Hai cercato:  immessi ultimi 90 giorni --- Titoli trovati: : 2855
«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ... 115  ---»
Pag.: oggetti:
compatta
ordina per aiuto su ricerche
Arzachel    arzachel (+3 tracks)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1969  ethelion 
rock 60-70
ristampa del 2019, limitata in 500 copie, copertina senza barcode celeste e nera sul fronte, pressoche' identica alla prima rarissima tiratura uscita in Inghilterra su Evolution; l' edizione e' arricchita della presenza di tre tracce demo registrate nel 1968 ("Swooping Bill", "Egoman" e "The Salesman Song", registrate quando ancora il nome della band era Uriel). L' unico album del gruppo inglese, originariamente pubblicato in Inghilterra su Evolution nel 1969. Curiosa la storia della band autrice di questo unico disco, tra le opere di culto di tutto il Canterbury sound inglese: la formazione e' composta da Clive Brooks, Mont Campbell e Dave Stewart, gia' autori di un singolo a nome Egg per la Deram, e da Steve Hillage, che con gli altri aveva gia' suonato per qualche tempo con la denominazione di Uriel, senza pubblicare alcunche'; gli Egg erano nati proprio nel momento in cui, uscito Hillage dagli Uriel, gli altri avevano deciso di continuare cambiando ragione sociale. Fu l' interesse da parte dell' etichetta Evolution a prubblicare un album dei defunti Uriel a rimettere insieme i quattro musicisti (presenti tutti non a caso con pseudonimi vari) non piu' a nome Uriel pero', ma come Arzachel, per un' unica occasione, mentre gli Egg, sempre sotto contratto con la Deram, attendevano di poter incidere il loro primo album. L' unico album degli Arzachel, dominato dalla figura di Steve Hillage, propone una musica che si avvicina sia ai Pink Floyd di ''A saurceful of secrets'' che ai Soft Machine del primo album, ma vi si possono altresi' ritrovare le prime tracce sia del suono degli Egg che della chitarra che tanto caratterizzara' i primi Gong, il tutto avvolto in atmosfere spaziali e propriamente psichedeliche, talora spinte in territori heavy; alcuni dei brani contenuti, quali ''Garden of earthly delights'', ''Azathoth'', ''Clean innocent fun'' o "Metempsychosis'', sono da considerarsi tra gli esempi piu' riusciti dell' underground britannico al confine tra l' ultima psichedelia ed il primo progressive. Allo scioglimento del gruppo Hillage sara' con i Khan, con i Gong e partecipera' anche alle incisioni del terzo album degli Egg, ospite in un brano, intraprendendo anche una importante carriera solista.
Euro
21,00
codice 2098612
scheda
Asia    asia
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1982  geffen 
  [vinile]  excellent  [copertina]  Very good rock 60-70
prima stampa italiana, copertina (con moderati segni di invecchiamento) senza barcode, realizzata da Roger Dean, etichetta bianca/grigia con logo in alto e linee orizzontali, catalogo GHS2008, copia completa di inner sleeve fotografica, data sul trail off dei due lati "20-4-82". Pubblicato nell' aprile del 1982 prima di ''Alpha'' e giunto al primo posto delle classifiche Usa ed all' 11esimo di quelle Uk. Il primo album della piu' nota band di progressive melodico del decennio, supergruppo composto da membri di king crimson, emerson lake & palmer, yes, registrato con geoff downes, steve howe, carl palmer, john wetton. contiene le celeberrime ''Heat of the moment''' ed ''Only time will tell'', rimarra' in testa alle classifiche usa per oltre due mesi, prodotto da mike stone, e' un mix modernisimo per l'epoca, di sonorita' futuristiche, hard rock, f.m. e progressive tenuto insieme dall'incredibile e leggendario talento dei musicisti coinvolti, le radio americano, per il quale diverra' disco dell'anno, lo passeranno continuamente per molti anni ancora , facendolo divenire uno dei piu' noti baluardi del rock in un periodo in cui la new wave era certo lo stile dominante. Questo super gruppo inglese venne formato nel 1981 da quattro veterani del rock progressivo britannico del decennio precedente: Steve Howe (Yes), John Wetton (King Crimson, Roxy Music, Family...), Geoffrey Downes (Isotope, Yes, Buggles) e Carl Palmer (EL&P). L'epico rock progressivo melodico frammisto al pop dei loro primi album riscosse un notevole successo, con il loro primo eponimo lp del 1982 che giunse in vetta alla classifica americana. Howe se ne ando' nel 1984, quindi il gruppo si sciolse nel 1986, per riformarsi nel 1990 senza John Wetton, e pubblicando ulteriori album. La formazione originaria si e' rimessa insieme nel 2006, ed il loro dodicesimo album in studio ''XXX'' esce nel 2012.
Euro
14,00
codice 248308
scheda
Asobi seksu    Asobi seksu
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2002  one little indian 
indie 2000
Per la prima volta in vinile, edizione che ricalca l' uscita del 2007 in cd su One little indian, rimasterizzata con bonus track. Il primo album degli Asobi Seksu, originariamente pubblicato nel 2002 in versione autoprodotta. Gruppo nippoamericano mostra un sound oscillante fra indie pop e shoegazer, attraverso brani in cui si passa da melodie eteree e sognanti guidate dalla cantante Yuki Chikudate a potentissimi muri di chitarre distorte fra noise e psichedelia, che riportano inevitabilmente alla mente la lezione dei grandi My Bloody Valentine. Formatisi a New York nel 2001, gli Asobu Seksu hanno nella cantante Yuki Chikudate e nel chitarrista James Hanna i loro membri stabili; autori di uno indie rock che unisce melodie sognanti e quasi easy listening con un ottundente muro di noise psichedelico figlio dello shoegazer, esordiscono nel 2002 con un album autoproddotto senza titolo. La label Friendly Fire li mette poi sotto contratto e ristampa l'album nel 2004, a cui fa seguito nel 2006 il piu' prodotto ''Citrus''. Il terzo album ''Hush'' (2009) segna un cambiamento verso sonorita' piu' morbide ed atmosferiche.
Euro
24,00
codice 2097962
scheda
Assalti frontali    Terra di nessuno (rsd 2019)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1992  goodfellas 
hip-hop
EDIZIONE REALIZZATA IN OCCASIONE DEL RECORD STORE DAY DELL' APRILE 2019, ristampa con copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura, e corredata di inner sleeve. Originariamente autoprodotto nel 1992, il grandissimo album di esordio degli ex Onda Rossa Posse (che qui si identificano sempre di piu' con Militant A), forse l'opera piu' struggente e poetica di tutto l' hip hop italiano. Qui il rap si identifica fino in fondo con la strada e canta non solo la lotta, ma anche le relative vicende umane, dando vita ad un album complesso ed emozionante, un lavoro con cui tutto l' hip hop a venire fara' decisamente i conti, anche per la sua dichiarata e drammatica testimonianza di una pulsione verso la politica che trova difficolta' a conciliare creativita' e impegno rigoroso. Inserito dallo staff di "Rumore" tra i 50 dischi italiani piu' importanti degli anni '90, "Terra di Nessuno" e' un piccolo capolavoro, disco teso e vibrante come poche volte nella storia di tutta la musica italiana recente, ancora oggi straordinariamente coinvolgente, con una serie di brani indimenticabili, un uso misuratissimo ma magistrale dei campionamenti ed un suono di grandissimo impatto, a dare ancora piu' forza di penetrazione ai magnifici testi, grazie all' aiuto fondamentale dei Brutopop che suonano in tutto il disco, peraltro ispiratissimi. Episodi come le furiose, travolgenti "Assalto Frontale" o "F.O.T.T.I.T.I.", la commovente "Tera di Nessuno", la divertente ma tostissima "00199" (una fiera voce femminile e femminista in un ambito musicale troppo spesso "machista"), la dolorosa "Questione D' Istinto", la vibrante "Baghdad 1.9.9.1", il lirismo quasi "romantico" della conclusiva "Gocce di Sole"....Davvero un grande disco.
Euro
19,00
codice 2100107
scheda
Astaron    astaron (+booklet)
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1987  sealed 
punk new wave
Copertina senza codice a barre, inner sleeve con foto, libretto di dodici pagine con foto, testi e crediti. Ristampa del 2020 ad opera della Sealed, pressoché identica alla assai rara prima tiratura, pressata in soli 500 esemplari. Originariametne pubblicato sul finire del 1987 dalla Ton Um Ton in Austria, l'unico album delle Astaron, duo femminile di Vienna dedito sia alla musica che alla performance art, formato da Angie Morth (membro anche di Viele Bunte Autos) e Martina Aichorn ed attivo fra il 1984 ed il 1989. Ispirate dall'azionismo viennese, ma anche dall'originale art pop di Kate Bush e dall'iconoclasta post punk degli Einsturzende Neubauten, le Astaron esordirono con due cassette, "Das grauen aus dem all / As I start" (apparentemente uno split con l'enigmatica sigla Asstart, 1985) e "As time joins in / The slurring" (1986), quindi pubblicarono questo unico album e chiusero nel 1989 con un 12", "Lance the ensemble", la loro scarna discografia. Il loro eponimo album è un'affascinante sintesi fra sonorità minimal synth, atmosfere dark e spettrali, espresse con un sound minimale, ora secco e sincopato, ora più etereo ed avvolgente, ed un cantato a due voci che evoca l'idea di litanie funeree e di filastrocche dark, mai aggressivo ma percorso da una vena ad tempo sinistra e fiabesca, che in più di un brano fa pensare ad affinità con le voci femminili di certi gruppi della 4AD, ma con una inclinazione più oscura ed ombrosa.
Euro
25,00
codice 2100202
scheda
Astatke mulatu + black jesus experience    To know without knowing
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  agogo 
world
Label custom, catalogo AR135VL. Pubblicato nel luglio del 2020 dalla Agogo, il secondo album in collaborazione fra il maestro etiope Mulatu Astatke ed i Black Jesus Experience, gruppo basato in Australia ed attivo dal primo decennio del XXI secolo, influenzato fortemente dal jazz etiope di cui Astatke è uno dei padri fondatori. La loro prima collaborazione a 33 giri "Cradle of humanity" aveva visto la luce nel 2016; con "To know without knowing" Astatke (vibrafono, piano elettrico Wurlitzer, congas) ed il gruppo, con un folto cast di strumentisti che include una sezione di ottoni e varie voci maschili e femminili, propongono sei lunghi brani dove largo spazio è lasciato alle parti strumentali, con bel flauto volentieri in evidenza insieme agli ottoni, una chitarra dal sound molto funk e sinuoso, eteree linee di vibrafono ed un groove ritmico che si muove fra funk e jazz con fluidità. Musicista importantissimo nell'ambito del jazz etiope, di cui è considerato uno dei fondatori, Mulatu Astatke ebbe la possibilità di formarsi musicalmente a Londra e negli Stati Uniti, studiando negli anni '60 presso quello che sarebbe poi diventato il Berklee College Of Music di Boston; successivamente è attivo a New York con il suo gruppo jazz Ethiopians, con il quale comincia a sviluppare la sua idea di ''ethio jazz'', incrociando jazz, musica latina ed etiope. Tornato in patria alla fine del decennio, inserisce elementi soul e funk nella sua musica e diventa uno dei musicisti più influenti dell'Etiopia. Viene ''riscoperto'' all'inizio del nuovo secolo in seguito all'inserimento di alcuni dei suoi brani nella colonna sonora del film ''Broken Flowers'' di Jim Jarmusch.
Euro
28,00
codice 2099126
scheda
Asylum (australia)    Home sweet home
LPM [edizione] originale  stereo  aus  1989  waterfront 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
L' originale stampa australiana, minialbum in vinile a 45 giri, copertina semilucida senza barcode, inserto con testi, inner sleeve con foto, disegni e note, etichetta nera, grigia e gialla con paesaggio notturno metropolitano, catalogo DAMP 86, groove message "gerry... quit the f...n come back & join the band" sul lato A, "cait (simbolo cuore)? Chief? $ tim (simbolo) ? Jess? (simbolo cuore)" sul lato B. Pubblicato nel gennaio 1989 dalla Waterfront in Australia e dalla Rude / Waterfront in Germania, l' unico mini album di questo gruppo australiano formatosi nel 1985 a Gold Coast e poi basato a Sidney dal 1987 fino al 1989, quando si sciolse, dopo aver realizzato un solo 7" e questo mini; erano composti da Brad Foster (batteria), Jason Breitfuss (basso, voce) e Marc Welsh (voce, chitarra), quest'ultimo poi unitosi nel 1990 al gruppo power pop di Melbourne Have A Nice Day, e poi anche nei Floor Thirteen. Qui ci propongono sei brani, tutti scritti da membri della band, basati su di una dirompente miscela di hard rock'n'roll stradaiolo, garage non revivalista e punk melodico ed anthemico, il tutto propulso da una energia selvaggia e viscerale che esemplifica alla grande l'approccio australiano al rock'n'roll. Peccato che abbiano pubblicato così pochi dischi.
Euro
18,00
codice 332909
scheda
Atomic rooster    atomic rooster
lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  music on vinyl 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, copertina non apribile, Pubblicato in Inghilterra nel settembre del 1970 dalla B&C prima di ''Death Walks Behind You'', giunto al numero 49 delle classifiche Uk e non entrato in quelle Usa. Il primo album. Frutto della prima incarnazione degli Atomic Rooster con Vincent Crane, Nick Graham e Carl Palmer , la formazione emersa dopo lo scioglimanto dei Crazy World of Arthur Brown, vede brani ad opera perlopiu' di Crane dal tono oscuro e heavy, ma che presentano connotazioni ed influenze che vanno dal folk di "Winter" al blues di "Broken Wings." al quasi jazz di "Decline and Fall". Autori di uno hard rock progressivo dai toni scuri e dominato dalle tastiere, che col passare del tempo si contaminera' con funk e soul, gli Atomic Rooster si formano in Gran Bretagna nel 1969 sotto la guida del tastierista Vincent Crane, in precedenza nei Crazy World di Arthur Brown, che si unisce a Nick Graham ed a Carl Palmer. Questa prima formazione pubblica il primo eponimo album nel 1970, che riscuote un discreto successo in patria ma non impedisce che il gruppo si sfaldi, con Graham che si unisce agli Skin Alley e Palmer che entra negli Emerson, Lake And Palmer. Crane riforma il gruppo con John Cann e Paul Hammond: questo nuovo organico realizza i dischi che molti considerano i piu' riusciti, ''Death walks behind you'' (1970) e ''In hearing of atomic rooster'' (1971, con Pete French al canto), piccoli classici dell'hard progressivo. Il gruppo si sfalda nuovamente per riformarsi ancora una volta attorno a Crane, con nuovi membri fra cui il cantante r&b Chris Farlowe; il suono orienta verso il funk ed il soul con dischi come ''Made in England'' (1972) e ''Nice 'n' greasy'' (1973) ma i risultati commerciali sono disastrosi e la band si scioglie nel 1973, per riformarsi brevemente fra il 1979 ed il 1982. Crane in seguito si unira' ai Dexy's Midnight Runners.
Euro
25,00
codice 2098575
scheda
Aton's    A.i. 2984 (green vinyl)
Lp [edizione] originale  stereo  ita  1989  ats 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
Prima stampa, pressata solo in Italia, nella rara versione vinile color verde oliva, copertina senza barcode, inserto apribile con testi ed artwork, label nera con scritte argento e logo ATS Records argentato in alto, catalogo ATS1. Pubblicato nel 1989 dalla ATS in Italia, il primo album, precedente ''Caccia grossa'' (1991). Inciso con formazione a tre fra il 1987 ed il 1988, con il cantante e tastierista Pietro Rato autore dei testi e delle musiche, il primo album degli Aton's è un peculiare matrimonio fra rock progressivo melodico, art pop italiano (viene talora in mente il Battiato di inizio anni '80, ma con testi più "naif", per quanto elaborati) e la new wave più avvolgente, attraverso canzoni in cui molta importanza hanno le parti cantate rispetto alle sezioni strumentali, che pure rivelano un notevole livello; la mancanza di fiati porta alla preminenza delle tastiere, ma ci sono anche alcuni begli intrecci elettroacustici grazie all'impiego della chitarra Ovation, che alimentano il lato progressivo dell'opera, immersa in atmosfere sognanti e distese. Tutti i brani sono cantati in italiano. Questo storico gruppo di rock neo-progressivo torinese venne formato nel 1977 e si sciolse nel 1998, dopo aver pubblicato sei album (l'ultimo dei quali uscito dopo lo scioglimento). Il gruppo, fronteggiato dal cantante e multistrumentista Pietro Ratto, prese il nome dalla passione di quest'ultimo per l'antico Egitto; dopo aver realizzato del 1985 l'opera rock ''H'', trasmessa in TV anche da Videomusic (il disco usci' poi verso il 1993), la formazione si assesto' come trio, e registro' il primo album ''A.I. 2984'' (1989), pubblicato dalla Toast. Il gruppo si sciolse infine verso il 1998, quando Ratto aveva gia' debuttato con un album solista (''Xenia'' del 1997); in seguito quest'ultimo ha realizzato altri lavori a proprio nome.
Euro
30,00
codice 332966
scheda
Attak    Zombies
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1983  radiation 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
copia ancora incellophanata, ristampa del 2015, copertina pressoche' identica alla prima rara tiratura su No Future, catalogo RRS53. Pubblicato nel luglio del 1983 dalla No Future in Gran Bretagna, dove arrivo' al 15esimo posto nella classifica indipendente, ''Zombies'' e' il primo album degli Attak, uscito dopo l'ep d'esordio ''Today's generation'' (1982). Il gruppo inglese traspone su lp il suo feroce punk rock in bilico fra il '77 e l' hardcore, con pezzi molto tirati, chitarre che ricordano i Misfits, brutali accordi che sostengono l'attitudine decisamente rabbiosa ed anti-tatcheriana del gruppo, ma anche l'ombra dei Sex Pistols aleggia sull'album. Formazione punk proveniente dal Derbyshire in Inghilterra, la stessa area da cui venivano i Blitz (la batterista degli Attak era peraltro sorella di un membro dei Blitz), gli Attak testimoniano la rabbiosa reazione del punk e dello hardcore alla Gran Bretagna della Tatcher, immersi nell'atmosfera ''no future'' fino al collo ed autori di un punk rock tirato ed abrasivo, in bilico fra hardcore e '77. Pubblicarono un ep nel 1982, ''Today's generation'', che ottenne un discreto successo nella classifica indipendente, cosi' come il primo ed unico album ''Zombies''; pochi furono i loro concerti, comunque seguiti da un piccolo pubblico di affezionati, anche per l'ostracismo di autorita' e locali, e gli Attak si sciolsero presto, intorno al 1984.
Euro
16,00
codice 248117
scheda
Attractions    Mad about the wrong boy (+ bonus ep)
Lp [edizione] originale  stereo  uk  1980  f-beat 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Very good punk new wave
L' originale stampa inglese, copertina (con leggerissimi segni di usura) lucida senza barcode, con adesivo che indica la presenza del bonus ep di Steve Nieve "Outline of a hair-do" (e qui ancora allegato, con la sua copertina semirigida flipback su due lati sul retro e con sagomatura sul lato di apertura, label viola con foro centrale piccolo, catalogo COMB1), inner sleeve con sagomatura sul lato di apertura e con testi, label viola con scritte nere e logo F-Beat nero e rosa in alto, catalogo XXLP8, scritta ''a porky prime cut'' incisa sul trail off del lato A e ''a nudder porky prime cut'' su quello del lato B. Pubblicato nell'agosto del 1980 dalla F-Beat in Gran Bretagna, non uscito negli USA, l'unico album realizzato dagli Attractions senza il loro mentore Elvis Costello. Il disco presenta composizioni dei tre membri dell'acclamato gruppo di supporto di Costello, Steve Nieve, Bruce Thomas e Pete Thomas, una boccata d'aria per i musicisti di supporto di una personalita' cosi' marcata. L'album e' stato accostato ovviamente ai lavori coevi di Costello con la band, ma anche a Nick Lowe. I brani, frizzanti e variegati, oscillano fra passato e futuro, fra echi del rock'n'roll anni '50, pub rock, power pop e new wave.
Euro
18,00
codice 333014
scheda
Audioslave    audioslave
lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2002  legacy sony 
indie 90
ristampa in doppio vinile pesante in qualità per audiofili, coupon per download, adesivo su cellophane. copertina apribile, inner sleeves. etichetta nera disegni e scritte bianche. Pubblicato nel novembre del 2002 dalla Epic, giunto al 19ø posto in classifica in Gran Bretagna ed al settimo negli USA, questo e' l'eponimo album d'esordio degli Audioslave, precedente ''Out of exile'' (2005). Il super gruppo americano ottenne subito un ottimo riscontro di pubblico ma controversi giudizi critici con questo primo lp, che presenta forti affinita' con le band di provenienza dei membri degli Audioslave, i Rage Against The Machine dal punto di vista sonico ed i Soundgarden da quello vocale. L'aggressivita' dei RATM, contraddistinta da potenti ed intricate partiture chitarristiche e da una robusta sezione ritmica, si abbina qui allo stile vocale epico ed oscuro di Chris Cornell. Il gruppo si divide fra potenti assalti heavy con reminiscenze del metal anni '70 e brani piu' introspettivi e rarefatti, in cui emerge l'introspezione di Cornell, elemento che si fa spazio anche nei testi, che portano minori riferimenti politici rispetto ai RATM. Super gruppo dedito ad un massiccio rock pesante, gli Audioslave si formano a Los Angeles nel 2001, ad opera di Chris Cornell, cantante dei Soundgarden, e degli strumentisti dei Rage Against The Machine Tim Commerford, Brad Wilk e Tom Morello. Il primo eponimo lp del gruppo porta marcate somiglianze con il sound dei RATM e con le atmosfere cupe ed i toni introspettivi dei Soundgarden, ottenendo subito un buon riscontro di pubblico. Queste similitudini, a cui si aggiungono influenze del rock pesante degli anni '70 (Led Zeppelin, Black Sabbath), si fanno meno evidenti nel successivo acclamato album ''Out of exile'' (2005), grande successo che consacra' gli Audioslave anche presso la critica, con un approccio piu' sfaccettato e personale. ''Revelations'' segue nel 2006, ma Cornell abbandona poi il gruppo nel 2007, ponendo in forse il proseguimento del progetto.
Euro
30,00
codice 2099147
scheda
Augustus pablo    King tubby's meets rockers uptown
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1977  only roots 
reggae
Ristampa del 2019 con copertina senza barcode pressoche' identica alla prima tiratura su Clocktower. Originariamente uscito nel 1977, ma inciso fra il 1972 ed il 1975, questo album accreditato ad Augustus Pablo e frutto della collaborazione con King Tubby e' considerato uno dei massimi capolavori della musica dub esemplificato dal brano che da' il titolo al disco, considerato da molti uno dei migliori esempi di dub contraddistinti dal personale stile strumentale di Pablo, accreditato qui all'organo, piano e clarinetto oltre che con la sua caratteristica melodica. Fra gli altri strumentisti troviamo i mostri sacri del reggae Robby Shakespeare, Aston Barret, Earl Chinna Smith e Carlton Barret. Seminale e considerato musicista nell'ambito del reggae e del dub, Augustus Pablo (1954-1999) e' ricordato per il rivoluzionario uso della melodica nella musica giamaicana, da lui introdotto e sviluppato, oltreche' per l'apprezzato lavoro come produttore e tastierista. Entro' nel mondo della musica appena adolescente, alla fine degli anni '60, per poi esplodere nel decennio successivo, quando collaboro' con King Tubby alla realizzazione di importanti lavori in ambito dub come ''King Tubby meets Rockers uptown'' (1977, Rockers era il soprannome di Augustus Pablo). La sua attivita' si interruppe nel 1999, a causa della prematura scomparsa dovuta a gravi problemi di salute.
Euro
23,00
codice 3025479
scheda
Avalanches    We will always love you (ltd)
Lp2 [edizione] nuovo  stereo  eu  2020  modular 
indie 2000
edizione limitata in vinile doppio colorato 180 grammi (mint & electric blue), copertina apribile in più parti, adesivo su cellophane. Il terzo album, a quattro anni da "wildflower" del 2016, del gruppo australiano, un concept ispirato dalla luce, il cosmo e dai Golden Records, i dischi fonografici lanciati nello spazio nel 1977 con le sonde spaziali Voyager. Pieno di collaborazioni, sopratutto alla voce ma anche in veste di coproduttori tra i quali citiamo Jamie xx, offre un amalgama di samples e parti suonate. Gli Avalanches sono un gruppo australiano di musica elettronica emerso nel 2000 con il folgorante "since I left you", album composto da centinaia di samples tratti perlopiù da dischi recuperati nei mercatini locali, rielaborati in una gustosa visione retrò amalgamato al suono "clubbing" più scuro ed intenso del periodo. Dopo il disco torneranno sulle scene solo sedici anni dopo.
Euro
49,00
codice 2098390
scheda
Avidan asaf    Anagnorisis
Lp [edizione] originale  stereo  eu  2020  telmavar 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent indie 2000
Copia ancora incellophanata, prima stampa europea, copertina apribile liscia con parti lucide sul fronte e con barcode 4260341644707, inserto con note, inner sleeve multicolore con sagomatura centrale, label bianca e nera con scritte nere e bianche, catalogo TMRLP008. Pubblicato nel settembre del 2020 dalla Telmavar, il quarto album solista, successivo a "The art of falling" (2017). "Anagnorisis" è stato concepito nella residenza di campagna italiana di Avidan, nella quale era rimasto confinato a causa dello scoppio della pandemia del coronavirus. La vita rurale ha ispirato l'artista che, comprendendo come sfrondare le piante di ulivo per renderle più forti, ha trasposto questo principio nella composizione delle sue canzoni, rese essenziali per rafforzarne struttura e contenuto, e tuttavia il processo di incisione è stato meticoloso e curato, interamente suonato e cantato dall'autore. Un album dai toni introspettivi, frutto probabilmente di un forte processo di riflessione su di sé, indicato già dal titolo, in italiano "Agnizione", cioè il momento in cui, nella drammaturgia greca classica, il personaggio viene riconosciuto o riconosce sé stesso nella sua vera identità, generando una svolta nella trama. Sonorità lente e soffuse, spesso minimali, sostengono l'incredibile voce di Avidan, androgina e fortemente emotiva, quasi squarciante in alcuni passaggi. Musicista di origine israeliana, Asaf Avidan nasce a Gerusalemme nel 1980 ma cresce in paesi diversi, dalla Giamaica a New York. Classificato ora come musicista folk rock, ora come cantautore, Avidan, in possesso di una voce dal timbro acuto, quasi femminile, il cui suono un po' stridente e fragile le conferisce una particolare forza emotiva, ma che è anche capace di esprimersi con differenti tonalità, esordisce come solista nel 2006 con l'ep "Now that you're leaving" e poco dopo mette insieme un gruppo, con il quale si esibisce e pubblica come Asaf Avidan & the Mojos, comosto da Roi Peled (chitarra), Ran Nir (basso), Hadas Kleinman (violoncello) e Yoni Sheleg (batteria): tre album usciranno fra il 2008 ed il 2010, quindi i Mojos si scioglieranno ed Avidan proseguirà inizialmente suonando concerti acustici, per poi pubblicare il suo primo lp solista, "Different pulses" (2012), seguito da "Gold shadow" (2015), "The study of falling" (2017) ed "Anagnorisis" (2020).
Euro
24,00
codice 333001
scheda
Axelrod david    Seriously deep
Lp [edizione] nuovo  stereo  usa  1975  get on down 
rock 60-70
Ristampa del 2019 ad opera della Get On Down, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1972, il settimo album, successivo a ''Heavy axe'' (1974) e precedente ''Strange ladies'' (1977). Inciso, come il precedente, con un folto gruppo di strumentisti, fra cui spiccano il batterista Ndug Leon Chancler, all'epoca membro dei Santana e ricercato sessionman, il chitarrista jazz John Morell, e jazzisti del calibro di Ernie Watts (sax tenore, flauto, oboe), Jerome Richardson (sax soprano, sax tenore) e Joe Sample (tastiere elettriche, pianoforte, sintetizzatore ARP), uno dei fondatori dei Jazz Crusaders / Crusaders, ''Seriously deep'' è un album in strumentale composto da brani di Axelrod e prodotto dal grande jazzista Cannonball Adderley con Jimmy Bowen, basato su di un impianto stilistico jazz/soul/funk, che evocano una fusion vivace che diventa particolarmente trascinante nei momenti di improvvisazione "corale" in brani come la lunga "Miles away", ma in contesto più terreno e meno visionario rispetto ai suoi primi lavori. Negli ultimi anni l'oscuro lavoro di culto del compositore David Axelrod (nato negli anni '30, scomparso nel 2017) è tornato alla luce e l'artista ha assunto finalmente lo status di ''fenomeno'' che certamente si merita: le sue opere degli anni '60 e '70 sono considerate dalla critica moderna capolavori del jazz cosmico orchestrale, guadagnandosi fans accaniti non solo tra chi segue lo hip hop ma anche il rock, visto il suo lavoro con gli Electric Prunes e con le influenze della musica psichedelica. I suoi primi album sono una possibile scoperta per chi voglia addentrarsi nelle pieghe della psichedelia americana, alla ricerca di opere "diverse" e stimolanti, dopo di che la discografia di Axelrod proseguirà con altri lavori meno eclatanti.
Euro
34,00
codice 2098293
scheda
Axton charles    Late late party 1965-67
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1965  light in the attic 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent soul funky disco
Copia ancora incellophanata, l' originale stampa, ormai fuori catalogo, in vinile pesante, copertina cartonata ruvida apribile senza codice a barre, inserto apribile con foto in bianco e nero e note storiche, label bianca con scritte nere, titolo ed autore in giallo, catalogo LITA067, adesivo di presentazione del disco sul cellophane. Pubblicata nel 2011 dalla Light In The Attic, questa raccolta e' la prima retrospettiva in assoluto sul sassofonista americano Charles ''Packy'' Paxton, uno degli strumentisiti piu' importanti nel definire quello che poi sarebbe divenuto il classico sound della Stax Records, caposaldo del soul r'n'b degli anni '60. Axton (1941-1974) era figlio di Estelle Axton, co-proprietaria della Stax, e fu uno dei fondatori dei Mar-Keys, suonando insieme ad altri strumentisti fondamentali del soul dell'epoca quali Steve Cropper, Donald ''Duck'' Dunn e Booker T.; qui lo troviamo in diciassette brani del periodo 1965-67, incisi con diverse formazioni: The Martinis, ''Holiday cheer'', ''Bullseye'', ''Hung over''; Stacy Lane, ''No ending''; L.H. & the Memphis Sounds, ''House full of rooms''; The Pac-Keys, ''Stone fox''; The Packers, ''Hole in the wall''; The Martinis, ''South american robot''; The Pac-Keys, '''Dig in''; L.H. & the Memphis Sounds, ''Out of control''; The Martinis, ''Key chain''; The Pac-Keys, ''Hip pocket''; L.H. & The Memphis Sounds, ''I'm a fool (in love)''; Stacy Lane, ''No love have I''; The Pac-Keys, ''Greasy pumpkin''; The Martinis, ''I'll always love you'', ''Late late party''.
Euro
30,00
codice 2030803
scheda
Ayers kevin    shooting at the moon
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1970  music on vinyl 
rock 60-70
ristampa in vinile 180 grammi per audiofili, copertina pressoche' identica a quella della prima rara tiratura uscita in Uk su Harvest. Pubblicato in Inghilterra a nome ''Kevin Ayers & the Whole World'' nell' ottobre del 1970 dopo ''Joy of a toy'' e prima di "Whatevershebringwesing'', non entrato in classifica in Uk e non pubblicato in Usa. Il secondo album. Registrato con, David Bedford, Lol Coxhill, Mick Fincher, ed un Mike Oldfield allora 17enne al basso tra gli altri, con Bridget St.John ospite alla voce e Robert Wyatt presente in un brano, e' uno dei pilastri assoluti dell' art rock inglese, il disco ha un feeling assai diverso dal primo lavoro, molto piu' sperimentale e complesso, con la musica che ora fonde le intuizioni del lavoro di debutto in un mix senza soluzione di continuita' in cui jazz, psichedelia, progressive, folk acido e Canterbury sound si uniscono alla patafisica e all' avanguardia del gruppo madre, i Soft Machine. Il brano che da il titolo all' album e' recuperato peraltro dalle sessions dei Soft Machine del 1967, e questo la dice lunga sullo spirito in cui questa opera nasce, un opera straordinaria che dimostra come Kevin Ayers sia stato uno dei piu' grandi geni della musica d' albione e solo la sua lunaticita' e bizzarria lo abbiano ( volutamente ? ) tenuto lontano dal successo che gli era dovuto. Include brani dalla potenza espressiva strepitosa, quali ''May I'', ''Pisser dans un violon'', ''The oyster and the flying fish''.
Euro
25,00
codice 2099280
scheda
Azmari    Sama i
Lp [edizione] nuovo  stereo  bel  2021  sdban 
soul funky disco
Label custom gialla e nera / blu scura, catalogo SDBANULP16. Pubblicato nel gennaio del 2021 dalla belga Sdban, il primo album, successivo all'ep "Ekera" (2019). Entrati in contatto con la musica anatolica durante i loro concerti dati ad Istanbul, gli Azmari, tornati in studio per incidere questo primo lp, hanno affiancato allo studio della musica etiope quello della musica turca, imparando l'uso di strumenti etnici come il ney, il sax ed il baglama, di origine mediorientale, ma anche il sudamericano berimbau, arricchendo ulteriormente la propria paletta sonica in questi nove brani strumentali. "Sama i" offre una musica ipnotica, circolare ed induttore di trance, nel suo intrecciare pulsazioni dub, patterns di musica africana ed anatolica, assoli di fiati dal sapore jazz ma mescolato con il Medio Oriente, un afrofunk dai contorni misteriosi e psichedelici, dai ritmi mai troppo agitati, il tutto con un forte richiamo agli anni '70, ma che suona fresco e gradevolissimo. Formati a Bruxelles nel 2015 da musicisti europei, gli Azmari sono un gruppo strumentale che fonde in un armoniosa sintesi grooves di musica etiopica (gli Azmari sono cantori e musicisti della tradizione etiope, paragonati ai bardi europei o ai griot dell'Africa occidentale), funk psichedelico, dub ed influenze orientali, ispirandosi a giganti come Fela Kuti, Mulatu Astatke, Cymande e Heliocentrics. Composti da Arthur Ancion (batteria), Basile Bourtembourg (tastiere, percussioni, saz, baglama), Jojo Demelier (percussioni), Niels D'haegeleer (basso), Matteo Badet (sax, kaval) ed Ambroos De Schepper (sax, flauto), debuttano su disco nel 2019 con il lungo ep "Ekera" (della durata pressappoco di un lp), quindi girano in tour per l'Europa ed in Turchia, dove entrano in contatto con la musica turca, la cui influenza andrà ad arricchire l'impasto sonoro del loro primo album "Sama i" (2021).
Euro
28,00
codice 3513409
scheda
Azumah    Long time ago (ltd)
Lp [edizione] nuovo  stereo  eu  1989  nyami nyami 
world
Edizione limitata, copertina senza codice a barre. Ristampa del 2020 ad opera della Nyami Nyami, pressoché identica alla rara prima tiratura. Originariamente pubblicato nel 1989 dalla 3rd Ear Music in Sud Africa, l'unico album di questo gruppo composto da giovani musicisti e danzatori sudafricani di Soweto e dal musicista e costruttore di strumenti Smiles Mandla Makama, originario dello Swaziland, inciso nel 1985 in una casa di Johannesburg con la produzione di David Marks, ingegnere, discografico e compositore da lungo tempo attivo sulla scena sudafricana. Makama, già rinomato costruttore di strumenti musicali, viveva in una modesta abitazione sulle montagne del piccolo Swaziland, quando fu contattato dagli Azumah che gli chiesero di insegnar loro a suonare; Smiles tornò con il gruppo a Johannesburg, portando con sé un ricco arsenale di strumenti, fra cui il marimba. Inciso nell'arco di una giornata, con il paese ancora attanagliato nella morsa dello apartheid, "Long time ago" è uno splendido lavoro di musica africana, in cui i messaggi politici contro la segregazione razziale e l'oppressione dei sudafricani di colore, sono espressi con l'accompagnamento di una musica in cui sono sì fortemente presenti i caratteri di tanta musica dell'Africa sub-sahariana, come le ricche partiture ritmiche ed il canto dal forte timbro spirituale, ma espressi in un contesto originalissimo, in cui la musica si fa ipnotica e quasi eterea grazie alle melodie degli strumenti acustici dalle splendide sonorità come lo mbira, lo nyunga-nyunga, lo uhadi ed il makhoyane, mentre le voci esprimono un calmo e profondo calore sia nelle parti soliste che corali. Un disco assolutamente meritevole di riscoperta soprattutto da parte di chi ama le emanazioni più creative della musica "world". Questi i musicisti coinvolti nelle sessioni: Vusi Sifiso Shibambo (tamburi, percussioni, voce), Smiles Mandla Makama (marimba, bushsynth, bowharp, voce solista), Linson Lee Miswe (marimba, tamburi, flauto, voce), Chippa Samuele Shabalala, George Khazamula Maluleke (marimba, tamburi, percussioni, voce), Kikane Muzi Shongwe (marimba, mbira, tamburi, voce), Jane Vuyiswa Lebina, Ronnie The Littleman Zama (marimba, percussioni, voce), Kenny Mongezi Mpobole (percussioni, voce).
Euro
24,00
codice 3513357
scheda
B-52's    B 52's (play loud)
Lp [edizione] seconda stampa  stereo  uk  1979  island 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
seconda stampa inglese, copertina lucida ma non piu' laminata, senza barcode, etichetta gialla con scritte in lettere rosse, catalogo ILPS 9580, con groove messages sui rispettivi lati "Ahjus-Luv..." e "...The B52's", e "sound clinic" e "jonz" incisi su ogni facciata, completa di inner sleeve con angoli stondati e sagomatura per fuoriuscita del vinile. Il primo mirabolante, splendido album della band americana di Athens, Georgia; pubblicato nel luglio del 1979, e giunto al 59esimo posto in America ed al 22esimo in Uk, e' un disco geniale e tra i piu' divertenti mai concepiti, incredibile e sorprendente incontro sulla carta impossibile di new wave, 50' s e 60's pop, psichedelia e quant'altro, davvero originale e stravagante come il look del gruppo (uno dei piu' amati dai concittadini R.E.M.) nei suoi irresistibili nove brani che ancora sono in grado di animare irrimediabilmente qualunque party, tra cui l'anthem ''Rock Lobster'', che era stato facciata A del primo singolo del gruppo nel novembre del 1978 che qui in un nuova versione diventa una hit in tutti i club underground mondiali. I cinque ragazzi si conoscono al campus dell'universita' di Athens Georgia e, dopo una sbornia, fondano, nella meta' del 1970, i B-52's. Alcuni di loro non sanno nemmeno suonare uno strumento e cosi' i loro primi concerti vengono eseguiti con l'ausilio di campionamenti di chitarre e l'accompagnamento delle percussioni. Dopo aver stampato alcune migliaia di copie del singolo "Rock Lobster", il 14 febbraio 1977si esibiscono al Max Kansas City club per il loro primo concerto a pagamento riuscendo cosi' ad ottenere l'interessamento della stampa newyorkese. Il nome B 52's, venne scelto non certo in onore dell'aeroplano dispensatore di morte, ma bensi' alludendo alle omonime acconciature cotonate in voga fra le donne nordamericane negli anni Cinquanta. Nonostante l'avvento del fenomeno punk e new wave i B 52's riuscirono a ricavarsi un proprio spazio capace di ottenere, ancora oggi, consensi di critica e pubblico.
Euro
26,00
codice 248231
scheda
B-52's    whammy! (1st version)
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1983  Warner Bros 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
la prima stampa americana, completa di inner sleeve con testi, etichetta custom con scritte lungo tutta la circonferenza, catalogo 1-23819, nella prima versione con il brano "Don't Worry", cover del brano di Yoko Ono "Don't Worry, Kyoko (Mummy's Only Looking For Her Hand in the Snow)", presto rimossa per volonta' di quest' ultima e sostituita da "Moon 83". Il quarto album della geniale band di Athens, Georgia; uscito nel maggio del 1983, il disco rappresenta un ritorno alla musica piu' essenzialmente pop dei primi lavori dopo il piu' celebrale "Mesopotamia", che tanto aveva risentito dell' influenza (peraltro benefica) di David Byrne, pur utilizzandone gli stessi suoni moderni in cui le tastiere hanno un peso notevolissimo, fermo restando il marchio di fabbrica della chitarra a tratti morriconiana di Ricky Wilson, che purtroppo morira' di AIDS il 12 ottobre del 1985 (questo resta l' ultimo disco pubblicato con la formazione originale del gruppo). Un disco ancora una volta piacevolissimo, gioiellino pop ancora ricco dei soliti riferimenti agli anni 50', il surf, la bubblegum music e la psichedelia, in una visione decisamente "modernista" e new wave; ne vennero tratti i singoli "Song for a future generation" e "Legal Tender", e l' album giunse al 29esimo posto in Usa ed al 33esimo in Uk. Rimessasi faticosamente in piedi la band dopo la morte di Wilson, dopo "Bouncing Off the Satellites" (1986) otterra' un incredibile successo a partire dalla fine del decennio.
Euro
24,00
codice 248421
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1990  shimmy disc 
  [vinile]  excellent  [copertina]  excellent punk new wave
l' originale stampa americana, copertina senza codice a barre, come in tutte le copie "made in Canada" (come d'uso frequente all' epoca) ed etichette verdi e bianche, l' ultimo dei 4 albums del progetto di MARK KRAMER e David Licht (entrambi ex Shockabilly ed impegnati anche nei Bongwater) e DON FLEMING e Jay Spiegel (i due gia' Half Japanese e Velvet Monkeys, in procinto di entrare nei Dinosaur Jr., ma Fleming anche negli storici Stroke Band); ultimato in studio da Kramer quando ancora la band era in tour, ormai senza di lui, in Eurpopa, presenta una seconda facciata interamente strumentale, con brani in sostanza senza titolo che Kramer stesso volle lasciare "incompiuti". Sorprendentemente, sono in molti a considerare questo disco il capolavoro della band, quello in cui la miscela di rumore, psichedelia, rock duro e sperimentazione del progetto acquisisce una forma definitiva, forse maggiormente intellegibile proprio nei brani strumentali. Come al solito, un disco ricco di felicissime intuizioni dalle quali trarra' linfa vitale molto underground americano degli anni a venire. La musica dei 60's e dei 70's rimasticata e sputata fuori con lo spirito caustico ed iconoclasta tipico delle produzioni della Shimmy Disc e dei personaggi qui coinvolti. I B.A.L.L. furono un progetto di MARK KRAMER e David Licht (entrambi ex Shockabilly ed impegnati anche nei Bongwater), e DON FLEMING e Jay Spiegel (i due gia' Half Japanese e Velvet Monkeys, in procinto di entrare nei Dinosaur Jr., ma Fleming anche negli storici Stroke Band); pubblicarono quattro album fra il 1987 ed il 1990, espressioni di un approccio grezzo e spontaneo, largamente improvvisato in studio, ricco di felicissime intuizioni dalle quali trarrà linfa molto underground americano degli anni a venire. Tra garage, psichedelia, alternative rock e noise, non erano immuni da improvvise illuminazioni pop; la musica dei 60's e dei 70's rimasticata e sputata fuori con lo spirito caustico ed iconoclasta tipico delle produzioni della Shimmy Disc. Fleming proseguirà poi con i suoi Gumball, divenendo sempre piu' apprezzato per il suo fondamentale lavoro in studio per altre bands.
Euro
23,00
codice 104400
scheda
Lp [edizione] originale  stereo  usa  1989  shimmy disc 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent punk new wave
l' originale stampa americana, copertina senza codice a barre, "Made in Canada" come tutte le copie, etichette bianche e blu, con inserto/catalogo dell' etichetta, il terzo album del progetto di Mark Kramer e David Licht (entrambi ex Shockabilly ed impegnati anche nei Bongwater) e Don Fleming e Jay Spiegel (due ex Half Japanese in procinto di entrare nei Dinosaur Jr.), con una facciata registrata in studio ed una dal vivo al Cbgb's nel dicembre 1988. La musica dei 60's e dei 70's rimasticata e sputata fuori con lo spirito caustico ed iconoclasta tipico delle produzioni della Shimmy Disc e dei personaggi qui coinvolti. I B.A.L.L. furono un progetto di MARK KRAMER e David Licht (entrambi ex Shockabilly ed impegnati anche nei Bongwater), e DON FLEMING e Jay Spiegel (i due gia' Half Japanese e Velvet Monkeys, in procinto di entrare nei Dinosaur Jr., ma Fleming anche negli storici Stroke Band); pubblicarono quattro album fra il 1987 ed il 1990, espressioni di un approccio grezzo e spontaneo, largamente improvvisato in studio, ricco di felicissime intuizioni dalle quali trarrà linfa molto underground americano degli anni a venire. Tra garage, psichedelia, alternative rock e noise, non erano immuni da improvvise illuminazioni pop; la musica dei 60's e dei 70's rimasticata e sputata fuori con lo spirito caustico ed iconoclasta tipico delle produzioni della Shimmy Disc. Fleming proseguirà poi con i suoi Gumball, divenendo sempre piu' apprezzato per il suo fondamentale lavoro in studio per altre bands.
Euro
24,00
codice 205226
scheda
B.z.n.    the bastard (+poster)
Lp [edizione] ristampa  stereo  eu  1970  pseudonym 
  [vinile]  Excellent  [copertina]  Excellent rock 60-70
Copia ancora incellophanata, ristampa del 2005, ormai da tempo fuori catalogo, limitata a 500 copie pressoche' identica alla prima molto rara tiratura, con l'aggiunta di un poster in bianco e nero, dell'album pubblicato in Olanda nel 1970. I B.Z.N (Band Zonder Naam, o in italiano Gruppo Senza Nome) nacquero alla meta' degli anni 60 e furono parte importante della nascita della scena rock in Olanda. il quintetto era basato a Volendam, piccola ma importante cittadina che presentava una scena ricchissima. dopo aver suonato agli inizi della loro carriera una musica basata sul r'n'b' e sul beat la loro angolazione si sposto' progressivamente verso l' hard-psychrock, ed anche per merito dell'eccezionale e scatenato cantante Jim Dandy divennero una delle maggiori attarzioni live dei paesi bassi. purtroppo questo loro unico album, registrato nel 1970 ma pubblicato nel 1971, non ottenne il successo di pubblico sperato, ed insieme alla manciata di singoli usciti negli anni 60 rimane l'unica testimonianza del gruppo.
Euro
28,00
codice 2030502
scheda

Page: 6 of 115

«---  1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ... 115  ---»
Pag.: oggetti: