche inglesi, il secondo album solista di Bob Geldof, uscito dopo ''Deep in the heart of nowhere'' (1986) e prima di ''The happy club'' (1992). Il musicista irlandese realizza qui un lavoro in larga parte basato su di un classico pop rock, con venature folk in acuni episodi caratterizzati da accompagnamenti di fisarmonica ed influenzati non poco dai Waterboys o dei Pogues. Registrato con l' altro ex Boomtown rats Pete Briquette al basso ed alle tastiere, tra gli altri, l' album ebbe una buona accoglienza da parte del pubblico britannico (ne vennero tratti i singoli "The Great Song of Indifference", "Love or something" e "A Gospel Song") e gode della stima della critica. Celeberrima rock star e figura pubblica che non ha bisogno di presentazioni, Bob Geldof avvio' la sua carriera come solista a meta' anni '80, con la fine dei suoi Boomtown Rats, gruppo fra pop e post punk attivo da meta' anni '70. Il suo primo lp solista fu ''Deep in the heart of nowhere'' (1986), ma e' con il successivo ''The vegetarians of love'' (1990) che ottenne il plauso della critica; il terzo ''the happy club'' (1992) gode anch'esso di buona considerazione, ma Geldof, preso da altri impegni come quello nel sociale, ritorna con un nuovo lp solo nel 2001, quando esce ''Sex, age & death''.
Euro
16,00
codice 252335
scheda
Germs What we do is secret
lpm [edizione] originale  stereo  usa  1981  slash 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
Prima sempre piu' rara stampa americana con catalogo SREP108, copertina (con lievi segni di invecchiamento) senza barcode, etichette argento con scritte e logo Slash di colore blu. Pubblicato nel settembre del 1981 dalla Slash negli USA, dove non entro' in classifica, non uscito in Gran Bretagna, questo mini lp e' la prima uscita postuma della fondamentale punk band di Los Angeles guidata dallo straordinario poeta maledetto Darby Crash, una delle voci piu' credibili e rabbiose della "blank generation", suicida per overdose il 3/12/80. Un inedito dalle sessioni del primo singolo del '77 (pazzesca e grande cover di "Round and Round" di Chuck Berry con D.J.Donebrake degli X alla batteria), i tre brani del favoloso "Lexicon Devil" ep (la title track e' uno dei brani di punk rock piu' belli di tutti i tempi, "Circle One" e la ferocissima ed oscura "Caught in My Eye" sono all'altezza dell'unico album della band "GI"), un inedito dalle sessioni dello stesso "GI" (la devastante "No God") e due brani registrati dal vivo quattro giorni prima della morte di Crash ("The Other Newest One" e "My Tunnel"). Il gruppo piu' autodistruttivo di tutto il punk americano, capace di traghettare in un viaggio suicida l'ingenuo punk rock del '77 verso la ferocia dell'hardcore, con una intensita' annichilente e stordente che nessuno sara' pero' in grado di eguagliare.
Euro
100,00
codice 260429
scheda
LP2 [edizione] nuovo  stereo  usa  2014  madlib invazion 
hip-hop
Vinile doppio. Ristampa pressoché identica alla prima tiratura. Originariamente pubblicato nel marzo del 2014 dalla Madlib Invazion, "Pinata" è il primo acclamato album collaborativo fra il rapper Freddie Gibbs ed il produttore e beatmaker Madlib, precedente "Bandana" del 2019. Una originale sintesi fra hardcore rap ed alternative hip hop, in cui la voce di Gibbs si esprime con un rap rabbioso e cupissimo, raccontando storie calata in un contesto decadente e disgregato, fra droga, criminalità e vite brevi e bruciate, supportato da basi strumentali dai toni asciutti, rarefatti e cinematici, al tempo stesso ricchissima di sfumature, citazioni ed influenze, elaborate da un maestro come Madlib. Fra gli ospiti delle sessioni di questi diciassette brani, trobiamo nomi come Raekwon, Scarface, Mac Miller e Danny Brown. Rapper originario di Gary, Indiana, dove nasce nel 1982, Freddie Gibbs è considerato uno dei più importanti e talentuosi "street poets" del Midwest della sua generazione: abilità tecnica nel rappare e testi provocatori lo hanno fatto apprezzare sia sulla scena gangsta che su quella dello hip hop alternativo. Apprezzato produttore e dj in ambito hip hop, Madlib, vero nome Otis Jackson Jr., proviene dalla città californiana di Oxnard. Attivo dagli anni '90 inizialmente con i Lootpak, per poi avviare una importante collaborazione con l'etichetta Stones Throw come produttore; ha inciso anche sotto lo pseudonimo di Quasimoto. Il suo stile è molto eclettico e ricettivo verso le sonorità più disparate, in particolare il jazz ed il soul; fra le sue produzioni annovera anche l'esotica serie ''Beat Konducta''.
Euro
41,00
codice 2128160
scheda
7" [edizione] originale  stereo  uk  2000  stupid cat 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 90
Prima stampa inglese, copertina aperta su tre lati e senza barcode, piccolo inserto catalogo della Stupid Cat datato marzo 2000, label custom bianca e blu con particolari dello artwork di copertina diversi su ciascuna facciata, foro centrale piccolo, catalogo SCAT05. Pubblicato nel marzo del 2000 dalla Stupid Cat nel Regno Unito, lo split 7" fra queste due oscure indie band britanniche, entrambe autrici di un album ("Corpus delicti" del 2001 per i Gilded Lil, un eponimo lp del 2007 per The Male Nurse) e di qualche singolo fra i tardi anni '90 e l'inizio degli anni 2000. I Gilded Lil propongono "Departure lounge", poi inserita nel loro album l'anno successivo, episodio caratterizzato da una ritmica mid tempo su cui si agitano chitarre in bilico fra distorsioni ed un animo rock classico e roots, e la voce femminile agitata di Kerry McDonald; sulla B-side ascoltiamo "Proposal for the male nurse tower" dei Male Nurse, guidati da Keith Farquhar, già con i Barking Dogs nel loro primo album del 1991 "Une Nuit Tranquille Chez Les Barking Dogs": un pezzo che richiama molto le spigolosità e le ombre del post punk di vent'anni prima, solo leggermente dilatato da onirici effetti eco e spaziali.
Euro
9,00
codice 332174
scheda
Gluck jeremy I knew buffalo bill
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1987  glass modern 
punk new wave
Accreditato a JEREMY GLUCK with NIKKI SUDDEN & ROWLAND S.HOWARD Featuring JEFFREY LEE PIERCE, EPIC SOUNDTRACKS, ristampa del 2024, con copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura. Il bellissimo e misconosciuto album pubblicato dalla piccola Flicknife nell'aprile del 1987 in Gran Bretagna. Si tratta di una delle gemme nascoste dell' underground britannico degli anni '80, realizzato dal canadese basato a Londra Jeremy Gluck, gia' a capo dei grandi Barracudas e dei meno noti Civilisation Machine, ma qui lontano dalla dimensione garage di quella band, ed invece autore di una musica splendidamente underground, talora dai sapori roots, talaltra piu' oscura e graffiante, sempre venata di uno spirito "maudit" veramente suggestivo, autenticamente viscerale. Ad aiutarlo nell' impresa dei collaboratori davvero d' eccezione: quel compianto genio maledetto (davvero maledetto...) di Rowland S. Howard (Boys Next Door, Birthday Party, Crime & The City Solution, These Immortal Souls...), l' altro prematuramente scomparso Epic Soundtracks (Swell Maps, Crime & the City Solution, These Immortal Souls) e Jeffrey Lee Pierce (Cramps, Gun Club e mille collaborazioni). La musica naturalmente ricorda talora quella di Nick Cave & the Bad Seeds, dei primi Crime & the City Solution o dei These Immortal Soul, ma in una veste meno ricercatamente oscura e lontana da ogni teatralita', non meno suggestiva ed intensamente emozionante, pero'. Davvero un disco da salvare dall' oblio, assolutamente. Dopo un periodo di relativa lontananza dalle scene, Gluck riformera' piu' avanti i gloriosi Barracudas.
Euro
28,00
codice 3034251
scheda
Grateful dead live (skull & roses) + sticker!
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1971  Warner Bros 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
rara prima stampa americana, copertina (con davvero lievi segni di invecchiamento) cartonata apribile, CON ALLEGATO L' ADESIVO ANCORA DA STACCARE con il disegno della copertina con lo scheletro e le rose, etichetta verde con logo "W B" a punta di freccia in alto, con il logo del gruppo con il teschio in alto a destra, catalogo 2WS 1935. Pubblicato in Usa nell' ottobre del 1971 dopo ''American beauty'' e prima di ''Europe 72'', giunto al numero 25 delle classifiche Usa e non entrato in quelle Uk. Il settimo album. Il secondo live. Registrato dal vivo (con alcune parti sovraincise, come l' organo di Merle Saunders in "Wharf Rat"): "Johnny B. Goode" il 24 Marzo 1971 al Winterland; "Bertha", "Bobby McGee","The Other One" e "Me And My Uncle" tra il 27 e 29 Aprile 1971al Fillmore East; "Big Railroad Blues" e "Not Fade Away"/"Going Down The Road Feeling Bad" il 5 Aprile 1971 al Manhattan Center di New York; "Big Boss Man", "Mama Tried", e "Wharf Rat" il 26 Aprile 1971. Fu con questo album che la band identifico' graficamente il proprio nome, come gli Stones con la lingua, e lo scheletro e le rose divennero per sempre il loro simbolo. Lavoro assai diverso dal loro primo live, "Live/Dead" del 1969, questo album e' basato su materiale nuvo, ed i brani, sia gli originali che le covers, sono di durata assai piu' ridotta rispetto alle lunghissime versioni del precedente live, testimonia infatti il periodo di Workingman's Dead (1969) ed American Beauty ( 1970 ) , qui i Grateful Dead presentano diverse composizioni del duo Jerry Garcia/Robert Hunter che diveranno leggendarie, tra queste "Bertha", "Wharf Rat" e "The Other One". e' anche il lavoro in cui i Dead cominciano ad espandere, anche live, la loro musica nei territori del folk , del blues, e del R&B , riscoprono e risuonano classici di Merle Haggard "Mama Tried, di Kris Kristofferson "Me & Bobby McGee," , di John Phillips "Me & My Uncle" e "Big Boss Man," un blues reso celebre da Jimmy Reed. la dipartita di Mickey Hart e Tom Constanten vede ora il gruppo con una formazione composta da jerry garcia, bob weir, phil lesh, bill kreuzmann, ron mckernan (pigpen ) ( e merl saunders che suona in bertha, playng in the band, wharf rat ) , questi musicisti donano agli arrangiamenti una forma assai piu' intricata e complessa, la formazione a 5 durera' fino al gennaio del 1972 ( quando entreranno donna e keith godchaux ) ed e' proprio in questo periodo che questa eccezionale testimonianza del terzo fondamentale periodo della band e' stata registrata facendo di questo album l'unica testimonianza di questa leggendaria formazione.
Euro
100,00
codice 260428
scheda
Green bennie Walkin' & talkin' (ltd. 180 gr.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1959  rat pack 
jazz
Edizione limitata a mille copie in vinile da 180 grammi, copertina senza codice a barre. Ristampa del 2021 ad opera della Rat Pack, pressoché identica alla rarissima prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1959 dalla Blue Note, inciso al Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey, il 25 gennaio del 1959, da Bennie Green (trombone), Eddy Williams (sax tenore), Gildo Mahones (pianoforte), George Tucker (contrabbasso) ed Al Dreares (batteria). Un classico esempio del jazz espresso da Green nelle sue sessioni per la Blue Note, "Walkin' & talkin'" si dipana fra hard bop e blues con toni ed atmosfere caldi, amichevoli e solari: un jazz leggero non nello stile o nelle soluzioni tecniche ma nell'animo, swingante e divertente, dall'ascolto agevole e rilassante. Questa la scaletta: "The shouter", "Green leaves", "This love of mine", "Walkin' and talkin'", "All I do is dream of you", "Hoppin' johns". Bennie Green (1923-1977) era uno uno dei pochi trombonisti degli anni '50 che suonavano con uno stile molto personale e non derivato da quello di J. J. Johnson, e si contraddistingueva per il carattere decisamente swingante ed aperto allo r'n'b, capace di farsi apprezzare anche nel mondo del be bop. Dopo aver suonato nei club della natia Chicago, Green militò nell'orchestra di Earl Hines dal 1942 al 1948. Conquistò una certa notorietà tra il 1948 ed il 1951, suonando con Charlie Ventura, ed in seguito, tra il '51 ed il '53, sempre insieme ad Hines in un piccolo gruppo. Guidò poi, lungo gli anni Cinquanta e Sessanta, un proprio gruppo, avvalendosi di musicisti come Cliff Smalls, Charlie Rouse, Eric Dixon, Paul Chambers, Louis Hayes, Sonny Clark, Gildo Mahones e Jimmy Forrest. Famoso rimane un suo album del '64 su Cadet insieme a Sonny Stitt, "My main man". Tra il 1968 ed il 1969 lavorò per pochi mesi insieme a Duke Ellington e, in seguito, si stabilì a Las Vegas, dove trascorse gli ultimi anni suonando in alcune "hotel bands", per poi riapparire sulle scene al Newport Jazz Festival del 1972.
Euro
19,00
codice 2109777
scheda
Groop (chemical) Kosmic sound / voodoo sitar (with gary ramon)
7" [edizione] originale  stereo  uk  2002  ace of discs 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 2000
singolo in formato 7", l' originale stampa inglese, copertina neutra bianca standard sagomata al centro, label viola e rossa con foro centrale largo, catalogo ACE.000. Pubblicato nel 2002 dalla Ace Of Discs nel Regno Unito, il secondo dei tre 7" usciti sotto la sigla Groop, dietro la quale si cela pare Lee Moon, musicista già noto nella scena psichedelica underground britannica degli anni '90 come uno dei principali architetti dell'eponimo album di culto dei Chemical uscito sulla Acme di Gary Ramon nel 1996, e collaboratore anche dei Sun Dial dello stesso Ramon nell'album "Zen for sale" (2003). Groop realizzò un primo cd ep nel 2000, ricordato come "Fall support promo 2000", venduto solo ai concerti, e poi tre singoli a 7", "Moonbase omega" (2001), "Kosmic sound" (2002) e "Brainwashed" (2003), ma nessun album. Su questo secondo singolo ascoltiamo i brani "Kosmic sound", ipnotico ibrido fra elettrorock e psichedelia moderna e minimale guidata da una sinuosa voce femminile, e "Voodoo sitar", che combina ancora una volta sonorità elettroniche, dance e non, nel groove sincopato e ballabile, con influssi psichedelici, presenti soprattutto grazie al sitar suonato proprio da Gary Ramon, qui sotto lo pseudonimo di Ra-Mon.
Euro
8,00
codice 332168
scheda
Guerre froide Guerre froide ep
12"ep [edizione] nuovo  stereo  fra  1981  born bad 
punk new wave
Copertina a busta, inner sleeve con foto e note. Ristampa del 2015 ad opera della francese Born Bad (la prima in assoluto in vinile), pressoche' identica alla rarissima prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1981 dalla Stechak in Francia, questo ep senza titolo fu la prima pubblicazione vinilica del gruppo transalpino, qui in formazione a cinque, uscita fra le cassette ''Cicatrice'' (1980) ed ''Archives'' (1985). Quattro brani, inediti su album, che compongono un classico di culto della scena cold wave / minimal synth francese ed europea ma anche algide manifestazioni dell'estetica dark wave: sintetizzatori e percussioni elettroniche ricamano melodie scarnificate e minimali calate in atmosfere gelide e flemmatiche ma che si aprono ad aggressivita' post punk con l'ingresso di chitarra e basso (splendido esempio ne e' ''Demain Berlin'') reminiscenti dei primi Joy Division, sostenento un cantante francofono dalla voce blase', quasi un chanteur d'altri tempi in versione dark. Piu' minimale e sommessa e' ''Ersatz'', mentre ''Mauve'' con le sue circolari melodie di chitarra ed i ritmi regolari richiama ancora una volta i Joy Division. Un disco da riscoprire. I Guerre Froide hanno pubblicato alcuni nuovi lavori dal 2007 in poi.
Euro
15,00
codice 2128222
scheda
Guthrie arlo Best of (1967-76)
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  usa  1977  warner bros 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Good rock 60-70
Copia con alcuni segni di usura sulla copertina, seconda stampa USA di fine anni '70, con label cambiata (non più "Burbank street"), copertina senza barcode, label grigio/bianca con righe orizzontali, logo Warner Bros multicolore in alto e con scritte lungo la circonferenza, catalogo BSK3117. Pubblicata nel 1977 dalla Warner Bros, giunta appena fuori dalla classifica billboard 200 statunitense, la prima antologia dedicata al cantautore americano. "Best of" copre i primi dieci anni della discografia di Guthrie, e si apre significativamente con i diciotto minuti del suo brano più celebre ed iconico, "Alice's restaurant massacree", che nel 1967 fece sensazione e rimase scolpito nella memoria di una generazione, con il suo talking blues aspramente satirico contro la guerra in Vietnam; ma c'è dell'altro in questi solchi, che delineano la maturazione di Arlo come autore ma anche come interprete di brani altrui nel corso degli anni '70, ad esempio con "City of New Orleans", cover di Steve Goodman e suo unico successo ad entrare nella top 40 dei singoli americana, la bella "Last train", brano invece di propria scrittura, impreziosito dall'accompagnamento di chitarra acustica di Ry Cooder, "Last to leave" e "Darkest hour". Questa la scaletta: "Alice's restaurant massacree" (dall'album "Alice's restaurant", 1967), "Gabriel's mother hiway ballad 16 blues" (da "Washington county", 1970), "Cooper's lament" (da "Last of the brooklyn cowboys", 1973), "Motorcycle (significance of the pickle) song" (dall'album "Alice's restaurant", 1967), "Coming into los angeles" (da "Running down the road", 1969), "Last train" (da "Last of the brooklyn cowboys", 1973), "City of New Orleans" (da "Hobo's lullaby", 1972), "Darkest hour" (da "Amigo", 1976), "Last to leave" (da "Arlo guthrie", 1974). Nato nel 1947, figlio del grande Woody Guthrie, Arlo si formò musicalmente alla scuola del padre e Pete Seeger, ma anche a quella di Ramblin' Jack Elliott passando poi per la nuova generazione degli anni '60 e la controcultura. Il brano autobiografico "Alice's Restaurant", suo esordio del 1967, un talking blues satirico e polemico sulla guerra in Vietnam, ottenne un notevole successo, dando titolo al suo primo album ed alla colonna sonora di un film (uscito due anni dopo la pubblicazione dello lp, e nel quale Guthrie recita da protagonista) che il grande regista Arthur Penn preparò traendone il soggetto proprio da quel lungo brano. Nella sua musica importante tema è quello della denuncia delle ingiustizie sociali.
Euro
10,00
codice 332187
scheda
Half japanese Our solar system (40th anniversary ed.)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1984  fire records 
punk new wave
ristampa del 2024, realizzata in occasione del 40esimo anniversario dall' uscita originaria del disco, copertina ressoche' identica alla rara prima tiratura, corredata di inserto. Originariamente pubblicato nel dicembre del 1984 dalla Iridescence negli USA, il terzo album del seminale progetto formato in Michigan dai fratelli Jad e David Fair, trasferitisi presto nel Maryland ed autori del primo 7"ep gia' nel 1977. Autori di un "art punk" minimale e dadaista, rigorosamente low fi, ed attraversato da una vena di follia degna del miglir Beefhheart, sono ormai riconosciuti come una delle piu' importanti (sebbene "oscure") influenze per la musica degli anni '80 e '90. Tra acid rock, jazz, sperimentazione, pop adolescenziale ed una spiccata attitudine "noisy", oltre che una spiccata avversione verso la "tecnica" strumentale, sono stati il vero ponte d' unione tra i Red Crayola ed i Buthole Surfers, e questo disco e' uno dei loro massimi capolavori. Tra i brani, stravolte covers di Buddy Holly, 13Th Floor Elevators, Velvet Underground. Originario del Michigan, Jad Fair forma insieme al fratello David i celebrati Half Japanese nel 1977, fra i pionieri del low fi. Jad inizia a pubblicare anche a proprio nome nel 1980, con l'ep ''Zombies of mora-tau'', a cui fa seguito il primo album solista ''Everyone knew... but me'' nel 1983. Sia la sua produzione che quella degli Half Japanese, entrambe assai prolifiche, si collocano fra le esperienze seminali del rock indipendente americano degli ultimi due decenni del XX secolo, lontane da tentazioni commerciali e tese ad esplorare gli anfratti piu' ruvidi ed ostici del low fi e del rock sperimentale.
Euro
28,00
codice 3034253
scheda
lp [edizione] originale  stereo  ita  1982  rca 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Good rock 60-70
l' originale stampa italiana, copertina (con abrasione sul retro di circa 1 x 6 cm.) senza barcode e con vinile estraibile dall'alto, con fronte e retro che corrispondono alla versione inglese del disco, quindi invertiti rispetto a quella americana, inner sleeve con testi e foto, label label cusom a colori, catalogo PL14383. Pubblicato nell'ottobre del 1982 dalla RCA in Gran Bretagna, dove giunse al 24esimo posto in classifica, e negli USA, dove arrivo' alla terza posizione, l'undicesimo album in studio del popolare duo americano attivo dall'inizio degli anni '70, successivo a ''Private eyes'' (1981) e precedente ''Big bam boom'' (1984). Quello dei primi anni '80 fu il periodo di maggior successo per Hall e Oates, che inanellarono una sfilza di hits nelle classifiche di album e singoli statunitensi; prodotto dai due autori, questo ''H2O'' presenta un sound piu' levigato ed ordinato rispetto al predecessore, e forse anche leggermente meno solare, senza pero' rinunciare alla felice formula che tanto successo porto' ai nostri, qui all'opera con un pop ballabile venato di soul ammodernato ed urbano, ed impreziosito da eccellenti armonie vocali. Ne furono tratti quattro singoli, dei quali tre, ''Maneater'', ''One on one'' e ''Family man'', furono grandi hits, entrando nella top ten; ''Maneater'' arrivo' alla prima posizione della billboard hot 100. Questa la scaletta: ''Maneater'', ''Crime pays'', ''Art of heartbreak'', ''One on one'', ''Open all night'', ''Family man'', ''Italian girls'', ''Guessing games'', ''Delayed reaction'', ''At tension'', ''Go solo''.
Euro
10,00
codice 260432
scheda

Page: 6 of 16


Pag.: oggetti: